La famiglia Galaxy S22 si aggiorna: risolto il problema al display? (aggiornato)

A pochi giorni dal lancio ufficiale, la serie Galaxy S22 riceve il suo primo aggiornamento software da parte di Samsung. Si tratta di un update di sicurezza.

L’aggiornamento menzionato è attualmente diretto a Galaxy S22, S22+ e S22 Ultra. La build di riferimento corrisponde a S90xEXXU1AVB3 e consiste nell’aggiornamento delle patch di sicurezza a febbraio 2022. Queste includono la risoluzione di circa 60 vulnerabilità software.

L’aggiornamento descritto è attualmente in fase di distribuzione automatica via OTA in alcuni paesi mediorientali, ma non è escluso che il rollout verrà allargato nelle prossime ore. Per altre unità di Galaxy S22 le patch di febbraio potrebbero arrivare preinstallate.

Arriva un nuovo aggiornamento per la serie Galaxy S22, corrispondente alla build S90xBXXU1AVBF. Questo update avrebbe un peso di circa 800 MB e sicuramente include le patch di sicurezza Android aggiornate a febbraio 2022. Non è chiaro se l’aggiornamento risolva anche il problema di sfarfallio al display del quale abbiamo parlato nei giorni scorsi.

L’articolo La famiglia Galaxy S22 si aggiorna: risolto il problema al display? (aggiornato) sembra essere il primo su Androidworld.


La famiglia Galaxy S22 si aggiorna: risolto il problema al display? (aggiornato)

La famiglia OnePlus 7 / 7T si aggiorna: patch di dicembre e bugfix per WhatsApp

OnePlus ha rilasciato dei nuovi aggiornamenti per i suoi OnePlus 7 e OnePlus 7T, i quali hanno ricevuto una nuova versione stabile della OxygenOS. Si tratta della OxygenOS 11.0.5.1 che arriva con una serie di fix software e le nuove patch di sicurezza. Andiamo a vedere insieme il changelog associato all’aggiornamento.

Sistema

  • Risolto il bug che impediva la ricezione e invio dei contenuti multimediali su WhatsApp.
  • Miglioramenti per la stabilità di sistema..
  • Aggiornamento delle patch di sicurezza Android a dicembre 2021

L’aggiornamento è attualmente in fase di distribuzione via OTA anche per gli utenti europei possessori di OnePlus 7, 7 Pro, 7T e 7T Pro. Il rollout dovrebbe completarsi entro i prossimi giorni.

L’articolo La famiglia OnePlus 7 / 7T si aggiorna: patch di dicembre e bugfix per WhatsApp sembra essere il primo su Androidworld.


La famiglia OnePlus 7 / 7T si aggiorna: patch di dicembre e bugfix per WhatsApp

Anche WhatsApp fa parte della grande famiglia Meta, e ci tiene a sottolinearlo

WhatsApp beta per Android sta rilasciando il suo ultimo aggiornamento alla versione 2.21.22.21 tramite il Google Play Beta Program. La principale novità contenuta al suo interno riguarda la scritta “WhatsApp from Meta” che va a sostituire la precedente indicazione di appartenenza del prodotto al gruppo Facebook. Come sempre accade, WhatsApp sta distribuendo l’aggiornamento in questi giorni, ma potrebbe volerci un po’ prima che si renda disponibile su tutti i dispositivi facenti parte del programma beta.

Il footer “WhatsApp from Facebook” era stato implementato dall’azienda soltanto due anni fa, ma ora è già tempo di cambiarlo. Dopo aver introdotto il nuovo piè di pagina nella beta di WhatsApp Messenger per iOS 2.21.220.14, ora è il turno della versione beta dell’app per Android.

Will Cathcart aveva già precedentemente confermato su Twitter che avrebbero aggiornato il nome per riflettere il cambiamento anche all’interno di WhatsApp e del loro sito web.

L’articolo Anche WhatsApp fa parte della grande famiglia Meta, e ci tiene a sottolinearlo sembra essere il primo su Androidworld.


Anche WhatsApp fa parte della grande famiglia Meta, e ci tiene a sottolinearlo

Xiaomi presenta la nuova famiglia 11T con ricarica ultra rapida fino a 120W

Xiaomi ha appena presentato presenterà i suoi nuovi modelli top di gamma: parliamo di Xiaomi 11T e Xiaomi 11T Pro, versioni aggiornate del già ottimo Xiaomi Mi 11.

A questi si aggiunge anche Xiaomi 11 Lite 5G NE, dove NE sta per New Edition: si tratta infatti di una variante rinnovata del già noto Xiaomi Mi 11 Lite.

Ma partiamo dai due 11T, principali protagonisti dell’evento: vediamo cosa c’è di nuovo e quali sono le differenze rispetto alle varianti base.

Ma prima di addentrarci nelle specifiche, la prima cosa che salterà all’occhio agli appassionati è che Xiaomi ha eliminato il brand Mi, mantenendo solo il nome dell’azienda seguito dal numero, esattamente come avviene in Cina. La ragione dietro questa scelta è da cercare nel consolidamento di Xiaomi nel mercato occidentale. Fino a pochi anni fa, il nome di Xiaomi era sconosciuto ai più, percepito come un marchio esotico: un brand semplice e facile da ricordare come Mi ha contribuito alla riconoscibilità dell’azienda. Adesso, evidentemente, Xiaomi non ha più bisogno di questo stratagemma e ha scelto di unificare la nomenclatura dei suoi dispositivi.

Xiaomi 11T e 11 T Pro

Ma lasciamo da parte le questioni di nome e vediamo come sono fatti Xiaomi 11T e 11T Pro: esteticamente, i due dispositivi sono praticamente identici.

In entrambi i casi troviamo un display AMOLED da 6,67″, con risoluzione FullHD+ (2400x 1080 pixel), refresh rate adattivo fino a 120 Hz, luminosità fino a 1000 nit, supporto ad HDR10+ e Dolby Visione una serie di finezze sofware, come la Reading Mode 3.0 e il True Display, che regola automaticamente la temperatura a seconda delle condizioni circostanti. Lo schermo dei due 11T è stato valutato con un punteggio A+ dal team di DisplayMate.

Sullo schermo troviamo il foro per la fotocamera frontale, con risoluzione di 16 megapixel.

 

Rimanendo in tema di fotocamere, entrambi hanno un sensore principale da 108 megapixel, affiancato da un ultra-grandangolo da 120 ° da 8 megapixel e un teleobiettivo 2X da 5 megapixel.

Ma in ambito fotografico le grandi novità stanno nel software: meritano una menzione le cinematografiche Cinemagic, che includono una serie di funzionalità per riprese con effetti cinematografici. Tra i tanti effetti disponibili, vale la pena citare il Magic Zoom, che ricrea il celebre effetto Vertigo dell’omonimo film di Hitchcock (zoom in avanti e carrellata indietro), ma anche l’Audio Zoom, che permette di far ascoltare meglio alcuni dettagli sonori, grazie ad una combinazione tra software e microfoni direzionali.

Un altro importante punto in comune tra i due è la batteria, da ben 5.000 mAh: quel che cambia, però, è la tecnologia di ricarica utilizzata. Xiaomi 11T Pro vanta infatti una ricarica estremamente veloce, da ben 120W, ottimizzata per non surriscaldare lo smartphone: la batteria è infatti divisa in due celle (da 2500 mAh), ognuna delle quali viene ricaricata da due punti distinti, in modo che ogni punto riceva solo 30W di tensione. La batteria si ricarica completamente in 17 minuti, mentre 5 minuti di carica forniscono il 42% di autonomia.

La ricarica di Xiaomi 11T è comunque rapida, ma si ferma a 67W (ricarica completa in 36 minuti).

La differenza principale, però, sta nel processore: per Xiaomi 11T Pro è previsto uno Snapdragon 888 (con velocità di clock fino a 2,8 Ghz), mentre Xiaomi 11T avrà SoC MediaTek Dimensity 1200, octa-core con velocità massima di 2,4 Ghz.

Specifiche tecniche complete Xiaomi 11T / 11T Pro

  • Schermo: 6,67″ AMOLED, risoluzione FHD+ (2400 x 1080 pixel), refresh rate fino a 120Hz, luminosità fino a 1000 nits, TrueColor, HDR10+
  • Processore:
    • 11T Pro: Qualcomm Snapdragon 888
    • 11T: MediaTetk Dimensity 1200
  • RAM:
    • 11T Pro: 8 / 12 GB LPDDR5
    • 11T: 8 GB
  • Memoria interna:  128 / 256 GB UFS 3.1
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 108 megapixel, 2.1µm,  f/1.75, lenti 7P, registrazione 8K HDR+
    • Ultra-grandangolo: 8 megapixel, 120° FOV, f/2.2
    • Teleobiettivo: 2X, 5 megapixel, f/2.4
  • Fotocamera frontale: 16 megapixel, 1µm, f/2.45
  • Dimensioni: 164.1mm x 76.9mm x 8.8mm
  • Peso:
    • 11T Pro: 204 g
    • 11T: 203 g
  • Connettività: USB-C, Dual SIM (dual 5G Standby), Bluetooth 5.2, NFC, Wi-Fi 6
  • Batteria:
    • 11T Pro: 5.000 mAh, ricarica a 120W
    • 11T: 5.000 mAh, ricarica a 67W
  • Audio: Dual speaker, Dolby Atmos,
    • 11T Pro: Audio ottimizzato da Harman Kardon
  • Sistema operativo: Android 11 con MIUI 12.5
  • Altro: sensore di impronte sul lato, Gorilla Glass Victus su fronte e retro

Xiaomi 11 Lite 5G NE

Per quel che riguarda invece Xiaomi 11 Lite 5G NE, si tratta di un upgrade hardware del precedente Xiaomi Mi 11 Lite: di quest’ultimo mantiene spessore e peso estremamente ridotti (solo 6,8 e 158 g), ma rispetto al modello precedente troviamo lo Snapdragon 778G 5G.

Di seguito le specifiche tecniche complete:

Specifiche tecniche complete Xiaomi 11 Lite 5G NE

  • Schermo: 6,55″ AMOLED DotDisplay, risoluzione FHD+ (2400 x 1080 pixel), refresh rate fino a 90Hz, DolbyVision, HDR10+
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 778G
  • RAM: 6 / 8 GB LPDDR4X
  • Memoria interna:  128 / 256 GB UFS 2.2
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 64 megapixel, 0.7µm,  f/1.79, lenti 6P
    • Ultra-grandangolo: 8 megapixel, 1.12µm, f/2.2, lenti 5P,
    • Telemacro: 5 megapixel, f/2.4, lenti 4P
  • Fotocamera frontale: 20 megapixel
  • Dimensioni: 160.5 mm x 75.7 mm x 6.81 mm
  • Peso: 158 g
  • Connettività: USB-C, Dual SIM, Bluetooth 5.2, NFC, Wi-Fi 6
  • Batteria: 4.250 mAh con ricarica rapida a 33W
  • Audio: Dual speaker
  • Sistema operativo: Android 11 con MIUI 12.5
  • Altro: sensore di impronte sul lato, Gorilla Glass

Uscita e prezzi

Xiaomi 11T Pro

Xiaomi 11T Pro sarà disponibile in Italia dal 28 settembre ai seguenti prezzi:

  • 8GB + 128GB: 649,90€ (disponibile anche su Amazon)
  • 8GB + 256GB: 699,90€ (disponibile solo su Mi Store Italia)

La versione 8GB+128GB sarà legata a delle interessantissime promozioni per il primo giorno di vendita. Chi la acquista nelle prime 24 ore (a partire dalle 13:00 del 28 settembre) beneficerà del prezzo early bird di 599€; inoltre, chi la acquista su mi.com riceverà in omaggio un Mi TV P1 32″  fino a esaurimento scorte; chi la acquista su Amazon (dove sarà sempre valido il prezzo promozionale di 599€), invece, otterrà un voucher del valore di 100€ da applicare direttamente nel carrello al momento dell’acquisto.

A partire dal 12 ottobre e fino al 31 ottobre, Xiaomi 11T Pro 5G da 8GB+256GB sarà acquistabile anche presso i principali operatori telefonici e catene di elettronica di consumo al prezzo di 699,90€, in bundle con Mi Watch.

Xiaomi 11T Pro avrà inclusa nel prezzo una garanzia per la protezione del display che prevede una riparazione gratuita in caso di schermo danneggiato entro i primi sei mesi dall’acquisto.

Xiaomi 11T

Xiaomi 11T 8 GB + 256 GB sarà disponibile dal 12 ottobre su Mi Store e Amazon al prezzo di 599€.

Anche in questo caso c’è una promozione per chi lo acquista nelle prime 24 ore: il prezzo early bird per il primo giorno sarà di 549€ e chi lo acquista da mi.com riceverà in omaggio un Mi TV P1 32″ fino a esaurimento scorte; chi lo acquisterà invece su Amazon otterrà un voucher del valore di 50€ da applicare direttamente nel carrello sul prodotto stesso.

Infine, la variante 8 GB + 128 GB sarà disponibile dal 12 ottobre sul sito mi.com al prezzo di 549€ e, a partire dal 19 ottobre, anche con i principali operatori telefonici e nelle catene di elettronica, con incluso in bundle le Redmi Buds 3 Pro (fino al 31 ottobre)

Xiaomi 11 Lite 5G NE

Xiaomi 11 Lite 5G NE arriverà sul mercato italiano alle 13.00 del 28 settembre ai seguenti prezzi:

  • 8 GB + 128 GB: 449,90€ (acquistabile solo su mi.com e presso Mi Store Italia)
  • 6 GB + 128 GB: 399,90€ (acquistabile su mi.com e Amazon)

Anche in questo caso, per le prime 24 ore ci saranno delle interessanti offerte di lancio e i prezzi saranno i seguenti:

  • 8 GB + 128 GB: 349,90€
  • 6 GB + 128 GB: 299,90€

Con la versione 8 GB + 128 GB ci sarà in bundle la Mi Smart Band 6 fino al 12 ottobre, data in cui il prodotto sarà disponibile anche presso le principali catene di elettronica e i principali operatori telefonici.

Foto

Xiaomi 11T Pro

Xiaomi 11T

Xiaomi 11

L’articolo Xiaomi presenta la nuova famiglia 11T con ricarica ultra rapida fino a 120W sembra essere il primo su AndroidWorld.


Xiaomi presenta la nuova famiglia 11T con ricarica ultra rapida fino a 120W

Ecco i numeri di modello della famiglia Galaxy S22, un cambio di rotta per la prossima decade?

La presentazione della famiglia Galaxy S21 da parte di Samsung è ormai andata in archivio da diverso tempo, e a quanto pare i suoi dispositivi saranno gli unici top smartphone di quest’anno del marchio sudcoreano che non avranno lo schermo pieghevole. Questo perché il 2021 vedrà molto probabilmente la linea Galaxy Note prendersi una pausa dal mercato. Chi è interessato ad un nuovo top di gamma Samsung con display non pieghevole, dovrà quindi aspettare la serie Galaxy S22, sulla quale abbiamo alcune fresche novità.

LEGGI ANCHE: Potete diventare beta tester per Android Auto! (come se già non lo foste)

Stanno infatti iniziando a circolare sul web i nuovi numeri di modello degli smartphone della famiglia Galaxy S22. Le fonti indicano che ai vari Galaxy S22, Galaxy S22+ e Galaxy S22 Ultra (nomi per ora ancora provvisori) dovrebbero corrispondere i numeri di modello SM-S901x, SM-S906x e SM-S908x. I numeri di modello SM-G9xx di Samsung hanno debuttato con il Galaxy S5 (SM-G900x) e hanno resistito fino alla serie Galaxy S21 (SM-G991x, SM-G996x, e SM-G998x). Per il Galaxy S22, Samsung sembra aver però cambiato rotta, sostituendo la lettera G con una S e ricominciando con la gamma di numeri 9xx per la prossima decade di Galaxy S.

L’articolo Ecco i numeri di modello della famiglia Galaxy S22, un cambio di rotta per la prossima decade? sembra essere il primo su AndroidWorld.


Ecco i numeri di modello della famiglia Galaxy S22, un cambio di rotta per la prossima decade?

La famiglia Galaxy Note 10 si aggiorna con le patch di giugno 2021

Samsung dimostra sempre di supportare dal punto di vista della sicurezza software i suoi smartphone sul mercato, e in questo senso ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento per la famiglia Galaxy Note 10.

Per Galaxy Note 10Galaxy Note 10+ è attualmente in fase di distribuzione la build N97xFXXS7FUEB, la quale aggiorna le patch di sicurezza Android a giugno 2021. Tali patch risolvono ben 47 vulnerabilità a livello di sistema Android e 19 vulnerabilità a livello di interfaccia Samsung. Non sarebbero previste ulteriori novità software con l’update.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy A72, la recensione

L’aggiornamento appena descritto è attualmente in fase di distribuzione automatica via OTA per gli utenti residenti in diversi paesi europei. Pertanto ci aspettiamo che il rollout si completi anche in Italia entro i prossimi giorni.

L’articolo La famiglia Galaxy Note 10 si aggiorna con le patch di giugno 2021 sembra essere il primo su AndroidWorld.


La famiglia Galaxy Note 10 si aggiorna con le patch di giugno 2021

La famiglia Honor 50 arriverà il 16 giugno: la nuova vita di Honor (foto)

Torniamo a parlare della famiglia di smartphone top di gamma Honor 50, quelli che dovrebbero segnare l’inizio di una nuova vita sul mercato globale per Honor, dopo la separazione definitiva da Huawei.

Infatti, mentre da una parte abbiamo capito che Honor continuerà a collaborare con Huawei per supportare i vecchi modelli lanciati sul mercato, dall’altra è altrettanto chiaro che l’azienda vuole camminare sulle sue gambe. E la famiglia Honor 50 potrebbe rappresentare proprio i primi passi autonomi nel mercato globale. Nelle ultime ore è emerso che Honor terrà un evento ufficiale in Cina il prossimo 16 giugno, durante il quale presenterà ufficialmente i nuovi modelli top di gamma.

LEGGI ANCHE: Realme 8 5G, la recensione

Oltre all’integrazione dei servizi Google, in rete sono trapelati importanti dettagli sulle probabili specifiche tecniche dei dispositivi: sembra infatti che almeno Honor 50 Pro+, il modello di gamma più alta, arriverà con Snapdragon 888, un display da 6,79″ AMOLED con refresh rate a 120 Hz, 8GB di RAM LPDDR5 e 128GB di storage UFS 3.1. La batteria avrà invece una capacità pari a 4.400 mAh con supporto alla ricarica cablata a 66W e alla ricarica wireless a 50W.

Stando a quanto emerso in precedenza, sembra chiara la volontà di Honor di lanciare i dispositivi anche nei mercati europei. Ancora però non sappiamo quando arriveranno ufficialmente.

L’articolo La famiglia Honor 50 arriverà il 16 giugno: la nuova vita di Honor (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


La famiglia Honor 50 arriverà il 16 giugno: la nuova vita di Honor (foto)

Secondo update per la famiglia Zenfone 8: changelog identico al precedente, ma c’è qualche novità

Nella giornata di ieri vi abbiamo parlato del primissimo aggiornamento per la famiglia Zenfone 8: le maggiori novità sono state la Priority Mode, che consente di selezionare dei contatti in grado di bypassare la modalità Mute e la possibilità di forzare la dark mode per tutte le app.

LEGGI ANCHE: OnePlus TV arriverà presto in Europa

Nelle scorse ore è però stato rilasciato un ulteriore update per entrambi i dispositivi: in particolare, per Zenfone 8 l’aggiornamento ha versione 30.11.51.41 e per Zenfone 8 Flip ha versione 30.11.55.37. Il changelog è praticamente lo stesso degli aggiornamenti rilasciati ieri, ma c’è qualche novità: è stata infatti aggiunta la modalità Document nella fotocamera, sono stati apportati miglioramenti a quest’ultima ed è stata aggiunta una modalità ad una mano.

Entrambi gli aggiornamenti sono in fase di rollout e potete controllarne la disponibilità dalle impostazioni del dispositivo. Ad ogni modo, vi lasciamo ai changelog completi per entrambi gli update.

  • Improved system stability
  • Improved system performance
  • Improved camera quality
  • Added Document mode to the ASUS Camera
  • Adjusted the opening animation of the front camera
  • Added one-hand mode and guidance instructions
  • Added priority mode in ASUS Settings
  • Added search function in Force Dark Mode
  • Added capsule-style icon in the status bar for specific scenarios such as phone call, sound recording, etc.
  • Updated Android security patch
  • Improved fingerprint unlock animation
  • Enabled VoLTE on Telia (Lithuania)
  • Enabled VoLTE & VoWifi on ICE (Norway)

  • Improved system stability
  • Improved system performance
  • Improved camera quality
  • Added Document mode to ASUS Camera
  • Added new feature that launch ASUS Camera automatically while Rhinoshield cover slide down
  • Added one-hand mode and guidance instructions
  • Added priority mode in ASUS Settings
  • Added search function in Force Dark Mode
  • Added capsule-style icon in the status bar for specific scenarios such as phone call, sound recording, etc.
  • Updated Android security patch
  • Improved fingerprint unlock animation
  • Enabled VoLTE on Telia (Lithuania)
  • Enabled VoLTE & VoWifi on ICE (Norway)

L’articolo Secondo update per la famiglia Zenfone 8: changelog identico al precedente, ma c’è qualche novità sembra essere il primo su AndroidWorld.


Secondo update per la famiglia Zenfone 8: changelog identico al precedente, ma c’è qualche novità

La famiglia Vivo X60 detiene un primato assoluto in tema fotografico, ecco quale (foto)

Vivo è una delle azienda cinese produttrici di smartphone che più è attiva nell’ultimo periodo, e sta preparando il lancio della sua nuova serie di top di gamma, la famiglia Vivo X60.

Alla fine dello scorso anno Vivo si è lanciata ufficialmente nel mercato italiano, pertanto i dispositivi che sta preparando ci interessano da vicino. Nelle ultime ore sono trapelati interessanti novità sulla serie Vivo X60, che includerà un modello standard, Vivo X60 Pro e X60 Pro+, che già conosciamo dopo il lancio avvenuto per il mercato cinese. Tra pochi giorni tali dispositivi debutteranno a livello globale e arriveranno con una novità assoluta per il settore smartphone, che riguarda il comparto fotografico.

LEGGI ANCHE: Vivo X51, la recensione

La novità consisterà nell’implementazione della tecnica chiamata pixel shift per il comparto fotografico. Questo algoritmo è già usato in macchine fotografiche DSLR ma finora non è mai stato implementato su smartphone. Le immagini che vedete in galleria mostrano brevemente in cosa consiste e perché sarebbe migliore delle attuali tecniche impiegate dagli altri smartphone: finora infatti le fotocamere degli smartphone si sono basate sul pattern Bayer, per il quale ogni pixel include una matrice di sotto pixel in grado di essere sensibili a un solo colore, non equamente ripartiti tra verde, blu e rosso (perché l’occhio umano è più sensibile al verde), una procedura che implica delle imperfezioni perché per colmare i gap che vedete tra sotto pixel è necessaria un’interpolazione software.

Pertanto, quanto scattato dalle attuali fotocamere degli smartphone è frutto anche di interpolazione, non per forza sempre corrispondente all’immagine reale. La serie Vivo X60 invece potrà contare sul pixel shift: questo implica appunto uno shift, sia in senso verticale che in senso orizzontale, della matrice di sotto pixel in modo da non dover ricorrere all’interpolazione per realizzare digitalmente l’immagine che “vede” il sensore. Per farlo è necessario che lo smartphone scatti più foto della stessa scena, rapidamente in modo che l’utente non avverta tale procedura.

Vivo ancora non ha condiviso i dettagli sulla nuova tecnica che ha implementato sui suoi X60, ma i risultati dovrebbero corrispondere a degli scatti con maggiori dettagli e tonalità maggiormente fedeli. Qui sotto trovate un esempio della resa del pixel shift sulla Alpha 7R IV di Sony.

L’articolo La famiglia Vivo X60 detiene un primato assoluto in tema fotografico, ecco quale (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


La famiglia Vivo X60 detiene un primato assoluto in tema fotografico, ecco quale (foto)

OPPO Find X3 sta arrivando: la nuova famiglia di flagship verrà presentata l’11 marzo (foto)

OPPO si prepara a lanciare i suoi nuovi top di gamma, parliamo dei dispositivi che arriveranno nell’ambito della serie Find X3 e che dovrebbero corrispondere almeno a tre modelli. Nelle ultime ore è emersa la data di presentazione ufficiale.

Stando a quanto riferito dal teaser che trovate nella galleria in basso, la serie OPPO Find X3 verrà presentata ufficialmente il prossimo 11 marzo in Cina, alle ore 12:30 italiane. La grafica non fa alcun riferimento al numero di dispositivi che verranno svelati e alle loro caratteristiche tecniche. Stando ai rumor emersi in precedenza, ci aspettiamo OPPO Find X3, X3 Pro, X3 Neo e (forse) X3 Lite. Ci si aspetta la variante Pro con Snapdragon 888, mentre quella standard con il nuovo Snapdragon 870.

LEGGI ANCHE: CarDongle, la recensione

Per maggiori dettagli sui rumor finora trapelati riguardo le specifiche tecniche dei prossimi OPPO Find X3 vi rimandiamo a questo nostro articolo in cui ne abbiamo parlato. Per avere tutte le conferme ufficiali bisognerà aspettare l’11 marzo.

L’articolo OPPO Find X3 sta arrivando: la nuova famiglia di flagship verrà presentata l’11 marzo (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


OPPO Find X3 sta arrivando: la nuova famiglia di flagship verrà presentata l’11 marzo (foto)