Il controller DualSense della PS5 è compatibile con PC e smartphone Android (video e foto)

Il debutto sul mercato della PS5, la nuova console di casa Sony, è sempre più vicino, pianificato per il prossimo 12 novembre. Qualcuno è già riuscito a metterci le mani, rivelando dei curiosi dettagli che non vi aspettereste.

I dettagli appena emersi online riguardano da vicino il controller DualSense, il nuovo controller che Sony ha lanciato al fianco della PS5. Austin Evans ha pubblicato si YouTube il suo singolare unboxing e primo contatto con il controller DualSense. Evans infatti ha usato il controller in tutti i modi immaginabili eccetto quelli più sensati: prima ha provato a connettere il controller al suo Surface Laptop Go, poi ad un Pixel 5, ad una PS4 Pro e infine alla Xbox Series X.

LEGGI ANCHE: come trovare film e serie TV in streaming

Sorprendentemente il controller DualSense è stato in grado di connettersi correttamente al Surface Laptop Go e a Pixel 5: Evans è persino riuscito a giocare attraverso Pixel 5 su Microsoft xCloud. La prova di connessione con PS4 Pro è andata male, con il controller e la console che non sono riusciti a dialogare correttamente mentre quella con Xbox Series X è andata ancora peggio, con il controller che è stato solo in grado di ricaricarsi una volta collegato alla console.

Inoltre, Evans ha anche effettuato una sorta di teardown del DualSense, scovando una batteria di capacità pari a 1.560 mAh. Per finire un dettaglio che piacerà agli utenti più attenti: il rivestimento sul retro del controller è costituito da tante piccole forme geometriche, le quali viste da vicino consistono negli iconici trinagolo, cerchio, croce e quadrato di PlayStation.

L’articolo Il controller DualSense della PS5 è compatibile con PC e smartphone Android (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

OnePlus mostra il teaser della nuova Warp Charge a 65W e la Dual Battery di OnePlus 8T (foto e video)

OnePlus ha sempre posto particolare attenzione all’aspetto della ricarica dei suoi smartphone. La Warp Charge, ormai marchio di fabbrica dei dispositivi OP è una delle funzioni più apprezzate e indubbiamente più utili. Per la prossima generazione di telefoni, a partire proprio dall’OnePlus 8T, l’azienda avrebbe addirittura l’intenzione di premere ulteriormente sull’acceleratore.

OnePlus ha infatti pubblicato un video teaser su Youtube chiamato Never Slow Down, in cui per l’appunto si fa riferimento alla velocità della ricarica tramite cavo, che potrebbe essere di ben 65W. Ad ulteriore conferma di ciò è apparsa una nuova immagine sulla pagina dell’evento di lancio che mostra la struttura interna dello smartphone. Ciò che salta subito all’occhio è il fatto che la batteria sarà divisa in due, esattamente come su Oppo Find X2 e X2 Pro. Questa soluzione permetterebbe infatti di supportare la ricarica a 65W senza rischi per la batteria stessa.

LEGGI ANCHE: L’ultima indiscrezione sul prezzo di OnePlus 8T probabilmente non vi piacerà (aggiornato: o forse sì?)

OnePlus sta certamente calcando la mano sul fronte teaser per alzare l’hype dei consumatori, molti dei quali già in trepidante attesa per l’evento di lancio ufficiale.

L’articolo OnePlus mostra il teaser della nuova Warp Charge a 65W e la Dual Battery di OnePlus 8T (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

DOOM Eternal: The Ancient Gods, prezzo, uscita e trailer della prima espansione

Durante la Gamescom è stato mostrato in azione anche DOOM Eternal: The Ancient Gods, il nuovo DLC/espansione di DOOM Eternal in arrivo su PS4, Xbox One, Stadia e PC. Uno dei migliori sparatutto del 2020 e degli ultimi anni sta insomma per espandere la sua storia con una espansione nuova di zecca divisa però in due parti.

Nell’espansione The Ancient Gods Parte 1, primo episodio di una storia in due parti per DOOM Eternal, i giocatori torneranno a vestire i panni del DOOM Slayer per affrontare un antico male risvegliato da uno squilibrio di potere nei cieli. Nella loro crociata contro le forze del male che li porterà in luoghi inesplorati dell’universo di DOOM, i giocatori affronteranno demoni temibili e mai visti prima in questo nuovo capitolo della storia del DOOM Slayer.

The Ancient Gods Parte 1 sarà disponibile dal 20 ottobre 2020 senza costi aggiuntivi per i possessori del Pass Anno 1 o dell’edizione Deluxe di DOOM Eternal. Per chi invece non possiede il Pass Anno 1, The Ancient Gods Parte 1 sarà disponibile come acquisto separato con incluso l’accesso gratuito a BATTLEMODE. Non è necessario possedere una copia di DOOM Eternal per acquistare e giocare a The Ancient Gods Parte 1. Il Pass Anno 1 è disponibile per l’acquisto al prezzo di 29,99 € e include l’accesso alle espansioni 1 e 2. The Ancient Gods Parte 1 sarà disponibile inoltre come acquisto separato al prezzo di 19,99 €.

Inoltre Bethesda ricorda anche che DOOM Eternal arriverà anche su PS5 e Xbox Series X come aggiornamento gratuito. Non ci rimane che dare un’occhiata al trailer completo.

L’articolo DOOM Eternal: The Ancient Gods, prezzo, uscita e trailer della prima espansione sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Gotham Knights ufficiale: il nuovo capitolo della serie è realtà, e Batman… è morto! (video)

Gotham Knights svelato

Oggi 22 agosto, in occasione del DC FanDome, un evento virtuale su scala mondiale, Warner Bros Games Montréal e DC Comics svelano il nuovo capitolo videoludico della serie Batman Arkham. Una serie che, scusate se ci esponiamo, potremmo quasi definire storica, visto che è una delle trasposizione videoludiche dell’uomo pipistrello tra le più riuscite di sempre. L’ultimo capitolo, escludendo lo spin-off VR, risale a giugno 2015.

In ogni caso, visto anche l’arrivo delle console next-gen, gli sviluppatori sono finalmente pronti a svelarci i primi dettagli sull’inedito capitolo della serie. Solo che in qualche modo il nuovissimo Gotham Knights si stacca dalla serie, continuando sì sullo stile e sulla timeline di Arkham, ma ponendoci nei panni di nuovi protagonisti.

Bruce Wayne è morto. Il trailer si apre con questo annuncio shock, che ci fa capire in parte dove vuole andare a parare il gioco. Il fatto che non ci sia la parola Batman nel titolo poi è estremamente indicativa. Prima di morire, Bruce ha registrato un messaggio per i suoi “discepoli”, i cavalieri di Gotham, coloro che dovranno difenderla dalle minacce criminali in sua assenza. Assenza che, stando a quanto si capisce, sarà particolarmente prolungata visto che il cavaliere oscuro sembra bello che morto.

In ogni caso Gotham Knights dai filmati mostrati, oltre a metterci nei panni di un dinamico quartetto di eroi (Batgirl, Nightwing, Red Hood e Robin), sembra improntato su dinamiche classiche degli open world e degli action RPG in terza persona, ovviamente con una più spiccata vena action. La parte più “investigativa” nei due filmati mostrati non viene mai mostrata. In ogni caso la Corte dei Gufi, come anticipato dai leak delle scorse settimane, è coinvolta.

La parte co-op sembra più importante del previsto. Date un’occhiata al filmato gameplay che trovate qui di seguito. Non sappiamo se si potranno organizzare sessioni di gioco a quattro, coinvolgendo appunto tutti e quattro i cavalieri, ma sicuramente si potrà giocare in coppia anche affrontando gli obiettivi in modo disgiunto.

Uscita

Gotham Knights uscirà nel 2021. Sappiamo solo questo. Non sappiamo nemmeno quali siano le piattaforme coinvolte ma a occhio possiamo prevedere che il gioco ci sarà sulle console next-gen, PS5 e Xbox Series X, su PC e probabilmente anche su qualche servizio di streaming come Stadia o Project xCloud.

Trailer di presentazione

Nel trailer di presentazione Warner Bros. Games Montréal si è concentrata sull’introduzione storica che porterà i Gotham Knights a riunirsi, mostrando anche qualcosina sul gameplay. Ma c’è di più…

Gotham Knights Gameplay

… Subito dopo infatti è stato mostrato del gameplay nudo e crudo! Batgirl e Robin si trovano fianco a fianco a dover affrontare Mr. Freeze nel suo classico attacco climatico a Gotham. Il video ci mostra anche quelle che sono le dinamiche di coppia che si possono mettere su giocando in modalità co-op.

L’articolo Gotham Knights ufficiale: il nuovo capitolo della serie è realtà, e Batman… è morto! (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Aggiornamento della EMUI 10.1 per Huawei P40 Lite: arrivano le patch di luglio (foto)

Huawei ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento software per il suo P40 Lite, il quale è sempre basato sulla EMUI 10.1 ed è centrato tutto sull’aspetto della sicurezza.

L’aggiornamento in fase di rollout per Huawei P40 Lite fa riferimento alla build 10.1.0.226 e ha un peso di circa 720 MB: il changelog sembra includere esclusivamente le patch di sicurezza Android aggiornate a luglio 2020.

LEGGI ANCHE: Huawei P40 Lite, la recensione

L’update appena descritto è in fase di distribuzione via OTA in diverse regioni europee. Fateci sapere se l’avete ricevuto anche voi e installato.

L’articolo Aggiornamento della EMUI 10.1 per Huawei P40 Lite: arrivano le patch di luglio (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Redmi Note 7 si guadagna il supporto ufficiale della TWRP

Nel panorama del modding Android la custom recovery sicuramente più nota e più diffusa, grazie al suo ampio raggio d’azione, è la TWRP. Il suo team di sviluppo ha appena esteso il supporto a nuovi modelli di smartphone.

Nelle ultime ore il supporto della TWRP è stato esteso ufficialmente a Redmi Note 7 e ad altri modelli di Lenovo e Vivo. Di seguito elenchiamo i nuovi modelli supportati con il link per accedere alla pagina di supporto ufficiale sul sito della TWRP:

LEGGI ANCHE: la prova del modding su Stonex One

Alla pagina dedicata ad ogni modello supportato sul sito TWRP troverete i link per il download della custom recovery e le istruzioni per l’installazione.

L’articolo Redmi Note 7 si guadagna il supporto ufficiale della TWRP sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Sono stati pubblicati i codici sorgente della app Immuni

Il ministero dell’Innovazione ha pubblicato i codici dell’app Immuni. Nella notte su Github, la piattaforma dove gli sviluppatori da ogni parte del mondo possono confrontarsi su progetti specifici, sono stati caricati i documenti sul funzionamento del software dell’app per il contact tracing scelta dal governo. Il codice sorgente dell’applicazione era l’ultima parte ancora non pubblicata di Immuni.

Lo scorso 16 maggio uno dei fondatori di Bending Spoons, Luca Ferrari, sempre su Github aveva pubblicato una serie di specifiche tecniche sul funzionamento dell’app, dove si descriveva il funzionamento. Il 20 maggio invece Google e Apple hanno rilasciato l’aggiornamento del loro software per facilitare la comunicazione tra dispositivi Android e iOS tramite Bluethoot, dando di fatto il via libera allo sviluppo delle applicazioni nazionali autorizzate dai sistemi sanitari di ogni Paese.

Immuni, si conferma in questa nuova serie di documenti pubblicati, seguirà il modello decentralizzato di Google e Apple, il che vuol dire che i dati raccolti saranno conservati sui singoli device e non su un server centrale; non traccerà gli spostamenti, ma solo alcuni i contatti tra smartphone; non sarà obbligatorio scaricarla, né usarla; i dati raccolti potranno essere condivisi solo previa autorizzazione del possessore dello smartphone; tutti i dati raccolti e condivisi con il server centrale (gestito da Sogei), dovranno essere cancellati entro dicembre 2020. 

Agi

Huawei presenta Enjoy Z 5G, il primo della casa con Mediatek Dimensity 800 a bordo (foto)

Huawei ha appena annunciato in territorio cinese il nuovo Huawei Enjoy Z 5G, smartphone base di gamma della serie Enjoy dotato di compatibilità con la rete 5G, display con refresh rate 90Hz e soprattutto con a bordo il nuovo processore Dimensity 800 di Mediatek. Andiamo a vederlo più nel dettaglio.

Caratteristiche Tecniche

  • Schermo: 6,57″ (1080 × 2400 pixel) Full HD+ 20:9 LCD 90Hz
  • CPU: MediaTek Dimensity 800
  • Memoria interna: 6GB LPDDR4X RAM / 64GB / 128GB (UFS 2.1) | 8GB LPDDR4X RAM / 128GB (UFS 2.1); espansione di memoria tramite NM Card fino a 256 GB
  • Fotocamere posteriori:
    • Principale: 48MP apertura f/1.8,
    • Grandangolare: 8MP 120° apertura f/2.4
    • Macro: 2MP 4cm apertura f/2.4
  • Fotocamera frontale: 16MP, apertura f/2.0
  • Connettività: 5G (SA/ NSA) / Dual 4G VoLTE, Wi-Fi 802.11 ac (2.4GHz + 5GHz), Bluetooth 5, GPS/GLONASS/Beidou, USB Type-C
  • Batteria: 4000mAh con supporto alla ricarica rapida 22,5W
  • Dimensioni: 160 × 75,32 × 8,35 mm
  • Peso: 182g
  • OS: Android 10 personalizzzato EMIUI 10,1
  • Altro: Jack audio da 3.5mm, sensore di impronte digitali

Come molto spesso accade in questa fascia di prezzo (e di conseguenza categoria di prodotto) siamo di fronte ad uno smartphone tutto sommato ben equipaggiato, anche se non brilla praticamente sotto nessun aspetto. C’è invece curiosità relativa al processore: la nuova linea Mediatek ha promesso faville (specialmente i modelli top), ma anche questo 800 non dovrebbe lasciare a desiderare; ciò ovviamente lo si potrà constatare solamente con una prova sul campo.

LEGGI ANCHE: Miglior smartphone Huawei – Maggio 2020

Uscita e prezzo

Il Huawei Enjoy Z 5G viene proposto nelle colorazioni Midnight Black, Sky Blue e Pink al prezzo di 1699 Yuan (circa 220€) per la versione con 6 GB di RAM e 64 GB di archiviazione, 1899 yuan (240€) per la & GB + 128 GB fino ad arrivare a 2199 yuan (poco meno di 300€) per il modello 8 GB di RAM + 128 GB. Tutte le versioni sono già in vendita in Cina, e molto probabilmente non le vederemo arrivare nel mercato Europeo.

L’articolo Huawei presenta Enjoy Z 5G, il primo della casa con Mediatek Dimensity 800 a bordo (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Il nuovo sistema operativo di Xiaomi privilegia privacy e risparmio della batteria

Xiaomi ha lanciato l’ultima versione del proprio sistema operativo basato su Android: MIUI 12. Ottimizzato sulla user experience e sulla protezione della privacy, MIUI 12 introduce una serie di funzionalità avanzate relative alla sicurezza.

Privacy e sicurezza

L’utente è informato sull’attività di ogni singola app e ha maggiore controllo sulle autorizzazioni. Può accedere in ogni momento alle informazioni su come le singole applicazioni utilizzano i permessi relativi alla posizione, ai contatti, alla cronologia delle chiamate, al microfono e alla memorizzazione. Con un solo clic sullo stato dei permessi, tutte le attività delle app saranno presentate chiaramente all’utente. Inoltre, durante il controllo del registro delle attività delle applicazioni, l’utente potrà  modificare le impostazioni dei permessi per ogni singola applicazione nel caso in cui rilevasse un’attività anomala o indesiderata. Nella barra di stato appariranno notifiche lampeggianti quando le applicazioni sensibili, tra cui la telecamera, la posizione e il microfono, sono in esecuzione in background. Cliccando sulla notifica, l’utente potrà modificare le impostazioni di autorizzazione e bloccare qualsiasi comportamento sospetto in qualsiasi momento. Durante la condivisione delle foto le informazioni sulla posizione e i metadati possono essere rimossi prima dell’invio degli elementi.

Design e animazioni

MIUI 12 dà vita all’esperienza del sistema operativo con un design dell’interfaccia utente rinnovato secondo un approccio bottom-up, e con animazioni di sistema sfumate. A livello di sistema, le animazioni della scena centrale sono state completamente aggiornate con innovazioni tecniche a livello di kernel.

Il movimento delle icone simula una curva 3D. Gli elementi visualizzati riconoscono la presenza dell’utente e ne riflettono il movimento nelle animazioni, il che rende ogni sguardo sullo schermo unico e personale. Il nuovo “Super Wallpaper” è basate sulle immagini ufficiali della NASA. I super sfondi combinano display Always-on, Home screen e Lock screen .

Nuove funzionalità

Multitasking

MIUI 12 introduce soluzioni multitasking sotto forma di finestre fluttuanti. Quando l’utente naviga nel sistema utilizzando i gesti a schermo intero, le finestre possono facilitare il multitasking e risolvere il problema di passare costantemente da un’app all’altra. Possono essere spostate, chiuse e ridimensionate con semplici gesti applicati alla barra delle azioni. Ad esempio, quando arriva un messaggio di testo durante la riproduzione di un video, l’utente può rispondere direttamente nella finestra fluttuante senza mettere in pausa la riproduzione, consentendo così un multitasking senza soluzione di continuità.

Trasmissione dello schermo

L’utente può iniziare a trasmettere documenti, app, video e giochi con un solo tocco. Le finestre che vengono proiettate possono essere ridotte al minimo in qualsiasi momento. L’opzione per trasmettere elementi con lo schermo spento riduce il consumo di energia e, nascondendo gli oggetti privati, non permette la visualizzazione di notifiche e chiamate in arrivo su monitor esterni.

Ultra risparmio della batteria

MIUI 12 supporta la modalità di Ultra risparmio della batteria. Con questa funzione attiva, le funzioni che consumano più energia saranno limitate per prolungare il tempo di standby del telefono e ridurre così il consumo energetico quando la batteria dello smartphone sta per esaurirsi. Chiamate, messaggi e connettività di rete rimarranno invece completamente funzionanti.

Dark Mode

Con una tavolozza di colori più scuri per sfondi e applicazioni di sistema, oltre che per le applicazioni di terze parti, la Dark Mode offre un’esperienza visiva migliorata in ambienti poco illuminati. Quando è attiva, l’utente può scegliere di regolare automaticamente il contrasto dello schermo, assicurandosi così che questo rifletta la condizione di luce dell’ambiente circostante quando la luminosità dello schermo è ridotta. Questa visualizzazione riduce anche il consumo energetico e aiuta a ridurre l’affaticamento degli occhi.

Il primo rilascio sarà nelle prossime settimane per Mi 9/ Mi 9T/ Mi 9T Pro/ Redmi K20/ Redmi K20 Pro. Poi anche per i modelli Redmi Note 7/ Redmi Note 7 Pro/ Redmi Note 8 Pro/ Redmi Note 8/ Redmi Note 8T/Redmi Note 9/ Redmi Note 9s/ Redmi Note 9 Pro/ Redmi Note 9 Pro Max/POCOPHONE F1/ POCO F1/ Mi 10 Pro/ Mi 10/ POCO F2 Pro/ POCO X2/ Mi 10 Lite/ Mi Note 10/ Mi Note 10 Lite/ Mi 8/ Mi 8 Pro/ Mi MIX 3/ Mi MIX 2S/ Mi 9 SE/ Mi 9 Lite/Redmi Note 7S /Mi Note 3/ Mi MIX 2/ Mi MAX 3/ Mi 8 Lite/ Redmi Y2/ Redmi S2/ Redmi Note 5/ Redmi Note 5 Pro / Redmi 6A/ Redmi 6/ Redmi 6 Pro/ Redmi Note 6 Pro/ Redmi Y3/ Redmi 7/ Redmi 7A/ Redmi 8/ Redmi 8A/ Redmi 8A Dual.

 

Agi