Samsung Galaxy S7 e S7 Edge ai titoli di coda: non riceveranno più gli aggiornamenti di sicurezza

Anche le avventure più belle, prima o poi, giungono al termine. Come quella di Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge, gli smartphone top di gamma di Samsung per la prima parte del 2016, che non riceveranno più aggiornamenti software.

I loro nomi sono infatti scomparsi dalla lista di dispositivi Samsung che ricevono aggiornamenti di sicurezza trimestrali, a seguito dell’update comprensivo delle patch di sicurezza di marzo 2020, rilasciato poche settimane fa. A meno di un inatteso dietrofront, si è dunque trattato del capitolo conclusivo della loro epopea.

LEGGI ANCHE: I prossimi bizzarri Galaxy Buds di Samsung

Usciti sul mercato con a bordo Android 6.0 Marshmallow, Samsung li ha aggiornati fino alla versione 8.0 Oreo, per poi proseguire soltanto con gli aggiornamenti di sicurezza, fino al mese scorso. Qualche lettore all’ascolto che possiede e utilizza ancora uno dei Galaxy S7?

L’articolo Samsung Galaxy S7 e S7 Edge ai titoli di coda: non riceveranno più gli aggiornamenti di sicurezza sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Dalla Svezia arriva la batteria protonica: ecologica, si ricarica in pochi secondi e non perde capacità nel tempo

Ormai sono anni che le batterie, ossia i dispositivi in grado di accumulare e conservare la carica elettrica, rappresentano uno dei maggiori colli di bottiglia per lo sviluppo tecnologico. Dagli smartphone alle auto elettriche, le batterie rappresentano una delle sfide più grandi per ingegneri e scienziati che in tutto il mondo stanno cercando soluzioni che possano fornire energia in quantità, a lungo e senza troppe complicazioni nella costruzione e nell’uso, mantenendo compatte le dimensioni e magari anche eco-sostenibili.

La notizia di oggi è che dei ricercatori dell’università di Uppsala in Svezia, sono riusciti a mettere a punto un prototipo di batteria protonica che si può ricaricare in pochi secondi senza il supporto dell’elettronica avanzata – come avviene invece con le comuni batterie al litio. Si tratta di un’invenzione con le carte in regola per iniziare una nuova rivoluzione visto che è completamente realizzata con materiali organici (per la precisione chinoni, composti del carbonio, presenti in abbondanza in natura, e soluzione acquosa acida come elettrolita) che la rendono priva di rischi di esplosione o incendio.

LEGGI ANCHE: Il nostro confronto tra le fotocamere degli ultimi top di gamma

La ricarica può avvenire tramite una cella solare e riesce ad operare fino a 500 cicli di carica/scarica senza perdita significativa di capacità elettrica. Come se tutto ciò fosse poco, la batteria protonica non è influenzata nelle sue prestazioni dalla temperatura ambientale – al contrario delle altre batterie che invece perdono capacità a basse temperature – riuscendo ad operare in maniera immutata fino a -24°. Molte speranze circondano questa invenzione che speriamo si trasformi in realtà il prima possibile.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Dalla Svezia arriva la batteria protonica: ecologica, si ricarica in pochi secondi e non perde capacità nel tempo sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Arriva il servizio di 1.1.1.1 che blocca malware e contenuti per adulti: la novità di Cloudflare per le famiglie

Da diverso tempo ormai Cloudflare ha lanciato 1.1.1.1, il suo servizio DNS che promette maggior privacy e maggiore rapidità nella navigazione web. Sempre in questo ambito, l’azienda nelle ultime ore ha lanciato una novità per le famiglie.

Si chiama 1.1.1.1 for families e consiste in un servizio del popolare DNS che si offre di bloccare automaticamente i potenziali malware e contenuti per adulti durante la navigazione web. Per strutturare i nuovi DNS Cloudflare ne ha creati di nuovi: 1.1.1.2 per coloro che sono interessati a bloccare automaticamente i malware e 1.1.1.3 per coloro che sono interessati al blocco automatico dei contenuti per adulti.

LEGGI ANCHE: Logitech StreamCam, la recensione

Cloudflare ha riferito di usare delle infrastrutture dati solide per categorizzare i contenuti da selezionare, simili a Google SafeSearch per la discriminazione dei contenuti per adulti. Attraverso le istruzioni seguenti potete configurare i nuovi DNS per il vostro router:

Per IPv4:

Solo blocco dei malware
Primary DNS: 1.1.1.2
Secondary DNS: 1.0.0.2

Blocco dei malware e dei contenuti per adulti
Primary DNS: 1.1.1.3
Secondary DNS: 1.0.0.3

Per IPv6:

Solo blocco dei malware
Primary DNS: 2606:4700:4700::1112
Secondary DNS: 2606:4700:4700::1002

Blocco dei malware e dei contenuti per adulti
Primary DNS: 2606:4700:4700::1113
Secondary DNS: 2606:4700:4700::1003

Cloudflare ha anche promesso che altre novità arriveranno per la navigazione web in famiglia: queste consisteranno in filtri specifici da applicare ai DNS per permettere la navigazione su social network in specifiche fasce orarie.

L’articolo Arriva il servizio di 1.1.1.1 che blocca malware e contenuti per adulti: la novità di Cloudflare per le famiglie sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

I pennuti arrabbiati sono inarrestabili: Angry Birds Legends è in arrivo su Android (foto)

Angry Birds è la serie di gioco che ha fatto la sua storia sui dispositivi mobili, presente sulla piattaforma Android sin dagli albori dove ormai offre diversi capitoli del gioco. Nelle ultime ore sono emersi dettagli online relativi ad un ulteriore titolo della popolare Rovio.

Si chiamerà Angry Birds Legends il nuovo gioco per dispositivi mobili con protagonisti i famosi pennuti arrabbiati. Si tratta di un RPG che, secondo la descrizione fornita dalla pagina dedicata sul Play Store, comprenderà diversi personaggi da collezionare.

LEGGI ANCHE: confronto tra i top camera-phone del momento

Ci aspettiamo Angry Birds Legends sia per Android che per iOS. Al momento sembra non essere disponibile per il nostro paese, secondo PocketGamer sarebbe disponibile in beta solo in Regno Unito, Svezia e Finlandia. Vi terremo aggiornati sulla sua disponibilità in Italia.

L’articolo I pennuti arrabbiati sono inarrestabili: Angry Birds Legends è in arrivo su Android (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Le notifiche indesiderate quando si trasmette da app Android TV verranno rimosse: le ricevete anche voi? (aggiornato: arriva il fix)

Tra i tanti servizi che offre Google troviamo Android TV, la piattaforma dedicata al segmento delle TV e che è interfacciabile con i dispositivi Android grazie alle app ad esse dedicate sul Play Store. A tal proposito nelle ultime ore è emerso un problema che coinvolge le notifiche.

Il “problema” consiste nella ricezione della classica notifica “Un dispositivo sta trasmettendo attraverso la tua rete Wi-Fi” al momento della trasmissione di un contenuto alla propria TV mediante un’app Android TV, su tutti i dispositivi connessi alla stessa rete Wi-Fi. Chi è un fedele utente Chromecast ha già capito di cosa stiamo parlando. La notifica è stata segnalata da diversi utenti possessori di NVIDIA Shield TV, ma presumiamo che accada con qualsiasi dispositivo basato su Android TV.

LEGGI ANCHE: arriva la DP 2.1 di Android 11

Le notifiche arrivano a prescindere dal servizio che si sta usando su Android TV: ad esempio sono state segnalate con l’uso di Disney+, Kodi, Netflix, Plex, Tidal e YouTube TV. Android Police ha interpellato Google in merito e ha ricevuto la conferma che questa tipologia di notifiche non è voluta su Android TV.

Il team di sviluppo in Google lavorerà per rimuovere questa tipologia di notifiche, probabilmente tramite un prossimo aggiornamento software.

Aggiornamento04/04/2020 ore 18:35

Torniamo ad aggiornarvi perché, secondo quanto riferito da Android Police, Google avrebbe avviato il rilascio del fix software alla proposizione delle notifiche che abbiamo descritto sopra. Al momento non sappiamo secondo quale criterio Google stia distribuendo l’aggiornamento.

L’articolo Le notifiche indesiderate quando si trasmette da app Android TV verranno rimosse: le ricevete anche voi? (aggiornato: arriva il fix) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Nuova promozione Samsung all’orizzonte: rimborsi fino a 200€ su smartphone, tablet, smartwatch e auricolari

Secondo le ultime indiscrezioni, a partire da lunedì 6 aprile Samsung lancerà una nuova promozione sul suolo italiano, denominata Più vicini con Galaxy. Lo slogan fa riferimento a questo periodo in cui siamo costretti a norme di distanziamento sociale, che possono essere superate virtualmente con l’ausilio della tecnologia.

La promozione consisterà in rimborsi (cashback) fino a 200€ – sotto forma di bonifici bancari – per chi acquisterà, entro il 19 aprile 2020, i dispositivi eleggibili per la promozione. Si tratta di diversi modelli di smartphone, tablet, smartwatch e auricolari, di recente uscita sul mercato e per tutte le tasche. Ma andiamo a vederli più nel dettaglio, insieme ai relativi rimborsi.

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung Galaxy Note 10

Smartphone

  • Galaxy Note 10+ (N975F): rimborso di 200€
  • Galaxy Note 10 (N970F): rimborso di 200€
  • Galaxy Note 10+ 5G (N976B): rimborso di 200€
  • Galaxy S10+ (G975F): rimborso di 100€
  • Galaxy S10 5G (G977B): rimborso di 100€
  • Galaxy S10 (G973F): rimborso di 100€
  • Galaxy S10 Lite (G770F): rimborso di 100€
  • Galaxy Note 10 Lite (N770F): rimborso di 100€
  • Galaxy A71 (A715F): rimborso di 80€
  • Galaxy A51 (A515F): rimborso di 80€

Tablet

  • Galaxy Tab S6 10.5 LTE 128GB (T865N): rimborso di 100€
  • Galaxy Tab S6 10.5 WiFi 128GB (T860N): rimborso di 100€
  • Galaxy Tab S5e 10.5 LTE 64GB (T725N): rimborso di 100€
  • Galaxy Tab S5e 10.5 WiFi 64GB (T720N): rimborso di 100€

Smartwatch

  • Galaxy Watch Active 2 Aluminium 44 BT (R820NZ): rimborso di 80€
  • Galaxy Watch Active 2 Aluminium 40 BT (R830NZ): rimborso di 80€
  • Galaxy Watch Active 2 LTE (R825F): rimborso di 80€
  • Galaxy Watch LTE (R805F): rimborso di 80€
  • Galaxy Watch Active (R500N): rimborso di 80€
  • Galaxy Watch 46mm BT (R800N): rimborso di 80€
  • Galaxy Watch 42mm BT (R810N): rimborso di 80€

Auricolari

  • Galaxy Buds+ (R175N): rimborso di 50€

I negozi aderenti alla promozione Samsung, oltre allo store online del produttore stesso, saranno: Mediaworld, Euronics, Trony, Expert, Comet, Bytechno, Monclick, Bennet, Carrefour, Esselunga, Auchan, Il Gigante, COOP, Panorama, Iperal, App Mediolanum, Home Banking Intesa San Paolo e Banca Agricola Popolare di Ragusa. In più, anche alcuni operatori telefonici aderiranno all’iniziativa, fra cui TIM (anche store TIM Retail), Vodafone, WindTre e Fastweb. In conclusione, sottolineiamo nuovamente che, per ora, si tratta ancora di indiscrezioni, che dovranno essere confermate direttamente da Samsung stessa.

OFFERTE SU AMAZON

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Nuova promozione Samsung all’orizzonte: rimborsi fino a 200€ su smartphone, tablet, smartwatch e auricolari sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Per OnePlus 8 c’è ancora un poco da attendere, nel frattempo potete scaricare uno dei suoi nuovi sfondi (foto)

Mancano poco meno di due settimane alla presentazione dei prossimi OnePlus 8 e l’attesa non potrebbe essere più snervante. La cerimonia ufficiale avverrà online il prossimo 14 aprile (ore 17:00 italiane) e in questi giorni di quarantena forzata probabilmente anche voi a casa avrete la sensazione che non arrivi mai.

Per consolarvi un minimo tutto quello che possiamo fare è riportarvi tutte le indiscrezioni che trapelano e continuano ad arrivare sui nuovi modelli, che quest’anno dovrebbero essere ben tre. Oggi vi proponiamo quindi uno dei nuovi sfondi che arriveranno insieme agli smartphone.

LEGGI ANCHE: Il nostro confronto fotografico tra gli ultimi top di gamma

È uno solo, quello visto negli ultimi render, ma la fonte – il noto leaker Ishan Agarwal – promette che presto arriveranno anche gli altri (e li troverete sempre qui). Lo potete trovare nella sua risoluzione massima al momento disponibile (578 x 1.326 pixel) nella galleria qui sotto, cliccando su “File Originale”. Non abbiamo altri dettagli, ma sembra che pure stavolta l’immagine sia opera di Hapuss Olsson, l’artista grafico che realizza gli iconici wallpaper dell’azienda cinese.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Per OnePlus 8 c’è ancora un poco da attendere, nel frattempo potete scaricare uno dei suoi nuovi sfondi (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

L’app Samsung Gallery si aggiorna: miglioramenti per Single Take, al momento esclusiva di Galaxy S20 (foto)

Samsung ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento per Samsung Gallery, quella che è essenzialmente l’app Galleria ufficiale sui suoi dispositivi Android, introducendo dei miglioramenti per Single Take.

La nuova versione di Samsung Gallery fa riferimento alla build 11.1.01.3: il changelog include la sola voce relativa al miglioramento di Single Take, la funzionalità che propone lo scatto migliore realizzato selezionandolo, con il supporto dell’intelligenza artificiale, tra una serie di scatti dello stesso contesto. La funzionalità, insieme a tante altre relative al comparto video e fotografico, stanno arrivando anche sulla serie Galaxy S10 e Note 10 attraverso l’aggiornamento software che introdurrà la One UI 2.1.

LEGGI ANCHE: Huawei P40 Pro, la recensione

L’aggiornamento per Samsung Gallery è attualmente in fase di distribuzione automatica attraverso il Galaxy Store. Presumiamo che entro i prossimi giorni il rollout raggiunga tutti i dispositivi interessati.

L’articolo L’app Samsung Gallery si aggiorna: miglioramenti per Single Take, al momento esclusiva di Galaxy S20 (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Il vero successore di Galaxy Fold potrebbe arrivare insieme ai Note 20 e condividerne l’asso nella manica (foto e video)

Il mondo della tecnologia continua ad immaginare il vero successore di Galaxy Fold, primo dispositivo pieghevole lanciato sul mercato da Samsung. Il recente Galaxy Z Flip appartiene infatti ad un’altra tipologia di prodotto, chiamata ad affiancare il primo paradigma, non certo a sostituirlo. Dopo il primo concept che vi abbiamo mostrato qualche giorno fa, oggi è il turno di un altro, che presenta diverse analogie, ma che tenta anche di rimanere di più con i piedi per terra.

Un punto su cui tutti sono d’accordo è che l’il display pieghevole (da 7,7 pollici?) riproporrà fedelmente concetto e proporzioni del primo Galaxy Fold, non la differenza che la fotocamera anteriore questa volta sarà incastonata in un piccolo e discreto foro, al posto dell’ampio notch della prima generazione. Lo stesso vale per il display secondario esterno, qui di dimensioni più ridotte rispetto a quanto immaginato nel primo concept, sulla falsariga di quanto visto sul Fold originale.

LEGGI ANCHE: Motorola razr (2020), la recensione

Le fotocamere principali dovrebbero essere mutuate dagli attuali smartphone top di gamma di Samsung, sia nelle specifiche, sia nella forma rettangolare del modulo. In totale, il colosso coreano potrebbe disseminare il nuovo Galaxy Fold di ben 6 sensori: 3 principali, 2 posizionati superiormente al display esterno e una nel foro collocato nel display principale pieghevole.

Ma il vero cavallo di battaglia del nuovo pieghevole di Samsung potrebbe essere l’adozione della S-Pen. Si ipotizza infatti che il nuovo dispositivo potrebbe essere presentato e lanciato nello stesso periodo dei nuovi Galaxy Note 20, in modo anche da sottolineare la parentela fra i nuovi prodotti e sancirne, chissà, una specie di passaggio di consegne per il futuro.

Galaxy Fold 2 – che, a questo punto, potremmo anche chiamare Galaxy Note Fold – sulla carta sarebbe il dispositivo ideale per sfruttare le potenzialità della S-Pen, data la sua natura ibrida che, all’occorrenza, lo trasforma da tablet a smartphone. Permangono però alcuni dubbi sulle sollecitazioni che il tratto del pennino potrebbe attuare sul fragile display pieghevole. Memore della figuraccia dell’anno passato, siamo sicuri che Samsung ci penserà molto bene prima di lanciarsi in soluzioni troppo ardite.

Per il resto, Let’s Go Digital e Concept Creator immaginano una nuova cerniera minuziosamente ingegnerizzata per scongiurare le problematiche emerse nella prima generazione di Galaxy Fold, oltre a specifiche da super top di gamma, ovviamente con tanto di connettività 5G.

Video Concept

Immagini Concept

L’articolo Il vero successore di Galaxy Fold potrebbe arrivare insieme ai Note 20 e condividerne l’asso nella manica (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Samsung aggiorna Always On Display risolvendo alcuni fastidiosi bug (foto)

Samsung sta rilasciando in queste ore un aggiornamento (versione 5.2.05.8) che riguarda l’applicazione Always On Display presente su tanti dei suoi dispositivi, andando a risolvere alcuni fastidiosi bug.

Primo fra tutti quello che portava lo sfondo a colorarsi di grigio quando lo smartphone era connesso ad una tastiera bluetooth. Risolto anche il problema di visualizzazione che causava una scarsa leggibilità delle impostazioni con certi temi scuri.

LEGGI ANCHE: Volete Huawei P40? Ecco quando conviene acquistarlo!

Infine, sono stati apportati dei miglioramenti allo stile di layout di alcuni orologi. A quanto si apprende, l’aggiornamento non è legato solo agli smartphone con One UI 2.1, pertanto vi invitiamo a controllare la disponibilità voi stessi manualmente tramite le impostazioni dell’AOD, alla voce “Info su Always On Display“.

L’articolo Samsung aggiorna Always On Display risolvendo alcuni fastidiosi bug (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Recensione Xiaomi Mi 10 Pro: un nuovo livello di Xiaomi (foto e video)

Ad un anno dal lancio del suo top di gamma precedente Xiaomi torna sul mercato con il suo nuovo gioiello Mi 10, che quest’anno è disponibile da subito anche in variante Pro di cui parliamo oggi.

LEGGI ANCHE: Migliori smartphone Android

Confezione

Non abbiamo ricevuto la confezione e quindi non possiamo valutare il contenuto.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

Dal punto di vista costruttivo Xiaomi Mi 10 Pro si allinea all’elevata qualità di buona parte dei nuovi top di gamma 2020. In un momento in cui tutti gli smartphone si somigliano questo Mi 10 Pro mantiene comunque un minimo di caratterizzazione Xiaomi, almeno sul posteriore, con le fotocamere allineate in verticale, il cerchio attorno alla fotocamera principale e un design leggermente stondato su ogni curva. Ci è piaciuto moltissima la nuova finitura satinata del vetro posteriore che al tatto è estremamente piacevole e sopratutto non trattiene affatto le impronte digitali, cosa che non è affatto un dettaglio da poco per uno smartphone di questa fascia di prezzo. In mano l’utilizzo ad una mano è sconsigliato, benché non del tutto impossibile per certe operazioni. Non è particolarmente scivoloso, nonostante il retro molto oleofobico, però le dimensioni rimangono importanti e così anche il peso (208 grammi). Peccato per l’assenza di impermeabilità che su un top di gamma di questa fascia è qualcosa che ci saremmo sicuramente aspettati.

8.5

Hardware

Mi 10 Pro ha l’hardware da top di gamma che ci saremmo aspettati da questo prodotto. Ha il potentissimo Snapdragon 865 octa core da 2,84 GHz con GPU Adreno 650 e 8 GB di RAM LPDDR5.  La memoria interna è solo da 256 GB, ma quantomeno è in tecnologia UFS 3.0. Peccato che questa memoria non sia espandibile e che questo possa essere un limite per qualcuno visto l’unico taglio di memoria. La connettività è al top: LTE e 5G (Sub6), Wi-Fi 6, Bluetooth 5.1 e chip NFC. È presente anche la porta ad infrarossi ed il supporto dual nanoSIM, mentre non è presente il supporto alle SIM virtuali eSIM. Segnaliamo invece la mancanza di jack audio per le cuffie, della radio FM e di uscita video tramite USB-C 3.1. In tal senso forse si poteva fare qualcosa in più per completare l’hardware. Dove invece si è fatto tanto e bene è nell’audio del telefono. Lo smartphone è dotato infatti di due speaker stereo sui due lati corti e per una volta, dopo veramente tanto tempo, non si fa quindi uso della capsula auricolare a supporto dello speaker inferiore, ma abbiamo un vero audio stereo, oltre che potente e con un suono più completo della concorrenza. Per quanto riguarda gli sblocchi biometrici l’unico davvero sicuro rimane il lettore di impronte digitali ottico sotto al display, fra i più veloci e precisi in circolazione.

SCHEDA: Xiaomi Mi 10 Pro

8.5

Fotocamera

Come da tradizione degli ultimi top di gamma 2020 anche Mi 10 Pro è dotato di più fotocamere, in questo caso ben quattro. Il sensore principale è una fotocamera da 108 megapixel ƒ/1.7 stabilizzata otticamente e che in modalità automatica scatta immagini a 27 megapixel. Il secondo sensore è una fotocamera grandangolare da 20 megapixel capace di realizzare scatti grandangolari, anche se questo grandangolo non è spinto come altri concorrenti. Gli altri due sensori sono due lenti zoom. Per la precisione una è una lente equivalente 5X e l’altra equivalente 2X che viene pubblicizzata principalmente per i ritratti. Questa è una fotocamera da 12 megapixel, mentre la zoom è una 8 megapixel, entrambe ƒ/2.0.

Dalle nostre prove abbiamo visto come la fotocamera di Mi 10 Pro sia una delle fotocamere più equilibrate fra i top di gamma 2020. Di diritto entra nell’albo dei migliori cameraphone 2020, proseguendo da dove eravamo rimasti con Mi Note 10 e un balzo decisamente in avanti rispetto a Mi9. Le immagini sono ricche di dettagli e le molte fotocamere permettono di avere scatti al meglio nelle varie condizioni. Il bilanciamento del bianco è risultato molto buono, così come anche la definizione generale e la messa a fuoco. In tal senso non perfetto, ma comunque molto buono. Tre le impostazioni troviamo anche la modalità di scatto a 108 megapixel (che perde HDR, AI e scatta più lentamente), la modalità ritratto, la modalità pro (con anche scatto in RAW a 27 megapixel) e una buona modalità notturna, che funziona molto bene la notte ma non è perfetta al buio totale (quando scattare però è solo un esercizio di stile).

Discreti i video, che però non raggiungono la qualità di altri concorrenti. Si registrano al massimo in 4K a 60fps, ma bisogna scendere fino al FullHD a 30fps per avere una stabilizzazione degna di questo nome. Per la stessa ragione scende a questa risoluzione/framerate anche i filmati registrati in modalità ultra stabile. Anche la fotocamera frontale in tal senso non stupisce e arriva solo fino al FullHD a 30 fps. Belli i video in 8K dalla fotocamera principale, ma anche questo poco stabilizzati. Bene invece le foto in modalità selfie dal sensore frontale da 20 megapixel ƒ/2.0 integrato all’interno del foro.

9.0

Display

Mi 10 Pro è dotato di un bellissimo pannello da 6,67 pollici FullHD+ (1080 x 2340 pixel) Super AMOLED. Si tratta di uno schermo da vero top di gamma e a cui fatichiamo a trovare dei difetti. Per qualcuno questo difetto potrebbe essere i lati leggermente curvi, che qualcuno di voi sappiamo non apprezzare. Si tratta comunque di un pannello di fascia molto alta, con supporto all’HDR10+, ottimi contrasti e luminosità e anche un refresh rate di 90 Hz. Non ci sentiamo di condannare l’assenza dei 120 Hz di refresh rate, considerando che la differenza a livello di percezione è minima. Lo schermo supporta poi un always-on abbastanza completo e personalizzabile ma che comunque non mostra le icone di tutte le notifiche in arrivo, ma solo quelle di certe app. La fotocamera frontale va a creare ovviamente un piccolo foro in alto a sinistra, dentro la quale è alloggiata, ma non l’abbiamo trovata particolarmente fastidiosa nell’utilizzo quotidiano.

8.5

Software

Xiaomi Mi 10 Pro arriva sul mercato con MIUI 11.0.7 e Android 10 aggiornato con le patch di marzo 2020 al momento in cui stiamo scrivendo la recensione. La MIUI è ormai estremamente matura anche se, come diciamo spesso, forse ci vorrebbe qualche passo in avanti un po’ più coraggioso per realizzare qualcosa di davvero nuovo. In termini di funzioni abbiamo però quasi tutto quello che ci aspetteremmo. Abbiamo la modalità scura (programmabile), il solito ottimo tool per la sicurezza, i temi, la modalità ad una mano il secondo spazio e un tool per massimizzare le prestazioni nei videogiochi. Il sistema, come da tradizione Xiaomi, è estremamente fluido e non mostra mai segni di rallentamenti. Il tutto rimane godibile anche graficamente e con vari spunti interessanti nascosti nei meandri delle impostazioni di sistema.

8.0

Autonomia

Xiaomi Mi 10 Pro ha una batteria da 4.500 mAh che garantisce buona autonomia, anche con lo schermo impostato a 90Hz. È probabilmente questa la scelta che ha spinto l’azienda a non optare per un pannello da 120 Hz. Oltre a riuscire ad arrivare abbastanza tranquillamente a sera con qualsiasi utilizzo abbiamo a disposizione anche la ricarica super rapida a 50W e anche quella wireless a 30W. Per la prima volta su uno smartphone Xiaomi arriva anche la ricarica wireless inversa a 5W.

5.5

Prezzo

Xiaomi Mi 10 Pro alza l’asticella del prezzo e non di poco. Parliamo di 999€, allineati al mercato globale ma tanti se paragoniamo questo prezzo con quello dell’unico Mi9 del 2019, ovvero 449€. Certo, la qualità è salita vertiginosamente e il processore Snapdragon 865 5G ha alzato i prezzi di tutti i top di gamma, ma Xiaomi può già permettersi di lanciare uno smartphone a questo prezzo?

Foto

L’articolo Recensione Xiaomi Mi 10 Pro: un nuovo livello di Xiaomi (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Spezzare la monotonia delle colorazioni di Galaxy S20 Ultra? Samsung ci sta pensando

Galaxy S20 Ultra è il fiore all’occhiello della nuova famiglia di smartphone top di gamma targata Samsung, un dispositivo che si spinge oltre i confini di quanto di meglio abbia da offrire la tecnologia odierna, ma c’è anche un aspetto sotto il quale non si può dire che brilli particolarmente. E no, non ci riferiamo al prezzo di listino.

Samsung ha deciso di lanciare il suo modello di punta in sole due colorazioni, entrambe ben poco sgargianti e giovanili: una nera e una grigia. Se gli amanti dei look sobri non hanno di che lamentarsi, c’è chi invece preferirebbe qualche slancio più ardito. E il produttore coreano potrebbe presto accontentare questi ultimi.

LEGGI ANCHE: Confronto Galaxy S20 vs. S20+ vs. S20 Ultra

Secondo Ice universe infatti, sarebbe in arrivo una nuova colorazione per Galaxy S20 Ultra. Tuttavia, il celebre leakster al momento non ha voluto sbilanciarsi in ulteriori indizi, forse perché nemmeno lui ha ricevuto dettagli certi dalle sue fonti. Staremo dunque a vedere che cosa bolle nel pentolone di Samsung, ma intanto diteci voi quale colorazione desiderereste di più.

L’articolo Spezzare la monotonia delle colorazioni di Galaxy S20 Ultra? Samsung ci sta pensando sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Pokémon Go si evolve con l’emergenza: tutte le novità introdotte per incoraggiarvi a giocare in casa

Il periodo di particolare emergenza sanitaria che stiamo vivendo sta modificando tante delle nostre abitudini e tra queste sono incluse anche il modo di approcciarsi ai videogiochi. I contenuti come Pokémon Go ne risentono particolarmente, visto che per loro natura prevedono l’interazione con altri utenti e con altri ambienti.

Niantic ha appena comunicato ufficialmente i cambiamenti introdotti in Pokémon Go per incentivare i giocatori a continuare ad usufruire del gioco direttamente tra le mura di casa. Pertanto gli sviluppatori hanno accentuato in modo rilevante tutti gli aspetti del gioco che possono essere svolti al coperto. Di seguito elenchiamo le principali novità:

  • Esercizi, per i quali i passi e l’attività svolta può essere tracciata con Adventure Sync anche al coperto. Tra le attività rilevate sarà supportata anche quella di cammino su tapis roulant.
  • Social, questo aspetto è stato particolarmente sviluppato per incentivare l’interazione virtuale con gli altri giocatori. Prossimamente saranno disponibili anche le Raid Battles in modalità remota.
  • Explore, mediante la quale Niantic prevede che gli utenti condividano i luoghi preferiti che hanno visitato con gli altri giocatori, nell’ottica di suggerirne la visita ad emergenza conclusa.
  • Eventi Live, i quali avranno l’obiettivo di riunire virtualmente i giocatori in tempo reale. Prossimamente Niantic indicherà nel dettaglio come partecipare a questa tipologia di eventi.

LEGGI ANCHE: le 10 migliori app per videochiamate di gruppo

Altre novità sono state introdotte per la modalità GO Battle League del gioco: la distanza di 3 km da percorrere necessaria per partecipare è stata annullata, e inoltre sono state notevolmente semplificate le modalità per accaparrarsi Incense e Poké Balls.

Anche il gioco Harry Potter: Wizards Unite è stato adattato alla situazione: sono stati incrementati i regali per i giocatori, semplificati i raggiungimenti dei vari obiettivi e ridotte le distanze da coprire sulla mappa.

Stesso discorso per Ingress Portals: sono stati ridotti i Portal necessari con i quali interagire durante il gioco, è stato ridotto il tempo di recupero per i Portal ed è stata aggiunta la ricarica degli stessi attraverso i crediti quotidiani. Chiaramente rimane possibile giocare con le modalità classiche nei luoghi in cui è possibile farlo rispettando le normative vigenti relative al distanziamento sociale e coerentemente con quanto disposto dalle autorità locali.

L’articolo Pokémon Go si evolve con l’emergenza: tutte le novità introdotte per incoraggiarvi a giocare in casa sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Huawei è pronta: nuova smart TV con fotocamera a comparsa in arrivo la settimana prossima (foto)

8 aprile – questo è il giorno scelto da Huawei per il lancio del suo prossimo dispositivo. Avrà una fotocamera a comparsa, ma non sarà uno smartphone, bensì una smart TV.

Questo è quello che si intuisce dal manifesto che potete trovare in allegato qui sotto. Non si hanno notizie del resto delle specifiche, ma è preventivabile uno schermo 4K HDR QLED (come già visto).

LEGGI ANCHE: Cosa vedere su Netflix, aggiornato al 30 marzo

Per quanto riguarda la fotocamera, sempre prendendo a spunto i modelli passati, potremmo prevedere video con risoluzione a 1080p e AI integrata. Per tutti gli altri dubbi, ci sarà da aspettare ancora 9 giorni.

L’articolo Huawei è pronta: nuova smart TV con fotocamera a comparsa in arrivo la settimana prossima (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Il display di OnePlus 8 Pro sarà da vero top: non solo 120 Hz, maggior accuratezza dei colori e HDR10

I nuovi OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro sono attesi nelle prossime settimane e il produttore cinese sembra aver puntato anche sull’aspetto del display per i suoi nuovi top di gamma.

Sappiamo da tempo che OnePlus 8 integrerà un display con refresh rate di 90 Hz, mentre per la variante Pro verrà riservato il top: parliamo di un display da 6,78″ Super Fluid con refresh rate di 120 Hz. Ishan Agarwal ha fornito maggiori dettagli sul componente suggerendo che integrerà la tecnologia Motion Estimation Motion Compensation (MEMC), utile alla maggiore fluidità dei contenuti visualizzati, e l’integrazione dello standard HDR10. Inoltre, secondo il leaker il display di OnePlus 8 Pro garantirà un’accuratezza cromatica senza precedenti.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S20+, la recensione

Anche la OxygenOS presenterà dei miglioramenti software, particolarmente rivolti agli ormai noti concetti di fluidità e rapidità del sistema operativo. Agarwal ha anche menzionato l’arrivo della tecnologia Haptics 2.0.

Al momento non è ancora nota una data confermata ufficialmente da OnePlus per la presentazione dei suoi nuovi dispositivi. Torneremo ad aggiornarvi appena emergeranno novità in questo senso.

L’articolo Il display di OnePlus 8 Pro sarà da vero top: non solo 120 Hz, maggior accuratezza dei colori e HDR10 sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld