È l’anno dei grandi ritorni nella fascia top del mercato: dopo Motorola, a luglio toccherà ad un altro marchio storico

Motorola Edge+ è il primo tentativo della storica casa alata di tornare a fare breccia nella fascia top del mercato smartphone, dopo anni di silenzio e una lunghissima sequela di modelli di fascia media. A breve atterrerà sul mercato e il tempo ci dirà se l’azienda sarà riuscita o meno a scaldare i cuori degli appassionati. In questo 2020 però, Motorola non sarà l’unica a firmare un ritorno in grande stile.

Secondo le ultime indiscrezioni, HTC starebbe pensando di provare ad uscire dalle sabbie mobile in cui si è andata a cacciare dopo anni di pessima gestione della divisione smartphone, con il lancio del suo primo modello top di gamma dai tempi del poco fortunato U12+. E si tratterebbe anche dell’ingresso del produttore taiwanese nell’era 5G, come d’altronde già promesso ad inizio anno.

LEGGI ANCHE: Sta arrivando anche HTC Desire 20 Pro

Lo smartphone, di cui al momento si conosce poco o nulla, vanterebbe infatti il chip Snapdragon 865 e sarebbe atteso per il debutto nel corso del mese di luglio, ovvero tra poche settimane. Nell’augurio che ci sia davvero un progetto simile in cantiere in seno ad HTC, aspettiamo con ansia buone nuove su questo fantomatico top di gamma del rilancio.

L’articolo È l’anno dei grandi ritorni nella fascia top del mercato: dopo Motorola, a luglio toccherà ad un altro marchio storico sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

La pandemia ha rivoluzionato il mercato degli smartphone. La strategia di Oppo in Italia

Il 22 maggio Oppo lancia sul mercato la serie di smartphone Find X2 con cui punta a presidiare la fascia medio-alta e alta del mercato in un momento particolarmente difficile per la crisi innescata dalla pandemia e in un panorama in cui gli equilibri sono stati rivoluzionati dalla guerra commerciale tra Usa e Cina. Ne abbiamo parlato con Li Ming, ceo di Oppo Italia.

Qual è la strategia di vendita in Italia: rapporto con i negozi fisici, gli operatori di telefonia e le vendite online

Oppo ha da sempre un DNA legato all’esperienza d’acquisto in-store. In tutti i paesi in cui Oppo è presente il negozio fisico viene vissuto come un vero e proprio punto di informazione dove l’utente finale può toccare con mano il prodotto, può chiedere informazioni ed essere guidato nel suo processo d’acquisto grazie a personale altamente qualificato. Questa stessa esperienza è stata trasferita anche in un mercato come quello italiano in cui, compatibilmente con le riaperture dei negozi a seguito dell’attuale situazione, isole, shop-in-shop e promoter continueranno a supportare il consumatore. Per quanto riguarda l’esperienza di acquisito online, invece, abbiamo recentemente lanciato la brand page su amazon.it.  È un passo molto importante, perché non solo rappresenta un momento decisivo dell’espansione di Oppo nel mercato italiano, ma, soprattutto, testimonia il profondo interesse e lealtà che l’azienda nutre nei confronti dell’Italia. Infine, con gli operatori il rapporto è ottimo e collaboriamo su diversi fronti ed espanderemo la lista nel corso dei prossimi lanci prodotto.  Oppo continuerà a lavorare per garantire ai clienti e all’Italia servizi e soluzioni all’avanguardia, rinforzando la struttura di vendita e integrando l’esperienza d’acquisto negli store fisici e digitali.

In Italia un prodotto come il Find X2 può occupare lo spazio che inevitabilmente sarà lasciato vacante dai flagship di Huawei?

Find X2 Pro è un prodotto pensato per soddisfare le esigenze di una specifica fetta di mercato. L’obiettivo di Oppo non è quello di occupare spazi vacanti, ma quello di mettere l’esperienza del consumatore al centro, fornendogli un prodotto in cui hardware e software rappresentino una sintesi della tecnologia di cui hanno bisogno. Find X2 Pro, infatti, è uno smartphone che include tutte le ultime tecnologie in campo display, ricarica e performance ed è il compagno perfetto sia per chi vuole farne un uso business sia per chi predilige un utilizzo più ludico. Grazie al suo Ultra Vision display a 120Hz, la ricarica veloce Super VOOC 2.0, il processore Snapdragon 865+ e un sistema di fotocamere di ultima generazione rappresenta un prodotto di eccellenza in grado di rivaleggiare con tutti i top di gamma presenti sul mercato. È un telefono che nasce con la volontà di offrire un prodotto di grande qualità per tutti coloro che cercano l’ultima tecnologia senza compromessi.

Temete che la saturazione del mercato dei flagship possa essere anticipata dalla crisi economica innescata dalla pandemia?

Senza dubbio la situazione economica attuale sta avendo un impatto sulla propensione all’acquisto dei consumatori italiani e non solo. Questo è il motivo per cui la nostra serie flagship Find X2 posiziona smartphone a tutte le fasce di prezzo in grado di offrire prestazioni ottimali a ogni livello. Con Find X2 Pro copriamo la fascia alta grazie a performance e caratteristiche di eccellenza. Con Find X2 Neo, un vero e proprio top di gamma nel corpo di un medio di gamma, siamo in grado di raggiungere un’utenza che non vuole sacrificare le prestazioni a un prezzo contenuto. Infine, Find X2 Neo con un prezzo aggressivo e caratteristiche eccellenti rappresenta una solida scelta nel panorama degli android phone. Siamo convinti che questa diversificazione dell’offerta a livello di specifiche e prezzo sia una scelta pensata proprio per andare incontro alle necessità del pubblico.

A che punto è secondo voi lo sviluppo del 5G in Italia e cosa vi aspettate da questa tecnologia nel nostro Paese?

In Oppo abbiamo investito nella tecnologia 5G sin dall’inizio, sia creando molti degli standard di comunicazione necessari all’ implementazione della rete sui nostri dispositivi, sia collaborando con le differenti aziende del settore per supportare la sua diffusione. In Italia il 5G inizia a essere a un ottimo punto, la realizzazione delle infrastrutture necessarie e la diffusione della rete sta andando avanti grazie al supporto degli operatori. Proprio per questo, e non a caso, OPPO ha lanciato una linea – Find X2 – completamente compatibile con la rete 5G con il chiaro obiettivo di democratizzare questa tecnologia rendendola accessibile a tutti gli utenti e non solo a quelli premium. Crediamo fortemente nel 5G e siamo convinti che rappresenterà una risorsa importantissima che influenzerà e formerà la società del prossimo futuro.

Agi

Con Poco Xiaomi punta ad allargare il mercato. Dopo 2 anni ecco l’F2 Pro

Il nome, oggettivamente, non è il massimo, specie per il mercato italiano. Il brand ‘Poco’ dice, per l’appunto, poco o quasi nulla al grande pubblico italiano e sicuramente di primo acchito fa storcere il naso, ma basta pensare a chi c’è dietro – il colosso cinese Xiaomi – e a cosa ha già prodotto (uno smartphone, l’F1 che all’epoca della sua uscita, nell’estate del 2018 fu definito un ‘miglior acquisto’ per il rapporto qualità/prezzo) e già il discorso di fa più interessante.

Per Poco vale quanto già abbiamo visto con Honor e Realme: nati come spin-off di brand più noti come Huawei e Oppo per la vendita di smartphone a basso prezzo e poi diventati indipendenti con top di gamma che se non si avvicinano ai mille euro, comunque si discostano e parecchio dall’idea di low cost che aveva accompagnato la loro nascita. Con Poco Xiaomi vuole continuare a conquistare fette di mercato diversificando il portafoglio prodotti e allargando la fascia di clienti alla quale rivolgersi.

E l’ultimo uscito, l’F2 Pro, va proprio in questa direzione. Creato per gli appassionati di tecnologia, punta tutto sulle performance, ma a un prezzo più accessibile rispetto a quello di un tradizionale flagship.

La piattaforma è l’ormai collaudatissimo Snapdragon 865 con connettività 5G abbinato a un processore chip Kryo 585 octa-core e alla GPU Adreno 650. La Ram è diversificata in base alle due configurazioni: 6 giga con uno storage a 128 e 8 giga con uno storage da 256. Il prezzo è di 499 euro per la prima da 6GB+128GB e 599 euro per la seconda.

Pensato per il gaming, usa la tecnologia LiquidCool 2.0 con la più grande camera di vapore disponibile sul mercato, insieme a più lotti di grafite e grafene, per mantenere il dispositivo fresco.

Il display è un amoled da 6,67” a tutto schermo, grazie alla pop-up camera, una soluzione che altri produttori hanno abbandonato perché non garantisce la resistenza all’acqua e alla polvere e soprattutto non ha le stesse prestazioni in termini di velocità di sblocco con il riconoscimento facciale.

Il comparto fotografico è costituito da una quad camera posteriore da 64MP e la pop-up camera da 20MP con sensore Sony IMX686. L’obiettivo ultra grandangolare da 13MP è a 123 gradi, il sensore macro è da 5MP e un quello di profondità da 2MP. La registrazione video può essere a 8K e 4K.

La batteria è da 4.700 mAh con carica rapida da 30W, che può ricaricare il dispositivo al 64% in 30 minuti e al 100% in 63 minuti.

Agi

La quarantena e l’impennata del mercato tech: ecco i prodotti più venduti (foto)

Le ultime settimane sono state caratterizzate dalla permanenza forzata tra le mura di casa, isolati dai contesti sociali ai quali eravamo abituati e, prevedibilmente, i dispositivi tecnologici sono diventati ancora più importanti per la nostra quotidianità.

A spingere questo settore di mercato sono state le esigenze lavorative, le quali hanno spinto gli utenti europei ad acquistare nuovi dispositivi per organizzare al meglio il lavoro da casa. Un’interessante ricerca di GfK ha tracciato l’impennata del mercato tech, analizzando le abitudini di acquisto di cittadini europei, tra i quali anche gli italiani, nel periodo tra il 9 marzo e il 5 aprile. I dispositivi hanno registrato l’incremento più importante, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, sono stati monitor (+120% a unità), stampanti (+68%), notebook (+62%) e tastiere (+61%). Le webcam hanno registrato il picco più alto (+297%).

LEGGI ANCHE: Galaxy S20 Ultra vs OnePlus 8 Pro, il confronto

La necessità di stare a casa ha impattato anche le abitudini di spesa nel settore alimentare, il quale ha fatto registrare un incremento generalizzato in tutti i paesi europei considerati. Chiaramente anche i dispositivi per l’intrattenimento in casa hanno fatto registrare incrementi: parliamo dei media stick e dei box Android per la TV, in Italia la vendita di console è cresciuta del 65%, mentre i PC portatili per gaming del 92%.

Sembra però che, almeno stando ai dati rilevati tra il 30 marzo e il 5 aprile, l’incremento dell’e-commerce non sia riuscito a compensare la contrazione delle vendite nei negozi fisici: nel complesso si è registrato un decremento del 14% per il settore tech rispetto allo stesso periodo del 2019.

Secondo le considerazioni di GfK, il ritorno alla normalità in termini di vendite per questo settore di mercato è ancora abbastanza lontano: basti pensare che in Cina a 10 settimane dalle prime misure di distanziamento sociale i numeri non si sono ancora allineati a quelli dello scorso anno.

L’articolo La quarantena e l’impennata del mercato tech: ecco i prodotti più venduti (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Brusca frenata in vista per il mercato dei wearable, ma a fine anno si ricomincerà a salire

Tutto il mondo si sta fermando, per fronteggiare al meglio l’emergenza sanitaria in atto e diluire nel tempo il contagio. Le ripercussioni di questa doverosa strategia si faranno però sentire su gran parte dei settori, compreso quello tecnologico. E anche un segmento in estrema salute come quello dei dispositivi indossabili, nel 2020 arrancherà.

Il 2019 è stato infatti un anno da record per il settore wearable, con un +89% che faceva presagire un futuro roseo per gli anni a venire. La pandemia di COVID-19 però ha sparigliato le carte in tavole e, secondo gli analisti di IDC, il 2020 si chiuderà con un +9,4%, merito soprattutto della ripresa che ci si attende per la seconda parte dell’anno.

LEGGI ANCHE: Huawei Band 4 Pro, la recensione

Secondo le previsioni, il 2020 si chiuderà con 368,2 milioni di unità spedite, con una netta prevalenza (203,8 milioni di unità) per i dispositivi audio smart, seguiti da smartwatch (95 milioni) e smartband (65,1 milioni). Entro il 2024 invece, le unità spedite all’anno dovrebbero le 526,8 milioni di unità, con una costante crescita per dispositivi audio smart e smartwatch, mentre le smartband inizieranno il loro declino.

L’articolo Brusca frenata in vista per il mercato dei wearable, ma a fine anno si ricomincerà a salire sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

dal 19 al 21 Luglio 2019, a Monteleone di Spoleto (Umbria) va in scena la ”Fiera di San Felice – Mostra mercato del Bestiame, dei cereali e dei prodotti tipici ad Alta Quota”.

Tre giorni all’insegna del gusto e della tradizione – grazie alle iniziative folkloristiche come la Fiera della Transumanza – oltre ad attività en plein aircome passeggiate, merende e attrazioni equestri sotto le stelle.

 

Nel piccolo comune di Monteleone di Spoleto, anticamente si teneva un grande mercato del bestiame e di merci. Ancora oggi, in questo suggestivo borgo, gli animali rivestono un ruolo importante per l’economia locale, sia per gli allevamenti di bestiame, che per i lavori nei boschi, dove in molti casi sono i muli a trasportare la legna da ardere.

Il Comune quindi, per evidenziare il ruolo che gli animali hanno per Monteleone, organizza la “Fiera di San Felice” che vuole essere la rievocazione dell’antico mercato.

 

 

 

Durante l’evento verranno presentati i nuovi Presidi Slow Food dell’Umbria: la “Ricotta Salata della Valnerina” realizzata con il latte degli allevamenti locali, il Fagiolo secondo del Piano di Orvieto che viene coltivato lungo il fiume Paglia e il Presidio del Grano Saraceno. Il focus “Formaggi a confronto” sarà dedicato alle produzioni della sola Valnerina in abbinamento ad altre tipicità.

Nelle tre piazzette del paese, saranno allestite per la degustazione tradizionale e tipica dei prodotti locali (piazza del Mercato, Piazza Margherita, piazza della Croce), mentre nei ristoranti e negli agriturismi di Monteleone verranno proposti menù dedicati alla tradizione e alla qualità senza però trascurare l’innovazione. Nel centro storico della città si terranno laboratori per imparare a cucinare il tipico agnello di Monteleone di Spoleto.

 

Saranno organizzati spettacoli equestri sotto le stelle e durante le giornate di sabato 20 e domenica 21 luglio, attività equestri per bambini con i pony ed i muli, il battesimo della sella, passeggiate in carrozza alla scoperta del centro storico della città, passeggiate a cavallo, scuola di equitazione per bambini, adulti e disabili.

 

 

Nel parco anfiteatro alle porte del borgo sarà possibile partecipare a concerti, ascoltare musica, pranzare, fare merende, cenare, fare spuntini di mezzanotte rigorosamente con prodotti di Monteleone di Spoleto (farro, lenticchie, formaggi e ricotte, salumi, birre artigianali, agnello di montagna etc); mentre nel Parco della Pineta si potrà riposare sotto i maestosi ed antichi pini, oppure a scelta fare fitness ed andare in carrozza.

 

 

 

Il farro è uno dei più antichi cereali utilizzati dall’uomo. Esistono varie specie di farro; quella che si coltiva a Monteleone di Spoleto è la più pregiata: il "Triticum dicoccum". La sua qualità consiste nella scarsità di grassi e nella ricchezza di sostanze amidacee. Le particolari caratteristiche fisiche ed organolettiche del Farro Dop di Monteleone di Spoleto e soprattutto la tipica cariosside dal colore ambrato e dalla consistenza vitrea alla frattura, sono da imputare alla combinazione delle condizioni climatiche della zona di produzione ed in particolare ai terreni calcarei sassosi posizionati sopra ai 700 m. s.l.m.

 

 

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta hotel Saturnia

Tartufo Bianco delle Crete Senesi, una mostra mercato lo celebra l’11 e il 18 Novembre.

Un convoglio d’epoca lungo una ferrovia dimenticata, da Siena e Grosseto a San Giovanni d’Asso, un treno a vapore verso profumi e sapori tutti da scoprire.

Nei due weekend della Mostra Mercato dedicata al “Diamante bianco" (10-11 e 17-18 novembre), il trasferimento fino a San Giovanni d’Asso diventa un viaggio indietro nel tempo.

 

La linea, una volta, era la via “veloce” che portava ai paesi sperduti fra le Crete senesi, fino alle pendici del monte Amiata, collegandoli a Siena e Grosseto. Oggi la “Asciano – Monte Antico” è diventata la ferrovia simbolo di un nuovo turismo “slow” per riscoprire le emozioni di viaggiare a bordo di un treno a vapore immersi in paesaggi incontaminati.

E’ un modo diverso per raggiungere lo splendido borgo di San Giovanni d’Asso e degustare il prelibato Tartufo Bianco delle Crete Senesi: un treno a vapore d’epoca restaurato percorre una linea quasi dimenticata capace di regalare scorci unici delle colline toscane, invisibili da qualsiasi strada.

Il declino della ferrovia “Asciano-Monte Antico”, chiusa oltre venti anni fa perché attraversava un territorio poco abitato e senza fabbriche, ha fatto nascere un treno turistico unico nel suo genere che riporta indietro le lancette del tempo e che si è conquistato un posto importante nel cuore delle persone che scelgono di visitare le Crete senesi.

 

Per chi non vuole perdersi questa avventura con la locomotiva a vapore d’epoca del Treno Natura, ci sono due corse a disposizione. La prima parte dalla stazione ferroviaria di Siena domenica 11 novembre alle ore 8.55.

Passando da Buonconvento e Monte Antico, alle pendici dell’Amiata, dalle zone del Brunello di Montalcino, raggiunge San Giovanni d’Asso alle 11.22, giusto in tempo per iniziare la visita della Mostra – mercato e pranzare negli stand gastronomici dello Square Food o in uno dei ristoranti che offrono menù a base di tartufo bianco, Brunello, vino Doc Orcia e tanti altri prodotti tipici. Alle 16.26 il treno riparte alla volta di Siena concludendo l’anello fra Val d’Orcia e Crete passando per Asciano. Il rientro a Siena è previsto alle 17.40.

 

Domenica 18 novembre si replica, partendo questa volta dalla stazione ferroviaria di Grosseto alle ore 8,40. Si attraversa la valle dell’Ombrone fino ad entrare nella Val d’Orcia per raggiungere Monte Antico. L’arrivo a San Giovanni è previsto alle ore 11. In questo caso il treno ripercorre la stessa tratta per tornare a Grosseto. La partenza per Grosseto è prevista alle 16,45 e l’arrivo in stazione alle 18.30.

Il programma potrebbe subire leggere variazioni, per questo è preferibile chiedere sempre conferma prima della partenza. I posti sono limitati ed è necessario prenotare (tel. 0577 48003, e-mail: booking@visionedelmondo.com).

 

La Mostra mercato di San Giovanni d’Asso offre due week end (10-11 e 17-18 novembre) per degustare, acquistare, conoscere e anche cercare direttamente questo prezioso fungo ipogeo. Insieme al tartufo bianco delle Crete Senesi, i visitatori potranno conoscere e apprezzare le altre grandi eccellenze di questo territorio come l’olio extravergine di oliva, il formaggio pecorino, il vino della Doc Orcia, il Brunello di Montalcino, il miele. Dalla “cerca” del tartufo e le visite al museo a lui dedicato, al giro dei frantoi, al cibo di strada, alle cene di gala (sabato 10 e 17), le degustazioni libere e guidate, tutto è stato pensato per condurre i visitatori all’interno di un territorio unico, ricco di tradizioni, prodotti di qualità e di un ruralità ancora genuina dove l’uomo è protagonista.

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta

Il Qatar punta sul Turismo e si offre al mercato attraverso qualificati Tour Operator.

La destinazione del Golfo Arabico ha tanto da offrire e basta un breve soggiorno per apprezzarne le tante attrattive.

Romanticismo e design
Alidays ha pensato a un pacchetto di 4 giorni e 3 notti a Doha nel lussuoso e di design W Doha Hotel & Residences situato a West Bay, e perfetto per raggiungere le principali attrazioni della città come l’elegante Corniche, il Katara Cultural Village con le sue gallerie d’arte, ristoranti e negozi, il tradizionale Souq Waqif e il MIA-Museo di Arte Islamica che presenta splendide opere e manufatti artistici.
Alidays: 4 giorni e 3 notti a partire da €740 per persona in camera doppia Spectacular in b&b inclusi i voli di linea Qatar Airways in partenza dalle principali città italiane e i trasferimenti aeroporto/hotel. Quota valida per prenotazioni entro il 18 aprile 2017 per partenze fino al 30 giugno 2017.
à maggiori info: www.alidays.it

 

Romanticismo e tradizioni
Viaggi del Mappamondo ha creato un pacchetto di viaggio che racchiude alcune delle migliori esperienze per coniugare la tradizionale ospitalità qatariota con le escursioni più romantiche per un soggiorno di coppia. La proposta include 3 pernottamenti in uno dei dieci boutique hotel di charme del Souq Waqif Hotel Doha by Avani, tutti arredati in modo diverso e situati nel Souq Waqif, cuore delle tradizioni di Doha con le sue strette viuzze e i tanti ristoranti e botteghe. Inoltre per aggiungere un tocco di romanticismo, sono inclusi una crociera al tramonto nella baia di Doha a bordo della tipica imbarcazione dhow, e una mezza giornata di safari tra le dune del deserto.
Viaggi del Mappamondo: 4 giorni e 3 notti a partire da €1.050 per persona in camera doppia in b&b inclusi i voli di linea Qatar Airways in partenza dalle principali città italiane, i trasferimenti aeroporto/hotel e le attività indicate. Quota valida per partenze fino al 30 aprile 2017.
à maggiori info: www.mappamondo.com

 

Romanticismo su misura
Per un soggiorno tailor made, Viaggidea propone un pacchetto di 3 notti nell’elegante 4*S InterContinental Doha affacciato sulla West Bay Lagoon di Doha, con la possibilità di aggiungere, su richiesta e con un costo aggiuntivo, alcune esperienze. Tra queste segnaliamo la crociera al tramonto per ammirare Doha by night con i suoi avveniristici e scintillanti grattacieli e il tour nel deserto fino a Khor Al Adaid, il famoso Mare Interno, uno specchio d’acqua salata circondato da alte dune.
Viaggidea: 5 giorni e 3 notti a partire da €1.140 per persona in camera doppia Super City View in b&b inclusi i voli da Milano, Roma e Venezia, e i trasferimenti aeroporto/hotel. Quota valida per partenze dall’11 febbraio, per prenotazioni entro il 31 gennaio 2017. Escursioni non incluse e soggette a quotazione.
à maggiori info: www.viaggidea.com

In Qatar romanticismo fa anche rima con coccole di benessere – a Doha è possibile rilassarsi in una delle tantissime Spa dei più prestigiosi brand internazionali come Six Senses, Angsana per citarne alcuni; con esperienze gourmet – nella capitale sono presenti i ristoranti dei più celebri Chef stellati da Gordon Ramsay a Nobu; e con relax – sulle spiagge del Katara Cultural Village o su quelle private degli hotel.
 www.visitQatar.qa

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

Camping Toscana Mare

Agriturismo Saturnia

Star informa: Alimenti: vale 55 mld di euro il mercato mondiale del bio

Alimenti: vale 55 mld di euro il mercato mondiale del bio
"Il successo del bio non tocca più solo l'alimentare", osserva Fabrizio Piva, amministratore delegato Ccpb, organismo di certificazione e controllo dei prodotti agroalimentari. Infatti "il mercato dei cosmetici biologici e naturali è salito del 13,5 …
Read more on Focus


Prodotti naturali

Dentifrici, come scegliere quello giusto
Carmine Guarino, responsabile ONDICO, centro nazionale che fa capo alla Commissione Europea e che si occupa delle certificazioni CE, sottolinea come nei prodotti cosmetici non vi è molta differenza, anche perché le oscillazioni di prezzo le fa il …
Read more on Velvet Body Italia

La pulizia del viso? Me la faccio a casa in 15 minuti (e risparmio
Potrete fare uno scrub utilizzando i prodotti in vendita nei supermercati oppure prodotti naturali fai da te. Il miglior metodo da provare in casa per la vostra pulizia del viso è questo: mescolate insieme miele, sale (o zucchero) e limone. Otterrete …
Read more on Caffeina Magazine

Cibio 2015: al Porto Antico torna la Fiera del Gusto
Da venerdì 13 a domenica 15 febbraio al Centro Congressi dei Magazzini del Cotone, nell'area del Porto Antico di Genova, torna l'appuntamento con Cibio Food & Wine Selection, la Fiera specializzata dedicata agli alimenti di qualità, con prodotti tipici …
Read more on mentelocale.it