Trattamento dell’osteoporosi. Algoritmo AIFA per una maggiore appropriatezza prescrittiva

L’Agenzia
Italiana del Farmaco (AIFA), in collaborazione con la Società Italiana di
Reumatologia (SIR) e la Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo
Minerale e delle Malattie dello Scheletro (SIOMMMS), ha sviluppato un algoritmo
decisionale per
favorire la razionalizzazione e l’appropriatezza della terapia
anti-osteoporotica. “Le valutazioni del rischio di osteoporosi e
dell’opportunità di un trattamento farmacologico sono complesse e importanti
quanto la scelta del trattamento più efficace
e appropriato – afferma il Presidente AIFA, Mario Melazzini – Il rapporto OsMed ha segnalato infatti che
molti pazienti ad alto rischio di frattura non sono trattati o lo sono in modo
inappropriato; inoltre l’aderenza del paziente è spesso insufficiente.
L’obiettivo dell’algoritmo è suggerire, alla luce delle evidenze scientifiche
ad oggi disponibili, l’impiego clinico appropriato dei farmaci per il
trattamento dell’osteoporosi allo scopo di massimizzare il beneficio clinico
per i pazienti
”.

Continua

Attualità per i cittadini

Appropriatezza nel trattamento dell’osteoporosi. AIFA presenta il nuovo algoritmo

Sarà presentato oggi a Roma, a partire dalle ore 10,00, un nuovo algoritmo dell’AIFA dedicato al trattamento dell’osteoporosi e realizzato in collaborazione con le Società Scientifiche SIOMMMS e SIR. Interverranno il Presidente AIFA, Mario Melazzini, il presidente della Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro (SIOMMMS), Claudio Marcocci e per la Società Italiana di Reumatologia (SIR), Maurizio Rossini. Si
stima che oggi in Italia siano affetti da osteoporosi almeno 3 milioni
di donne e quasi 1 milione di uomini. L’osteoporosi è quindi una
patologia diffusa e la sua incidenza è destinata a crescere con
l’invecchiamento demografico, aumentando il rischio di fratture nella
popolazione anziana e i relativi costi umani e sociali.

Continua

Attualità per i cittadini