Xiaomi Mi 11 Ultra si aggiorna e diventa letteralmente più freddo

Xiaomi ha voluto davvero fare le cose in grande con Mi 11 Ultra: lo smartphone, oltre ad essere davvero potente per quanto riguarda l’hardware, possiede un secondo schermo posto sul retro e un vistoso gruppo di fotocamere con innovativi sensori Quad Bayer.

LEGGI ANCHE: Trapelano le specifiche di Xiaomi Mi MIX 4

Nonostante questo, non si può certo dire che non vi siano stati problemi per lo smartphone: in particolare, molti utenti hanno notato evidenti problemi di surriscaldamento del processore Snapdragon 888. Fortunatamente però gli sviluppatori dell’azienda cinese sembrano aver trovato una soluzione: con un nuovo aggiornamento della MIUI (versione 12.21.7.14), la temperatura del SoC sembra essersi ridotta di parecchio e si parla di 5 gradi in meno rispetto alla precedente versione in situazioni di utilizzo analoghe.

Purtroppo non è stato spiegato dal punto di vista tecnico come ci siano riusciti, ma i risultati sembrano davvero sorprendenti. Al momento l’aggiornamento è in rollout solo sui dispositivi cinesi, ma contiamo di vederlo anche per gli utenti italiani in tempi brevi.

L’articolo Xiaomi Mi 11 Ultra si aggiorna e diventa letteralmente più freddo sembra essere il primo su AndroidWorld.


Xiaomi Mi 11 Ultra si aggiorna e diventa letteralmente più freddo

Samsung e l’anello dal quale non vorrete separarvi: sarete letteralmente voi a ricaricare lo smartphone (foto)

Sul fronte dei brevetti tecnologici spesso vediamo delle idee particolarmente innovative ma forse quello che state per leggere non l’avete ancora immaginato. La novità arriva da Samsung e riguarda il settore della ricarica wireless.

Quello che vedete nelle immagini in galleria è un anello che dovrebbe essere in grado di ricaricare in modalità wireless il vostro smartphone. L’idea di Samsung è stata brevettata recentemente e il suo aspetto più interessante riguarda la fonte della ricarica: l’anello infatti sarebbe in grado di immagazzinare energia proveniente dal corpo dell’utente che lo indossa, ad esempio attraverso il suo movimento, attraverso il calore generato dal suo corpo e dalle sollecitazioni meccaniche che imprime all’anello.

LEGGI ANCHE: Logitech Combo Touch, la recensione

Le bobine che vediamo implementate all’interno della struttura dell’anello servirebbero alla trasmissione dell’energia per la ricarica in modalità wireless. L’idea di Samsung non si limita alla struttura dell’anello: il produttore sudcoreano azzarda che questa tipologia di ricarica potrebbe essere implementata in oggetti quotidiani più grandi, come bracciali e occhiali.

Chiaramente si prospettano diversi limiti tecnici per l’idea di Samsung: il brevetto non affronta la questione della capacità implementata nell’anello, date le sue ridotte dimensioni. Al momento non è noto se Samsung prevede la sua produzione in vista di un’eventuale commercializzazione. Vi terremo aggiornati sui prossimi sviluppi.

L’articolo Samsung e l’anello dal quale non vorrete separarvi: sarete letteralmente voi a ricaricare lo smartphone (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Samsung e l’anello dal quale non vorrete separarvi: sarete letteralmente voi a ricaricare lo smartphone (foto)