Gli auricolari contraffatti alla conquista degli Stati Uniti: già superate le cifre del 2020

Gli auricolari true wireless sono sempre più popolari e apprezzati dagli utenti, ma i prezzi (soprattutto per i modelli di brand più blasonati) continuano ad essere abbastanza alti: negli Stati Uniti il mercato delle cuffie contraffatte non si ferma e ha già superato in tutto e per tutto i numeri totalizzati nel 2020.

LEGGI ANCHE: TikTok da record: superati i tre miliardi di download per il social network

Secondo un report di The Information, nei primi nove mesi dell’anno fiscale 2021 sono stati trovate e confiscate oltre 360 mila unità, per un valore stimato di circa 62,2 milioni di dollari: già superato quindi quanto fatto nell’intero anno fiscale 2020, periodo durante il quale sono state confiscate all’incirca 295 mila unità. Solo ieri, sono stati beccati migliaia di auricolari contraffatti (di cui 5000 AirPods e 1372 AirPods Pro) per una cifra stimata di oltre un milione di dollari.

La maggior parte di questi auricolari è importato dalla Cina: alcuni sono creati con “stampi autentici” rubati dalle fabbriche Apple, mentre altri possono imitare il processo di associazione di AirPods su un iPhone e visualizzare un numero di serie Apple corretto. Evitare prodotti contraffatti può risultare quindi molto complicati e bisogna fare attenzione a dettagli molto piccoli.

L’articolo Gli auricolari contraffatti alla conquista degli Stati Uniti: già superate le cifre del 2020 sembra essere il primo su AndroidWorld.


Gli auricolari contraffatti alla conquista degli Stati Uniti: già superate le cifre del 2020

EURO 2020 a eliminazione: dove vederli in streaming

Si è finalmente composto il mosaico di squadre partecipanti alle fasi ad eliminazione diretta di EURO 2020. L’Italia di Roberto Mancini, tra le prime a staccare il prezioso pass e ad accedere agli ottavi di finale, affronterà l’Austria in una partita da dentro o fuori in programma sabato 26 giugno alle 20:30. Ad aprire il momento clou degli Europei di calcio sarà tuttavia l’impegno che vedrà opposti Galles e Danimarca, con fischio d’inizio alle ore 18:00 della stessa giornata.

Stiamo insomma per entrare nel vivo della manifestazione calcistica e sono già molteplici gli utenti che si interrogano sulla copertura televisiva delle fasi finali di EURO 2020. Le partite di qualificazione le abbiamo viste su Sky – emittente che ha acquisito tutte le cinquantuno partite del torneo – e in parte anche su Rai 1, grazie ad una offerta in chiaro comprendente ventuno match. Ma cosa accadrà con gli imminenti ottavi di finale? La situazione non cambierà molto: la piattaforma satellitare di Rupert Murdoch continuerà infatti ad avere l’esclusiva sulla totalità degli incontri, mentre la Rai si impegnerà a trasmettere, ogni giorno, i match calendarizzati alle ore 21:00. Tanto per non andar troppo lontano, la partita Italia – Austria potrà pertanto essere vista sia su Sky che su Rai 1.

Esiste comunque una terza via, vale a dire la possibilità di guardare gli EURO 2020 in streaming. Piuttosto che esser incollati davanti alla TV, si potrà insomma fare il tifo da uno smartphone, tablet o notebook, attingendo per l’occasione ai seguenti servizi:

  • Sky Go
  • Rai Play
  • Now TV

Come vedere EURO 2020 in streaming con Sky Go

Sky Go è già incluso per tutti gli abbonati Sky in possesso di uno degli abbonamenti inseriti in catalogo. La piattaforma permette di associare due dispositivi (PC, notebook smartphone e tablet), mentre gli utilizzatori di Sky Go Plus – proposto normalmente ad un prezzo di 5,40 euro al mese – avranno l’opportunità di raddoppiare il numero di device collegabili. In ogni caso, si potrà utilizzare soltanto un dispositivo alla volta per accedere ai contenuti multimediali.

Per poter utilizzare Sky Go sarà necessario scaricare l’apposita app gratuita sul Google Play (per i dispositivi Android), App Store (in caso di iPhone e iPad) o App Gallery (il negozio ufficiale dove scaricare app per gli smartphone Huawei sprovvisti dei Google Mobile Services); i possessori di PC o Mac potranno invece collegarsi direttamente al sito web del servizio, (inserendo soltanto le credenziali di accesso al proprio account Sky), oppure scaricare l’app per PC e Mac (versioni Windows 7 e superiori o Mac OS X 10.9 e superiori).

Effettuata l’operazione di download e installazione dell’app, si dovrà aprire il programma sul device ed effettuare il login, avendo cure di riportare il proprio Sky ID e la password connessa. Per poter visualizzare correttamente i contenuti multimediali, occorrerà inoltre collegare il proprio dispositivo mobile a una rete Wi-Fi oppure attingere a una connessione mobile 3G/4G. Sky Go offre la visione di tutte le partite degli Europei di calcio a beneficio degli abbonati Sky in possesso dei pacchetti “Sky Sport” e/o “Sky Calcio”.

Leggi anche: Telegram, come inviare messaggi, foto e video a tempo

Come vedere EURO 2020 in streaming con Rai Play

Rai Play ha sulla carta un vantaggio molto importante: contrariamente all’alter-ego di Sky, è disponibile gratis per tutti gli utenti in regola con il canone. A far da contraltare è tuttavia la minore quantità di contenuti, visto che le partite di calcio trasmesse su Rai Play saranno soltanto quelle riprodotte sulla Rai (vale a dire i match in programma ogni giorno alle ore 21:00, volgendo per l’appunto lo sguardo alle fasi finali di EURO 2020).

Alla stregua di Sky Go, anche Rai Play è disponibile per una vasta pletora di dispositivi: smartphone e tablet, tramite apposita app disponibile sui canali ufficiali del Play Store e dell’App Store; ma anche PC e notebook (attingendo in questo caso al sito ufficiale della piattaforma) e persino alcune smart TV compatibili. Il servizio è peraltro impreziosito dalla possibilità di guardare le repliche dei programmi.

Per utilizzare Rai Play sarà necessario, in primo luogo, scaricare l’app compatibile e registrarsi (od in alternativa accedere) alla piattaforma: al fine di render più immediata la procedura, l’utente avrà l’opportunità di sfruttare anche i propri profili Facebook, Twitter e Google, previa espressa accettazione del consenso al trattamento dei dati personali. Ricordatevi, inoltre, di collegare il vostro dispositivo mobile a una rete Internet funzionante (Wi-Fi o 3G/4G).

Leggi anche: Luigi espande il mondo di LEGO Super Mario

Come vedere EURO 2020 in streaming con Now TV

Anche Now TV è tra i servizi che permettono di guardare in streaming gli Europei di calcio: si tratta di una comoda piattaforma streaming a beneficio degli utenti non abbonati a Sky oppure quelli impossibilitati ad installare una parabola nel proprio appartamento. E’ compatibile con numerosi dispositivi connessi a Internet, come PC, smartphone, tablet, console di gioco e persino apposito decoder denominato “Now TV Box”.

A differenza di Sky Go e Rai Play, Now TV è a pagamento e il meccanismo verte sulla disponibilità dei “ticket”, vale a dire specifici abbonamenti pensati per le diverse categorie d’utenza:

  • Pass Cinema + Entertainment: Comprende i film, le serie TV e i programmi di Sky a 14,99 euro al mese, scontati per i primi tre mesi a 3 euro al mese. La visione dei contenuti sarà garantita su due schermi in contemporanea
  • Pass Sport: Comprende il calcio e lo sport di Sky. Ha normalmente un costo di 29,99 euro al mese, ma dal primo luglio sarà proposto a 14,99 euro al mese.

I consumatori interessati potranno altresì sfruttare un periodo di prova gratuito di 14 giorni e guardare l’intero catalogo di offerta, dopodiché decidere di proseguire o disdire l’abbonamento senza costi aggiuntivi.

Tramite Now TV sarà perciò possibile – a patto di aggiungere il pacchetto “Sport” – guardare in streaming tutte le partite di EURO 2020, incluse le fatidiche fasi a eliminazione diretta.

L’articolo EURO 2020 a eliminazione: dove vederli in streaming sembra essere il primo su AndroidWorld.


EURO 2020 a eliminazione: dove vederli in streaming

Le applicazioni legate al benessere hanno spopolato nel 2020, e lo faranno anche quest’anno

Per quanto riguarda le applicazioni mobile, possiamo dire senza ombra di dubbio che quelle legate al benessere, sia fisico che mentale, hanno visto una crescita enorme in termini di numero di utenti e ovviamente ricavi. Complice anche la pandemia, sempre più persone si sono affidate ad app per l’esercizio fisico guidato o per la meditazione e questo trend è destinato a continuare nel 2021.

LEGGI ANCHE: Huawei ha brevettato una tecnologia di ricarica wireless a distanza

I dati raccolti da Sensor Tower indicano come le top 100 app in categorie legate al benessere hanno superato i 200 milioni di download ad aprile 2020 e, entro la fine dell’anno, hanno raggiunto, in totale, oltre 1,2 miliardi di installazioni, tra App Store e Play Store. L’EMEA, ovvero Europa, Medio Oriente e Africa, è la zona che ha rappresentato il miglior mercato, con il 36% dei download, seguita dalla APAC, ovvero Asia Pacifica, con il 35% delle installazioni.

Nonostante un lieve calo di installazioni nel primo trimestre del 2021, anche quest’anno si prospetta molto buono per questo genere di applicazioni e si dovrebbe raggiungere il miliardo di installazioni senza particolare problemi. Buoni anche i ricavi, dato che i consumatori spenderanno quasi 1,6 miliardi di dollari nelle app per il benessere nel 2021, con un aumento di oltre il 15% rispetto a circa 1,4 miliardi di dollari nel 2019.

L’articolo Le applicazioni legate al benessere hanno spopolato nel 2020, e lo faranno anche quest’anno sembra essere il primo su AndroidWorld.


Le applicazioni legate al benessere hanno spopolato nel 2020, e lo faranno anche quest’anno

Settore della tecnologia in Italia in costante crescita: salgono le vendite online nel 2020

Nonostante la pandemia, il settore tecnologico in Italia è in costante crescita. Questo è quanto emerge da un report Growth from Knowledge, che ha esaminato quelli che sono stati i trend del mercato durante il 2020.

LEGGI ANCHE: Giochi mobile più scaricati di gennaio

Le vendite sono aumentate del 5,5% e il valore complessivo del mercato ha raggiunto i 15,5 miliardi di euro. Nonostante le vendite in punti vendita tradizionali abbiano visto una leggera discesa, visti i vari periodi di lockdown, le vendite online crescono sempre di più, raggiungendo il 24,4% del totale di tutte le vendite del settore tecnologico.

Più nello specifico, l’elettronica da ufficio è cresciuta del 32,5% rispetto all’anno precedente. Degne di nota anche le crescite delle vendite di piccoli elettrodomestici (+15,5%), elettronica di consumo (+4,7%) e grandi elettrodomestici (+3,4%). Cala invece la telefonia, con -5,2% rispetto al 2019, così come home comfort (-16,2%) e fotografia (-36,9%).

L’articolo Settore della tecnologia in Italia in costante crescita: salgono le vendite online nel 2020 sembra essere il primo su AndroidWorld.


Settore della tecnologia in Italia in costante crescita: salgono le vendite online nel 2020

Quanto si spende per app e giochi mobile? Il 2020 è stato l’anno dei record (foto)

Sensor Tower ha elaborato e condiviso i numeri fatti registrare durante il 2020 appena concluso, un anno molto particolare a causa della pandemia che ha favorito la permanenza in casa di tutti, dalle app e giochi su piattaforma mobile.

I trend fatti registrare a livello globale sono abbastanza coerenti con quelli che abbiamo visto per il continente europeo. La spesa in app mobile è salita del 30% rispetto al 2019, facendo segnare un nuovo record 111 miliardi di dollari di incassi, e anche il numero di download è cresciuto del 24% rispetto allo scorso anno.

Parlando in termini di app specifiche, a livello globale TikTok è stata l’app che ha generato i maggiori introiti nel 2020, seguita YouTube e Tinder. Google One risulta invece la più redditizia su piattaforma Android.

Tra le app più popolari troviamo sempre TikTok, la quale ha vinto la gara per numero di download su WhatsApp e Zoom, un’altra rivelazione del 2020 favorita dalla pandemia.

Anche i giochi hanno visto un sostanziale incremento sia degli introiti generati che del numero di download rispetto al 2019. Le crescite si attestano, per entrambi i parametri di valutazione, attorno al 30%.

Il gioco che si è rivelato il più redditizio a livello mondiale è stato PUBG Mobile, sebbene sia stato superato da Coin Master su piattaforma Android e da Arena of Valor su iOS. Sempre tra quelli più redditizi troviamo anche Pokémon GO e Roblox.

Infine, tra i giochi più popolari troviamo Among Us, la rivelazione del 2020, seguito da Garena Free Fire e Subway Surfers.

L’articolo Quanto si spende per app e giochi mobile? Il 2020 è stato l’anno dei record (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Quanto si spende per app e giochi mobile? Il 2020 è stato l’anno dei record (foto)

App più redditizie di dicembre 2020: i video fanno da padroni

Come ogni mese, il sito Sensor Tower condivide quelle che sono le applicazioni che hanno reso di più durante il mese appena trascorso.

Per quanto riguarda dicembre 2020, l’app che ha generato più incassi è stata TikTok. Il celebre social network cinese ha generato circa 142 milioni di dollari, triplicando il risultato ottenuto l’anno precedente. Di questi, circa l’86% proviene dall’app Douyin, versione del social presente solo su territorio cinese, il 7% dagli Stati Uniti e il 2% dalla Turchia.

LEGGI ANCHE: La famiglia Moto G del 2021 si mostra in alcuni render

Medaglia d’argento per YouTube, che si riconferma la seconda app per ricavi ottenuti, stesso risultato di novembre. Sono circa 95 milioni di dollari i ricavi per l’app di condivisione video di Google, con ben il 52% di questi provenienti dagli USA. Terzo e quarto porto per Tinder e Disney+, che ci fa capire come le applicazioni in qualche modo legate alla multimedialità (ad eccezione di Tinder) siano le più popolari tra gli utenti.

Differenze si notano se confrontiamo i dati dei due principali store di applicazioni: mentre su App Store di Apple la “classifica” è del tutto analoga, soprattutto nelle prime posizioni, su Play Store la situazione cambia e Google One si trova al primo posto delle app più redditizie, seguita da Disney+ e Piccoma, servizio in abbonamento attivo in Giappone per manga.

L’articolo App più redditizie di dicembre 2020: i video fanno da padroni sembra essere il primo su AndroidWorld.


App più redditizie di dicembre 2020: i video fanno da padroni

Il gioco più fruttuoso del 2020 è PUBG Mobile: tra i giochi “miliardari” c’è anche Pokémon GO e Roblox (foto)

Sensor Tower ha appena condiviso i dati relativi al bilancio annuale dei giochi più popolari, mettendo in evidenza quelli che sono riusciti a generare almeno un miliardo di dollari di introiti durante il 2020.

I giochi per piattaforma mobile che sono risultati “miliardari” nel 2020 troviamo PUBG Mobile in testa alla classifica, con i suoi 2,6 miliardi di dollari generati, mentre al secondo posto troviamo Honor of Kings, sviluppato sempre da Tencent. Pokémon GO è il terzo gioco più redditizio del 2020, facendo registrare anche il suo miglior anno in assoluto dal punto di vista degli introiti.

LEGGI ANCHE: la nostra prova del ProRAW di Apple

Un altro gioco che ha avuto grande successo durante l’anno che sta per chiudersi è Roblox, che ha totalizzato 1,1 miliardi di dollari insieme a Coin Master. In generale, Sensor Tower ha constatato che il 2020 passerà alla storia come un anno eccezionale per i giochi mobile, i quali hanno generato introiti maggiori del 20% rispetto allo scorso anno. Su questo incremento hanno sicuramente influito la pandemia e i periodi di lockdown. Speriamo che il 2021 sarà da meno.

L’articolo Il gioco più fruttuoso del 2020 è PUBG Mobile: tra i giochi “miliardari” c’è anche Pokémon GO e Roblox (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Il gioco più fruttuoso del 2020 è PUBG Mobile: tra i giochi “miliardari” c’è anche Pokémon GO e Roblox (foto)

Ecco tutti gli annunci di Xbox ai The Game Awards 2020 (video)

Durante il corso di questa nottata si sono tenuti i The Game Awards 2020, la cerimonia che affida ai giochi che si sono distinti durante l’anno importanti premi per categorie, tra cui l’ambitissimo Game of the Year (GOTY). Per questo 2020 tale titolo è toccato a The Last of Us Parte II, la meraviglia di Naughty Dog che è riuscita ad aggiudicarsi altri sette premi. Inoltre tra un premio e un altro, uno spazio è stato riservato alle novità in vista per il prossimo anno, e tra tutte ecco quali sono quelle annunciate da Microsoft.

Perfect Dark

Il primo titolo di The Initiative, lo studio di sviluppo degli Xbox Game Studios creato completamente da zero, ambientato in un mondo futuristico distopico in cui gli eccessi dell’umanità lo hanno condotto verso la fine.

Microsoft Flight Simulator

Gioco pensato per Xbox Series X/S, sarà rilasciato nel corso dell’estate 2021. Come il titolo suggerisce, parliamo di un simulatore di volo, in cui i giocatori potranno viaggiare qui e lì per il mondo e sviluppare le proprie abilità di volo su vari tipi di velivoli, dagli aerei leggeri ai jet commerciali.

Altri annunci interessano l’arrivo su Xbox Game Pass per PC di nuovi titoli, come Among Us, della quinta stagione di Fortnite che vede l’entrata in gioco di Master Chief e infine la possibilità di sbloccare ispirata a Cyberpunk 2077 in Forza Horizon 4.

L’articolo Ecco tutti gli annunci di Xbox ai The Game Awards 2020 (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Ecco tutti gli annunci di Xbox ai The Game Awards 2020 (video)

YouTube Gaming fa il botto di visualizzazioni nel 2020: ecco i dati

Il settore gaming è in costante crescita e rappresenta uno dei capisaldi dell’intrattenimento online grazie a piattaforme come YouTube e Twitch, tanto che anche Microsoft ha provato a gettarsi a capofitto in questo settore (non proprio con successo).

Tramite un post sul suo profilo Twitter, Ryan Wyatt, a capo della sezione gaming di YouTube, ha annunciato che il 2020 è stato il miglior anno per la piattaforma, raddoppiando quanto fatto nel 2018, con oltre 100 miliardi di ore di contenuti riguardanti i videogiochi e più di 40 milioni di canali attivi riguardanti questo ambito. Sono stati proprio i creatori di contenuti a beneficiare maggiormente dell’aumento di traffico, dato che sono più di 80 mila i canali che hanno superato la soglia dei 100 mila iscritti, mentre circa 350 hanno superato ben 10 milioni di iscritti.

LEGGI ANCHE: Facebook Gaming diventa cloud gaming: guanto di sfida a Google, Microsoft e Amazon?

È stata resa pubblica anche la lista dei giochi più seguiti: al primo posto svetta un onnipresente Minecraft che, con oltre 200 miliardi di visualizzazioni, è il videogioco più seguito sulla piattaforma, a cui seguono Roblox (75 miliardi di visualizzazioni), Garena Free Fire (72 miliardi di visualizzazioni), GTA: V (70 miliardi di visualizzazioni) e Fortnite (67 miliardi di visualizzazioni).

Probabilmente il successo della piattaforma è dovuto alla pandemia in atto, che ci ha costretto a casa per molto tempo e, nonostante Twitch e Facebook Gaming non abbiano ancora rilasciato le statistiche relative i loro servizi, possiamo immaginare che abbiano registrato numeri in crescita, così come accaduto per YouTube.

L’articolo YouTube Gaming fa il botto di visualizzazioni nel 2020: ecco i dati sembra essere il primo su AndroidWorld.


YouTube Gaming fa il botto di visualizzazioni nel 2020: ecco i dati