Xiaomi brevetta un nuovo pieghevole: spunta una potenziale marcia in più rispetto ai rivali (foto)

Xiaomi è tra i produttori di smartphone sicuramente più attivi, in particolare nel mercato italiano, negli ultimi anni. Tra i prodotti che ha lanciato però non abbiamo ancora visto un dispositivo pieghevole, tipologia per la quale ha già depositato alcuni brevetti.

L’ultimo brevetto depositato da Xiaomi e approvato dal China National Intellectual Property Administration (CNIPA) ha come protagonista una tipologia di pieghevole particolare, che sicuramente non abbiamo visto finora: il concept generale è lo stesso che anima il Galaxy Z Fold 2 di Samsung, lanciato poche settimane fa, ma il display esterno è quello che lo distinguerebbe maggiormente per il meccanismo a scorrimento verticale per liberare il sistema di fotocamere.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Z Fold 2, la recensione

Un sistema a scorrimento per svelare il modulo fotografico anteriore l’abbiamo già visto su OPPO Find X ma mai su uno smartphone pieghevole. Le altre immagini allegate al brevetto, che potete vedere nella galleria in basso, mostrano la presenza di un ulteriore modulo fotografico posteriore.

Il nuovo brevetto depositato da Xiaomi non fornisce la certezza che vedremo la concretizzazione del dispositivo ideato dal produttore cinese. Vi terremo aggiornati sugli eventuali ulteriori sviluppi.

L’articolo Xiaomi brevetta un nuovo pieghevole: spunta una potenziale marcia in più rispetto ai rivali (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Gli iPhone 12 a rate con TIM, Vodafone, WindTre e Iliad: tutte le offerte disponibili

I nuovi iPhone 12 di Apple sono appena atterrati nel mercato italiano, dove al momento sono disponibili esclusivamente iPhone 12 e iPhone 12 Pro. Oltre all’acquisto presso i canali ufficiali Apple, è possibile prenderli anche tramite i principali operatori telefonici. Andiamo a vedere insieme tutte le offerte disponibili.

iPhone 12 / iPhone 12 Pro con TIM

TIM propone la possibilità di acquistare i nuovi iPhone 12 con pagamento in un’unica soluzione e anche a rate. Queste le alternative disponibili:

  • Soluzione unica – iPhone 12 64GB, 949,90€
  • Soluzione unica- iPhone 12 128GB, 999,90€
  • Soluzione unica – iPhone 12 256GB, 1.119,90€
  • Soluzione unica – iPhone 12 Pro 128GB, 1.199,90€
  • Soluzione unica – iPhone 12 Pro 256GB, 1.319,90€
  • Acquisto a rate – iPhone 12 Pro 128GB, senza anticipo e 30 rate da 40€ al mese
  • TIM Next – iPhone 12 64GB, 49€ di anticipo e 30 rate da 30€. Obbligatoria la sottoscrizione per la protezione dello smartphone da danni accidentali (6,90€ al mese) o danni e furto (9,90€ al mese).
  • TIM Next – iPhone 12 Pro 128GB, 149€ di anticipo e 30 rate da 35€. Richiesta sottoscrizione per la protezione dello smartphone da danni accidentali (6,90€ al mese) o danni e furto (9,90€ al mese).

iPhone 12 / iPhone 12 Pro con Vodafone

Di seguito elenchiamo le alternative che Vodafone propone, anche in questo caso contemplando l’acquisto a rate e quello in un’unica soluzione. La prima lista include le tariffe previste attivando le offerte Infinito 5G, Infinito Gold Edition 5G e Infinito Black Edition 5G:

  • iPhone 12 64GB, 69,99€ di anticipo + 30 rate da 24,99€
  • iPhone 12 128GB, 99,99€ di anticipo + 30 rate da 25,99€
  • iPhone 12 256GB, 99,99€ di anticipo + 30 rate da 28,99€
  • iPhone 12 Pro 128GB, 129,99€ di anticipo + 30 rate da 30,99€
  • iPhone 12 Pro 256GB, 149,99€ di anticipo + 30 rate da 33,99€
  • iPhone 12 Pro 512GB, 149,99€ di anticipo + 30 rate da 40,99€.

La lista seguente include le tariffe previste abbinando all’acquisto le offerte Red 5G:

  • iPhone 12 64GB, 69,99€ di anticipo + 30 rate da 26,99€
  • iPhone 12 128GB, 99,99€ di anticipo + 30 rate da 27,99€
  • iPhone 12 256GB, 99,99€ di anticipo + 30 rate da 31,99€
  • iPhone 12 Pro 128GB, 129,99€ di anticipo + 30 rate da 32,99€
  • iPhone 12 Pro 256GB, 149,99€ di anticipo + 30 rate da 36,99€
  • iPhone 12 Pro 512GB, 149,99€ di anticipo + 30 rate da 43,99€.

L’ultima lista include invece le tariffe previste abbinando le offerte della gamma Shake It Easy per under 30:

  • iPhone 12 64GB, 69,99€ di anticipo + 30 rate da 27,99€
  • iPhone 12 128GB, 99,99€ di anticipo + 30 rate da 28,99€
  • iPhone 12 256GB, 99,99€ di anticipo + 30 rate da 32,99€
  • iPhone 12 Pro 128GB, 129,99€ di anticipo + 30 rate da 33,99€
  • iPhone 12 Pro 256GB, 149,99€ di anticipo + 30 rate da 37,99€
  • iPhone 12 Pro 512GB, 149,99€ di anticipo + 30 rate da 44,99€.

iPhone 12 / iPhone 12 Pro con WindTre

Anche WindTre propone delle soluzioni molto simili a TIM, queste tutte le alternative disponibili:

  • Soluzione unica – iPhone 12 64GB, 949,90€
  • Soluzione unica – iPhone 12 128GB, 999,90€
  • Soluzione unica – iPhone 12 256GB, 1.119,90€
  • Soluzione unica – iPhone 12 Pro 128GB, 1.219,90€
  • Soluzione unica – iPhone 12 Pro 256GB, 1.319,90€
  • Soluzione unica – iPhone 12 Pro 512GB, 1.519,90€
  • Unlimited – iPhone 12 64GB, senza anticipo + 30 rate da 18,99€
  • Unlimited – iPhone 12 128GB, 49,99€ di anticipo + 30 rate da 19,99€
  • Unlimited – iPhone 12 256GB, 299,99€ di anticipo + 30 rate da 26,99€
  • Unlimited – iPhone 12 Pro 128GB, senza anticipo + 30 rate da 29,99€
  • Unlimited – iPhone 12 Pro 256GB, 299,99€ di anticipo + 30 rate da 33,99€
  • Unlimited – iPhone 12 Pro 512GB, 449,99€ di anticipo + 30 rate da 35,99€
  • XLarge – iPhone 12 64GB, senza anticipo + 30 rate da 23,99€
  • XLarge – iPhone 12 128GB, 49,99€ di anticipo + 30 rate da 24,99€
  • XLarge – iPhone 12 256GB, 299,99€ di anticipo + 30 rate da 26,99€
  • XLarge – iPhone 12 Pro 128GB, senza anticipo + 30 rate da 34,99€
  • XLarge – iPhone 12 Pro 256GB, 299,99€ di anticipo + 30 rate da 33,99€
  • XLarge – iPhone 12 Pro 512GB, 499,99€ di anticipo + 30 rate da 35,99€
  • Large – iPhone 12 64GB, senza anticipo + 30 rate da 24,99€
  • Large – iPhone 12 128GB, 49,99€ di anticipo + 30 rate da 25,99€
  • Large – iPhone 12 Pro 128GB, senza anticipo + 30 rate da 35,99€
  • Medium – iPhone 12 128GB, 49,99€ di anticipo + 30 rate da 26,99€
  • Medium – iPhone 12 Pro 128GB, senza anticipo + 30 rate da 35,99€.

iPhone 12 / iPhone 12 Pro con Iliad

Iliad presenta un listino per iPhone 12 molto simile a quello di TIM, anche se al momento le scorte di iPhone 12 sembrano terminate presso l’operatore:

