Nuovi dettagli su Xiaomi MIX Fold 2: sappiamo tutto sul display

Torniamo a parlare del prossimo pieghevole in casa Xiaomi, il MIX Fold 2 del quale è trapelata già una consistente quantità di leak nelle settimane precedenti.

Nelle ultime ore il noto leaker cinese Digital Chat Station ha fornito ulteriori dettagli su cosa attenderci dal display di Xiaomi MIX Fold 2. Il dispositivo, che è identificato dal codice 22061218C, dovrebbe arrivare sul mercato con un display di diagonale pari a 8″, mentre quello secondario esterno avrà una diagonale pari a 6,5″.

Entrambi i display di Xiaomi MIX Fold 2 dovrebbero supportare dei refresh rate elevati, pertanto possiamo aspettarci che i valori massimi arrivino ai 120 Hz.

Rimane ancora un’incognita la data di lancio di Xiaomi MIX Fold 2, così come non è chiaro se l’azienda cinese intende commercializzarlo da subito anche in Europa.

L’articolo Nuovi dettagli su Xiaomi MIX Fold 2: sappiamo tutto sul display sembra essere il primo su Androidworld.


Nuovi dettagli su Xiaomi MIX Fold 2: sappiamo tutto sul display

Ancora più dettagli e colori in Google Maps: in Italia si inizia da Roma

Sono passati più di 10 anni da quando Google Maps è entrato nelle nostre vite e sono state moltissime le funzionalità che nel tempo sono state introdotte per rendere la sua esperienza quanto più completa e utile possibile. I miglioramenti visivi sono al centro delle novità dell’ultima ora, i quali mirano a rendere le mappe ancora più dettagliate, grazie alle sfumature di colore e forme che in maniera intuitiva ci fanno capire che cosa stiamo guardando. 

Ciò è stato reso possibile dall’ausilio dell’intelligenza e algoritmi che interpretano le immagini satellitari, e molte “cartine” di città del mondo sono state aggiornate con questa funzione più precisa, e una tra queste ci interessa in maniera particolare, perché è la nostra Capitale: Roma

Per merito di questo lavoro sarà quindi per noi più semplice capire dove sono i marciapiedi, le strisce pedonali e le isole pedonali, insieme alla forma e alla larghezza di una strada in pendenza. Informazioni queste utili se si vuole pianificare ad hoc il percorso più adatto da percorrere per arrivare in un determinato luogo. 

Anche la visualizzazione degli elementi naturali assume una visione differente, in quanti i colori e le loro diverse gradazioni ci permettono a colpo d’occhio di vedere quanto sia rigogliosa una zona verde e persino se sono cappe di neve sulle cime delle montagne.

L’articolo Ancora più dettagli e colori in Google Maps: in Italia si inizia da Roma sembra essere il primo su Smartworld.


Ancora più dettagli e colori in Google Maps: in Italia si inizia da Roma

I dettagli e le nuove funzionalità della MIUI 13 continuano a trapelare

Stando alle più recenti notizie trapelate, Xiaomi toglierà ufficialmente il velo dalla sua MIUI 13 il prossimo 16 dicembre. Il produttore di smartphone cinese dovrebbe presentare questo nuovo sistema operativo insieme alla serie Xiaomi 12. Alcuni dettagli stanno però trapelando in rete, svelando diverse nuove caratteristiche della MIUI 13.

Le nuove caratteristiche includeranno una nuova “cassetta degli attrezzi” intelligente che integra al suo interno video, giochi, note e altre funzioni che saranno ottimizzate per aprirsi rapidamente senza bisogno di muoversi in altri punti del sistema. Un’altra novità migliorerà la fotocamera, nella quale sarà possibile selezionare che un obiettivo venga mantenuto come predefinito al momento della sua riapertura. Ci saranno inoltre un nuovo widget di tracciamento dello stato della batteria, un nuovo indicatore della temperatura della batteria e un’indicazione temporale per le barre di scorrimento degli album. Il nuovo sistema permetterà infine agli utenti di eseguire automaticamente il backup e il ripristino dei dati quando si passa dalla versione beta della MIUI alla versione stabile.

La MIUI 13 si aggiornerà anche all’interconnessione cross-screen. La MIUI+, che implementa una connessione tra i sistemi Android e Windows (gli utenti possono copiare un testo dallo smartphone e incollarlo direttamente sul computer), sarà migliorata e potenziata nelle sue funzionalità.

L’articolo I dettagli e le nuove funzionalità della MIUI 13 continuano a trapelare sembra essere il primo su Androidworld.


