YouTube in futuro potrebbe farvi scegliere nelle impostazioni la qualità video che preferite

Lo sappiamo benissimo: quando avviamo un nuovo video su YouTube possiamo scegliere la qualità video che preferiamo (o la abbassa di proposito per ottime ragioni). Ma non sarebbe meglio avere una impostazione predefinita che ci permetta, magari, di puntare al massimo risparmio dei dati? In futuro potrebbe essere così.

XDA Developers ha infatti spulciato nel codice di YouTube 15.12.33 e ha beccato qualche nuova stringa che parla chiaramente di “Preferenze qualità video“, con alcune opzioni che parlano di “maggiore qualità” o “risparmio dati“, differenziando anche la qualità in base alla rete a cui si è collegati (Wi-Fi o rete mobile).

LEGGI ANCHE: Il MWC 2020 annuncia che rimborserà i soldi dei biglietti per l’evento cancellato causa coronavirus

Questi cambiamenti potrebbero arrivare in futuro, come potrebbero essere scartati: il fatto di aver trovato qualche riferimento all’interno del codice non ci assicura assolutamente che riceveremo ciò che è stato trovato. Certo è che potrebbe far comodo una voce del genere all’interno delle impostazioni. Voi la usereste?

L’articolo YouTube in futuro potrebbe farvi scegliere nelle impostazioni la qualità video che preferite sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

“Tutti a bordo per un futuro in salute”: il 14 dicembre Conferenza finale di Eupati a Bruxelles

È tempo di bilanci per l’Accademia dei Pazienti Onlus, che in Italia sostiene il progetto EUPATI (European Patients’ Academy on Therapeutic Innovation), il network europeo focalizzato sull’educazione e la formazione al fine di aumentare la capacità e la possibilità dei pazienti di comprendere l’attività di ricerca e sviluppo dei farmaci e contribuirvi. Il momento scelto per riflettere sulle attività portate avanti nel corso dell’anno è la Conferenza “Tutti a bordo per un futuro in salute”, in programma a Bruxelles il 14 dicembre e a cui parteciperà anche il Direttore Generale AIFA Mario Melazzini attraverso un videomessaggio.

Continua

Attualità per i cittadini