Redmi Airdots 2 in sconto a soli 20€ su Amazon: auricolari Bluetooth low cost da non perdere (aggiornato)

I Redmi Airdots 2 sono tra gli auricolari Bluetooth più venduti su Amazon e quest’oggi li trovate in offerta speciale! Il prezzo proposto dallo store è di poco superiore ai 20€, con uno sconto di quasi 10€ rispetto al prezzo di listino.

Se non li conoscete, stiamo parlando di auricolari True Wireless dal design peculiare: hanno una forma ovale con la capsula in-ear sulla parte inferiore, dunque non prevedono l’astina in stile AirPods. Sono resistenti all’acqua con certificazione IPX5, si collegano tramite Bluetooth 5.0 a qualsiasi smartphone e tablet ed hanno un pulsante fisico multifunzione sulla scocca, con il quale è possibile attivare anche i comandi vocali. In confezione è ovviamente presente la custodia di ricarica, con la quale è possibile estendere l’autonomia fino a 12 ore totali.

LEGGI ANCHE: Le date ufficiali del Prime Day 2020

Si tratta, insomma, di un modello di auricolari Bluetooth tra i migliori in assoluto su questa fascia di prezzo. Per acquistare i Redmi Airdots 2 a prezzo scontato venduti da Leelbox-EU e spediti da Amazon basta cliccare su questo link o sul pulsante in basso.

Aggiornamento29-09-2020 ore 12:28

La promozione per i Redmi Airdots 2 è stata rinnova: il nuovo sconto li porta al prezzo di soli 20€.

Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Offerte Tecnologia

L’articolo Redmi Airdots 2 in sconto a soli 20€ su Amazon: auricolari Bluetooth low cost da non perdere (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Seri problemi per OnePlus Nord: casi di reset e perdite di dati improvvise (aggiornato: risposta di OnePlus)

Quelle che sono arrivate nelle ultime ore non sono delle notizie confortanti per OnePlus e per gli utenti possessori di OnePlus Nord, il nuovo dispositivo medio-gamma che l’azienda cinese ha lanciato la scorsa estate.

Attraverso il forum ufficiale di OnePlus diversi utenti si sono lamentati di seri problemi verificatisi su OnePlus Nord: le criticità consisterebbero in reset completi o parziali dei dispositivi improvvisi, all’insaputa dell’utente. I reset includerebbero tutti i dati personali degli utenti e di quelli associati agli account personali. Il dettaglio ancor meno confortante consiste nel fatto che le segnalazioni arrivano da diverse regioni geografiche, da dispositivi con diverse versioni software della OxygenOS.

LEGGI ANCHE: OnePlus Nord, la recensione

OnePlus ha preso atto delle segnalazioni dei suoi utenti e ha riferito di essere già a lavoro su un fix software, pur non avendo indicato una data approssimativa di rilascio dell’aggiornamento.

Nel frattempo, se foste possessori di un OnePlus Nord, vi consigliamo caldamente di effettuare un backup dei dati che non vorreste perdere accidentalmente. Fateci sapere se invece il problema ha colpito anche il vostro dispositivo.

Aggiornamento25/09/2020 ore 18:30

OnePlus conferma di essere a conoscenza dei rilevanti problemi che affliggono OnePlus Nord, relativi ai reset improvvisi. Il produttore cinese ha riferito di essere attivamente a lavoro per rilasciare un fix software al più presto e nel frattempo consiglia gli utenti afflitti dal bug di tener premuto il pulsante Power + Vol su per almeno 10 secondi in modo da riavviare il dispositivo e scongiurare la perdita dei propri dati. OnePlus non ha comunicato delle tempistiche di rilascio del fix.

L’articolo Seri problemi per OnePlus Nord: casi di reset e perdite di dati improvvise (aggiornato: risposta di OnePlus) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

I primi dispositivi con il nuovo HarmonyOS 2.0 di Huawei arriveranno tra pochi mesi (aggiornato)

Circa un mese fa Huawei ha ufficialmente presentato al mondo il suo nuovo sistema operativo. HarmonyOS infatti sarà la sua garanzia di indipendenza da chiunque – almeno a livello software – a dispetto dei vari ban emanati dall’amministrazione USA. Il prossimo 10 settembre comunque è attesa una nuova conferenza in cui il gigante cinese potrebbe e dovrebbe rivelare importanti dettagli sull’OS.

Stando alle ultime voci sembra che Richard Yu in persona, CEO di Huawei, parteciperà alla Developer Conference, probabilmente per fare un importante annuncio: forse l’arrivo di uno smartphone equipaggiato con HarmonyOS già all’inizio del prossimo anno?

LEGGI ANCHE: Il problema del display verde negli schermi AMOLED

Continuando con quanto riportato da un fonte cinese, il telefono sarebbe in dirittura d’arrivo e potrebbe rappresentare solo il primo di una serie di dispositivi pronti a inondare il mercato. Si parla infatti anche di tablet, prodotti indossabili, PC e perfino gadget IoT. In effetti recentemente si è ipotizzato il possibile arrivo del primo smartwatch Huawei senza Android e con HarmonyOS. Per ora però vi consigliamo di attendere un altro paio di giorni per avere qualche certezza in più e qualche dubbio in meno.

Aggiornamento10 settembre 2020, ore 20:30

Abbiamo aggiornato il titolo e aggiunto la seguente sezione con i dettagli ufficiali rilasciati da Huawei dopo la presentazione ufficiale. Sopra trovate invece il vecchio articolo.

“Le stelle brillano anche nelle notti più buie. E gli sviluppatori sono le nostre stelle. Tutti insieme formano una galassia stupenda che ci illuminerà la strada”. Con questa frase – eloquente sull’attuale situazione di Huawei – si è aperta la Developer Conference 2020 (Together). L’evento è servito per annunciare una lunga serie di novità, tra nuovi prodotti e importanti annunci a livello software. Tra tutte va segnalata la presentazione di HarmonyOS 2.0, definito un “sistema operativo all-scenario” perché sarà disponibile per un’ampia gamma di dispositivi.

Ma soprattutto con l’ultimo aggiornamento, HarmonyOS sarà ufficialmente open source (donato alla OpenAtom Foundation) e gli sviluppatori potranno accedere a emulatori, pacchetti SDK e strumenti IDE. Il lancio sarà graduale e inizierà con la beta mobile per sviluppatori cinesi entro la fine del 2020. Per la precisione, come annunciato da Richard Yu in persona, dal 10 settembre sarà disponibile per dispositivi IoT da 128 KB a 128 MB (come smart TV, wearable, automobili, ecc.), da aprile 2021 per dispositivi da 128 MB a 4 GB e a partire da ottobre 2021 per tutti gli altri.

La cosa interessante è che anche la nuova EMUI 11 potrà dialogare con l’OS: grazie alla nuova tecnologia gli smartphone potranno connettersi a dispositivi IoT basati su HamonyOS rendendo così possibile, per esempio, la proiezione dello schermo su grandi display e tanto altro ancora. Le interazioni con prodotti IoT di altri produttori sarà poi ampliata esponenzialmente dall’arrivo della piattaforma unificata Huawei HiLink.

Rimangono infine impressionanti i dati di crescita di HMS Core (Huawei Mobile Services), la suite di servizi core alternativi a quelli di Google. Con il supporto di oltre 1,8 milioni di sviluppatori in tutto il mondo AppGallery ha raggiunto 96.000 app, 490 milioni di utenti attivi e 261 miliardi di download. Le open capabilities di HMS Core 5.0 sono aumentate da 14 kit a 56 kit, mentre il numero di API è passato da 885 a 12.981.

In futuro, Huawei continuerà comunque ad ampliare i servizi per gli sviluppatori costruendo tre laboratori globali di ecosystem cooperation (in Russia, Polonia e Germania) al servizio degli sviluppatori di tutto il mondo e da cui fornire servizi di abilitazione, test e certificazione, e cinque centri di servizi (in Romania, Malesia, Egitto, Messico e ancora Russia).

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo I primi dispositivi con il nuovo HarmonyOS 2.0 di Huawei arriveranno tra pochi mesi (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Arrivano le patch di sicurezza di agosto per Huawei Y9 (2019) e Y9 Prime (2019) (aggiornato)

Buone nuove per i possessori di Y9 Prime (2019), uno dei tantissimi smartphone di fascia media firmati Huawei. Il produttore cinese ha infatti iniziato il rilascio di un nuovo aggiornamento di sicurezza.

LEGGI ANCHE: Recensione Huawei P40 Lite 5G

Il nuovo firmware è ancora basato sulla EMUI 10 – ancora tutto fermo dal fronte EMUI 10.1 – e porta in dote le patch di sicurezza di agosto 2020. Il numero di build è 10.0.0.271 e l’aggiornamento è distribuito tramite un OTA da circa 100 MB.

Aggiornamento30/08/2020 ore 17:35

Oltre a Y9 Prime (2019), Huawei ha rilasciato le patch di sicurezza di agosto pure per il fratello minore Y9 (2019). Anche in questo caso l’OTA pesa circa 100 MB, mentre il numero di versione del nuovo firmware è 10.0.0.309.

OFFERTE SU AMAZON

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Arrivano le patch di sicurezza di agosto per Huawei Y9 (2019) e Y9 Prime (2019) (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Date un’occhiata a come funziona la Flex Mode rinnovata sul nuovo Samsung Galaxy Z Fold 2 (video) (aggiornato)

Su Galaxy Z Flip abbiamo già visto all’opera la Flex Mode, ossia quella serie di adattamenti dell’interfaccia che permettono di sfruttare al meglio le varie posizioni che può assumere uno schermo pieghevole. Questa modalità sarà presente anche su Galaxy Z Fold 2, annunciato da Samsung da poco e in arrivo sugli scaffali di tutto il mondo.

Oggi, grazie a un video hands-on, possiamo vedere la Flex Mode più da vicino scoprendo le novità che porterà sul nuovo dispositivo. Come si può osservare nel filmato la modalità è stata migliorata sotto diversi punti di vista, anche se gli esempi mostrati coinvolgono solo fotocamera, galleria e messaggi.

LEGGI ANCHE: Ora con “Il tuo telefono” potete usare il vostro Samsung dal PC

Nella fotocamera quando il telefono è aperto mostra a tutto schermo l’immagine che arriva dal sensore, mentre quando viene piegato in posizione verticale l’immagine si sposta a destra e sul pannello di sinistra appaiono le ultime foto scattate. Quando piegato, ma in orizzontale, invece trovano spazio anche una serie di comandi avanzati per la fotocamera.

Qualcosa di simile avviene anche con la galleria fotografica: aperto mostra a schermo pieno le varie foto, mentre da piegato un pannello viene dedicato ai dettagli dell’immagine. Infine possiamo vedere la Flex Mode all’opera con l’app dedicata agli SMS, per cui di default è disabilitata. Una volta attivata e piegato il display potrete scorrere le varie conversazioni sulla sinistra e contemporaneamente leggere il contenuto dei singoli messaggi.

Aggiornamento25 agosto 2020, ore 20:00

Aggiorniamo l’articolo con un nuovo video dal vivo di Galaxy Z Fold 2. Per chi non conosce il cinese però rimane solo da vedere il comportamento del telefono nelle diverse modalità e qualche esempio d’uso della Flex Mode.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Date un’occhiata a come funziona la Flex Mode rinnovata sul nuovo Samsung Galaxy Z Fold 2 (video) (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Mi Fit si aggiorna: lingua italiana su Xiaomi Mi Band 5 e novità per Mi Band 4 (aggiornato)

Novità per i possessori delle ultime generazioni di smartband targate Xiaomi. Il produttore cinese ha infatti rilasciato un nuovo aggiornamento per Mi Fit – l’app che comunica con i dispositivi smart e indossabili dell’ecosistema Xiaomi – che porta in dote nuove funzionalità proprio per la neonata Mi Band 5 e per il modello predecessore, Mi Band 4.

Per quest’ultimo in particolare, è finalmente disponibile l’indicazione della percentuale della batteria a display. Più corpose invece le novità per Mi Band 5: secondo indiscrezioni, dovrebbe essere in dirittura d’arrivo la lingua italiana di sistema, insieme alla capacità di rilevare il movimento e di identificare l’attività sportiva in atto, senza bisogno di impostarla manualmente.

LEGGI ANCHE: Amazfit Bip S, la recensione

Al momento, la nuova versione 4.4 dell’app Mi Band dovrebbe essere disponibile soltanto sul Play Store, per i dispositivi Android, mentre non ci sono ancora notizie sul fronte iOS. Avete già ricevuto l’aggiornamento e notato ulteriori novità?

Aggiornamento12-08-2020 ore 09:35

Confermiamo che con questo aggiornamento è finalmente disponibile la lingua italiana per Mi Band 5. Una volta installata la versione 4.4.0 di Mi Fit per Android è possibile aggiornare il firmware della Mi Band 5 ottenendo la nuova lingua.

L’articolo Mi Fit si aggiorna: lingua italiana su Xiaomi Mi Band 5 e novità per Mi Band 4 (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Android 10 arriva finalmente anche su LG G7! (foto) (aggiornato con dettagli)

Possono finalmente esultare i proprietari di LG G7 ThinQ: il telefono sta ricevendo in queste ore il tanto atteso aggiornamento ad Android 10. Il nuovo firmware è in distribuzione in Italia in queste ore e porta con sé le patch di sicurezza per il mese di luglio.

