Tartufo Bianco delle Crete Senesi, una mostra mercato lo celebra l’11 e il 18 Novembre.

Un convoglio d’epoca lungo una ferrovia dimenticata, da Siena e Grosseto a San Giovanni d’Asso, un treno a vapore verso profumi e sapori tutti da scoprire.

Nei due weekend della Mostra Mercato dedicata al “Diamante bianco" (10-11 e 17-18 novembre), il trasferimento fino a San Giovanni d’Asso diventa un viaggio indietro nel tempo.

 

La linea, una volta, era la via “veloce” che portava ai paesi sperduti fra le Crete senesi, fino alle pendici del monte Amiata, collegandoli a Siena e Grosseto. Oggi la “Asciano – Monte Antico” è diventata la ferrovia simbolo di un nuovo turismo “slow” per riscoprire le emozioni di viaggiare a bordo di un treno a vapore immersi in paesaggi incontaminati.

E’ un modo diverso per raggiungere lo splendido borgo di San Giovanni d’Asso e degustare il prelibato Tartufo Bianco delle Crete Senesi: un treno a vapore d’epoca restaurato percorre una linea quasi dimenticata capace di regalare scorci unici delle colline toscane, invisibili da qualsiasi strada.

Il declino della ferrovia “Asciano-Monte Antico”, chiusa oltre venti anni fa perché attraversava un territorio poco abitato e senza fabbriche, ha fatto nascere un treno turistico unico nel suo genere che riporta indietro le lancette del tempo e che si è conquistato un posto importante nel cuore delle persone che scelgono di visitare le Crete senesi.

 

Per chi non vuole perdersi questa avventura con la locomotiva a vapore d’epoca del Treno Natura, ci sono due corse a disposizione. La prima parte dalla stazione ferroviaria di Siena domenica 11 novembre alle ore 8.55.

Passando da Buonconvento e Monte Antico, alle pendici dell’Amiata, dalle zone del Brunello di Montalcino, raggiunge San Giovanni d’Asso alle 11.22, giusto in tempo per iniziare la visita della Mostra – mercato e pranzare negli stand gastronomici dello Square Food o in uno dei ristoranti che offrono menù a base di tartufo bianco, Brunello, vino Doc Orcia e tanti altri prodotti tipici. Alle 16.26 il treno riparte alla volta di Siena concludendo l’anello fra Val d’Orcia e Crete passando per Asciano. Il rientro a Siena è previsto alle 17.40.

 

Domenica 18 novembre si replica, partendo questa volta dalla stazione ferroviaria di Grosseto alle ore 8,40. Si attraversa la valle dell’Ombrone fino ad entrare nella Val d’Orcia per raggiungere Monte Antico. L’arrivo a San Giovanni è previsto alle ore 11. In questo caso il treno ripercorre la stessa tratta per tornare a Grosseto. La partenza per Grosseto è prevista alle 16,45 e l’arrivo in stazione alle 18.30.

Il programma potrebbe subire leggere variazioni, per questo è preferibile chiedere sempre conferma prima della partenza. I posti sono limitati ed è necessario prenotare (tel. 0577 48003, e-mail: booking@visionedelmondo.com).

 

La Mostra mercato di San Giovanni d’Asso offre due week end (10-11 e 17-18 novembre) per degustare, acquistare, conoscere e anche cercare direttamente questo prezioso fungo ipogeo. Insieme al tartufo bianco delle Crete Senesi, i visitatori potranno conoscere e apprezzare le altre grandi eccellenze di questo territorio come l’olio extravergine di oliva, il formaggio pecorino, il vino della Doc Orcia, il Brunello di Montalcino, il miele. Dalla “cerca” del tartufo e le visite al museo a lui dedicato, al giro dei frantoi, al cibo di strada, alle cene di gala (sabato 10 e 17), le degustazioni libere e guidate, tutto è stato pensato per condurre i visitatori all’interno di un territorio unico, ricco di tradizioni, prodotti di qualità e di un ruralità ancora genuina dove l’uomo è protagonista.

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta

A Roma per la mostra dedicata ad Artemisia Gentileschi soggiornando a Palazzo Scanderbeg.

La grande pittrice caravaggesca del seicento sarò la protagonista di una personale a Palazzo Braschi dal 30 Novembre all’8 Maggio 2017.

la mostra si propone di riunire buona parte della produzione della pittrice e di ricostruirne la carriera e la carismatica figura che si distinse per il talento artistico e per il coraggio e la sfida alle convenzioni.
Artemisia Lomi Gentileschi (Roma, 8 luglio 1593 – Napoli, 1653) fu una delle poche artiste donne riconosciute della sua epoca. Figlia d’arte, operò prima nella bottega del padre Orazio, esponente del caravaggismo romano, poi a Firenze, forse a Genova, Venezia, nel 1638 a Londra alla corte di Carlo I e per finire a Napoli, dove fondò il primitivismo caravaggesco. Tra le sue opere più famose Giuditta che decapita Oloferne (1612-1613), al Museo Nazionale di Capodimonte di Napoli, La conversione della Maddalena (1615-1616) a Palazzo Pitti di Firenze e Susanna e i Vecchioni (1649) a Brno.

 

Negli anni settanta del secolo scorso, Artemisia diventò un simbolo del femminismo internazionale, a causa delle vicende personali: il processo per violenza che intentò contro Agostino Tassi allievo del padre Orazio. Fu una donna impegnata a perseguire la propria indipendenza e la propria affermazione artistica contro le molteplici difficoltà e pregiudizi del tempo.

 

L’invito a visitare la prestigiosa mostra viene da Palazzo Scanderbeg, situato esattamente fra il Palazzo del Quirinale e la Fontana di Trevi, dal quale si può raggiungere, a piedi, in pochi minuti, Palazzo Braschi (sede della mostra) transitando per Piazza di Pietra con il Tempio di Adriano; Piazza di Sant’Ignazio, meraviglia rococò con palazzi dalle facciate concave; Piazza del Pantheon; Piazza Sant’Eustachio; Piazza Navona.

 

Palazzo Scanderbeg è una residenza privata nel cuore di Roma; struttura ricettiva di lusso composta da undici appartamenti di diversa metratura.
Per molti anni sede del Museo della Pasta, Palazzo Scanderbeg fu costruito nel 1466 dal Principe albanese e Re d’Epiro Giorgio Castriota, detto Scanderbeg, eroico condottiero distintosi nella lunga guerra contro l’espansione ottomana, di cui resta traccia nel ritratto che sormonta il portone del palazzo.
Grazie ad un accurato restauro, l’antica residenza nobiliare è la soluzione ideale per i viaggiatori di oggi che desiderano una casa lontano da casa, godendo di comfort e servizi di alto livello in un contesto di stile contemporaneo.

 

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)
Agriturismo Saturnia