Ora potete guardare video insieme ai vostri amici su Messenger e Instagram con Watch Together (foto)

Dallo scorso settembre c’è un’aria frizzante dalle parti di Menlo Park: da quando le chat di Messenger e Instagram sono state integrate stanno arrivando continuamente nuove funzioni e piccoli aggiustamenti. Oggi Facebook comunica di aver implementato la funzione per guardare video insieme ad altri utenti sulle due app di messaggistica.

Dai tempi del lockdown, negli ultimi mesi diverse applicazioni hanno implementato funzionalità simili per permettere alle persone di fare qualcosa insieme ai propri amici e familiari mantenendo il distanziamento sociale. Con l’ultimo rilascio vi basterà iniziare una videochiamata o aprire una Room e quando tutti saranno connessi apparirà l’opzione Watch Together nel tab TV & Movies di Instagram.

LEGGI ANCHE: Tutto sul Black Friday 2020

La seconda notizia interesserà invece i fan del gruppo coreano BTS visto che è stato pubblicato un tema basato sugli avatar animati dei sette membri della boy band. Infine una notizia che riguarda un argomento di cui si è parlato recentemente: i messaggi effimeri. Su Messenger e Instagram saranno disponibili solo nelle chat tra utenti che sono follower reciproci o che sono comunque collegati su Facebook. Inoltre se qualcuno dovesse catturare una schermata, tutti i partecipanti della conversazione saranno informati.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Ora potete guardare video insieme ai vostri amici su Messenger e Instagram con Watch Together (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Windows 10 e Android sempre più amici: ora potete controllare la musica dello smartphone dal PC (foto)

Microsoft ha appena distribuito un nuovo aggiornamento per l’app Windows Il tuo telefono, quella che permette agli utenti Android e iOS di sincronizzare lo smartphone con Windows 10 e gestirne le notifiche e le chiamate.

L’ultima novità introdotta dall’aggiornamento, il quale è incluso nel May 2020 Update di Windows 10, consiste nella possibilità di gestire i contenuti musicali accessibili dallo smartphone tramite il PC Windows 10: tra i servizi supportati ci sono Spotify, Pandora, Amazon Music, Google Play Music, YouTube Music, Xiaomi Music e Google Podcast. Oltre ai classici controlli multimediali, è possibile gestire l’output del contenuto musicale. La funzionalità è attualmente disponibile esclusivamente su Android.

LEGGI ANCHE: Realme C3, la recensione

Per attivare la nuova funzionalità sarà necessario aprire l’app Windows, accedere alle impostazioni e abilitare l’opzione Show audio currently playing from my phone. Le due immagini presenti in galleria mostrano dove trovare l’opzione per attivare la funzionalità e l’interfaccia di controllo multimediale dal PC.

Il funzionamento della novità è subordinato anche all’aggiornamento dell’app Android Complemento de Il tuo telefono, qui sotto trovate il badge per il download.

L’articolo Windows 10 e Android sempre più amici: ora potete controllare la musica dello smartphone dal PC (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

ho. Mobile ancora una e trino: 2 SIM in omaggio da distribuire agli amici per ricevere ricariche gratis

Vi ricordate l’iniziativa ho. Mobile dello scorso aprile, nell’alveo della promozione ho. Tanti Amici? L’operatore aveva iniziato a inviare ai nuovi clienti non una, bensì tre SIM, due delle quali da distribuire ad amici disposti a passare a ho. Mobile. Ebbene, sembra che la promozione sia ancora in atto.

Giungono infatti ancora segnalazioni di questa singolare prassi, per spingere i nuovi clienti a consigliare il passaggio a ho. Mobile ad amici e parenti, dando una mano a diffondere il verbo dell’operatore virtuale di Vodafone. In cambio, 5€ di credito in omaggio per chi presenta e altrettanti per chi viene presentato.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che dovete sapere sul 5G

Un già cliente ho. Mobile può presentare fino a 10 amici che, una volta completato il passaggio, frutteranno un massimo di 150€ di credito in omaggio (grazie al bonus finale di 50€, una volta raggiunto l’obiettivo massimo), da utilizzare per il rinnovo mensile dell’offerta. Nel caso l’amico presentato provenisse da Iliad, Fastweb e virtuali (eccetto Kena Mobile, Very Mobile e Daily Telecom), il credito omaggio sarà di 10€, anziché di 5€.

L’articolo ho. Mobile ancora una e trino: 2 SIM in omaggio da distribuire agli amici per ricevere ricariche gratis sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Ora che si possono rivedere gli amici spunta il “saluto del porcospino”

Pare che senza mascherina il saluto con il gomito, affettuosa alternativa alla stretta di mano proibita dal coronavirus, non sia poi così sicuro, perché obbliga ad avvicinarsi l’uno all’altro più del dovuto. Idem quello con le caviglie.

Per non limitarsi all’unica soluzione del “namastè” indiano, dagli studenti della Luiss e di altre sei università, adesso che con l’Italia di nuovo in moto  e con lo sdoganamento degli amici il distanziamento sociale diventa centrale, arriva “il saluto del porcospino” dotato di cartone animato e videotutorial dedicati.

Condito dagli hashtag #behumanagain e #iosonoporcospino il saluto prevede che le due persone, una di fronte all’altra, a debita distanza naturalmente, debbano guardarsi negli occhi come si fa nei brindisi portando in avanti il braccio e il palmo della mano destra per poi condurlo vicino al cuore, rivolto verso l’altro. Slogan: “Ti vedo, ti sento, ci sono, iosonoporcospino”.

All’apparenza espediente giocoso, il saluto del porcospino, come spiega Angelo Monoriti, docente di negoziazione alla Luiss, che l’ha ideato e coordinato insieme  alla psicoterapeuta Maria Rita Parsi, è invece un “nuovo codice di comunicazione relazionale” che ha basi  scientifiche e filosofiche: il nuovo saluto viene presentato come un “attivatore mentale comune” che punta a risolvere “la dissonanza emotiva tra la necessità di protezione  imposta dal pericolo del contagio e l’esigenza di umanità”. Il filosofo di riferimento è  Schopenhauer,  che in “Parerga e paralipomena” nel 1851 aveva elaborato il seguente “dilemma del porcospino”: “Alcuni porcospini, in una fredda giornata d’inverno, si strinsero vicini, vicini, per proteggersi, col calore reciproco, dal rimanere assiderati. Ben presto, però, sentirono le spine reciproche. Il dolore li costrinse ad allontanarsi di nuovo l’uno dall’altro. Quando poi il bisogno di riscaldarsi li portò nuovamente a stare insieme, si ripeté quell’altro malanno: di modo che venivano sballottati avanti e indietro fra due mali. Finché non ebbero trovato una moderata distanza reciproca, che rappresentava per loro la migliore posizione”.

Visto che il coronavirus in quanto a relazioni sociali e paura dell’altro ci ha trasformati tutti in una sorta di porcospini umani tocca affidarsi ai principi delle neuroscienze e al nuovo codice di comunicazione relazionale a cui hanno lavorato gli studenti della Luiss insieme a quelli della La Sapienza, di Roma Tre, dell’Accademia delle Belle Arti di Bologna, Macerata, Roma, e del Conservatorio di  Sassari. “Nella mano ci sono i nostri nuovi occhi” spiega Monoriti, chiarendo   che posare lo sguardo sull’altro è la prima forma di riconoscimento, di calore, e di umanità e che “l’altro esiste quando viene guardato”. Il saluto del porcospino, è vero, richiede qualche attimo in più rispetto alla toccata di gomito in cui si sono mediaticamente esibiti anche i candidati alla Casa Bianca Biden e Sanders, prima del ritiro del secondo. Ma pare che ne valga la pena.

 

Agi