SmartWorld News – PosteMobile down, 5G in Italia e Amazon senza fretta

Riprende la settimana e ritorna anche SmartWorld News, il nostro podcast che ogni giorno vi racconta le notizie più importanti della giornata, quelle che non potete perdervi. La nuova puntata è online: qui sotto trovate il player per ascoltare l’ultimo episodio, ma non dimenticate che potete ascoltarlo anche su Apple Podcast, Google Podcast, Spreaker e Spotify.

Ascolta “28/09 – PosteMobile down, 5G in Italia e Amazon senza fretta” su Spreaker.

Gli argomenti del giorno:

L’articolo SmartWorld News – PosteMobile down, 5G in Italia e Amazon senza fretta sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Xiaomi Mi 10T e Mi 10T Pro sono molto invitanti: ecco le schede tecniche complete (foto)

A pochi giorni dal lancio, che dovrebbe avvenire il prossimo 30 settembre, torniamo a parlare di Xiaomi Mi 10T e Mi 10T Pro, i nuovi top di gamma del produttore cinese che promettono di stupire in positivo.

Nelle ultime ore infatti sono trapelate online quelle che possiamo prendere come le schede tecniche ufficiose dei due dispositivi. Andiamo a vederle insieme:

Xiaomi Mi 10T 5G

  • Schermo: IPS LCD da 6,67″, 20:9, refresh rate da 144 Hz, DCI-P3 color gamut, Gorilla Glass 5
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 865 octa-core
  • GPU: Adreno 650
  • RAM: 8 GB LPDDR5
  • Memoria interna: 128 GB UFS 3.1
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 64 megapixel
    • Grandangolo: 13 megapixel
    • Macro: 5 megapixel
  • Fotocamera frontale: 20 megapixel
  • Connettività: 5G, Wi-Fi ac (2,4/5 GHz), Bluetooth 5.1, GPS, USB Type-C, IR blaster, NFC
  • Audio: speaker dual stereo, High Resolution Audio
  • Batteria: 5.000 mAh con ricarica rapida a 33W
  • Dimensioni: 165,1 x 76,4 x 9,3 mm
  • Peso: 218 grammi
  • Sistema operativo: Android 10 con MIUI 12
  • Colorazioni: Black, Silver
  • Altro: sensore d’impronte laterale, Face Unlock

Xiaomi Mi 10T Pro 5G

  • Schermo: IPS LCD da 6,67″, 20:9, refresh rate da 144 Hz, DCI-P3 color gamut, Gorilla Glass 5
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 865 octa-core
  • GPU: Adreno 650
  • RAM: 8 GB LPDDR5
  • Memoria interna: 128 / 256 GB UFS 3.1
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 108 megapixel con stabilizzatore ottico dell’immagine
    • Grandangolo: 13 megapixel
    • Macro: 5 megapixel
  • Fotocamera frontale: 20 megapixel
  • Connettività: 5G, Wi-Fi ac (2,4/5 GHz), Bluetooth 5.1, GPS, USB Type-C, IR blaster, NFC
  • Audio: speaker dual stereo, High Resolution Audio
  • Batteria: 5.000 mAh con ricarica rapida a 33W
  • Dimensioni: 165,1 x 76,4 x 9,3 mm
  • Peso: 218 grammi
  • Sistema operativo: Android 10 con MIUI 12
  • Colorazioni: Black, Blue, Silver
  • Altro: sensore d’impronte laterale, Face Unlock

Se fossero confermate queste schede tecniche, non ci sarebbero particolari differenze tra i due dispositivi, se non nel comparto fotografico. Staremo a vedere se l’evento di Xiaomi previsto per mercoledì 30 settembre ce lo confermerà. Intanto potete godervi dei nuovi render dei due smartphone attraverso le immagini presenti qui sotto.

L’articolo Xiaomi Mi 10T e Mi 10T Pro sono molto invitanti: ecco le schede tecniche complete (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Cambiamenti in arrivo in DxOMARK, e i protagonisti sono i loro test!