LEGGI ANCHE: Microsoft sta per acquisire parte di TikTok

Il pacchetto, dal peso di circa 1,6 GB, è arrivato con un po’ in ritardo rispetto all’aggiornamento dello scorso anno, ma rappresenta il secondo upgrade dell’OS per uno smartphone lanciato da LG all’inizio dell’estate del 2018. Vi ricordiamo che potete segnalarci novità di questo tipo attraverso l’apposito modulo nel nostro sito oppure iscrivendovi al nostro gruppo Facebook.

Ringraziamo Giorgio per la segnalazione.

Aggiornamento5 agosto 2020, ore 19:30

Aggiorniamo l’articolo dopo che LG ha ufficialmente comunicato il rilascio dell’aggiornamento attualmente disponibile per le varianti no brand e Vodafone (per gli altri operatori sarà disponibile nelle prossime settimane). Di seguito le principali novità della nuova interfaccia UX 9.0:

  • Nuove gesture per tornare alla Home, alla schermata precedente e alla lista delle app usate di recente.
  • Modalità notte attiva e ottimizzazione dei contenuti quando c’è poca luce.
  • Modalità desktop per collegare lo smartphone a un monitor o a una TV tramite adattatore HDMI e accedere alle app attraverso il mouse e la tastiera Bluetooth.
  • Nuova funzione Benessere Digitale per avere il controllo del tempo da dedicare allo smartphone, limitandolo se necessario, e favorendo un uso maggiormente consapevole del dispositivo.
  • Interfaccia della fotocamera rinnovata: più semplice e intuitiva e consente di usare le gesture per passare da una funzione all’altra.
  • Nuovo Pop-up Window: permette di ridurre in finestra le app per gestire meglio il multitasking.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Android 10 arriva finalmente anche su LG G7! (foto) (aggiornato con dettagli) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Surface Duo si avvicina al lancio e appare sul sito dell’FCC, ma si lascia sfuggire pochi dettagli (foto) (aggiornato)

Il primo smartphone pieghevole realizzato da Microsoft è uno dei dispositivi più anticipati, discussi e attesi degli ultimi anni. Secondo i piani iniziali Surface Duo avrebbe dovuto essere lanciato in tempo per le festività di fine anno 2020, ma poi sono circolate molte voci che lo volevano sul mercato già durante l’estate. A supporto di queste ultime scopriamo oggi che il telefono è stato certificato dall’FCC, facendo segnare quindi un passo verso la presentazione ufficiale.

Per la verità però Microsoft è stata molto attenta a nascondere quanto più possibile dietro la riservatezza dell’ente certificatore lasciando trapelare pochissimo, niente che non fosse già stato rivelato o comunque emerso in precedenza. Il sito in effetti non nomina nemmeno Surface Duo, ma parla di un dispositivo pieghevole a due schermi con Android 10 e quattro configurazioni a seconda della posizione dei display.

LEGGI ANCHE: La nostra anteprima di OnePlus Nord

Come prevedibile lo smartphone supporta le principali bande LTE in uso negli USA, Wi-Fi 5 (802.11ac) e Bluetooth. A questo proposito sembra che il telefono utilizzerà il modello 1930, ciò implica che sia già passato per il come appare dal processo di approvazione di Bluetooth SIG. A quanto pare però Surface Duo potrebbe non avere l’NFC anche se un documento fa riferimento all’impiego di “tecnologie wireless” citando proprio l’NFC.

Aggiornamento24 luglio 2020, ore 14:00

Abbiamo aggiornato l’articolo solo per confermare che Surface Duo è effettivamente apparso nel database di Bluetooth SIG, ricevendo così un’altra certificazione che lo avvicina al momento del lancio.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Surface Duo si avvicina al lancio e appare sul sito dell’FCC, ma si lascia sfuggire pochi dettagli (foto) (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Vodafone ha nel mirino Iliad, Fastweb e i virtuali: 70 Giga e Happy Black incluso a 9,99€ (aggiornato)

Vodafone ha costantemente nel suo carniere una serie di offerte operator attack, ovvero indirizzate ai clienti provenienti da alcuni concorrenti specifici. Oggi vi parliamo di alcune novità riguardanti l’offerta Special 20 + 50 Giga Special Giga, che è ancora più vantaggiosa rispetto ai giorni scorsi. Ripassiamone intanto i dettagli:

Vodafone Special Giga

  • Minuti di chiamate illimitati verso tutti
  • 1.000 SMS
  • 70 GB di traffico dati in 4G
  • Al costo di 9,99€ al mese con addebito su carta di credito o conto corrente (Smart Pay)
  • Contributo di attivazione: 0,01€
  • Attivabile dagli attuali clienti Iliad, Fastweb Mobile e MVNO (ad eccezione di ho. Mobile, Kena Mobile, Very Mobile e Lycamobile)

LEGGI ANCHE: Migliori offerte Vodafone

Chi la attiverà a partire da oggi infatti, avrà incluso nel costo mensile (e a tempo indeterminato) anche l’adesione al programma fedeltà Happy Black, normalmente disponibile al costo di 1,99€ al mese. Il programma garantisce l’accesso a numerose iniziative promozionali e sconti offerti da molti partner di Vodafone, fra cui Amazon. In più, è possibile navigare in modo illimitato (senza consumare Giga) sui servizi di mappe, Google Maps compreso.

Infine, l’altra novità dell’offerta Vodafone Special 20 + 50 Giga Special Giga è l’inclusione della Promo Non Pago, nelle declinazioni Segreteria e Chiamami & Recall. Queste promo consentono di non vedersi addebitare costi aggiuntivi per l’utilizzo dei servizi di segreteria e di reperibilità, come sarebbe invece previsto dal piano base Vodafone 25 New, attivo di default su tutte le offerte dall’aprile scorso e non disattivabile.

Aggiornamento21/07/2020

Vodafone ha deciso di rinominare l’offerta, che da ora non si chiamerà più Special 20 + 50 Giga, bensì semplicemente Special Giga. Rimangono invariate invece tutte le caratteristiche illustrate nell’articolo originale, che abbiamo modificato per rispecchiare la novità odierna.

L’articolo Vodafone ha nel mirino Iliad, Fastweb e i virtuali: 70 Giga e Happy Black incluso a 9,99€ (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Vivo si conferma pioniera nel mondo smartphone: ecco i nuovi Vivo X50 con fotocamera Gimbal (foto) (aggiornato: in Europa)

Vivo è uno dei produttori cinesi che cerca spesso di distinguersi proponendo particolari soluzioni hardware sui suoi prodotti: l’azienda fu tra le prime a proporre il sensore d’impronte integrato nel display e nelle ultime ore ha lanciato dei nuovi smartphone che propongono una novità inedita per il comparto fotografico. Andiamo a vedere insieme le schede tecniche dei nuovi Vivo X50.

Vivo X50 | X50 Pro | X50 Pro+: Caratteristiche Tecniche

SpecificheVivo X50Vivo X50 ProVivo X50 Pro+
Dimensioni e peso
  • 159,54mm x 75,39mm x 7,49mm
  • 170g
  • 158,46mm x 72,8mm x 8,04mm
  • 181,5g
  • 158,46mm x 72,8mm x 8,04mm
  • 181,5g
Display
  • 6,56″ FHD+ AMOLED
  • 90Hz refresh rate
  • Flat display
  • Foro per la fotocamera
  • HDR 10+
  • 6,56″ FHD+ AMOLED
  • 90Hz refresh rate
  • Display curvo
  • Foro per la fotocamera
  • HDR 10+
  • 6,56″ FHD+ AMOLED
  • 120Hz refresh rate
  • Display curvo
  • Foro per la fotocamera
  • HDR 10+
ProcessoreQualcomm Snapdragon 765GQualcomm Snapdragon 765GQualcomm Snapdragon 865
RAM e storage
  • 8GB LPDDR4X + 128GB UFS 2.0
  • 8GB + 256GB
  • 8GB LPDDR4X + 128GB UFS 2.1
  • 8GB + 256GB
  • 8GB LPDDR4X + 128GB UFS 2.1
  • 8GB + 256GB
  • 12GB + 256GB
Batteria
  • 4200 mAh
  • 33W fast charging
  • 4315 mAh
  • 33W fast charging
  • 4315 mAh
  • 44W fast charging
Fotocamera posteriore
  • Principale: 48MP Sony IMX598, f/1.6, four-axis OIS
  • Secondario: 13MP portrait, f/2.48
  • Grandangolo: 8MP, 120° FoV, f/2.2
  • Macro: 5MP, f/2.48, 1,5cm super macro
  • Principale: 48MP Sony IMX598, f/1.6, gimbal OIS
  • Secondario: 13MP, f/2.46
  • Terzo: 8MP periscope, f/3.4
  • Grandangolo: 8MP, 120° FoV, f/2.2, 2,5cm macro
  • Principale: 50MP Samsung ISOCELL GN1, f/1.6
  • Secondario: 13MP portrait, f/2.46
  • Terzo: 8MP periscope, f/3.4
  • Grandangolo: 8MP, 120° FoV, f/2.2, 2,5cm macro
Fotocamera frontale32MP, f/2.4832MP, f/2.4532MP, f/2.45
Connettività
  • NFC
  • WiFi 6
  • Bluetooth 5.1
  • SA & NSA Dual-mode 5G
  • Sensore d’impronte integrato nel display
  • NFC
  • WiFi 6
  • Bluetooth 5.1
  • SA & NSA Dual-mode 5G
  • Sensore d’impronte integrato nel display
  • AK4377A Hi-Fi Sound chip
  • NFC
  • WiFi 6
  • Bluetooth 5.1
  • SA & NSA Dual-mode 5G
  • Sensore d’impronte integrato nel display
  • CS43131 Hi-Fi Sound chip
Versione AndroidFuntouch OS 10.5 basato su Android 10Funtouch OS 10.5 basato su Android 10Funtouch OS 10.5 basato su Android 10

Ovviamente la caratteristiche che più attrae dei nuovi Vivo X50 è il particolare meccanismo Gimbal implementato nel comparto fotografico posteriore della versione Pro e Pro+. Come vedete dalle immagini presenti nella galleria in basso, si tratta di un modulo hardware che assicura una stabilizzazione senza precedenti dei sensori fotografici: il principio sul quale si fonde è lo stesso dei classici gimbal in commercio, per il quale i sensori fotografici verranno automaticamente spostati nella direzione opposta alla sollecitazione rilevata. In tal modo la sollecitazione verrà automaticamente compensata. Il tutto è integrato con funzionalità software, come la Night Mode e la Astro Mode, che sfruttano e completano la stabilizzazione dell’immagine.

Uscita e Prezzi

La nuova serie X50 di Vivo è attualmente disponibile esclusivamente nel mercato cinese. Questi i prezzi di lancio:

  • Vivo X50:
    • 8 GB + 128 GB all’equivalente di circa 470€.
    • 8 GB + 256 GB all’equivalente di circa 500€.
  • Vivo X50 Pro:
    • 8 GB + 128 GB all’equivalente di circa 580€.
    • 8 GB + 256 GB all’equivalente di circa 640€.
  • Vivo X50 Pro:
    • 8 GB + 128 GB all’equivalente di circa 680€.
    • 8 GB + 256 GB all’equivalente di circa 750€.
    • 12 GB + 256 GB all’equivalente di circa 815€.

Al momento Vivo non ha comunicato i suoi eventuali piani di commercializzazione per i mercati europei. Vi terremo aggiornati su questo aspetto.

Aggiornamento16/07/2020 ore 23:35

Aggiorniamo l’articolo perché Vivo ha scoperto completamente le sue carte, annunciando che la serie Vivo X50 arriverà anche nei mercati europei. Al momento non sono stati indicati i dettagli su disponibilità e prezzi e nemmeno se i dispositivi arriveranno in Italia.

Inoltre, Vivo ha anche annunciato le sue nuove cuffie true wireless, le TWS Neo Earphones. Le nuove cuffie integrano dei driver audio da 14,2 mm con cancellazione del rumore supportata dall’intelligenza artificiale. Il modulo Bluetooth corrisponde alla versione 5.2, con una raggio di connettività pari a 10 metri. La porta integrata nel case per la ricarica è di tipo C. Trovate tutti i dettagli nella nuova immagine in galleria.

Le nuove cuffie di Vivo sono state annunciate per il mercato indiano al prezzo equivalente a circa 70€, le colorazioni previste corrispondono a Moonlight White e Starry Blue. Non sappiamo se Vivo le commercializzerà anche in Europa.

Vivo TWS Neo Earphones – Immagini

Vivo X50 – Immagini

Vivo X50 Pro – Immagini

Vivo X50 Pro+ – Immagini

L’articolo Vivo si conferma pioniera nel mondo smartphone: ecco i nuovi Vivo X50 con fotocamera Gimbal (foto) (aggiornato: in Europa) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

C’è un easter egg nella modalità Fnatic di OnePlus, che sblocca degli sfondi segreti! (aggiornato: nuovi sfondi)

La modalità Fnatic è un add-on della modalità di gioco di OnePlus 7 Pro, con lo scopo di massimizzare l’esperienza di gioco, anche a scapito di alcune funzionalità base del telefono. Dopo il debutto su OP7 Pro, tramite aggiornamenti software è poi arrivata su tutta la gamma, fino a OnePlus 5 / 5T, ma a quanto pare al suo interno si nascondeva anche un simpatico easter egg.

  • Andate in Impostazioni -> Utilità -> Gaming Mode -> Fnatic Mode
  • Premete 5 volte sul logo Fnatic
  • Apparirà una casella di testo, nella quale dovrete scrivere “alwaysfnatic” (senza virgolette)
  • Godetevi 3 wallpaper esclusivi

La procedura funziona su tutti gli OnePlus con la modalità Fnatic, ma se non ne aveste uno o se qualcosa non andasse, vi lasciamo qui sotto gli screenshot a grandezza originale da scaricare.

Aggiornamento13/07/2020

Ehi guarda, ci sono 3 nuovi sfondi Fnatic da scaricare! (e chi ci pensava più, dopo quasi un anno…) Li trovate nella galleria qui sotto (sono gli ultimi 3).

 

L’articolo C’è un easter egg nella modalità Fnatic di OnePlus, che sblocca degli sfondi segreti! (aggiornato: nuovi sfondi) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Delusione Pixel 5: perde una delle funzioni migliori e forse avrà sempre 2 fotocamere (aggiornato: c’è chi dice no)

Come sono andate le vendite di Pixel 4? Alcuni segnali facevano propendere per “male“, altri invece sembravano incoraggianti, fatto sta che con Pixel 5 è atteso un bel cambio di rotta, ed il cambio in effetti pare ci sarà, è solo la rotta che non ci sembra troppo giusta.

Stando infatti a dei render basati su schemi CAD di Pixel 5, il nuovo smartphone di Google non avrà più lo sblocco 3D col volto, sostituito da una “banale” singola fotocamera frontale con foro nel display. In compenso avremo finalmente uno smartphone “full screen”, ovvero con cornici ridotte al minimo sui 4 lati.

Ci sono però novità anche sul retro, dove, quasi per forza di cose, ritorna il lettore di impronte digitali posteriore. Praticamente immutato il corpo macchina posteriore, che è in pratica lo specchio di quello di Pixel 4, con il flash spostato in alto e al di sotto due sole fotocamere. Attenzione però: la fonte dice che “non può ancora confermare quali saranno le fotocamere posteriori“, quindi non si capisce bene se quei due sensori siano stati messi lì basandosi sempre sugli schemi CAD, o se siano solo una sorta di improvvisazione.

Le dimensioni approssimative sono di 144,6 x 70,4 x 8-9,5 mm, mentre le specifiche parlavano di Snapdragon 765, presumibilmente 6 GB di RAM ed almeno 64 GB di storage. Nulla è cambiato sul fronte USB-C e no jack audio. Il display dovrebbe essere un 5,8” circa, sempre in base agli schemi CAD in questione.

Al netto delle fotocamere posteriori, che speriamo vadano incontro ad un deciso rinnovamento (3 sensori, e fatti bene: grazie Google – NdR), l’assenza di sblocco sicuro col volto suonerà antipatica a tutti coloro (come il sottoscritto – NdR) che si fossero abituati alla sua bontà su Pixel 4. Meglio così dal punto di vista del design? Forse sì, ma non da quello della praticità. In ogni caso non c’è ancora nulla di immutabile, tanto più che la data di lancio è quantomai incerta, visti anche i continui slittamenti di quella di Pixel 4a (che a questo punto potrebbe tranquillamente chiamarsi 5a).

Aggiornamento07/07/2020

Molte note fonti, tra le quali Android Police e 9to5Google, hanno preso le distanze dai render in questione, additandoli come un prototipo non definitivo. Si tratta di un’ipotesi che non possiamo certo scartare, del resto è molto difficile avere la certezza assoluta a tanti mesi di distanza dal lancio, che indicativamente avverrà in autunno. Vero è che anche in passato, di fronte ad alcuni render di Pixel 4, ci fu chi disse la stessa cosa, a torto. Attenzione: non stiamo dicendo che le immagini qui sotto siano definitive e che Pixel 5 sarà esattamente così, ma non abbiamo nemmeno materiale per smentirle, ed a quanto pare nemmeno Android Police, 9to5Google o chi per loro ne è in possesso, altrimenti l’avrebbero già pubblicato. In ogni caso, per i motivi esposti qui sopra, speriamo ardentemente che Google tiri fuori qualcosa di meglio dal cilindro.

L’articolo Delusione Pixel 5: perde una delle funzioni migliori e forse avrà sempre 2 fotocamere (aggiornato: c’è chi dice no) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Offerte Estive Mi Store 29 giu – 5 lug: powerbank in regalo con smartphone Xiaomi o Redmi (aggiornato)

Partono oggi le nuovissime offerte speciali del Mi Store di Xiaomi. Con l’arrivo della bella stagione sono arrivate anche queste Offerte Estive molto interessanti, visto che permettono di ricevere un utile powerbank in regalo con l’acquisto di alcuni modelli di smartphone Xiaomi e Redmi. Non dimenticate però le offerte del giorno, per le quali abbiamo realizzato una lista apposita che sarà aggiornata quotidianamente per tutta la settimana.

Offerte Estive Mi Store

Le Offerte Estive del Mi Store si divideranno in varie fase. La prima parte è iniziata il 29 giugno e durerà fino al 5 luglio 2020. Come detto, sull’acquisto dei migliori smartphone Redmi e Xiaomi è previsto un powerbank in regalo, diverso a seconda della serie.

Se acquistate in sconto un Redmi Note 9S, Redmi Note 9, Redmi Note 9 Pro, Redmi Note 8 Pro, Redmi Note 8T, Redmi 8A o altri Redmi di ultima generazione riceverete in omaggio un Redmi Power Bank da 10.000 mAh.

Per chi vuole acquistare a prezzo scontato uno Xiaomi Mi Note 10, Mi Note 10 Lite, Mi 10 Lite 5G, Mi 10 o altri modelli della gamma Xiaomi è incluso nel prezzo il Mi Fast Charge Power Bank 3 da 18 W, un accessorio per la ricarica rapida dotato di vari ingressi.

Cliccando sul pulsante in basso potete accedere a tutte le offerte citate e anche a quelle per POCO F2 Pro, Mi Band 4 e tutti gli altri prodotti dell’ecosistema Xiaomi.

OFFERTE ESTIVE MI STORE

Offerte del giorno

Proseguono anche le offerte del giorno, valide solo nelle ore e nei giorni indicati. I modelli in promozione questa settimana sono quelli che trovate elencati di seguito, tutti disponibili a questo indirizzo.

  • 29 giugno (11-13): Redmi Note 8 Pro (6 GB + 128 GB) a 219,90€
  • 29 giugno (15-17): Redmi 8 (4 GB + 64 GB) a 129,90€
  • 29 giugno (19-21): Redmi Note 9S (4 GB + 64 GB) a 199,90€
  • 29 giugno (22-24): Redmi Note 8T (4 GB + 128 GB) a 189,90€
  • 30 giugno (11-13): Redmi 8 (3 GB + 32 GB) a 109,90€
  • 30 giugno (15-17): Redmi Note 8T (4 GB + 128 GB) a 189,90€
  • 30 giugno (19-21): Redmi Note 8 Pro (6 GB + 128 GB) a 219,90€
  • 30 giugno (22-24): Redmi Note 9 Pro (6 GB + 64 GB) a 249,90€
  • 1 luglio (11-13): Redmi Note 9S (4 GB + 64 GB) a 199,90€
  • 1 luglio (15-17): Redmi 8 (4 GB + 64 GB) a 129,90€
  • 1 luglio (19-21): Redmi Note 8 Pro (6 GB + 128 GB) a 219,90€
  • 1 luglio (22-24): Redmi Note 8T (4 GB + 128 GB) a 189,90€

Inoltre, è sempre disponibile lo sconto extra di 5€ per i nuovi clienti che effettuano il primo ordine tramite l’app ufficiale del Mi Store su smartphone.

LEGGI ANCHE: Offerte Trony “Sconto Tosto”

Se tutte queste offerte non vi dovessero bastare, potete dare uno sguardo anche agli sconti per prodotti Xiaomi e Redmi disponibili su Amazon, che in molti casi propongono prezzi ancora più bassi rispetto allo store ufficiale. Trovate a seguire una breve selezione dedicata.

Aggiornamento01-07-2020 ore 10:15

Abbiamo aggiunto le nuove offerte del giorno nell’elenco che trovate più in alto.

Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Offerte Tecnologia

L’articolo Offerte Estive Mi Store 29 giu – 5 lug: powerbank in regalo con smartphone Xiaomi o Redmi (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld