Offerte Unieuro “Speciale Samsung” fino al 16 agosto: Galaxy S20 e Note 20 in sconto

Se siete fan Samsung non potete proprio perdervi le offerte dello Speciale Samsung disponibili sullo store online di Unieuro fino al 16 agosto 2020. Il meglio degli smartphone, dei tablet, degli smartwatch, degli auricolari Bluetooth e degli altri dispositivi del produttore coreano si può acquistare a prezzi ribassati, dilazionando il pagamento anche in 11 rate mensili.

Ovviamente il piatto forte è rapprensentato dalla serie Galaxy, con tanti modelli di S20 e Note 20 a prezzi ottimi. Non solo, perché ci sono ribassi clamorosi anche per gli smartphone meno recenti, come S10 Lite e Note 10 Lite, la serie Galaxy A20 e A30S e i medio gamma A51 e A71.

Niente male anche il costo dei tablet Galaxy Tab A, dei Galaxy Buds+ e dei Galaxy Watch Active 2, ma se volete qualcosa di più particolare ci sono anche i notebook Galaxy Book S.

LEGGI ANCHE: Offerte Xiaomi da non perdere su eBay

Trovate in basso una rapida selezione delle proposte Samsung più interessanti sullo store online di Unieuro. Per scoprirle tutte basta cliccare sul pulsante a seguire.

OFFERTE SPECIALE SAMSUNG

Smartphone

Tablet

Auricolari Bluetooth

Smartwatch

Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Offerte Tecnologia

L’articolo Offerte Unieuro “Speciale Samsung” fino al 16 agosto: Galaxy S20 e Note 20 in sconto sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Curiosi di vedere i nuovi Samsung? Ecco un video unboxing di tutti (ma proprio tutti) i dispositivi annunciati

Durante l’ultimo Galaxy Unpacked Event Samsung ha presentato i nuovi dispositivi che verranno lanciati nelle prossime settimane. Non si tratta soltanto di smartphone – che pure probabilmente rappresentano la maggiore attrattiva per la platea – ma anche del tablet Galaxy Tab S7, dello smartwatch Galaxy Watch 3 e dei nuovi auricolari true wireless Galaxy Buds Live.

Tuttavia, come dicevamo, l’attenzione generale era focalizzata sui nuovi Galaxy Note 20 e Galaxy Z Fold 2 (non tralasciando la versione 5G di Galaxy Z Flip). L’operatore telefonico T-Mobile ha avuto modo di mettere le mani in anteprima non solo sugli smartphone, ma proprio su tutti i dispositivi quelli presentati.

LEGGI ANCHE: La nostra prova degli smartphone più potenti del momento

Ne è scaturito un lunghissimo video unboxing di 26 minuti che li mostra dal vivo permettendo di farsi un’idea più precisa di come possano essere, in attesa di vederli dal vivo in qualche store. Ma bando alle ciance, vi lasciamo subito al filmato.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Curiosi di vedere i nuovi Samsung? Ecco un video unboxing di tutti (ma proprio tutti) i dispositivi annunciati sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Mi Fit si aggiorna: lingua italiana su Xiaomi Mi Band 5 e novità per Mi Band 4 (aggiornato)

Novità per i possessori delle ultime generazioni di smartband targate Xiaomi. Il produttore cinese ha infatti rilasciato un nuovo aggiornamento per Mi Fit – l’app che comunica con i dispositivi smart e indossabili dell’ecosistema Xiaomi – che porta in dote nuove funzionalità proprio per la neonata Mi Band 5 e per il modello predecessore, Mi Band 4.

Per quest’ultimo in particolare, è finalmente disponibile l’indicazione della percentuale della batteria a display. Più corpose invece le novità per Mi Band 5: secondo indiscrezioni, dovrebbe essere in dirittura d’arrivo la lingua italiana di sistema, insieme alla capacità di rilevare il movimento e di identificare l’attività sportiva in atto, senza bisogno di impostarla manualmente.

LEGGI ANCHE: Amazfit Bip S, la recensione

Al momento, la nuova versione 4.4 dell’app Mi Band dovrebbe essere disponibile soltanto sul Play Store, per i dispositivi Android, mentre non ci sono ancora notizie sul fronte iOS. Avete già ricevuto l’aggiornamento e notato ulteriori novità?

Aggiornamento12-08-2020 ore 09:35

Confermiamo che con questo aggiornamento è finalmente disponibile la lingua italiana per Mi Band 5. Una volta installata la versione 4.4.0 di Mi Fit per Android è possibile aggiornare il firmware della Mi Band 5 ottenendo la nuova lingua.

L’articolo Mi Fit si aggiorna: lingua italiana su Xiaomi Mi Band 5 e novità per Mi Band 4 (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Ecco Mi 10 Ultra, lo smartphone per il 10° anniversario di Xiaomi che punta a essere memorabile (foto)

A pensarci oggi sembra assurdo che un nome di rilievo come Xiaomi esista da solo dieci anni, eppure è così. Il 6 aprile del 2010 Lei Jun, Lin Bin e altre sei persone fondarono un’azienda che nel giro di pochissimo tempo ha saputo imporsi come un vero e proprio colosso, con attività che spaziano in tutti i campi anche al di fuori dell’hi-tech.

Rimanendo nel reame degli smartphone – probabilmente il settore in cui almeno in Occidente è più conosciuta – Xiaomi ha voluto celebrare il primo decennio di attività con il lancio di un dispositivo memorabile: Xiaomi Mi 10 Ultra. Questa speciale “commemorative edition” – come era nota in un primo momentopunta al top, al non plus ultra, e si presenta quindi con un equipaggiamento di altissimo livello.

  • Schermo: AMOLED curvo da 6,67″ Full HD+ (2.400 x 1.080 pixel) in 20:9, 394 PPI, 120 Hz (touch a 240 Hz), HDR10+
  • CPU e GPU: octa-core Qualcomm Snapdragon 865 da 2,84 GHz con GPU Qualcomm Adreno 650
  • RAM e archiviazione: 8/12/16 GB di RAM LPDDR5 e 128/256/512 GB di memoria UFS 3.1 (non espandibile)
  • Fotocamera posteriore: sensore principale da 48 MP f/1.8 + teleobiettivo 2x da 48 MP f/4.1 + teleobiettivo 5x da 12 MP f/2.0 + grandangolare a 128° da 20 MP f/2.2; autofocus PDAF/Dual Pixel, OIS
  • Fotocamera frontale: 20 MP
  • Connettività: dual SIM 5G/4G, Wi-Fi 6, Bluetooth 5.1, NFC, Dual-frequency GPS/A-GPS/GLONASS/BeiDou/Galileo, USB-C e sensore IR
  • Batteria: 4.500 mAh con ricarica rapida 120 W, ricarica wireless a 55 W ed inversa a 10 W
  • OS: Android 10 con MIUI 12
  • Dimensioni e peso: 162,38 x 75,04 x 9,45 mm e 221,8 g
  • Altro: lettore d’impronte integrato nel display, riconoscimento facciale, speaker dual-stereo, raffreddamento a liquido LiquidCool 2.0

LEGGI ANCHE: La nostra prova degli smartphone Android più potenti del momento

Mi 10 Ultra è il primo smartphone Xiaomi con refresh rate superiore a 90 Hz e il primo a supportare livelli di potenza elettrica per la ricarica impressionanti: 120 W con cavo che scendono a 55 W in wireless. Permettendo così di passare da 0% a 100% in soli 23 minuti (40 in wireless) e di caricare altri dispositivi tramite la ricarica inversa a 10 W.

Per quanto riguarda il comparto fotografico il telefono ha già fatto in tempo a impressionare i recensori di DxOMark che lo hanno incoronato il miglior smartphone per scattare fotografie e registrare video (qui potete leggere il nostro articolo). Anche a livello di potenza di calcolo Xiaomi Mi 10 Ultra non lascia niente al caso e grazie all’adozione di copiose quantità di RAM LPDDR5 e memorie UFS 3.1 è riuscito a raggiungere su AnTuTu il punteggio di 680.000.

Trattandosi di un modello speciale il telefono è disponibile in particolari colorazioni “di lusso”: Obsidian Black, Mercury Silver o Transparent Edition. I prezzi variano in base al taglio di memoria, per cui abbiamo (al cambio attuale con lo yuan): circa 650€ per 8/128 GB, circa 685€ per 8/256 GB, circa 735€ per 12/256 GB e infine circa 855€ per 16/512 GB.

“Guardando ai dieci anni passati, cosa ci ha reso orgogliosi? Abbiamo reso gli smartphone accessibili a tutti e accelerato lo sviluppo dell’Internet mobile, abbiamo collaborato con gli imprenditori che la pensano come noi e insieme abbiamo cambiato molti settori industriali, infine abbiamo aiutato molte persone a migliorare la qualità della propria vita, ad acquisire competenze, a ricevere una formazione sul lavoro, ad ampliare i propri punti di vista e le proprie possibilità, e a donare loro speranza.” ha dichiarato il CEO Lei Jun.

Chiudiamo con una nota curiosa: a quanto pare la mamma di un noto blogger orientale ha pubblicato per errore in anteprima il video hands-on del telefono, bucando l’embargo che di solito viene imposto dalle aziende in questi casi. La storia è diventata virale, al di là del contenuto stesso, e ora il blogger potrebbe trovarsi a dover rispondere pagando una penale che in questo caso arriva fino a un milione di dollari.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Ecco Mi 10 Ultra, lo smartphone per il 10° anniversario di Xiaomi che punta a essere memorabile (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Xiaomi Mi 10 Ultra è dietro l’angolo? Primi rumor caldeggiano una RAM da 16 GB (foto)

Xiaomi potrebbe lanciare un nuovo dispositivo nell’ambito della serie Mi 10, una variante ancor più ricca in termini hardware rispetto a quelle attualmente commercializzate.

I primi rumor su quello che potrebbe arrivare sul mercato come Xiaomi Mi 10 Ultra sono appena trapelati online dalla Cina: la prima immagine in galleria mostra il design frontale del dispositivo insieme a quello della fotocamera posteriore, la quale presenterebbe quattro sensori. La seconda immagine mostra invece il riepilogo dei benchmark effettuati sulla piattaforma Geekbench di un nuovo device Xiaomi con processore Qualcomm e ben 16 GB di RAM.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi 10, la recensione

Il design che riusciamo a scorgere dell’ipotetico Mi 10 Ultra non si discosta particolarmente dagli altri dispositivi della serie Mi 10. Rimangono diversi dubbi sull’affidabilità del collegamento tra i rumor appena trapelati e la variante Ultra di Xiaomi Mi 10. Vi terremo aggiornati sui prossimi eventuali sviluppi.

L’articolo Xiaomi Mi 10 Ultra è dietro l’angolo? Primi rumor caldeggiano una RAM da 16 GB (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Recensione Motorola Moto G 5G Plus (foto e video)

Vi abbiamo già “spoilerato” molto su Motorola Moto G 5G Plus nel nostro confronto fra smartphone medio gamma che abbiamo pubblicato giusto ieri. Moto G 5G Plus è il nuovo smartphone di fascia media di Motorola che vuole competere con una agguerrita concorrenza, con delle armi molto interessanti.

LEGGI ANCHE: Recensioni Motorola

8.0

Confezione

La tutto sommato compatta confezione di questo Moto G 5G Plus contiene al suo interno un alimentatore TurboPower da 20W, un cavo USB/USB-C, un paio di discrete cuffie stereo con jack audio e anche una gradita cover in silicone semi-trasparente.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Motorola Moto G 5G Plus è uno smartphone importante come dimensioni e anche abbastanza pesante. Parliamo di 204 grammi e di 9 millimetri di spessore. È uno smartphone sicuramente importante che però vi ripagherà con un ampio display e una corposa batteria. Lo smartphone è poi realizzato interamente in plastica, ma al tocco sia il pannello posteriore lucido che il profilo opaco potrebbero trarvi in inganno nel credere che siano materiali differenti. Non ci sono certificazioni “IP”, ma lo smartphone è comunque dichiarato come splashproof. Bene a sapersi, ma meglio non metterlo alla prova.

8.0

Hardware

Motorola ha incluso all’interno di questo smartphone un hardware abbastanza “tipico” per questa categoria. Abbiamo il recentissimo Snapdragon 765G octa core da 2,3 GHz con GPU Adreno 620, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibili. È un vero peccato che l’azienda non abbia scelto di lanciare in Italia il modello con più RAM e più memoria interna. Purtroppo, al contrario di altri Motorola, si dovrà scegliere se utilizzare una seconda nanoSIM o una microSD. Buona la connettività: abbiamo il supporto alle reti 5G, come anche al Wi-Fi ac dual band, al Bluetooth 5.1 e all’NFC. Da premiare la presenza di jack audio e di radio FM. Lo speaker è invece solo mono (inferiore): ha un buon volume, ma la qualità è nella media.

SCHEDA: Motorola Moto G 5G Plus

7.5

Fotocamera

Anche questo Moto G 5G Plus, come buona parte degli smartphone sul mercato, è dotato di ben quattro fotocamere. La principale è una 48 megapixel ƒ/1.7, supportata da una 8 megapixel ƒ/2.2 grandangolare, una 5 megapixel ƒ/2.2 per scattare foto macro e una 2 megapixel ƒ/2.2 per aiutare con i suoi dati per quanto riguarda gli scatti in modalità ritratto. I risultati degli scatti sono molto buoni per quanto riguarda il sensore principali e sufficienti per la fotocamera grandangolare. Le foto sono infatti più che buone per resa del colore, nitidezza e resa delle luci. Al calare della luce naturale però si iniziano a vedere rapidamente le differenza rispetto agli altri concorrenti di quest’anno. Non che lo smartphone Motorola si comporti affatto male, ma altri nella concorrenza hanno alzato l’asticella. Con poca luce la modalità notturna si rende necessaria, ma la differenza non è comunque così netta. Discreta la fotocamera frontale da 16 megapixel che è supportata anche da una 8 megapixel grandangolare: una bella aggiunta che apprezziamo per uno smartphone di questa fascia. I video si possono registrare in 4K dalla fotocamera principale e sono nella media, esattamente come per quanto riguarda il comparto foto.

 

8.0

Display

L’azienda ha scelto per questo Moto G 5G Plus un display in tecnologia IPS. Lo schermo ha una risoluzione di 1080 x 2520 pixel (Full HD+) ed ha una diagonale importante: 6,7 pollici. La luminosità è buona e ci sono tre modalità di taratura dello schermo. Supporta anche l’HDR10 e il Moto Display che mostra le notifiche (solo all’arrivo e al sollevamento dello smartphone) anche a schermo bloccato. Il grande display è interrotto da due fori in alto a sinistra, con un leggerissimo alone scuro dovuto alla tecnologia IPS utilizzata. Uno schermo AMOLED sarebbe risultato sicuramente più adatto, ma per la fascia di prezzo possiamo assolutamente accettarla come una soluzione adeguata. In più questo schermo supporta la velocità di aggiornamento a 90Hz, anche automatica, che si occupa quindi di scegliere in autonomia se usare i 90 Hz o i 60 Hz in base all’utilizzo che stiamo facendo dello smartphone.

8.5

Software

Motorola come sempre utilizza per i suoi smartphone una versione del software molto semplice e vicina alla versione stock di Android. Qui abbiamo Android 10 aggiornato con le patch di maggio 2020 al momento della recensione. Il software è pulito e fluido in ogni occasione, anche grazie all’aumento di “scorrevolezza” dato dal display a 90 Hz. Abbiamo come sempre le Moto Actions per abilitare alcune funzioni con delle gesture e movimento sul telefono, le navigazione tramite scorrimento, il Gametime per minimizzare le distrazioni durante il gioco, i temi leggermente personalizzabili e la possibilità di accedere ad un menù di scorciatoie con un doppio tap sul lettore di impronte digitali sul fianco.

9.0

Autonomia

La batteria è una corposa 5.000 mAh ed è anche per questo che lo smartphone ha delle dimensioni così importanti ed un peso così rilevante. Abbiamo provato vari smartphone con batterie di questo calibro, ma questo Moto G 5G Plus è quello che si è dimostrato più performante di tutti. In modalità automatica si riesce ad arrivare ai due giorni lavorativi quasi senza impegno, cosa comunque possibile anche a 90 Hz fissi seppur con un po’ di accortezza. Ad oggi è lo smartphone più impressionante in termini di batteria che abbiamo provato nel 2020. Una sequenza di eccellenti risultati per Motorola su questo fronte.

7.0

Prezzo

Motorola Moto G 5G Plus viene venduto in Italia a 399€, un prezzo corretto anche se non stracciato. Se per questa versione fosse stata disponibile la variante 6/128 sarebbe stato sicuramente meglio. Considerate comunque l’acquisto di questo smartphone, soprattutto se doveste riuscire a trovare qualche offerta a prezzo scontato. Lo smartphone al momento è disponibile sullo store ufficiale Motorola.

Foto

L’articolo Recensione Motorola Moto G 5G Plus (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld