I passi falsi di WhatsApp e Twitter fanno volare Telegram

AGI – Telegram ha registrato 25 milioni di nuovi utenti nelle ultime 72 ore. Lo ha dichiarato il suo fondatore, Pavel Durov. L’annuncio arriva nel momento in cui WhatsApp, principale rivale dell’app di messaggistica, è al centro di numerose polemiche per via dell’aggiornamento dei termini di utilizzo che consentiranno di condividere più dati con Facebook.

Durov, 36 anni, di cui qualcuno passato in Italia durante l’infanzia, ha dichiarato sul suo canale Telegram che l’app ha registrato oltre 500 milioni di utenti attivi mensili nelle prime settimane di gennaio e “25 milioni di nuovi utenti si sono uniti a Telegram solo nelle ultime 72 ore”.

Durov non cita mail l’app rivale, ma spiega che, a suo avviso, “la gente non vuole più scambiare la propria privacy con servizi gratuiti”.

I nuovi termini di WhatsApps hanno suscitato critiche in quanto gli utenti extraeuropei che non accettano le nuove condizioni prima dell’8 febbraio saranno tagliati fuori dall’applicazione di messaggistica. Durov martedì ha detto che Telegram è diventato il “più grande rifugio” per quanti cercano una piattaforma di comunicazione privata e sicura e ha assicurato ai nuovi utenti che il suo team “prende questa responsabilità molto seriamente”.

Telegram è stata fondata nel 2013 dai fratelli Pavel e Nikolai Durov, che hanno anche fondato il social network russo VKontakte. Una delle caratteristiche che l’hanno resa popolare è il rifiuto di collaborare con qualsiasi autorità e di consegnare le chiavi di cifratura dei messaggi, il che ha portato al suo divieto in diversi Paesi, tra cui la Russia. Anche se sul finire dello scorso anno Mosca ha annunciato che revocherà il divieto. 

@arcamasilum


I passi falsi di WhatsApp e Twitter fanno volare Telegram

App più redditizie di dicembre 2020: i video fanno da padroni

Come ogni mese, il sito Sensor Tower condivide quelle che sono le applicazioni che hanno reso di più durante il mese appena trascorso.

Per quanto riguarda dicembre 2020, l’app che ha generato più incassi è stata TikTok. Il celebre social network cinese ha generato circa 142 milioni di dollari, triplicando il risultato ottenuto l’anno precedente. Di questi, circa l’86% proviene dall’app Douyin, versione del social presente solo su territorio cinese, il 7% dagli Stati Uniti e il 2% dalla Turchia.

LEGGI ANCHE: La famiglia Moto G del 2021 si mostra in alcuni render

Medaglia d’argento per YouTube, che si riconferma la seconda app per ricavi ottenuti, stesso risultato di novembre. Sono circa 95 milioni di dollari i ricavi per l’app di condivisione video di Google, con ben il 52% di questi provenienti dagli USA. Terzo e quarto porto per Tinder e Disney+, che ci fa capire come le applicazioni in qualche modo legate alla multimedialità (ad eccezione di Tinder) siano le più popolari tra gli utenti.

Differenze si notano se confrontiamo i dati dei due principali store di applicazioni: mentre su App Store di Apple la “classifica” è del tutto analoga, soprattutto nelle prime posizioni, su Play Store la situazione cambia e Google One si trova al primo posto delle app più redditizie, seguita da Disney+ e Piccoma, servizio in abbonamento attivo in Giappone per manga.

L’articolo App più redditizie di dicembre 2020: i video fanno da padroni sembra essere il primo su AndroidWorld.


App più redditizie di dicembre 2020: i video fanno da padroni

L’app YouTube ora vi invita ad Esporare i video che fanno Tendenza (foto)

Con uno switch lato server Google sta portando a tutti gli utenti da mobile una nuova sezione nell’app Youtube. Quella che fino a poco fa si chiamava “Tendenze” è stata ribattezzata in “Esplora” e ampliata per offrire anche altri contenuti. Se fate attenzione probabilmente potrete anche notare la variazione del nome e dell’icona alla prima apertura dell’app.

La nuova sezione è stata in test per un po’ ed ora Google la porta a tutti i dispositivi mobili, mentre l’interfaccia da Web rimane inalterata (al momento). Ora accanto alla Tendenze troviamo un gruppo di pulsanti che danno accesso a categorie di contenuti da esplorare in base al tema: Musica, Videogiochi, Notizie, Film e Moda e bellezza. Per gli utenti in lingua inglese sembra esserci anche la sezione Learn, non presente in italiano.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sul nuovo operatore unificato WindTre

Scorrendo la pagina c’è un feed di filmati guidati da i video di tendenza. Google approfitta dell’occasione per far sapere che mentre il feed è personalizzato per ognuno, le tendenze sono uguali per tutti gli appartenenti a una nazione/regione.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo L’app YouTube ora vi invita ad Esporare i video che fanno Tendenza (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld