Per la prima volta in Cina arrivano i robotaxi con il big tech Baidu

AGI – Per la prima volta in Cina le persone potranno prendere un taxi a guida autonoma: senza che ci sia nessuno al volante e senza neanche la limitazione dell’obbligo di un operatore seduto accanto al guidatore (che non c’è), per intervenire in caso di emergenza.

A vincere la gara per fornire al pubblico servizi di ride-hailing robotaxi è stata Baidu, Big Tech che possiede il primo motore di ricerca del paese e la più grande flotta di auto a guida autonoma in Cina.

I permessi, rilasciati dal comune sud-occidentale di Chongqing e dalla città centrale di Wuhan, consentono ai robotaxi commerciali di offrire corse al pubblico senza autisti e sono entrati in vigore lunedì.

Le prime città coinvolte

“Questi permessi hanno un profondo significato per l’industria – ha detto a Reuters Wei Dong, responsabile delle operazioni di sicurezza dell’Intelligent Driving Group di Baidu – se pensiamo all’esplorazione dello spazio, questo momento equivale all’atterraggio sulla Luna“.

Inizialmente, Baidu ha fatto sapere che dispiegherà un lotto di cinque robotaxi a pagamento in ciascuna città, dove potranno operare in aree designate dalle 9 alle 17 a Wuhan e dalle 9:30 alle 16:30 a Chongqing.

Baidu (che ha dichiarato di aver compiuto 196 mila corse di robotaxi “assistiti” nei primi tre mesi dell’anno e che presenterà i suoi risultati finanziari alla fine di agosto) è anche in trattative con le amministrazioni locali per espandere questo servizio a Pechino, Shanghai e Shenzhen.

A metà luglio la compagnia aveva presentato Apollo RT6, il suo nuovo veicolo autonomo con volante rimovibile (perché non più necessario), con l’obiettivo di utilizzarlo per il suo servizio robotaxi in Cina, già dal prossimo anno.

La società aveva fatto sapere che il costo del veicolo è previsto sui 250 mila yuan (circa 36.257 euro) per il nuovo modello, rispetto ai 480 mila yuan (-48%) dell’Apollo Moon, il modello precedente. Baidu è da tempo operativa nel settore dei robotaxi e lavora allo sviluppo di auto a guida autonoma dal 2017, anno del lancio della divisione Apollo. Il suo servizio, Apollo Go, ha una flotta di 300 veicoli autonomi.

La concorrenza di Toyota e Nissan

Ad aprile 2021 era stato autorizzato (insieme alla rivale Pony.ai) a offrire servizi di trasporto a bordo di veicoli autonomi in diverse città, inclusa Pechino, sebbene fosse comunque richiesto a un essere umano di rimanere al posto di guida.

In Cina i concorrenti di Baidu in questo settore si chiamano Pony.ai, sostenuto da Toyota Motor, WeRide, che ha ricevuto investimenti da Nissan Motor e Guangzhou Automobile Group. Negli Stati Uniti, Tesla e Waymo.

La Cina è un importante banco di prova per i veicoli autonomi, con un piccolo gruppo di aziende ambiziose che registrano regolarmente nuovi record su vari fronti, come la rimozione del conducente della sicurezza, l’apertura dei propri servizi al pubblico o l’esercizio su strade pubbliche e il numero di miglia loro i veicoli sono stati testati.


Per la prima volta in Cina arrivano i robotaxi con il big tech Baidu

Nuova versione beta di WhatsApp: arrivano i primi cambiamenti alle Reazioni

Da qualche settimana sono arrivate finalmente le Reazioni ai messaggi di WhatsApp, ma gli sviluppatori hanno già iniziato a mettere le mani su questa funzione: in un nuovo aggiornamento beta dell’app di messaggistica, si nota infatti un primo cambiamento alla schermata che mostra tutte le Reazioni.

In particolare, questo cambiamento riguarda le Reazioni inviate a un gruppo di foto o video, che WhatsApp raggruppa automaticamente in un unico messaggio: adesso infatti, nella schermata che mostra l’elenco degli utenti che hanno messo una Reazione, sarà visualizzata anche un’anteprima della foto o del video a cui è stata messa la Reazione. In precedenza infatti non era possibile capire quale foto aveva una Reazione se non aprendo la galleria creata automaticamente dall’app. In fondo all’articolo, una foto che rende meglio l’idea.

Questo utile cambiamento è già in rollout con la versione 2.22.12.14 beta di WhatsApp, ma sicuramente arriverà nelle prossime settimane anche sul canale stabile. Nel caso in cui vogliate provare la versione beta, potete aderire al programma apposito da questa pagina.

L’articolo Nuova versione beta di WhatsApp: arrivano i primi cambiamenti alle Reazioni sembra essere il primo su Androidworld.


Nuova versione beta di WhatsApp: arrivano i primi cambiamenti alle Reazioni

Le app Android arrivano su Windows 11 in Italia!

Arrivano delle novità molto consistenti per gli utenti Android e Windows in Italia. Si tratta dell’espansione del cosiddetto Windows Subsystem for Android, il quale diventa ufficialmente disponibile anche in Italia.

Iscriviti al Gruppo Facebook

Con il supporto ufficiale al Windows Subsystem for Android da parte di Windows 11 in Italia, tutti gli utenti che hanno un PC aggiornato a Windows 11 potranno eseguire le app Android anche in ambiente Windows. Abbiamo provato questa funzionalità quando ancora non era disponibile ufficialmente nel nostro paese, e quando era un’esclusiva del programma Windows Insider.

Microsoft ha esplicitamente menzionato l’Italia tra i nuovi paesi in cui il Windows Subsystem for Android è disponibile su Windows 11 in via ufficiale. Pertanto possiamo aspettarci che la novità arrivi entro le prossime ore o al massimo entro i prossimi giorni tramite un aggiornamento del sistema operativo.

Vi ricordiamo che le app Android su Windows 11 potranno essere scaricate attraverso Amazon Appstore. Sarà quindi necessario installare prima lo store di Amazon tramite Microsoft Store.

L’articolo Le app Android arrivano su Windows 11 in Italia! sembra essere il primo su Androidworld.


Le app Android arrivano su Windows 11 in Italia!

Con una settimana d’anticipo, le patch di sicurezza di giugno arrivano su Galaxy Tab S7

Il mese di maggio non è ancora terminato, ma Samsung guarda già oltre: l’azienda coreana ha iniziato il rilascio delle patch di sicurezza di giugno per alcuni dispositivi. In particolare, il rollout è già partito per i tablet Galaxy Tab S7 e Galaxy Tab S7 Plus.

L’aggiornamento in questione è stato avvistato in molte nazioni (soprattutto Corea del Sud e alcuni Stati in Europa), ma comunque potrebbe volerci qualche giorno prima di vederlo sui dispositivi italiani. Gli update, caratterizzati dal numero build Tx70XXU2CVE5 per le varianti solo Wi-Fi e T976xxxU2xVE5 per le varianti 5G, oltre alle patch di sicurezza di giugno, portano anche alcuni miglioramenti legati all’utilizzo della S Pen.

I possessori di Galaxy Tab S7 e Tab S7 Plus possono comunque verificare manualmente la presenza di aggiornamenti ed eventualmente scaricare la nuova build recandosi nella sezione Aggiornamenti software delle impostazioni del proprio dispositivo.

L’articolo Con una settimana d’anticipo, le patch di sicurezza di giugno arrivano su Galaxy Tab S7 sembra essere il primo su Androidworld.


Con una settimana d’anticipo, le patch di sicurezza di giugno arrivano su Galaxy Tab S7

Google dà uno schiaffo ad Apple: sul Play Store arrivano sistemi di pagamento terzi, per primo con Spotify

A valle delle corpose discussioni che si sono create dallo scorso anno in merito ai sistemi di fatturazioni di Apple e Google, i quali prevedono delle commissioni ai danni degli sviluppatori per gli incassi generati da tutte le app presenti sui loro rispettivi store, proprio da BigG arriva una decisione importante quanto significativa.

Google ha appena annunciato che aprirà alla fatturazione di terze parti sul Play Store. Questa decisione è di fondamentale rilevanza per tutti gli sviluppatori che collaborano con il Play Store per promuovere le loro app. Google ha comunicato che ha iniziato a esplorare la possibilità di implementare sistemi di fatturazione di terze parti su un ristretto numero di sviluppatori, per capire le esigenze degli utenti e la fattibilità su più larga scala.

La novità permetterà agli sviluppatori di offrire un sistema di fatturazione aggiuntivo oltre a quello del Play Store durante gli acquisti in-app. Questo permetterà chiaramente di non sottostare alle commissioni sugli incassi imposte dalla policy di Google.

Google ha comunicato che avvierà il progetto in collaborazione con Spotify, un attore molto centrale nel settore dello streaming multimediale su tutte le piattaforme, comprese Android e iOS, e che pertanto è esperto in pagamenti in-app.

La scelta di Google ha un significato anche politico, che la stessa Google ha sottolineato riferendo che un progetto simile è il primo nel suo genere su piattaforma mobile, desktop e console. Staremo a vedere come evolverà.

L’articolo Google dà uno schiaffo ad Apple: sul Play Store arrivano sistemi di pagamento terzi, per primo con Spotify sembra essere il primo su Androidworld.


Google dà uno schiaffo ad Apple: sul Play Store arrivano sistemi di pagamento terzi, per primo con Spotify

OnePlus aggiorna la serie OnePlus 8 ad Android 12 Stable, per OnePlus 9 arrivano novità fotografiche

OnePlus si conferma attenta al supporto software dei suoi smartphone sul mercato e ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento per OnePlus 9, 9 Pro e OnePlus 8 / 8 Pro e OnePlus 8T. Andiamo a vedere insieme le novità.

OxygenOS 12 C.47 per la serie OnePlus 9

Sistema

  • Ottimizzazione generale della stabilità.
  • Aggiornamento delle patch di sicurezza Android a marzo 2022.
  • Migliorata la stabilità delle comunicazioni.

Fotocamera

  • Migliorata la fluidità dell’esperienza utente.

OxygenOS 12 C.11 per la serie OnePlus 8

Per la serie OnePlus 8 arrivano diverse novità con la OxygenOS 12 e Android 12: oltre alle ottimizzazioni per l’interfaccia utente e quella grafica, troviamo nuove opzioni di personalizzazione per la Dark Mode, nuove informazioni fornite da Shelf, nuova gesture per la gestione delle immagini con l’app Galleria e altre novità minori. Trovate il changelog completo alla fine di questo articolo.

Gli aggiornamenti appena descritti sono in fase di distribuzione automatica via OTA anche in Europa, sia per la serie OnePlus 9 che per la OnePlus 8. Aspettatevi di riceverli nelle prossime ore.

  • System
    • Optimized desktop icons with improved textures, by using a design inspired by brand-new materials and uniting lights and layers
    • Fixed the issue that background applications are abnormally closed in specific scenarios
    • Fixed the issue with lens permissions when using third party camera applications
    • Fixed the issue of screen cannot respond when receiving notifications
  • Dark mode
    • Dark mode now supports three adjustable levels, bringing a more personalized and comfortable user experience
  • Shelf
    • New additional style options for Cards, making data contents more visual and easier to read
    • Newly added Earphone Control Card with Bluetooth earphone one-click adjustment
    • Newly added access to OnePlus Scout in Shelf, allowing you to search multiple contents on your phone, including Apps, Settings, Media Data, etc
    • Newly added OnePlus Watch Card in Shelf, to easily glance at your health stats
  • Work Life Balance
    • Work Life Balance feature is now available to all users, allowing you to effortlessly switch between Work and Life mode via quick settings
    • WLB 2.0 now supports automatic Work/Life mode switching, based on specific locations, Wi-Fi network, and time, also bringing customized App notification profiles according to the personalization
  • Gallery
    • Gallery now allows you to switch between different layouts with a two-finger pinch gesture, intelligently recognizing the best-quality pictures, and cropping the thumbnail based on the content, making the gallery layout more pleasing
  • Canvas AOD
    • Canvas AOD brings you new diverse styles of lines and colors, for a more personalized lock screen experience with inspiring visuals
    • Newly added multiple brushes and strokes and support for color adjustment
    • Optimized software algorithm and improved face recognition to better identify the features and skin color of different figures
  • Network
    • Fixed the issue that unable to automatically connect to Wi-Fi
  • Bluetooth
    • Fixed the issue that wireless earphones cannot play sound when connecting Bluetooth in specific scenarios

L’articolo OnePlus aggiorna la serie OnePlus 8 ad Android 12 Stable, per OnePlus 9 arrivano novità fotografiche sembra essere il primo su Androidworld.


OnePlus aggiorna la serie OnePlus 8 ad Android 12 Stable, per OnePlus 9 arrivano novità fotografiche

Realme GT Neo 3: arrivano nuove immagini e conferme sulle specifiche

Torniamo a parlare di Realme GT Neo 3, il dispositivo che arriverà come nuovo smartphone di fascia alta per l’azienda cinese. Nelle ultime ore sono trapelati interessanti dettagli su design e specifiche.

Le nuove immagini che trovate in galleria mostrano il look del dispositivo. Posteriormente sembra confermata la presenza di un modulo fotografico rettangolare, con tre sensori fotografici. Anteriormente vediamo un display forato al centro per ospitare la fotocamera frontale. Riguardo le specifiche, sembra confermata la presenza di un sensore fotografico principale da 50 megapixel con OIS, mentre il processore dovrebbe essere un Dimensity 8100.

Per saperne di più sulla scheda tecnica vi suggeriamo di consultare questo articolo, ne abbiamo parlato nel dettaglio.

Riguardo la velocità di ricarica, sembrano esserci due modelli di Realme GT Neo 3: il primo, identificato dal codice RMX3560, supporterà il nuovo standard con output a 150W, mentre il secondo RMX3562 supporterà la ricarica a 80W.

L’articolo Realme GT Neo 3: arrivano nuove immagini e conferme sulle specifiche sembra essere il primo su Androidworld.


Realme GT Neo 3: arrivano nuove immagini e conferme sulle specifiche

Nuovo aggiornamento per Galaxy S10 / S10 Lite: arrivano le patch di gennaio

Samsung ha appena rilasciato dei nuovi aggiornamenti software di sicurezza per due dei suoi modelli meno recenti. Parliamo di Galaxy S10 5G e Galaxy S10 Lite.

Per Galaxy S10 Lite la build in fase di rollout corrisponde alla versione G770FXXS6FVA1, mentre per S10 5G si tratta della build G977BXXUBGVA4. In entrambi i casi si tratta dell’introduzione della patch di sicurezza Android aggiornate a gennaio 2022. Non dovrebbero essere incluse ulteriori novità software.

Gli aggiornamenti descritti sono attualmente in fase di distribuzione automatica via OTA, anche per gli utenti italiani. Fateci sapere se l’avete ricevuto e se avete scovato ulteriori novità oltre alle patch.

L’articolo Nuovo aggiornamento per Galaxy S10 / S10 Lite: arrivano le patch di gennaio sembra essere il primo su Androidworld.


Nuovo aggiornamento per Galaxy S10 / S10 Lite: arrivano le patch di gennaio

Due ragazzi su tre arrivano sui social prima dell’età consentita

AGI – Quasi due ragazzi su tre si sono iscritti a un social network prima dell’età consentita dalla piattaforma, pur sapendo che non avrebbero potuto. E sempre due su tre quando si iscrivono a un nuovo servizio online o accedono a una nuova app ne accettano le condizioni d’uso senza leggere mai l’informativa sulla privacy.

Più elevata la consapevolezza tra i maggiorenni, infatti quelli che ignorano sistematicamente le privacy policy scendono al 50%. Sono questi alcuni dei dati rilevati dal sondaggio che il Garante per la protezione dei dati personali ha commissionato a Skuola.net, in vista della Giornata Europea della protezione dei dati personali.

Il 43% dei minori ignora i diritti che la normativa gli riconosce per difendersi dal cyberbullismo, mentre il 64% degli over 18 sembra più preparato. Eppure i giovani sono interessati alla difesa della privacy, soprattutto di quella online. Nove studenti su 10 giudicano favorevolmente l’eventuale organizzazione di incontri su questi temi sin dall’età scolastica, magari da svolgere in classe; per il 54% sarebbe un’attività fondamentale, per il 34% come minimo utile.

L’Autorità Garante ha deciso quest’anno di celebrare la Giornata europea della protezione dei dati personali proprio in un istituto scolastico insieme ai ragazzi: il convegno, intitolato “Visibili o sorvegliati? La vita nella Rete” sarà ospitato il prossimo 28 gennaio dal Convitto nazionale Vittorio Emanuele II di Roma e avrà come protagonisti circa 60 studenti.

 


Due ragazzi su tre arrivano sui social prima dell’età consentita

I colori dinamici del Material You arrivano sul Play Store

La novità più importante a livello di interfaccia grafica apportata da Android 12 consiste nel Material You, il nuovo sistema di personalizzazione automatica messo a punto da Google. Quest’ultimo è appena arrivato anche per il Play Store.

Nelle ultime settimane abbiamo visto moltissime delle app e dei servizi Google ricevere il Material You con il sistema di tonalità automatiche su Android 12. Nelle ultime ore la novità è arrivata anche per il Play Store: come vedete dagli screenshot in galleria, la personalizzazione grafica coinvolgerà l’interfaccia anche quando è impostato il tema scuro.

Il sistema di personalizzazione automatico delle tonalità in base allo sfondo impostato dall’utente sarà disponibile unicamente sui dispositivi Pixel che hanno aggiornato il sistema operativo ad Android 12.

La novità per il Play Store dovrebbe essere in fase di distribuzione automatica via server, e non sappiamo quanto ci vorrà prima che il rollout si completi.

L’articolo I colori dinamici del Material You arrivano sul Play Store sembra essere il primo su Androidworld.


I colori dinamici del Material You arrivano sul Play Store