Una guida gratuita per scoprire cibi e vini della provincia di Ferrara.

L’Italia non finisce mai di stupire e ogni territorio si fa in quattro per far conoscere le delizie che lo contraddistinguono.

Stampata in 16mila copie grazie a un bando della Destinazione Romagna – PTPL, la guida tascabile Food Experience della Strada dei Vini e dei Sapori della provincia di Ferrara è gratuita e si propone di colmare questo vuoto e di offrire una breve ma esaustiva e aneddotica panoramica sui prodotti alimentari più caratteristici del territorio, uscendo dagli schemi per includere ingredienti e piatti storici o innovativi, pietanze esclusive o ereditate da altre tradizioni, fino a quelle sulla cui origine si dibatte da sempre. L’intento è quello di fornire un mezzo per approfondire e trasformare un piccolo momento di piacere in una grande esperienza.

 

Dal grano, che nella pianura ferrarese si coltivava già nel Medioevo, fino alla caratteristica Coppia IGP, risalente al Carnevale del 1536 – anno nel quale il libro di Cristoforo da Messisburgo testimonia la presenza di quei “60 pastelletti e piccioli di pasta reale ripieni” che darebbero alla città estense l’inequivocabile paternità di cappellacci e tortellini – le pietanze tipiche della provincia di Ferrara diventano quindi il punto di partenza o quello di transito per un viaggio nel tempo e nella storia. Si esce dal piatto e si vola nei secoli, semplicemente gustando un sapore che magari si nasconde agli occhi, come quello del sale di Comacchio, o immaginando scene antiche di sudore e di vita nei campi evocate dal riso del Delta, dagli asparagi e dall’aglio di Voghiera.

 

Per informazioni: Associazione Strada dei Vini e dei Sapori della Provincia di Ferrara
Via Borgo dei Leoni 11 44121 Ferrara

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta hotel Saturnia

Tutti a Ferrara per volare in mongolfiera.

Ogni prima domenica del mese, si parte all’alba per un volo di circa un’ora e mezza.

Un sogno che diventa realtà si innalzano i grandi palloni colorati pronti a guardare la città, le sue meraviglie artistiche e i suoi giardini nascosti, dall’alto. Un’esperienza da non perdere.

 

Si parte all’alba, alle 6.00, dopo aver assistito alle pratiche di montaggio della mongolfiera si decolla, l’atterraggio, dopo circa un’ora e mezza avviene in una zona pianeggiante individuata dal pilota. Subito dopo si fa colazione per poi fare rientro con l’equipaggio o in bicicletta al punto di partenza.

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta hotel Saturnia

Ferrara, il Palio di Maggio, una tradizione che si ripete dal lontano 1259.

Splendori rinascimentali per il Palio più antico del mondo  nato per festeggiare il marchese della città “Novello d’Este”.

Il centro storico estense, che ha conservato intatta la sua anima rinascimentale, tra palazzi e monumenti che lasciano rivivere i fasti di corte, diventa a maggio il luogo di avvincenti corse cavalleresche, tra sbandieratori, danzatrici, cene d’epoca e coinvolgenti eventi.

 

Quest’anno, nei giorni del Palio, ricorre anche il 50esimo anniversario della rievocazione storica, organizzato dall’Ente Palio di Ferrara, con un programma ricco di sorprese, da vivere con il consorzio Visit Ferrara, che propone pacchetti speciali per il soggiorno nella splendida città parte del Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

 

Le Corse del Palio si terranno domenica 27 maggio 2018 nella storica Piazza Ariostea.
A competere, come da tradizione, i quattro rioni che si trovano dentro le “mura” e i quattro borghi. Il palio rosso di San Romano corrisponde alla Corsa dei Putti, il palio verde di San Paolo alla Corsa delle Putte, il palio bianco dedicato a San Maurelio alla Corsa delle Asine e il palio giallo o dorato di San Giorgio alla Corsa dei Cavalli.
Chi conquisterà gli ambiti 4 Palii di Ferrara?

Prima del gran finale, tanti gli eventi ogni fine settimana. Il 12 e 13 maggio 2018, spazio agli Antichi Giochi delle Bandiere, sabato 19 maggio è invece il giorno del Magnifico Corteo con figuranti in abiti rinascimentali che eleganti sfilano da Corso Ercole I d’Este per attraversare il cuore della città, per poi dare vita agli Spettacoli a Corte in Piazza Municipale.
Venerdì 25 e sabato 26 maggio in Piazza Ariostea si può assistere alle scenografiche Prove dei Cavalli ai Canapi e alla benedizione dei Palii con l’Offerta dei Ceri in Duomo. Per la sera, le contrade organizzano gustose Cene Propiziatorie presso le loro prestigiose sedi.

 

 

Il consorzio Visit Ferrara propone pacchetti per il soggiorno e vantaggi durante tutti gli eventi del Palio di Ferrara. Per il fine settimana di sabato 19 e domenica 20 maggio l’offerta di 2 giorni con notte in hotel centrale e prima colazione, un biglietto per la visita guidata “Raccontare Ferrara”, un light dinner alla caffetteria del Castello Estense, il posto riservato per gli Spettacoli a Corte di sabato sera e un biglietto alla mostra di Palazzo dei Diamanti “Stati d’animo. Arte e Psiche tra Previati e Boccioni”, con lo sconto del 10% sul catalogo della mostra, parte da 115 euro a persona.
 

Per vivere le Corse del Palio del 27 maggio, c’è il pacchetto “Il Palio di Ferrara” di 2 giorni che comprende una notte in hotel centrale con prima colazione, una Cena Propiziatoria delle contrade a scelta, il posto riservato per assistere alle gare, la visita guidata “Raccontare Ferrara” e un biglietto per la mostra di Palazzo dei Diamanti con 10% di sconto sul catalogo, a èpartire da 145 euro a persona.
Oppure l’offerta di 3 giorni, che include 2 notti in hotel e tutti i servizi sopra elencati, oltre ad un light lunch alla caffetteria del Castello Estense e la possibilità di assistere alla Benedizione dei Palii il venerdì sera nel Duomo di Ferrara per 235 euro a persona.

 

Foto-di-Alessandro-Castaldi

 

Master Viaggi News – Regioni e Province (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta