EURO 2020 a eliminazione: dove vederli in streaming

Si è finalmente composto il mosaico di squadre partecipanti alle fasi ad eliminazione diretta di EURO 2020. L’Italia di Roberto Mancini, tra le prime a staccare il prezioso pass e ad accedere agli ottavi di finale, affronterà l’Austria in una partita da dentro o fuori in programma sabato 26 giugno alle 20:30. Ad aprire il momento clou degli Europei di calcio sarà tuttavia l’impegno che vedrà opposti Galles e Danimarca, con fischio d’inizio alle ore 18:00 della stessa giornata.

Stiamo insomma per entrare nel vivo della manifestazione calcistica e sono già molteplici gli utenti che si interrogano sulla copertura televisiva delle fasi finali di EURO 2020. Le partite di qualificazione le abbiamo viste su Sky – emittente che ha acquisito tutte le cinquantuno partite del torneo – e in parte anche su Rai 1, grazie ad una offerta in chiaro comprendente ventuno match. Ma cosa accadrà con gli imminenti ottavi di finale? La situazione non cambierà molto: la piattaforma satellitare di Rupert Murdoch continuerà infatti ad avere l’esclusiva sulla totalità degli incontri, mentre la Rai si impegnerà a trasmettere, ogni giorno, i match calendarizzati alle ore 21:00. Tanto per non andar troppo lontano, la partita Italia – Austria potrà pertanto essere vista sia su Sky che su Rai 1.

Esiste comunque una terza via, vale a dire la possibilità di guardare gli EURO 2020 in streaming. Piuttosto che esser incollati davanti alla TV, si potrà insomma fare il tifo da uno smartphone, tablet o notebook, attingendo per l’occasione ai seguenti servizi:

  • Sky Go
  • Rai Play
  • Now TV

Come vedere EURO 2020 in streaming con Sky Go

Sky Go è già incluso per tutti gli abbonati Sky in possesso di uno degli abbonamenti inseriti in catalogo. La piattaforma permette di associare due dispositivi (PC, notebook smartphone e tablet), mentre gli utilizzatori di Sky Go Plus – proposto normalmente ad un prezzo di 5,40 euro al mese – avranno l’opportunità di raddoppiare il numero di device collegabili. In ogni caso, si potrà utilizzare soltanto un dispositivo alla volta per accedere ai contenuti multimediali.

Per poter utilizzare Sky Go sarà necessario scaricare l’apposita app gratuita sul Google Play (per i dispositivi Android), App Store (in caso di iPhone e iPad) o App Gallery (il negozio ufficiale dove scaricare app per gli smartphone Huawei sprovvisti dei Google Mobile Services); i possessori di PC o Mac potranno invece collegarsi direttamente al sito web del servizio, (inserendo soltanto le credenziali di accesso al proprio account Sky), oppure scaricare l’app per PC e Mac (versioni Windows 7 e superiori o Mac OS X 10.9 e superiori).

Effettuata l’operazione di download e installazione dell’app, si dovrà aprire il programma sul device ed effettuare il login, avendo cure di riportare il proprio Sky ID e la password connessa. Per poter visualizzare correttamente i contenuti multimediali, occorrerà inoltre collegare il proprio dispositivo mobile a una rete Wi-Fi oppure attingere a una connessione mobile 3G/4G. Sky Go offre la visione di tutte le partite degli Europei di calcio a beneficio degli abbonati Sky in possesso dei pacchetti “Sky Sport” e/o “Sky Calcio”.

Leggi anche: Telegram, come inviare messaggi, foto e video a tempo

Come vedere EURO 2020 in streaming con Rai Play

Rai Play ha sulla carta un vantaggio molto importante: contrariamente all’alter-ego di Sky, è disponibile gratis per tutti gli utenti in regola con il canone. A far da contraltare è tuttavia la minore quantità di contenuti, visto che le partite di calcio trasmesse su Rai Play saranno soltanto quelle riprodotte sulla Rai (vale a dire i match in programma ogni giorno alle ore 21:00, volgendo per l’appunto lo sguardo alle fasi finali di EURO 2020).

Alla stregua di Sky Go, anche Rai Play è disponibile per una vasta pletora di dispositivi: smartphone e tablet, tramite apposita app disponibile sui canali ufficiali del Play Store e dell’App Store; ma anche PC e notebook (attingendo in questo caso al sito ufficiale della piattaforma) e persino alcune smart TV compatibili. Il servizio è peraltro impreziosito dalla possibilità di guardare le repliche dei programmi.

Per utilizzare Rai Play sarà necessario, in primo luogo, scaricare l’app compatibile e registrarsi (od in alternativa accedere) alla piattaforma: al fine di render più immediata la procedura, l’utente avrà l’opportunità di sfruttare anche i propri profili Facebook, Twitter e Google, previa espressa accettazione del consenso al trattamento dei dati personali. Ricordatevi, inoltre, di collegare il vostro dispositivo mobile a una rete Internet funzionante (Wi-Fi o 3G/4G).

Leggi anche: Luigi espande il mondo di LEGO Super Mario

Come vedere EURO 2020 in streaming con Now TV

Anche Now TV è tra i servizi che permettono di guardare in streaming gli Europei di calcio: si tratta di una comoda piattaforma streaming a beneficio degli utenti non abbonati a Sky oppure quelli impossibilitati ad installare una parabola nel proprio appartamento. E’ compatibile con numerosi dispositivi connessi a Internet, come PC, smartphone, tablet, console di gioco e persino apposito decoder denominato “Now TV Box”.

A differenza di Sky Go e Rai Play, Now TV è a pagamento e il meccanismo verte sulla disponibilità dei “ticket”, vale a dire specifici abbonamenti pensati per le diverse categorie d’utenza:

  • Pass Cinema + Entertainment: Comprende i film, le serie TV e i programmi di Sky a 14,99 euro al mese, scontati per i primi tre mesi a 3 euro al mese. La visione dei contenuti sarà garantita su due schermi in contemporanea
  • Pass Sport: Comprende il calcio e lo sport di Sky. Ha normalmente un costo di 29,99 euro al mese, ma dal primo luglio sarà proposto a 14,99 euro al mese.

I consumatori interessati potranno altresì sfruttare un periodo di prova gratuito di 14 giorni e guardare l’intero catalogo di offerta, dopodiché decidere di proseguire o disdire l’abbonamento senza costi aggiuntivi.

Tramite Now TV sarà perciò possibile – a patto di aggiungere il pacchetto “Sport” – guardare in streaming tutte le partite di EURO 2020, incluse le fatidiche fasi a eliminazione diretta.

L’articolo EURO 2020 a eliminazione: dove vederli in streaming sembra essere il primo su AndroidWorld.


EURO 2020 a eliminazione: dove vederli in streaming

Realme presenta 8 Pro: fotocamera da 108 MP a meno di 300 euro

Realme è sbarcata in Europa da un paio d’anni e con i suoi prodotti di fascia media si è già conquistata una fetta importante del mercato. Con lo smartphone 8 Pro punta a offrire una fotocamera con un sensore principale da 108 MP e un set di funzionalità fotografiche avanzate a meno di 300 euro.

Il sensore Samsung HM2 108MP da 1/1,52 pollici ha una risoluzione massima di 12000×9000 e supporta la tecnologia Pixel Binning 9-in-1, che consente di migliorare la qualità dell’immagine in condizioni di scarsa illuminazione.

La tecnologia In-sensor Zoom permette al sensore di utilizzare i 12 megapixel mappati con la sezione ingrandita per generare un’immagine. Il processo di elaborazione è più veloce grazie alle dimensioni più piccole della foto da 12 MP, consentendo a realme 8 Pro di scattare otto foto da 12 MP di seguito e quindi aumentare ulteriormente la nitidezza dell’immagine grazie all’algoritmo che migliora la definizione.

Grazie a in algoritmo per video time-lapse basato su foto del cielo stellato la fotocamera può impiegare 480 secondi per scattare 30 foto e quindi generare un video time-lapse di 1 secondo: la modalità time-lapse può mostrare i cieli stellati in continuo movimento a una velocità 480 volte più veloce.

Realme 8 Pro è equipaggiato con la ricarica SuperDart da 50W, che permette di caricare la batteria da 4500mAh da 0 a 100% in 47 minuti. Con la modalità di super risparmio energetico abilitata, il 5% della batteria può durare 32 ore in standby o 98 minuti in chiamata.

Il display è un super AMOLED Full HD da 6,4 pollici, con una frequenza di campionamento del tocco a 180Hz. Il processore è il Qualcomm Snapdragon 720G octa-core e la memoria è espandibile fino a 256 GB.

È disponibile nei colori Infinite Blue, Infinite Black e Punk Black e in due configurazioni: 6 GB + 128 GB e 8 GB + 128 GB. Il porezzo di lancio per la prima settimana (dal 24 al 30 marzo) è a partire da 259,00 per la versione con 6 GB di Ram e 128 di storage. Dal 31 marzo sarà in vendita a 279 euro.

 


Realme presenta 8 Pro: fotocamera da 108 MP a meno di 300 euro

La pandemia ha eso le nostre case più smart. Un affare da 5 miliardi di euro

AGI – Il modello dei servizi in abbonamento (anche noto come business in subscription) sta diventando sempre più popolare a livello internazionale: dal 2014 al 2019 è cresciuto dal 53% al 71% e la crisi causata da Covid-19 non ha fermato questa tendenza che sembra rappresentare il futuro del commercio e della personalizzazione dei servizi. 

La casa che diventa sempre più luogo di elezione e rifugio da attrezzare e personalizzare: al punto che, in Italia, il 25% delle persone afferma che, nel 2021 rispetto al 2019, frequenterà di più gli amici nella propria abitazione e il 36% dice che non potrà rinunciare ad avere un accesso Internet in casa, ma nemmeno al giardino (39%), delineando l’immagine di un luogo aperto agli altri, connesso e sempre più verde. 

E lo Smart Home che si impone come uno dei segmenti di mercato dell’Internet of Things più in crescita, con un incremento del 40% dal 2018 al 2019 e un valore di 530 milioni di euro.

Sono alcuni dei dati emersi nel corso della presentazione di Oppo Smart Studies, progetto lanciato da Oppo e curato da Francesco Morace, Presidente del Future Concept Lab, che ha l’obiettivo di individuare le tendenze che stanno interessando il rapporto tra uomo e tecnologia in un contesto come quello attuale, di cambiamento sociale e individuale, per indagare i molteplici modi in cui la tecnologia può migliorare la vita delle persone.

I nuovi modi di divertirsi

Dall’analisi è emersa anche la diffusione sempre più ampia di intrattenimento e approfondimento veicolato dalle tecnologie digitali più avanzate come realtà aumentata e virtuale e 5G: il 20% degli italiani prevede di aumentare la spesa in prodotti tecnologici nel 2021 e la crescita stimata del mercato digitale italiano tra il 2019 e il 2021 è di 5,4 miliardi di euro. 

​Il progetto si divide in tre blocchi di ricerca. Il primo, presentato oggi, è dedicato agli scenari e ai trend che influenzeranno gli usi e i consumi nei mesi a venire e a come tecnologia e smartphone saranno parte integrante di questi nuovi approcci alla vita reale e digitale. Il secondo, delineerà le tendenze emergenti legate al pubblico femminile. Il terzo capitolo, poi, individuerà gli elementi attitudinali, le esperienze già acquisite, le fonti conoscitive dell’intelligenza artificiale e dell’Internet delle cose e il loro contributo a migliorare la vita quotidiana.

“Comprendere e anticipare gli scenari odierni e futuri che stanno interessando la fase della nuova normalità è fondamentale per un innovatore all’avanguardia, che lavora quotidianamente per comprendere come implementare la propria tecnologia e i propri prodotti e servizi perché essi possano migliorare concretamente la vita delle persone e la società” ha sottolineato Li Ming, General Manager di OPPO AED Italia.  

“La metamorfosi avvenuta nel recente periodo – ha spiegato Francesco Morace – ha modificato anche il coinvolgimento delle persone nel consumo, con un deciso viraggio verso l’etica del prodotto e la ricerca di esperienze di eccellenza. L’affermazione del digitale durante la pandemia – ha aggiunto – non ha provocato un crescente isolamento dei soggetti sociali e dei consumatori, ma al contrario ha attivato un progressivo avvicinamento tra le persone, ridefinendo le regole stesse della prossimità che diventa anche tecnologica. È attraverso il nuovo valore della prossimità digitale che si rafforzano e si legittimano l’autenticità, la verità dei processi, la sostenibilità: i dispositivi digitali permettono di toccare con mano i benefici e le applicazioni di questi valori”.

Tutto ruota intorno allo smartphone

Dal primo blocco di ricerca sono emerse quattro tendenze, declinate attraverso la tecnologia e il ruolo dello smartphone. La prima, chiamata Deep Living, ha messo in evidenza come Il consumatore attuale avverta “la crescente esigenza di vivere esperienze sensoriali a 360 gradi che siano in grado di garantire la massima soddisfazione nel minor tempo possibile”. In questo contesto lo smartphone diventa il mezzo privilegiato per organizzare la propria esistenza e accedere a una molteplicità di servizi ed esperienze.

La seconda tendenza, la Virtuous Reality, si concentra sulla casa. L’evoluzione tecnologica qui ha introdotto soluzioni all’avanguardia per quanto riguarda elettrodomestici, oggetti e addirittura ambienti intelligenti. In questo contesto, caratterizzato dalla necessità di controllo lo smartphone diventa protagonista.

La ricerca ha messo in evidenza come cresce la diffusione degli oggetti smart nelle case: il 68% degli italiani ha sentito parlare almeno una volta di casa intelligente e il 40% possiede almeno un oggetto smart.
La terza tendenza, Extracting Sense, fa riferimento invece alla “alla diffusione sempre più ampia di intrattenimento ed approfondimento veicolato dalle tecnologie digitali più avanzate, anche in Italia”, dove lo smartphone, secondo lo studio, diventa elemento di “integrazione tra dimensione individuale e sociale”.

E poi l’ultima tendenza, la quarta, la Trust Chains (le catene della fiducia). L’affermazione dell’economia collaborativa ha ormai assunto innumerevoli espressioni, a partire dalla decisione di sempre più persone di condividere i propri beni, servizi, trasporti o altro. A tal proposito, le nuove tecnologie e l’Open Innovation possono contribuire alla produzione di valore sociale. Tra le grandi imprese italiane, nel 2019, sottolinea lo studio, il 73% ha avviato iniziative di Open Innovation e circa i due terzi hanno attivato collaborazioni con startup (35%) o hanno in programma di farlo (27%). Il 33% di esse ha già creato un Innovation Manager. In particolare, le principali azioni di Open Innovation sono collaborazioni con università (64%) e startup intelligence (49%). All’interno di questa tendenza lo smartphone diviene quindi il supporto per eccellenza per lo sviluppo dell’innovazione sulla scia del modello startup.

Agi

realme presenta X50 Pro, il flagship 5G da 600 euro

Superato lo choc della cancellazione del Mobile World Congress di Barcellona, i brand di telefonia tornano a proporre i loro modelli di punta e questa stagione di presentazioni online, lontane dalle presentazioni affollate di bizzarri personaggi mostra comunque una tendenza nuova: un allineamento verso l’alto dell’offerta di tecnologia mobile. Sia in termini di qualità – processori e comparto fotografico su tutto – che di prezzo per la fascia medio-alta.

Sul terreno di confronto di Android si presentano in molti, con schiere nutrite di prodotti (Xiaomi) o estremamente selezionate (OnePlus), ma anche con strategie nuove, come quelle di Oppo e del suo spin-off realme.

Gli ultimi della casa cinese – che come OnePlus fa capo al colosso Bkk – sono il realme X50 Pro 5G e realme 6 Pro, quest’ultimo con 6 fotocamere.

Realme X50 Pro 5G, che sarà disponibile dal 18 maggio, è alimentato dal processore più diffuso tra gli smartphone: il Qualcomm Snapdragon 865 5G che supporta la rete 5G Dual-Mode. È equipaggiato con quad-camera Hawk Eye AI da 64 MP, doppia fotocamera selfie integrata nel display con ultra-grandangolo da 32 MP, display Super amoled a frequenza di aggiornamento 90Hz e ricarica SuperDart da 65W. Nella versione base, con  8GB di ram e 128GB di storage, costa 600 euro, nella configurazione top con 12GB di ram e 256GB di storage, 750 euro.

Realme 6 Pro combina uno schermo a 90Hz, 2 fotocamere selfie integrate nel display e ricarica rapida da 30W, è alimentato da Qualcomm Snapdragon 720G ed è dotato di 6 fotocamere (frontale doppia da 16MP Sony con fotocamera grandangolare principale e da 8MP 105 gradi super grandangolare; posteriori una principale da 64MP, un teleobiettivo zoom ibrido 20x da 12MP, un obiettivo quadrangolare da 8 MP da 119 gradi e uno per le macro). Il display è da 6,6 pollici a 90Hz di frequenza di aggiornamento. Sarà disponibile in due colorazioni – Lighting Blue e Lighting Red – con l’unica configurazione da 8GB+128GB a 349,90 Euro.

Agi

Gli auricolari Xiaomi Redmi AirDots in super offerta a 16 euro!

Il Black Friday arriva anche su Gearbest! Siete curiosi di provare tutta la praticità di un paio di auricolari wireless ma gli AirPods di Apple sono oltre il vostro budget? Ebbene solo per oggi su Gearbest trovate in offerta lampo i fantastici Xiaomi Redmi AirDots ad un prezzo davvero super interessante.Piccoli e decisamente compatti i […]

Link all’articolo originale: Gli auricolari Xiaomi Redmi AirDots in super offerta a 16 euro!

iPhone Italia

Golden Wheel Group (Totem Bikes) Announces 10 Million Euro Investment in European E-Bike Facility

DOLNI DOBROUC, Czech Republic – Tianjin Golden Wheel Bicycle Group Co. Ltd recently announced plans for the investment of some 10 million euro in a new Czech Republic based facility that is to have a capacity for assembling 180,000 e-bikes annually. The Chinese company already expanded its Totem branded e-bike production in the country last September.
Sales & Trends
https://d1wa5qhtul915h.cloudfront.net/app/uploads/2019/11/Bike-Europe-Golden-Wheel-Group–200×136.jpg