I dettagli e le nuove funzionalità della MIUI 13 continuano a trapelare

Xiaomi 12 Ultra: spuntano nuovi dettagli per la fotocamera

Torniamo a parlare dei prossimi top di gamma Xiaomi, probabilmente i primi che vedremo arrivare nel 2022: i dispositivi della serie Xiaomi 12. Nelle ultime ore sono trapelati nuovi dettagli su Xiaomi 12 Ultra.

Stando a quanto riferito da Xiaomiui, che ha scavato all’interno del codice della MIUI, arriveranno due varianti: Xiaomi 12 Ultra e Xiaomi 12 Ultra Enhanced, insieme alla variante standard e a Xiaomi 12 Pro. Il comune denominatore sarà il processore Snapdragon 898 (SM8450 Snapdragon 8 Gen 1).

Il comparto fotografico sarà, come al solito, uno dei punti di forza maggiori: ci saranno almeno 4 fotocamere, un sensore Samsung GN5 da 50 megapixel, un 48 megapixel con zoom 2x, un 48 megapixel con zoom 5x e un 48 megapixel con zoom 10x. Come vedete dall’immagine in galleria, ci sarà anche una modalità multi-cam per per l’app Fotocamera. Il sensore fotografico anteriore dovrebbe essere integrato invece sotto lo schermo.

I due dispositivi appena trapelati online dovrebbero anche supportare lo zoom ottico 15x durante la registrazione video. Ci aspettiamo il loro arrivo in Cina entro fine anno addirittura, mentre ci vorrà un po’ più tempo per vederli ufficialmente nei mercati europei.

L’articolo Xiaomi 12 Ultra: spuntano nuovi dettagli per la fotocamera sembra essere il primo su Androidworld.


Xiaomi 12 Ultra: spuntano nuovi dettagli per la fotocamera

Tante novità in arrivo per Stadia: scovati dettagli nell’ultima versione dell’app

Google ha da poco rilasciato la versione 3.36 dell’app Stadia: scavando all’interno dell’apk, sono stati trovati riferimenti a tantissime funzioni interessanti a cui BigG sta lavorando e che arriveranno in future relase dell’applicazione.

Per prima cosa, continua il lavoro per portare la chat vocale su Stadia: oltre agli indizi di cui vi abbiamo parlato la settimana scorsa, in questa versione sono stati trovati riferimenti ulteriori. In particolare, saltano all’occhio le stringhe “Turn on mic permissions to speak”, “useMicrophonePermissionPip” e “MicrophonePermissionPipService”, che tra l’altro ci permettono di capire che la funzione sarà in qualche modo legata alla modalità Picture in Picture.

Sono state trovate informazioni riguardanti anche una funzione “Instant trial”, che probabilmente consentirà di provare i giochi (con una demo o con una limitazione a tempo) prima di acquistarli , e una funzione “Screen switching”, che invece dovrebbe consentire di cambiare dispositivo senza riavviare completamente il gioco, anche se per entrambe le feature le informazioni a disposizione sono davvero troppo poche per saltare a conclusioni.

Purtroppo non sappiamo quando queste funzioni arriveranno in versione stabile sull’app Stadia.

L’articolo Tante novità in arrivo per Stadia: scovati dettagli nell’ultima versione dell’app sembra essere il primo su Androidworld.


Tante novità in arrivo per Stadia: scovati dettagli nell’ultima versione dell’app

Ancora nuovi dettagli sul Google Pixel 6 Pro: aggiornamento sulla velocità di ricarica e bellissimi sfondi

Google è sempre più prossimo a lanciare i suoi nuovi Pixel 6, sui quali grazie alle ricche indiscrezioni sappiamo quasi tutto. Nel dettaglio, in riferimento a uno dei tre modelli di Pro è stato recentemente appreso che non solo vanterà un aggiornamento della velocità di ricarica, e sarà anche abbellito da tanti nuovi sfondi

Con il suo arrivo l’azienda di Mountain View ha predisposto il supporto alla ricarica cablata da 33 W, rumor che andrebbe a confermare quanto dichiarato precedentemente da 91Mobiles grazie a quanto affermato dal leaker Yogesh Brar. Ora infatti una nuova fonte di XDA Developers ha comunicato l’effettivo supporto del Pixel 6 Pro alla ricarica a 33 W.

In molti paesi la vendita di elettronica con capacità di comunicazione è sovrintesa da agenzie di regolamentazione, senza il cui marchio di approvazione i produttori di telefoni non possono spedire i loro telefoni con determinate bande di radiofrequenza abilitate. Se negli Stati Uniti tale procedura di verifica è affidata alla FCC, in Taiwan l’agenzia equivalente è l’NCC, che ha attualmente depositato la certificazione. 

L’etichetta normativa avvistata, che fa riferimento a Taiwan, certifica l’uso del Pixel 6 Pro in quella nazione, e nella parte inferiore invece è possibile notare che supporterà le seguenti velocità di ricarica: 5 V/3 A (15 W), 9 V/2 A (18 W), 9 V/3 A (27 W) e 11 V/3 A (33 W). 

Inoltre, guardando le etichette, che fanno riferimento a tutti e tre i Pixel 6 Pro, solo uno di questi ha ottenuto la certificazione dall’NCC, quindi non è possibile confermare e sapere se anche gli altri modelli potranno contare sulla ricarica a 33 W. Essendo però improbabile che ci sia una differenza nelle velocità di ricarica tra loro, è plausibile ritenere che ne saranno dotati tutti.

In ogni caso, a prescindere dal modello acquistato e dalla zona del mondo in cui si vive, Google non spedirà un caricabatterie da 33 W nella confezione con Pixel 6 o 6 Pro. La società probabilmente venderà il caricabatterie da 33 W separatamente, il cui costo però non è ancora noto.

Seppur più lenti dei caricabatterie offerti da altri produttori di smartphone, quelli di Google, rispettando il collaudato standard USB PD PPS e una velocità di ricarica più lenta di 33 W, non dovrebbero indurre i futuri consumatori a sostituire dopo qualche anno la batteria del loro Pixel 6 Pro.

Per quanto riguarda gli sfondi, oltre a quelli già precedentemente visti, è stato appreso che nell’app Google Wallpaper Images su Pixel 6 Pro saranno inclusi wallpaper mai visti che rappresentano foto di piante scattate dal fotografo Andrew Zuckerman. 

Le immagini sono disponibili sia in una variante a tema chiaro che scuro e sono hanno come soggetto le seguenti specie:

  • Orchidea Cattleya
  • Echeveria “Principe Blu”
  • Elleboro
  • Orchidea Falena
  • Giglio Persiano
  • Protea Puntaspilli

Se desiderate avere questi nuovi sfondi vi basta dare un’occhiata alla galleria qui in basso e procedere con il loro download.

L’articolo Ancora nuovi dettagli sul Google Pixel 6 Pro: aggiornamento sulla velocità di ricarica e bellissimi sfondi sembra essere il primo su Androidworld.


Ancora nuovi dettagli sul Google Pixel 6 Pro: aggiornamento sulla velocità di ricarica e bellissimi sfondi

Cambiano le tariffe extra soglia per alcuni clienti WindTre: tutti i dettagli

WindTre ha appena avviato una nuova campagna di modifiche unilaterali ai contratti con alcuni dei suoi attuali clienti. Le modifiche non riguardano gli aumenti delle tariffe mensili, ma i costi extra soglia.

A partire dal prossimo 7 settembre i clienti WindTre coinvolti nelle modifiche unilaterali ai contratti affronteranno dei costi extra soglia differenti: nello specifico, il costo di accesso alla rete dati, una volta che si è esaurito il proprio bundle, corrisponderà a 0,99€ per 1 GB al giorno. In precedenza si poteva accedere a 20 MB di traffico al costo di 0,20€.

LEGGI ANCHE: le migliori offerte WindTre

Il traffico dati erogato sarà utilizzabile fino alle ore 23:59 del giorno in cui è stato erogato. Inoltre, il costo della segreteria telefonica è stato ridotto a 0,124€ per ogni chiamata effettuata in Italia.

I clienti coinvolti dovrebbero corrispondere agli ex clienti 3 Italia che hanno poi effettuato la migrazione a WindTre. Tutti gli interessati stanno ricevendo un SMS informativo di questo tipo:

A partire dal 7 Settembre 2021 avvieremo un processo di innovazione tecnologica per migliorare le condizioni riservate ai nostri Clienti. Gli interventi sono volti a garantire servizi piu’ semplici da usare: i Clienti avranno maggior controllo della spesa per il traffico internet non incluso nell’offerta. Per la navigazione Internet è disponibile 1GB giornaliero al costo di 0,99 euro.

Il GIGA è utilizzabile fino alle 23.59 del giorno in cui è stato erogato; una volta esaurito, la navigazione è bloccata fino al giorno successivo.

In caso di segreteria telefonica attiva a pagamento il costo si riduce a 12,40 centesimi di euro per ciascuna chiamata effettuata in Italia.

L’articolo Cambiano le tariffe extra soglia per alcuni clienti WindTre: tutti i dettagli sembra essere il primo su AndroidWorld.


Cambiano le tariffe extra soglia per alcuni clienti WindTre: tutti i dettagli

Nuovi dettagli sull’app Google Ohana: sarà la sostituta di Discover?

Dopo i primi rumor emersi poche settimane fa, arrivano nuovi dettagli su quello che potrebbe diventare Google Ohana, l’app alla quale starebbe lavorando Google e che potrebbe introdurre come hub multimediale.

Come è accaduto per i primi rumor, i nuovi dettagli arrivano dal Cile. Google Ohana sarà un’app che ufficialmente dovrebbe chiamarsi Google Entertainment Space. Sembrerebbe confermata la sua caratura di hub multimediale per i servizi Google, almeno su dispositivi mobili, anche se Android Headlines azzarda l’ipotesi che potrebbe anche costituirsi come sostituto di Google Discover.

LEGGI ANCHE: CarDongle, la recensione

Non è nemmeno escluso che questa nuova app possa essere lanciata come esclusiva per dispositivi Android Go. Il tutto rimane ancora un’ipotesi abbastanza sfocata, torneremo ad aggiornarvi quando emergeranno dettagli più specifici.

L’articolo Nuovi dettagli sull’app Google Ohana: sarà la sostituta di Discover? sembra essere il primo su AndroidWorld.


Nuovi dettagli sull’app Google Ohana: sarà la sostituta di Discover?

Trapelano nuovi dettagli sulla data di lancio della serie OnePlus 9 (aggiornato)

Dopo aver parlato in diverse occasioni delle probabili caratteristiche dei nuovi top di gamma OnePlus, i OnePlus 9 che per il 2021 arriveranno in tre modelli sul mercato, è ora di parlare della presunta data di lancio.

Stando a quanto riferito da un leaker indiano su Twitter, l’azienda cinese potrebbe svelare i suoi nuovi flagship il prossimo 23 marzo. Questa data è in contrasto con i rumor emersi in precedenza, che indicavano l’8 marzo come data prescelta per il lancio della famiglia OnePlus 9.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8 Pro, la recensione

Dunque al momento rimane da capire se i nuovi flagship OnePlus arriveranno a inizio o a fine marzo. Di certo sappiamo che, oltre al modello standard e a quello Pro, arriverà anche OnePlus 9R.

Aggiornamento02/03/2021 ore 00:15

Nelle ultime ore anche il noto leaker Max J. è intervenuto sulla questione relativa alla possibile data di lancio dei nuovi OnePlus 9. Il teaser che vedete nella galleria qui in basso suggerisce che OnePlus ha in programma un importante evento per il prossimo 8 marzo. Non è chiaro se si tratterà dell’occasione in cui verranno svelati i nuovi flagship di casa OnePlus.

L’articolo Trapelano nuovi dettagli sulla data di lancio della serie OnePlus 9 (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Trapelano nuovi dettagli sulla data di lancio della serie OnePlus 9 (aggiornato)

Un nuovo leak aggiunge altri dettagli su OnePlus 9 e OnePlus 9 Pro

Emergono nuovi dettagli sulle caratteristiche dei prossimi smartphone di OnePlus. Dopo i rendering e le immagini trapelate nelle scorse settimane, OnePlus 9 e OnePlus 9 Pro sono ora al centro del leak pubblicato dall’affidabile informatore Digital Chat Station.

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung Galaxy S21 Ultra: più di una riscossa

Secondo quanto si dice, entrambi gli smartphone avranno una fotocamera frontale integrata in un foro nel display dal diametro di 3,8 mm. Lo schermo della variante Pro dovrebbe essere un QHD+ 120Hz da 6,78″ curvo, mentre arrivano conferme sulle precedenti informazioni riguardanti il pannello piatto di OnePlus 9, che sarà un FullHD+ 120Hz da 6,55″.

Lo spessore di OnePlus 9 e 9 Pro dovrebbe essere rispettivamente di 8mm e 8,5mm, ma nessuno dei due peserà più di 200 grammi. Entrambi gli smartphone saranno equipaggiati con il SoC Snapdragon 888, e alimentati con batterie da 4.500 mAh con supporto alla ricarica rapida da 65W. La variante Pro, inoltre, potrebbe avere anche la ricarica wireless a 45W.

L’articolo Un nuovo leak aggiunge altri dettagli su OnePlus 9 e OnePlus 9 Pro sembra essere il primo su AndroidWorld.


Un nuovo leak aggiunge altri dettagli su OnePlus 9 e OnePlus 9 Pro

WhatsApp sta per ricevere una delle funzionalità che manca di più: tutti i dettagli su Read Later (foto)

WhatsApp si dimostra un perenne cantiere riguardo alle funzionalità in fase di sviluppo e in fase di test. Nell’aggiornamento più recente dell’app Android sono state scovate interessanti novità su una nuova feature.

Stando a quanto scovato dai soliti di WABetaInfo nel teardown della versione 2.21.2.2 dell’app Android di WhatsApp Beta, il team di sviluppo starebbe lavorando all’introduzione della sezione Read Later. Questa non arriverebbe come una novità assoluta bensì come un cambio di nome per la sezione Archivio delle chat. Quest’ultima infatti diventerebbe Read Later, nella quale posizionare le chat dalle quali non si vogliono ricevere notifiche.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi Watch Lite, la recensione

Le immagini presenti in galleria, estratte in anteprima da WABetaInfo, mostrano che la “nuova” sezione offrirà la possibilità agli utenti di mutare automaticamente le chat dalle quali arriveranno nuovi messaggi, con la possibilità di ripristinarle in un secondo momento e leggere tutti i nuovi messaggi ricevuti. Si tratterebbe dunque di un metodo indiretto per rimandare la notifica dei nuovi messaggi, a patto di ricordarsi di ripristinare le chat posizionate in Read Later una volta concluso il periodo in cui non si vogliono interruzioni.

La novità per WhatsApp è attualmente in fase di sviluppo da parte del team software dell’app e pertanto non è disponibile a livello pubblico. Presumiamo che, al momento del primo rilascio pubblico, questa verrà distribuita prima agli utenti che hanno aderito al programma di beta testing, questo è l’indirizzo per iscriversi.

L’articolo WhatsApp sta per ricevere una delle funzionalità che manca di più: tutti i dettagli su Read Later (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


WhatsApp sta per ricevere una delle funzionalità che manca di più: tutti i dettagli su Read Later (foto)

Google Foto offrirà funzionalità esclusive agli abbonati Google One: tutti i dettagli in arrivo (aggiornato: avvistamenti)

Google ha rilasciato un nuovo aggiornamento per l’app Android di Google Foto, la sua piattaforma di gestione e sincronizzazione di immagini e video attraverso l’account Google personale. Le novità per gli utenti non sono particolarmente esaltanti ma il suo teardown è interessante.

La versione di Google Foto appena rilasciata di Google Foto corrisponde alla build 5.18 e include alcuni interessanti suggerimenti su cosa potremmo vedere in futuro. XDA ha infatti scovato alcuni riferimenti sulle funzionalità di editing fotografico che verranno offerte in esclusiva agli abbonati Google One, il servizio per acquistare cloud storage da BigG.

LEGGI ANCHE: LG Wing, la recensione

I riferimenti presenti nell’app Foto indicano infatti che gli abbonati Google One vedranno un prompt con il quale Google descriverà le funzionalità di editing fotografico in esclusiva: al momento non è noto di quali opzioni si tratterà.

Inoltre, il teardown ha permesso di scoprire altri suggerimenti in fase di sviluppo: il primo dovrebbe riguardare quelli di preprocessing dell’immagine in base al contesto fotografato, le procedure suggerite dovrebbero corrispondere a HDR, Vivid e Dynamic; mentre la seconda tipologia di suggerimento corrisponderebbe a Skypalette, ovvero dei consigli su come editare al meglio le immagini in cui è presente una porzione di cielo.

Le novità appena descritte sono ancora in fase di sviluppo, al momento non sappiamo quando Google prevede di implementarle a livello pubblico.

Aggiornamento06/11/2020 ore 23:45

A poche ore dal loro avvistamento nel teardown dell’app Foto, in rete sono emerse le prime segnalazioni di funzionalità per l’editing fotografico per gli abbonati Google One. Gli screenshot presenti in galleria mostrano l’opzione denominata Color Pop, la quale evidenzia il volto in primo piano a colori su uno sfondo in bianco e nero, accessibile dopo aver sottoscritto un abbonamento Google One.

Al momento non è chiaro quali altre opzioni verranno incluse nel pacchetto esclusivo per gli abbonati Google One.

L’articolo Google Foto offrirà funzionalità esclusive agli abbonati Google One: tutti i dettagli in arrivo (aggiornato: avvistamenti) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld