Files di Google si aggiorna: in arrivo il Cestino per ripristinare i file eliminati (foto)

Google ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento per la sua app Files, quella che sui dispositivi Android è deputata alla gestione dell’archivio interno e offre possibilità di condivisione rapida dei file.

L’aggiornamento corrisponde alla versione 1.0.345 dell’app e introduce alcuni miglioramenti per il player audio e alla gestione raggruppata dei file memorizzati in memoria. Oltre a questo, le stringhe accluse nel codice suggeriscono la sezione Cestino in fase di sviluppo.

LEGGI ANCHE: Realme 7 5G, la recensione

Mishaal Rahman di XDA è riuscito ad abilitare la sezione, effettuando anche gli screenshot che vedete nella galleria in basso: il Cestino dell’app Files raccoglierà i file eliminati e offrirà la possibilità di ripristinarli. Dunque nulla di stravolgente rispetto al concetto di Cestino che abbiamo visto su altre piattaforme e su altri servizi. Il Cestino immagazzinerà i file eliminati per 30 giorni prima di procedere all’eliminazione definitiva automatica.

Al momento la novità è in fase di sviluppo e dunque non disponibile a livello pubblico. Presumiamo che arriverà in uno dei prossimi aggiornamenti dell’app visto l’avanzamento del suo sviluppo.

L’articolo Files di Google si aggiorna: in arrivo il Cestino per ripristinare i file eliminati (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Samsung risolve i problemi di Android 11 beta per Galaxy Z Flip, la One UI 3.0 in arrivo per Galaxy S10 e Z Fold 2

Samsung si dimostra molto attiva nel campo degli aggiornamenti software, ripristinando il programma beta di Android 11 per Galaxy Z Flip. Inoltre, arrivano buone notizie anche per i possessori di Galaxy S10 e Z Fold 2.

Samsung ha avviato da ormai diverse settimane il programma di beta testing della One UI 3.0, la nuova versione della sua interfaccia proprietaria basata su Android 11. Tra i dispositivi che hanno già potuto provarla c’è Galaxy Z Flip: dopo il primo rilascio diversi utenti hanno lamentato dei problemi rilevanti con la build beta, in particolare riguardanti il battery drain, al punto da convincere Samsung a ritirare momentaneamente la stessa beta. Nelle ultime ore il produttore sudcoreano ha fatto sapere di aver risolto i problemi e ha ripristinato il rilascio della beta per Z Flip.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Z Fold 2, la recensione

Inoltre, altri dispositivi dovrebbero unirsi presto al programma di beta testing della One UI 3.0: si tratta della serie Galaxy S10 e del nuovo pieghevole Galaxy Z Fold 2.

Ribadiamo che Samsung non ha ancora aperto il programma di beta testing di Android 11 agli utenti italiani. Per come stanno attualmente le cose, per vedere Android 11 dovremo attendere il rilascio delle build stabili: in questo articolo abbiamo elencato i vari modelli di smartphone che dovrebbero ricevere il major update.

L’articolo Samsung risolve i problemi di Android 11 beta per Galaxy Z Flip, la One UI 3.0 in arrivo per Galaxy S10 e Z Fold 2 sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Ecco i 5 smartphone in arrivo nel 2021 con Snapdragon 875 e ricarica rapida da 100 W

Il 2020 è prossimo all’epilogo, e le case produttrici di smartphone stanno preparando il terreno per le loro prossime generazioni di dispositivi che piomberanno sul mercato nel 2021. In virtù del complicato anno vissuto, la maggior parte delle aziende per il prossimo punterà tutto sul chipset di Qualcomm, il SoC Snapdragon 875, che porterà prestazioni stellari grazie a un core Cortex-X1 e all’architettura a 5 nm, fornendo così un’efficienza energetica aggiuntiva. Ma questo non è l’unico elemento in cantiere, dal momento che l’occhio delle società si è rivolto anche verso la ricarica rapida e il 100 W potrebbe divenire uno standard e dalla Cina arrivano le conferme circa il numero di smartphone che sarà caratterizzato da questi due elementi chiave.

Saranno in tutto i dispositivi in programma per il primo trimestre dell’anno prossimo a poter contare su un chipset Snapdragon 875 e sulla tecnologia di ricarica rapida da 100 W. Secondo i rapporti, OnePlus 9, Samsung Galaxy S21+ e Xiaomi Mi 11 saranno tra questi, di cui di per certo è noto che quest’ultimo arriverà con una tecnologia di ricarica rapida all’avanguardia, mentre OnePlus avendo recentemente rivelato lo standard di ricarica rapida da 65 W con OnePlus 8T, non fa ben sperare verso il salto ai 100 W. Per quanto riguarda Samsung invece, ci si aspetta un maggiore impegno in questo campo nel 2021.

LEGGI ANCHE: Google Telefono avrà un nuovo nome e nuovo logo?

Gli altri due dispositivi con entrambe le tecnologie potrebbero provenire da Oppo, Vivo e persino Realme. Per avere ulteriori dettagli dovremo aspettare il corso delle prossime settimane.

L’articolo Ecco i 5 smartphone in arrivo nel 2021 con Snapdragon 875 e ricarica rapida da 100 W sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Google Foto offrirà funzionalità esclusive agli abbonati Google One: tutti i dettagli in arrivo (aggiornato: avvistamenti)

Google ha rilasciato un nuovo aggiornamento per l’app Android di Google Foto, la sua piattaforma di gestione e sincronizzazione di immagini e video attraverso l’account Google personale. Le novità per gli utenti non sono particolarmente esaltanti ma il suo teardown è interessante.

La versione di Google Foto appena rilasciata di Google Foto corrisponde alla build 5.18 e include alcuni interessanti suggerimenti su cosa potremmo vedere in futuro. XDA ha infatti scovato alcuni riferimenti sulle funzionalità di editing fotografico che verranno offerte in esclusiva agli abbonati Google One, il servizio per acquistare cloud storage da BigG.

LEGGI ANCHE: LG Wing, la recensione

I riferimenti presenti nell’app Foto indicano infatti che gli abbonati Google One vedranno un prompt con il quale Google descriverà le funzionalità di editing fotografico in esclusiva: al momento non è noto di quali opzioni si tratterà.

Inoltre, il teardown ha permesso di scoprire altri suggerimenti in fase di sviluppo: il primo dovrebbe riguardare quelli di preprocessing dell’immagine in base al contesto fotografato, le procedure suggerite dovrebbero corrispondere a HDR, Vivid e Dynamic; mentre la seconda tipologia di suggerimento corrisponderebbe a Skypalette, ovvero dei consigli su come editare al meglio le immagini in cui è presente una porzione di cielo.

Le novità appena descritte sono ancora in fase di sviluppo, al momento non sappiamo quando Google prevede di implementarle a livello pubblico.

Aggiornamento06/11/2020 ore 23:45

A poche ore dal loro avvistamento nel teardown dell’app Foto, in rete sono emerse le prime segnalazioni di funzionalità per l’editing fotografico per gli abbonati Google One. Gli screenshot presenti in galleria mostrano l’opzione denominata Color Pop, la quale evidenzia il volto in primo piano a colori su uno sfondo in bianco e nero, accessibile dopo aver sottoscritto un abbonamento Google One.

Al momento non è chiaro quali altre opzioni verranno incluse nel pacchetto esclusivo per gli abbonati Google One.

L’articolo Google Foto offrirà funzionalità esclusive agli abbonati Google One: tutti i dettagli in arrivo (aggiornato: avvistamenti) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Honor 10X Lite è ufficiale: in arrivo in Europa con grande schermo e super batteria (foto)

Honor ha appena ufficializzato un nuovo smartphone di gamma media, che va a completare la già nota serie 10X. Il nuovo Honor 10X Lite, del quale avevamo già parlato, è stato annunciato ufficialmente per diversi mercati, tra i quali ci saranno quelli europei. Andiamo a vedere insieme la scheda tecnica completa.

Honor 10X Lite: Caratteristiche Tecniche

  • Schermo: 6.67” full HD+ (2.400 x 1.080 pixel), 20:9
  • Processore: Kirin 710
  • RAM: 4 GB
  • Memoria interna: 128 (espandibile con microSD fino a 256 GB)
  • Fotocamera posteriore
    • Principale: 48 megapixel
    • Grandangolare: 5 megapixel
    • Macro: 2 megapixel
    • Profondità: 2 megapixel
  • Fotocamera anteriore: 8 megapixel
  • Connettività: LTE/Wi-Fi 5/Bluetooth, USB Type-C
  • Sicurezza: Sensore di impronte digitali laterale
  • Batteria: 5.000 mAh, ricarica a 22.5 W
  • Audio: jack audio
  • Dimensioni: 76,88 x 165,65 x 9,2 mm
  • Peso: 206 g
  • SO: MagicUI 3.1 basata su Android 10, senza servizi Google.

Uscita e Prezzo

Il nuovo Honor 10X Lite è stato annunciato per il mercato saudita nella colorazioni Icelandic Frost, Midnight Black, Emerald Green, ad un prezzo equivalente a circa 190€. Il dispositivo arriverà nella prima settimana di novembre anche in Russia, e successivamente è atteso in altri mercati europei. Torneremo ad aggiornarvi non appena sarà noto il prezzo di lancio per l’Italia.

Honor 10X Lite – Immagini

L’articolo Honor 10X Lite è ufficiale: in arrivo in Europa con grande schermo e super batteria (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Cambiamenti in arrivo in DxOMARK, e i protagonisti sono i loro test!

DxOMark è senza dubbio il punto di riferimento quando si parla del comparto fotografico e audio di un dispositivo, messi alla prova in maniera affidabile grazie a tutta una serie di test effettuati. Ma qualcosa nel futuro cambierà.

A dirlo è la società stessa tramite un suo post pubblicato su Twitter che vi riportiamo di seguito e che ci annuncia un interessante aggiornamento. Sembrerebbe che sia nel pieno di un momento di cambiamenti che riguardano proprio i protocolli di test e per questo motivo molte delle recensioni in programma sono state posticipate.

LEGGI ANCHE: TIM Porta un Amico: portare un nuovo cliente fa guadagnare un bonus in fattura

La curiosità è ovviamente salita alle stelle, perché domande come “quali saranno queste modifiche?” e “quando potremo nuovamente leggere una loro recensione?”, sono d’obbligo. Per fortuna il post non lascia spazio almeno all’ultimo interrogativo, in quanto dichiara che le novità arriveranno a fine ottobre, raccomandando inoltre gli utenti appassionati a rimanere sintonizzati per avere maggiori informazioni.

L’articolo Cambiamenti in arrivo in DxOMARK, e i protagonisti sono i loro test! sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Google Calendar al passo con i tempi: in arrivo la visualizzazione degli eventi negli altri calendari (foto)

Google ha in mente di migliorare ulteriormente la gamma di funzionalità offerte dal proprio Calendar, lo strumento per gestire gli impegni e le giornate lavorative.

La novità in fase di sviluppo per Google Calendar è intesa esclusivamente per la versione Android dell’app ed è stata scovata nel codice della build più recente. La funzionalità in fase di sviluppo consiste nella possibilità di vedere gli eventi fissati calendari lavorativi degli altri colleghi. Questo aiuterebbe non poco chi deve organizzare riunioni o incontri. Google ha confermato l’arrivo della funzionalità e ha specificato che non verranno mostrati in questo ambito gli eventi e le informazioni correlate al proprio account personale.

LEGGI ANCHE: POCO X3, la recensione

Al momento non è noto come e quando Google intende lanciare la novità a livello pubblico. Secondo la descrizione fornita da Google, la feature potrebbe arrivare parallelamente ad Android 11. Vi terremo sicuramente aggiornati sui prossimi eventuali sviluppi.

 

L’articolo Google Calendar al passo con i tempi: in arrivo la visualizzazione degli eventi negli altri calendari (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

POCO non vuole l’ansia da batteria scarica: in arrivo un nuovo medio gamma con batteria da 5.000 mAh

Dopo averci sorpreso in positivo con il suo POCO X3, l’azienda cinese controllata da Xiaomi ha in cantiere un nuovo dispositivo che punta gran parte delle sue carte sull’autonomia.

Si chiamerà POCO M2 e sarà un nuovo medio gamma che verrà ufficializzato tra pochi giorni: POCO infatti ha twittato sull’imminente lancio di POCO M2, il quale dovrebbe arrivare affiancato a una variante Pro, il quale avrà luogo il prossimo 12 settembre per il mercato indiano. Uno dei suoi punti di forza dovrebbe essere la batteria con capacità da 5.000 mAh.

LEGGI ANCHE: POCO X3, la recensione

Al momento i dettagli relativi alla scheda tecnica di POCO M2 rimangono molto sfumati, così come quelli sulla sua disponibilità al di fuori dei confini indiani. Torneremo ad aggiornarvi immediatamente a valle della presentazione ufficiale.

L’articolo POCO non vuole l’ansia da batteria scarica: in arrivo un nuovo medio gamma con batteria da 5.000 mAh sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Importanti novità in arrivo per WhatsApp: come funzionerà il nuovo tool per liberare storage (foto)

Il team di sviluppo di WhatsApp si conferma sempre a lavoro su nuove soluzioni e nelle ultime ore sono trapelati interessanti dettagli su come funzionerà Storage Usage, il tool per gestire i file che occupano la memoria interna del dispositivo.

La funzionalità Storage Usage sarà un vero e proprio tool all’interno dell’app di WhatsApp, una sorta di Files by Google rivisto in chiave WhatsApp. La novità è stata scovata da WABetaInfo diversi mesi fa e nelle ultime ore sono trapelati nuovi dettagli corredati da screenshot. L’immagine in galleria mostra tutte le potenzialità di Storage Usage:

  • La barra superiore mostra le percentuali di utilizzo dello storage interno da parte delle varie tipologie di file generati dalle chat WhatsApp. Questa aiuterà a rendere chiaro come viene usato lo storage interno da parte dell’app di messaggistica.
  • La parte centrale include i file che con più probabilità si potrebbero voler eliminare: tra questi ci saranno quelli di grandi dimensioni e quelli inoltrati.
  • La parte inferiore include le chat personali ordinate in base allo storage interno occupato. Lo spazio occupato include i file condivisi all’interno della specifica chat.

LEGGI ANCHE: i migliori camera-phone del momento

La novità appena descritta è ancora in fase di sviluppo e dunque non è implementata in alcuna versione di WhatsApp. Secondo WABetaInfo il nuovo Storage Usage verrà distribuito per l’app Android e per l’app iOS di WhatsApp.

L’articolo Importanti novità in arrivo per WhatsApp: come funzionerà il nuovo tool per liberare storage (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld