Pagare le bollette e mettere in ordine la casa: rinviare produce stress

AGI – Procrastinare le scadenze come, per esempio, il semplice pagamento delle bollette produce disordine. E il disordine crea a sua volta altro disordine in una catena senza fine, che influenza la vita di ciascuno. Così, parafrasando Milan Kundera, il New York Times titola un articolo sull’argomento in questo modo: “L’insostenibile pesantezza del disordine”.

Già, perché uno studio pubblicato su Current Psychology ha messo in relazione e trovato uno stretto legame tra il procrastinare le proprie azioni, rinviarle, e i problemi di disordine, confusione organizzativa in tutte le fasce d’età. Anzi, con un rapporto direttamente proporzionale tra l’aumento dell’età e il disordine. Ciò che può avere un impatto negativo sul benessere mentale, creando invece un forte disagio in ciascuno.

Mentre un secondo studio, che però risale addirittura al 2010, apparso su The Journal of Personality and Social Psychology ha esaminato le coppie sposate a doppio reddito che vivono nell’area di Los Angeles che avevano almeno un figlio in età scolare a casa: il risultato è stato che “le mogli che percepivano di avere una casa disordinata” o che necessitava di lavoro per essere riordinata “tendevano ad avere livelli aumentati di cortisolo” durante il giorno mentre coloro che non si sentivano in disordine, che nello studio includeva la maggior parte degli uomini, “avevano livelli di cortisolo che tendevano a diminuire durante il giorno”.

Il cortisolo, per chi non lo conoscesse, è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali, più precisamente dalla zona fascicolata della loro porzione corticale, ed è un ormone di tipo steroideo, derivante cioè dal colesterolo. Motivo per cui le donne che nello studio di ricerca hanno descritto la loro casa come ingombra o bisognose di sistemata “hanno iniziato la giornata stressate e sono rimaste vieppiù stressate”.

Lo stesso vale per gli uomini: in termini di livelli di cortisolo, “gli uomini che facevano più lavori domestici la sera avevano la stessa probabilità di aumentare i livelli di cortisolo alla fine della giornata rispetto alle donne”. Il punto o la differenza, se si vuole, annota a questo proposito il Times, consiste solo nel fatto che alla fin fine “non sono tanti gli uomini che dedicano tanto tempo ai lavori domestici quanto le loro mogli”.

Certo, più cose si possiedono in casa maggiore è il rischio che il disordine imperversi. Quindi una possibile soluzione è quella “di fare uno sforzo consapevole per acquistare meno oggetti”, anche perché spesso la maggior parte di ciò che accumuliamo dentro le mura domestiche in realtà non ci serve in quanto scambiano i nostri desideri per bisogni sollecitati da mille condizionamenti. Non ultima quella della pubblicità.


Pagare le bollette e mettere in ordine la casa: rinviare produce stress

Apple rivela come ha affrontato la riprogettazione dell’app Casa in iOS 16

Uno degli aggiornamenti più importanti di iOS 16 riguarda l’app Casa, che è stata completamente rivista sia nell’interfaccia che nelle funzionalità. 

Link all’articolo originale: Apple rivela come ha affrontato la riprogettazione dell’app Casa in iOS 16


Apple rivela come ha affrontato la riprogettazione dell’app Casa in iOS 16

Gli italiani vogliono sempre più dispositivi smart per la loro casa

AGi – Otto italiani su 10 (77%) si dicono propensi all’acquisto di un dispositivo intelligente per casa entro i prossimi due anni. Mentre 2 su 3 (67%) hanno dichiarato di essere interessati a comprare almeno un oggetto smart personale nello stesso arco temporale. I lavoratori in smart working sono quelli che hanno mostrato una propensione maggiore all’acquisto di prodotti smart per la casa e personali.

Quali prodotti si vendono di più?

L’aumento dei costi dell’energia e la situazione di incertezza economica hanno spinto in alto l’acquisto di dispositivi smart per il controllo dei consumi e l’efficientamento energetico, mentre lo smart working ha accelerato l’acquisto di prodotti per l’entertainment e la gestione della casa.

È quanto emerge da “Smart home e dispositivi personali smart: il punto di vista dei consumatori italiani”, ricerca condotta da BVA Doxa per UL Solutions, società che si occupa di certificazioni di sicurezza dei prodotti. L’indagine è stata condotta nel secondo semestre del 2022 su un campione composto da 1.000 persone (50% uomini e 50% donne) tra i 18-64 anni, rappresentativo dell’universo di riferimento per le principali variabili socio-demografiche. 

L’indagine ha analizzato in particolare le tendenze, la propensione e le ragioni d’acquisto nei settori smart home e smart personal device, la facilità di installazione dei dispositivi e le aree di miglioramento attese dai consumatori. Tra i criteri di scelta dei prodotti smart, gli intervistati hanno indicato ai primi posti come “molto importante”: una comunicazione chiara e trasparente sui possibili rischi per la privacy o la salute (48%), una app di gestione del dispositivo con ottime recensioni (45%), la certificazione del prodotto da parte di un ente indipendente (43%).

#BVADoxa e #SmartHome: cosa cercano gli italiani nella casa connessa? A What’s Next, ciclo di incontri di @Samsung, Andrea Tozzi di BVA Doxa ha presentato i dati sul percepito della smart home tratti da #CasaDoxa 2022. Guarda il video dell’intervento https://t.co/ZQjqkRiVD6

— BVA Doxa (@doxa_research) May 31, 2022

Timori e diffidenze

A proposito dei fattori che invece frenano l’adozione emergono i timori legati alla sicurezza e ai rischi per la salute. Circa il 30% degli intervistati ha espresso una paura legata alla sicurezza degli oggetti smart. Tra quelli che si dichiarano “molto preoccupati”, 1 su 3 teme fortemente possibili attacchi informatici e conseguenti rischi per la privacy, 1 su 4 è spaventato dalla possibilità che il proprio dispositivo smart possa essere hackerato e quindi controllato da terzi, e 1 su 5 teme in modo particolare i possibili effetti nocivi sulla salute dovuti alle emissioni di onde radio derivanti dall’utilizzo quotidiano degli oggetti smart.

Oggetti ‘smart’ analizzati

Lo studio ha esaminato quattro categorie di prodotti per la smart home (gestione della casa ed entertainment, elettrodomestici, safety & security ed efficienza energetica) e quattro nell’ambito dei dispositivi personali smart (oggetti indossabili per il fitness, prodotti per il monitoraggio della salute in tempo reale, sistemi di monitoraggio dei bambini e device per l’assistenza e il controllo delle persone fragili).

Per quanto riguarda i prodotti per la casa intelligente, dallo studio è emerso che i lavoratori in smart working, in particolare quelli che hanno iniziato tra il 2020 e il 2021 sull’onda dell’emergenza pandemica, hanno mostrato una propensione all’acquisto di prodotti smart maggiore rispetto al totale degli intervistati.

Sono più frequentemente uomini (+8%), tendenzialmente più giovani, con una concentrazione (+7%) nella fascia di età media (35-54enni). Analizzando le tendenze d’acquisto, gli smart worker hanno comprato più dispositivi per la casa rispetto al totale del campione (+7%), in particolare più sistemi smart per l’efficientamento energetico (+ 9%), device per la domotica e l’entertainment (+8%), elettrodomestici (+8%). 

La tendenza ad acquistare più prodotti smart da parte di chi lavora in remoto rispetto al totale dei partecipanti al sondaggio è ancora più evidente se si analizza il possesso di smart device personali (+12% nel complesso), in particolare i prodotti per l’health monitor (+9% negli ultimi due anni) e gli oggetti smart indossabili (+7%). Positiva, ma meno evidente, la differenza rilevabile per i prodotti per il monitoraggio e l’assistenza alle persone fragili (+3%).

Secondo i risultati della ricerca, negli ultimi due anni gli acquisti di dispositivi per la smart home hanno riguardato principalmente (60%) la gestione della casa e l’entertainment. Elettrodomestici e dispositivi smart per la sicurezza rappresentano ciascuno una quota del 39% degli acquisti dichiarati dagli intervistati, seguono a ruota con il 34% i dispositivi per l’efficientamento energetico. 

Le principali ragioni d’acquisto

Riguardano principalmente la comodità, la capacità di gestire apparecchi ed elettrodomestici a distanza tramite app e, naturalmente, la possibilità di rendere più sicura la propria casa. Ma la propensione agli acquisti futuri vede in cima alla classifica dei device per la casa intelligente i dispositivi per il controllo dei consumi e il risparmio energetico. 

L’aumento dei costi dell’energia, che nell’attuale contesto economico rappresenta un grave problema per famiglie e aziende, sta infatti diventando il principale driver di adozione. Secondo l’indagine di UL Solutions, al primo posto tra i prodotti smart home da acquistare nei prossimi due anni figurano: termostati, climatizzatori, sistemi di controllo della temperatura e dei consumi elettrici, prese e lampadine. Il trend, già in corso da qualche tempo, è destinato a crescere nel breve e medio termine.      

Tra le categorie di dispositivi smart personali, gli oggetti indossabili connessi per il fitness e il tempo libero (smartwatch, braccialetti, anelli, collane, borse, occhiali, cappelli e indumenti) risultano essere i più acquistati negli ultimi 2-3 anni (31%).

Seguono i dispositivi di health monitoring scelti nel 20% dei casi, probabilmente anche a seguito delle esigenze emerse durante la situazione sanitaria post Covid. Solo l’8% di coloro che hanno comprato oggetti smart personali ha acquistato sistemi di monitoraggio dei bambini (es. bracciali connessi, baby monitor WiFi) o per l’assistenza delle persone fragili. 

Le preferenze d’acquisto rilevate dall’indagine si riflettono anche sulla propensione per il futuro. I device per il benessere e quelli per il controllo della salute attraggono entrambi il 35% degli intervistati, mentre le intenzioni d’acquisto di sistemi per l’assistenza alle persone fragili (19%) e dispositivi per il monitoraggio dei bambini (11%) risultano più marginali. 

Tra i motivi d’acquisto più citati spicca il tema trasversale del controllo in ogni sua declinazione: controllo della salute, del benessere, della sicurezza delle persone fragili e dei bambini. Una necessità che può trovare risposta solo nell’impegno e nella capacità dei produttori di garantire l’affidabilità e la sicurezza di tutti questi oggetti, la protezione della privacy, la conformità agli standard e alle norme che ne regolano il corretto funzionamento. Per questo, in particolare nel caso degli apparecchi di monitoraggio dei bambini, la certificazione del prodotto da parte di un ente indipendente è considerata un fattore importante per la scelta.

A #WeChangeIT di @datamanager_it la CEO di #BVADoxa ha parlato di propensione ai consumi, atteggiamento verso il futuro, percezione della sicurezza e reazioni di consumatori e imprese. Il pubblico in sala ha partecipato a un instant poll: ecco i risultati https://t.co/EOsuWWI4i3 pic.twitter.com/bmQ8QbLjZ3

— BVA Doxa (@doxa_research) October 14, 2022

Per tutte e quattro le tipologie dei prodotti oggetto dell’indagine, si evidenzia una richiesta di miglioramento delle funzionalità e una maggiore chiarezza nel comunicare i vantaggi offerti dall’utilizzo di questi prodotti rispetto a sistemi più tradizionali. Colpisce la necessità di maggiore protezione della privacy espressa da coloro che hanno acquistato dispositivi per il fitness (35% del campione, la quota più elevata), indice di timori per la sicurezza e la riservatezza dei propri dati. 

Il giudizio in merito alla facilità di installazione e configurazione varia a seconda della tipologia di prodotto. Circa 8 utenti su 10 si sono occupati personalmente dell’installazione dei dispositivi acquistati. Nel caso dei device per il fitness, 7 utenti su 10 considerano facile la configurazione. Per le altre categorie, la procedura di installazione appare più complicata, forse perché meno intuitiva per prodotti entrati da poco nell’uso quotidiano.

Per quanto riguarda le app di gestione degli smart device personali, si osserva un buon livello di soddisfazione soprattutto per i dispositivi di fitness, ma emergono ampi spazi di miglioramento per le altre categorie di prodotto analizzate. Lo sviluppo di interfacce semplici e user friendly, un aggiornamento costante e funzionalità utili per il monitoraggio dell’attività sportiva, della salute personale e delle persone fragili sono molto apprezzate dai consumatori.


