Le news di Google arrivano anche nella sezione principale di Assistant: le avete ricevute? (foto)

Sembra proprio che Google voglia distribuire le news su sempre più servizi per dispositivi mobili, e dopo il rinnovamento di Google News e l’approdo di questo tipo di contenuti su Discover, è giunto il momento di Assistant.

Nelle ultime ore diversi utenti hanno segnalato l’arrivo dei contenuti di Google News nella sezione principale di Google Assistant, quella denominata Snapshot e che è accessibile tramite la semplice attivazione di Assistant sui dispositivi Android. Come vedete dalle immagini presenti in galleria, le news apparirebbero tra le informazioni personali legate all’account Google, e per alcuni utenti sarebbero anche non removibili.

LEGGI ANCHE: Chromecast con Google TV, la recensione

Al momento è difficile dire se si tratta dell’inizio di un rollout su scala globale da parte di Google oppure di un test ristretto a specifici utenti. Sicuramente suona strano vedere le news proposte da Google nella sezione Snapshot di Assistant, una sezione concepita per fornire agli utenti una panoramica sugli impegni e sugli aspetti personali. Fateci sapere se avete ricevuto anche voi la novità.

L’articolo Le news di Google arrivano anche nella sezione principale di Assistant: le avete ricevute? (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Waze pensa alla vostra sicurezza: avete già notato l’avviso di passaggio a livello? (foto)

Waze, uno dei servizi più popolari di navigazione stradale, ha appena introdotto un’interessante novità che riguarda la sicurezza dei suoi utenti durante l’utilizzo delle mappe e dei servizi di navigazione.

La novità consiste nella segnalazione della presenza di un passaggio a livello ferroviario sul percorso scelto dall’utente in tempo reale. La funzionalità arriva dopo le raccomandazioni delle istituzioni ferroviarie statunitensi, alle quali hanno fatto seguito quelle provenienti da organi omologhi in Francia e Messico. Il nuovo avviso verrà mostrato all’utente durante la navigazione attraverso un banner (avete un esempio nella galleria a fine articolo) che inviterà l’utente ad approcciarsi al passaggio a livello ferroviario con prudenza.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Buds Live, la recensione

La novità è stata implementata dai Map Editor locali in diversi paesi europei, tra i quali figura l’Italia. Il nuovo avviso dovrebbe essere dunque già pronto ad attivarsi sul vostro Waze per Android e iOS, fateci sapere se l’avete già notato.

L’articolo Waze pensa alla vostra sicurezza: avete già notato l’avviso di passaggio a livello? (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Volete ottenere i permessi di root su OnePlus Nord? Ecco le guide di cui avete bisogno

OnePlus è una di quelle aziende molto apprezzate dagli smanettoni perché è molto aperta alla comunità di modder. Per questo, ottenere i permessi di root sugli smartphone OnePlus è relativamente semplice, e OnePlus Nord non è un’eccezione.

Se avete appena acquistato il nuovo medio gamma dell’azienda e non vedete l’ora di moddarlo, potete ingannare l’attesa preparando tutto il necessario: un Senior Member di XDA, Some_Random_Username, ha creato una guida che fa al caso vostro. In questo caso non sono ancora presenti gli zip della TWRP o di Magisk, quindi bisogna ottenere i permessi di root passando per la via più lunga.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi 10 Ultra: è questo il nome del nuovo top di gamma da urlo che sarà svelato tra pochi giorni

Avrete bisogno solamente del vostro smartphone e di un PC con ADB installato. Ovviamente il tutto eliminerà i vostri dati all’interno dello smartphone, quindi dovete essere sicuri di avere tutto al sicuro. Non vi resta quindi che saltare su questa pagina e studiarvi la guida completa. Anche l’articolo di XDA Developers è molto esplicativo, dateci un’occhiata!

L’articolo Volete ottenere i permessi di root su OnePlus Nord? Ecco le guide di cui avete bisogno sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Avete uno di questi dispositivi? Adobe Photoshop e Lightroom ora vi correggono la distorsione delle lenti

Alcuni smartphone, tramite la modalità Pro, permettono di aggiustare manualmente i parametri di scatto e, spesso, di scattare in formato RAW. Ci sono alcuni vantaggi nello scattare in RAW, ma anche degli svantaggi: tra questi, il fatto che se vi sono delle distorsioni dovute alle lenti utilizzate, queste non vengono sistemate automaticamente. Per questo Adobe Photoshop e Lightroom solitamente offrono dei profili di correzione automatica per alcuni smartphone Android.

Oggi sono stati inclusi nuovi profili di correzione, ognuno per ogni specifica fotocamera di un dispositivo. Ad esempio, se uno smartphone ha 4 fotocamere, saranno necessari 4 profili per sistemare i singoli scatti. Oggi è il turno di Huawei P40 Pro, iPhone SE 2 e tanti iPad:

  • Apple iPad (6th generation) back camera (JPEG)
  • Apple iPad (7th generation) back camera (JPEG)
  • Apple iPad Air (3rd generation) back camera (JPEG)
  • Apple iPad Mini (5th generation) back camera (JPEG)
  • Apple iPhone SE back camera (DNG+JPEG+HEIC)
  • Apple iPad Pro (11-inch, 2nd generation) wide-angle camera (JPEG+HEIC)
  • Apple iPad Pro (11-inch, 2nd generation) main camera (DNG+JPEG+HEIC)
  • Apple iPad Pro (11-inch, 2nd generation) front camera (JPEG+HEIC)
  • Apple iPad Pro (12.9-inch, 4th generation) wide-angle camera (JPEG+HEIC)
  • Apple iPad Pro (12.9-inch, 4th generation) main camera (DNG+JPEG+HEIC)
  • Apple iPad Pro (12.9-inch, 4th generation) front camera (JPEG+HEIC)
  • Apple iPod Touch back camera (JPEG)
  • Huawei P40 Pro front camera (JPEG)
  • Huawei P40 Pro rear main camera (DNG+JPEG)
  • Huawei P40 Pro rear telephoto camera (DNG+JPEG)
  • Huawei P40 Pro rear wide camera (DNG+JPEG)

Ovviamente questi profili sono inclusi anche nelle app per Android, come Photoshop Express. Ora la domanda sorge spontanea: ma il mio dispositivo è supportato? Presto detto: a questo link trovate la lista completa dei dispositivi supportati (non solo smartphone).

L’articolo Avete uno di questi dispositivi? Adobe Photoshop e Lightroom ora vi correggono la distorsione delle lenti sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Avete già usato la Modalità Riposo di Digital Wellbeing? Ecco le novità (foto)

Sin dall’ufficializzazione di Android Pie Google ha introdotto Digital Wellbeing per i dispositivi Android, uno strumento di monitoraggio e promozione di abitudini più salutari in tema di salute digitale.

L’app dalle nostre parti si chiama Benessere Digitale e tramite l’ultimo aggiornamento ha ricevuto la Modalità Riposo. In realtà si tratta della modalità Wind Down che è stata rinominata e ha ottenuto qualche funzionalità in più: come vedete dagli screenshot presenti in galleria, ora è possibile programmarne l’attivazione anche quando il dispositivo viene ricaricato in una certa fascia oraria. Rimane disponibile la possibilità di programmarne l’attivazione automatica in una determinata fascia oraria.

LEGGI ANCHE: Galaxy S20 Ultra vs OnePlus 8 Pro, il confronto

L’interfaccia utente di programmazione della Modalità Riposo è stata leggermente modificata, ora integra una descrizione che spiega come la modalità vada a modificare la tonalità del display e attivi automaticamente la modalità Non Disturbare. Queste due opzioni sono gestibili manualmente anche dall’utente. Una volta attivata, è possibile mettere in pausa per 30 minuti la Modalità Riposo direttamente attraverso la notifica di attivazione: optando per questa opzione vedrete l’interfaccia, stranamente in inglese, che vi avverte della possibilità di disattivare definitivamente la modalità o di riattivarla immediatamente.

Inoltre, anche per la Modalità Niente Distrazioni di Benessere Digitale è stata leggermente modificata l’icona di notifica: l’ultima immagine in galleria mostra la nuova icona che prende posto nella notifica di sistema Android.

Le novità appena descritte per Benessere Digitale sono state introdotte con l’ultimo aggiornamento dell’app in versione beta, corrispondente alla versione 1.0.302017577. Questo è l’indirizzo giusto per iscriversi al programma di beta testing ufficiale dell’app.

L’articolo Avete già usato la Modalità Riposo di Digital Wellbeing? Ecco le novità (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld