Netflix crolla in borsa e corre ai ripari con i giochi

Sembrerebbe che Netflix, in parte anche per diversificare la sua offerta, voglia puntare sempre di più sul gaming. Le future intenzioni dell’azienda sono state ribadite dal CEO Reed Hastings: «Dobbiamo essere bravi e differenziarci. Cerchiamo di indovinare la strategia, e non di esserci solo per il gusto di farlo o per diffondere comunicati stampa. Dobbiamo accontentare i nostri membri offrendo loro il miglior servizio in assoluto».

Un’affermazione “ottimistica”, soprattutto se si considera che ad oggi il catalogo gaming di Netflix – lanciato nel novembre 2021 – include principalmente titoli piuttosto vecchi. Alcuni rumor, però, hanno lanciato l’ipotesi che vedrebbe l’azienda americana a lavoro per realizzare un proprio studio di sviluppo per giochi.

Oltre ai progetti per il futuro, però, Netflix è concentrata anche su di un presente che non rispecchierebbe le aspettative. Difatti recentemente le azioni in borsa hanno perso oltre il 20%. Secondo gli analisti, le cause di questo “tonfo” sono molteplici, a partire da una forte concorrenza nel campo dello streaming. Inoltre non hanno giocato a favore dell’azienda il recente aumento dei prezzi degli abbonamenti e il rallentamento delle sottoscrizioni.

Dunque, Netflix, anche per rilanciare le proprie ambizioni, punterebbe sulla diversificazione dei propri servizi, a partire da una proposta gaming più allettante. Secondo voi avrà successo?

L’articolo Netflix crolla in borsa e corre ai ripari con i giochi sembra essere il primo su Smartworld.


Netflix crolla in borsa e corre ai ripari con i giochi

Novità Disney+: a febbraio arriva The French Dispatch e The Walking Dead

Come ogni mese, ecco che si torna a parlare dei contenuti in arrivo su Disney+: durante il mese di febbraio arriveranno nuovi film, come The French Dispatch, e nuove stagioni di serie TV affermate, prime su tutte The Walking Dead e I Griffin.

Ecco tutti i contenuti in arrivo su Disney+:

  • Pam & Tommy, primi tre episodi dal 2 febbraio: ambientata nei primi tempi della diffusione di Internet, Pam & Tommy è basata
    sull’incredibile storia vera del sex tape di Pamela Anderson e Tommy Lee.
  • The King’s Man – Le Origini, film dal 23 febbraio: quando i peggiori tiranni e menti criminali della storia si riuniscono per organizzare una guerra per spazzare via milioni di vite, un uomo dovrà correre contro il tempo per fermarli.
  • La Famiglia Proud: più forte e orgogliosa, serie dal 23 febbraio: revival dell’acclamata serie La Famiglia Proud, segue le avventure e le disavventure della quattordicenne Penny Proud e della sua famiglia mentre affrontano con ilarità e spensieratezza la vita quotidiana.
  • The French Dispatch, film dal 16 febbraio: pellicola di Wes Anderson, che dà vita a una raccolta di articoli tratti dal numero finale di una rivista americana pubblicata in una città francese immaginaria del Ventesimo secolo.
  • The Walking Dead, seconda parte della undicesima stagione dal 21 febbraio: The Walking Dead ritorna con alcuni dei protagonisti impegnati a combattere l’imminente attacco dei Mietitori: mentre altri ad Alexandria dovranno scontrarsi con l’ira devastante di Madre Natura.
  • L’Ascesa dei Ricordi, documentario dal 3 febbraio: Ampiamente riconosciuto come il più grande alpinista della sua generazione, Alex Lowe era una figura di spicco nel mondo degli sport all’aperto. Suo figlio maggiore, Max, aveva solo 11 anni nel 1999 quando Alex fu sepolto da una valanga insieme al suo compagno di scalate e cameraman David Bridges alle pendici della montagna tibetana Shishapangma.
  • What We Do in the Shadows, terza stagione dal 16 febbraio: segue quattro vampiri che hanno “vissuto” insieme per centinaia di anni.
  • Black-ish, settima stagione dal 2 febbraio: uno sguardo divertente e audace alla determinazione di un uomo nello stabilire un senso di identità culturale per la sua famiglia.
  • Grown-ish, terza stagione dal 9 febbraio: è il terzo anno e il gruppo decide di organizzare una festa a tema HBCU per cominciare il semestre. Zoey torna dalla sua estate all’estero e realizza che deve affrontare il prima possibile i suoi sentimenti per Aaron e Luca.
  • No Exit, film dal 25 febbraio: in No Exit, Havana Rose Liu debutta come protagonista nel ruolo di Darby,
    una giovane donna in viaggio per un’emergenza familiare che, bloccata da una bufera di neve, è costretta a trovare riparo in un’area di sosta autostradale con un gruppo di sconosciuti.
  • BLACKPINK Il Film, dal 16 febbraio: il gruppo K-pop amato da tutto il mondo “BLACKPINK” celebra il quinto anniversario dal suo debutto con il rilascio di BLACKPINK Il Film, un regalo speciale per i BLINK – il fandom delle BLACKPINK – per rivivere insieme i vecchi ricordi e godersi le loro performance.
  • Mr. & Mrs. Smith, film dal 25 febbraio: Brad Pitt e Angelina Jolie interpretano John e Jane Smith, un’ordinaria coppia di periferia che in realtà nasconde un segreto, sono dei sicari professionisti, ingaggiati da agenzie concorrenti per uccidersi a vicenda.
  • I Griffin, stagione 18 dal 23 febbraio.
  • Bob’s Burgers, stagione 10 dal 2 febbraio.
  • Il meraviglioso inverno di Topolino, film dal 18 febbraio.
  • Topolino – La Casa del Divertimento, quattro episodi dal 2 febbraio.
  • Puppy Dog Pals, nuovi episodi della quarta stagione dal 9 febbraio.
  • Peppa Pig, ottava stagione dal 16 febbraio.
  • PJ Masks, quattro episodi della quinta stagione dal 23 febbraio.

L’articolo Novità Disney+: a febbraio arriva The French Dispatch e The Walking Dead sembra essere il primo su Smartworld.


Novità Disney+: a febbraio arriva The French Dispatch e The Walking Dead

Tanti smartphone da gaming in arrivo dalla Cina, e tutti con Snapdragon 8 Gen 1

Tra pochi giorni, in Cina si terranno i festeggiamenti del Capodanno Cinese, che termineranno il 12 febbraio: dopo questa data, diversi produttori dovrebbero presentare i propri smartphone da gaming, a detta del leaker DigitalChatStation.

Secondo DigitalChatStation, brand cinesi famosi come Redmi, Red Magic, Lenovo e Black Shark dovrebbero lanciare degli smartphone da gaming proprio dopo il Capodanno Cinese: si tratterà di Redmi K50 Gaming Edition, la serie 7 di Red Magic, Lenovo Legion Y90, e la serie 5 Black Shark.

Pur non conoscendo ancora le specifiche di questi dispositivi, sappiamo però che utilizzeranno tutti il SoC Snapdragon 8 Gen 1, visto l’ultimo chip di Qualcomm ha davvero convinto in fatto di prestazioni. Staremo dunque a vedere quali altre soluzioni adotteranno i produttori, a partire da sistemi di raffreddamento proprietari fino ad arrivare agli immancabili LED RGB.

L’articolo Tanti smartphone da gaming in arrivo dalla Cina, e tutti con Snapdragon 8 Gen 1 sembra essere il primo su Androidworld.


Tanti smartphone da gaming in arrivo dalla Cina, e tutti con Snapdragon 8 Gen 1

Offerte mobile WindTre: MIA Unlimited x Super Fibra a partire da 3,99€ per clienti rete fissa

WindTre ha iniziato a proporre ad alcuni suoi già clienti di rete fissa una nuova offerta in convergenza, la MIA Unlimited x Super Fibra, che permette loro di attivare una nuova SIM a prezzi personalizzati a partire da 3,99€ al mese.

Il testo presente nella comunicazione inviata dall’operatore via e-mail ai suoi clienti è il seguente:

L’anno nuovo inizia al meglio! Scegli WINDTRE anche per il tuo smartphone ad un prezzo eccezionale.

Gli interessati che l’hanno ricevuta possono recarsi in un punto vendita WindTre per verificare l’effettiva possibilità di attivazione. L’offerta in questione potrà essere sottoscritta fino al 21 febbraio 2022, a meno di eventuali cambiamenti.

MIA Unlimited x Super Fibra

  • Minuti illimitati verso tutti i numeri nazionali
  • 100 sms verso tutti
  • 20 Giga di traffico Internet che diventano illimitati in virtù della convergenza con la rete fissa
  • Costo personalizzato: 3,99€ al mese o 4,99€ al mese o 6,99€ al mese con addebito in fattura della rete fissa
  • Costo attivazione: 0€

L’offerta deve essere attivata dallo stesso intestatario della linea fissa ed è disponibile sia per chi intende abilitare un nuovo numero e sia da chi effettua portabilità da altro operatore. 

MIA Unlimited x Super Fibra non è inoltre compatibile con le rateizzazioni di device con Telefono Incluso. Inoltre, in caso di recesso anticipato della linea fissa, l’offert mobile rimane attiva e il cliente affronterà mensilmente il pagamento di 14,99€ on addebito su credito residuo e perderà il beneficio dei Giga illimitati, tornando ad usufruire dei 20 Giga previsti di base.

L’articolo Offerte mobile WindTre: MIA Unlimited x Super Fibra a partire da 3,99€ per clienti rete fissa sembra essere il primo su Mobileworld.


Offerte mobile WindTre: MIA Unlimited x Super Fibra a partire da 3,99€ per clienti rete fissa

Instagram: partono i test delle sottoscrizioni a pagamento, ma solo in USA

Sono passati più di sei mesi da quando si è iniziato a parlare della possibilità di vedere le sottoscrizioni a pagamento (in stile Patreon o OnlyFans) su Instagram, ma adesso arriva l’ufficialità da parte dell’azienda, che ha dato il via ai test negli Stati Uniti.

Gli utenti possono ora “iscriversi” al profilo di alcuni creatori selezionati, con quest’ultimi possono impostare il prezzo dell’abbonamento mensile scegliendo tra diverse opzioni che vanno da 0,99$ a 9,99$ . Gli utenti che si abbonano potranno vedere Storie o trasmissioni live esclusive, e inoltre vedranno accanto al loro nome un badge viola per indicare appunto di essere abbonati ad un determinato creator.

Instagram ha già annunciato che non saranno trattenute commissioni sugli abbonamenti “fino al 2023” ed il CEO dell’azienda, Adam Mosseri, ha spiegato il tutto in un video che potete trovare in basso. Al momento, non sappiamo quando questa funzionalità arriverà anche in Italia.

L’articolo Instagram: partono i test delle sottoscrizioni a pagamento, ma solo in USA sembra essere il primo su Mobileworld.


Instagram: partono i test delle sottoscrizioni a pagamento, ma solo in USA

Bella idea i piani annuali per Youtube e Music Premium introdotti da Google!

Nelle scorse settimane, Google ha introdotto in sordina un piano di abbonamento annuale per Youtube Music e Youtube Premium. Chi sottoscrivesse in questi giorni un nuovo abbonamento, si troverebbe di fronte l’opzione di un piano annuale, oltre al piano mensile e alla prova gratuita. 

Per quanto riguarda Youtube Premium, il piano annuale prevede una spesa di 107,99$ , con un risparmio rispetto al piano mensile di quasi 36$ annui, mentre per Youtube Music Premium, la spesa del piano annuale ammonterebbe a 89,99$ , con un risparmio annuale di circa 30$ all’anno. Niente male davvero, ma chi volesse approfittare del nuovo piano e avesse attualmente un piano mensile, però, dovrebbe annullare l’iscrizione e ri-abbonarsi

I piani annuali sono sicuramente un bel risparmio, soprattutto per questo tipo di servizi che uno usa continuamente e difficilmente abbandona dopo poco tempo. L’inghippo? In Italia non è prevista questa possibilità, gli unici paesi in cui si può approfittare della nuova opzione sono Stati Uniti, Canada, Messico, Brasile, Russia, Turchia, Germania, Tailandia, India e Giappone. L’altra nota stonata è che questa sembra essere solo una promozione con scadenza a brevissimo termine, disponibile infatti solo fino al 23 Gennaio. Peccato, speriamo Google riproponga l’esperimento a una platea più ampia di utenti.

L’articolo Bella idea i piani annuali per Youtube e Music Premium introdotti da Google! sembra essere il primo su Smartworld.


Bella idea i piani annuali per Youtube e Music Premium introdotti da Google!

Google Keep ha un problema con le liste sui Samsung

Google Keep è senza dubbi una delle migliori – se non la migliore – app per note, avendo anche una compatibilità completa: possiamo trovarla infatti su Andorid, iOS e via Web. Recentemente però sembra che gli ultimi update abbiano provocato un problema ad alcuni utenti, che hanno prontamente inoltrato il bug nel forum di Google.

Questo bug, che ad ora si è verificato solo nell’app Android di Google Keep su vari Samsung (inclusi S20, S21 e Note 20) con Android 12, duplica i numeri negli elenchi, come illustrato di seguito. Quando si aggiunge un nuovo elemento a un elenco numerato o si naviga nell’elenco, l’elemento sopra apparentemente aggiunge questi numeri extra.

Al momento, sembra non esserci una soluzione per risolvere oltre alla modifica degli elenchi da un laptop, o dalla web app su smartphone.

In ogni caso, Google ha riconosciuto il problema, affermando che il team di Keep sta indaganto per risolverlo.

L’articolo Google Keep ha un problema con le liste sui Samsung sembra essere il primo su Androidworld.


Google Keep ha un problema con le liste sui Samsung

OPPO Reno6 Lite ufficiale in Messico: il medio-gamma che sembra venire dal passato

OPPO è all’inizio di una nuova generazione per i suoi smartphone, con la serie Find X5 in rampa di lancio, così come sta per accadere con la serie Reno 7. A quanto pare però la serie Reno6 ha ancora qualcosa da dire. L’azienda cinese ha infatti presentato i nuovo OPPO Reno6 Lite.

  • Display: 6,43″ AMOLED full HD+ (2.400 × 1.080 pixel)
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 662
  • GPU: Adreno 610
  • RAM: 6 GB LPDDR4X
  • Storage interno: 128 GB
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 48 megapixel, f/1.7; FOV 79°; 6P; AF
    • Profondità: 2 megapixel, f/2.4; FOV 89°; 3P
    • Macro: 2 megapixel, f/2.4; FOV 89°; 3P
  • Fotocamera anteriore: 16 megapixel, f/2.4; FOV 78°
  • Batteria: 5.000 mAh con ricarica Super VOOC 2.0
  • Connettività: Wi-Fi 2.4 GHz, Wi-Fi 5 GHz, Bluetooth 5.0, jack audio, GPS, A-GPS, BeiDou, GLONASS
  • Sistema operativo: Android 11 con ColorOS 11.1
  • Dimensioni: 160,3 x 73,8 x 7,95 mm
  • Peso: 175 grammi

Il nuovo OPPO Reno6 Lite arriva ufficialmente nel mercato messicano ad un prezzo equivalente a circa 360€.

L’articolo OPPO Reno6 Lite ufficiale in Messico: il medio-gamma che sembra venire dal passato sembra essere il primo su Androidworld.


OPPO Reno6 Lite ufficiale in Messico: il medio-gamma che sembra venire dal passato

Iliad down anche oggi per le chiamate verso i fissi

Nella giornata di oggi, 17 gennaio, diversi utenti stanno nuovamente segnalando problemi diffusi con la rete di Iliad. Non si tratta di un down diffuso come avviene solitamente, ma di un problema piuttosto peculiare: non funzionano le chiamate in uscita verso numeri di linea fissa. Noi stessi abbiamo fatto qualche prova dopo le prime segnalazioni. In caso di chiamata verso numeri fissi, si sente il messaggio di errore di Iliad che afferma che il numero chiamato non è corretto.

“Iliad, il numero da te composto non è corretto”

Le segnalazioni su Downdetector sono in crescita, a differenza del solito, non si registrano problemi nella rete dati o nelle chiamate in generale: in tutta Italia, la maggior parte degli utenti segnala disservizi provando a chiamare un numero fisso, esattamente come successo nella scorsa settimana per ben due giorni.

Occasionalmente, si presentano anche problemi nel chiamare specifici operatori (abbiamo verificato disservizi nel chiamare numeri Ho Mobile, ma probabilmente il problema riguarda anche le telefonate verso altri gestori).

Non conosciamo la causa del guasto e al momento Iliad non ha ancora rilasciato dichiarazioni in merito: aggiorneremo l’articolo non appena ci saranno novità.

L’articolo Iliad down anche oggi per le chiamate verso i fissi sembra essere il primo su Mobileworld.


Iliad down anche oggi per le chiamate verso i fissi

Anker presenta il caricatore da 100W più piccolo al mondo

Anker si conferma una delle aziende maggiormente attive nel settore degli accessori per dispositivi mobili e per PC, lanciando un nuovo caricatore rapido dalle peculiarità interessanti.

Il nuovo prodotto si chiama Anker Nano II 100W. Si tratta di un caricatore in grado di supportare una potenza in output pari a 100W. È dotato di due ingressi USB Type-C e uno di tipo A. Chiaramente l’output massimo a 100W sarà possibile quando si collega un solo dispositivo. Le dimensioni contenute lo rendono il caricatore al nitruro di gallio con output da 100W più piccolo al mondo.

In termini di standard supportati troviamo anche la tecnologia PowerIQ 3.0 di Anker per ottimizzare la ricarica, insieme al supporto per USB Power Delivery 3.0 PPS. Grazie a questo il caricatore dovrebbe superare anche la super ricarica rapida di Samsung.

Il nuovo caricatore di Anker dovrebbe arrivare nel mercato statunitense a marzo a un prezzo pari a 79 dollari (circa 69€).

L’articolo Anker presenta il caricatore da 100W più piccolo al mondo sembra essere il primo su Smartworld.


Anker presenta il caricatore da 100W più piccolo al mondo

Realme Buds Air 3 in rampa di lancio: true wireless con cancellazione attiva del rumore a 50€

Realme è uno dei brand maggiormente in crescita nel settore tech, sia in termini di smartphone che di accessori smart. L’azienda cinese da tempo è attiva anche nel settore delle cuffie true wireless.

Nelle ultime ore sono trapelati interessanti dettagli sulle prossime true wireless di casa Realme. Si chiameranno Realme Buds Air 3 e potete avere un’anteprima del loro design osservando l’immagine in galleria. Si tratterà di cuffie dotate di tre microfoni esterni, in grado di supportare la cancellazione attiva del rumore.

Una delle peculiari più interessanti delle Buds Air 3 sarà la funzionalità denominata Dual Connection. Consisterà nella possibilità connettere le cuffie a due dispositivi contemporaneamente. Gli utenti potranno passare da un dispositivo all’altro tramite le gesture sugli auricolari.

La batteria integrata, compresa quella del case di ricarica, garantirà fino a 30 ore di riproduzione senza cancellazione attiva del rumore. La porta di ricarica sarà di tipo USB Type-C.

Il lancio delle nuove Realme Buds Air 3 dovrebbe avvenire a breve nel mercato indiano. Il prezzo non dovrebbe superare l’equivalente di circa 50 euro.

L’articolo Realme Buds Air 3 in rampa di lancio: true wireless con cancellazione attiva del rumore a 50€ sembra essere il primo su Mobileworld.


Realme Buds Air 3 in rampa di lancio: true wireless con cancellazione attiva del rumore a 50€

Google finalmente aggiorna Pixel 6 e 6 Pro con le patch di gennaio: tanti attesi fix

A due settimane dal rilascio delle patch di gennaio per le generazioni precedenti di Pixel, Google aggiorna anche i suoi attuali top di gamma, Pixel 6 e 6 Pro.

Il nuovo update introduce diversi e attesi fix, i quali dovrebbero risolvere i bug introdotti con l’aggiornamento precedente a quello di dicembre. Per i due dispositivi l’aggiornamento ha un peso di circa 240 MB o di 40 MB, in base al fatto che gli utenti abbiano o meno effettuato l’update di dicembre. Non dovrebbero più esserci problemi di connettività, così come di battery drain.

Oltre a questo, il nuovo aggiornamento introduce il supporto alla ricarica a 23W tramite Pixel Stand, il controllo dei bassi per Pixel Buds A-Series, e miglioramenti per il sensore d’impronte digitali.

L’update per Pixel 6 e 6 Pro è attualmente in fase di distribuzione via OTA a livello globale. Qui sotto trovate i link per procedere al download del file OTA per la procedura manuale.

L’articolo Google finalmente aggiorna Pixel 6 e 6 Pro con le patch di gennaio: tanti attesi fix sembra essere il primo su Androidworld.


Google finalmente aggiorna Pixel 6 e 6 Pro con le patch di gennaio: tanti attesi fix

Amazon introduce la parola in codice per i pacchi di valore

Secondo varie segnalazioni sembra che Amazon abbia introdotto in Italia una nuova funzione che permetterà a chi acquista oggetti di valore di avere una sicurezza in più che il pacco verrà davvero consegnato.

Poiché in tanti sono stati testimoni di corrieri Amazon (o terzi nelle zone in cui non c’è questo servizio diretto) che hanno lasciato incustoditi pacchi che invece avrebbero dovuto essere consegnati personalmente. Questo è un problema particolarmente sentito per prodotti di un certo valore che se rubati da qualche vicino o passante poco onesto potrebbero creare più di un grattacapo.

La novità riguarda l’introduzione di una parola in codice alfanumerica di 6 caratteri (in sostanza un password) che verrà fornita via email all’acquirente e che dovrà essere comunicata al corriere Amazon, in modo da confermare la consegna. Il codice potrà essere ovviamente anche fornito ad una persona di fiducia visto che non è comunque richiesta nessun tipo di conferma sul nome del ricevente.

Chi ha trovato questa opzione su Amazon racconta della sua attivazione per prodotti oltre i 300€. Non è però chiaro se questa opzione possa essere disattivata dall’utente. Il codice, oltre che nella mail è recuperabile anche nella sezione “I miei ordini”.

L’articolo Amazon introduce la parola in codice per i pacchi di valore sembra essere il primo su Smartworld.


Amazon introduce la parola in codice per i pacchi di valore

Si aggiorna Firefox Focus: ancora più privacy grazie a Total Cookie Protection

Assieme al nuovo anno è arrivato anche un nuovo aggiornamento per Firefox Focus, il browser Android di Mozilla focalizzato sulla privacy degli utenti. L’update ha portato anche su mobile la funzione Total Cookie Protection, che aveva debuttato su desktop a febbraio.

Total Cookie Protection è un nuovo modo di gestire i cookie dei siti web visitati: ogni qual volta che un sito vuole salvare sul dispositivo un cookie, questo sarà inserito in un “cookie jar”, una sorta di contenitore virtuale isolato dagli altri. In questo modo, i cookie delle varie pagine web rimangono privati e non è possibile effettuare il tracking delle informazioni degli utenti.

Questa funzione potrebbe comunque causare problemi ad alcune parti dei siti web (ad esempio, la visualizzazione delle mappe): per questo, Mozilla ha introdotto SmartBlock, che permette di non perdere queste funzionalità garantendo comunque la privacy degli utenti. L’aggiornamento di Firefox Focus è già disponibile sul Play Store.

L’articolo Si aggiorna Firefox Focus: ancora più privacy grazie a Total Cookie Protection sembra essere il primo su Androidworld.


Si aggiorna Firefox Focus: ancora più privacy grazie a Total Cookie Protection

La One UI 4.0 basata su Android 12 sbarca su Galaxy A52s 5G

Arrivato sul mercato italiano solo da qualche mese, Galaxy A52s 5G è un interessante smartphone di Samsung che monta il prestante Snapdragon 778G. Il dispositivo di fascia media, nato con Android 11 e One UI 3.1, è pronto però ad aggiornarsi all’ultima versione disponibile del sistema operativo Android.

Samsung infatti, così come già fatto per altri medio gamma come Galaxy A72, Galaxy Note 10 Lite e Galaxy A52 4G, ha iniziato il rollout della versione 4.0 della sua personalizzazione One UI, basata proprio su Android 12. L’aggiornamento in questione, caratterizzato dalla sigla A528BXXU1BUL7, è stato già avvistato in diverse nazioni europee, come Francia, Svizzera, Lussemburgo e Polonia.

È dunque solo questione di tempo prima che arrivi anche sui dispositivi italiani. Purtroppo non è noto il changelog completo, ma sappiamo che, oltre alle patch di sicurezza di gennaio 2022, ci saranno tutte le novità introdotte dalla One UI 4.0. Potete controllare la disponibilità di aggiornamenti dalla impostazioni del vostro dispositivo.

L’articolo La One UI 4.0 basata su Android 12 sbarca su Galaxy A52s 5G sembra essere il primo su Androidworld.


La One UI 4.0 basata su Android 12 sbarca su Galaxy A52s 5G