DxOMark è senza dubbio il punto di riferimento quando si parla del comparto fotografico e audio di un dispositivo, messi alla prova in maniera affidabile grazie a tutta una serie di test effettuati. Ma qualcosa nel futuro cambierà.

A dirlo è la società stessa tramite un suo post pubblicato su Twitter che vi riportiamo di seguito e che ci annuncia un interessante aggiornamento. Sembrerebbe che sia nel pieno di un momento di cambiamenti che riguardano proprio i protocolli di test e per questo motivo molte delle recensioni in programma sono state posticipate.

LEGGI ANCHE: TIM Porta un Amico: portare un nuovo cliente fa guadagnare un bonus in fattura

La curiosità è ovviamente salita alle stelle, perché domande come “quali saranno queste modifiche?” e “quando potremo nuovamente leggere una loro recensione?”, sono d’obbligo. Per fortuna il post non lascia spazio almeno all’ultimo interrogativo, in quanto dichiara che le novità arriveranno a fine ottobre, raccomandando inoltre gli utenti appassionati a rimanere sintonizzati per avere maggiori informazioni.

L’articolo Cambiamenti in arrivo in DxOMARK, e i protagonisti sono i loro test! sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Novità TIM: Young Under 25, Junior Pack 12 mesi e Safe Web Plus nelle nuove attivazioni

Nei prossimi giorni l’operatore TIM introdurrà nel suo catalogo alcune novità che interesseranno i clienti di rete mobile, ossia quelle per le offerte generazionali TIM Junior Pack e Young Under 25, e l’attivazione automatica di Safe Web Plus con le nuove SIM solo presso i rivenditori.

In particolare, TIM Safe Web Plus è il servizio che consente di proteggere la navigazione su internet da malware e phishing e di abilitare il Parental Control per monitorarla ed eventualmente bloccarla, così da avere sempre la gestione su quello che gli utenti più piccoli vedono. Grazie a questo servizio, chiunque attivi una SIM, che sia per un numero nuovo oppure per la portabilità da un altro gestore, otterrà in automatico, se desiderato, Safe Web Plus, e sarà gratuito per il primo mese e abilitato dopo 24h dall’attivazione della SIM. In seguito sarà rinnovato mensilmente al costo di 1,49€, ma in qualsiasi momento si può procedere con la disattivazione, anche nel caso venga pre-attivato.

LEGGI ANCHE: Ecco l’aggiornamento Fitbit OS 5.0

Come abbiamo segnalato in apertura, anche le offerte per i più piccoli saranno soggette ad alcune novità. Infatti, dal 28 settembre sarà disponibile la nuova TIM Junior Pack 12 mesi, valida per i clienti Under 16 (fino a 16 anni compiuti), che si andrà così ad affiancare alle già esistenti TIM Junior Mese e TIM Junior Pack 6 mesi, e avrà un costo annuale di 69,00€ in unica soluzione (non sono previsti costi di attivazione). Terminato tale periodo di validità, l’offerta sarà rinnovata mensilmente al costo di 7,99€, anche se un mese prima della scadenza del pacchetto annuale potrebbe essere proposto un riacquisto della precedente versione. Di seguito vi esponiamo cosa prevede:

  •  200 minuti verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali;
  • minuti illimitati di traffico voce verso due numeri TIM preferiti;
  • 200 SMS verso tutti i numeri nazionali;
  • 10 Giga di traffico dati con Chat Senza Limiti.
  • Include anche servizi TIM Save Web PlusTIM Protect TIM I Love Games (attivazione di questi servizi aggiuntivi avverrà automaticamente entro 48 ore dall’attivazione delle offerte).

Ultima novità da segnalare è quella che riguarda la disponibilità della nuova versione di TIM Young Senza Limiti, dedicata ai clienti Under 25 e riporta un prezzo mensile di 14,99€ contemplante 30 o 60 Giga 5G, minuti e SMS illimitati, e Giga illimitati per Social, Chat, Musica e incluso TIM Music Platinum.