  • Soluzione unica – iPhone 12 64GB, 919€
  • Soluzione unica – iPhone 12 128GB, 979€
  • Soluzione unica – iPhone 12 Pro 128GB, 1.179€
  • Acquisto a rate – iPhone 12 64GB, 199€ di anticipo + 30 rate da 24€
  • Acquisto a rate – iPhone 12 128GB, 229€ di anticipo + 30 rate da 25€
  • Acquisto a rate – iPhone 12 Pro 128GB, 279€ di anticipo + 30 rate da 30€.

L’articolo Gli iPhone 12 a rate con TIM, Vodafone, WindTre e Iliad: tutte le offerte disponibili sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Il controller DualSense della PS5 è compatibile con PC e smartphone Android (video e foto)

Il debutto sul mercato della PS5, la nuova console di casa Sony, è sempre più vicino, pianificato per il prossimo 12 novembre. Qualcuno è già riuscito a metterci le mani, rivelando dei curiosi dettagli che non vi aspettereste.

I dettagli appena emersi online riguardano da vicino il controller DualSense, il nuovo controller che Sony ha lanciato al fianco della PS5. Austin Evans ha pubblicato si YouTube il suo singolare unboxing e primo contatto con il controller DualSense. Evans infatti ha usato il controller in tutti i modi immaginabili eccetto quelli più sensati: prima ha provato a connettere il controller al suo Surface Laptop Go, poi ad un Pixel 5, ad una PS4 Pro e infine alla Xbox Series X.

LEGGI ANCHE: come trovare film e serie TV in streaming

Sorprendentemente il controller DualSense è stato in grado di connettersi correttamente al Surface Laptop Go e a Pixel 5: Evans è persino riuscito a giocare attraverso Pixel 5 su Microsoft xCloud. La prova di connessione con PS4 Pro è andata male, con il controller e la console che non sono riusciti a dialogare correttamente mentre quella con Xbox Series X è andata ancora peggio, con il controller che è stato solo in grado di ricaricarsi una volta collegato alla console.

Inoltre, Evans ha anche effettuato una sorta di teardown del DualSense, scovando una batteria di capacità pari a 1.560 mAh. Per finire un dettaglio che piacerà agli utenti più attenti: il rivestimento sul retro del controller è costituito da tante piccole forme geometriche, le quali viste da vicino consistono negli iconici trinagolo, cerchio, croce e quadrato di PlayStation.

L’articolo Il controller DualSense della PS5 è compatibile con PC e smartphone Android (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

SmartWorld News Podcast – iPhone 12 in Italia, Ubuntu 20.10 e grave falla di Chrome

Anche questa settimana si chiude con SmartWorld News, il nostro podcast che ogni giorno vi racconta le notizie più importanti della giornata, quelle che non potete perdervi. La nuova puntata è online: qui sotto trovate il player per ascoltare l’ultimo episodio, ma non dimenticate che potete ascoltarlo anche su Apple Podcast, Google Podcast, Spreaker e Spotify.

Ascolta “23/10 – iPhone 12 in Italia, Ubuntu 20.10 e grave falla di Chrome” su Spreaker.

Gli argomenti del giorno:

L’articolo SmartWorld News Podcast – iPhone 12 in Italia, Ubuntu 20.10 e grave falla di Chrome sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Nuovo aggiornamento per Galaxy S20 FE: sono risolti i problemi al touchscreen? (foto) (aggiornato: il fix arriverà)

Samsung ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento software per il suo Galaxy S20 FE, uno dei più recenti a essere stato lanciato sul mercato. L’aggiornamento arriva a distanza di pochi giorni dalle nuove patch di ottobre.

L’aggiornamento in fase di distribuzione consiste nella build G78xxXXU1ATJ5 e ha un peso di circa 170 MB. Il changelog associato è davvero molto vago, riporta esclusivamente il miglioramento della stabilità di sistema generale, e non è chiaro se risolva o meno i problemi al touchscreen rilevati nelle settimane scorse da diversi utenti su Galaxy S20 FE.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S20 FE 5G, la recensione

L’update è in fase di distribuzione via OTA in diversi paesi europei. Fateci sapere se l’avete ricevuto e se sul vostro device persistono i problemi al touchscreen.

Aggiornamento22/10/2020 ore 23:30

Il problema al touchscreen per Galaxy S20 FE non è stato ancora risolto: la conferma arriva indirettamente da Samsung. Il produttore sudcoreano ha infatti riferito di essere a conoscenza dei problemi segnalati dagli utenti con Galaxy S20 FE e ha comunicato di essere a lavoro sul fix.

Come facilmente prevedibile, il fix sarà di natura software e arriverà sotto forma di aggiornamento del firmware. Tale aggiornamento ancora non è stato rilasciato, torneremo ad aggiornarvi sui prossimi sviluppi.

L’articolo Nuovo aggiornamento per Galaxy S20 FE: sono risolti i problemi al touchscreen? (foto) (aggiornato: il fix arriverà) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Ecco la serie Mate 40 di Huawei, l’ultima sfida al bando Usa

È stato anticipato nelle indiscrezioni come l’ultimo smartphone Huawei con chipset proprietario Kirin, ma chi ha seguito il percorso fatto negli anni dal colosso cinese sa che per questa azienda vale più che per qualunque altra il motto “non è finita finché non è finita”.

E anche se sul fronte della tecnologia 5G affronta il numero sempre crescente di messe al bando in vari Paesi del mondo e su quello dei device la guerra commerciale prima sulle app di Google e poi sui componenti, si fa fatica a considerare questo Mate 40 presentato oggi come il canto del cigno di un’azienda che più di tante altre cinesi sul mercato ha saputo fare dell’innovazione e della qualità dei materiali la propria cifra stilistica.

“Per Huawei questi sono tempi molto difficili” dice Richard Yu, Executive Director e CEO di Huawei Consumer Business Group, a conclusione della presentazione della nuova serie Mate 40, “soffriamo sanzioni ingiuste che hanno reso questi tempi per noi i più difficili degli ultimi 30 anni. Anni in cui abbiamo investito ingenti risorse per innovare e migliorare la vita delle persone”.

Di fronte dei timori dei governi occidentali per la sicurezza dei dati che transitano sui device Huawei, Yu risponde che l’azienda cinese ga “ottimi risultati in termini di cyersecurity e protezione della privacy”.

“Negli ultimi 10 anni ci avete visto trasformarci da un brand sconosciuto a un marchio leader” conclude, “Non importa quanto duri siano i tempi: ci impegniamo a continuare a innovare”.

Per la nuova serie Mate 40 Huawei ha messo in campo il meglio della propria tecnologia, soprattutto sul fronte del comparto fotografico e della potenza di ricarica.

Sono dieci i dispositivi Mate presentati negli ultimi otto anni. Gli ultimi nati – Mate 40 Pro e 40 Pro+ – incorporano il primo e unico SoC 5G a 5 nanometri al mondo, il sistema Ultra Vision Cine Camera e il design Space Ring.

Ma segna anche un ulteriore passo verso la realizzazione di quell’ecosistema Huawei che punta a due obiettivi: fidelizzare il cliente e affrancarsi dalla spada di Damocle di servizi il cui utilizzo può essere inibito per decisioni di governi piuttosto che delle aziende.

La politica commerciale di Huawei si è fatta più aggressiva man mano che il confronto con i bandi Usa si faceva più duro. La spinta su device diversi dagli smartphone, ma complementari – computer portatili, auricolari e cuffie con cancellazione del rumore, tablet, smartwatch, sportwatch e smartband – si è fatta più forte allo scopo, come ha detto  Richard Yu, Executive Director e CEO di Huawei Consumer Business Group, di “portare ai consumatori una connettività senza soluzione di continuità del nostro ecosistema”.

La serie Mate 40 monta un display Horizon 88 gradi , è certificata IP68 per resistenza a polvere e acqua, e offrono la possibilità di scelta tra tasti fisici e virtuali, oltre ad avanzati algoritmi che prevengono gli errori di digitazione.

