Mobilità elettrica, immersività e contaminazione: così Sony stacca il biglietto per CES 2022

AGI – Con una rinnovata attenzione ai veicoli elettrici, sulle note di Adele e del suo nuovo album “30”, spinta dai nuovi prodotti, tra cui “Virtual Production”, dedicato alla produzione video, il drone professionale di Sony “Airpeak”, e lo smartphone “Xperia PRO-I”, Sony sbarca al CES 2022, la fiera di Las Vegas in programma fino all’8 gennaio 2022: la più grande del mondo dedicata all’elettronica di consumo.

Una presenza certificata dalle parole di Kenichiro Yoshida, Presidente e CEO di Sony. Dopo due anni difficili, ha detto, «vogliamo ribadire il nostro obiettivo», «permettere alle persone di connettersi più profondamente con coloro che condividono gli stessi interessi e formare legami più forti all’interno delle loro comunità».

Sony Mobility e il nuovo Vision S 02

Sempre Yoshida ha parlato anche degli sviluppi di Vision-S, iniziativa che mira a contribuire all’evoluzione della mobilità. Ha detto che «Sony è ben posizionata come “azienda di intrattenimento creativo” per ridefinire la mobilità», e ha annunciato che Sony costituirà una nuova società, Sony Mobility, nella primavera del 2022, attraverso cui intende esplorare l’ingresso nel mercato dei veicoli elettrici.

Il sistema Vision-S, in particolare, supporta la guida sicura riconoscendo e analizzando l’ambiente circostante in tempo reale, con sensori installati a 360 gradi intorno al veicolo. Tra questi i sensori di immagine CMOS ad alta sensibilità, alta risoluzione e ad ampia gamma dinamica e sensori LiDAR che rilevano accuratamente lo spazio tridimensionale. Il sistema fornisce anche un’interazione intuitiva del conducente in combinazione con il sistema audio del veicolo e il sistema HMI.

Sony ha presentato la nuova Vision S 02. Dopo la Vision S 01 presentata alla precedente edizione del Consumer Electronics Show, Sony allarga l’offerta con un nuovo suv elettrico a 7 posti. Se in passato Sony aveva annunciato di non voler produrre auto ma realizzare tecnologie legate all’automobile, ora la situazione sembra cambiata come dimostra appunto la nascita di Sony Mobility.

La nuova Sony Vision S 02 è lunga 4,9 metri, larga 1,93 metri, alta 1,65 metri. A bordo l’intera plancia è caratterizzata da tre schermi da dove gestire tutte le funzioni della vettura e la connettività con tecnologia 5G e aggiornamenti Over the Air.

La nuova Sony Vision S 02 è spinta da due motori elettrici, uno per ogni asse garantendo così la trazione integrale, in grado di generare una potenza massima di 272 cavalli. 

Immersività e PlayStation VR2

Immersività e contaminazione tra produzione cinematografica e videogame: queste le parole chiave con cui la multinazionale ha deciso di staccare il biglietto per gli Stati Uniti. Un esempio? Il sistema di realtà virtuale di prossima generazione “PlayStation VR2” e i nuovi “controller PlayStation VR2 Sense” per un’esperienza immersiva nel mondo dei giochi. Un titolo? L’arrivo dell’ultimo della serie “Horizon”, “Horizon Call of the Mountain”, esclusivamente per “PlayStation VR2”. Dicevamo contaminazione. Come la partnership tra Sony e Manchester City per la realizzazione di una community di nuova generazione, in uno spazio virtuale.

Contaminazione

Ma non è tutto. Tom Rothman, presidente e amministratore delegato di Sony Pictures Entertainment Motion Picture Group, ha portato sul palco PlayStation Productions, una collaborazione tra Sony Pictures Entertainment e Sony Interactive Entertainment per produrre film e TV basati su PlayStation IP.


Mobilità elettrica, immersività e contaminazione: così Sony stacca il biglietto per CES 2022

Nasce Millennials XLab, incubatore per le startup dal big data alla mobilità intelligente

Roma si afferma sempre più nel panorama nazionale come un polo di attrazione per l’innovazione e le startup, e si arricchisce con la nascita di Millennials XLab, il corporate incubator del Gruppo Millennials, che lancia la Call 4 Open Innovation “From Draft to Craft”.

Dal 18 Novembre sarà possibile candidarsi alla Call 4 startup “From Draft to Craft”, in collaborazione con Dock3, Startup Geeks, Blue Ocean Finance ed in scouting partnership con LVenture Group.

Il programma di incubazione è rivolto a startup già costituite che operano in alcuni settori specifici: analytics, big data, events & travel, smart community, education, fintech, develop tools, health, IOT e smart mobility.

Alla chiusura della call si terrà il Selection Day in cui le 8 finaliste, valutate prendendo in esame team, idea progettuale, mercato di riferimento e modello di business, esporranno i propri Pitch davanti ad una giuria composta dal board di Millennials XLab, dai partner e da qualificati addetti ai lavori.

Le 4 startup selezionate accederanno al percorso di mentorship della durata di 13 settimane, percorso costruito con la finalità di validare i progetti d’impresa e dare loro  un boost allo sviluppo, facilitandone l’ingresso sul mercato. Complessivamente verranno erogati ad ogni startup 15 mila euro sotto forma di grant e servizi con la possibilità di fruire degli spazi aziendali.

Alla fine del programma tutte le startup parteciperanno all’Investor Day aperto ad una platea di investitori e specialisti del mondo dell’innovazione. Il Gruppo Millennials stesso si riserva la possibilità di entrare nell’equity.

“Vogliamo focalizzare la nostra attenzione su startup in possesso di un prototipo per mettere a loro disposizione le competenze del Gruppo Millennials e quelle dei partner. Il nostro percorso di incubazione ha l’obiettivo di fornire un’accelerazione alle giovani realtà imprenditoriali che entrano a far parte dell’ecosistema aziendale” dice Roberto Ruggerone, Chief Growth Officer di Millennials XLab.

 

Agi