L’articolo Novità TIM: Young Under 25, Junior Pack 12 mesi e Safe Web Plus nelle nuove attivazioni sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Sorpresa per Legend of Zelda: potrebbe diventare una serie Netflix con Tom Holland

Sono interessanti le novità appena emerse online che riguardano Legend of Zelda e il possibile matrimonio con un format di serie Netflix.

Stando a quanto riferito da WGTC, che a sua volta ha citato fonti interne, Nintendo e Netflix potrebbero collaborare nell’immediato futuro per realizzare un contenuto basato su Legend of Zelda. Al momento non è chiaro di quale tipologia di contenuto si tratterà, ma sembra avvalorata l’ipotesi che tra i protagonisti potrebbe esserci Tom Holland, colui che abbiamo visto protagonista in Spider-Man: Homecoming.

LEGGI ANCHE: come trovare film e serie TV in streaming

Attualmente non è nemmeno chiaro a quale capitolo del gioco potrebbe ispirarsi il nuovo contenuto Netflix basato su Legend of Zelda. Il prossimo anno cadrà il 35° anniversario del videogioco, una ricorrenza che sicuramente merita il giusto tributo.

L’articolo Sorpresa per Legend of Zelda: potrebbe diventare una serie Netflix con Tom Holland sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Seri problemi per OnePlus Nord: casi di reset e perdite di dati improvvise (aggiornato: risposta di OnePlus)

Quelle che sono arrivate nelle ultime ore non sono delle notizie confortanti per OnePlus e per gli utenti possessori di OnePlus Nord, il nuovo dispositivo medio-gamma che l’azienda cinese ha lanciato la scorsa estate.

Attraverso il forum ufficiale di OnePlus diversi utenti si sono lamentati di seri problemi verificatisi su OnePlus Nord: le criticità consisterebbero in reset completi o parziali dei dispositivi improvvisi, all’insaputa dell’utente. I reset includerebbero tutti i dati personali degli utenti e di quelli associati agli account personali. Il dettaglio ancor meno confortante consiste nel fatto che le segnalazioni arrivano da diverse regioni geografiche, da dispositivi con diverse versioni software della OxygenOS.

LEGGI ANCHE: OnePlus Nord, la recensione

OnePlus ha preso atto delle segnalazioni dei suoi utenti e ha riferito di essere già a lavoro su un fix software, pur non avendo indicato una data approssimativa di rilascio dell’aggiornamento.

Nel frattempo, se foste possessori di un OnePlus Nord, vi consigliamo caldamente di effettuare un backup dei dati che non vorreste perdere accidentalmente. Fateci sapere se invece il problema ha colpito anche il vostro dispositivo.

Aggiornamento25/09/2020 ore 18:30

OnePlus conferma di essere a conoscenza dei rilevanti problemi che affliggono OnePlus Nord, relativi ai reset improvvisi. Il produttore cinese ha riferito di essere attivamente a lavoro per rilasciare un fix software al più presto e nel frattempo consiglia gli utenti afflitti dal bug di tener premuto il pulsante Power + Vol su per almeno 10 secondi in modo da riavviare il dispositivo e scongiurare la perdita dei propri dati. OnePlus non ha comunicato delle tempistiche di rilascio del fix.

L’articolo Seri problemi per OnePlus Nord: casi di reset e perdite di dati improvvise (aggiornato: risposta di OnePlus) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Amazon lancia i nuovi Echo e Echo Dot: ora sono a forma di “palla”! (foto)

Amazon ha appena rinnovato la sua linea di dispositivi Echo, vale a dire gli smart speaker con supporto ai comandi vocali di Alexa. Il design dei nuovi Echo ed Echo Dot è stato completamente rinnovato: ora sono tutti a forma di “palla”! Andiamo dunque a vedere da vicino quali sono i cambiamenti di questa 4ª generazione e scopriamo tutte le varianti disponibili sul mercato e i prezzi per l’Italia.

Amazon Echo di 4ª generazione

Partiamo dal capofamiglia, il nuovo Echo di 4ª generazione. Come potete vedere dalle immagini a seguire, la classica estetica a forma di cilindro schiacciato è stata sostituita da una sfera con la base piatta. Proprio sulla base è inserito un anello LED, che permette di verificare accensione e funzionamento. Buona parte della superficie è rivestita dalla finitura in tessuto, realizzata in colorazione abbinata al resto della scocca.

Le novità non finiscono però con l’estetica. Anche la parte hardware è stata rinnovata in profondità: all’interno della scocca ci sono ora un woofer da 75 mm e due tweeter da 20 mm, per un suono stereo Dolby che promette di essere molto più pulito e dinamico rispetto alla scorsa generazione. È previsto anche il riconoscimento automatico dell’acustica della stanza, in modo da ottimizzare il suono a seconda della posizione in cui si trova, ed è stata aggiunta la funzione per spegnere la sveglia con un tocco sulla parte alta di Echo.

Nei nuovi Echo è presente un modulo dedicato al riconoscimento della voce, chiamato AZ1 Neural Edge. Si tratta di un’aggiunta importante, perché questo chip permette di processare direttamente in locale – tramite algoritmi di machine learning – il suono ripreso dai microfoni, dunque i comandi vocali saranno riconosciuti in modo più veloce e preciso, migliorando l’interazione con Alexa.

Sono stati aggiunti il supporto al Bluetooth LE e la compatibilità col protocollo Zigbee, che ora si integra nel nuovo hub per la smart home a fianco di Amazon Sidewalk, il protocollo proprietario di Amazon.

La pagina d’acquisto per il nuovo Echo di nuova generazione si trova a questo indirizzo o cliccando sul pulsante in basso.

Echo 4ª gen – Immagini

Amazon Echo Dot di 4ª generazione

Anche la linea Echo Dot ha subito uno stravolgimento completo. Così come il fratello maggiore, i Dot sono ora a forma di “palla” e presentano un’estetica praticamente identica: l’unica vera differenza sta nelle dimensioni e nella potenza dello speaker, che sono entrambe inferiori rispetto ad Echo standard. L’altoparlante di Echo Dot misura 41 mm per la precisione.

I nuovi Echo Dot hanno lo stesso hardware interno di Echo, incluso il nuovo modulo per il riconoscimento della voce. Sono però disponibili in diverse varianti: oltre al Dot base – in colorazione antracite o ceruleo – ci sono anche Echo Dot con orologio e due Kids Edition, che presentano dei simpatici motivi a forma di panda e di tigre impressi sul tessuto di copertura dello speaker.

Attenzione perché la Kids Edition sarà disponibile solo per il mercato americano. Questa particolare versione integra una funzionalità che riconosce in automatico la voce dei bambini e attiva la modalità bambino di Alexa.

Potete acquistare il nuovo Echo Dot su Amazon a questo indirizzo o dai pulsanti a seguire.

Echo Dot 4ª gen – Immagini

Echo Dot 4ª gen con orologio – Immagini

Uscita e prezzi

I nuovi Amazon Echo e Echo Dot di 4ª generazione sono già disponibili in preordine per l’Italia a partire da oggi. Per le spedizioni la data indicata da Amazon è il 22 ottobre 2020. Le colorazioni disponibili sono bianco ghiaccio, antracite, ceruleo. Attenzione perché il Dot con orologio non ha la colorazione antracite.

Il costo delle tante varianti di Echo e Echo Dot per il mercato italiano è il seguente:

  • Echo 4ª gen: 99,99€
  • Echo Dot 4ª gen: 59,99€
  • Echo Dot 4ª gen con orologio digitale: 69,99€

Trovate a seguire i link per l’acquisto su Amazon Italia, con tutti i modelli citati e i prezzi aggiornati. Vi segnaliamo che Amazon Echo di 4ª generazione è già in offerta combinata: potete acquistarlo al prezzo di listino di 99,99€ ma riceverete in regalo anche una lampadina Philips Hue.

Acquista Echo 4ª gen

Acquista Echo Dot 4ª gen

Acquista Echo Dot 4ª gen con orologio digitale

Offerte Tecnologia

L’articolo Amazon lancia i nuovi Echo e Echo Dot: ora sono a forma di “palla”! (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

OnePlus mostra il teaser della nuova Warp Charge a 65W e la Dual Battery di OnePlus 8T (foto e video)

OnePlus ha sempre posto particolare attenzione all’aspetto della ricarica dei suoi smartphone. La Warp Charge, ormai marchio di fabbrica dei dispositivi OP è una delle funzioni più apprezzate e indubbiamente più utili. Per la prossima generazione di telefoni, a partire proprio dall’OnePlus 8T, l’azienda avrebbe addirittura l’intenzione di premere ulteriormente sull’acceleratore.

OnePlus ha infatti pubblicato un video teaser su Youtube chiamato Never Slow Down, in cui per l’appunto si fa riferimento alla velocità della ricarica tramite cavo, che potrebbe essere di ben 65W. Ad ulteriore conferma di ciò è apparsa una nuova immagine sulla pagina dell’evento di lancio che mostra la struttura interna dello smartphone. Ciò che salta subito all’occhio è il fatto che la batteria sarà divisa in due, esattamente come su Oppo Find X2 e X2 Pro. Questa soluzione permetterebbe infatti di supportare la ricarica a 65W senza rischi per la batteria stessa.

LEGGI ANCHE: L’ultima indiscrezione sul prezzo di OnePlus 8T probabilmente non vi piacerà (aggiornato: o forse sì?)

OnePlus sta certamente calcando la mano sul fronte teaser per alzare l’hype dei consumatori, molti dei quali già in trepidante attesa per l’evento di lancio ufficiale.

L’articolo OnePlus mostra il teaser della nuova Warp Charge a 65W e la Dual Battery di OnePlus 8T (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Trapelano tutti i dettagli di Pixel 4a 5G e Pixel 5, le differenze sono davvero poche!

Se stavate pensando di acquistare uno dei prossimi Pixel, ma non avevate ancora scelto quale, la notizia appena trapelata potrebbe avere tutto quello che serve per aiutarvi a prendere una decisione. Il sito tedesco WinFuture infatti è riuscito ad ottenere tutte le specifiche dei due modelli che Google lancerà a breve: Pixel 4a 5G e Pixel 5.

Scopriamo così che i due condividono davvero tantissimi aspetti a livello hardware e che le differenze sono minime, anche se non trascurabili. Prima di tutto Pixel 4a 5G ha uno schermo leggermente più grande, 6,2″ contro i 6″ di Pixel 5. La risoluzione è la stessa (2.340 x 1.080), ma ovviamente cambia la densità dei pixel. Più importante invece la frequenza di aggiornamento che sul modello più caro arriva a 90 Hz mentre su Pixel 4a 5G si ferma ai 60 Hz standard.

LEGGI ANCHE: Android compie 12 anni!

Anche il vetro a protezione del display è diverso: Gorilla Glass 6 per Pixel 5 e solo Gorilla Glass 3 per Pixel 4a 5G. Questi dettagli fanno sì che Pixel 4a 5G sia quindi un poco più grande e pesante (17 g in più), nonostante la scocca in plastica al posto dell’alluminio (riciclato al 100%) usato per Pixel 5. Da notare anche l’assenza della certificazione IP68 su Pixel 4a 5G, che però può vantare in esclusiva il jack da 3,5 mm. Infine Pixel 5 ha una batteria leggermente più capiente (4.000 mAh) e il supporto alla ricarica wireless e inversa.

Per il resto i due sono identici: stesso processore e GPU, fotocamere posteriori e frontale, assortimento di sensori, connettività e memoria. Diversa solo la RAM: 8 GB su Pixel 5, due in più di Pixel 4a 5G. Ad ogni modo per facilitarvi il confronto abbiamo riportato tutti i dati nella seguente tabella.

Pixel 5Pixel 4a 5G
OSAndroid 11
Display6”, OLED, 2.340 x 1.080 pixel, 432 ppi, Always-on Display, HDR, Corning Gorilla Glass 6, 90 Hz6,2”, OLED, 2.340 x 1.080 pixels, 413 ppi, Always-on Display, HDR, Corning Gorilla Glass 3
Memoria8 GB LPDDR4 RAM, 128 GB archiviazione6 GB LPDDR4 RAM, 128 GB archiviazione
CPUQualcomm Snapdragon 765G, chip di sicurezza Titan M
GraficaAdreno 620
Fotocamera posteriore12,2 MP dual pixel, f/1.7, 1,4 μm, autofocus a due fasi, OIS, EIS, 77°; grandangolare da 16 MP, f/2.2, 1,0 μm, 107°
Fotocamera frontale8 MP, f/2.0, 1,12 μm, 83°
Video fotocamera posteriore1080p @30 fps, 60 fps, 120 fps, 240 fps; 4K @30 fps, 60 fps
Video fotocamera frontale1080p @30 fps
SensoriProssimità / luce ambientale, accelerometro / giroscopio, magnetometro, lettore di impronte, barometro, spectral and flicker sensor
Connettività2G, 3G, 4G, 5G, USB-C 3.1 (1st gen), Wi-Fi 802.11 ac, Bluetooth 5.0 + LE, A2DP, NFC, Google Cast
SIMNano SIM, eSIM
GeolocalizzazioneGPS, GLONASS, Galileo, QZSS, BeiDou
AudioSpeaker stereo, 3 microfoni, USB-C, cancellazione del rumoreSpeaker stereo, 2 microfoni, jack da 3,5 mm jack, cancellazione del rumore
Materiali100% alluminio riciclato, IP68Policarbonato
Batteria4.000 mAh (4.080 mAh), ricarica rapida a 18 W, ricarica wireless e ricarica inversa3.800 mAh (3.885 mAh), ricarica rapida a 18 W
Dimensioni144,7 x 70,4 x 8,0 mm153,9 x 74,0 x 8,2 mm
Peso151 g168 g

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Trapelano tutti i dettagli di Pixel 4a 5G e Pixel 5, le differenze sono davvero poche! sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Ecco il Pixel 5 di Google: scheda tecnica e nuove immagini (foto)

A pochi giorni dalla presentazione ufficiale da parte di Google, apprendiamo nuovi e interessanti dettagli su quello che arriverà sul mercato come il suo dispositivo di punta: il Pixel 5.

Grazie al solito Evan Blass è appena trapelata online quella che appare proprio come la sua scheda tecnica completa:

  • Display: 6,0″ full HD+ (2.340 x 1.080 pixel) OLED 90Hz, 432 ppi, 19,5:9 con profondità di colore a 24 bit
  • CPU: Snapdragon 765G 7nm EUV octa-core
  • GPU: Adreno 620
  • RAM: 8 GB LPDDR4X
  • Storage interno: 128GB (UFS 2.1)
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 12,2 megapixel f/1.7, flash LED, OIS, pixel size 1,4 µm, FOV 77°
    • Grandangolare: 16 megapixel f/2.2, FOV 107°, pixel size 1,0 µm
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel f/2.0, FOV 83°, pixel size 1,12 µm
  • Connettività: dual SIM, 5G SA/NA 4G VoLTE, Wi-Fi 802.11ac 2×2 MIMO (2.4/5 GHz), Bluetooth 5.1 LE, GPS, USB Type-C, NFC
  • Batteria: 4.080 mAh con ricarica rapida a 18W, ricarica wireless Qi
  • Sistema operativo: Android 11
  • Dimensioni: spessore di 8 mm
  • Peso: 151 grammi
  • Altro: resistenza a acqua e polvere (IP68), speaker stereo

Dunque sarà un Pixel 5 particolarmente dedito al comparto fotografico, come tutti i componenti della famiglia Pixel del resto, dove la registrazione video supporterà la risoluzione full HD a 240fps e 4K a 60fps. Il display avrà un foro in alto a sinistra per ospitare la fotocamera anteriore, mentre dal punto di vista hardware Google integrerà un modulo di sicurezza Titan M dedicato.

Per supportare la ricarica wireless il nuovo Pixel 5 avrà un retro realizzato in vetro, mentre tutto l’alluminio impiegato per la scocca sarà di provenienza interamente riciclata.

Come abbiamo visto qualche ora fa, Google potrebbe lanciare Pixel 5 al prezzo di 629€ nel mercato tedesco. Probabilmente in Italia non lo vedremo mai ufficialmente.

L’articolo Ecco il Pixel 5 di Google: scheda tecnica e nuove immagini (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Si apre uno spiraglio per Huawei? Intel avrebbe ricevuto il permesso di fornirle alcune componenti

Gli appassionati di tecnologia conoscono bene la situazione in cui Huawei è venuta a trovarsi nell’ultimo anno e mezzo, a causa dell’accesissimo braccio di ferro fra gli Stati Uniti d’America e la Cina. Nelle ultime settimane, il governo a stelle e strisce a imposto un diktat a molte aziende americane (e non solo), impedendo loro di continuare a fare affari con Huawei, allo scopo di mettere sempre più alle strette il colosso cinese.

Tuttavia, negli scorsi giorno sono filtrate dalla Cina alcune notizie confortanti, che riguardano la cinese SMIC (Semiconductor Manufacturing International Corporation) e soprattutto Intel. Le due aziende avrebbero infatti ricevuto il nullaosta da parte dell’amministrazione Trump per continuare a rifornire Huawei di alcune componenti necessarie per i suoi prodotti hi-tech.

LEGGI ANCHE: Huawei potrebbe rimandare il lancio di Mate 40 al 2021

Va anche specificato che, in seguito, non sono trapelate conferme né smentite sulla notizia, ma è possibile che gli USA abbiano deciso di allentare lievemente la presa. Difficile dire se si tratti del preludio ad una più ampia distensione dei rapporti fra USA e Cina oppure no, ma continuiamo a monitorare con interesse l’evolversi della situazione.

L’articolo Si apre uno spiraglio per Huawei? Intel avrebbe ricevuto il permesso di fornirle alcune componenti sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Seri problemi per OnePlus Nord: casi di reset e perdite di dati improvvise

Quelle che sono arrivate nelle ultime ore non sono delle notizie confortanti per OnePlus e per gli utenti possessori di OnePlus Nord, il nuovo dispositivo medio-gamma che l’azienda cinese ha lanciato la scorsa estate.

Attraverso il forum ufficiale di OnePlus diversi utenti si sono lamentati di seri problemi verificatisi su OnePlus Nord: le criticità consisterebbero in reset completi o parziali dei dispositivi improvvisi, all’insaputa dell’utente. I reset includerebbero tutti i dati personali degli utenti e di quelli associati agli account personali. Il dettaglio ancor meno confortante consiste nel fatto che le segnalazioni arrivano da diverse regioni geografiche, da dispositivi con diverse versioni software della OxygenOS.

LEGGI ANCHE: OnePlus Nord, la recensione

OnePlus ha preso atto delle segnalazioni dei suoi utenti e ha riferito di essere già a lavoro su un fix software, pur non avendo indicato una data approssimativa di rilascio dell’aggiornamento.

Nel frattempo, se foste possessori di un OnePlus Nord, vi consigliamo caldamente di effettuare un backup dei dati che non vorreste perdere accidentalmente. Fateci sapere se invece il problema ha colpito anche il vostro dispositivo.

L’articolo Seri problemi per OnePlus Nord: casi di reset e perdite di dati improvvise sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Xiaomi Mi 10T Pro è nell’aria: ecco come provare a essere tra i primi a provarlo

Xiaomi Mi 10T Pro sarà il nuovo top di gamma dell’azienda cinese, il quale arriverà con la serie Mi 10T e promette particolarmente bene con la sua scheda tecnica ufficiosa. Nelle ultime ore sono emerse novità che potrebbero riguardare proprio questo dispositivo.

Xiaomi ha appena pubblicato il ritorno del programma Mi Explorers in Europa, tramite il suo forum ufficiale. Xiaomi si è già servita di questo programma in passato per dar modo ad alcuni fortunati utenti di provare in anteprima i suoi nuovi prodotti. La descrizione del nuovo programma Mi Explorers non lascia dubbi in questo senso: Xiaomi selezionerà 10 utenti che proveranno in anteprima un nuovo prodotto dell’azienda.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 20, la recensione

Xiaomi non si riferisce direttamente a Mi 10T Pro, ma le probabilità che si tratti proprio di lui sono molto alte. Il programma Mi Explorers appena annunciato è denominato Urban Adventures, ma ancora non è chiaro cosa esattamente implicherà per i partecipanti. Per iscrivervi non dovrete far altro che completare la procedura a questo indirizzo: c’è tempo fino al prossimo 22 settembre, Xiaomi annuncerà gli utenti selezionati, i quali riceveranno un Mi Explorers Package, il 24 settembre.

L’articolo Xiaomi Mi 10T Pro è nell’aria: ecco come provare a essere tra i primi a provarlo sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

IFTTT lancia un nuovo piano a pagamento, ecco in cosa consiste

IFTTT, il servizio Web che automatizza le attività collegando insieme le azioni di vari servizi (applet), ha introdotto un nuovo piano a pagamento che sblocca funzionalità avanzate, ma che allo stesso tempo limiterà l’utilizzo degli applet a 3 a chiunque adoperi la versione gratuita.

Fino a questo momento il servizio era circoscritto a una singola azione, ma l’azienda ora ha voluto allargare la sua visione, dal momento che IFTTT Pro consente agli utenti di creare applet illimitati e sofisticati capaci di recuperare i dati da più origini prima di attivare più azioni. Per una migliore comprensione del concetto, vi proponiamo un esempio: nel caso in cui suonasse un campanello smart mentre si sta ascoltando la musica da uno speaker, un’applet la metterebbe in pausa; ora, IFTTT realizza un’unica configurazione applet che mette in pausa la musica, accende la luce della porta e invia un messaggio sms ogni volta che viene premuto il campanello.

LEGGI ANCHE: TikTok è salvo: non chiuderà negli USA grazie a Oracle e Walmart

Secondo quanto affermato da Linden Tibbets, fondatore e CEO di IFTTT, con questo nuovo programma “If This Then That diventa ufficialmente If This and These Then That and That o qualunque altra cosa si possa immaginare”. Il CEO ha anche dichiarato che le entrate generate dagli abbonamenti Pro verranno utilizzate per continuare a sviluppare funzionalità avanzate. L’abbonamento Pro di IFTTT è disponibile al prezzo di 9,99$  al mese, ma gli aspiranti utenti fino al 7 ottobre possono approfittare di un’offerta di lancio che consente di impostare il proprio prezzo mensile da versare durante il primo anno, a partire da 1,99$ al mese.

L’articolo IFTTT lancia un nuovo piano a pagamento, ecco in cosa consiste sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Tutto quello che dovete sapere su Galaxy S20 Fan Edition: il video che lo mostra all’opera (video)

Galaxy S20 Fan Edition sarà il nuovo smartphone che Samsung ufficializzerà il prossimo 23 settembre, durante un evento in cui riceveremo le conferme a tutti i rumor che sono trapelati nei giorni scorsi. A completare il quadro è appena arrivato un lungo video che lo mostra all’opera.

Il video che vedete in fondo a questo articolo arriva da Jimmy is Promo, lo stesso che condivise le immagini dello smartphone qualche giorno fa. Il video mostra Galaxy S20 FE all’opera durante le classiche attività, come la navigazione nell’interfaccia utente, tra le impostazioni di sistema della One UI 2.5 e nell’interfaccia dell’app Fotocamera.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 20, la recensione

Il video non mostra particolari novità software rispetto a quanto visto sulla One UI dei Galaxy S20 ed S20+, che vediamo nel video al fianco di Galaxy S20 FE. In questo articolo potete dare uno sguardo approfondito alla scheda tecnica ufficiosa di Galaxy S20 FE.

Vi ricordiamo che al momento rimane solo da conoscere il prezzo e la disponibilità del nuovo dispositivo di Samsung, staremo a vedere quale variante (LTE o 5G) arriverà ufficialmente in Italia.

L’articolo Tutto quello che dovete sapere su Galaxy S20 Fan Edition: il video che lo mostra all’opera (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld