Aggiornamento deludente per Razer Phone 2: solo patch di novembre, ancora nulla Android 10 (foto)

Razer ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento software per il suo Razer Phone 2, un dispositivo lanciato nel tardo 2018 ma che ancora deve saggiare le novità di Android 10.

Quando per diversi dispositivi attualmente sul mercato Android 11 è ormai una realtà, Razer Phone 2 si trova ancora aggiornato ad Android Pie. L’upate rilasciato nelle ultime ore ha un peso di circa 100 MB ma include esclusivamente le patch di sicurezza Android di novembre 2020. Dunque per Android 10 ci sarà ancora da attendere.

LEGGI ANCHE: rimanete aggiornati sul Black Friday

L’aggiornamento è attualmente in fase di distribuzione via OTA a livello globale. Razer non ha comunicato le tempistiche di rilascio di Android 10.

L’articolo Aggiornamento deludente per Razer Phone 2: solo patch di novembre, ancora nulla Android 10 (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Black Friday 2020: Amazon parte in anticipo! [IN CONTINUO AGGIORNAMENTO]

Il Black Friday, previsto per fine novembre, inizia con le prime offerte preparatorie su Amazon. Ci sono prodotti di ogni tipologia, dall’elettronica alla salute, passando per tutte le altre categorie. 

Link all’articolo originale: Black Friday 2020: Amazon parte in anticipo! [IN CONTINUO AGGIORNAMENTO]

iPhone Italia

Nuovo aggiornamento per Galaxy S20 FE: sono risolti i problemi al touchscreen? (foto) (aggiornato: il fix arriverà)

Samsung ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento software per il suo Galaxy S20 FE, uno dei più recenti a essere stato lanciato sul mercato. L’aggiornamento arriva a distanza di pochi giorni dalle nuove patch di ottobre.

L’aggiornamento in fase di distribuzione consiste nella build G78xxXXU1ATJ5 e ha un peso di circa 170 MB. Il changelog associato è davvero molto vago, riporta esclusivamente il miglioramento della stabilità di sistema generale, e non è chiaro se risolva o meno i problemi al touchscreen rilevati nelle settimane scorse da diversi utenti su Galaxy S20 FE.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S20 FE 5G, la recensione

L’update è in fase di distribuzione via OTA in diversi paesi europei. Fateci sapere se l’avete ricevuto e se sul vostro device persistono i problemi al touchscreen.

Aggiornamento22/10/2020 ore 23:30

Il problema al touchscreen per Galaxy S20 FE non è stato ancora risolto: la conferma arriva indirettamente da Samsung. Il produttore sudcoreano ha infatti riferito di essere a conoscenza dei problemi segnalati dagli utenti con Galaxy S20 FE e ha comunicato di essere a lavoro sul fix.

Come facilmente prevedibile, il fix sarà di natura software e arriverà sotto forma di aggiornamento del firmware. Tale aggiornamento ancora non è stato rilasciato, torneremo ad aggiornarvi sui prossimi sviluppi.

L’articolo Nuovo aggiornamento per Galaxy S20 FE: sono risolti i problemi al touchscreen? (foto) (aggiornato: il fix arriverà) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

OnePlus 8T riceve già il suo primo aggiornamento: ecco la nuova modalità per l’Ambient Display (foto)

OnePlus ha già rilasciato il primo aggiornamento software per il suo OnePlus 8T, il nuovo top di gamma presentato ufficialmente la scorsa settimana. L’aggiornamento introduce la versione 11.0.1.2 della OxygenOS, andiamo a vedere insieme il changelog.

Ambient Display

  • Introduzione della modalità Canvas, questa consiste in un profilo abbozzato su sfondo scuro basato sullo sfondo dello smartphone. Avete un esempio nella galleria in basso.

Fotocamera

  • Miglioramenti per la registrazione video in modalità Nightscape.
  • Miglioramenti per l’accuratezza nel bilanciamento del bianco.
  • Miglioramenti per la stabilità dell’app.

Sistema

  • Ottimizzazione dei consumi.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8T, la recensione

L’aggiornamento per OnePlus 8T è attualmente in fase di distribuzione automatica via OTA a livello globale.

L’articolo OnePlus 8T riceve già il suo primo aggiornamento: ecco la nuova modalità per l’Ambient Display (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

L’ultimo aggiornamento fa somigliare Google Maps sempre più a un social network (foto)

Con un post sul suo blog ufficiale Google annuncia l’arrivo di una piccola ma significativa rivoluzione in Maps: presto si potranno seguire le attività di chi aggiunge contenuti. Il rilascio globale è partito dopo una sperimentazione durata più di sei mesi. La novità in poche parole introdurrà alcune funzioni tipiche dei social, come la gestione del proprio profilo (in parte in realtà già presente per chi contribuisce alle mappe), la possibilità di rendere pubblica la propria attività e ricevere notifiche a ogni upload significativo.

Già da qualche tempo infatti era possibile seguire le guide locali, da domani chi condivide foto, recensioni o liste pubblicamente potrà essere seguito da chi vuole ricevere gli ultimi aggiornamenti. Sarà poi possibile filtrare i profili pubblici per argomento (es. pizza, branch, campeggi, parchi, ecc.).

LEGGI ANCHE: I 15 migliori prodotti tecnologici del 2020 finora (secondo noi)

Google ci tiene però a rassicurare quegli utenti più attenti alla propria privacy, dichiarando che allo stesso tempo sarà implementato un sistema di gestione della condivisione delle informazioni. In particolare si potrà scegliere se mostrare a tutti o meno le proprie recensioni, le foto e gli altri post che compongono il profilo pubblico su Maps. Per poter essere seguiti da altri bisognerà seguire una procedura precisa – disponibile per alcuni utenti, immaginiamo in base ai contributi effettuati – ma poi sarà possibile porre delle limitazioni. Per esempio con un profilo “restricted” si potrà approvare chi fa richiesta di diventare follower.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo L’ultimo aggiornamento fa somigliare Google Maps sempre più a un social network (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Aggiornamento della EMUI 10.1 per Huawei P40 Lite: arrivano le patch di luglio (foto)

Huawei ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento software per il suo P40 Lite, il quale è sempre basato sulla EMUI 10.1 ed è centrato tutto sull’aspetto della sicurezza.

L’aggiornamento in fase di rollout per Huawei P40 Lite fa riferimento alla build 10.1.0.226 e ha un peso di circa 720 MB: il changelog sembra includere esclusivamente le patch di sicurezza Android aggiornate a luglio 2020.

LEGGI ANCHE: Huawei P40 Lite, la recensione

L’update appena descritto è in fase di distribuzione via OTA in diverse regioni europee. Fateci sapere se l’avete ricevuto anche voi e installato.

L’articolo Aggiornamento della EMUI 10.1 per Huawei P40 Lite: arrivano le patch di luglio (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Ghiotto aggiornamento per Telegram: arrivano i video profilo, novità grafiche e funzionali per chat, gruppi e Persone Vicine (foto)

Telegram ha appena rilasciato un nuovo e consistente aggiornamento per le sue app Android e iOS di messaggistica, il quale include tantissime novità, come di consueto del resto. Andiamo a vederle insieme nel dettaglio.

La prima novità riguarda i profili utente: dopo l’aggiornamento sarà possibile impostare un video profilo, invece che la classica immagine, e scegliere un fotogramma di esso come immagine statica da proporre nelle chat. Al video è possibile applicare anche degli sticker animati.

L’aggiornamento ha anche introdotto un nuovo strumento di editing fotografico e video: si tratta della possibilità di incrementare la morbidezza della pelle sui video registrati e sulle foto scattate con la fotocamera frontale.

Sono stati apportati dei miglioramenti alla funzionalità Persone Vicine di Telegram: quando ci si scriverà usando questa feature si troverà l’informazione relativa alla distanza tra i due utenti. La novità è accessibile a patto che tra le impostazioni Contatti > Persone vicine sia selezionata l’opzione “Rendimi visibile“.

Nella lista chat sono state implementate le mini miniature riferite ai file multimediali inviati: questa sarà utile per avere un’anteprima del contenuto ricevuto senza dover accedere alla chat specifica.

L’aggiornamento di Telegram ha apportato anche un nuovo strumento per filtrare le chat relative a utenti non presenti tra i contatti, utile nel caso in cui si ricevano tanti messaggi da persone sconosciute. La novità è disponibile nella sezione Privacy e Sicurezza delle impostazioni dell’app . Le chat filtrate verranno raccolte nell’Archivio.

Per i gruppi con più di 500 membri arrivano delle interessanti e dettagliate statistiche: queste riguarderanno le interazioni, la crescita degli iscritti e non solo. L’animazione presente qui sotto vi darà un’idea.

Inoltre per Android sono arrivate ulteriori novità: parliamo di nuovi strumenti per il player musicale, che ha ricevuto icone semplificate e la lista brani espandibile, della barra di scrittura che si adatterà automaticamente durante la scrittura di messaggi lunghi e degli strumenti per editare velocemente i video.

Per Telegram Desktop arriva la possibilità di usare account multipli sullo stesso dispositivo, esattamente come è già possibile per le app Android e iOS. Inoltre, per Telegram arrivano nuove emoji animate, mentre il limite per l’invio dei file è stato esteso a 2 GB.

L’aggiornamento appena descritto è in fase di distribuzione sul Play Store e App Store, oltre che per la piattaforma desktop. Qui sotto trovate i rispettivi badge di download.

L’articolo Ghiotto aggiornamento per Telegram: arrivano i video profilo, novità grafiche e funzionali per chat, gruppi e Persone Vicine (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Con l’ultimo aggiornamento di Amazfit GTR e GTS potete concedervi lunghe pennichelle (foto)

Gli smartwatch Amazfit GTR e GTS amano aggiornarsi insieme, anche se le versioni dei firmware installati hanno numerazioni diverse. Questo perché Huami (l’azienda dietro questi smartwatch) permette il rilascio in contemporanea di nuove funzionalità, le quali vanno a vantaggio di un sistema molto più omogeneo per i clienti dell’azienda.

Oggi parliamo di un nuovo aggiornamento, il quale porta il firmware di GTR alla versione 1.3.5.77 e quello di GTS alla 0.0.9.12. L’aggiunta è una sola, e riguarda il supporto ai pisolini della durata superiore ai 20 minuti durante il giorno.

Non parliamo del tracciamento del sonno (quello esisteva già), quanto piuttosto ai pisolini pomeridiani. Ora, con il nuovo aggiornamento, potrete dormire sonni pisolini tranquilli, perché il vostro smartwatch sarà in grado di rilevarli senza problemi. Non sembrano esserci altre novità nel changelog.

L’articolo Con l’ultimo aggiornamento di Amazfit GTR e GTS potete concedervi lunghe pennichelle (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

La prima beta di Android 11 era così buggata che Google ha già rilasciato un nuovo aggiornamento

Arriva a sorprese la beta 1.5 di Android 11, che va a correggere alcuni bug riscontrati nella prima beta, della quali ci eravamo lamentati anche noi. In particolare le novità sono le seguenti.

  • Non ci sono più crash (reboot) utilizzando la navigazione a gesture  per passare ad app con diverso orientamento, ruotando il dispositivo al contempo.
  • Su Pixel 3 e 3a, durante il setup successivo ad un reset è possibile attivare un servizio pSim se il telefono sta attualmente utilizzando un eSIM.
  • Sistemati i problemi di Google Pay.
  • Il sistema non forza più permessi privilegiati per RemoveBond. Questo risolve eventuali problemi di affect pairing, unpairing e altro su dispositivi Bluetooth.

Rimangono ancora dei problemi con Android Auto ma per dirla tutta, nella nostra esperienza in questi giorni, abbiamo notato diversi fastidi con notifiche altalenanti, glitch della tastiera, animazioni sballate ed altri comportamenti anomali; insomma, abbiamo riscontrato diversi problemi in più di quelli elencati nel breve changelog qui sopra, problemi che ad un primo sguardo sembrano tutti presenti anche dopo l’update. L’aggiornamento del resto pesa meno di 10 MB, quindi non ci aspettiamo che abbia stravolto le cose, ma era da tanto tempo che una beta pubblica di Android non era così instabile. Speriamo quantomeno nelle prossime release. Per adesso, se foste già nella prima beta di Android 11, vi basterà cercare un aggiornamento per scaricarlo automaticamente.

L’articolo La prima beta di Android 11 era così buggata che Google ha già rilasciato un nuovo aggiornamento sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld