Capodanno alle Terme Romane in Slovenia – SOFIJA

Offerta valida dal 29.12.2018 al 02.01.2019 – 4 giorni, 3 notti, quote a partire da 480 Euro.

 

3 notti presso Rimski dvor // Corte Romana **** €480
notte,  extra € 75
3 notti presso Sofijin dvor // Corte di Sofija **** €489
notte extra € 85

 

Servizi inclusi nel programma:
Cenone di CAPODANNO servito, con musica dal vivo presso il Ristorante á la carte Sofijia
Cena del Nuovo anno (01.01.2019)
Musica dal vivo il 01.01.2019
Regalo di Capodanno
Brunch il 01.01.2019 dalle 9.30 alle 11.30
Un ingresso al Centro Saunistico “Varinia”
Pernottamento in camera doppia presso l’hotel **** prescelto
Usufrutto gratuito dell’accappatoio e delle ciabattine da camera
Mezza pensione (a buffet con un ricco assortimento)
Ingresso illimitato nelle piscine con acqua termale
Ingresso al Centro Fitness
Possibilità di bere l’acqua termale della sorgente “Amalia”
Ricco programma d’animazione, ricreativa e rilassante, esercizi di gruppo ed individuale per la rivitalizzazione del corpo e dello spirito
Accesso illimitato ad internet tramite la connessione wi-fi
Parcheggio gratuito in garage
Opportunità di utilizzare il complesso delle piscine termali anche il giorno della partenza

 

sconti per i bambini:
GRATIS un bambino fino a 5 anni compiuti in camera con due adulti (senza letto aggiunto)
Sconto del 50% fino a 11 anni compiuti in camera con due adulti (letto aggiuntivo)

 

per info: https://www.rimske-terme.it/?package=capodanno-sofija-2

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

Sempre più italiani in visita a Kuala Lumpur – Malesia.

Si è confermata dopo l’estate la tendenza positiva registrata all’inizio del 2018.

Da Gennaio ad Agosto 2018, gli italiani in Malesia sono stati 38.605, segnando + 21% rispetto allo stesso periodo del 2017 (31.896).

Il mese di agosto in particolare ha visto 12.059 arrivi, con un incremento del 27,9% rispetto ad agosto 2017 (9.426).

 

Il Ministro del Turismo, Arte e Cultura della Malesia, Mohamaddin Ketapi, ha dichiarato che la Malesia è pronta per raggiungere la top 10 delle destinazioni turistiche del mondo nel 2019.
Ha affermato che il ministero si sta impegnando per sostenere la Malesia come destinazione turistica, e svilupperà nuove strategie per offrire un ambiente favorevole agli attori del settore.

"Il nostro obiettivo è migliorare la posizione del paese dopo essere stato classificato al 12 posto l’anno scorso. Dobbiamo essere più competitivi a livello internazionale “.
Il governo sta anche cercando di promuovere la Malesia nell’industria del cinema. "guardando avanti, la nostra direzione per il 2018-2020 è ottimizzare il marketing digitale, concentrarci sulla collaborazione industriale, sfruttare i principali eventi per la pubblicità, ottimizzare i megaprogetti della Malesia, integrare le nostre campagne di marketing con le altre agenzie governative e promuovere la Malesia come set cinematografico ", ha aggiunto.

 

Ma la vera locomotiva dell’industria turistica malese è Kuala Lumpur che si è piazzata settima tra le città più visitate al mondo (dall’indice Global Destination Cities 2018 di MasterCard) Al numero 6  New York e al n. 8 Tokyo.

 

E in quest’ottica è facile comprendere le nuove aperture di hotel come il W Hotels Worldwide, che fa capo a Marriott International, Inc inaugurato nell’agosto 2018, nel cuore della capitale, a pochi passi dalle famosissime Petronas Twin Towers. Dispone di 150 camere e suite, tra cui due suite WOW e la suite EXTREME WOW.

 

 

 

Un’altra novità è il primo Banyan Tree in Malesia, 24 anni dopo che il marchio di lusso, con sede nella vicina Singapore, ha aperto la sua prima proprietà in Tailandia; hanno poi contribuito alla crescita di Kuala Lumpur Sofitel, St Regis e Four Seasons; del Park Hyatt è invece prevista l’apertura entro il 2020.

 

Secondo l’indice Global Destination Cities 2018 di MasterCard, nel 2017 KL ha ricevuto 12,58 milioni di visitatori che hanno trascorso in media 5,5 notti spendendo 124 US al giorno.

La città attrae milioni di visitatori, non solo per le sistemazioni di lusso, ma anche per l’infinita opportunità di shopping, meraviglie architettoniche e punti di interesse, acquari con gli squali, vivace vita notturna, una cucina si qualità, senza dimenticare la possibilità di sperimentare la foresta tropicale nella Riserva forestale di Bukit Nanas, mostre d’arte, ‘buen retiri’ spa, superbe infrastrutture di intrattenimento, senza dimenticare gli incredibili festival culturali.

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

Il 15 dicembre riapre il Malliouhana, storico resort di Anguilla.

Dopo i danni subiti a seguito dell’Uragano Irma la prestigiosa struttura riapre dopo essere stata ristrutturata e ampliata.

E’ stata data nuova vita alle 46 lussuose stanze del Malliouhana, che si trovano in riva al mare e offrono una vista panoramica sulla bianca spiaggia di Meads Bay e all’inizio del prossimo anno verranno inaugurate due nuove ville sul mare.

 

Le due nuove ville non sono però l’unica novità, c’è anche una nuova area piscina (più grande e moderna) un nuovo bar sulla spiaggia e un Sunset Bar completamente rivoluzionato, dove si potranno gustare tutte le specialità locali, le birre che vengono prodotte sull’isola e i migliori rum dei Caraibi.
Inoltre, sono state aggiunte al Beauty Salon sei stanze, è stata costruita una nuovissima piscina con vista sull’oceano e degli spazi dedicati a meeting ed eventi indimenticabili.

Lo scopo di Auberge Resorts Collection, che ha collaborato con i suoi nuovi partner Bixby Bridge Capital e LLC, è quello di riportare, migliorandolo, all’antico splendore un angolo di paradiso, per poter permettere ai nuovi e vecchi ospiti di vivere un’esperienza unica ad Anguilla.

Il Malliouhana non è l’unica struttura di Anguilla che verrà riaperta in questi mesi, infatti a novembre verrà inaugurato il nuovo Belmond Cap Juluca e riaperto, dopo i lavori di ammodernamento, il CuisinArt resort & Spa.

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

Si rafforza la collaborazione tra AIM GROUP INTERNATIONAL E NH HOTEL GROUP.

L’accordo in corso viene rinnovato per altri 3 anni.

NH Hotel Group, con un portafoglio di circa 400 hotel in 30 paesi, e AIM Group International, specialista nella gestione di congressi ed eventi dal 1960, da oltre 15 anni offrono ai propri clienti servizi di livello.

 

In particolare, AIM Group collabora con NH Hotel Group sia per la ricettività e l’ospitalità di eventi presso le sue strutture congressuali, inoltre, entrambe le aziende rappresentano un preciso riferimento per soddisfare le esigenze di gruppi internazionali.

 

“Siamo orgogliosi di rafforzare ulteriormente questa collaborazione con un player così importante sul mercato italiano, un Paese chiave per la nostra azienda. Insieme ad AIM Group siamo in grado non solo di soddisfare con successo le aspettative dei nostri clienti internazionali, ma anche di portare avanti il nostro forte impegno in termini di consolidamento, espansione e business high-end in un paese come l’Italia " – commenta Hugo Rovira, Managing Director Southern Europe NH Hotel Group.

 

"La nostra consolidata partnership cresce di anno in anno e ci spinge a trovare sempre nuove soluzioni, ad essere più reattivi e a creare condizioni win-win per i nostri clienti", continua Gianluca Scavo, CEO di AIM Group International. "Abbiamo deciso di rinnovarla per altri tre anni perché siamo sicuri che potremo ottenere risultati ancora più significativi”.

 

foto: da sinistra Hugo Rovira e  Gianluca Scavo

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

Sport, relax e buona cucina: a Gubbio dal 26 al 28 Ottobre.

Un tour in bicicletta circondati dalle cime degli appennini e da incantevoli paesaggi.

È finalmente tornato il momento del tartufo.

 

Dal 26 al 28 ottobre Gubbio si fa teatro di un bike tour particolare: sotto la guida esperta di Emiliano Cantagallo, gli avventurosi ciclisti avranno la possibilità di lanciarsi sulle ripide discese del giro d’Italia; il percorso si articola tra i monti Catria, Cucco, Ingino e Nerone, accarezza il lago Trasimeno e la città di Castello per arrivare al Monastero di Fonte Avellana per poi (chi vuole) spaziare verso Acqualagna, Burano e Pietralunga per una visione d’insieme del triangolo tra Umbria, Marche e Toscana.

 

E mentre gli sportivi seguono la scia impalpabile del tartufo, famiglie e amici potranno studiare i segreti del tartufo, ingrediente eccezionale che esalta pasta, uova, minestre, carne a mezzo di tante e ricette, sia innovative che tradizionali.

Baricentro della stratartufata sarà il Park Hotel ai Cappuccini, l’antico monastero del 1600 trasformato in hotel che ha saputo mantenere un equilibrio perfetto tra tradizione e innovazione.

 

I DETTAGLI DEL PERCORSO:

 

inizia di fronte al Palazzo del capitano del popolo, edificato alla fine del XIII secolo da Cante de’ Gabrielli, allora signore di Gubbio proprio con il titolo di Capitano del Popolo. A questo punto si procede per circa 12 km lungo la SR298, seguendo i pendii delle montagne immersi tra le fronde dei boschi, per arrivare a Scheggia, ultimo comune umbro sulla via Flaminia in direzione di Fano. Da Scheggia si prende la SS360, arrivando a costeggiare il confine tra Umbria e Marche, fino a Isola Fossara, una piccola frazione del comune di Scheggia e Pescelupo quasi completamente dominata dalla mole del monte Catria che si staglia possente di fronte.

 

Qui si incontrano due fiumi: il Sentino si unisce alle acque dall’Artino, protagonista del famoso miracolo dei pesci narrato da san Pier Damiani. Da Isola Fossara si tiene la sinistra per imboccare la SP226 e avviarsi verso le Marche: dopo circa 5 km di percorso tra le colline e i rilievi montuosi si passa in territorio marchigiano e la SP226 diventa SP133, mentre il percorso trova di nuovo la frescura dei boschi regalando alcuni squarci bellissimi tra i tornanti. Al bivio con la SP52 si tiene nuovamente la sinistra e si continua a pedalare fino ad arrivare al monastero di Fonte Avellana, ricordato da Dante nel ventunesimo canto del Paradiso. Dopo una piccola sosta per ammirare l’architettura elegante del monastero, si torna in sella alla volta di Frontone: il percorso, articolato su 8 km, passa attraverso Foce, una piccola frazione che anticipa l’ingresso nel paese principale. Frontone è una piccola cittadina situata ai piedi del Monte Catria famosa per il suo castello, una fortificazione di confine che risale ai tempi dell’Impero Romano da cui si scorge uno scenario magnifico che va dal Monte Nerone a San Marino e all’Adriatico.
La roccaforte domina sulla destra il percorso che da Frontone si dirige lungo via Ballano e poi via Buonconsiglio, offrendo ai ciclisti un’ottima ispirazione per qualche scatto panoramico. A questo punto si imbocca sulla sinistra Via Catria avviandosi verso la frazione di Ca’ d’Eusepio, distante circa 2 km dal comune principale di Frontone.

 

Da qui i ciclisti sono chiamati a percorrere un lungo tratto immersi nei pendii degli Appennini, con la possibilità di fermarsi lungo la strada per godersi le bellezze della natura tra un saliscendi e l’altro. Dopo circa 15 km passati nei boschi, il percorso incontra la Chiesetta San Pier Damiani, importante teologo e cardinale del XIX secolo. La strada prosegue abbandonando i boschi più fitti verso pascoli aperti che permettono una larga visuale per poi lanciarsi lungo ampi tornanti verso Chiaserna: questa frazione, già esistente in epoca romana, ospitava l’antica tribù dei Claverni, parte del popolo degli Ikuvini che all’epoca abitava proprio i territori di Gubbio. Da Chiaserna si imbocca la SP50 tornando verso l’Umbria: al bivio con la SS360 si gira a destra ripercorrendo i primi chilometri del percorso verso Scheggia e poi Gubbio per un totale di circa 90 km.

 

LA BASE

 

Il Park Hotel ai Cappuccini; l’elegante hotel è il luogo ideale dove poter godere di una SPA attrezzata, di un team di wellness experts preparati; una galleria d’arte con opere esclusive quali quelle di Giuseppe Capogrossi, sculture di Arnaldo Pomodoro, affreschi di Ottaviano Nelli e altri dipinti fiamminghi che compongono un percorso artistico unico.

 

Infine, come perdersi la farmacia del vecchio convento con i rimedi dei monaci speziali, ristoranti, bar, cantina ed enoteca?
LA GUIDA: Emiliano Cantagallo è un ciclista esperto e specializzato in salite, già titolare dell’unico hotel esclusivamente per ciclisti esistente (un hotel dove non si può accedere senza bicicletta), in Carnia, ai piedi dello Zoncolan.

L’ACCOMPAGNATRICE DEGLI OSPITI: Esmeralda Mazzetti di Pietralata farà da cicerone a mogli, figli ed amici dei ciclisti nella visita di Gubbio Medievale: la Cattedrale, il Palazzo Ducale, il Palazzo dei Consoli

Non solo cultura: Esmeralda darà ogni tipo di suggerimento per lo shopping e per altre gite culturali o nel verde dei boschi. Prezzo: € 310 – a persona

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

Il nuovo General Manager del Radisson Blu Hotel, Milano, è Marco Scola.

E’ stata premiata l’esperienza di alto profilo conseguita nella gestione di strutture alberghiere particolarmente complesse e con elevati standard qualitativi.

Il nuovo manager a approda alla guida del Radisson Blu Hotel, Milan, albergo di design 4 stelle parte di Radisson Hotel Group, dopo una lunga esperienza maturata in NH Hotel Group dove ha rivestito diversi incarichi, tra cui l’ultimo come General Manager presso l’NH Milano Congress Centre di Assago-Milanofiori.

 

 

Scola, 40 anni, originario di Bolzano, ha iniziato la sua carriera nel 2001 presso il Forte Village Resort di Santa Margherita di Pula subito dopo aver conseguito il diploma presso l’Hotel Management School Kaiserhof di Merano.

Negli anni successivi ricopre incarichi sempre più rilevanti e strategici nel reparto Food & Beverage dei 5 stelle Melià Milano Hotel & Convention Center e del Vigilius Mountain Resort di Merano per poi iniziare, nel 2004, la sua carriera all’interno del gruppo NH presso il prestigioso Hotel NH Collection Roma Vittorio Veneto.

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

Il 4 stelle President tiene alta nel Salento la bandiera del Turismo d’elite.

Giuseppe Mariano, direttore generale di Vestas Hotel e resort, auspica che a Lecce, "Capitale del Barocco", possa aumentare l’offerta di strutture alberghiere orientate al lusso.

Lecce, città famosa in tutto il mondo per il suo patrimonio artistico, per la gastronomia, per le sue marine, sede prescelta da innumerevoli produzioni italiane che vi girano film e fiction di successo, potrebbe registrare una crescita esponenziale nel segmento lusso.

 

Ne è fermamente convinto Giuseppe Mariano, patron dei Vestas Hotels & Resorts, Gruppo alberghiero che ha recentemente celebrato i suoi primi dieci anni, che dichiare: "sull’andamento di questo primo scorcio del 2018 e sul prosieguo dell’anno, mi sento di esprimere un moderato ottimismo, in presenza ancora una volta di una crescita a due cifre; l’offerta del Gruppo è variegata e questo ci consente di far fronte ad ogni richiesta da parte del pubblico e degli addetti ai lavori del settore."

"Non ci stancheremo mai di sottolineare che nel nostro territorio è ancora troppo scarsa l’offerta lusso, che avrebbe sicuramente un grande riscontro, e riteniamo che le Istituzioni dovrebbero fare di più per potenziare questo aspetto agendo anche sugli orari di apertura dei musei e delle chiese, nonché degli esercizi commerciali. Noi ci vantiamo del fatto che proprio grazie al Risorgimento Resort la città di Lecce ha visto crescere il turismo d’élite, e ci battiamo perché questo segmento raggiunga livelli elevati."

"Il nostro 4 stelle President, – aggiunge il General Manager – "rappresenta il meglio dell’ospitalità leccese e riceve individuali e gruppi provenienti da molte regioni italiane, dall’Europa e dal resto del mondo, ospita corsi di formazone turistica e alberghiera, meeting, convegni e congressi. 

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

L’Oman continua ad attirare nuovi investimenti.

Mandarin Oriental annuncia la gestione di un nuovo resort e residence a Muscat, l’apertura è prevista nel 2021.

Mandarin Oriental, Muscat avrà 150 camere e suite, cinque ristoranti e bar, una Spa at Mandarin Oriental e una piscina all’aperto. Diversi spazi verranno inoltre riservati per eventi e riunioni per privati e aziende.

 

 

Il Gruppo gestirà anche 155 Residences at Mandarin Oriental, che ospiteranno alcuni degli appartamenti privati ​​più lussuosi della capitale, da 75 a 260 metri quadrati.

 

La proprietà si troverà sulla spiaggia, in una posizione privilegiata della città da cui godere del panorama sul Mar Arabico.

 

L’azienda costruttrice è Eagle Hills Muscat, una società privata di investimenti e sviluppo immobiliare.

 

 

 

"Muscat è una destinazione estasiante, dal grande fascino e ricca di attrazioni per i visitatori. Siamo lieti di avere l’opportunità di espandere la nostra presenza nella penisola arabica con questo entusiasmante progetto in collaborazione con Eagle Hills. Non vediamo l’ora di portare i leggendari standard di servizio del Mandarin Oriental a Muscat ", ha dichiarato James Riley, Chief Executive di Mandarin Oriental.

 

 

"Siamo orgogliosi di entrare nel mercato dell’Oman con il nostro primo progetto nel paese e siamo davvero entusiasti di lavorare in collaborazione con Mandarin Oriental Hotel Group, uno dei nomi più prestigiosi dell’ospitalità. Siamo fiduciosi che, insieme, stabiliremo nuovi punti di riferimento per il turismo e la vita residenziale a Muscat", ha affermato Low Ping, CEO di Eagle Hills.

 

 

Muscat, la capitale dell’Oman, è conosciuta per la sua dedizione alla conservazione dell’ambiente naturale oltrechè per i costumi e le tradizioni della regione. Il nuovo Hotel di Muscat si troverà a 20 minuti di auto dall’aeroporto, in un quartiere centrale ricco di negozi e strutture ricreative, tra cui la vicina Royal Opera House, la Grande Moschea e Muttrah, il souk tradizionale della città.

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

Zagara SPA by Clarins presso il Monasteri Golf Resort.

L’hotel 5 stelle alle porte di Siracusa si dota di una perla tutta dedicata al benessere.

Avvolto da aranceti, limoneti, piantagioni di fichi d’india, melograni e carrubi, prende il via un progetto ambizioso fortemente voluto da JSH, che unisce il prestigio e l’unicità di Clarins a una nuova visione di ospitalità.

 

Prima SPA by Clarins nella Sicilia orientale, la Zagara SPA de I Monasteri Golf Resort è un luogo dove si esaltano e si valorizzano le ricchezze del territorio, trasformandole in formule di benessere.
Il nome stesso della SPA è ispirato a un fiore autoctono, la zàgara, che con il suo profumo e il suo colore delicato avvolge gli alberi di agrumi durante tutta la primavera.
Gli interni, progettati nel 2013 dall’Architetto Simone Micheli, si sviluppano su una superficie di 300 mq prevalentemente in pietra, suddivisa in diverse aree in base alla funzione, tra cui:
• bagno turco
• doccia emozionale
• sauna
• vasca idromassaggio
• area relax
• 5 cabine attrezzate per trattamenti benessere personalizzati
• salt room

 

“Siamo onorati di annunciare la nostra nuova collaborazione con Clarins, un brand che da decenni è sinonimo di un savoir faire unico a livello internazionale nel settore della bellezza e del benessere” – afferma Andrea Cigarini, Presidente e CEO di JSH Hotels & Resorts.

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

Airbnb ritiene Federalberghi campione di Fake News.

Secondo il colosso di affitti via Web l’associazione degli albergatori dovrebbe guardare al suo interno per trovare chi evade.

In merito alla nota diffusa da Federalberghi Airbnb, in un comunicato, precisa quanto segue:

Nell’udienza presso il Consiglio di Stato tenutasi ieri, la Corte ha ribadito la fondatezza della richiesta avanzata da Airbnb lo scorso ottobre. Avendo già concesso la misura cautelare sulla base dell’evidente violazione del diritto europeo, ha ora precisato che ulteriori istanze andranno più opportunamente avanzate presso il TAR, cosa che non mancheremo di fare, visto che la discussione di merito è prevista solamente per il prossimo ottobre.
 

 

Dobbiamo purtroppo constatare come Federalberghi si confermi campione di Fake News, interpretando procedure amministrative e tecnicismi secondo convenienza, occupandosi di materie che esulano dal proprio statuto come i contratti di locazione stipulati da persone fisiche, proprio mentre la Procura di Roma decide di perseguire per peculato oltre 40 strutture ricettive per mancati versamenti di oltre 50 milioni di euro solamente nella capitale (fonte: Il Messaggero, sabato 2 giugno).

Piuttosto che lanciare accuse all’esterno, forse sarebbe il caso di occuparsi di quello che succede in casa propria.

 

A seguire il comunicato di Federalberghi a cui l’ufficio stampa di Airbnb ha ritenuto doveroso replicare:

Il Consiglio di Stato respinge il ricorso di Airbnb
130 milioni di imposte evase nel 2017

Federalberghi: auspichiamo che l’Agenzia delle Entrate recuperi quanto dovuto e che i comuni smettano di sottoscrivere accordi con chi evade le imposte

Il Consiglio di Stato ha respinto, dichiarandolo inammissibile, il ricorso presentato da Airbnb Ireland per chiedere la disapplicazione dei provvedimenti in materia di tassazione per le locazioni brevi.

Secondo quanto affermato dallo stesso Airbnb nel ricorso, nel 2017 gli host hanno ricavato circa € 621 milioni, sui quali il portale avrebbe dovuto effettuare e versare ritenute per circa € 130,4 milioni.

Federalberghi è intervenuta nel giudizio per promuovere la trasparenza del mercato e tutelare tanto le imprese turistiche tradizionali quanto coloro che gestiscono in modo corretto le nuove forme di accoglienza.

Federalberghi, nell’esprimere apprezzamento per la decisione del Consiglio di Stato, confida che l’Agenzia delle Entrate provveda al più presto al recupero di quanto dovuto e che i comuni italiani smettano di sottoscrivere accordi con soggetti che non hanno vergogna di evadere le tasse e di prendersi gioco delle leggi dello Stato.

 

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

ADLER Mountain Lodge sull’Alpe di Siusi, altopiano patrimonio dell’UNESCO.

Situato 1800 metri, è un rifugio con vista sulle maestose cime del Sassolungo e del Sasso Piatto che offre formule di soggiorno tutto compreso.

La terza struttura di ADLER Spa Resorts and Lodges, l’ADLER Mountain Lodge, è un gioiellino incastonato tra le montagne.

Esclusivo sotto ogni punto di vista, il Lodge a 5 stelle con SPA è Immerso nella natura incontaminata che garantisce la massima tranquillità, la sua architettura mescola tradizione tirolese, richiami africani ed una sala relax panoramica “sotto le stelle”.

 

L’ADLER Mountain Lodge si compone del Main Lodge – che ospita la reception, un accogliente soggiorno con camino, il ristorante, 18 Junior Suites, un’area benessere e SPA con vista, la piscina panoramica e un ampio terrazzo solarium- circondato da 12 chalet a due piani con sauna privata e balcone con vista sui “Monti Pallidi”.
La mission è quella di un’accoglienza ispirata all’Africa: l’ospite viene a trovarsi in una grande famiglia, dove può sentirsi libero di essere sé stesso e senza limiti, perchè il Lodge ha la particolarità di offrire un servizio che include il consumo di cibi e bevande durante l’intera giornata, ed il team di 37 collaboratori, tutti giovani, qualificati, e amanti della natura, consiglia l’ospite e lo segue con discrezione in ogni richiesta.
Dalla ricca colazione alla cena, passando per golose merende e aperitivi pomeridiani, la cucina dell’ADLER Mountain Lodge accompagna gli ospiti per tutta la giornata con piatti deliziosi e genuini, preparati con prodotti freschi e locali. Ad ogni ora, è disponile un piccolo buffet con delizie che l’ospite può scegliere secondo i propri gusti, servendosi come se fosse a casa, e che può gustare nel ristorante panoramico o sulla veranda, sempre con vista sulle Dolomiti.

“Silence calms my soul” – il silenzio calma la mia anima – è la frase che si trova non appena si sale al terzo e ultimo piano, dove è collocato il centro benessere dell’ADLER Mountain Lodge. Una grande e intima sala relax panoramica “sotto le stelle”, una zona SPA con sauna al fieno e sauna finlandese, una piscina interna che si estende in esterno con vista panoramica accolgono l’ospite con la loro atmosfera di benessere e calma, in cui lasciarsi cullare mentre si ammira la montagna.

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

AccorHotels e Amazon.it lanciano insieme un beauty case per risparmiare sulle vacanze.

Dal 22 giugno sono disponibili su Amazon dei pratici beauty case firmati AccorHotels, contengono un voucher sconto del 40% sulla prenotazione di una camera in una struttura del gruppo alberghiero.

 

Con il codice sconto presente all’interno del beauty case dal costo di 19.90 €, è possibile prenotare la propria vacanza sul sito dedicato entro il 16 settembre, per soggiorni dal 20 settembre 2018 al 31 marzo 2019 in tutti gli hotel d’Italia che aderiscono all’iniziativa.

 

I possessori del voucher possono scegliere tra una vasta gamma di strutture: dagli alberghi upscale MGallery, ai giovani ed economici ibis e ibis Styles, passando per Novotel e Mercure.

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

Marco Boni, nuovo direttore generale di Palenca Luxury Hotels Group

Al nuovo manager è stato affidato il compito di individuare una nuova organizzazione e strategia operativa volta al rilancio del gruppo.

Una realtà imprenditoriale che oggi conta un castello, tre alberghi e due centri congressi – tra Roma e Innsbruck – e che è pronta a confrontarsi, anche a a livello internazionale, con un piano strategico e una nuova visione.
 

Marco Boni, classe 1965, vanta una consolidata esperienza nel settore, acquisita sul campo sia in Italia che all’estero: dopo le prime esperienze professionali è arrivato alla direzione di alberghi del gruppo Starhotels tra Firenze, Genova e Milano e Jolly Hotel a Roma.
Poi è stato il momento dei ruoli di livello internazionale come primo Direttore delle Operazioni in NH in Italia, con la responsabilità di 53 strutture, che sotto la sua guida hanno impostato e sviluppato le linee guida operative, l’integrazione tra le compagnie acquistate da NH (Jolly Hotels e Framon Hotels) la riorganizzazione aziendale e gli obiettivi economici, con ottimi risultati.
 

Forte di questa esperienza, nel 2012 Boni crea la società di consulenza MBHC (tuttora operativa) con l’obiettivo di mettere al servizio del settore alberghiero, professionisti di livello, per offrire soluzioni concrete alle problematiche dell’imprenditoria.

 

Affidando la Direzione Generale di Palenca Luxury Hotels Group a Marco Boni, il gruppo alberghiero si prefigge, a breve, un salto di qualità fondamentale nella propria storia imprenditoriale, volto a consolidare i risultati attuali verso futuri e significativi sviluppi.

 

"Palenca Luxury Hotels Group è il gruppo italiano nato nel 1999 da una storia di famiglia, con importanti realtà nel settore dell’ospitalità: Castello della Castelluccia, dimora del 1300 immersa nel Parco di Veio alle porte di Roma, Hotel Art by the Spanish Steps, icona della celebre strada romana Via Margutta, Empire Palace Hotel, affascinante palazzo non lontano da via Veneto a Roma, Grand Hotel Europa, gioiello nel centro di Innsbruck, nonché i due centri congressi nel cuore di Roma Eventi Piazza di Spagna e Fontana di Trevi."

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

W Maldives, il lusso secondo Marriott International.

Potrà sembrare strano ma in questo Hotel il lusso non si può classificare usando il criterio delle stelle, quello che viene messo in campo è un nuovo concetto da intendersi come vero e proprio stile di vita.

Alle Maldive, si sa, vista la natura che circonda atolli e isolotti, basterebbe avere una capanna e un barbeque dove arrostire il pesce pescato giornalmente per essere felici.
Circa quarant’anni fa cominciarono ad apparire i primi villaggi, dapprima indiani, poi francesi e italiani a seguire i tedeschi e poi tutti gli altri.
A rendere esclusiva la destinazione Maldive erano soprattutto due motivi: il primo la distanza da tutto, il secondo la difficoltà per raggiungerla con voli di linea, che prevedevano diversi cambi durante il tragitto, a cui facevano seguito da una a più ore di barca per raggiungere l’isola prescelta; poi però il contesto, anche se a quei tempi le sistemazioni erano piuttosto spartane, ripagava di tutti i sacrifici.

Via via i tempi di viaggio dall’Europa, dall’Asia, dall’Australia, si sono notevolmente ridimensionati e oggi, per dire, in poche ore di volo da Roma o da Milano, si Arriva a Male (capitale delle Maldive) e da qui con motoscafo veloce o idroplano si raggiungono rapidamente anche gli atolli più lontani dell’arcipelago che conta circa 1000 isole.
La qualità dei servizi è andata sempre più migliorando e alle singole gestioni si sono affiancate, o sovrapposte, le strutture di catene alberghiere internazionali.

Oggi con W Hotels, che fa capo a Marriott International Luxury, possiamo affermare, usando le parole di Maria Cristina Cesario, manager sales & marketing della prestigiosa struttura: "abbiamo superato i confini del lusso, ovvero come tale termine, inteso in senso alberghiero, è stato concepito fino ad oggi.
Tutto sempre disponibile in qualsiasi momento, h24 e sette giorni su sette; ovvio che questo "standard" di servizio punti ad una clientela di elite, a viaggiatori esigenti con alle spalle esaltanti esperienze ma anche a coppie che vogliano rendere veramente unico e indimenticabile il loro viaggio di nozze.

Girando nel web abbiamo colto, qua e la, alcune delle centinaia di recensioni lasciate da chi ha avuto la fortuna di soggiornare presso il W Maldives:

"Essendo vegetariana, mi ero un po’ preoccupata per la situazione del cibo. Tuttavia, lo Chef ha fatto un ottimo lavoro ed ha soddisfatto le mie esigenze dietetiche.; abbiamo mangiato cibo delizioso in tutti i ristoranti e abbiamo anche gustato una colazione Indiana al mattino."

"I bungalows sono arredati benissimo ed offrono tutti i comforts. Le wow villas sono semplicemente eccezionali: il punto forte è lo spazio esterno, ove sono collocati piscina, due divani rotondi, sdraio, ombrellone, due docce esterne! E ci sono anche tre cicogne che verranno ad abbeverarsi alla vostra piscina. Il servizio è ottimo, la direzione magistrale e lo staff gentilissimo"

"ottima accoglienza e ottima organizzazione all’accoglienza clienti,ottimo cibo e bevande, paesaggio incantato e spiaggie stupende, i fondali della barriera corallina sono unici per le varietà di fauna e flora, staff gentile e sempre disponibile"

Il W Maldives è situato a 25 minuti in idrovolante da Male, a Fesdu Island (nell’atollo di Ari Nord) – provate a visualizzarlo su Google Hearth e vi sentirete subito elettrizzati.

L’isola dispone di 77 stanze e suite private: 27 Wonderful Beach Oasis, 46 Oasis Overwater, 3 WOW Ocean Escape e 1 Extreme WOW Ocean Haven (l’interpretazione del marchio W della Presidential Suite).
Ogni sistemazione prevede un letto W king di dimensioni standard, sistema audio Bose, televisore da 42 pollici, frigorifero per i vini, W Mix Bar (reinterpretazione del raffinato mini bar del marchio W) prodotti da bagno Bliss e tutte con piscina a sfioro e solarium.
Inoltre l’isola vanta il ristorante sull’acqua "Fish"; il "Kitchen", luogo di ristorazione per tutto il giorno e un ristorante barbecue sulla spiaggia "Fire"; i pool bar "Sip e Wet" e la caffetteria "Kada".
Completano l’offerta il centro di sport acquatici "Wave" e "Down Under", il team certificato di istruttori Padi, per scoprire alcuni dei migliori punti di immersione dell’arcipelago, tutto nelle immediate vicinanze dell’hotel.

Maria Cristina Cesario ha presentato, in un suo recente viaggio in Italia, tutte le caratteristiche del W Maldives a Giornalisti, agenti di viaggio e Tour Operators, perchè "l’Italia, per il nostro marchio rappresenta di sicuro un buon bacino di utenza con ottime possibilità di sviluppo"

nella foto un tipico panorama maldiviano

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

Mandarin Oriental: prevista per il 2020 l’apertura di un nuovo hotel a Ho Chi Minh City.

Si chiamerà Mandarin Oriental, Saigon, includerà 227 camere e suite, sei ristoranti e bar, diversi spazi per eventi e meeting, un centro fitness e una piscina all’aperto.

Il gruppo alberghiero ha annunciato la gestione di un nuovo hotel a Ho Chi Minh City in Vietnam, sarà parte di Union Square Saigon, un edificio commerciale nel cuore della città attualmente in fase di restauro. L’hotel si troverà nei piani alti del complesso, di proprietà di Union Square Company Limited, che ospiterà anche diversi negozi di lusso.

“Ho Chi Minh City è il principale centro commerciale del Vietnam ed è il cuore pulsante dell’economia del paese. Siamo lieti di inaugurare un hotel in una posizione così privilegiata della città e non vediamo l’ora di lavorare con i nostri partner per creare un’esperienza unica e portare per la prima volta i servizi d’eccellenza di Mandarin Oriental in Vietnam”, ha dichiarato James Riley, Group Chief Executive di Mandarin Oriental.

“Grazie alla sua posizione, al design, la storia e la cultura, Union Square Saigon diventerà una destinazione di riferimento. Siamo lieti di accogliere Mandarin Oriental in questo progetto, che non solo arricchirà l’offerta di ospitalità di lusso nella città, ma aumenterà anche la consapevolezza dell’attrattiva del Vietnam a livello internazionale”, ha dichiarato Jonathan Au, Direttore Generale di Union Square Saigon.

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)

capracotta web

/www.nanuk-italy.it