Gli italiani vogliono sempre più dispositivi smart per la loro casa

YI Dome Guard: la sorveglianza automatica per la tua casa – RECENSIONE – Sconto PRIME DAY 2022

Per tenere sotto controllo l’abitazione ed individuare potenziali intrusioni.

Link all’articolo originale: YI Dome Guard: la sorveglianza automatica per la tua casa – RECENSIONE – Sconto PRIME DAY 2022


YI Dome Guard: la sorveglianza automatica per la tua casa – RECENSIONE – Sconto PRIME DAY 2022

La prima casa secondo Ikea

AGIU – Nel cortile di BASE Milano prende vita una casa di ringhiera milanese, in cui IKEA ricrea le abitazioni di tre diverse famiglie e racconta, attraverso l’arredamento, le storie di chi le abita. Storie di “nuove” famiglie e persone che arrivano nella città di Milano per lavoro, per cogliere le opportunità che una grande città offre.

Pur essendo una ricostruzione, l’immagine che ne emerge è reale. Questi tre nuclei abitativi fotografano chi siamo oggi: una giovane coppia che non rinuncia alla propria identità pur nella prima esperienza di vita insieme; una mamma straniera con un bambino nato a Milano che la aiuta a dialogare con un paese straniero; un giovane startupper che vuole afferrare le potenzialità di una città veloce e dinamica.

Le First Homes parlano di “prime case”, ovvero quelle situazioni in cui ogni individuo può ritrovarsi a un certo punto della sua vita, qualsiasi età abbia, approcciando lo spazio ridotto ma funzionale che spesso caratterizza l’offerta abitativa della grande città.

Una “prima volta” che comporta notevoli cambiamenti e ha un impatto sulle persone sia dal punto di vista emotivo sia dal punto di vista meramente economico.

Nella exhibition proposta durante il Festival, IKEA vuole condividere un approccio nuovo rispetto alle scelte che si possono effettuare per rendere la “prima casa” economicamente più accessibile, esaminando come la condivisione degli spazi – anche se piccoli (19, 23 e 35 mq) – e i comportamenti sostenibili, possono essere un vantaggio sia per il portafoglio che per il pianeta. Le tre First Homes mostrano proprio come sia possibile vivere gli spazi domestici consapevolmente e secondo le esigenze e la personalità di chi li abita e come il senso di comunità sia un elemento capace di arricchire la vita di tutti.

Ognuna delle tre abitazioni è stata progettata per emozionare il visitatore e trasmettere in modo incisivo questo messaggio. Negli spazi, come nelle case di tutti noi, non sono presenti solamente pezzi del range IKEA. 

Gli abitanti delle Homes

Le persone che vivono nelle Homes rappresentano nuclei familiari “tipici” della città di Milano, dove multiculturalità e opportunità di lavoro sono fattori trainanti per chi decide di stabilirsi nel capoluogo lombardo.

19 mq

Ecco allora la casa di Alessandro, 24 anni, single e neolaureato che da Palermo si trasferisce a Milano per coronare il suo sogno: diventare imprenditore partendo da una startup di consegne a domicilio tramite droni. La sua è una “temporary home”, tipica di un giovane all’inizio della sua carriera, con possibilità economiche limitate ma tanta determinazione e desiderio di vivere appieno la gioventù, circondato dagli amici e dalle sue passioni: lo sport e il gaming.

La casa di Alessandro è una casa piccola ma smart, con spazi ottimizzati al fine di ospitare gli strumenti di lavoro e gli hobby del giovane, senza dimenticare il necessario per dedicarsi alla cucina e vivere in modo sostenibile riciclando i materiali.

23 mq 

Nelle Homes trova poi spazio la casa di Fatima, 36 anni, che vive con il figlio Hassan, di 8 anni. Fatima è arrivata in Italia dal Marocco, dando poi alla luce il proprio bambino in territorio italiano. Hassan frequenta la scuola elementare e ama imparare cose nuove ogni giorno: tra gli argomenti che più lo affascinano c’è l’ecologia. Per questo condivide con la mamma tutti gli insegnamenti sul tema appresi a scuola, tra cui come vivere in modo sostenibile in casa, e si fa portavoce di questo anche con i vicini, con i quali ha un ottimo rapporto.

L’abitazione di Fatima e Hassan è di micro-dimensioni, ma è molto accogliente e arredata con elementi di seconda mano di ottima qualità, ottenuti a un prezzo conveniente. La cucina è uno spazio chiave della loro casa. Infatti, Fatima è un’ottima cuoca e spesso mamma e figlio condividono momenti di convivialità insieme ai vicini proprio attorno a una tavola imbandita. Anche il cibo è un elemento vissuto in ottica sostenibile dai due: spesso acquistano, insieme ai loro vicini, prodotti tramite una app che vende cibo biologico, risparmiando sul prezzo e condividendo il cibo acquistato.

35 mq

Infine, vi è la casa di Minato, chef, e Patrizia, musicista, una coppia di fidanzati di 31 anni. Dopo essersi conosciuti a Osaka, si sono trasferiti temporaneamente a Milano dove entrambi hanno trovato occupazione, Minato come chef in un ristorante giapponese e Patrizia come pianista in un’orchestra. I due hanno personalità molto differenti: pacato e meditativo lui, diretta e confusionaria lei. Nonostante le differenze, i loro caratteri e le loro diverse esigenze riescono a convivere nella piccola casa che condividono.

La coppia ama la vita di vicinato e si ritrova spesso insieme ad Alessandro, Fatima e Hassan, per pranzare o cenare insieme nel cortile del palazzo. In queste occasioni, Minato propone le sue creazioni culinarie e allo stesso tempo impara ricette nuove grazie alla cucina marocchina di Fatima, che offre al giovane chef nuove idee per creare piatti giapponesi con contaminazioni nordafricane.


La prima casa secondo Ikea

Il grande assente in casa Google è stato rimandato di nuovo

Allo scorso Google I/O abbiamo visto BigG presentare diverse novità sia per il settore smartphone che per gli smartwatch. Non possiamo tralasciare il grande assente: il Pixel pieghevole che ancora non si vede.

Iscriviti al Gruppo Facebook

Negli ultimi mesi si è parlato in diverse occasioni del Pixel Fold, un dispositivo che ancora manca tra le opzioni hardware che offre Google. Il suo lancio sembrava imminente ma stando a quanto appena riferito dal The Elec Google potrebbe averlo rimandato. Le ultime informazioni indicano un posticipo della sua commercializzazione al 2023.

Secondo le nuove tempistiche Google potrebbe dunque presentare il dispositivo alla fine del 2022, verso dicembre, per poi commercializzarlo ad anno nuovo, magari insieme al Pixel Tablet.

Le ragioni dietro questo rinvio risiederebbero nel fatto che il Pixel Fold non era ancora come Google avrebbe voluto. Chiaramente sono tante le problematiche che possono emergere in merito allo sviluppo industriale di uno smartphone pieghevole, un settore ancora relativamente giovane.

L’articolo Il grande assente in casa Google è stato rimandato di nuovo sembra essere il primo su Androidworld.


Il grande assente in casa Google è stato rimandato di nuovo

Frontline Combo, 3 Pipette, Cane Taglia L (20 – 40 Kg), Antiparassitario per Cani e Cuccioli di Lunga Durata, Protegge il Cane e Anche la Casa da Pulci, Zecche, Uova e Larve, Antipulci 3 Pipette


Fornitore: FRONTLINE
Tipo: ANTIPARASSITARIO CANI
Prezzo: 28.57

  • TRATTAMENTO OTTIMALE: elimina in modo rapido e duraturo pulci, zecche, pidocchi; combatte l’infestazione in atto e protegge da nuove infestazioni; protegge il cane e l’ambiente in cui vive, dopo l’applicazione sull’animale
  • DURATA: un’unica applicazione protegge per 1 mese
  • FACILE E PRATICO DA USARE: Aprire i peli alla base del collo, sul dorso dell’animale, tra le scapole, e mettere in evidenza la pelle; porre l’apice della pipetta sulla pelle e schiacciare la pipetta fino a completo svuotamento, in un punto, direttamente sulla pelle
  • FORMATO: Confezione da 3 Pipette per cani di taglia L, con un peso compreso tra 20 e 40 kg
  • DATA SCADENZA E ULTERIORI DETTAGLI: Scadenza riportata al lato della confezione; e ben tollerato da adulti e da cuccioli dalle 8 settimane di vita o peso superiore a 2 Kg; il prodotto può essere utilizzato dalla cagna sia durante la gravidanza che nel periodo dell’allattamento; per ogni ulteriore informazione consultare le indicazioni riportate sulla scatola


Frontline Combo, 3 Pipette, Cane Taglia L (20 – 40 Kg), Antiparassitario per Cani e Cuccioli di Lunga Durata, Protegge il Cane e Anche la Casa da Pulci, Zecche, Uova e Larve, Antipulci 3 Pipette

Frontline Combo, 3 Pipette, Cane Taglia XL (> 40 Kg), Antiparassitario per Cani e Cuccioli di Lunga Durata, Protegge il Cane e Anche la Casa da Pulci, Zecche, Uova e Larve, Antipulci 3 Pipette


Fornitore: FRONTLINE
Tipo: ANTIPARASSITARIO CANI
Prezzo: 32.92

  • TRATTAMENTO OTTIMALE: elimina in modo rapido e duraturo pulci, zecche, pidocchi; combatte l’infestazione in atto e protegge da nuove infestazioni; protegge il cane e l’ambiente in cui vive, dopo l’applicazione sull’animale
  • DURATA: un’unica applicazione protegge per 1 mese
  • FACILE E PRATICO DA USARE: Aprire i peli alla base del collo, sul dorso dell’animale, tra le scapole, e mettere in evidenza la pelle; porre l’apice della pipetta sulla pelle e schiacciare la pipetta fino a completo svuotamento, in un punto, direttamente sulla pelle
  • FORMATO: Confezione da 3 Pipette per cani di taglia XL, con un peso oltre i 40 kg
  • DATA SCADENZA E ULTERIORI DETTAGLI: Scadenza riportata al lato della confezione; e ben tollerato da adulti e da cuccioli dalle 8 settimane di vita o peso superiore a 2 Kg; il prodotto può essere utilizzato dalla cagna sia durante la gravidanza che nel periodo dell’allattamento; per ogni ulteriore informazione consultare le indicazioni riportate sulla scatola


Frontline Combo, 3 Pipette, Cane Taglia XL (> 40 Kg), Antiparassitario per Cani e Cuccioli di Lunga Durata, Protegge il Cane e Anche la Casa da Pulci, Zecche, Uova e Larve, Antipulci 3 Pipette

Frontline Combo, 1 Pipetta, Antiparassitario per Gatti, Gattini e Furetti di Lunga Durata, Protegge da Pulci, Zecche, Uova, Larve e Anche la Casa, Antipulci In Confezione da 1 Pipetta da 0.5 ml


Fornitore: FRONTLINE
Tipo: ANTIPARASSITARIO CANI
Prezzo: 8.56

  • TRATTAMENTO OTTIMALE: elimina in modo rapido e duraturo pulci, zecche, pidocchi; combatte l’infestazione in atto e protegge da nuove infestazioni; protegge il gatto, furetto e l’ambiente in cui vivono, dopo l’applicazione sull’animale
  • DURATA: un’unica applicazione protegge per 1 mese
  • FACILE E PRATICO DA USARE: Aprire i peli alla base del collo, sul dorso dell’animale, tra le scapole, e mettere in evidenza la pelle; porre l’apice della pipetta sulla pelle e schiacciare la pipetta fino a completo svuotamento, in un punto, direttamente sulla pelle
  • FORMATO: Confezione da 1 Pipetta per gatti, gattini e furetti
  • DATA SCADENZA E ULTERIORI DETTAGLI: Scadenza riportata al lato della confezione; e ben tollerato da adulti e gattini dalle 8 settimane di vita o peso superiore a 1 Kg; non utilizzare il prodotto in furetti di età inferiore ai 6 mesi; il prodotto può essere utilizzato nei gatti durante la gravidanza; per ogni ulteriore informazione consultare il foglietto illustrativo


Frontline Combo, 1 Pipetta, Antiparassitario per Gatti, Gattini e Furetti di Lunga Durata, Protegge da Pulci, Zecche, Uova, Larve e Anche la Casa, Antipulci In Confezione da 1 Pipetta da 0.5 ml

Frontline Combo, 1 Pipetta, Cane Taglia S (2 – 10 Kg), Antiparassitario per Cani, Cuccioli di Lunga Durata, Protegge il Cane e Anche la Casa da Pulci, Zecche, Uova e Larve, Antipulci 1 Pipetta


Fornitore: FRONTLINE
Tipo: ANTIPARASSITARIO CANI
Prezzo: 8.34

  • TRATTAMENTO OTTIMALE: elimina in modo rapido e duraturo pulci, zecche, pidocchi; combatte l’infestazione in atto e protegge da nuove infestazioni; protegge il cane e l’ambiente in cui vive, dopo l’applicazione sull’animale
  • DURATA: un’unica applicazione protegge per 1 mese
  • FACILE E PRATICO DA USARE: Aprire i peli alla base del collo, sul dorso dell’animale, tra le scapole, e mettere in evidenza la pelle; porre l’apice della pipetta sulla pelle e schiacciare la pipetta fino a completo svuotamento, in un punto, direttamente sulla pelle
  • FORMATO: Confezione da 1 Pipetta per cani di taglia S, con un peso compreso tra 2 e 10 kg
  • DATA SCADENZA E ULTERIORI DETTAGLI: Scadenza riportata al lato della confezione; e ben tollerato da adulti e da cuccioli dalle 8 settimane di vita o peso superiore a 2 Kg; il prodotto può essere utilizzato dalla cagna sia durante la gravidanza che nel periodo dell’allattamento; per ogni ulteriore informazione consultare le indicazioni riportate sulla scatola


Frontline Combo, 1 Pipetta, Cane Taglia S (2 – 10 Kg), Antiparassitario per Cani, Cuccioli di Lunga Durata, Protegge il Cane e Anche la Casa da Pulci, Zecche, Uova e Larve, Antipulci 1 Pipetta

Frontline Combo, 3 Pipette, Cane Taglia S (2 – 10 Kg), Antiparassitario per Cani e Cuccioli di Lunga Durata, Protegge il Cane e Anche la Casa da Pulci, Zecche, Uova e Larve, Antipulci 3 Pipette


Fornitore: FRONTLINE
Tipo:
Prezzo: 23.06

  • TRATTAMENTO OTTIMALE: elimina in modo rapido e duraturo pulci, zecche, pidocchi; combatte l’infestazione in atto e protegge da nuove infestazioni; protegge il cane e l’ambiente in cui vive, dopo l’applicazione sull’animale
  • DURATA: un’unica applicazione protegge per 1 mese
  • FACILE E PRATICO DA USARE: Aprire i peli alla base del collo, sul dorso dell’animale, tra le scapole, e mettere in evidenza la pelle; porre l’apice della pipetta sulla pelle e schiacciare la pipetta fino a completo svuotamento, in un punto, direttamente sulla pelle
  • FORMATO: Confezione da 3 Pipette per cani di taglia S, con un peso compreso tra 2 e 10 kg
  • DATA SCADENZA E ULTERIORI DETTAGLI: Scadenza riportata al lato della confezione; e ben tollerato da adulti e da cuccioli dalle 8 settimane di vita o peso superiore a 2 Kg; il prodotto può essere utilizzato dalla cagna sia durante la gravidanza che nel periodo dell’allattamento; per ogni ulteriore informazione consultare le indicazioni riportate sulla scatola


Frontline Combo, 3 Pipette, Cane Taglia S (2 – 10 Kg), Antiparassitario per Cani e Cuccioli di Lunga Durata, Protegge il Cane e Anche la Casa da Pulci, Zecche, Uova e Larve, Antipulci 3 Pipette

Questa è l’occasione che aspettavate per modernizzare la vostra casa! Sconti Netatmo sui prodotti smart home

Tra i migliori prodotti per modernizzare una casa troviamo, senza dubbio, gli accessori Netatmo.

Link all’articolo originale: Questa è l’occasione che aspettavate per modernizzare la vostra casa! Sconti Netatmo sui prodotti smart home


Questa è l’occasione che aspettavate per modernizzare la vostra casa! Sconti Netatmo sui prodotti smart home