Galaxy Z Fold 3 e Z Flip 3 potrebbero avere una nuova “armatura” speciale (foto)

Cresce l’attesa per i nuovi smartphone top di gamma che lancerà Samsung per la prossima estate, che non saranno i Galaxy Note ma i nuovi pieghevoli Galaxy Z Fold 3 e Z Flip 3.

Nelle ultime ore sono trapelati nuovi dettagli su Samsung e che potrebbero riguardare proprio i nuovi pieghevoli dell’azienda sudcoreana. Sono emerse infatti delle nuove certificazioni relative a due nuovi prodotti di Samsung: questi sono identificati come Armor Skin e Armor Layer e dovrebbero corrispondere a due nuovi rivestimenti che Samsung implementerà sui suoi smartphone. Abbiamo visto il loro analogo con la Ceramic Shield di iPhone 12 Pro.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy A52 5G, la recensione

Stando all’ipotesi fatta da LetsGoDigital, questi due nuovi rivestimenti potrebbero essere destinati ai nuovi pieghevoli di Samsung, Galaxy Z Fold 3 e Z Flip 3. È bene notare come le certificazioni riferiscano che i rivestimenti potrebbero riguardare anche gli smartwatch oltre che gli smartphone.

Al momento non è chiaro dunque se i prossimi pieghevoli di Samsung arriveranno con tali nuovi rivestimenti ma di certo sappiamo che l’azienda sta investendo anche nei rivestimenti esterni per i suoi prossimi dispositivi. Torneremo ad aggiornarvi non appena ne sapremo di più.

L’articolo Galaxy Z Fold 3 e Z Flip 3 potrebbero avere una nuova “armatura” speciale (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Galaxy Z Fold 3 e Z Flip 3 potrebbero avere una nuova “armatura” speciale (foto)

Samsung risolve i problemi di Android 11 beta per Galaxy Z Flip, la One UI 3.0 in arrivo per Galaxy S10 e Z Fold 2

Samsung si dimostra molto attiva nel campo degli aggiornamenti software, ripristinando il programma beta di Android 11 per Galaxy Z Flip. Inoltre, arrivano buone notizie anche per i possessori di Galaxy S10 e Z Fold 2.

Samsung ha avviato da ormai diverse settimane il programma di beta testing della One UI 3.0, la nuova versione della sua interfaccia proprietaria basata su Android 11. Tra i dispositivi che hanno già potuto provarla c’è Galaxy Z Flip: dopo il primo rilascio diversi utenti hanno lamentato dei problemi rilevanti con la build beta, in particolare riguardanti il battery drain, al punto da convincere Samsung a ritirare momentaneamente la stessa beta. Nelle ultime ore il produttore sudcoreano ha fatto sapere di aver risolto i problemi e ha ripristinato il rilascio della beta per Z Flip.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Z Fold 2, la recensione

Inoltre, altri dispositivi dovrebbero unirsi presto al programma di beta testing della One UI 3.0: si tratta della serie Galaxy S10 e del nuovo pieghevole Galaxy Z Fold 2.

Ribadiamo che Samsung non ha ancora aperto il programma di beta testing di Android 11 agli utenti italiani. Per come stanno attualmente le cose, per vedere Android 11 dovremo attendere il rilascio delle build stabili: in questo articolo abbiamo elencato i vari modelli di smartphone che dovrebbero ricevere il major update.

L’articolo Samsung risolve i problemi di Android 11 beta per Galaxy Z Flip, la One UI 3.0 in arrivo per Galaxy S10 e Z Fold 2 sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Patch di sicurezza di maggio per Galaxy Fold, Z Flip, A50 e le serie Galaxy S20, S10 e Note 10 (aggiornato)

Dopo aver atteso forse più del dovuto l’aggiornamento ad Android 10, ora Galaxy Fold vuole precorrere i tempi. Samsung ha infatti iniziato a rilasciare un nuovo update, che porta in dote le patch di sicurezza di maggio 2020, oltre a diverse novità per il comparto fotografico.

Il nuovo firmware è contraddistinto dal numero di versione F900FXXU3BTDD ed introduce molte funzionalità fotografiche già viste al momento del lancio della nuova famiglia Galaxy S20. Si tratta di Single TakeNight Hyperlapse, la modalità Pro per i video, filtri personalizzati e la possibilità di registrare video in 4K a 60 fps anche tramite la fotocamera frontale.

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung Galaxy Z Flip

Per il momento, l’aggiornamento è indirizzato alla variante LTE di Galaxy Fold, venduta sul mercato francese ad esempio, ma presto dovrebbe essere esteso anche alla variante 5G venduta in Italia.

Aggiornamento30/04/2020

Dalla rete giungono segnalazioni di un nuovo aggiornamento anche per le serie Galaxy S20 e Note 1o, con in dote le patch di sicurezza di maggio 2020. Il nuovo firmware per i Galaxy S20 ha il numero di versione G98xxXXS2ATD5, mentre per Galaxy Note 10 e Note 10+ è N97xFXXS4CTD1. Entrambi verranno distribuiti gradualmente su tutti i dispositivi nell’arco dei prossimi giorni.

Aggiornamento04/05/2020

Giungono da Belgio e Paesi Bassi le segnalazioni circa il rilascio delle patch di sicurezza di maggio 2020 anche per Galaxy S10, Galaxy S10+ e Galaxy S10e. Il nuovo firmware ha il numero di versione G97xFXXS5CTD1 e presto dovrebbe toccare anche gli altri Paesi europei.

Lo stesso vale per l’altro pieghevole di casa Samsung, ovvero Galaxy Z Flip (numero versione F700FXXS1ATD9), e per l’unico smartphone di fascia media per ora raggiunto da questa tornata di aggiornamenti, ovvero Galaxy A50 (numero versione A505FNXXS4BTCA).

Aggiornamento06/05/2020

Dopo averle distribuite già sui diversi modelli, Samsung ha spiegato più nel dettaglio il contenuto delle ultime patch di sicurezza. Oltre ai fix apportati da Google, il produttore coreano ha ulteriormente sistemato 19 vulnerabilità scoperte nelle ultime settimane nei firmware Samsung.

L’articolo Patch di sicurezza di maggio per Galaxy Fold, Z Flip, A50 e le serie Galaxy S20, S10 e Note 10 (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Il portatile Asus ZenBook Flip 14, pensato per il multitasking

“Multitasking” è la parola che racchiude al meglio questi ultimi anni, sia per quanto riguarda il mondo lavorativo, sia per la vita di tutti i giorni. Il dividersi fra gli impegni quotidiani, la voglia di relax, le deadline da rispettare e le task da portare a termine a volte possono sembrare un’impresa.

Per questo asus ha rinnovato il suo portatile convertibile da 14 pollici ZenBook Flip (UM462), alimentato da un processore AMD e con una Cerniera ErgoLift 360 gradi che adopera un’azione di apertura senza scatti per sostenere il display in modo sicuro in qualsiasi angolazione. Questo permette a ZenBook Flip 14 di essere utilizzato in modalità laptop, tablet, in stand o in posizione tenda – o qualsiasi altro grado di apertura – garantendo la massima versatilità. Il meccanismo della cerniera, costruito interamente in metallo, è testato su 20.000 cicli di apertura/chiusura. Per mantenere alto il comfort durante la digitazione, la cerniera ErgoLift solleva e inclina contemporaneamente la tastiera quando il laptop viene aperto oltre i 135°.

ZenBook Flip 14 è dotato di NumberPad, alternativa alla mancanza di un tastierino numerico dedicato sui portatili di piccole dimensioni. Nell’uso quotidiano, NumberPad si rivela un touchpad per Windows rivestito in vetro con supporto multi-gesture. Un tocco dell’icona NumberPad sul touchpad lo trasforma in una tastiera illuminata a LED con un layout per l’inserimento dei dati.

ZenBook Flip 14 è dotato anche di una telecamera IR per un rapido accesso biometrico. La webcam si trova in alto – la posizione preferita dagli utenti – nonostante le cornici ultra-sottili. Pur essendo soggetta a una riduzione di dimensioni, la telecamera è dotata di un obiettivo a 4 elementi, supporta Asus Pen e Windows Ink,

Soddisfa inoltre il severo standard militare MIL-STD-810G per la solidità e la durata dei materiali, sottoponendosi a test per garantirne il corretto funzionamento in ambienti difficili, tra cui altitudini, temperature e umidità estreme. È dotato di processore AMD Ryzen serie 3000 e fino a 16GB di RAM.

ASUS ZenBook Filp 14 (UM462) è disponibile con un prezzo consigliato al pubblico a partire da 749 euro​.

Agi

Xiaomi: arrivano conferme sul pieghevole in stile Z Flip

Che Xiaomi fosse al lavoro per uno smartphone pieghevole lo sapevamo da tempo, ma sebbene alcune previsioni lo dessero per pronto nel 2019, ancora non abbiamo visto nulla da parte della società cinese (se non alcuni brevetti).

Le notizie di oggi sembrano però smuovere qualcosa, almeno per quanto riguarda il formatoa conchiglia“, che finora abbiamo visto commercializzata da Motorola e Samsung in due varianti, rispettivamente razrZ Flip.

LEGGI ANCHE: Fortnite ufficialmente disponibile sul Play Store

Secondo ZDNet Korea, in contatto con alcuni insider, Xiaomi starebbe infatti sondando il terreno con la stessa Samsung ed LG per la produzione in massa di un display pieghevole OLED a partire dalla seconda metà del 2020.

Una scelta che, secondo la stessa fonte, sarebbe dettata dalla volontà di non scendere a compromessi sulla qualità dello schermo. L’alternativa sarebbe stata rivolgersi ai produttori del plastic OLED di razr: BOE e CSOT. Che sia il caso di aspettarsi prezzi altrettanto premium?

L’articolo Xiaomi: arrivano conferme sul pieghevole in stile Z Flip sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld