Ecco OnePlus 8T in mostra da tutti i lati e (quasi) tutte le sue specifiche appena trapelate (video e foto)

Ormai sono praticamente passati cinque mesi dal lancio di OnePlus 8. Ciò significa che l’azienda cinese è pronta a presentare il suo nuovo modello: OnePlus 8T. Mentre l’annuncio ufficiale è atteso per la fine del mese o per l’inizio di ottobre, il telefono è stato da poco certificato dall’ente indiano BIS, segno che il suo arrivo è davvero imminente. A confermare tutto ciò è appena piovuta in Rete una serie di leak in cui lo smartphone viene mostrato da tutti i lati insieme a molte delle sue specifiche tecniche.

Le immagini che potete ammirare a fine articolo sono però basate su schemi interni e non sui soliti progetti CAD 3D, per cui non è possibile conoscere le dimensioni esatte del dispositivo. Mentre arriva una nuova conferma dell’assenza di un possibile OnePlus 8T Pro, l’unico modello si prepara a sfoggiare diverse novità, che a livello hardware lo metteranno alla pari se non al di sopra anche di OnePlus 8 Pro.

LEGGI ANCHE: La nostra prova di OxygenOS 11 su OnePlus 8

Lo schermo infatti ha una diagonale di 6,55″ in risoluzione HD+ e refresh rate a 120 Hz, il vetro sarà piatto con un piccolo foro nell’angolo in alto a sinistra per la fotocamera frontale da 32 MP (raddoppiata rispetto al passato). Il comparto fotografico sul retro sarà contenuto in una “toppa” (che non appare esattamente piccola), in cui i quattro sensori sono disposti a C con il flash LED. La lente principale sarà da 48 MP + un grandangolare da 16 MP + un macro da 5 MP + un sensore di profondità da 2 MP.

Contrariamente alle aspettative e ai primi benchmark emersi, sembra che OnePlus 8T possa essere equipaggiato con Snapdragon 865 ed essere lanciato in due tagli di memoria: 8/128 GB e 12/256 GB. La Batteria arriverà a 4.500 mAh, ma per la prima volta ci sarà il supporto alla ricarica a 65 W (era fermo a 30W da qualche anno ormai). Completano il quadro OxygenOS 11 con Android 11, connettore USB-C e microfono a cancellazione del rumore sul lato superiore. E il prezzo? Purtroppo ancora nessuna notizia.

L’articolo Ecco OnePlus 8T in mostra da tutti i lati e (quasi) tutte le sue specifiche appena trapelate (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Il viaggio verso l’Europa di Huawei P40 e P40 Lite E è appena iniziato e parte dalla Polonia (foto)

Huawei non ha ancora sollevato il velo sui suoi nuovi top di gamma della famiglia P40, tuttavia la scorsa settimana ha presentato ufficialmente Huawei P40 Lite e oggi è il turno di P40 Lite E. Questa variante, anche nota come Huawei Yp7 in alcuni mercati o come Huawei Enjoy 10 in Cina, è sbarcata in Polonia, primo Paese europeo a cui seguiranno gradualmente tutti gli altri.

I preordini sono già aperti con le prime spedizioni previste per il 12 marzo. Tutti coloro che prenotano P40 Lite e P40 Lite E, rispettivamente in vendita a circa 230€ e 160€, riceveranno in regalo un Huawei Band 4 Pro (dal valore di circa 70€). Di seguito vi riportiamo le specifiche tecniche ufficiali (ma incomplete) dei due dispositivi.

Huawei P40 Lite

  • Schermo: 6,4″ FHD+ con vetro curvo su tutti e quattro i lati
  • CPU: Kirin 810
  • RAM e archiviazione: 8 + 128 GB
  • Fotocamera posteriore: 48 MP f/1.8 + super-grandangolare da 8 MP f/2.4 + macro da 2 MP f/2.4 + sensore di profondità da 2 MP f/2.4
  • Fotocamera frontale: 16 MP f/2.0
  • Batteria: 4.200 mAh con ricarica rapida a 40 W
  • OS: EMUI 10 con Android 10
  • Dimensioni e peso: 159,2 x 76,3 x 8,7mm per 183 g
  • Altro: Lettore di impronte digitali sul fianco, Wi-Fi, GPS
  • Colorazioni: Crush Green, Sakura Pink, Midnight Black

LEGGI ANCHE: La modalità scura è arrivata su WhatsApp!

Huawei P40 Lite E

  • Schermo: 6,39″ HD+ (1.560 × 720 pixel)
  • CPU: Kirin 810F
  • RAM e archiviazione: 4 + 64 GB espandibile fino a 512 GB
  • Fotocamera posteriore: 48 MP f/1.8 + super-grandangolare da 8 MP f/2.4 + sensore di profondità da 2 MP f/2.4
  • Fotocamera frontale: 8 MP f/2.0
  • Batteria: 4.000 mAh
  • OS: EMUI 9.1 con Android Pie
  • Dimensioni e peso: 159,81 x 76,13 x 8,13 mm per 176 g
  • Altro: lettore di impronte digitali sul retro, Wi-Fi, Bluetooth
  • Colorazioni: Black, Aurora Blue

L’articolo Il viaggio verso l’Europa di Huawei P40 e P40 Lite E è appena iniziato e parte dalla Polonia (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

La squadra appena nata che ha vinto il campionato italiano di League of Legends

Una striscia di ventitré vittorie consecutive è un bel biglietto da visita da mostrare. Ed è proprio il biglietto con cui si presenta YDN Gamers Asd, la squadra di eSport che sta dominando la stagione italiana di League of Legends, il Moba di Riot Games tra i più utilizzati sulla scena degli sport digitali nel nostro paese e nel mondo.

A rendere ancora più interessante la storia dei Ydn è che, fino a qualche mese fa, questo team neppure esisteva: costruito da poco, il gruppo appena nato ha dominato la fase di qualificazione per i campionati nazionali, segnando un record di dodici vittorie e nessuna sconfitta. E si è poi ripetuto nella stagione regolare dei Pg Nationals, il torneo organizzato in collaborazione con Riot Games in varie nazioni europee e che permette alle squadre migliori di accedere ai master a livello continentale: qui, dopo undici vittorie di fila, la striscia si è infine interrotta quando il primo posto era garantito e con questo l’accesso alle semifinali dei playoff. Evento che, causa emergenza Coronavirus, è stato posticipato a data e località da destinarsi.

“Questa squadra è nata come un’associazione sportiva dilettantistica: attraverso la piattaforma Discord abbiamo fondato una community che nel giro di poco più di un anno è passata da 200 a 2.400 giocatori” spiega Massimiliano Cucchiara, fondatore e Ceo degli Ydn. “Dopo le prime esperienze positive, quest’anno abbiamo deciso di investire in un team competitivo su League of Legends, allenato dal coach Marcello Passuti”. Passuti ha messo insieme una squadra internazionale, composta da due giocatori estoni, uno polacco, uno norvegese e tre italiani: un mix che ha mostrato subito il suo potenziale, con il record di vittorie consecutive.

Finita questa prima fase e in attesa dei playoff, gli obiettivi per i Ydn restano chiari: “Vogliamo consolidare il nostro giovane marchio nella scena italiana e non solo – spiega Cucchiara – Con il nostro lavoro sappiamo di fare il bene di tutta la scena esportiva nazionale, che è in forte crescita ma rimane ancora molto indietro rispetto agli esempi europei con cui dobbiamo andare a confrontarci: ci piace pensare che stiamo dando un contributo”.

L’ultimo rapporto Aesvi sugli esport nel nostro paese ha confermato una crescita importante per il settore, capace adesso di attirare l’attenzione di 350 mila fan su base giornaliera, che diventano oltre 1 milione e duecentomila nell’arco della settimana. Dietro i numeri in crescita e alle tante nuove realtà nate negli ultimi anni, restano però molte criticità. “L’Italia resta indietro da un punto di vista di mentalità, sia da parte delle società che dai player”, conclude Cucchiara.

Uno dei punti più delicati resta, ovviamente, quello dei finanziamenti. La ricerca degli sponsor e la disponibilità degli investitori sono da sempre dei talloni d’Achille per le startup di ogni tipo in Italia e le squadre di eSport non fanno eccezione. Da qui l’idea di Cucchiara e del suo team per diversificare le entrate. “Stiamo lavorando a un documentario a puntate che racconti la storia dei ragazzi che giocano negli Ydn, portando gli spettatori a conoscere la giornata tipo di un gamer tra vita quotidiana, tornei, allenamenti e mostrando il dietro le quinte di questo mondo che appassiona sempre più ragazzi”.

Agi