Realme Narzo 50i Prime svelato: specifiche, design, prezzo e uscita trapelati

Realme negli ultimi tempi si sta mettendo in evidenza grazie a diversi smartphone interessanti, sia nella fascia più economica che in quella più premium. Proseguendo su questo percorso, il 22 giugno, in India, lancerà un dispositivo entry-level che promette buone prestazioni: si tratta di Realme Narzo 50i Prime. A riguardo, grazie all’informatore Steve Hemmerstoffer alias “onleaks”, possiamo saperne di più su prezzo, data di lancio, specifiche tecniche (soltanto alcune) e colorazioni disponibili.

Iniziando dal design, lo smartphone presenterà un’isola quadrata posteriore che ospiterà il sensore fotogratico, il flash led ed il marchio “Narzo”. Il pannello posteriore, invece, sarà caratterizzato da strisce verticali. Il pannello anteriore ospiterà un display con cornici sottili superiori – ed un notch a goccia con fotocamere anteriore – mentre il mento avrà delle cornici più spesse. Sul lato destro ci sarà spazio per il bilanciere del volume ed il pulsante di accensione, mentre sulla sinistra spiccherà lo slot per la SIM.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche non è emerso granché, ad eccezione del sensore fotografico posteriore, che sarà singolo, e la batteria, che avrà una capacità di 5.000 mAh. Da queste poche informazioni, dunque, si potrebbe ipotizzare che Realme con questo dispositivo punta soprattutto sulla buona autonomia.

Sul debutto, invece, secondo le indiscrezioni il dispositivo verrà lanciato subito dopo il Realme C30. Difatti, verrà presentato il 22 giugno e sarà disponibile in due colori: nero e verde. Il prezzo di vendita, infine, potrebbe essere inferiore a 100 dollari (circa 95 euro). Stando all’informatore, questo smartphone dovrebbe essere quello più conveniente lanciato dall’azienda nel 2022. Per vedere le altre specifiche e se sarà disponibili in altri mercati al di fuori dell’India, occorrerà attendere i prossimi giorni.

L’articolo Realme Narzo 50i Prime svelato: specifiche, design, prezzo e uscita trapelati sembra essere il primo su Androidworld.


Realme Narzo 50i Prime svelato: specifiche, design, prezzo e uscita trapelati

Motorola moto G 5G (2022) non tradisce la sua storia: specifiche e design trapelati

Negli ultimi anni abbiamo visto Motorola spingersi anche nella fascia alta del mercato smartphone, lanciando anche dei modelli top di gamma molto interessanti. Tuttavia la casa alata non tradisce la gamma media, quella che l’ha riportata al vertice nel mercato smartphone.

Nelle ultime il buon OnLeaks ci ha fornito un corposo leak di moto G 5G (2022), il prossimo dispositivo di gamma media di casa Motorola. Le immagini in galleria mostrano un design abbastanza simile a quello che abbiamo visto per il suo predecessore: anteriormente vediamo un display forato al centro per ospitare la fotocamera anteriore, posteriormente vediamo un modulo fotografico rettangolare con tre sensori.

Sul profilo laterale vediamo la porta USB Type-C per la ricarica e trasferimento dati, il jack audio, gli speaker audio, i classici pulsanti volume e il sensore d’impronte digitali integrato nel pulsante power.

Sotto al cofano dovremmo trovare un processore Snapdragon 750G, accoppiato a 4 GB di RAM e 128 GB di storage interno. Il sistema operativo dovrebbe essere aggiornato all’anacronistico Android 11. Dal comparto fotografico posteriore possiamo aspettarci un sensore principale da 50 megapixel, un grandangolo da 8 megapixel e un sensore di profondità da 2 megapixel.

L’articolo Motorola moto G 5G (2022) non tradisce la sua storia: specifiche e design trapelati sembra essere il primo su Androidworld.


Motorola moto G 5G (2022) non tradisce la sua storia: specifiche e design trapelati

Tutto su OPPO Find X5: design, specifiche e promo di lancio per l’Italia

OPPO si avvicina sempre di più al lancio ufficiale dei suoi nuovi top di gamma, gli OPPO Find X5 che arriveranno in tre modelli sul mercato. Nelle ultime ore sono trapelati online importanti dettagli che riguardano da vicino il mercato italiano.

Le immagini che trovate nella galleria in basso mostrano il design di tutti i modelli di OPPO Find X5:

  • OPPO Find X5 Lite con tripla fotocamera posteriore composta dal sensore principale da 64 megapixel, un grandangolo da 8 megapixel e un macro da 2 megapixel. La fotocamera anteriore sarà da 32 megapixel, la batteria da 4.500 mAh con supporto alla ricarica rapida SuperVOOC da 65W. Il look peraltro sarebbe molto simile a quello di OnePlus Nord CE 2. La RAM ammonterà a 8 GB e sarà espandibile fino a 13 GB. Per il lancio in Italia è prevista una promozione fino al 24 aprile, per la quale sarà possibile il bundle con OPPO Enco Free 2, cover e OPPO Band 2.
  • OPPO Find X5 con tripla fotocamera posteriore composta dal sensore principale da 50 megapixel, un grandangolo da 50 megapixel e un teleobiettivo da 13 megapixel. La fotocamera anteriore sarà da 32 megapixel, e tutto il comparto fotografico sarà gestito dalla NPU proprietaria MariSilicon X, il processore sarà uno Snapdragon 888. Il display sarà da 6,56″ ultra-clear AMOLED e la batteria da 4.800 mAh con supporto alla ricarica rapida SuperVOOC da 80W e alla ricarica rapida wireless AirVOOC da 30W. La RAM ammonterà a 8 GB e sarà espandibile fino a 13 GB. Per il lancio in Italia è prevista una promozione fino al 24 aprile, per la quale sarà possibile il bundle con OPPO Enco Xcover e OPPO Watch Free.
  • OPPO Find X5 Pro con tripla fotocamera posteriore composta dal sensore principale da 50 megapixel, un grandangolo da 50 megapixel e un teleobiettivo da 13 megapixel. La fotocamera anteriore sarà da 32 megapixel, e tutto il comparto fotografico sarà gestito dalla NPU proprietaria MariSilicon X, il processore sarà uno Snapdragon 8 Gen 1. Il display sarà da 6,7″ AMOLED con refresh rate a 120 Hz e la batteria da 5.000 mAh con supporto alla ricarica rapida SuperVOOC da 80W e alla ricarica rapida wireless AirVOOC da 50W. La RAM ammonterà a 12 GB e sarà espandibile fino a 19 GB. Per il lancio in Italia è prevista una promozione fino al 24 aprile, per la quale sarà possibile il bundle con OPPO Enco Xcover, AirVOOC charger e OPPO Watch Free.

Le immagini appena condivise dal leaker includono anche il look di OPPO Pad, il tablet che l’azienda cinese presenterò ufficialmente al fianco della serie Find X5. Qui sotto trovate l’immagine della quale parliamo.

L’articolo Tutto su OPPO Find X5: design, specifiche e promo di lancio per l’Italia sembra essere il primo su Androidworld.


Tutto su OPPO Find X5: design, specifiche e promo di lancio per l’Italia

Vivo S12 / S12 Pro ufficiali in Cina: fotocamera e design da top di gamma

Vivo torna a farsi sentire nel settore smartphone, un mercato in cui si è tuffata ufficialmente anche in Italia, e presenta due nuovi dispositivi di fascia medio-alta in Cina. Parliamo di Vivo S12 e Vivo S12 Pro, ecco le specifiche complete.

Vivo S12 Pro: Caratteristiche Tecniche

  • Display: 6,56″ (2.376 × 1.080 pixel) Full HD+ AMOLED 19.8:9 aspect ratio con HDR10+, 90Hz refresh rate, 240Hz touch sampling rate, fino a 1300 nits
  • Processore: fino a 3GHz Octa Core MediaTek Dimensity 1200-AI 6nm
  • GPU: ARM G77 MC9
  • RAM: 8GB / 12GB LPDDR4x
  • Storage interno: 256GB (UFS 3.1)
  • Sistema operativo: Android 11 con Origin OS Ocean
  • Reti: Dual SIM (nano + nano)
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 108 megapixel, f/1.88 aperture, LED flash
    • Grandangolo: 8 megapixel 119°, f/2.2 aperture
    • Macro: 2 megapixel, f/2.4 aperture
  • Fotocamera anteriore:
    • Principale: 50 megapixel, Samsung JNV, f/2.0 aperture
    • Grandangolo: 8 megapixel 105°, f/2.28 aperture, dual-tone spotlight flash
  • Sicurezza: sensore d’impronte sotto al display
  • Audio: USB Type-C audio
  • Dimensioni: 159,46 x 73,27 × 7,36 mm
  • Peso:171g
  • Connettività: 5G SA/NSA, Dual 4G VoLTE, Wi-Fi 6 802.11 ac (2.4GHz + 5GHz), Bluetooth 5.2,GPS/GLONASS, USB Type-C, NFC
  • Batteria: 4.300mAh con ricarica rapida a 44W

Vivo S12: Caratteristiche Tecniche

  • Display: 6,44″ (2400×1080 pixels) Full HD+ AMOLED 20:9 aspect ratio con HDR10+, 90Hz refresh rate, 180Hz touch sampling rate, 98% NTSC color gamut
  • Processore: fino a 2,6GHz Octa Core MediaTek Dimensity 1100 6nm
  • GPU: ARM G77 MC9
  • RAM: 8GB / 12GB LPDDR4x
  • Storage interno: 256GB (UFS 3.1)
  • Sistema operativo: Android 11 con Origin OS Ocean
  • Reti: Dual SIM (nano + nano)
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 108 megapixel, f/1.88 aperture, LED flash
    • Grandangolo: 8 megapixel 119°, f/2.2 aperture
    • Macro: 2 megapixel, f/2.4 aperture
  • Fotocamera anteriore:
    • Principale: 44 megapixel, f/2.0 aperture
    • Grandangolo: 8 megapixel 105°, f/2.28 aperture, dual-tone spotlight flash
  • Sicurezza: sensore d’impronte sotto al display
  • Audio: USB Type-C audio
  • Dimensioni: 157,20 x 72,67 × 7,39 mm
  • Peso:179g
  • Connettività: 5G SA/NSA, Dual 4G VoLTE, Wi-Fi 6 802.11 ac (2.4GHz + 5GHz), Bluetooth 5.2,GPS/GLONASS, USB Type-C, NFC
  • Batteria: 4.200mAh con ricarica rapida a 44W

Uscita e Prezzo

Entrambi i Vivo S12 e S12 Pro sono previsti esclusivamente nel mercato cinese nelle colorazioni Black, Blue e Warm Gold. Per Vivo S12 il prezzo parte dall’equivalente di circa 390 euro per la versione da 8 GB + 256 GB, mentre quella da 12 GB di RAM arriva all’equivalente di circa 420 euro.

Vivo S12 Pro è previsto al prezzo equivalente a circa 480 euro per la versione da 8 GB + 256 GB, mentre quella da 12 GB di RAM arriva all’equivalente di circa 510 euro. Escludiamo che i dispositivi arriveranno ufficialmente nei mercati europei.

L’articolo Vivo S12 / S12 Pro ufficiali in Cina: fotocamera e design da top di gamma sembra essere il primo su Androidworld.


Vivo S12 / S12 Pro ufficiali in Cina: fotocamera e design da top di gamma

Due dirigenti Apple parlano dei cinturini Apple Watch: design, compatibilità e tanto altro

Evans Hankey e Stan Ng di Apple hanno parlato dei cinturini Apple Watch svelando diverse curiosità.

Link all’articolo originale: Due dirigenti Apple parlano dei cinturini Apple Watch: design, compatibilità e tanto altro


Due dirigenti Apple parlano dei cinturini Apple Watch: design, compatibilità e tanto altro

Nasce Domo, l’hotellerie di design ma in appartamento

AGI – Viaggiare in sicurezza, che sia per un giorno o per un anno, prenotando un appartamento con i servizi da hotel premium. Fa il suo esordio in Italia, a Trieste, Domo, la nuova formula dell’hotellerie longstay firmata Sweetguest che consente ai viaggiatori di poter soggiornare anche per lunghi periodi di tempo, in appartamenti di design con le comodità degli alberghi a quattro stelle e con la possibilità – in caso di viaggi di lavoro – di avere a disposizione anche un ufficio personale.

“Live actually, live everywhere”, è il payoff del progetto che, in linea con i cambiamenti imposti dalla pandemia, rivoluziona il concetto di hospitality introducendo una formula flessibile, ibrida e modulare, all’insegna del design e del lusso – che consenta a ogni “turista” la soluzione adatta alle sue necessità.

Tra business e leisure, Domo mette a disposizione diverse tipologie di appartamenti completi di tutte le funzionalità, con la possibilità di ricevere le amenities di un albergo, dal concierge alle pulizie, dai parcheggi in convenzione alla laundery. Il tutto, arricchito da ambientazioni dal design ricercato ma accessibile, in linea con il mood della città ospitante.

Location d’esordio del progetto è Trieste, più precisamente il Borgo Teresiano, tra Piazza dell’Unità e Piazza della Borsa, all’interno di un elegante palazzo del 1800. Il capoluogo giuliano è, tra l’altro, tra le Europe’s best walking cities, la speciale classifica stilata dal The Guardian delle migliori sei città europee per camminare, insieme a Berlino, Lisbona, Marsiglia, Copenaghen e Siviglia.

Alla base del progetto, la “new culture of staying” che si sta affermando, dopo gli Usa, anche in Europa: il “Domo” prescelto non è una seconda casa, non è un albergo e nemmeno un B&B, ma un punto di riferimento, di partenza e di ritorno per la vita di chi, a vario titolo, viaggia.

Ogni Domo è stato pensato per essere estremamente flessibile sia nel design che nelle funzionalità, proprio per rispondere alle diverse esigenze degli ospiti. Sono quattro, in particolare, le tipologie previste. Lo “Studiò”, è l’appartamento dal taglio più piccolo – fino a 35mq circa – composto da un locale principale con angolo cottura e zona living/notte, con un piccolo ingresso, antibagni e bagno.

Caratteristica di questa formula, è la possibilità di essere abbinata a una suite, così da diventare “Deluxe suite”. La “Suite” varia dai 35 ai 45mq ed è composta da una zona living con angolo cottura, una camera matrimoniale, antibagno e bagno. La “Deluxe suite” è la formula più ampia: è composta da due o tre locali – living con angolo cottura e zona pranzo, una o due camere da letto – e varia dai 58 ai 70mq.

Infine, c’è l’“Home office”, al piano terra, composta da uno“Studiò” adibito a zona lavoro con un grande tavolo da riunioni, con antibagno e bagno; può essere aggregato a un ulterioreStudiò adibito a zona living con un secondo tavolo per meeting di piccoli gruppi, con la possibilità di usufruire anche di un divano letto, l’angolo cottura e il bagno.

L’avventura di Domo inizia quando i giovanissimi Rocco Lomazzi (Founder e Presidente) e Edoardo Grattirola (Founder e CEO) decidono di implementare la startup Sweetguest, da loro fondata nel 2016. “Alla base del progetto, unico in Italia nel suo genere, c’è il concetto di flessibilità. La pandemia ha accelerato una tendenza già in atto – commenta Edoardo Grattirola – che ha rivoluzionato il concetto stesso di viaggio. Da un lato ci sono tantissime persone che oggi si spostano per lavoro e che vivono a cavallo tra una città e l’altra per periodi piuttosto lunghi, dall’altro abbiamo visto che il confine tra viaggio d’affari e viaggio di famiglia è diventato sempre più labile. Abbiamo dunque deciso, forti del successo di Sweetguest, di proporre un modello di hospitality che, proprio grazie alla flessibilità e alla modularità, fosse in grado di rispondere in maniera efficace alle diverse esigenze dei viaggiatori. Ci siamo ispirati a realtà simili già presenti all’estero, per proporre un modello innovativo anche nel nostro Paese”. 


Nasce Domo, l’hotellerie di design ma in appartamento

Forse il design di OnePlus 10 non sarà così esclusivo, ma la ricarica sarà velocissima

Emergono in rete nuove informazioni sul nuovo top di gamma che vedremo arrivare da OnePlus, il OnePlus 10 del quale abbiamo iniziato a parlare in tempi recenti.

Stando a un’immagine mostrata dal leaker Gadgetsdata su Twitter, OnePlus 10 avrà un design simile a quello di OPPO Reno 7 Pro, almeno anteriormente. L’immagine mostra infatti un display forato nell’angolo in alto a sinistra per ospitare la fotocamera anteriore, con bordi sottili e un profilo piatto.

Il nuovo modello di OPPO non è stato ancora ufficializzato, ma diversi rumor emersi in rete hanno mostrato il look anteriore del dispositivo prima che trapelassero i primi rumor su OnePlus 10. Del resto questo non sorprende, visto che ormai OnePlus e OPPO sono quasi un’entità unica, soprattutto in Cina.

Oltre al design sono trapelate novità anche per la ricarica di OnePlus 10. Il dispositivo potrebbe infatti supportare una ricarica cablata super rapida, con output fino a 125W. Una potenza in uscita enorme, comparata a quanto offerto dagli altri top di gamma sul mercato. OnePlus si confermerebbe dunque tra le aziende pioniere nel settore della ricarica rapida.

Al momento è troppo presto per parlare di data di lancio, così come per dare per assodate le specifiche e il design appena trapelati. Torneremo ad aggiornarvi appena ne sapremo di più sul conto di OnePlus 10.

L’articolo Forse il design di OnePlus 10 non sarà così esclusivo, ma la ricarica sarà velocissima sembra essere il primo su Androidworld.


Forse il design di OnePlus 10 non sarà così esclusivo, ma la ricarica sarà velocissima