La fotocamera anteriore ha il 3D Face Unlock e una fotocamera selfie ultra grandangolare con sensore di movimento estremamente accurato. Sul retro lo Space Ring Design è l’evoluzione del design circolare che rende riconoscibile la serie Mate. All’interno il processore Kirin 9000 è predisposto per il 5G, è capace di gestire processi di calcolo intensi e operazioni multi tasking con una migliore gestione dell’energia rispetto ai predecessori. La GPU garantisce la performance per grafiche avanzate, l’esperienza audiovisiva e il gaming gameplay, anche sei il display è ancora da 90Hz laddove altri produttori hanno inserito il refresh a 120Hz nei propri modelli di punta: “la giusta via di mezzo tra qualità dell’immagine e risparmio energetico” ha detto Yu.

Per quanto riguarda autonomia indispensabile per stare al passo con le esigenze del 5G e di un device con queste prestazioni, la batteria da 4.400mAh supporta la ricarica a 66W con cavo e quella wireless da 50W.

Le fotocamere sono come sempre realizzate in partnership con Leica e presentano un ultra grandangolare, una principale ad alta definizione, un tele obbiettivo su cui lavorano i sistemi di Dual Cine Cameras e Dual Ultra Wide Cameras  attivi anche sulla camera frontale.

La serie Mate 40 offre nuove funzionalità come il controllo del dispositivo senza bisogno di utilizzare le dita. Basta semplicemente passare la mano sopra lo smartphone per attivarlo o navigare con tutti gli scorrimenti supportati verso sinistra, destra, in alto o in basso. È incluso un sistema per rispondere alle telefonate che funziona con il solo gesto della mano.

Il sistema Eyes on Display dinamico può essere attivato con un semplice sguardo, con display interattivi e personalizzabili che contengono tutte le informazioni di si ha bisogno sul telefono: il volume dello squillo delle chiamate indesiderate in arrivo, può essere abbassato semplicemente con uno sguardo verso il device, mentre la funzione di auto-sleep può essere disabilitata automaticamente non appena l’utente guarda il display.

Mancano, ovviamente, i Google Service e per rendere più semplice l’uso di Huawei Mobile Services  (HMS),  sono stati messi a punto Petal Search, il motore di ricerca che supporta l’utente in tutti i tipi di ricerche, Petal Maps, un’app di mappe che utilizza la feature di gesture control e HUAWEI Docs, una suite per la gestione dei documenti. Presentate anche le nuove cuffie FreeBuds Studio con cancellazione del rumore.

Il prezzo di vendita previsto per il Mate 40 Pro è di 1.249 euro.

Agi

In Chromecast con Google TV manca un’importante funzione, che sarà però aggiunta in futuro

Lo scorso 30 settembre Google ha lanciato il suo nuovo Chromecast, che altro non è che un dongle con Android TV, ribattezzato Google TV, dotato di una nuova interfaccia utente che, come tale, per ora non dispone di tutte le funzionalità disponibili su altri dispositivi, come il supporto multi-utente.

Google ha recentemente commentato questo limite comunicando che, pur non essendo attualmente disponibile, è nei suoi prossimi programmi la sua implementazione. Gli sviluppatori dal loro canto non hanno reso nota alcuna informazione su una possibile roadmap, per questo avanzare possibili previsioni circa il suo arrivo sul dongle è prematuro e impossibile. Allo stesso tempo, hanno raccomandato gli utenti di rimanere sintonizzati per conoscere le eventuali novità.

LEGGI ANCHE: Recensione Google Pixel 5

Ricordiamo che Chromecast con Google TV è ora disponibile all’acquisto presso lo store di Google (in tutte e tre le colorazioni: bianco ghiaccio, pesca ed azzurro cielo) e presso i rivenditori autorizzati (solo color bianco), come MediaWorld e Unieuro, al prezzo di 69,99€.

L’articolo In Chromecast con Google TV manca un’importante funzione, che sarà però aggiunta in futuro sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld