Il Galaxy Unpacked per Z Fold 3, Z Flip 3 e Galaxy Watch 4 è ufficiale (video)

Abbiamo già ampiamente raccontato come dovrebbero essere i nuovi smartphone e i nuovi gadge tech di Samsung. Parliamo ovviamente di Samsung Galaxy Z Fold 3, Galaxy Z Flip 3, Galaxy Watch 4 e le Galaxy Buds 2. Un Galaxy Unpacked, così si chiamano solitamente gli eventi di lancio Samsung, così ricco ad agosto non si era mai visto. L’evento estivo solitamente era riservato ai Galaxy Note, che quest’anno sembra lasceranno il passo ad una versione del pieghevole compatibile con una nuova S Pen Pro.

LEGGI ANCHE: Tutto su Galaxy Z Flip 3

Ma torniamo all’evento stesso di lancio. Proprio come anticipato (per errore?) dalla divisione russa di Samsung qualche giorno fa, il prossimo Galaxy Unpacked è stato davvero fissato per il prossimo 11 agosto. Si tratta indubbiamente di una data non proprio fortunata per il pubblico italiano (e anche europeo) visto che coincide con le ferie di molte persone, ma Samsung non ha voluto probabilmente più rimandare un lancio estivo che è ormai una tradizione. Gli smartphone più attesi di questo periodo, e tutti gli wearable collaterali, saranno a questo punto pronti per il vostro ritorno a settembre.

L’evento dovrebbe tenersi solo online (sul canale YouTube dell’azienda) e la presentazione dovrebbe cominciare alle ore 16:00 italiane. A seguire un brevissimo teaser, che palesemente richiama i due pieghevoli, protagonisti indiscussi del prossimo lancio.

Aggiornamento28/07/2021

Samsung ha appena pubblicato un video teaser dell’evento, tutto incentrato su Galaxy Z Fold 3, e sull’idea di pieghevole in generale: “una volta che lo provi, non torni indietro”. Lo avevamo già intravisto in precedenza, ma ora abbiamo la versione integrale del filmato, che vi lasciamo qui sotto.

L’articolo Il Galaxy Unpacked per Z Fold 3, Z Flip 3 e Galaxy Watch 4 è ufficiale (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Il Galaxy Unpacked per Z Fold 3, Z Flip 3 e Galaxy Watch 4 è ufficiale (video)

OnePlus 7 / 7 Pro si aggiornano: patch di giugno e tanti fix

OnePlus ha rilasciato dei nuovi aggiornamenti per i suoi OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro, i quali hanno ricevuto una nuova versione stabile della OxygenOS. Si tratta della che arriva con una serie di fix software e le nuove patch di sicurezza. Andiamo a vedere insieme il changelog associato all’aggiornamento.

Sistema

  • Riduzione dei consumi.
  • Miglioramento nella gestione dei surriscaldamenti.
  • Fix al problema nella riproduzione dei video in HD.
  • Aggiornamento delle patch di sicurezza Android a giugno 2021.

File Manager

  • Fix ai crash dell’app.

Fotocamera

  • Fix all’interfaccia durante lo scatto a schermo intero.
  • Migliorata la stabilità.

Telefono

  • Ottimizzazione dell’interfaccia.

LEGGI ANCHE: OnePlus 7T Pro, la recensione

Il changelog appena descritto è identico per OnePlus 7 e 7 Pro. Gli aggiornamenti descritti sono attualmente in fase di distribuzione automatica via OTA a tutti gli utenti europei che hanno installato la precedente versione della OxygenOS basata su Android 11.

L’articolo OnePlus 7 / 7 Pro si aggiornano: patch di giugno e tanti fix sembra essere il primo su AndroidWorld.


OnePlus 7 / 7 Pro si aggiornano: patch di giugno e tanti fix

Nokia XR20 ufficiale: così resistente che potete prenderlo a pallonate

Sì, quello in copertina è Roberto Carlos che prende a pedate un telefono Nokia; per la precisione un pallone con davanti il Nokia XR20. Andiamo con ordine e vi spieghiamo tutto.

Nokia XR20: Caratteristiche Tecniche

  • Schermo: 6,67” FHD+ (1.080 x 2.400 pixel, 20:9), luminosità 550 nits, Corning Gorilla Glass Victus
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 480 5G
  • RAM: 4 / 6 GB
  • Memoria interna: 64 / 128 GB espandibile con microsD (fino a 512 GB)
  • Fotocamera posteriore (ottiche ZEISS, audio spaziale OZO)
    • Principale: 48 megapixel
    • Grandangolo: 13 megapixel fuoco fisso
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel fuoco fisso
  • Connettività: hybrid dual nano SIM, 5G, LTE, Wi-Fi ax-ready, Bluetooth 5.1, NFC, GPS,
  • Certificazione: MIL-STD 810H, IP68
  • Dimensioni: 171,64 x 81,5 x 10,64 mm
  • Peso: 248 grammi
  • Batteria: 4.630 mAh, 15W Qi Wireless e 18W wired charging
  • OS: Android 11 (3 anni di major update, 4 di patch di sicurezza)

Al di là delle specifiche, Nokia XR20 punta prima di tutto sulla resistenza. È infatti in grado di sopportare temperature estreme, cadute fino a 1,8 metri, immersioni e altro, tanto che Nokia l’ha fatto prendere a pallonate da Roberto Carlos (vedi comunicato stampa a fine articolo per qualche dettaglio in più su questa iniziativa), e lo offre con una garanzia di 3 anni.

Inoltre, grazie ad una partnership con Spotify ed Express VPN, le due app saranno preinstallate con quella che dovrebbe essere una prova estesa.

Uscita e Prezzo

Nokia XR20 è disponibile in preordine da oggi su Amazon Italia nella versione 4/64GB al prezzo di 499,99€. Non abbiamo ancora conferme per la variante 6/128 GB.

Ecco il nuovo Nokia XR20, lo smartphone ultra-resistente preso a pallonate da Roberto Carlos

HMD Global annuncia anche Nokia 6310 e Nokia C30, oltre a un rinnovato portfolio di accessori audio. Nokia XR20 è in preordine da oggi su Amazon a 499,99 euro

Milano, 27 luglio 2021HMD Global, la casa dei telefoni Nokia, annuncia tre telefoni e un nuovo portfolio audio. Creato per sopravvivere a tutto ciò che la vita ti riserva, Nokia XR20 è in grado di sopportare molto più di quanto tu gli chieda[1] ed è in preordine da oggi su Amazon a 499,99 euro. Nokia C30 – non commercializzato, per ora, in Italia – è il dispositivo ‘hero’ della serie C, con schermo e batteria mai visti finora su uno smartphone Nokia. Nokia 6310 è un nuovo membro della famiglia Originals, un classico anni ’90 rivisitato. Oggi è anche il giorno del più importante lancio di accessori Nokia di sempre, con i nuovi prodotti audio lifestyle raggruppati in quattro linee distinte: Go, Micro, Comfort e Clarity.

“Vogliamo venire incontro alle esigenze dei consumatori per quel che riguarda solidità e durata”, afferma Florian Seiche, CEO, HMD Global. “Un nostro studio sui trend globali ha svelato come il 73% dei consumatori vuole tenere il proprio telefono più a lungo e lo farebbe se i dispositivi fossero costantemente aggiornati nel tempo. In HMD, stiamo offrendo la possibilità di evitare la sostituzione precoce del dispositivo, incoraggiando un consumo più sostenibile grazie alle nostre promesse di durata.

Siamo lieti di annunciare Nokia XR20 – un telefono estremamente resistente[2] con l’eleganza tipica del nostro design nordico, pensato per i consumatori e le aziende.

Oggi ampliamo le rinnovate serie X e C con due esempi lampanti di ciò che queste gamme rappresentano. Il nostro obiettivo è quello di fornire alle persone prodotti che ameranno, di cui si fideranno e che vorranno tenere più a lungo”.

Realizzato per resistere alle prove della vita, Nokia XR20 è resistentissimo ed è in garanzia per tre anni

Temperature estreme, cadute da 1,8 metri, 1 ora sott’acqua e altro ancora[3], il nuovo Nokia XR20 è pensato per condizioni molto più estreme di quelle della vita quotidiana. Questo telefono resistentissimo[4] si cela dietro a un design elegante e senza tempo. Così, anche se probabilmente non proverai mai a portare il tuo telefono oltre il limite delle sue capacità, puoi stare tranquillo che il Nokia XR20 è in grado di sopportare più di quanto gli chiederai.

Dotato di schermo in  Corning® Gorilla® Glass Victus™, tra i vetri più solidi in circolazione[5],questo smartphone garantisce il massimo della tranquillità. Per testarne la robustezza, la leggenda del calcio brasiliano Roberto Carlos e la campionessa mondiale di freestyle Lisa Zimouche hanno sottoposto il nuovo Nokia XR20 a una serie di prove durissime. Dall’immersione in acqua ghiacciata all’essere preso a calci, capovolto e fatto roteare su un campo da calcio in cemento e ghiaia.

Carlos ha anche ricreato il suo incredibile tiro con le tre dita che tutti ricordano nella partita Brasile-Francia del 1997 – tre Nokia XR20 sono stati posizionati, infatti, su un palo della porta come bersagli che l’ex fuoriclasse brasiliano ha centrato in pieno su calcio di punizione.

“Negli ultimi vent’anni mi è stato chiesto molte volte di ricreare il mio calcio di punizione del ’97, ma mai in questo modo, quindi ho dovuto accettare la sfida”, dichiara Roberto Carlos, campione del mondo con il Brasile e leggenda del Real Madrid. “Sicuramente uno smartphone non potrebbe sopportare la violenza di una pallonata. Non pensavo che il Nokia XR20 avrebbe potuto resistere alla potenza del mio calcio. Sicuramente non sono più un professionista, ma so di avere ancora una bella ‘legnata’, quindi sono rimasto davvero impressionato”.

A prova di futuro significa novità continua, non solo nel giorno in cui si apre la confezione dello smartphone. Per questa ragione, oltre alle promesse di solidità della serie X, Nokia XR20 viene fornito con quattro anni di aggiornamenti di sicurezza mensili e tre anni di update del sistema operativo, oltre a 36 mesi di garanzia. Se proprio dovesse accadere l’irreparabile, la sostituzione gratuita dello schermo entro un anno dall’acquisto, fa dormire sonni tranquilli.

Nokia XR20 dispone di un’affidabile doppia fotocamera da 48MP+13MP con ottiche ZEISS, audio spaziale OZO e soluzioni di imaging innovative. La nuovissima modalità SpeedWarp permette di catturare tutte le tue avventure in un montaggio compatto ed emozionante. Spingendo i confini della fascia media, è anche dotato di velocità 5G, ricarica wireless 15W e solidità come mai prima d’ora.

Partnership di fiducia per esperienze ‘best-in-class’

Oggi è l’inizio di due nuove partnership con player leader del settore. Spotify darà a chi sceglie uno smartphone Nokia l’accesso a 70 milioni di brani e 2,6 milioni di podcast[7], mentre ExpressVPN sarà disponibile su tutti i nuovi smartphone Nokia con una prova gratuita di 30 giorni, offrendo una maggiore sicurezza contro il malware.

“Da sempre siamo orgogliosi di collaborare con i migliori del settore”, dice Stephen Taylor, CMO, HMD Global. “Oggi aggiungiamo altri due nomi a questa famiglia estesa di brand che assicurano le esperienze più innovative per i possessori di telefoni Nokia. Ogni partnership migliora ulteriormente ciò che rappresentiamo e noi collaboriamo con coloro di cui ci fidiamo, per far sì che possa fidarti anche tu”.

Prezzi e disponibilità

Nokia XR20 è disponibile in preordine su Amazon nella versione 4/64GB nei colori Granite Gray e Ultra Blue al prezzo di 499,99 euro. Dall’11 agosto anche su Nokia.com

[1] Fabbricato secondo lo standard MIL-STD-810H che testa le attrezzature per resistere agli ambienti previsti in alcune applicazioni militari

[2] Fabbricato secondo lo standard MIL-STD-810H che testa le attrezzature per resistere agli ambienti previsti in alcune applicazioni militari

[3] Basato sul test di durata condotto da HMD Global Oy. Certificato MIL-STD-810H fino a 1.5m di protezione dalle cadute e 1.5m di protezione dall’acqua fino a 30 minuti.

[4] Fabbricato secondo lo standard MIL-STD-810H che testa le attrezzature per resistere agli ambienti previsti in alcune applicazioni militari

[5] Rispetto ai vetri alluminosilicati competitivi di altri produttori. Più informazioni: https://www.corning.com/gorillaglass/worldwide/en/glass-types/gorilla-glass-victus.html

[7] https://newsroom.spotify.com/company-info/

L’articolo Nokia XR20 ufficiale: così resistente che potete prenderlo a pallonate sembra essere il primo su AndroidWorld.


Nokia XR20 ufficiale: così resistente che potete prenderlo a pallonate

Come uccidere il marito e farla franca: Overboard arriva sul Play Store (foto e video)

Overboard è un simpatico gioco per amanti del mistero, dove, per una volta, non vestirete i panni del detective, ma quelli del killer. Già apprezzato su Nintendo Switch, Steam, ed iPhone/iPad, Overboard arriva ora anche per gli utenti Android.

È il 1935, e voi vestirete i panni di Veronica Villensey, attrice in viaggio navale dall’Inghilterra all’America assieme al facoltoso marito, che ci lascerà prima ancora che l’avventura abbia inizio, spinto fuori bordo da voi stessi. E da lì iniziano i problemi, perché mancano ancora 8 ore all’arrivo, voi avete perso un orecchino che potrebbe legarvi alla scena del crimine, e la nave è piena di “curiosoni”. Dovrete insomma cercare di farla franca, e non sarà facile.

I dialoghi sono tutti in inglese, ma se avete un minimo di dimestichezza con la lingua non ci saranno problemi. Per ogni azione avrete varie opzioni, ma ricordatevi di tenere sempre d’occhio il tempo che scorre in alto, perché se da una parte vorrete che quelle 8 ore passino in fretta, dall’altra dovrete anche assicurarvi di aver incolpato qualcun altro o almeno di aver coperto le vostre tracce, o alla fine verrete incolpati.

LEGGI ANCHE: Lucifer di Netflix sta per finire

Da notare che, una volta arrestati/morti, al giro successivo le risposte date nel round precedente saranno evidenziate, in modo che possiate scegliere più facilmente una strada diversa. E nonostante questo non sarà facile cavarsela.

Il gioco è infatti meno banale di quanto sembri, e vi capiterà facilmente di arrivare in fondo alle 8 ore pensando di averla fatta franca, per poi invece essere smascherati. Ci sono però due difetti: la rigiocabilità diventa scarsa una volta capito come uscirne (ci sono ovviamente più soluzioni), ed il prezzo di 6,99€ non è contenuto, soprattutto per un gioco che ha la “data di scadenza” appiccicata sopra. Allo stesso tempo però l’esperienza di gioco è originale, immediata, ed anche relativamente veloce, tanto che potrete cimentarvici facilmente anche nei ritagli di tempo. Se il genere vi piacesse a veste 7 euro che vi avanzano, non ve ne pentirete.

L’articolo Come uccidere il marito e farla franca: Overboard arriva sul Play Store (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Come uccidere il marito e farla franca: Overboard arriva sul Play Store (foto e video)

Ecco i numeri di modello della famiglia Galaxy S22, un cambio di rotta per la prossima decade?

La presentazione della famiglia Galaxy S21 da parte di Samsung è ormai andata in archivio da diverso tempo, e a quanto pare i suoi dispositivi saranno gli unici top smartphone di quest’anno del marchio sudcoreano che non avranno lo schermo pieghevole. Questo perché il 2021 vedrà molto probabilmente la linea Galaxy Note prendersi una pausa dal mercato. Chi è interessato ad un nuovo top di gamma Samsung con display non pieghevole, dovrà quindi aspettare la serie Galaxy S22, sulla quale abbiamo alcune fresche novità.

LEGGI ANCHE: Potete diventare beta tester per Android Auto! (come se già non lo foste)

Stanno infatti iniziando a circolare sul web i nuovi numeri di modello degli smartphone della famiglia Galaxy S22. Le fonti indicano che ai vari Galaxy S22, Galaxy S22+ e Galaxy S22 Ultra (nomi per ora ancora provvisori) dovrebbero corrispondere i numeri di modello SM-S901x, SM-S906x e SM-S908x. I numeri di modello SM-G9xx di Samsung hanno debuttato con il Galaxy S5 (SM-G900x) e hanno resistito fino alla serie Galaxy S21 (SM-G991x, SM-G996x, e SM-G998x). Per il Galaxy S22, Samsung sembra aver però cambiato rotta, sostituendo la lettera G con una S e ricominciando con la gamma di numeri 9xx per la prossima decade di Galaxy S.

L’articolo Ecco i numeri di modello della famiglia Galaxy S22, un cambio di rotta per la prossima decade? sembra essere il primo su AndroidWorld.


Ecco i numeri di modello della famiglia Galaxy S22, un cambio di rotta per la prossima decade?

Cambiano le tariffe extra soglia per alcuni clienti WindTre: tutti i dettagli

WindTre ha appena avviato una nuova campagna di modifiche unilaterali ai contratti con alcuni dei suoi attuali clienti. Le modifiche non riguardano gli aumenti delle tariffe mensili, ma i costi extra soglia.

A partire dal prossimo 7 settembre i clienti WindTre coinvolti nelle modifiche unilaterali ai contratti affronteranno dei costi extra soglia differenti: nello specifico, il costo di accesso alla rete dati, una volta che si è esaurito il proprio bundle, corrisponderà a 0,99€ per 1 GB al giorno. In precedenza si poteva accedere a 20 MB di traffico al costo di 0,20€.

LEGGI ANCHE: le migliori offerte WindTre

Il traffico dati erogato sarà utilizzabile fino alle ore 23:59 del giorno in cui è stato erogato. Inoltre, il costo della segreteria telefonica è stato ridotto a 0,124€ per ogni chiamata effettuata in Italia.

I clienti coinvolti dovrebbero corrispondere agli ex clienti 3 Italia che hanno poi effettuato la migrazione a WindTre. Tutti gli interessati stanno ricevendo un SMS informativo di questo tipo:

A partire dal 7 Settembre 2021 avvieremo un processo di innovazione tecnologica per migliorare le condizioni riservate ai nostri Clienti. Gli interventi sono volti a garantire servizi piu’ semplici da usare: i Clienti avranno maggior controllo della spesa per il traffico internet non incluso nell’offerta. Per la navigazione Internet è disponibile 1GB giornaliero al costo di 0,99 euro.

Il GIGA è utilizzabile fino alle 23.59 del giorno in cui è stato erogato; una volta esaurito, la navigazione è bloccata fino al giorno successivo.

In caso di segreteria telefonica attiva a pagamento il costo si riduce a 12,40 centesimi di euro per ciascuna chiamata effettuata in Italia.

L’articolo Cambiano le tariffe extra soglia per alcuni clienti WindTre: tutti i dettagli sembra essere il primo su AndroidWorld.


Cambiano le tariffe extra soglia per alcuni clienti WindTre: tutti i dettagli

L’intero database di numeri telefonici di Clubhouse potrebbe essere in vendita sul dark web

Un dabatase con 3,8 miliardi di numeri telefonici, collezionati da Clubhouse, sarebbe (notate il condizionale – vedi dopo il tweet) in vendita sul dark web, con un’asta dovrebbe tenersi (ironicamente) il 4 settembre 2021, anniversario della fondazione di Google. Perché così tanti numeri? Perché Clubhouse salverebbe non solo quelli dei propri utenti, ma la loro intera rubrica telefonica, avendo quindi accesso non solo ai contatti di chi utilizza il servizio, ma anche a tutti i loro amici e conoscenti. Detta altrimenti: anche se non usaste Clubhouse, ci sono buone probabilità che i vostri numeri di telefono siano comunque stati compromessi.

E non finisce qui, perché tutto ciò servirebbe a creare anche una sorta di “classifica di popolarità“, basata su quanti utenti Clubhouse abbiano lo stesso numero di telefono nella loro rubrica. In questo modo è possibile stimare quanto ciascun numero, ovvero ciascun utente, sia “connesso” agli altri, informazione molto appetibile ad esempio a fini pubblicitari, ma non solo.

Questa pratica, in base a quanto riportato da chi ha messo all’asta il database, sarebbe molto comune tra le big della Silicon Valley, ed oltre ad essere una palese violazione della privacy, è anche in aperta opposizione al GDPR in vigore da noi.

Tutto questo lo potete leggere anche qui sotto, nel tweet di Marc Reuf, ricercatore presso Scip, che per primo ha diffuso la notizia.

ATTENZIONE! (notate nuovamente l’enfasi) Già lo scorso aprile, il CEO di Clubhouse aveva smentito un furto di dati personali ai danni della sua azienda e dei suoi utenti, ma per adesso siamo ancora in attesa di un commento ufficiale su quest’ultima vicenda, della quale per altro non abbiamo trovato riscontro altrove (e sono già passate 15 ore dalla pubblicazione del tweet in questione). C’è quindi la possibilità che non ci sia stato alcun data breach o che le cose non siano comunque come descritte nell’immagine qui sopra.

In mancanza di ulteriori elementi ci è impossibile sbilanciarci in alcun senso, anche perché le accuse sollevate sono alquanto pesanti, e vanno trattate con la dovuta cautela. Non appena ci saranno novità in merito, sarà nostra premura aggiornarvi.

L’articolo L’intero database di numeri telefonici di Clubhouse potrebbe essere in vendita sul dark web sembra essere il primo su AndroidWorld.


L’intero database di numeri telefonici di Clubhouse potrebbe essere in vendita sul dark web

YouTube vuole sostenere i suoi creator: avviato il test della nuova funzione Super Thanks (foto)

Nel tentativo di supportare i suoi creator nella crescita del canale e di dar loro modo di guadagnare grazie alle live streaming, YouTube ha iniziato a testare una nuova funzionalità, simile alla già vista Super Chat, ossia Super Thanks.

Nel dettaglio, con la prima funzione gli utenti possono dimostrare il sostegno ai creator facendo loro una donazione, azione che si traduce per lo spettatore nella messa in evidenzia del proprio commento nella chat della live. Super Thanks dal canto suo si basa su un principio simile. La differenza sostanziale riguarda la tipologia del contenuti, che non dovrà necessariamente essere una live streaming, ma anche un qualsiasi video caricato sul canale.

LEGGI ANCHE: Recensione Fitbit Luxe

Dopo l’abilitazione da parte dello YouTuber della monetizzazione, sarà possibile selezionare una delle quattro bande di prezzo disponibili, da 2$ a 50$ (il prezzo varia a seconda del mercato), ed effettuare così la donazione. Una volta andata a buon fine, tutti i fan vedranno comparire in video una GIF animata con dei palloncini, corredata dal commento dell’utente protagonista della “mancia” e dalla quantità di denaro inviato, in maniera simile a quanto in genere visto su Twitch.

Super Thanks è ancora in versione beta, ma al momento è disponibile per migliaia di creator in 68 paesi, YouTube però ha in programma di diffonderlo a tutti i partecipanti al Programma partner entro la fine dell’anno.

Immagini

L’articolo YouTube vuole sostenere i suoi creator: avviato il test della nuova funzione Super Thanks (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


YouTube vuole sostenere i suoi creator: avviato il test della nuova funzione Super Thanks (foto)

Gli smartphone con il miglior comparto audio per ogni esigenza, secondo DxOMark

Dopo aver messo a dura prova il comparto audio di tantissimi dispositivi, DxOMark ha stilato una classifica degli smartphone con il miglior suono per ogni esigenza, a partire da all’ascolto fino alla registrazione in ambienti rumorosi.

LEGGI ANCHE: Google e le Olimpiadi di Tokyo 2020

Per quanto riguarda la riproduzione audio, il migliore si è rivelato essere Black Shark 4 Pro. Questa non è affatto una novità: la testata aveva parlato molto bene della qualità del suono dello smartphone, che aveva totalizzato ben 81 punti (massimo mai realizzato). Per la registrazione di eventi dal vivo o comunque in ambienti rumorosi, il dispositivo consigliato da DxOMark è ROG Phone 5, che con 79 punti rimane uno smartphone con un comparto audio ottimo in qualunque situazione (sia ascolto che registrazione).

Per la registrazione di video selfie o di audio in ambienti più “calmi”, DxOMark ha scelto Xiaomi Mi 10s, smartphone che ha totalizzato ben 80 punti ma che non è ancora sbarcato in Italia. Menzione d’onore per Huawei P40 Pro: il dispositivo si comporta molto bene nella registrazione di memo vocali o di riunioni non molto rumorose.

L’articolo Gli smartphone con il miglior comparto audio per ogni esigenza, secondo DxOMark sembra essere il primo su AndroidWorld.


Gli smartphone con il miglior comparto audio per ogni esigenza, secondo DxOMark

Recensione OnePlus Nord 2: è (di nuovo) lui quello da comprare (foto e video)

Lo scorso anno avevamo celebrato OnePlus Nord come uno degli smartphone più interessanti del momento e indubbiamente uno dei migliori (se non il migliore) da comprare nella sua fascia di prezzo. Quest’anno OnePlus Nord 2 vuole ripartire dal successo dello scorso anno, ma facendo una scelta coraggiosa sul processore, permettendo a tutto lo smartphone di crescere rapidamente. Ma non al suo prezzo.

LEGGI ANCHE: Recensioni OnePlus

8.0

Confezione

All’interno della confezione di questo Nord 2 troviamo un cavo USB/USB-C, una cover in silicone semi trasparente con una grafica stilizzata di una bussola e un alimentatore da ben 65W.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

OnePlus Nord 2 è realizzato in vetro nella parte posteriore e in plastica invece sul suo profilo (i tasti però sono ancora una volta in metallo). In mano è tutto sommato relativamente compatto (considerando gli standard attuali) e si utilizza agilmente anche grazie a delle forme ben bilanciate. Non è poi troppo pesante con i suoi 189 grammi di peso. Il tasto di accensione è posizionato a destra e subito sopra troviamo il classico switch fisico per la suoneria. Il bilanciere per regolare il volume è invece posizionato a sinistra.

9.0

Hardware

Come abbiamo detto nell’introduzione OnePlus Nord 2 implementa all’interno un processore diverso dai “soliti” Snapdragon di fascia intermedia, ovvero il recente Mediatek Dimensity 1200-AI octa core da 3 GHz a 6nm e con processore grafico Mali G77 MC9. A lungo Mediatek ha vissuto un periodo in cui il suo nome era associato a scarsa qualità e scarse prestazioni. Quel periodo però sembra essere finito. Abbiamo già apprezzato vari smartphone con Mediatek Dimensity, ma questo è il primo con il top della gamma, ovvero il Dimensity 1200. Gli amanti dei benchmark apprezzeranno risultati Antutu non troppo sotto ad uno Snapdragon 888 (quasi 600.000 punti), ma quello che di più l’utente finale potrà apprezzare alla fine in uno smartphone di fascia media è il risparmio che l’azienda avrà probabilmente avuto e che ha potuto far sì che altri componenti fossero aggiornati (ovvero: la fotocamera).

Abbiamo poi ben 8 GB di RAM LPDDR4X e 128 GB di memoria interna UFS 3.1. Sarà commercializzata anche una versione 12/256 (che è quella che noi stiamo provando). Sempre con memoria non espandibile. La connettività è ovviamente 5G, abbiamo il chip NFC, il Wi-Fi ax dual band, il Bluetooth 5.2 e il lettore di impronte digitali ottico dentro al display: veloce e preciso. Connettività da top di gamma in sostanza. Non manca ovviamente lo switch fisico della suoneria ed è invece assente il jack audio per le cuffie (all’opposto di Nord CE). L’audio è stereo ed è in media con la categoria.

SCHEDA: OnePlus Nord 2

8.5

Fotocamera

OnePlus Nord 2 ribalta un po’ il concetto che uno smartphone di fascia media non possa avere una fotocamera al top (ma magari solo un display o un’autonomia). L’azienda ha infatti incluso in questo Nord 2 la fotocamera IMX766 di Sony da 50 megapixel che abbiamo anche su OnePlus 9 Pro e OPPO Find X3 Pro, quest’ultimo un vero camera phone. Questo non rende questo smartphone immediatamente un top camera phone, ma possiamo anticiparvi che lo rende indubbiamente uno dei migliori smartphone da scegliere se le foto sono una priorità e non si vuole spendere più di quanto chiesto per questo smartphone. Le foto con buona luce dal sensore principale, che gode anche di stabilizzazione ottica dell’immagine, sono veramente buone e al pari dei già citati top di gamma. Le foto rimangono molto buone anche al calare della luce ed è qui che si vede la grande differenza con gli altri top di gamma. La modalità notturna lavora molto bene e permette di realizzare scatti che gli altri smartphone si sognano. È però anche qui che troviamo differenze con i top di gamma. Il software forse può infatti essere affinato, visto che alcune foto in modalità notturna sono venute leggermente mosse.

Le altre due fotocamere faticano invece a sorprendere: 8 megapixel grandangolare (simpatica, ma non molto definita) e una 2 megapixel monocromatica per migliorare gli scatti in generale. Buona invece la 32 megapixel ƒ/2.45 che dimostra un rinnovato interesse (da parte di varie aziende) nell’offrire un minimo di attenzione anche nel campo dei selfie. Peccato per i video frontali sono in Full HD. Molto buoni i video in 4K dalla videocamera principale (anche se solo a 30fps). Il mix di stabilizzazione ottica e digitale svolge un ottimo lavoro, i colori sono definiti e i dettagli sono presenti in grande quantità. Deludente invece la grandangolare in FullHD@60: per qualche ragione incredibilmente tremolante (quando di solito è il sensore più stabile, avendo più campo su cui lavorare con la stabilizzazione elettronica).

9.0

Display

OnePlus Nord 2 è dotato di un ampio display da 6,43 pollici di diagonale, probabilmente lo stesso dello scorso anno. È ancora un Fluid AMOLED da 90 Hz con risoluzione FullHD+ (1080 x 2400 pixel). Ottima quindi la fluidità percepita e buona anche la luminosità e la resa complessiva. Il foro della fotocamera è adesso singolo e va quindi a rubare meno spazio alle notifiche.

9.0

Software

OnePlus Nord 2 è il primo ad arrivare sul mercato con OxygenOS 11.3, ovvero la prima versione del software OnePlus nata dallo sforzo congiunto con il nuovo team unico di sviluppo di OPPO. Non ci sono novità particolari, ma da un occhio attento si può notare come alcuni menù siano per esempio stati ridisegnati allo stesso modo, contenendo comunque le stesse opzioni di prima, dimostrazione del fatto che il codice di OxygenOS e ColorOS era comunque già molto simile anche in passato.

La OxygenOS si presenta comunque con tutte le sue caratteristiche vincenti: Zen Mode per disintossicarsi da un utilizzo troppo massiccio dello smartphone, tasto di accensione personalizzabile per Google Assistant, il menù raccoglitore Shelf, la sezione di app nascoste, le app parallele, il game space e vari miglioramenti per la riproduzione video. Il software è molto fluido (come sempre) e godrà di 3 anni di aggiornamenti di sicurezza e 2 nuovi aggiornamenti di Android (quindi fino ad Android 13).

8.0

Autonomia

Buon lavoro di OnePlus sulla parte dell’autonomia. La batteria cresce di circa un 10% e arriva a 4.500 mAh. Questo gli permette di garantire un’autonomia un po’ più solida nell’utilizzo medio-intenso e arrivare a fine giornata con maggiore tranquillità. Inaspettato il salto in avanti sulla velocità di ricarica che ora è al pari dei migliori smartphone premium. Parliamo di 65W che garantiscono una ricarica completa in 30 minuti.

8.0

Prezzo

OnePlus Nord 2 verrà venduto, nella sua configurazione base da 8/128, al prezzo di 399€, lo stesso dello scorso anno. Un ottimo prezzo per uno smartphone che offre vari spunti da top di gamma. In un mercato ricco di alternative approviamo la scelta di aver fatto di tutto per non alzare il prezzo di lancio.

Foto

L’articolo Recensione OnePlus Nord 2: è (di nuovo) lui quello da comprare (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Recensione OnePlus Nord 2: è (di nuovo) lui quello da comprare (foto e video)

Novità in vista per Zoom: arriva Zoom Events e il supporto ad app di terze parti

Con la pandemia, sempre più persone si sono ritrovate a dover lavorare da casa: per questo motivo, hanno visto un enorme successo le app di videochiamata e, su tutte, Zoom è sicuramente tra le più utilizzate.

LEGGI ANCHE: LG passa ad iPhone

L’azienda ha da poco annunciato due novità per il suo software: Zoom Events è la piattaforma pensata per aiutare le aziende (ma non solo) ad organizzare eventi di medie-grandi dimensioni. Si potranno infatti implementare funzioni quali la vendita di biglietti in maniera automatica o una chat che fornisca aiuto alle persone che vogliono partecipare agli eventi.

Seconda importante novità riguarda il supporto alle app di terze parti: dal tab Apps del software, si potranno scaricare tantissimi plugin per aggiungere funzioni alle videochiamate. Tra i contenuti già presenti sullo store troviamo Asana, gli sfondi di Pexels o anche il minigioco Heads Up. Per scaricare questi programmi aggiuntivi è necessaria l’ultima versione del client desktop.

L’articolo Novità in vista per Zoom: arriva Zoom Events e il supporto ad app di terze parti sembra essere il primo su AndroidWorld.


Novità in vista per Zoom: arriva Zoom Events e il supporto ad app di terze parti

Dimenticatevi PES: Konami svela eFootball, la simulazione calcistica gratis di nuova generazione

Konami annuncia eFootball. Sì, questo potrebbe davvero essere il saluto definitivo a PES, Pro Evolution Soccer, una delle pietre miliari dei giochi calcistici per PC e Console. eFootball, brand che aveva già debuttato da tempo a fianco di PES, diventa il nuovo brand globale per un’audience globale.

eFootball, realizzato con l’ausilio dell’Unreal Engine, arriverà questo autunno su PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X|S, Xbox One, Windows 10, Steam e, successivamente anche su Android e iOS con versioni a loro dedicate.

LEGGI ANCHE: Konami annuncia i nuovi card game ispirati a Yu-Gi-Oh!

E una delle più grandi novità riguarda senza dubbio il metodo di commercializzazione. eFootball sarà gratis su PC, console e dispositivi mobili. “Partendo dalle solide fondamenta dell’Unreal Engine, che ci ha permesso di ricreare e migliorare sensibilmente le espressioni dei giocatori, abbiamo apportato numerose modifiche per creare un nuovo motore grafico calcistico che sosterrà eFootball negli anni a venire”, commenta Seitaro Kimura, Konami Digital Entertainment Producer della serie eFootball.

“Grazie alla potenza offerta dalle console di nuova generazione e al lavoro svolto a stretto contatto con calciatori d’élite, eFootball offre il gameplay più intenso e realistico che abbiamo mai realizzato. Mostreremo il gameplay nel dettaglio il prossimo mese, quindi rimanete sintonizzati”.

Da quanto affermato da Konami, l’utilizzo dell’Unreal Engine ha permesso la creazione di un “nuovo motore calcistico” che ha permesso di revisionare e migliorare anche le animazioni. La nuova tecnologia denominata “Motion Matching” si occuperà di convertire la vasta gamma di movimenti che i calciatori eseguono in campo in una serie di animazioni selezionando quella più accurata in tempo reale. Tale tecnologia garantirà un numero di animazioni quattro volte superiori a quelle ottenute nei capitoli precedenti. Motion Matching sarà usato su tutte le piattaforme, compreso PC e dispositivi mobili. Non solo next-gen quindi!

Uscita e novità in arrivo

L’uscita di eFootball 2022 è fissata per questo autunno. Konami ha già redatto anche una timeline dei principali aggiornamenti in arrivo:

  • Inizio autunno:
    • Esperienza di gioco rivoluzionata supportata dall’Unreal Engine
      Matchmaking cross-generation (PlayStation 5 vs. PlayStation 4, Xbox Series X|S vs. Xbox One, ecc.)
    • Match in locale con FC Barcelona, Juventus, FC Bayern, Manchester United e altri club
  • Autunno:
    • Matchmaking cross-platform tra console e PC (PlayStation 5 vs. Xbox Series X|S, PlayStation 5 vs. PC Steam, ecc)
    • Modalità Team Building (Nome da confermare) disponibile – costruite il vostro team acquistando giocatori
    • Campionati Online (Nome da confermare) disponibile – scendete in campo con la vostra squadra per competere a livello mondiale
    • Sistema Match Pass – guadagnate oggetti e giocatori giocando a eFootball
  • Inverno:
    • Aggiunta del supporto ai controller per Android e iOS
    • Matchmaking cross-platform completo tra tutte le piattaforme disponibili, inclusi Android e iOS quando utilizzati con un controller compatibile.
    • Inizio tornei eSport professionali e amatoriali

Insomma, eFootball continuerà ad aggiornare ed evolversi aggiungendo via via nuovi contenuti, DLC e tanto altro.

Edizione fisica

Non ci sarà una versione fisica di eFootball. Si tratta di un titolo digital-only.

Prezzo

Come già accennato, eFootball sarà un titolo free-to-play su tutte le piattaforme previste. Di conseguenza il download sarà gratuito, e saranno presenti microtransazioni opzionali. Alcune modalità di gioco saranno disponibili in futuro come DLC a pagamento.

Si potrà quindi costruire la versione del gioco che più aggrada il giocatore, optando per acquistare o meno pacchetti comprensivi di modalità. Di base comunque il gioco sembra offrire già molto. Non dimentichiamoci che si tratta pur sempre di un titolo gratuito.

Versione Android e iOS

Una delle più grandi novità riguarderà non solo la presenza di una controparte Android e iOS simile in tutto e per tutto a quella PC e Console, ma anche l’arrivo del cross-platform! Sì, i giocatori Android e iOS potranno competere contro quelli delle altre piattaforme, solo ed esclusivamente però sfruttando un controller compatibile. Se ne riparla dunque nei mesi invernali, stando alla roadmap pubblicata da Konami. Inoltre la tecnologia Motion Matching sarà sfruttata anche sui dispositivi mobili.

eFootball 2022 Trailer

Screenshot

L’articolo Dimenticatevi PES: Konami svela eFootball, la simulazione calcistica gratis di nuova generazione sembra essere il primo su AndroidWorld.


Dimenticatevi PES: Konami svela eFootball, la simulazione calcistica gratis di nuova generazione

Google estende l’assistenza per alcuni problemi legati al Pixel 4 XL, ma solo in alcuni paesi

Gli ultimi modelli di Pixel lanciati da Google non hanno ottenuto il successo che l’azienda si aspettava, ma ora l’azienda sta cercando di limitare il malcontento tra i clienti grazie all’assistenza post vendita. L’azienda di Mountain View, a distanza di quasi un anno dallo stop alle vendite di Pixel 4 e il Pixel 4 XL sul proprio store ufficiale (ma resta disponibile tramite rivenditori terzi), ha infatti comunicato che riparerà gratuitamente il solo modello XL fino ad un anno dopo la scadenza della garanzia, ma solamente negli Stati Uniti, Singapore, Canada, Giappone e Taiwan.

LEGGI ANCHE: Curiosi di conoscere la nuova MIUI 13?

Google ha lanciato questo programma di riparazione esteso per la versione più grande del suo dispositivo di punta del 2019, ma coprirà solamente specifici problemi legati all’alimentazione. In particolare, i problemi dovranno essere legati all‘impossibilità di accendere il telefono oppure alla ricarica con un adattatore o un caricatore wireless. Qualche speranza ci sarà anche per i dispositivi che continuano a riavviarsi o a spegnersi senza motivo e per le batterie che si scaricano molto più velocemente di prima.

Come già detto, tutto questo sarà purtroppo possibile solamente nei seguenti paesi: Stati Uniti, Singapore, Canada, Giappone e Taiwan. Per maggiori informazioni, i clienti dovranno recarsi sulla pagina dedicata di Google che spiega come approfittare del programma in base alla propria località. Negli Stati Uniti, per esempio, si dovrà portare il dispositivo in una sede uBreakiFix oppure accedere al sito web del centro riparazioni di Google per iniziare il processo.

L’articolo Google estende l’assistenza per alcuni problemi legati al Pixel 4 XL, ma solo in alcuni paesi sembra essere il primo su AndroidWorld.


Google estende l’assistenza per alcuni problemi legati al Pixel 4 XL, ma solo in alcuni paesi

Xiaomi Mi 11 Ultra si aggiorna e diventa letteralmente più freddo

Xiaomi ha voluto davvero fare le cose in grande con Mi 11 Ultra: lo smartphone, oltre ad essere davvero potente per quanto riguarda l’hardware, possiede un secondo schermo posto sul retro e un vistoso gruppo di fotocamere con innovativi sensori Quad Bayer.

LEGGI ANCHE: Trapelano le specifiche di Xiaomi Mi MIX 4

Nonostante questo, non si può certo dire che non vi siano stati problemi per lo smartphone: in particolare, molti utenti hanno notato evidenti problemi di surriscaldamento del processore Snapdragon 888. Fortunatamente però gli sviluppatori dell’azienda cinese sembrano aver trovato una soluzione: con un nuovo aggiornamento della MIUI (versione 12.21.7.14), la temperatura del SoC sembra essersi ridotta di parecchio e si parla di 5 gradi in meno rispetto alla precedente versione in situazioni di utilizzo analoghe.

Purtroppo non è stato spiegato dal punto di vista tecnico come ci siano riusciti, ma i risultati sembrano davvero sorprendenti. Al momento l’aggiornamento è in rollout solo sui dispositivi cinesi, ma contiamo di vederlo anche per gli utenti italiani in tempi brevi.

L’articolo Xiaomi Mi 11 Ultra si aggiorna e diventa letteralmente più freddo sembra essere il primo su AndroidWorld.


Xiaomi Mi 11 Ultra si aggiorna e diventa letteralmente più freddo

Offerte Trony “Sconti Roventi” 17-23 luglio: Redmi 9T, OPPO A94 e tanti Smart TV

Nuovo rinnovo delle offerte firmate Trony per il mese di luglio 2021. Infatti, la catena italiana dell’elettronica ha rinfrescato i ribassi della settimana sotto il nome di “Sconti Roventi”, una promo che andrà avanti fino al 23 luglio 2021.

Come funziona? Su base settimanale, la nota catena italiana dell’elettronica rimpolpa le categorie di vendita con una varietà di sconti validi, appunto, solo online. Alcuni prodotti promozionati prevedono il pagamento in 20 rate a Tasso 0% e la spedizione gratuita, laddove segnalato.

LEGGI ANCHE: Iscriviti al nostro canale Telegram delle offerte!

Questa settimana tornano ancora una volta gli Smart TV, con modelli delle migliori marche quali Samsung, Hisense e LG, ma ci sono anche smartphone come Redmi 9T a 169€ e OPPO A94 a 289€, e smartwatch come l’Amazfit GTS 2 a 139€.

La lista completa delle offerte è disponibile facendo clic sul bottone poco sotto, seguito da una selezione di prodotti di questo ultimo rinnovo, anche se vi consigliamo di visionare l’intero catalogo, specie se siete alla ricerca di piccoli o grandi elettrodomestici.

OFFERTE TRONY

CANALE TELEGRAM DELLE OFFERTE

ALTRE OFFERTE SU AMAZON

Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

L’articolo Offerte Trony “Sconti Roventi” 17-23 luglio: Redmi 9T, OPPO A94 e tanti Smart TV sembra essere il primo su AndroidWorld.


Offerte Trony “Sconti Roventi” 17-23 luglio: Redmi 9T, OPPO A94 e tanti Smart TV