Il borgo calabrese di Cicala si prefigge di umanizzare la cura delle demenze.

Il piccolo paese ai piedi della Sila dedica ad Antonio Doria il centro che nasce all’insegna del sorriso.

Nel centro diurno “Antonio Doria”, realizzato dall’ Associazione Onlus Ra.Gi. Di Catanzaro, le persone malate avranno la possibilità di vivere una quotidianità serena, partecipativa e libera.

 

L’11 maggio, Cicala ha aperto le sue porte alle persone malate di demenze per offrire loro una nuova dimensione di vita, in cui poter con-vivere con la malattia senza doverla subire.
Grazie ad un percorso di informazione e formazione sulle demenze curato dalla Ra.Gi. e rivolto ai cittadini e commercianti del borgo, i malati potranno uscire per fare una passeggiata, comprare del pane, recarsi dal parrucchiere oppure semplicemente scambiare due chiacchiere in piazza. Insomma, ritrovare il gusto di una vita piena e degna di essere vissuta.

 

“La Calabria e i suoi cittadini hanno risposto benissimo a questa iniziativa, vogliono essere protagonisti di un cambiamento radicale nella cura delle persone malate di demenza. – afferma Elena Sodano, Presidente dell’associazione Ra.Gi. Onlus di Catanzaro ed ideatrice del metodo Teci, unico in Italia, per la cura ed il contenimento naturale delle demenze – Il nostro è un progetto che mette al centro i malati di demenze e le loro famiglie, persone sole che si trovano sole ad affrontare un percorso complesso e doloroso. Abbiamo dato vita ad un progetto volto ad umanizzare la cura di queste patologie, dandole un’impronta esistenziale e non più assistenziale”.

 

Il percorso della Ra.Gi. nella cura delle demenze inizia nel 2008 con la creazione, a Catanzaro, del Centro Diurno Spazio Al.Pa.De. (Alzheimer, Parkinson e Demenze), unico ad essere autorizzato dalla Regione Calabria ed unico in Italia per l’utilizzo del metodo Teci (Terapia Espressiva Corporea Integrata), accuratamente descritto nel manuale “Il Corpo nella Demenza” (Maggioli 2017) scritto da Elena Sodano, ideatrice del metodo.
L’11 maggio segna l’inizio di una grande svolta, perché a Cicala, grazie anche alla collaborazione dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Alessandro Falvo, prenderà forma un progetto di respiro europeo, che è parte dell’iniziativa denominata Dementia Friendly Community Italia (Comunità Amica delle Demenze Italia), avviata in Italia dalla Federazione Nazionale Alzheimer e lanciata dall’Alzheimer’s Society del Regno Unito, pioniera dell’organizzazione di Dementia Friendly Community in Europa.

 

Le caratteristiche che rendono unico in Europa il progetto di Cicala sono legate soprattutto alle piccole dimensioni del borgo, che permettono di coinvolgere tutta la comunità, costituita da sole 900 anime.
Un’intera comunità si farà carico del disagio che vivono le persone con demenza e le loro famiglie. Ogni spazio pubblico, ogni esercizio commerciale sarà reso pienamente fruibile ai malati di demenza.
L’obiettivo è quello di diffondere sempre di più la conoscenza delle demenze per ridurre i pregiudizi e l’emarginazione sociale.
Niente più stigmi né pregiudizi, quindi e a rappresentare questo intento "Io Sono Demente”, lo slogan scelto per l’apertura del centro, perfetto per dimostrare quello che accadrà nella Comunità di Cicala: non esistono differenze tra un malato, un suo familiare e un comune cittadino.
Esiste solo una rete composta da cittadini e istituzioni, uniti con l’obiettivo di costruire una comunità nel segno della serenità.

Master Viaggi News – Regioni e Province (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta

Tartufo Bianco delle Crete Senesi, una mostra mercato lo celebra l’11 e il 18 Novembre.

Un convoglio d’epoca lungo una ferrovia dimenticata, da Siena e Grosseto a San Giovanni d’Asso, un treno a vapore verso profumi e sapori tutti da scoprire.

Nei due weekend della Mostra Mercato dedicata al “Diamante bianco" (10-11 e 17-18 novembre), il trasferimento fino a San Giovanni d’Asso diventa un viaggio indietro nel tempo.

 

La linea, una volta, era la via “veloce” che portava ai paesi sperduti fra le Crete senesi, fino alle pendici del monte Amiata, collegandoli a Siena e Grosseto. Oggi la “Asciano – Monte Antico” è diventata la ferrovia simbolo di un nuovo turismo “slow” per riscoprire le emozioni di viaggiare a bordo di un treno a vapore immersi in paesaggi incontaminati.

E’ un modo diverso per raggiungere lo splendido borgo di San Giovanni d’Asso e degustare il prelibato Tartufo Bianco delle Crete Senesi: un treno a vapore d’epoca restaurato percorre una linea quasi dimenticata capace di regalare scorci unici delle colline toscane, invisibili da qualsiasi strada.

Il declino della ferrovia “Asciano-Monte Antico”, chiusa oltre venti anni fa perché attraversava un territorio poco abitato e senza fabbriche, ha fatto nascere un treno turistico unico nel suo genere che riporta indietro le lancette del tempo e che si è conquistato un posto importante nel cuore delle persone che scelgono di visitare le Crete senesi.

 

Per chi non vuole perdersi questa avventura con la locomotiva a vapore d’epoca del Treno Natura, ci sono due corse a disposizione. La prima parte dalla stazione ferroviaria di Siena domenica 11 novembre alle ore 8.55.

Passando da Buonconvento e Monte Antico, alle pendici dell’Amiata, dalle zone del Brunello di Montalcino, raggiunge San Giovanni d’Asso alle 11.22, giusto in tempo per iniziare la visita della Mostra – mercato e pranzare negli stand gastronomici dello Square Food o in uno dei ristoranti che offrono menù a base di tartufo bianco, Brunello, vino Doc Orcia e tanti altri prodotti tipici. Alle 16.26 il treno riparte alla volta di Siena concludendo l’anello fra Val d’Orcia e Crete passando per Asciano. Il rientro a Siena è previsto alle 17.40.

 

Domenica 18 novembre si replica, partendo questa volta dalla stazione ferroviaria di Grosseto alle ore 8,40. Si attraversa la valle dell’Ombrone fino ad entrare nella Val d’Orcia per raggiungere Monte Antico. L’arrivo a San Giovanni è previsto alle ore 11. In questo caso il treno ripercorre la stessa tratta per tornare a Grosseto. La partenza per Grosseto è prevista alle 16,45 e l’arrivo in stazione alle 18.30.

Il programma potrebbe subire leggere variazioni, per questo è preferibile chiedere sempre conferma prima della partenza. I posti sono limitati ed è necessario prenotare (tel. 0577 48003, e-mail: booking@visionedelmondo.com).

 

La Mostra mercato di San Giovanni d’Asso offre due week end (10-11 e 17-18 novembre) per degustare, acquistare, conoscere e anche cercare direttamente questo prezioso fungo ipogeo. Insieme al tartufo bianco delle Crete Senesi, i visitatori potranno conoscere e apprezzare le altre grandi eccellenze di questo territorio come l’olio extravergine di oliva, il formaggio pecorino, il vino della Doc Orcia, il Brunello di Montalcino, il miele. Dalla “cerca” del tartufo e le visite al museo a lui dedicato, al giro dei frantoi, al cibo di strada, alle cene di gala (sabato 10 e 17), le degustazioni libere e guidate, tutto è stato pensato per condurre i visitatori all’interno di un territorio unico, ricco di tradizioni, prodotti di qualità e di un ruralità ancora genuina dove l’uomo è protagonista.

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta

Sciare in Alta Badia nel cuore delle Dolomiti.

La maestosità delle Dolomiti fa da cornice alle gare di Coppa del Mondo di sci alpino sulla pista Gran Risa.

L’Alta Badia propone tre itinerari sciistici alla scoperta diretta dei siti tutelati e raggiungibili tramite collegamento sci ai piedi dal Piz La Villa, Piz Sorega e Col Alto:

 

 

Lagazuoi – Con gli sci tra natura e storia a 100 anni dal termine della Prima Guerra Mondiale

Dall’Armentarola partono i taxi alla volta del Passo Falzarego (2105 m). Con la funivia si raggiunge il Lagazuoi a quota 2.778 m, all’interno del Parco Naturale Fanes-Senes-Braies, dove durante la Prima Guerra Mondiale, si combatté una disumana guerra di mine. Lo testimoniano le trincee e le gallerie, che si possono intravedere dal bordo delle piste. La discesa di media difficoltà, con 7,8 km di lunghezza e 1.130m di dislivello, porta attraverso dei canaloni fino al Rifugio Scotoni e successivamente alla Capanna Alpina, fino al fondovalle. Da qui, si accede al più curioso ed ecologico impianto di risalita delle Alpi, che immette gli sciatori nel carosello sciistico dell’Alta Badia. Ad attendere gli sciatori c’è, infatti, una pariglia di cavalli norici, dalla quale vengono tirati fino al prossimo impianto di risalita.

 

 

Skitour La Crusc

L’area Skitour La Crusc permette di godere del panorama mozzafiato sul paesaggio rurale di Badia e sulle vette circostanti del Parco Naturale di Puez e di Fanes. I rifugi del comprensorio La Crusc sono specializzati nella preparazione di piatti della cucina ladina, creati rigorosamente seguendo la ricetta della nonna. Da non perdere lo sguardo sulla chiesa parrocchiale di Badia, sulla casa natale del Santo Freinademetz e sulle tradizionali “viles”, i masi di Fussé, Coz e Pransarores, prima di giungere alla chiesetta Santa Croce ai piedi dell’omonimo monte. Lo Skitour La Crusc, raggiungibile sci ai piedi dal Piz La Villa, è particolarmente adatto anche alle escursioni per famiglie.

 

 

Val Stella Alpina

Uno degli angoli più nascosti e più “insider” in Alta Badia è il percorso sciistico della Val Stella Alpina, che parte dal centro di Colfosco. La piccola vallata ai piedi del Sassongher e del Cir nel Parco Naturale Puez-Odle è soprattutto apprezzata per le sue piste ampie e soleggiate e per gli scorci panoramici sul gruppo dolomitico del Sella e in particolare sulla Val Mezdì.

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta

Nel 2017 a Fatima si celebra il centenario delle apparizioni.

Un appuntamento atteso e un’agenda ricca di eventi tra cui la visita di Papa Francesco.

Il 2017 sarà un anno davvero speciale per Fatima. La capitale del turismo religioso si prepara infatti a celebrare il centenario delle apparizioni della Vergine Maria.

 

Un evento straordinario che tutto il Portogallo, oltre ai fedeli di tutto il mondo, attende con trepidazione. Lo splendido santuario di Fatima sarà dunque teatro di una serie di eventi che rientrano in una fitta agenda culturale approntata per l’occasione. Su tutti, l’attesissima visita di Papa Francesco del 12 e 13 maggio 2017, appena confermata dalla Presidenza della Repubblica portoghese a seguito dell’invito del Presidente Marcelo Rebelo de Sousa dopo un recente incontro alla Santa Sede. Di fatto, sarà il quarto Papa della storia a visitare il Portogallo dopo Paolo VI (1967), San Giovanni Paolo II (1982, 1991 e 2000) e Benedetto XVI (2010).

 

Già alla fine del 2016 sono previste una serie di attività ma è dell’anno nuovo che le celebrazioni avranno realmente inizio.

L’8 gennaio si inaugura di fatto un anno intenso per Fatima: un ciclo di conferenze su “Fatima come messaggio di Pace” che si terrà presso la Basilica della Madonna del Rosario a partire dalle ore 16. Tra gli appuntamenti più importanti, sicuramente la Rievocazione dell’apparizione dell’Angelo in programma il 21 marzo e l’intervento di Video Mapping “Fatima Tempo di Luce”, prevista nei giorni 12-13-14 maggio.

 

Spazio ovviamente ai pellegrinaggi mensili e soprattutto a una speciale celebrazione. Il 19 agosto infatti, ricorrerà l’Anniversario della 4° Apparizione della Madonna a Valinhos. Un appuntamento denso di fede e devozione. Il dettaglio di tutti gli eventi è disponibile sul sito www.fatima.pt/pt/schedule.

 

Le apparizioni della Madonna sono iniziate il 13 maggio 1917 al cospetto di tre giovani pastorelli della località Cova da Iria, vicino alla cittadina portoghese di Fatima. La Chiesa cattolica ha riconosciuto nel 1930 il carattere soprannaturale autorizzandone il culto.

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

Camping Toscana Mare

Agriturismo Saturnia

Nel Guizhou, con ”I Viaggi di Maurizio Levi”, per la Festa delle Sorelle.

Nella provincia poco conosciuta della Cina del sud, ogni anno, il 15° giorno del terzo mese lunare, si tiene il ”Sister’s Meal Festival”, un’occasione per i giovani di incontrarsi per poi convolare a nozze.

Le origini della festa sono da ricercarsi in un’antica leggenda, durante il Festival le ragazze del popolo Miao si vestono con abiti ricamati ricoperti da numerosi ornamenti d’argento di svariate forme e dimensioni.

L’11 aprile a Taijiang, tra canti e danze si svolgerà la cerimonia ufficiale di apertura della Festa delle Sorelle, organizzata dalla provincia del Guizhou. Le origini della festa sono da ricercarsi in un’antica leggenda.

 

“Un tempo lungo il fiume Qingshui vivevano decine di ragazze miao, belle, intelligenti e laboriose, a cui non mancavano né abiti né cibo. Ma a causa della lontananza del villaggio da altri centri abitati, scarseggiavano i ragazzi, per cui le ragazze non riuscivano a trovare marito. Per cambiare la situazione le ragazze decisero di invitare i ragazzi di altri villaggi miao a cantare e danzare insieme, offrendo poi loro un pranzo. Il giorno del pranzo molti ragazzi giunsero da lontano, ricevendo una calorosa ospitalità da parte delle ragazze. I ragazzi dettero prova delle loro qualità cantando, danzando, suonando il lusheng (strumento musicale a fiato di bambù), organizzando i combattimenti tra buoi e le regate con le barche-drago. Tutti trascorsero la giornata in allegria. Al momento del saluto le ragazze avvolsero del riso glutinoso e colorato in fazzoletti da loro ricamati, donandoli ai ragazzi preferiti. Questi ultimi, molto contenti, tornarono al villaggio delle ragazze dopo alcuni giorni con la scusa di restituire i fazzoletti e portando alle ragazze molti regalini in segno di ringraziamento. Così i giovani si scambiarono ripetute visite e con il passare del tempo tutte le ragazze trovarono marito.”

 

Il Festival si inserisce in un viaggio insolito alla scoperta di due province poco conosciute della Cina del sud: il Fujiàn e il Guizhou. Dalla lussureggiante costa tropicale della provincia del Fujiàn si passa al suo aspro entroterra sudoccidentale, dove le popolazioni hakka costruirono gli ampi e sbalorditivi tulòu, i primitivi edifici circolari in terra battuta (Patrimonio UNESCO), per difendersi da banditi e animali selvaggi. Si viaggia poi alla volta del Guizhou. Qui il paesaggio cambia radicalmente: coltivazioni a terrazza che si estendono sulle pendici di ondulate montagne e verdi altopiani punteggiati da frastagliate formazioni carsiche. In questo pittoresco contesto rurale vivono numerose minoranze etniche, fra cui i Miao e i Dong. Un tripudio di colori, suoni e profumi che vi farà ricordare per sempre questo angolo di vecchia Cina che sta scomparendo.

 

Data di partenza: 4 aprile 2017
Quota: da € 3.650 con accompagnatore dall’Italia

 

 

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

Agriturismo Saturnia

Agriturismo Saturnia

Come affrontare il rifiuto delle vaccinazioni. Scegliere tra coercizione e persuasione?

Negli ultimi anni il crescente
rifiuto dei vaccini e il conseguente declino dell’immunità di gregge hanno
contribuito al riaffiorare di numerosi focolai di malattie infettive,
polarizzando la discussione tra sostenitori e oppositori dei vaccini. L’avvento di Internet, un forum
in cui accanto al flusso delle informazioni basate sull’evidenza scientifica coesistono
e si sviluppano anche quelle di segno opposto, ha contribuito ad esacerbare la
contrapposizione, che tuttavia ha radici storiche ben più profonde. In molti
casi si tratta di una riproposizione di dilemmi passati, per fronteggiare i quali
i decisori pubblici hanno di volta in volta oscillato tra l’uso di
provvedimenti coercitivi ad approcci fondati sulla persuasione.

Continua

Attualità per i cittadini

Star informa: Il Calendario delle Studentesse 2015 all'insegna del “selfie sociale”

LaRondinePisa.it nella piazza a Marina di Massa ad inizio Aprile 2012….voglia di mare voglia di vacanze al mare di Toscana ma economiche, al giusto prezzo,…
Video Rating: 0 / 5

Mare in Toscana vacanze economiche Marina di Massa
Il Calendario delle Studentesse 2015 all'insegna del “selfie sociale”
La tecnologia è sempre sinonimo di evoluzione? Le immagini dell'edizione 2015 immortalano le studentesse protagoniste mentre utilizzano in modo compulsivo e improprio social network e dispositivi come tablet e smartphone. Il fine è sottolineare …
Read more on PUPIA


Vacanze economiche

Fiducia dei consumatori l'Italia ultima in classifica
Secondo le rilevazioni Nielsen, nel quarto trimestre del 2014 l'indicatore è ulteriormente sceso e il Belpaese è sempre più fanalino di coda nel Vecchio Continente. Non conosce invece ostacoli la corsa di Germania e Gran Bretagna, che ormai giocano in …
Read more on La Repubblica