WhatsApp Beta si prepara al lancio di una delle sue novità più interessanti

Arriva un nuovo aggiornamento per la versione Beta di WhatsApp per Android, con altri interessati dettagli su una delle novità più attese per la piattaforma di messaggistica.

Stiamo parlando ovviamente delle Reaction ai messaggi, una funzionalità che abbiamo visto in anteprima diverse settimane ma che è ancora in fase di sviluppo. WABetaInfo ha effettuato il teardown del più recente apk dell’app scovando altri dettagli sul funzionamento delle reazioni: come vedete dallo screenshot in galleria, le informazioni sulle reazioni a un singolo messaggio saranno raccolte in due tab differenti.

Il primo tab raccoglierà le informazioni generali sulle reazioni ricevute dal singolo messaggio, mentre il secondo raccoglierà solo quelle inviate dall’utente specifico che le consulta. Tramite la stessa interfaccia sarà anche possibile rimuovere la reazione inviata.

Quanto appena visto è ovviamente coerente con quanto trapelato la scorsa settimana. Segno che ormai lo sviluppo è quasi ultimato. Torneremo ad aggiornarvi appena le Reaction di WhatsApp verranno distribuite per tutti.

L’articolo WhatsApp Beta si prepara al lancio di una delle sue novità più interessanti sembra essere il primo su Mobileworld.


WhatsApp Beta si prepara al lancio di una delle sue novità più interessanti

Fairphone 4 è il paradiso per gli amanti delle riparazioni fai da te

Fairphone 4 è l’ultimo smartphone dell’omonima azienda, famosa per produrre smartphone “etici”, prodotti in condizioni di equità e pensati per essere facilmente riparabili e riciclabili. iFixit ha messo le mani proprio su quest’ultimo modello, che si riconferma un’ottima scelta per gli amanti delle riparazioni fai da te.

Salta subito all’occhio la cover posteriore rimovibile, oramai introvabile su smartphone di qualsiasi fascia di prezzo, e non manca la batteria rimovibile (anch’essa ormai in disuso), facilmente sostituibile da chiunque senza utilizzare strumenti quali cacciaviti o ventose. A questo punto, svitando qualche vite, vengono via facilmente le fotocamere, lo speaker inferiore, la porta USB C ed infine la scheda logica. Qualche vite ancora ed ecco che anche il display può essere sostituito senza problemi.

Tutte le componenti appena citate sono poi disponibili singolarmente sul sito ufficiale di Fairphone, dunque è davvero semplice sia smontare che acquistare dei pezzi di ricambio per il dispositivo. Fairphone 4 riceve il punteggio di 10 punti su 10 per quanto riguarda la riparabilità, secondo iFixit.

L’articolo Fairphone 4 è il paradiso per gli amanti delle riparazioni fai da te sembra essere il primo su Androidworld.


Fairphone 4 è il paradiso per gli amanti delle riparazioni fai da te

Tetra PlantaMin 100 ml, Sostanze Nutritive Fondamentali, per una Colorazione Verde e Rossa Intensa delle Foglie


Fornitore: TETRA
Tipo:
Prezzo: 5.70

  • Rafforza le piante mediante un apporto costante ed efficace di sostanze nutritive fondamentali; Per una colorazione verde e rossa intensa delle foglie
  • Previene l’ingiallimento e l’indebolimento delle foglie
  • Foglie di colore verde intenso grazie alla stimolazione della produzione di clorofilla
  • Previene le carenze di ferro e potassio
  • Una crescita sana e rigogliosa delle piante evita la proliferazione delle alghe

Descrizione

Grazie alla speciale formula, le sostanze nutritive contenute in Tetra PlantaMin si depositano e rimangono disponibili per la pianta per un periodo di 4 settimane. Ferro, potassio, manganese e altri oligoelementi essenziali garantiscono alle vostre piante una crescita sana e rigogliosa.

Indicazioni

Leggere le istruzioni d’uso

Contenuto della confezione

Fertilizzante per piante d’acquario


Tetra PlantaMin 100 ml, Sostanze Nutritive Fondamentali, per una Colorazione Verde e Rossa Intensa delle Foglie

Si potranno condividere delle brevi clip video da Amazon Prime Video

Amazon sta per rilasciare una nuova ed interessante fuzione per il suo servizio di streaming Prime Video: dall’app (purtroppo al momento solo iOS) si potranno condividere con chiunque delle brevi clip video, della durata massima di 30 secondi.

Questa funzione sarà dapprima limitata ad un esiguo numero di show, ma in futuro arriveranno sempre più contenuti compatibili. Il funzionamento è semplice: durante la visione, basterà cliccare sul pulsante Condividi clip per aprire la schermata di selezione del filmato da inviare effettivamente. Fatto ciò, si potrà condividere il video tramite qualsiasi app.

Come anticipato, gli show inizialmente compatibili con questa possibilità sono solo The WildsInvincibleFairfax e la prima stagione di The BoysPer quanto riguarda la disponibilità, si parte dalla versione 8.41 dell’app Prime Video su iOS, mentre non c’è ancora una data certa per il rilascio su Android.

L’articolo Si potranno condividere delle brevi clip video da Amazon Prime Video sembra essere il primo su Mobileworld.


Si potranno condividere delle brevi clip video da Amazon Prime Video

Il caso delle lacrime di Bella Hadid su Instagram

AGI – Una serie di scatti con il volto sconvolto dalle lacrime, gli ochi arrossati, le bellissime labbra increspate in un broncio disarmante. Non sembra nemmeno Bella Hadid la ragazza che ha postato sull’account Instagram della top model gli scatti disturbanti e un messaggio ancora più inquietante: “Questa sono io praticamente ogni giorno, ogni notte da qualche anno ormai, i social non sono reali. A tutti quelli che stanno lottando, ricordatevelo”.

La venticinquenne modella ha deciso di rompere il silenzio e rivelare che da diverso tempo fa i conti con “ansia e depressione”, disturbi che le hanno cambiato la vita.

A innescare la rivelazione su una realtà che appare lontana migliaia di miglia dall’immagine patinata fatta di fisici statuarii, viaggi esotici, party esclusivi è stata un video pubblicato dalla figlia di Will Smith, Willow, che per prima si era confidata sul tema.

“A volte tutto quello di cui hai bisogno è sentire che non sei solo” scrive Bella Hadid nel post, “Quindi vi dico: non siete soli. Voglio che sappiate che la malattia mentale o gli squilibri fisici non sono lineari ed è quasi come essere sulle montagne russe… con i loro alti e bassi. Ma c’è sempre la luce alla fine del tunnel e le montagne russe si fermano sempre ad un certo punto. C’è sempre spazio per ricominciare, ma per me è sempre stato bello sapere che anche se sono passati pochi giorni, settimane o mesi, migliora, in qualche modo, anche per un momento. Mi ci è voluto molto tempo per capirlo nella mia mente, ma ho avuto abbastanza momenti no per riuscire a comprendere che se lavori abbastanza duramente su te stesso, trascorrendo del tempo da solo per capire i tuoi traumi, i fattori scatenanti, le gioie e la routine, imparerai a gestire il dolore. Che è tutto ciò che puoi chiedere a te stesso. Grazie per avermi visto e grazie per avermi ascoltato. Vi voglio bene”.


Il caso delle lacrime di Bella Hadid su Instagram

La fine delle password si avvicina?

Più della metà delle aziende sta progettando di implementare soluzioni di autenticazione senza password, mentre il 46% degli utenti dichiara che i problemi relativi alle credenziali compromesse sono uno degli aspetti più frustranti e preoccupanti per quanto riguarda la sicurezza online. Sono due delle conclusioni a cui arriva il nuovo report pubblicato da Duo Security, l’azienda di Cisco che si occupa di servizi di accesso sicuro.

Lo studio Duo Trusted Access 2021 rivela che le aziende stanno abbandonando le password a favore di metodi di autenticazione a basso impatto e in grado di fornire una protezione maggiore per i propri dipendenti: soltanto nell’ultimo anno il totale delle autenticazioni multifattore (MFA) gestite da Duo è aumentato del 39%, con quelle biometriche cresciute del 48%.

L’analisi – che potete trovare qui in versione integrale – si basa sui dati globali dei clienti Duo: oltre 36 milioni di dispositivi, 400.000 applicazioni uniche e 800 milioni di autenticazioni mensili. In uno scenario in cui le imprese di tutti i settori stanno continuando ad utilizzare il lavoro a distanza attraverso l’uso di dispositivi multipli, i sistemi di controllo dell’indentità non tradizionali si stanno diffondendo di pari passo per garantire un accesso sicuro alle applicazioni.

La stessa scelta viene intrapresa dagli stessi utenti che preferiscono utilizzare metodi di autenticazione senza password (il 71% degli smartphone censiti dalla ricerca usa la biometria). Tutto ciò avviene anche grazie alla diffusione di WebAuthn, il cui uso è quintuplicato dal 2019. Si tratta di uno standard realizzato collaborando con il World Wide Web Consortium (W3C) che consente di memorizzare e convalidare in maniera sicura i dati biometrici direttamente sul dispositivo e non in un database centralizzato.

Lo studio evidenzia infine una forte crescita dell’utilizzo di VPN e di altri strumenti di accesso sicuro, ma anche un’impennata di tentativi di accesso fraudolenti (aumentati di 2,4 volte). Nello stesso tempo il numero di autenticazioni fallite a causa di dispositivi non aggiornati è aumentato del 33% negli ultimi due anni. Tutto ciò farà sì che l’abbandono delle password sarà un cambiamento che migliorerà significativamente l’esperienza di login per la stragrande maggioranza degli utenti, rendendola allo stesso tempo anche più sicura.

Iscriviti al Gruppo Facebook

Canale Telegram Offerte

L’articolo La fine delle password si avvicina? sembra essere il primo su Smartworld.


La fine delle password si avvicina?

Google prepara il lancio delle chiavi digitali per auto in Android

La possibilità di poter aprire la vostra auto con un semplice tap sullo smartphone non è fantascienza e diversi produttori di auto già lo propongono con i loro servizi proprietari. Google sta per introdurre su larga scala questa soluzione.

XDA ha infatti svolto il teardown dell’ultima versione dei Play Services, evidenziando importanti riferimenti al servizio denominato Digital Car Keys. Si tratterà, come suggerisce il nome, della possibilità di sbloccare l’auto tramite il proprio smartphone Android tramite una chiave digitale preventivamente impostata. La funzionalità dovrebbe tecnicamente basarsi sulla combinazione di comunicazioni NFC e UWB.

Queste chiavi digitali verranno molto probabilmente impostate all’interno del profilo Google Pay personale, e verranno eliminate automaticamente nel caso in cui l’utente non imposterà un metodo di sblocco del dispositivo entro 5 minuti dalla configurazione.

Google ha confermato che la novità arriverà ufficialmente per i suoi dispositivi Pixel e per alcuni modelli Samsung. Non è stato specificato in base a quale criterio verrà stabilita la compatibilità con i vari modelli di auto e gli eventuali requisiti tecnici dell’auto. Ne sapremo di più a valle dell’evento del 19 ottobre in cui conosceremo ufficialmente i Pixel 6.

L’articolo Google prepara il lancio delle chiavi digitali per auto in Android sembra essere il primo su Androidworld.


Google prepara il lancio delle chiavi digitali per auto in Android

Ted Lasso: oltre 650 mila dollari per utilizzare i loghi delle competizioni ufficiali

Ted Lasso può usare nomi e loghi reali del mondo calcistico grazie ad un accordo con la Premier League.

Link all’articolo originale: Ted Lasso: oltre 650 mila dollari per utilizzare i loghi delle competizioni ufficiali


Ted Lasso: oltre 650 mila dollari per utilizzare i loghi delle competizioni ufficiali

Tetra NitrateMinus 100 ml, Riduce il nitrato nutritivo delle alghe


Fornitore: TETRA
Tipo:
Prezzo: 5.50

  • Le sue particelle stimolano l’attività di microorganismi che si cibano dei nitrati e li scindono biologicamente
  • Per una migliore qualità dell’acqua
  • Per tutti gli acquari marini e d’acqua dolce
  • 100 ml ogni 400 litri d’acqua dell’acquario
  • 250 ml ogni 1.000 litri d’acqua dell’acquario

Descrizione

Tetra NitrateMinus riduce in modo affidabile e naturale i nitrati (NO3-) che consentono alle alghe di proliferare.

Indicazioni

Applicazione: agitare bene prima dell’uso. Aggiungere una volta a settimana 2,5 ml di prodotto ogni 10 l d’acqua dell’acquario. Le particelle visibili si diffondono e affondano lentamente. Tetra NitrateMinus è totalmente innocuo per la flora e la fauna dell’acquario. Verificare i valori di nitrati (NO3-) nell’acquario, ad esempio con Tetra Test 6in1 o Tetra Test NO3-. Utilizzare Tetra NitrateMinus quando i valori sono troppo alti.

Contenuto della confezione

Prodotto per la cura dell’acquario


Tetra NitrateMinus 100 ml, Riduce il nitrato nutritivo delle alghe

Il trasferimento delle chat WhatsApp da iOS ad Android è nuovamente ufficiale (aggiornato)

Samsung aveva un asso nella manica che non avevamo previsto durante la conferenza stampa odierna nella quale sono stati svelati Galaxy Z Fold 3Z Flip 3, Galaxy Watch 4 e Galaxy Buds 2: la migrazione delle chat di WhatsApp da iOS ai suoi nuovi foldable.

WhatsApp ha infatti aggiunto questa funziona a lungo richiesta, che permetterà un veloce passaggio di tutti i dati di WhatsApp da iPhone ad Android, incluse foto, messaggi vocali e tutto il resto. Peccato che al momento funzioni solo in una direzione, da iOS ad Android, e non viceversa, e solo su Z Fold 3 e Z Flip 3.

WhatsApp ha confermato che “nelle prossime settimane” il trasferimento delle chat sarà possibile anche su tutti i dispositivi Samsung con almeno Android 10, ma non ha detto nulla in merito al suo arrivo su smartphone non-Samsung né sul passaggio inverso, da Android ad iOS.

LEGGI ANCHE: Tutte le anteprime dei nuovi Samsung

Per trasferire le chat è necessario un cavo da Lightning ad USB-C, ed al momento non si parla di una modalità wireless. Inoltre, se per qualche motivo doveste già avere due backup cloud di WhatsApp, uno su iCloud e l’altro su Google Drive, questi non verranno uniti ma piuttosto quello su Android sarà sovrascritto.

Una partenza insomma molto limitata per una funzione tanto attesa, che da una parte lascia ben sperare ma lascia anche un po’ di amaro in bocca, dato che ci sfuggono i motivi di un simile privilegio per i foldable Samsung. Al di là di accordi tra le due aziende, supponiamo sia anche un modo per testarne l’efficacia e magari affinarla prima di un rollout più ampio: magra consolazione.

Aggiornamento03/09/2021

Un mese dopo questo nostro articolo, WhatsApp ha annunciato praticamente la stessa cosa. In un nuovo blog post dell’azienda si legge infatti che “presto sarà possibile trasferire tutta la cronologia chat WhatsApp da iOS ad Android. All’inizio, questa funzionalità sarà disponibile su tutti i dispositivi Samsung con sistema operativo Android 10 o superiore, ma presto potranno usufruirne anche gli utenti di altri dispositivi Android.

C’è anche una pagina di aiuto dedicata, ma di fatto non è cambiato nulla rispetto a quanto abbiamo già riportato l’11 agosto scorso. Speriamo quindi in un prossimo allargamento di questa funzione, ed anche nel suo viceversa (da Android ad iOS). Certo è che se c’è voluto un mese solo per l’annuncio, le premesse non sono proprio delle più rapide. 

L’articolo Il trasferimento delle chat WhatsApp da iOS ad Android è nuovamente ufficiale (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Il trasferimento delle chat WhatsApp da iOS ad Android è nuovamente ufficiale (aggiornato)

La migrazione delle chat WhatsApp da iOS ad Android: parte il rollout per la beta (foto)

Proprio qualche giorno fa, immediatamente a valle del lancio dei nuovi Galaxy Z Fold 3Z Flip 3 di casa Samsung, abbiamo visto l’ufficialità della possibilità di migrare le chat WhatsApp da iOS ad Android.

Mentre nei primi momenti tale feature sembrava davvero appannaggio di pochi, ovvero di coloro che volevano trasferire le chat a un pieghevole Samsung, ora sembra che stia arrivando (forse) più su larga scala. Con l’ultimo aggiornamento di WhatsApp Beta per iOS, come mostrato dagli screenshot presenti in galleria, è stata implementata l’opzione per Move chats to Android.

LEGGI ANCHE: tutte le anteprime dei nuovi Samsung

WABetaInfo ha realizzato un breve video di come dovrebbe funzionare la nuova opzione di migrazione chat, lo trovate allegato al tweet in basso. Attualmente non è ancora chiaro quali dispositivi sono già compatibili con la nuova funzionalità.

La novità appena descritta dovrebbe essere disponibile per coloro che hanno aggiornato l’app iOS di WhatsApp alla versione 2.21.160.16.

L’articolo La migrazione delle chat WhatsApp da iOS ad Android: parte il rollout per la beta (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


La migrazione delle chat WhatsApp da iOS ad Android: parte il rollout per la beta (foto)