Google prepara il lancio delle chiavi digitali per auto in Android

La possibilità di poter aprire la vostra auto con un semplice tap sullo smartphone non è fantascienza e diversi produttori di auto già lo propongono con i loro servizi proprietari. Google sta per introdurre su larga scala questa soluzione.

XDA ha infatti svolto il teardown dell’ultima versione dei Play Services, evidenziando importanti riferimenti al servizio denominato Digital Car Keys. Si tratterà, come suggerisce il nome, della possibilità di sbloccare l’auto tramite il proprio smartphone Android tramite una chiave digitale preventivamente impostata. La funzionalità dovrebbe tecnicamente basarsi sulla combinazione di comunicazioni NFC e UWB.

Queste chiavi digitali verranno molto probabilmente impostate all’interno del profilo Google Pay personale, e verranno eliminate automaticamente nel caso in cui l’utente non imposterà un metodo di sblocco del dispositivo entro 5 minuti dalla configurazione.

Google ha confermato che la novità arriverà ufficialmente per i suoi dispositivi Pixel e per alcuni modelli Samsung. Non è stato specificato in base a quale criterio verrà stabilita la compatibilità con i vari modelli di auto e gli eventuali requisiti tecnici dell’auto. Ne sapremo di più a valle dell’evento del 19 ottobre in cui conosceremo ufficialmente i Pixel 6.

L’articolo Google prepara il lancio delle chiavi digitali per auto in Android sembra essere il primo su Androidworld.


Google prepara il lancio delle chiavi digitali per auto in Android

Non solo Material You: Android 12 porta anche tante patch di sicurezza

Dopo diversi mesi di versioni beta, Android 12 è finalmente disponibile per il grande pubblico: delle novità ne abbiamo abbondantemente parlato in tutto questo tempo e la maggior parte di esse riguardano il nuovo stile grafico Material You, ma oltre a questo c’è decisamente qualcosa di più.

Google ha infatti da poco pubblicato l’Android Security Bulletin di ottobre 2021, il documento che parla dei passi avanti compiuti dal sistema operativo in fatto di sicurezza che, unito alle note di rilascio di Android 12, ci permette di capire quante e quali falle di sicurezza sono state risolte con l’ultima versione di Android.

Le vulnerabilità risolte sono in totale 162, divise tra diversi componenti del sistema. In particolare, abbiamo:

  • Android TV – 2
  • Android runtime – 4
  • Android Framework – 70
  • Library – 2
  • Media Framework – 21
  • System – 63

I fix per queste vulnerabilità risultano dunque già inclusi nell’AOSP e arriveranno su tutti i dispositivi con a bordo Android 12 con le patch di sicurezza di ottobre 2021.

 

L’articolo Non solo Material You: Android 12 porta anche tante patch di sicurezza sembra essere il primo su Androidworld.


Non solo Material You: Android 12 porta anche tante patch di sicurezza

L’auto-reset dei permessi alle app sta arrivando per miliardi di Android: ecco i requisiti

A partire da Android 11 Google ha introdotto un’interessante quanto utile novità sul suo sistema operativo per dispositivo, la quale prevede il ripristino automatico dei permessi concessi alle app installate se queste non vengono usate dopo un certo intervallo di tempo.

Questo intervallo di tempo di inutilizzo che fa scattare automaticamente il ripristino dei permessi associati alle app è dell’ordine dei mesi. La scelta di Google è molto condivisibile ed è a favore della privacy degli utenti: se un’app non viene usata, allora non ha motivo di godere di permessi di accesso allo smartphone.

Le ultime novità condivise da Google riguardano però anche i dispositivi meno aggiornati. Tutti gli smartphone aggiornati almeno ad Android 6.0 riceveranno la feature che prevede il ripristino automatico dei permessi concessi alle app se queste non vengono usate.

Tutti i device con API aggiornate almeno al livello 23, ovvero quelle corrispondenti ad Android 6.0, avranno tale funzionalità abilitata di default. Sarà comunque possibile disabilitarla manualmente se lo smartphone è aggiornato alle API 29 o precedenti. La novità investirà dunque miliardi di smartphone a livello globale, coprendo la quasi totalità dei dispositivi Android in circolazione.

L’articolo L’auto-reset dei permessi alle app sta arrivando per miliardi di Android: ecco i requisiti sembra essere il primo su Androidworld.


L’auto-reset dei permessi alle app sta arrivando per miliardi di Android: ecco i requisiti

Quando arriva Android 12 stabile? Forse abbiamo una data (foto)

Android 12 lo conosciamo ormai molto bene, soprattutto grazie alle beta pubbliche che Google ha rilasciato da maggio fino ad oggi. Ora che la quinta e ultima è stata distribuita, si attende soltanto la versione stabile.

Nelle ultime ore Mishaal Rahman ha condiviso una tabella molto interessante, la quale potrebbe contenere la data di lancio ufficiale di Android 12 in veste di stabile. Sarebbe il 4 ottobre la data prescelta da Google per avviare la distribuzione ufficiale di Android 12 in versione stabile. Nella stessa data ci aspettiamo il rollout di Android 12 per i Pixel compatibili.

LEGGI ANCHE: la pre-recensione di Android 12

In tutto questo dobbiamo anche considerare quando arriveranno i Pixel 6, visto che solitamente Google ha accompagnato la nuova generazione del robottino verde con il lancio dei nuovi top di gamma. Torneremo ad aggiornarvi non appena il quadro attorno al lancio di queste novità da parte di Google sarà ancora più chiaro.

L’articolo Quando arriva Android 12 stabile? Forse abbiamo una data (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Quando arriva Android 12 stabile? Forse abbiamo una data (foto)

Il trasferimento delle chat WhatsApp da iOS ad Android è nuovamente ufficiale (aggiornato)

Samsung aveva un asso nella manica che non avevamo previsto durante la conferenza stampa odierna nella quale sono stati svelati Galaxy Z Fold 3Z Flip 3, Galaxy Watch 4 e Galaxy Buds 2: la migrazione delle chat di WhatsApp da iOS ai suoi nuovi foldable.

WhatsApp ha infatti aggiunto questa funziona a lungo richiesta, che permetterà un veloce passaggio di tutti i dati di WhatsApp da iPhone ad Android, incluse foto, messaggi vocali e tutto il resto. Peccato che al momento funzioni solo in una direzione, da iOS ad Android, e non viceversa, e solo su Z Fold 3 e Z Flip 3.

WhatsApp ha confermato che “nelle prossime settimane” il trasferimento delle chat sarà possibile anche su tutti i dispositivi Samsung con almeno Android 10, ma non ha detto nulla in merito al suo arrivo su smartphone non-Samsung né sul passaggio inverso, da Android ad iOS.

LEGGI ANCHE: Tutte le anteprime dei nuovi Samsung

Per trasferire le chat è necessario un cavo da Lightning ad USB-C, ed al momento non si parla di una modalità wireless. Inoltre, se per qualche motivo doveste già avere due backup cloud di WhatsApp, uno su iCloud e l’altro su Google Drive, questi non verranno uniti ma piuttosto quello su Android sarà sovrascritto.

Una partenza insomma molto limitata per una funzione tanto attesa, che da una parte lascia ben sperare ma lascia anche un po’ di amaro in bocca, dato che ci sfuggono i motivi di un simile privilegio per i foldable Samsung. Al di là di accordi tra le due aziende, supponiamo sia anche un modo per testarne l’efficacia e magari affinarla prima di un rollout più ampio: magra consolazione.

Aggiornamento03/09/2021

Un mese dopo questo nostro articolo, WhatsApp ha annunciato praticamente la stessa cosa. In un nuovo blog post dell’azienda si legge infatti che “presto sarà possibile trasferire tutta la cronologia chat WhatsApp da iOS ad Android. All’inizio, questa funzionalità sarà disponibile su tutti i dispositivi Samsung con sistema operativo Android 10 o superiore, ma presto potranno usufruirne anche gli utenti di altri dispositivi Android.

C’è anche una pagina di aiuto dedicata, ma di fatto non è cambiato nulla rispetto a quanto abbiamo già riportato l’11 agosto scorso. Speriamo quindi in un prossimo allargamento di questa funzione, ed anche nel suo viceversa (da Android ad iOS). Certo è che se c’è voluto un mese solo per l’annuncio, le premesse non sono proprio delle più rapide. 

L’articolo Il trasferimento delle chat WhatsApp da iOS ad Android è nuovamente ufficiale (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Il trasferimento delle chat WhatsApp da iOS ad Android è nuovamente ufficiale (aggiornato)

Gboard sempre più vicina al Material You di Android 12: arrivano i popup circolari (foto)

Nell’attesa che Google rilasci Android 12 al pubblico in versione stabile, Gboard è stata l’applicazione che più di tutte ha già mostrato alcuni elementi del Material You: con l’aggiornamento in beta di qualche giorno fa, la UI è stata resa più affine al nuovo stile grafico, ma gli sviluppatori vogliono aggiungere ancora qualcosa.

LEGGI ANCHE: Instagram sta per chiedervi quanti anni avete

Per i dispositivi con a bordo Android 12, i popup dei tasti saranno circolari e il tasto sarà colorato con una variante più tenue del colore principale del tema. Anche i popup che appaiono per i caratteri speciali (ad esempio, quelli per digitare dei segni di punteggiatura o per aprire direttamente le impostazioni) avranno bordi arrotondati e in generale più coerenti con l’intera grafica dell’applicazione.

Questi nuovi elementi grafici sono disponibili a partire dalla versione 10.9 della Gboard, attualmente in beta: a questo punto, il redesign della tastiera è praticamente completato e dunque ipotizziamo che arriverà sul canale stabile subito dopo il rilascio di Android 12.

L’articolo Gboard sempre più vicina al Material You di Android 12: arrivano i popup circolari (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Gboard sempre più vicina al Material You di Android 12: arrivano i popup circolari (foto)

Telegram beta 8.0.0 per Android strizza l’occhio ai canali offrendo strumenti più completi (foto)

La versione 8.0.0 dell’app Telegram beta per Android è emersa online, e le novità che questa introdurrà sembrano essere molte e piuttosto interessanti. Per chi ancora non la conoscesse, Telegram è una delle più popolari piattaforme di messaggistica istantanea al mondo.

Canali

Sarà facile accedere a questo “feed infinito” che mostrerà tutte le notifiche ricevute dai vari canali, perché basterà scorrere il dito dal fondo del canale che avete appena letto verso l’alto. Verrà mostrata un’icona del prossimo canale non letto che si aprirà in modo da poter decidere se si vuole andare a quel canale oppure no.

LEGGI ANCHE: Da laptop a smartphone in un attimo: Samsung mostra il display che si piega due volte

Chat vocali

La nuova versione ha ottenuto il tanto atteso supporto per i flussi video in diretta nei canali. In precedenza questa funzione era disponibile solo nei gruppi. Si potrà anche condividere il proprio schermo. Un altro cambiamento in questa sezione è legato alla funzione di registrazione delle chat vocali. Sarà infatti possibile selezionare se si desidera registrare solo la voce, il ritratto oppure un video orizzontale.

Temi

I colori sfumati e alcune animazioni potranno essere applicate alle bolle contenenti il testo della chat.

Messaggi

Si potrà rimuovere i dati del mittente dal messaggio che si vuole inoltrare. Per farlo sarà necessario cliccare sul pulsante a forma di croce per vedere un popup con 3 diverse opzioni. In realtà, questa funzione non è ancora completamente funzionante e il nome del mittente per il momento resta presente nel messaggio. Altri miglioramenti minori si possono trovare anche nella sezione degli adesivi.

Impostazioni

Un piccolo cambiamento può essere notato nella schermata delle impostazioni, dove è possibile individuare una piccola sezione Debug che consente di condividere i log di debug con Telegram più facilmente. C’è la possibilità che questa sezione rimanga solo sulla versione beta in futuro.

L’articolo Telegram beta 8.0.0 per Android strizza l’occhio ai canali offrendo strumenti più completi (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Telegram beta 8.0.0 per Android strizza l’occhio ai canali offrendo strumenti più completi (foto)

WhatsApp per iPad è sempre più vicino, arriverà anche su tablet Android (foto)

Poche settimane fa, e solo per alcuni utenti in beta, WhatsApp ha finalmente rilasciato la possibilità di usare la piattaforma di messaggistica su più dispositivi in modo indipendente. La stessa WhatsApp sta lavorando a una nuova versione della modalità multi-dispositivo.

Quella che WABetaInfo chiama multi-dispositivo 2.0 sarà la novità che renderà possibile usare WhatsApp su iPad. Si tratterà di una vera e propria app di WhatsApp dedicata ad iPad, e sarà disponibile anche per tablet Android. Per questi ultimi probabilmente non arriverà un’app dedicata ma verrà estesa la compatibilità di WhatsApp per Android.

LEGGI ANCHE: Android Auto per smartphone è al capolinea

Gli screenshot in galleria pubblicati da WABetaInfo mostrano come sarà possibile collegare iPad in modo indipendente al proprio account di messaggistica. Al momento non abbiamo ancora tempistiche certe sul rilascio della novità. Torneremo ad aggiornarvi appena ne sapremo di più.

L’articolo WhatsApp per iPad è sempre più vicino, arriverà anche su tablet Android (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


WhatsApp per iPad è sempre più vicino, arriverà anche su tablet Android (foto)

La migrazione delle chat WhatsApp da iOS ad Android: parte il rollout per la beta (foto)

Proprio qualche giorno fa, immediatamente a valle del lancio dei nuovi Galaxy Z Fold 3Z Flip 3 di casa Samsung, abbiamo visto l’ufficialità della possibilità di migrare le chat WhatsApp da iOS ad Android.

Mentre nei primi momenti tale feature sembrava davvero appannaggio di pochi, ovvero di coloro che volevano trasferire le chat a un pieghevole Samsung, ora sembra che stia arrivando (forse) più su larga scala. Con l’ultimo aggiornamento di WhatsApp Beta per iOS, come mostrato dagli screenshot presenti in galleria, è stata implementata l’opzione per Move chats to Android.

LEGGI ANCHE: tutte le anteprime dei nuovi Samsung

WABetaInfo ha realizzato un breve video di come dovrebbe funzionare la nuova opzione di migrazione chat, lo trovate allegato al tweet in basso. Attualmente non è ancora chiaro quali dispositivi sono già compatibili con la nuova funzionalità.

La novità appena descritta dovrebbe essere disponibile per coloro che hanno aggiornato l’app iOS di WhatsApp alla versione 2.21.160.16.

L’articolo La migrazione delle chat WhatsApp da iOS ad Android: parte il rollout per la beta (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


La migrazione delle chat WhatsApp da iOS ad Android: parte il rollout per la beta (foto)

Stadia per Android TV continua a fare incetta di utenti: ci avete giocato?

L’ultima grande novità per gli abbonati a Stadia, il servizio di cloud gaming di casa Google, è coincisa con la possibilità di accedere al servizio su Android TV, tramite l’app ufficiale rilasciata meno di due settimane fa.

Sembra proprio che la novità sia piaciuta agli utenti Stadia e soprattutto che ci siano tanti abbonati al servizio che intendono giocare su Android TV / Google TV: l’app di Stadia per Android TV ha infatti raggiunto e superato la soglia dei 50.000 download in meno di due settimane sul Play Store.

LEGGI ANCHE: il dizionario per comprendere il gergo di TikTok

In questo articolo abbiamo spiegato come installare e giocare a Stadia su Android TV pur non possedendo un dispositivo ufficialmente compatibile. Qui sotto trovate invece la nostra prova completa di Stadia su Android TV.

Aggiornamento12/08/2021

Il trend positivo continua: a poco meno di due mesi dal lancio dell’app per Android TV, le installazioni hanno superato quota 100.000, segno di quanto gli utenti Stadia stessero aspettando la possibilità di giocarci nella comodità del salotto di casa. Nel caso non l’aveste ancora provata, vi lasciamo il badge a Stadia per Android TV qui sotto, e subito dopo trovate anche la nostra video-giocata!

L’articolo Stadia per Android TV continua a fare incetta di utenti: ci avete giocato? sembra essere il primo su AndroidWorld.


Stadia per Android TV continua a fare incetta di utenti: ci avete giocato?

Arriva la Beta 4 di Android 12: il sistema operativo è sempre più stabile e vicino al rilascio

Google, tramite un post sul suo blog dedicato agli sviluppatori, ha dichiarato che è iniziato il rollout della quarta beta di Android 12: l’aggiornamento è già disponibile sui Pixel e su tutti i dispositivi compatibili che hanno installata una versione beta e può essere scaricato dalle impostazioni.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Z Fold 3 ufficiale

La Beta 4 entra nel periodo di “Platform Stability”: questo vuol dire che lo sviluppo della piattaforma, ovvero di tutti gli strumenti necessari alla creazione di applicazioni quali l’SDK ufficiale, l’NKD e tutte le API esclusive di Android 12, è praticamente terminato e quindi gli sviluppatori possono iniziare a testare i propri software per il nuovo sistema operativo, con la consapevolezza che non ci saranno differenze con la release finale.

In particolare, Google consiglia agli sviluppatori di assicurarsi che tutto funzioni a dovere e che le app risultino compatibili con le nuove funzioni introdotte da Android 12, come ad esempio i nuovi toggle e gli indicatori della fotocamera e microfono o la Privacy Dashboard. Maggiori informazioni per quanto riguarda le novità tangibili di questa beta arriveranno nei prossimi giorni.

L’articolo Arriva la Beta 4 di Android 12: il sistema operativo è sempre più stabile e vicino al rilascio sembra essere il primo su AndroidWorld.


Arriva la Beta 4 di Android 12: il sistema operativo è sempre più stabile e vicino al rilascio

Il mercato delle smart TV è sempre di Samsung, ma il futuro sarà di Android TV (e Roku) (foto)

Una nuova analisi appena pubblicata da Strategy Analytics, scandaglia in profondità lo stato attuale del mercato delle smart TV e prevede gli sviluppi dei prossimi 5 anni. Se al momento la fetta più grande è occupata da Samsung con i suoi prodotti (equipaggiati con Tizen), il futuro sembra propendere sempre più verso soluzioni realizzate da terzi Android TV su tutte.

Secondo gli autori dello studio entro il 2026 nella metà di tutte le case del mondo ci sarà almeno una smart TV. Già oggi però in mercati come gli Stati Uniti la quota è stata superata e tra un lustro ci si aspetta che raggiunga il 90% del totale. Lo scorso anno le TV smart hanno rappresentato circa l’80% di tutti gli apparecchi a schermo piatto venduti (sono stati esclusi quindi tutti i dispositivi come Chromecast e NVIDIA Shield).

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi Pad Pro 5 è il nuovo anti-iPad?

Attualmente le redini del settore sono saldamente tra le mani di Samsung, tuttavia gli analisti specificano che Android TV e Roku hanno fatto registrare forti incrementi nella loro diffusione, dati confermati dall’ultima dichiarazione di Google in cui si parla di una crescita dell’80% negli USA. Il motivo sarebbe semplice: i produttori preferiscono sempre più una soluzione realizzata e mantenuta da un terzo piuttosto che sobbarcarsi tutti i costi e gli sforzi per fare tutto da soli.

TROVA STREAMING

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Il mercato delle smart TV è sempre di Samsung, ma il futuro sarà di Android TV (e Roku) (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Il mercato delle smart TV è sempre di Samsung, ma il futuro sarà di Android TV (e Roku) (foto)