Festival della fiaba rivolto agli adulti, dal 14 al 16 Giugno a Modena.

Con il Patrocinio della Regione Emilia Romagna, del Comune di Modena, dell’Università di Bologna e del dipartimento di Scienze dell’Educazione torna la sesta edizione con il tema "La Follia"

Quella di quest’anno sarà una versione itinerante che si svolgerà presso il circolo culturale Filatoio e varie altre  location nel quartiere adiacente al Museo casa Enzo Ferrari.
Tre giorni di narrazioni in voce semplice, conferenze, performance, spettacoli, Workshop e tante iniziative dedicate quest’anno al tema della "Follia"

 

Torna la manifestazione unica sul territorio nazionale per originalità e target di riferimento nata da un progetto di Nicoletta Giberti, performer e regista teatraleche da anni indaga attraverso linguaggi eterogenei il genere "Fiaba" con uno sguardo ampio e profondo. Tema caratterizzante di quest’anno sarà la "Follia", declinata e indagata in diversi aspetti e sfumature, a cominciare da una serie di conferenze dedicate in cui scrittori, professori e pensatori approfondiranno il filo conduttore proposto dal Festival. 

 

Nell’ambito della sesta edizione del Festival, quest’anno pensata per un pubblico esclusivamente adulto, ogni evento sarà in dialogo con lo spazio che lo ospita: ecco allora che la camera 22 dell’hotel La Pace sarà la location perfetta per ascoltare la storia di Cappuccetto Rosso, così come lo spazio ProgettoLavoratorio ospiterà alcune conferenze, mentre Loom coworking di Laura Turrini, Factory 107, Ron Varadero – dove si importa il Rum – l’Atelier di Andrea Cappucci, lo spazio di Marco Brunetti, l’Officina di restauro di auto e moto d’epoca El Grippo e le botteghe di alcuni artigiani (falegnami e fabbri) accoglieranno altre fiabe ed eventi. Il salone di un appartamento privato sarà un altro luogo a cui accedere – rigorosamente suonando il campanello – per ascoltare una fiaba, restituendo così al pubblico l’atmosfera di casa, mentre il giardino della cultura turca di Modena sarà la sede di una performance itinerante per uno spettatore alla volta.

Tanti anche gli spettacoli – con un biglietto dal costo variabile e prenotazione obbligatoria – tra cui, da non perdere, "Il Sapere perduto: un viaggio tra caduta, compimento e metamorfosi":un percorso itinerante, ideato e diretto da Nicoletta Giberti, direttrice artistica del Festival della Fiaba, dedicato ai disegni di Gea Zoda- figlia dell’artista e incisora Andreina Bertelli e del pittore Italo Zoda, frequentatori tra gli altri di Renato Guttuso, Leonardo Sciascia e Dacia Maraini – che, cresciuta immersa nell’arte e stimolata dal percorso narrativo intrapreso al Festival e dal tema della Follia, per la prima volta in questa occasione mostrerà le sue opere al grande pubblico, in un modo assolutamente originale e "folle".

 

"Dopo cinque edizioni in cui abbiamo cercato spazi potenti, bellissimi e accoglienti, abbiamo deciso di spostare lo sguardo su un quartiere difficile di Modena, ma che ha un grande potenziale, perchè ricco di verità e libertà- spiega Nicoletta Giberti, direttrice artistica e ideatrice del Festival della Fiaba – Non a caso il Filatoio sorge esattamente lì e, da due anni, brilla e brulica di iniziative e persone che lo frequentano entusiaste e grate di ciò che incontrano. Perché l’intento del Festival della Fiaba è anche quello di portare luce e bellezza in questi luoghi, per aprire riflessioni personali e collettive. E la manifestazione nasce dallo stesso impulso che nel tempo ha mosso l’uomo a raccontare fiabe: l’incontro con il substrato inconscio e l’effetto vivificante che se ne trae, raccontandole, leggendole o semplicemente ascoltandole. La fiaba è fatta di simboli che si ripetono dalle origini in tutto il mondo, ed è nata per gli adulti, i bambini erano ascoltatori occasionali, di passaggio".

 

Ecco allora un Festival unico su tutto il territorio nazionale, che ricrea quello che un tempo veniva definito "focolare", celebrando il rito della narrazione e predisponendo i suoi visitatori a uno stato di ascolto, perché le fiabe mettono in scena da sempre la stessa storia: l’identificazione del sé. Ogni volta che una fiaba della tradizione viene raccontata, qualcosa di prezioso viene condiviso e compreso da tutti in un’epifania personale e collettiva.

Master Viaggi News – Regioni e Province (Ultime 10 News Inserite)

Aviosuperficie San Martino a Ceresara (Mantova), 2 giugno 2019, Raduno di aerei storici.

Museo Volante dalle ore 10 al tramonto: si potranno ammirare i velivoli facenti parte del Museo Volante di Giovanni Marchi e Silvia Sorlini.

Il raduno, giunto alla sua quarta edizione, si avvale della partecipazione di Museo Volante e di HAG e della collaborazione di Luciano Sorlini spa, MarteS Museo d’Arte Sorlini ed Aopa Italia ed è inoltre posto sotto l’egida del Comune di Ceresara.

 

 

Tutti gli aerei storici partecipanti sono perfettamente restaurati e volanti e durante tutta la giornata il pubblico potrà ammirarli sulla pista ed anche in volo. Sono inoltre previste visite guidate, durante le quali gli stessi piloti illustreranno la storia, i particolari costruttivi e le prestazioni dei vari aerei.

 

Gli atterraggi, per motivi di spazio, saranno principalmente riservati agli aerei storici ed in ogni caso coordinati con gli organizzatori.

 

Sul posto sarà attivo un punto di ristoro.

 

 

 

Informazioni

 

 

Aviosuperficie San Martino, Via San Martino, 68, Ceresara (Mantova)

 

Coordinate 45°15’52”N 10°31’54”E

Orientamento 14-32

Lunghezza 870 metri

Frequenza Radio 130.00

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta hotel Saturnia

A Modena, dal 7 al 17 Giugno, vanno in scena le Arti Visive.

”Festival della Fiaba”,  Mostre, conferenze, spettacoli, narrazioni in voce semplice, concerti, workshop e tanto altro per una manifestazione pensata per un pubblico adulto.

Una grande mostra dell’artista Paolo Franzoso, conferenze, spettacoli, performance, esposizioni d’arte visiva, narrazione di fiabe in voce semplice, oltre a workshop, momenti dedicati al gusto e altro ancora: tanti gli appuntamenti ideati ad hoc in programma per la quinta edizione del Festival della Fiaba, da giovedì 7 a domenica 17 giugno nel Complesso San Paolo, la nuova location del Festival, in centro storico a Modena.

 

Nei suggestivi cortili nascosti nel cuore della città emiliana ritorna la manifestazione unica sul territorio nazionale per originalità e target di riferimento. Nata da un progetto di Nicoletta Giberti, performer e regista teatrale che da anni indaga attraverso linguaggi eterogenei il genere “Fiaba” con uno sguardo ampio e profondo, l’iniziativa ha quest’anno come tema caratterizzante la “Volontà”.

 

Nell’edizione di quest’anno saranno protagoniste le Arti Visive con una grande mostra di Paolo Franzoso a cura Marco Bertoli, esperto e mercante d’Arte e consulente per il Dipartimento di Arte Europea del XIX secolo da Christie’s a New York e Londra – nuovo responsabile della sezione dedicata del Festival – dove combinazioni creative caleidoscopiche tra disegni, collage, pensieri, riflessioni e idee ipnotizzeranno lo spettatore emergendo da piccoli dettagli.

La volontà sarà poi declinata e indagata in diversi aspetti e sfumature, a cominciare da una serie di conferenze dedicate: tra gli altri scrittori, professori e pensatori come Michele Collina, Adriana Querzè, oltre a Magda Indiveri e Mario Ferraguti approfondiranno il filo conduttore proposto dal Festival in un ciclo di incontri – a ingresso gratuito – che si svolgeranno ogni sera nei cortili location del Festival.
Le fiabe della tradizione saranno, anche per questa edizione, le protagoniste assolute, con un momento dedicato ogni sera in un luogo prezioso, intimo, per un massimo di trenta uditori.
Per la prima volta oltre le fiabe tedesche, norvegesi e russe, verrano presentate anche le fiabe italiane di Basile e Calvino.

 

Spazio anche al gusto, che ha un ruolo chiave all’interno del Festival: per tutta la durata della manifestazione sarà infatti attivo un punto ristoro a cura della cucina del Filatoio – il circolo culturale sede del Festival della Fiaba – in cui si crea il foyer del teatro.

 

Il Festival nasce per abbattere le frontiere tra le discipline, creare una via per aprire il pensiero, suscitare domande e incontrarsi, in quanto la fiaba, con il suo messaggio sociologico e archetipico, è il canale ideale per indagare le dinamiche umane.
“Il Festival della Fiaba nasce dallo stesso impulso che nel tempo ha mosso l’uomo a raccontare fiabe: l’incontro con il substrato inconscio e l’effetto vivificante che se ne trae, raccontandole, leggendole o semplicemente ascoltandole – spiega Nicoletta Giberti, direttrice artistica e ideatrice della manifestazione – la fiaba è fatta di simboli che si ripetono dalle origini in tutto il mondo, ed è nata per gli adulti, i bambini erano ascoltatori occasionali, di passaggio”.

 

Il Festival della Fiaba è una manifestazione rivolta a un pubblico adulto – in quanto le fiabe nascono per gli adulti – ma i bambini saranno accolti con un appuntamento pensato esclusivamente per loro domenica 17 giugno.

www.festivaldellafiaba.com

Nella foto: "I colori dell’anima" di Paolo Franzoso (2015) collage, acrilico, vernice cm. 102 x 71,5

Master Viaggi News – Regioni e Province (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta

Canada, Las Palmas e Alicante da Giugno faranno parte del network Tap Portugal.

Dal 10 Giugno 5 frequenze settimanali dall’hub di Lisbona verso Toronto e voli giornalieri per Las Palmas nelle Canarie e per Alicante in Spagna.

 

 

Rotta

 

Frequenza

Orario (local time)

Lisbona – Toronto

 

lunedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica

 

andata 19:05 – 22:20

ritorno  00:10 – 12:15

Lisbona – Las Palmas

 

volo giornaliero

andata 10:40 – 13:00

ritorno 13:40 – 16:05

Lisbona – Alicante

 

volo giornaliero

 

andata 9:40 – 12:45

ritorno 13:30 – 15:00

 

"La crescita di TAP continua. L’apertura di Toronto rientra nella nostra strategia di essere non solo la compagnia aerea leader per i viaggi in Portogallo ma anche il punto di riferimento per gli spostamenti verso mete oltre Atlantico, sia sul fronte leisure che business".
"Con queste tre nuove destinazioni prosegue, inoltre, il processo di ridefinizione del network iniziato lo scorso gennaio, che ha visto il rafforzamento di Lisbona qualehub strategico e l’ampliamento delle rotte verso il Nord America”, ha dichiarato Araci Coimbra, Director Global Leisure Sales and South&West European Markets di TAP Portugal.

 

I passeggeri TAP in partenza dall’Italia dagli aeroporti di Roma, Milano, Venezia e Bologna possono raggiungere Toronto, Las Palmas e Alicante contando sulla facilità di cambio nell’hub di Lisbona.
Chi desidera proseguire per Toronto avrà, inoltre, la possibilità di fermarsi gratis a Lisbona fino a 72 ore, sia in andata che in ritorno.
I nuovi voli sono già acquistabili presso le agenzie di viaggi e sul sito www.flytap.it.
Attualmente il vettore portoghese opera su 76 destinazioni in 29 Paesi del mondo, oltre alle tante altre in virtù degli accordi di code-share con le compagnie aeree alleate in Star Alliance.

 

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

Camping Toscana Mare

Agriturismo Saturnia