Apple Pay Later, gli M2, Ventura e le altre novità del WWDC 2022

AGI – Dopo due anni esclusivamente online, è la prima World Wide Developers Conference di Apple dal 2019 con una presenza fisica. Dal 6 al 10 giugno all’Apple Park di Cupertino, in California, spazio all’evento che la società della mela morsicata rivolge alla community di sviluppatori e agli addetti ai lavori. 

Occhi puntati sul keynote (registrato) di apertura, durante il quale il Ceo di Apple, Tim Cook, ha presentato le ultime versioni del software Apple per iPhone, iPad (iPadOS 16), Mac, Watch (watchOS 9) e TV. I nuovi “bit”, come i partecipanti chiamano spesso gli aggiornamenti, sono il più grande annuncio di software Apple dell’anno e stabiliscono la strategia di Apple nei prossimi 12 mesi. “WWDC – ha detto Cook in apertura – è progettato per supportare al meglio la comunità degli sviluppatori”.

Cook ha sottolineato come Apple stia ospitando Tech Talks per gli sviluppatori per aiutarli a capire meglio i suoi prodotti. Apple ha anche lanciato una accademia per sviluppatori per donne anche in Arabia Saudita. “Ci aspettiamo che milioni di sviluppatori si uniscano a noi anche quest’anno” ha aggiunto, sottolineando come la società abbia “oltre 34 milioni di sviluppatori di app”. 

Le novità di iOS 16

Il keynote del WWDC di Apple inizia con iOS 16, il sistema operativo degli iPhone. Le novità riguardano la schermata di blocco. Gli utenti potranno personalizzare la schermata di blocco dal filtro colore al carattere per l’ora all’immagine, il tutto con una pressione prolungata.È il “più grande aggiornamento di sempre per la schermata di blocco, che reinventa completamente il modo in cui funziona” ha dichiarato Craig Federighi, SVP di Apple per l’ingegneria del software. “I widget sono piccole icone su cui gli utenti possono fare clic per accedere rapidamente a strumenti come l’app meteo“.

La nuova schermata di blocco consente “una maggiore personalizzazione del carattere e del colore di ora e data. Consente inoltre agli utenti di mescolare le foto di sfondo durante il giorno o di scegliere sfondi animati”. Cambierà anche il modo in cui gli utenti vedono le notifiche in modo che non coprano la loro foto di sfondo quando il telefono è bloccato. Invece di apparire nella parte superiore dello schermo, le notifiche appariranno in basso. 

Apple ha aggiunto poi tre funzionalità principali alla sua app di messaggistica, “Messaggi”. Se il messaggio è un iMessage, non un SMS, gli utenti saranno in grado di modificare i messaggi, richiamare i messaggi inviati per errore e posticipare i testi in modo che gli utenti possano gestirli in un secondo momento. “Queste piccole modifiche cambieranno il modo in cui quasi 1 miliardo di persone inviano messaggi” ha sottolineato Federighi. È stata ampliata la funzione di messa a fuoco alla schermata di blocco. Lo strumento consente agli utenti di scegliere come filtrare le notifiche, ad esempio concentrarsi solo sui messaggi di lavoro o personali. Fra le novità, iOS 16 amplierà le possibilità di SharePlay a iMessage, in modo che gli utenti possano guardare o ascoltare i media contemporaneamente.

Acquista ora, paghi dopo. Apple ha annunciato il servizio acquista ora, paga dopo “Apple Pay Later” che consentirà di acquistare oggetti ovunque sia accettato Apple Pay e quindi pagarlo in quattro pagamenti in sei settimane. Senza commissioni, fa sapere la società. Gli utenti potranno gestire i propri pagamenti tramite l’app Wallet. Una funzione interessante per i consumatori che desiderano acquistare prodotti costosi ma non hanno tutti i fondi in una volta.

Safety check. Apple ha introdotto anche Safety Check, una nuova funzionalità per aiutare chi è vittima di violenze domestiche o di stalking, per interrompere con un click la condivisione di contenuti o della posizione verso persone che non sono più di nostra fiducia. Consente agli utenti di disattivare rapidamente tutti i servizi e le app condivisi con la famiglia dell’utente, come la posizione, o se i messaggi di un utente vanno ad altri dispositivi oltre al telefono.

Secondo Cupertino la funzione è stata progettata in collaborazione con gruppi di donne ed è progettata per rendere più facile rimanere privati e proteggere i dati personali e la sicurezza quando si lascia una relazione. 

CarPlay

È in arrivo una nuova generazione di CarPlay, “un rinnovamento completo”. Il servizio sarà massimamente integrato con l’hardware dell’auto e consentirà di vedere altri dettagli su veicolo e informazioni a colpo d’occhio. L’iPhone comunicherà con il sistema dell’auto in modo che gli utenti possano vedere tutte le info utili e si adatterà agli schermi giganti e di forme diverse che iniziano a essere disponibili sulle auto di ultima generazione.

Un concetto diverso da quello, molto semplice, dell’attuale CarPlay che avrà bisogno di una stretta collaborazione con i produttori di auto: sono diversi i marchi già coinvolti nel progetto (Mercedes, Audi, Porsche, Renault, Honda e molti altri).  I veicoli che lo supporteranno saranno annunciati alla fine del prossimo anno.

I nuovi processori M2

Lato hardware,  nel corso della World Wide Developers Conference, Apple ha presentato i nuovi chip M2: il 25% in più di transistor e il 50% in più di larghezza di banda rispetto a M1. Apple ha affermato di concentrarsi su prestazioni efficienti dal punto di vista energetico, massimizzando le prestazioni di velocità limitando la quantità di energia necessaria per farlo.

Il nuovo chip promette di arrivare all’87% dei più potenti chip per notebook a 12 core della concorrenza, ma impiegando un quarto dell’energia. Il risultato è avere dei computer senza ventole, silenziosi e super-efficienti come consumi, pur essendo molto potenti.

Annunciato anche un nuovo MacBook Air (non più a cuneo) che funziona con il suo nuovo processore M2. Il MacBook Air è disponibile in quattro colori: grigio siderale, luce stellare, mezzanotte e argento. È caricato con MagSafe di Apple e ha due porte Thunderbolt.

In arrivo anche un nuovo MacBook Pro da 13 pollici, sempre con il chip M2. Apple MacBook Air con M2 parte da 1.099 dollari, mentre MacBook Pro con M2 parte da 1.299. Il vecchio MacBook Air M1 rimarrà sul mercato a 999 dollari. I nuovi laptop verranno spediti il mese prossimo, anche se Apple non ha specificato una data. 

MacOS Ventura

Apple ha appena annunciato macOS Ventura, la versione numero 13 del nuovo software per Mac. Il nuovo sistema operativo include un nuovo strumento Stage Manager. Attivata dal Centro di controllo, la funzione organizzerà automaticamente le app aperte sul lato dello schermo mentre al centro c’è quella su cui si sta lavorando.

La ricerca nell’app Mail ha poi ricevuto modifiche, incluse anteprime più complete, suggerimenti immediati e correzioni di battitura. Safari ha la nuova funzione di condivisione delle schede, che consente agli utenti di vedere quali schede stanno visualizzando i loro amici in tempo reale e ora supporta le “passkey” biometriche in sostituzione delle password tradizionali.

Gli sviluppatori di Cupertino

La Worldwide Developers Conference è strategicamente importante per Apple, le cui performance finanziarie (Apple genera fino a 20 miliardi di dollari all’anno dalle vendite di software sul suo App Store) dipendono dal supporto di sviluppatori di software di terze parti come quelli che appunto partecipano al WWDC. Senza una solida selezione di applicazioni aggiornate e di qualità, il valore delle piattaforme Apple per consumatori e utenti probabilmente diminuirebbe, il che alla fine danneggerebbe le vendite. 

Quest’anno Apple ha invitato a Cupertino alcune centinaia di sviluppatori di software, membri della stampa e studenti per guardare il video di presentazione, fare tour del campus ed entrare in contatto con gli sviluppatori del software iOs. Certo, meno dei 6.000 partecipanti che si sono recati a San Jose per il WWDC prima della pandemia, ma è un segno che le cose stanno tornando alla normalità dopo due anni di annunci di prodotti virtuali.


Apple Pay Later, gli M2, Ventura e le altre novità del WWDC 2022

Miglior smartphone dual SIM – Giugno 2022

La nostra lista dei migliori smartphone dual SIM di giugno 2022.

Poiché non è facile trovare il miglior smartphone dual SIM qualità prezzo (o il più economico) abbiamo deciso di realizzare un’ampia selezione dei migliori prodotti in modo da facilitarvi la selezione. Sono moltissimi ormai gli smartphone dual SIM in vendita online a prezzi stracciati (quasi tutti quelli cinesi) ma per non cadere in fregature eccovi una lista completa dei migliori dual SIM che davvero vale la pena acquistare. Per chi invece cercasse smartphone diversi, trovate l’indice di tutti i migliori smartphone a questo link.

Vista la difficoltà nel delineare una lista dei migliori prodotti dual SIM, abbiamo scelto di selezionare quelli che nelle nostre recensioni hanno ottenuto i voti più alti (preferibilmente sopra 8) e di segnalarveli, fornendovi anche alcune delle migliori offerte al momento (giugno 2022) presenti sul mercato online, in modo da poter trovare anche lo smartphone più economico. Nella nostra guida troverete quindi un gran numero di smartphone Android con la possibilità di utilizzare due SIM in contemporanea, tutti di grande qualità.

Se però avete ancora dei dubbi su quale smartphone acquistare fateci pure domande nel nostro gruppo Facebook:

Nello specifico trovate una lista di dispositivi che hanno ricevuto un voto congruo nelle nostre recensioni e che nel dettaglio sono risultati vincenti come:

  • Display: schermi luminosi, con buoni angoli di visione e ad una risoluzione ottimale per la diagonale dello schermo
  • Hardware: CPU, GPU e RAM in un quantitativo sufficiente a garantire ottime prestazioni
  • Autonomia: batterie abbastanza capienti o sistemi di risparmio energetico particolarmente efficienti
  • Fotocamera: fotocamere (in particolare quella principale) capace di realizzare scatti nitidi, luminosi e con app capaci di aprirsi e di mettere a fuoco velocemente
  • Software: i software possono essere delle tipologie più disparate ma devono mantenere un buon bilanciamento fra semplicità, fluidità e numero di funzioni

Vi lasciamo poi comunque lo spazio dei commenti alla fine di questa lunga lista di smartphone è ovviamente aperto ai vostri suggerimenti e consigli. Vi lasciamo quindi alla nostra lista dei migliori smartphone dual SIM, divisi per fascia di prezzo.

Realme C21

Non vi aspettate prestazioni stellari o foto da oscar, perché ovviamente non è qui che le troverete. Ma questo Realme C21, per il prezzo a cui viene venduto nel nostro paese è un prodotto eccellente. Uno smartphone concreto e che fa quello che deve. In più il carrellino estraibile lascia spazio non solo per due nanoSIM, ma anche per una microSD per espandere la memoria.

Realme 8

Questo Realme 8 è la proposta di OPPO per la fascia bassa. Uno smartphone veramente molto valido e che snobba le mode del momento (5G e refresh rate aumentato) in favore di molta concretezza. E il tutto a un ottimo prezzo. Lo smartphone è poi anche dotato di un carrellino triplo che permette di usare una doppia SIM e una microSD in contemporanea.

POCO M3 Pro 5G

Questo gradevole e moderno smartphone POCO (brand di Xiaomi) è un prodotto estremamente completo, come tutti quelli della stessa famiglia. Abbiamo connettività 5G, supporto dual SIM, buon hardware e bel display da 90 Hz ad un prezzo estremamente competitivo. In più abbiamo anche una corposa batteria da 5.000 mAh, anche se la ricarica è a soli 18W.

OnePlus Nord CE

Si tratta della versione core edition di OnePlus Nord ed è indubbiamente lo smartphone più economico che potremmo consigliarvi di OnePlus. Non solo abbiamo un software pulito e completo, ma questo smartphone dual SIM vede anche il ritorno del jack audio, caratteristica sempre apprezzata. In più abbiamo il supporto al 5G e un bello schermo con refresh rate a 90 Hz.

 

Realme GT Master Edition

GT nella versione Master Edition è uno smartphone veramente eccellente. Costa il giusto e offre veramente tanto. È ovviamente uno smartphone dual SIM, ma offre anche un ottimo mix fra prestazioni, ottimo display, qualità delle fotocamere e software molto pulito, completo e fluido.

 

Motorola Edge 30

Motorola Edge 30 è un ottimo smartphone dual SIM che rispecchia perfettamente le richieste di probabilmente buona fetta dell’utenza. Abbiamo infatti uno smartphone con un buon processore, delle buone fotocamere, un software fluido e uno schermo addirittura a 144 Hz. Il prezzo di lancio era alto ma Motorola l’ha proposto da subito ad un prezzo aggressivo.

Redmi Note 11 Pro+ 5G

Redmi Note 11 Pro+ 5G è uno smartphone dal nome complicato ma in realtà è molto “semplice”, visto che offre tutto quello che qualsiasi smartphone dovrebbe avere in questa fascia di prezzo (e questo ovviamente include il supporto dual SIM). Abbiamo una buona fotocamera, ricarica velocissima e anche un buon display.

Realme GT Neo 2

Realme con questo GT Neo 2 ha prodotto uno degli smartphone che più definiremmo “best buy”. Per il prezzo il display è ottimo, abbiamo un software aggiornato e fluido e anche la fotocamera non è affatto male. Abbiamo poi una ricarica molto rapida e un design tutto sommato abbastanza curata.

OPPO Find X3 Lite

Find X3 Lite di OPPO è uno smartphone molto interessante e il tema “lite” gli sta sicuramente stretto. È potente, ha una ricarica estremamente rapida, ha un bellissimo display e delle fotocamere di fascia più alta che quella la categoria prometterebbe. Ovviamente è dotato di connettività 5G come tutti gli altri smartphone recenti.

OnePlus Nord 2

Anche nel 2021 OnePlus ha sfornato uno smartphone eccezionale per la fascia media, che mescola tutti gli ingredienti fondamentali per un vero smartphone best buy. Ottima fotocamera, buon display a 90 Hz, ricarica rapidissima e un hardware potente, anche più potente di buona parte degli smartphone della stessa fascia.

Samsung Galaxy A52 5G

Il modello 5G di Galaxy A52 è non solo un upgrade dal punto di vista della connettività, ma anche del processore che ovviamente deve supportare anche questa tecnologia e di conseguenza è più potente e più aggiornato. Per il resto è uno smartphone completo, dal bellissimo display, con fotocamera stabilizzata otticamente e anche impermeabilità.

POCO F4 GT

Ancora una volta POCO (costola “economica” di Xiaomi) lancia sul mercato un top di gamma dal prezzo super aggressivo. Parliamo di F4 GT, smartphone dual SIM che integra all’interno tutto l’hardware di cui potreste aver bisogno e anche qualche chicca per i gamer, che però trovano riscontro positivo anche per chi con lo smartphone non gioca.

Realme GT 2 Pro

Questo smartphone è sicuramente una interessante eccezione per Realme, perché alza di molto l’asticella del suo listino e perché porta quindi sul mercato uno smartphone veramente top di gamma (sotto tanti fronti) ad un prezzo comunque quantomeno onesto. Lo smartphone offre fra le altre cose un display di qualità, un design gradevole e delle buone fotocamere.

Motorola Moto G100

 

Anche Moto G diventa un brand associato al mondo degli smartphone top di gamma. Questo Moto G100 ha a disposizione infatti un processore Snapdragon 870, memorie molto veloce e anche l’uscita video tramite un cavo HDMI, utilizzando la porta USB-C 3.1 di questo smartphone. E poi c’è l’ottima batteria che garantisce fino a due giorni con una singola carica.

OnePlus 8T

Questo OnePlus 8T (sempre dual SIM) è un passo indietro vero la concretezza di qualche anno fa. Lo schermo torna piatto, lo smartphone è di nuovo quello che molti cercavano: uno smartphone non troppo caro ma che potesse unire tutte le cose che davvero le persone cercano in un prodotto di questo tipo.

Realme GT

Per chi vuole una scheda tecnica davvero completa questo Realme GT è l’alternativa più economica in circolazione con il potentissimo processore Snapdragon 888. È uno smartphone che punta alla concretezza ma che ha alcuni assi nelle sue maniche. Se il design del modello giallo è un po’ troppo aggressivo per voi, vi basterà scegliere il modello lucido scuro.

Xiaomi 11T Pro

Un ottimo smartphone dual SIM ma non solo. Xiaomi 11T Pro è uno smartphone estremamente completo. Non ha un prezzo stracciato, ma Xiaomi 11T Pro offre tanto: fotocamera da 108 megapixel stabilizzata otticamente, processore premium e anche la ricarica da ben 120W, prima nel suo genere.

ASUS Zenfone 8

Questo smartphone non offre la possibilità di espandere la memoria, ma è forse una delle pochissime mancanze. Perché ASUS Zenfone 8 è un vero top di gamma a tutti gli effetti. Abbiamo il processore Snapdragon 888, memorie molto veloci e anche un gradito ritorno: il jack audio per le cuffie. In più e impermeabile e visto che si trova in questa lista ovviamente supporta anche due nanoSIM in contemporanea.

Xiaomi 12X

Xiaomi 12X è un ottimo smartphone dual SIM, il più “economico” della famiglia Xiaomi 12. Si tratta però comunque di uno smartphone top di gamma e pertanto è il prezzo è comunque giustificato, soprattutto da un hardware completo, un ottimo display e una velocità di ricarica fulminea.

OnePlus 9 Pro

OnePlus 9 Pro è la conferma dell’azienda nel mondo degli smartphone premium. Questo 9 Pro è nato dalla collaborazione con Hasselblad che assicura all’azienda un posto nell’olimpo dei migliori smartphone per scattare foto. Abbiamo poi un’eccellente display ad alta risoluzione ed alto refresh rate e un nuovi sistema di ricarica ultra rapida a 65W e addirittura a 50W tramite l’adattatore wireless.

Samsung Galaxy S21 Ultra

Galaxy S21 Ultra di Samsung è un prodotto eccellente che ha a disposizione anche il pieno supporto dual SIM (dual nanoSIM) con connettività 5G sulla SIM principale. In più c’è anche il pieno supporto alle eSIM. Non si potranno usare tre numeri in contemporanea ma la flessibilità sarà massima.

Se cercate prodotti differenti dagli smartphone dual SIM, eccovi una selezione di altri ottimi dispositivi:

L’articolo Miglior smartphone dual SIM – Giugno 2022 sembra essere il primo su Androidworld.


Miglior smartphone dual SIM – Giugno 2022

Un assaggio dal Google I/O 2022: ecco le novità principali

Manca davvero pochissimo al prossimo Google I/O, il classico keynote di casa Google che propone annualmente tutte le novità software e hardware che Google ha sviluppato per i suoi utenti. Queste riguardano tanto il mondo smartphone quanto quello della domotica e dell’informatica.

Nelle ultime ore Google ha lasciato trapelare su Twitter, tramite il profilo ufficiale di Android, quali saranno i macro-argomenti sui quali saranno centrate le novità più interessanti:

  • Aggiornamenti di sicurezza.
  • Aggiornamenti per le piattaforme di messaggistica.
  • Aggiornamenti cross-device.
  • Nuove partnership.

Le voci più intriganti sono sicuramente gli aggiornamenti cross-device e gli aggiornamenti per la messaggistica. Per il primo aspetto possiamo aspettarci un’estensione delle integrazioni tra Android, Chrome OS e Wear OS che sono già disponibili per gli utenti Google, mentre per il secondo possiamo aspettarci novità, e magari delle integrazioni smart, tra Google Messaggi, Duo e l’app Telefono. Non dimentichiamoci della messaggistica RCS.

In tema di design, aspettiamoci delle novità anche sotto questo punto di vista: il profilo del Material Design ha lasciato intendere che ci saranno delle novità per le interfacce grafiche. Sappiamo che tra queste ci sarà il nuovo font Roboto Flex.

Vi ricordiamo che il Google I/O 2022 si terrà dall’11 al 12 maggio, seguiteci con costanza per rimanere aggiornati su tutte le novità che ci svelerà Google.

L’articolo Un assaggio dal Google I/O 2022: ecco le novità principali sembra essere il primo su Androidworld.


Un assaggio dal Google I/O 2022: ecco le novità principali

Tutti (proprio tutti) gli smartphone scontati per le Offerte di Primavera 2022

Vi avevmao anticipato come gli smartphone per le Offerte di Primavera Amazon 2022 fossero tantissimi e pertanto abbiamo voluto realizzare non solo la nostra selezione della top 10 degli smartphone secondo noi più interessanti, ma anche un listato completo di tutti (ma proprio tutti) gli smartphone scontati per le giornate delle Offerte di Primavera Amazon.

Qui trovate la lista divisa per brand:

L’articolo Tutti (proprio tutti) gli smartphone scontati per le Offerte di Primavera 2022 sembra essere il primo su Smartworld.


Tutti (proprio tutti) gli smartphone scontati per le Offerte di Primavera 2022

Offerte di Primavera Amazon 2022: come prepararsi e dove seguire tutti gli sconti

Le Offerte di Primavera 2022 di Amazon Italia sono ormai imminenti: saranno attive a partire dal 1° aprile e dureranno ben due settimane, fino al 13 aprile. Per questo, oggi vi diamo qualche consiglio per poterle seguire al meglio: potete consultare la breve guida pratica che abbiamo realizzato in questo articolo, con tutte le informazioni principali per sfruttare le offerte e risparmiare al massimo sui prodotti scontati.

Il primo consiglio è quello più semplice: seguite la nostra sezione del sito dedicata alle offerte tecnologiche. Qui troverete tutti gli articoli relativi alle Offerte di Primavera di Amazon, ma anche tanti altri sconti proposti dai migliori store online, i volantini delle migliori catene di elettronica e altre promozioni speciali.

TUTTE LE OFFERTE

Un altro strumento molto utile per seguire minuto per minuto tutte le migliori offerte è il nostro canale su Telegram. Qui segnaleremo in tempo reale tutti gli sconti da non perdere, con i link diretti ai prodotti, subito pronti da acquistare. Pochi fronzoli e tanta velocità, ma solo sconti reali e verificati, in modo da proporvi il meglio delle noste selezioni. Per effettuare l’iscrizione al canale basta premere sul pulsante a seguire.

Canale Telegram Offerte

L’abbonamento ad Amazon Prime non è necessario per acquistare sullo store, ma in questi eventi speciali è sicuramente molto consigliato, perché permette di avere due vantaggi importanti: consegne gratuite su tutti gli acquisti e accesso prioritario ad una vasta selezione di offerte lampo, che spesso sono tra le più ghiotte in assoluto. Ovviamente Prime include tanti atri vantaggi, come potetet leggere nel nostro articolo dedicato.

ISCRIVITI A PRIME

La lista desideri di Amazon è uno strumento utilissimo per tenere traccia dei prodotti che volete acquistare. Se avete già in mente qualche articolo che sperate possa essere in sconto durante il periodo delle Offerte di Primavera, vi consigliamo di inserirlo nella lista già da ora, così sarete subito pronti a ritrovarlo e verificare se il prezzo è calato. Ogni prodotto Amazon ha un pulsante dedicato “Aggiungi alla Lista” per essere incluso nella vostra lista desideri, di solito nella colonna destra. Per andare sulla pagina della vostra lista desideri su Amazon basta premere sul pulsante “Account e liste” nella barra in alto sulla home e poi scegliere “Lista desideri”.

Esistono diversi strumenti per il tracciamento dei prezzi su Amazon, che riescono a farvi capire se uno sconto sia davvero uno sconto! I due più famosi in assoluto sono Keepa e camelcamelcamel: entrambi mostrano l’andamento completo dei prezzi di ciascun prodotto e possono avvisarvi se la cifra scende al di sotto di una certa soglia, da voi stessi stabilita. In occasioni particolari come le Offerte di Primavera su Amazon possono rivelarsi molto importanti! Funzionano sia come siti web che come estensioni dei principali browser desktop (Firefox, Chrome, Edge) quindi potete scegliere come utilizzarli.

L’articolo Offerte di Primavera Amazon 2022: come prepararsi e dove seguire tutti gli sconti sembra essere il primo su Smartworld.


Offerte di Primavera Amazon 2022: come prepararsi e dove seguire tutti gli sconti