Anche Amazon Music mostra un’interfaccia semplificata alla guida (foto)

Amazon Music ha da poco introdotto una nuova funzionalità che farà sicuramente felici gli utenti del servizio di streaming musicale che non possiedono un sistema Android Auto o Apple CarPlay.

LEGGI ANCHE: Torna OnePlus Day per vincere buoni sconto e non solo

Già presente sul competitor Spotify, anche Amazon Music ha adesso una schermata personalizzata per l’utilizzo in auto. Quando l’app rileva la connessione all’impianto Bluetooth di un’automobile, mostra automaticamente la nuova interfaccia, che potete vedere nello screenshot in basso. Essenzialmente, le informazioni mostrate a schermo risultato più grandi, così come i pulsanti per cambiare traccia o mettere in pausa la musica.

È ovviamente presente il pulsante per richiamare Alexa in basso a destra, mentre in alto a sinistra è presente quello per uscire dalla schermata manualmente. L’interfaccia auto per Amazon Music è già disponibile sia su Android che iOS.

L’articolo Anche Amazon Music mostra un’interfaccia semplificata alla guida (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Anche Amazon Music mostra un’interfaccia semplificata alla guida (foto)

OnePlus mostra il teaser della nuova Warp Charge a 65W e la Dual Battery di OnePlus 8T (foto e video)

OnePlus ha sempre posto particolare attenzione all’aspetto della ricarica dei suoi smartphone. La Warp Charge, ormai marchio di fabbrica dei dispositivi OP è una delle funzioni più apprezzate e indubbiamente più utili. Per la prossima generazione di telefoni, a partire proprio dall’OnePlus 8T, l’azienda avrebbe addirittura l’intenzione di premere ulteriormente sull’acceleratore.

OnePlus ha infatti pubblicato un video teaser su Youtube chiamato Never Slow Down, in cui per l’appunto si fa riferimento alla velocità della ricarica tramite cavo, che potrebbe essere di ben 65W. Ad ulteriore conferma di ciò è apparsa una nuova immagine sulla pagina dell’evento di lancio che mostra la struttura interna dello smartphone. Ciò che salta subito all’occhio è il fatto che la batteria sarà divisa in due, esattamente come su Oppo Find X2 e X2 Pro. Questa soluzione permetterebbe infatti di supportare la ricarica a 65W senza rischi per la batteria stessa.

LEGGI ANCHE: L’ultima indiscrezione sul prezzo di OnePlus 8T probabilmente non vi piacerà (aggiornato: o forse sì?)

OnePlus sta certamente calcando la mano sul fronte teaser per alzare l’hype dei consumatori, molti dei quali già in trepidante attesa per l’evento di lancio ufficiale.

L’articolo OnePlus mostra il teaser della nuova Warp Charge a 65W e la Dual Battery di OnePlus 8T (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Tutto quello che dovete sapere su Galaxy S20 Fan Edition: il video che lo mostra all’opera (video)

Galaxy S20 Fan Edition sarà il nuovo smartphone che Samsung ufficializzerà il prossimo 23 settembre, durante un evento in cui riceveremo le conferme a tutti i rumor che sono trapelati nei giorni scorsi. A completare il quadro è appena arrivato un lungo video che lo mostra all’opera.

Il video che vedete in fondo a questo articolo arriva da Jimmy is Promo, lo stesso che condivise le immagini dello smartphone qualche giorno fa. Il video mostra Galaxy S20 FE all’opera durante le classiche attività, come la navigazione nell’interfaccia utente, tra le impostazioni di sistema della One UI 2.5 e nell’interfaccia dell’app Fotocamera.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 20, la recensione

Il video non mostra particolari novità software rispetto a quanto visto sulla One UI dei Galaxy S20 ed S20+, che vediamo nel video al fianco di Galaxy S20 FE. In questo articolo potete dare uno sguardo approfondito alla scheda tecnica ufficiosa di Galaxy S20 FE.

Vi ricordiamo che al momento rimane solo da conoscere il prezzo e la disponibilità del nuovo dispositivo di Samsung, staremo a vedere quale variante (LTE o 5G) arriverà ufficialmente in Italia.

L’articolo Tutto quello che dovete sapere su Galaxy S20 Fan Edition: il video che lo mostra all’opera (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

The Mandalorian Stagione 2 si mostra nel primo trailer: “this is the way”! (video)

La seconda stagione di The Mandalorian, la serie TV ambientata nell’universo di Star Wars disponibile esclusivamente su Disney+, arriverà in catalogo il 30 ottobre prossimo.

Oggi Disney e LucasFilm mostrano il primo trailer della seconda stagione. Un video che ci fa capire in quale direzione andrà la storia e che mette in campo un bel po’ di effetti in più della prima stagione. Sembra davvero di trovarsi di fronte ad una produzione simile a quella dei film della saga, con un protagonista però ben diverso.

A quanto pare il Mandaloriano dovrà raggiungere niente meno che i Jedi (dove non è ancora chiaro), definiti “enemy sorcereres” (stregoni nemici) per consegnare il giovanissimo esemplare della stessa razza di Yoda (The Child, meglio conosciuto come Baby Yoda). A frapporsi al suo obiettivo potrebbe non esserci solo l’Impero (o ciò che ne rimane). Bando alle ciance: ecco il trailer ufficiale di The Mandalorian Stagione 2!

The Mandalorian Stagione 2 Trailer

L’articolo The Mandalorian Stagione 2 si mostra nel primo trailer: “this is the way”! (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Ecco OnePlus 8T in mostra da tutti i lati e (quasi) tutte le sue specifiche appena trapelate (video e foto)

Ormai sono praticamente passati cinque mesi dal lancio di OnePlus 8. Ciò significa che l’azienda cinese è pronta a presentare il suo nuovo modello: OnePlus 8T. Mentre l’annuncio ufficiale è atteso per la fine del mese o per l’inizio di ottobre, il telefono è stato da poco certificato dall’ente indiano BIS, segno che il suo arrivo è davvero imminente. A confermare tutto ciò è appena piovuta in Rete una serie di leak in cui lo smartphone viene mostrato da tutti i lati insieme a molte delle sue specifiche tecniche.

Le immagini che potete ammirare a fine articolo sono però basate su schemi interni e non sui soliti progetti CAD 3D, per cui non è possibile conoscere le dimensioni esatte del dispositivo. Mentre arriva una nuova conferma dell’assenza di un possibile OnePlus 8T Pro, l’unico modello si prepara a sfoggiare diverse novità, che a livello hardware lo metteranno alla pari se non al di sopra anche di OnePlus 8 Pro.

LEGGI ANCHE: La nostra prova di OxygenOS 11 su OnePlus 8

Lo schermo infatti ha una diagonale di 6,55″ in risoluzione HD+ e refresh rate a 120 Hz, il vetro sarà piatto con un piccolo foro nell’angolo in alto a sinistra per la fotocamera frontale da 32 MP (raddoppiata rispetto al passato). Il comparto fotografico sul retro sarà contenuto in una “toppa” (che non appare esattamente piccola), in cui i quattro sensori sono disposti a C con il flash LED. La lente principale sarà da 48 MP + un grandangolare da 16 MP + un macro da 5 MP + un sensore di profondità da 2 MP.

Contrariamente alle aspettative e ai primi benchmark emersi, sembra che OnePlus 8T possa essere equipaggiato con Snapdragon 865 ed essere lanciato in due tagli di memoria: 8/128 GB e 12/256 GB. La Batteria arriverà a 4.500 mAh, ma per la prima volta ci sarà il supporto alla ricarica a 65 W (era fermo a 30W da qualche anno ormai). Completano il quadro OxygenOS 11 con Android 11, connettore USB-C e microfono a cancellazione del rumore sul lato superiore. E il prezzo? Purtroppo ancora nessuna notizia.

L’articolo Ecco OnePlus 8T in mostra da tutti i lati e (quasi) tutte le sue specifiche appena trapelate (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Il Google Pixel 5 5G si mostra per bene negli ultimi render trapelati (foto e video)

Quelli presi in esame potrebbero essere i migliori render ufficiosi relativi al Pixel 5 da qui alla sua persentazione ufficiale (di cui ancora non si conosce la data). Estrapolati da un presunto modello CAD, le immagini e video ci mostrano come potrebbe essere il prossimo top di gamma di casa Google, comprese similitudini e differenze con il recente Pixel 4a.

Il family feeling c’è, eccome. La parte frontale rimane pressoché identica con cornici fine ed un foro in alto a sinistra per ospitare la singola fotocamera frontale. Il display inoltre sembra non avere alcun tipo di curvatura in prossimità dei bordi. Nella parte posteriore invece possiamo accorgerci della più grande differenza, quella relativa al modulo fotocamere; rispetto al Pixel 4a infatti il fratello maggiore potrà vantare 2 sensori (+ il flash LED), alloggiati in quadrato che ricorda molto quello del Pixel 4 XL.

LEGGI ANCHE: Secondo un leaker il Google Pixel 5 5G avrebbe una (nuova) possibile data di lancio

Sorpresa anche sotto il punto di vista dimensionale. La fonte racconta infatti di un dispositivo ingombrante circa 144,7 x 70,4 x 8,1mm (che diventano 8,5 nel camera bump), con i consueti tasti di accensione e regolazione del volume nella parte destra. Il lato inferiore ospiterà la porta di ricarica di tipo USB-C e due fori per gli altoparlanti, uno di essi destinato probabilmente al microfono principale. Un microfono secondario invece, incaricato della soppressione dei rumori, è collocato nella parte superiore. Manca, come d’altronde nel Pixel 4a, il jack audio.

L’articolo Il Google Pixel 5 5G si mostra per bene negli ultimi render trapelati (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Ora Google mostra informazioni sugli incendi in tempo (quasi) reale su Maps e nelle ricerche online (video e foto)

Nei momenti di emergenza avere la informazioni giuste sull’ambiente che ci circonda è essenziale e può letteralmente fare la differenza tra la vita e la morte. Se ne sono accorti in prima persona alcuni ingegneri di Google quando anni fa scoppiò un piccolo incendio vicino alla loro sede di Haifa in Israele e online non appariva nulla: “le ricerche confermavano solo un mucchio di dettagli che già conoscevamo, ma niente sul grande incendio fuori dalle nostre finestre“.

Proprio per colmare questo vuoto informativo, Google ha annunciato di aver rilasciato un importante aggiornamento per il suo motore di ricerca e per Maps che mette in evidenza eventuali incendi boschivi. Il cambiamento climatico globale infatti ha reso sempre più frequenti gli episodi di combustione in natura e Paesi come gli Stati Uniti se ne sono accorti in prima persona negli ultimi anni.

LEGGI ANCHE: Fuga di ingegneri da Huawei dopo il ban sui processori

Dopo una lunga sperimentazione con il centro di gestione delle emergenze della California, la nuova funzione è stata ufficializzata oggi. Se si cerca su Google un incendio in corso, i risultati mostrano una mappa con i confini delle fiamme aggiornata in tempo quasi reale (circa una volta all’ora) oltre che notizie pertinenti, informazioni ufficiali e indicazioni sul comportamento da tenere sotto un banner rosso con la scritta “SOS Alert”.

Aprendo Google Maps invece vengono evidenziate le strade chiuse ed eventuali percorsi consigliati per evitare pericoli e blocchi stradali. La linea del fuoco è evidenziata in rosso ed è generata dall’Earth Engine di Mountain View usando i dati satellitari forniti dalla National Oceanic and Atmospheric Administration. Al momento il servizio riguarderà solamente gli USA, ma BigG ha dichiarato di voler implementare la novità anche in altre nazioni insieme ad ulteriori funzioni per le emergenze. L’unica vera pecca è che serve avere una connessione internet, qualcosa che non va dato per scontato in certe situazioni.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Ora Google mostra informazioni sugli incendi in tempo (quasi) reale su Maps e nelle ricerche online (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Moto E7 Plus appare su Geekbench e mostra le sue prime specifiche (foto)

Il prossimo smartphone Motorola della serie Moto E sta scaldando i motori a quanto pare e presto dovremmo vederlo ufficializzato. Moto E7 Plus per ora si è mostrato solo in un piccolo leak che ha permesso di capire quale sarà il suo aspetto oltre ad altri dettagli, oggi invece è apparso su Geekbench, la nota piattaforma per i benchmark.

Il telefono ha fatto registrare un punteggio di 1.152 in modalità single-core e di 4.373 nel test multi-core. Dalle specifiche riportate possiamo vedere che è equipaggiato con 4 GB di RAM, Android 10 e un misterioso processore a 8 core e 1,8 GHz identificato col nome “guamp”. Questo stesso SoC era apparso qualche tempo fa in un benchmark di Moto G9 Play e all’epoca era stato ipotizzato che poteva essere uno Snapdragon 662.

LEGGI ANCHE: Microsoft sta per acquisire una parte di TikTok

Report trapelati in precedenza in realtà parlavano di uno Snapdragon 632, quindi rimane da vedere quale voce sia quella corretta. Entrambi i dispositivi dovrebbero comunque montare lo stesso chip. Tornando alle immagini trapelate Moto E7 Plus sembra dotato di notch a goccia, doppia fotocamera posteriore con lettore di impronte fisico e, sul lato inferiore, porta USB-C e il jack da 3,5 mm in via d’estinzione.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Moto E7 Plus appare su Geekbench e mostra le sue prime specifiche (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Un nuovo video hands-on mostra (quasi) tutto quello che c’è da sapere sulla fotocamera di Galaxy Note 20 Ultra (video)

Tra un paio di settimane finalmente Samsung svelerà in tutto e per tutto i suoi nuovi Galaxy Note 20 e Galaxy Note 20 Ultra. Con l’avvicinarsi della data si stanno intensificando le rivelazioni provenienti da leak che forniscono un quadro ancora incompleto, ma sempre più ricco su cosa aspettarsi dai due modelli. Molti dei contributi più solidi in questo senso stanno arrivando dal canale YouTube “Jimmy Is Promo” che evidentemente è riuscito a mettere le mani sugli smartphone e li sta sviscerando pezzetto dopo pezzetto.

Stavolta scopriamo quasi tutto quello che c’è da sapere sulla fotocamera di Galaxy Note 20 Ultra. In particolare sembra che diversi punti deboli di Galaxy S20 Ultra siano stati rivisti e sistemati a partire dallo zoom che sul prossimo top di gamma Samsung sarà limitato a 50x, con ingrandimenti ottici fino a 5x e poi scatti in digitale a 10x e 20x. Gli amanti della fotografia poi possono osservare alcune funzioni della modalità Pro compreso l’istogramma dei toni.

LEGGI ANCHE: Ecco gli sfondi di Vivo X50

Il filmato mostra anche le varie risoluzioni in cui sarà possibile registrare video compresa la risoluzione 8K in formato ultra-wide 21:9 e il sistema di controllo dei microfoni. A quanto si vede infatti si potrà scegliere da quale fonte catturare l’audio: microfono frontale, posteriore, entrambi o uno esterno connesso via USB o Bluetooth.

Bixby Vision è stato potenziato con la funzione di descrizione vocale della scena, utile per chi ha difficoltà con la vista. Infine tra i dettagli di sistema si scorge la presenza di ONE UI 2.5 e di Nearby Share (anche noto come AirDrop di Google).

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Un nuovo video hands-on mostra (quasi) tutto quello che c’è da sapere sulla fotocamera di Galaxy Note 20 Ultra (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld