Fuoritutto Smartphone Android su Amazon: Motorola, Redmi, Realme e Honor in sconto

Nuove offerte imperdibili per gli smartphone Android su Amazon Italia. Nella giornata di oggi trovate le migliori offerte tecnologiche per tanti modelli, tutti disponibili a prezzi mai visti: parliamo di bestseller come Redmi Note 10 ProRedmi Note 11 Pro+ 5G, dell’elegantissimo Motorola Edge 20 Pro ma anche dei nuovi Realme GT NEO 3Honor Magic4 Pro 5G.

Nella lista in basso trovate tutti i link diretti per l’acquisto dei prodotti citati. A seguire vi lasciamo anche i pulsanti per iscrivervi al nostro canale Telegram delle offerte e quello per andare sulla pagina dei migliori sconti di Amazon.

Canale Telegram Offerte

Altre Offerte Amazon

L’articolo Fuoritutto Smartphone Android su Amazon: Motorola, Redmi, Realme e Honor in sconto sembra essere il primo su Androidworld.


Fuoritutto Smartphone Android su Amazon: Motorola, Redmi, Realme e Honor in sconto

Motorola moto G 5G (2022) non tradisce la sua storia: specifiche e design trapelati

Negli ultimi anni abbiamo visto Motorola spingersi anche nella fascia alta del mercato smartphone, lanciando anche dei modelli top di gamma molto interessanti. Tuttavia la casa alata non tradisce la gamma media, quella che l’ha riportata al vertice nel mercato smartphone.

Nelle ultime il buon OnLeaks ci ha fornito un corposo leak di moto G 5G (2022), il prossimo dispositivo di gamma media di casa Motorola. Le immagini in galleria mostrano un design abbastanza simile a quello che abbiamo visto per il suo predecessore: anteriormente vediamo un display forato al centro per ospitare la fotocamera anteriore, posteriormente vediamo un modulo fotografico rettangolare con tre sensori.

Sul profilo laterale vediamo la porta USB Type-C per la ricarica e trasferimento dati, il jack audio, gli speaker audio, i classici pulsanti volume e il sensore d’impronte digitali integrato nel pulsante power.

Sotto al cofano dovremmo trovare un processore Snapdragon 750G, accoppiato a 4 GB di RAM e 128 GB di storage interno. Il sistema operativo dovrebbe essere aggiornato all’anacronistico Android 11. Dal comparto fotografico posteriore possiamo aspettarci un sensore principale da 50 megapixel, un grandangolo da 8 megapixel e un sensore di profondità da 2 megapixel.

L’articolo Motorola moto G 5G (2022) non tradisce la sua storia: specifiche e design trapelati sembra essere il primo su Androidworld.


Motorola moto G 5G (2022) non tradisce la sua storia: specifiche e design trapelati

Sfondi ufficiali dei nuovi flagship Motorola: dove scaricarli

Immediatamente a valle della presentazione del suo Edge 30 Pro, il top di gamma assoluto per i mercati internazionali, Motorola rende accessibili gli sfondi ufficiali dei suoi nuovi top di gamma.

Gli sfondi si riferiscono a moto Edge 30 Pro e moto Edge X30, due dispositivi essenzialmente identici ma che si riferiscono a mercati diversi. Gli sfondi, dei quali potete avere un’anteprima osservando le immagini in galleria, sono 8 e hanno una risoluzione pari a 2.400 x 1.080 pixel, coerentemente alla risoluzione full HD+ dei dispositivi.

Potete scaricare gli sfondi ufficiali di Edge 30 Pro a risoluzione originale, per provarli sul vostro dispositivo, tramite il link diretto che trovate qui sotto.

L’articolo Sfondi ufficiali dei nuovi flagship Motorola: dove scaricarli sembra essere il primo su Androidworld.


Sfondi ufficiali dei nuovi flagship Motorola: dove scaricarli

Motorola punta ancora sui pieghevoli! Razr 3 avrà specifiche da vero top di gamma

Motorola è stata tra i primissimi produttori di smartphone a lanciarsi concretamente nel settore dei pieghevoli, pur non lanciando un numero particolarmente grande di prodotti. Dopo le prime due generazioni di Razr è in arrivo la terza.

Grazie alle fonti di XDA abbiamo modo di capire che moto Razr 3 sarà un top di gamma autentico, più di quanto non lo siano state le precedenti due generazioni del pieghevole Motorola. Il nuovo Razr 3 potrà infatti contare sul non plus ultra dei processori Qualcomm, lo Snapdragon 8 Gen 1. In questo modo si alzerà il livello rispetto ai predecessori che presentavano, rispettivamente, lo Snapdragon 710 e 765G.

Inoltre, a bordo del nuovo Razr 3 ci sarà anche il supporto alla connettività ultra-wideband (UWB), il quale aprirà le porte all’impiego del dispositivo come chiave digitale per le auto. Proprio come Google ha fatto per il suo Pixel 6 Pro.

Non mancherà un display AMOLED principale con refresh rate a 120 Hz, mentre quello secondario sarà di qualità più bassa e probabilmente utile a consultare solo le informazioni rapide. La RAM arriverà in tagli da 6, 8 e 12 GB mentre lo storage interno sarà pari a 128, 256 e 512 GB. Ci sarà il supporto NFC.

Data questa caratura da vero top di gamma, ci aspettiamo che Motorola lanci il nuovo Razr 3 a un prezzo più alto relativamente a quanto fatto vedere con le precedenti generazioni Razr. Al momento non è stata comunicata una data di lancio ufficiale, torneremo ad aggiornarvi non appena ne sapremo di più.

L’articolo Motorola punta ancora sui pieghevoli! Razr 3 avrà specifiche da vero top di gamma sembra essere il primo su Androidworld.


Motorola punta ancora sui pieghevoli! Razr 3 avrà specifiche da vero top di gamma

Motorola lancia l’accessorio per avere Android Auto wireless a 90 euro

Android Auto è il sistema di infotainment che Google offre per sfruttare tutte le potenzialità di Android in modo sicuro e ottimizzato alla guida. Al momento la maggior parte delle auto che lo supporta necessità del collegamento con cavo.

Lo scorso anno abbiamo visto arrivare uno dei primi dongle per rendere Android Auto wireless più funzionanti su larga scala. L’accessorio ha avuto un grande successo si Indiegogo, così Motorola sembra aver colto la palla al balzo. L’azienda ha infatti appena lanciato il suo Android Auto MA1. Si tratta di un dongle per rendere wireless Android Auto estremamente simile a quello lanciato su Indiegogo per concezione.

Come vedete dalle immagini nella galleria in basso, il dispositivo è molto contenuto in termini di dimensioni e ha l’uscita USB per il collegamento con il box Android Auto delle vetture che lo supportano. L’MA1 si servirà del Bluetooth per accoppiarsi allo smartphone e poi al Wi-Fi a 5 GHz per la trasmissione dei dati.

Il nuovo accessorio Android Auto di Motorola arriva sul mercato a 89,95 euro. Al momento è possibile preordinarlo soltanto con consegna negli Stati Uniti, con spedizione previste a partire dal 30 gennaio. Motorola non sa se lo lancerà anche in Europa, potete iscrivervi alla newsletter del prodotto per essere tra i primi ad essere aggiornati sulle prossime novità che lo riguardano.

Chiaramente per usarlo sarà necessario possedere un dispositivo compatibile con Android Auto nella propria vettura.

L’articolo Motorola lancia l’accessorio per avere Android Auto wireless a 90 euro sembra essere il primo su Androidworld.


Motorola lancia l’accessorio per avere Android Auto wireless a 90 euro

Motorola Defy 2021 è ufficiale: il rugged al sapore di nostalgia (foto)

Motorola ha appena annunciato un nuovo rugged tra la sua ammiraglia, che ha anche un sapore di nostalgia. Parliamo di Motorola Defy 2021, la nuova versione di uno dei dispositivi più iconici di Motorola da quando ha iniziato a lanciare modelli Android. Andiamo a vedere le sue specifiche complete.

Motorola Defy 2021: Caratteristiche Tecniche

  • Display: 6,5″ (1.600 × 720 pixel) HD+ LCD Max Vision con Corning Gorilla Glass Victus, utilizzabile con dita bagnate
  • Processore: Octa Core Qualcomm Snapdragon 662 fino a 2 GHz 4 x Kryo 260 Performance (Cortex A73-based) + fino a 1.8GHz 4 x Kryo 260 Efficiency (Cortex A53-based)
  • GPU: Adreno 610
  • RAM: 4GB LPDDR4x
  • Software: Android 10 aggiornabile ad Android 11
  • Storage interno: 64GB, espandibile fino a 512GB con microSD
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 48 megapixel, f/1.7 aperture, PDAF
    • Macro: 2 megapixel Vision  Camera, f/2.4 aperture
    • Profondità: 2 megapixel; modalità di visione notturna
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel, f/2.2 aperture, 1.12µm
  • Sicurezza: sensore d’impronte digitali posteriore
  • Audio: jack per le cuffie
  • Certificazioni: resistente ad acqua e polvere (IP68)
  • Materiali: MIL-STD-810H
  • Dimensioni: 169,8 × 78,2 × 10,9mm
  • Peso:232g
  • Connettività: Dual 4G VoLTE, Wi-Fi 802.11 ac (2.4GHz|5GHz), Bluetooth 5.0, GPS + GLONASS, NFC, USB Type-C waterproof port
  • Batteria: 5.000mAh con ricarica Turbopower 20W

Uscita e Prezzo

Il nuovo Motorola Defy 2021 è stato annunciato nelle colorazioni Black e Green. Al momento la sua commercializzazione sembra essere destinata esclusivamente ai mercati del Sud America, a un prezzo equivalente a circa 320€. Torneremo ad aggiornarvi quando ne sapremo di più in merito alla sua commercializzazione in Europa.

Motorola Defy 2021 – Immagini

L’articolo Motorola Defy 2021 è ufficiale: il rugged al sapore di nostalgia (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Motorola Defy 2021 è ufficiale: il rugged al sapore di nostalgia (foto)

Motorola Defy 2021 è ufficiale: il rugged al sapore di nostalgia (foto)

Motorola ha appena annunciato un nuovo rugged tra la sua ammiraglia, che ha anche un sapore di nostalgia. Parliamo di Motorola Defy 2021, la nuova versione di uno dei dispositivi più iconici di Motorola da quando ha iniziato a lanciare modelli Android. Andiamo a vedere le sue specifiche complete.

Motorola Defy 2021: Caratteristiche Tecniche

  • Display: 6,5″ (1.600 × 720 pixel) HD+ LCD Max Vision con Corning Gorilla Glass Victus, utilizzabile con dita bagnate
  • Processore: Octa Core Qualcomm Snapdragon 662 fino a 2 GHz 4 x Kryo 260 Performance (Cortex A73-based) + fino a 1.8GHz 4 x Kryo 260 Efficiency (Cortex A53-based)
  • GPU: Adreno 610
  • RAM: 4GB LPDDR4x
  • Software: Android 10 aggiornabile ad Android 11
  • Storage interno: 64GB, espandibile fino a 512GB con microSD
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 48 megapixel, f/1.7 aperture, PDAF
    • Macro: 2 megapixel Vision  Camera, f/2.4 aperture
    • Profondità: 2 megapixel; modalità di visione notturna
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel, f/2.2 aperture, 1.12µm
  • Sicurezza: sensore d’impronte digitali posteriore
  • Audio: jack per le cuffie
  • Certificazioni: resistente ad acqua e polvere (IP68)
  • Materiali: MIL-STD-810H
  • Dimensioni: 169,8 × 78,2 × 10,9mm
  • Peso:232g
  • Connettività: Dual 4G VoLTE, Wi-Fi 802.11 ac (2.4GHz|5GHz), Bluetooth 5.0, GPS + GLONASS, NFC, USB Type-C waterproof port
  • Batteria: 5.000mAh con ricarica Turbopower 20W

Uscita e Prezzo

Il nuovo Motorola Defy 2021 è stato annunciato nelle colorazioni Black e Green. Al momento la sua commercializzazione sembra essere destinata esclusivamente ai mercati del Sud America, a un prezzo equivalente a circa 320€. Torneremo ad aggiornarvi quando ne sapremo di più in merito alla sua commercializzazione in Europa.

Motorola Defy 2021 – Immagini

L’articolo Motorola Defy 2021 è ufficiale: il rugged al sapore di nostalgia (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Motorola Defy 2021 è ufficiale: il rugged al sapore di nostalgia (foto)

Motorola Moto G8 e G8 Power hanno iniziato a ricevere l’aggiornamento stabile di Android 11

Facevano già parte della lista di dispositivi, diramata da Motorola a dicembre 2020, per cui era previsto l’aggiornamento ad Android 11, ma ora quella promessa di update sta diventando realtà. Stiamo parlando di Moto G8 e Moto G8 Power che hanno iniziato a ricevere la versione stabile di Android 11.

LEGGI ANCHE: Google si lascia scappare una sfilza di smartphone misteriosi

Moto G8 e Moto G8 Power avranno la stessa versione build che risponde al codice RPE31.Q4U-47-35, ed è anche per questo motivo che stanno ricevendo l’aggiornamento insieme. Questo update basato su Android 11 conterrà anche le patch di sicurezza del mese di febbraio 2021. Il rollout OTA sta avvenendo a tappe, e per ora è stato segnalato solamente dagli utenti colombiani, ma ci si può aspettare di veder arrivare questo aggiornamento a breve anche in altri mercati.

L’articolo Motorola Moto G8 e G8 Power hanno iniziato a ricevere l’aggiornamento stabile di Android 11 sembra essere il primo su AndroidWorld.


Motorola Moto G8 e G8 Power hanno iniziato a ricevere l’aggiornamento stabile di Android 11

Motorola Capri Plus è pronto al lancio: Snapdragon 662, display a 90 Hz e quad-camera

Sembra proprio che Motorola ha in mente di rinnovare per bene la sua gamma media, preparandosi a lanciare anche una variante Plus di Motorola Capri, il device per il quale sono emersi diversi rumor nelle scorse settimane.

Il Motorola Capri Plus è stato testato sulla piattaforma Geekbench, dove ha lasciato traccia di alcune delle sue specifiche tecniche chiave. Il dispositivo avrebbe un processore Snapdragon 662, un display a risoluzione HD+ e refresh rate a 90 Hz, con una RAM in due varianti da 4GB e 6GB. Lo storage interno dovrebbe ammontare a 64GB e 128GB.

LEGGI ANCHE: Realme 7i, la recensione

Lo stesso dispositivo è stato testato anche presso il TÜV Rheinland, dove è emerso che la batteria avrebbe una capacità da ben 5.000 mAh con supporto alla ricarica rapida con output da 20W. Posteriormente dovremmo trovare una quad-camera con sensore principale da 64 megapixel, un grandangolo da 13 megapixel, un sensore di profondità e un sensore macro da 2 megapixel ciascuno.

Al momento rimane ancora ignota la data di presentazione ufficiale del dispositivo. Torneremo ad aggiornarvi appena sapremo qualcosa di più sul periodo di lancio.

L’articolo Motorola Capri Plus è pronto al lancio: Snapdragon 662, display a 90 Hz e quad-camera sembra essere il primo su AndroidWorld.


Motorola Capri Plus è pronto al lancio: Snapdragon 662, display a 90 Hz e quad-camera

Recensione Motorola Moto G9 Plus (foto e video)

Motorola arriva alla sua nona generazione di Moto G con il suo modello Plus. Scopriamo se questo smarpthone riesce a tenere viva l’attesa che c’è sempre dietro i prodotti di fascia media di Motorola.

LEGGI ANCHE: Recensioni Motorola

8.0

Confezione

La confezione di questo smartphone è tutto sommato abbastanza ricca. Abbiamo una cover in silicone trasparente, un alimentatore da 30W, un cavo USB-C/USB-C e un paio di cuffie stereo.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Motorola Moto G9 Plus è uno smartphone grande. L’azienda ci ha preso la mano di recente nel lanciare in commercio dispositivi dalle dimensioni generose e questo a nostro parere potrebbe limitare il pubblico interessato a questo prodotto. È spesso 9,7 millimetri e ha un peso di 223 grammi, non pochi. La scocca poi è interamente in plastica. Niente di male, ma si sente comunque al tocco che non si tratta di uno smartphone particolarmente pregiato. Il bilanciare del volume è posizionato sul lato destro ed è forse un po’ in alto. Sul lato sinistro, ad un’altezza invece leggermente inferiore, troviamo invece un comodo tasto per attivare l’assistente vocale. Lo smartphone resiste agli spruzzi.

7.5

Hardware

Motorola Moto G9 Plus non è uno smartphone che punta troppo alle specifiche tecniche, che rimangono comunque più che oneste per la fascia di prezzo. Abbiamo un processore Snapdragon 730G octa core da 2,2 GHz, una GPU Adreno 618 e 4 GB di RAM. La memoria interna è da 128 GB UFS 2.0 ed è espandibile sfruttando una microSD. Buona la connettività, ma non abbiamo il 5G. Abbiamo la connettività LTE 4G, il Wi-Fi ac dual band, il Bluetooth 5.0 e il chip NFC. Presente anche un buon lettore di impronte digitali sul fianco destro dello smartphone incastonato nel tasto di accensione. Sulla parte superiore abbiamo poi il jack audio per le cuffie, mentre invece l’unico speaker (dalla qualità nella media e buon volume) è posizionato sul lato inferiore.

SCHEDA: Motorola Moto G9 Plus

7.5

Fotocamera

Moto G9 Plus è ovviamente dotato di ben 4 sensori fotografici. Come poteva essere diversamente? Ormai tutti puntano ad includere un gran numero di fotocamere e questo G9 Plus non è da meno con due sensori da 2 megapixel ƒ/2.4 di poca utilità: uno è per le foto macro e uno aiuta nella modalità bokeh. Ma concentriamoci sulle cose che contano. La fotocamera principale è una 64 megapixel ƒ/1.8 che permette di realizzare scatti di buona qualità in quasi ogni situazione di luce. Le immagini hanno un buon bilanciamento della luce, buoni contrasti e un buon bilanciamento del bianco. Sono anche più ricche di dettagli di molti concorrenti nella stessa fascia di prezzo. Con poca luce le immagini sono decisamente meno interessanti. È presente una modalità notturna che però non sembra essere esageratamente incisiva. Quando c’è comunque un po’ di luce il contributo è minimo e quando invece è molto poca l’immagine è molto luminosa ma perde tanto di definizione. Simpatico il sensore da 8 megapixel ƒ/2.2 grandangolare, ma le foto non hanno un gran dettaglio e il bilanciamento del colore è leggermente peggiore. La fotocamera frontale, posizionata all’interno del foro della fotocamera è una 16 megapixel ƒ/2.0 di discreta qualità.

Può registrare video in 4K a 30fps dalla fotocamera principale e in Full HD da quella frontale. I risultati sono interessanti e con buona luce anche la stabilizzazione è abbastanza buona. Non aspettatevi miracoli, ma come per le foto siamo assolutamente entro i limiti dell’atteso per la fascia di prezzo.

7.5

Display

Moto G9 Plus utilizza un pannello abbastanza classico, considerando gli standard attuali che vedono spesso refresh rate aumentati o schermi AMOLED. Qui abbiamo un IPS LCD da ben 6,81 pollici con risoluzione FullHD+ (1080 x 2400 pixel). È uno schermo “normale” per essere montato su uno smartphone di fascia media nel 2020, ma comunque più che onorevole, con una risoluzione più che sufficiente e anche il supporto allo standard HDR10. In alto è forato per lasciare spazio al sensore della fotocamera frontale.

8.5

Software

Anche questo smartphone di Motorola è ovviamente spinto da un software che è in buona parte definibile come stock. Tutto l’intero sistema è molto fluido, anche se questa fluidità non è accompagnata o messa in risalto da un refresh rate aumentato. Abbiamo tra le funzioni aggiuntive il Moto Display interattivo che permette di interagire con le notifiche in arrivo anche a schermo bloccato. Non funziona però come un always-on visto che il display non è in tecnologia AMOLED. Ma funziona solo all’arrivo delle notifiche e quando lo solleviamo. Possiamo poi leggermente cambiare il tema di sistema con MyUX e migliorare le prestazioni di gioco con Game Time. Toccando due volte il lettore di impronte digitali si può attivare un menù rapido dove salvare le applicazioni preferite. Non mancano le famosissime gesture di Motorola per attivare la torcia o avviare la fotocamera. Il tutto è basato su Android 10 al momento aggiornato con le patch di settembre 2020.

9.0

Autonomia

Indubbiamente l’autonomia di questo Moto G9 Plus è il suo punto forte. Abbiamo una capacità da ben 5.000 mAh e i risultati sono stati assolutamente in linea con le nostre (altissime) aspettative, considerando gli ultimi smartphone dell’azienda. Si riesce sempre a concludere una giornata completa e se non fate un utilizzo troppo incessante dello smartphone non è affatto difficile arrivare a due giorni pieni. In più adesso abbiamo finalmente la ricarica rapida a 30W che permette di caricare lo smartphone in poco più di un’ora.

7.5

Prezzo

Questo Motorola Moto G9 Plus ha un prezzo di 269€, allineato agli altri prodotti dell’azienda. Non è un prezzo stracciato, ma è comunque coerente sia con il mercato che con le scelte di Motorola. È disponibile in questo momento scontato a 261€ su Amazon.

Tutte le migliori offerte per Moto G9 Plus

Foto

L’articolo Recensione Motorola Moto G9 Plus (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Recensione Motorola Moto G 5G Plus (foto e video)

Vi abbiamo già “spoilerato” molto su Motorola Moto G 5G Plus nel nostro confronto fra smartphone medio gamma che abbiamo pubblicato giusto ieri. Moto G 5G Plus è il nuovo smartphone di fascia media di Motorola che vuole competere con una agguerrita concorrenza, con delle armi molto interessanti.

LEGGI ANCHE: Recensioni Motorola

8.0

Confezione

La tutto sommato compatta confezione di questo Moto G 5G Plus contiene al suo interno un alimentatore TurboPower da 20W, un cavo USB/USB-C, un paio di discrete cuffie stereo con jack audio e anche una gradita cover in silicone semi-trasparente.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Motorola Moto G 5G Plus è uno smartphone importante come dimensioni e anche abbastanza pesante. Parliamo di 204 grammi e di 9 millimetri di spessore. È uno smartphone sicuramente importante che però vi ripagherà con un ampio display e una corposa batteria. Lo smartphone è poi realizzato interamente in plastica, ma al tocco sia il pannello posteriore lucido che il profilo opaco potrebbero trarvi in inganno nel credere che siano materiali differenti. Non ci sono certificazioni “IP”, ma lo smartphone è comunque dichiarato come splashproof. Bene a sapersi, ma meglio non metterlo alla prova.

8.0

Hardware

Motorola ha incluso all’interno di questo smartphone un hardware abbastanza “tipico” per questa categoria. Abbiamo il recentissimo Snapdragon 765G octa core da 2,3 GHz con GPU Adreno 620, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibili. È un vero peccato che l’azienda non abbia scelto di lanciare in Italia il modello con più RAM e più memoria interna. Purtroppo, al contrario di altri Motorola, si dovrà scegliere se utilizzare una seconda nanoSIM o una microSD. Buona la connettività: abbiamo il supporto alle reti 5G, come anche al Wi-Fi ac dual band, al Bluetooth 5.1 e all’NFC. Da premiare la presenza di jack audio e di radio FM. Lo speaker è invece solo mono (inferiore): ha un buon volume, ma la qualità è nella media.

SCHEDA: Motorola Moto G 5G Plus

7.5

Fotocamera

Anche questo Moto G 5G Plus, come buona parte degli smartphone sul mercato, è dotato di ben quattro fotocamere. La principale è una 48 megapixel ƒ/1.7, supportata da una 8 megapixel ƒ/2.2 grandangolare, una 5 megapixel ƒ/2.2 per scattare foto macro e una 2 megapixel ƒ/2.2 per aiutare con i suoi dati per quanto riguarda gli scatti in modalità ritratto. I risultati degli scatti sono molto buoni per quanto riguarda il sensore principali e sufficienti per la fotocamera grandangolare. Le foto sono infatti più che buone per resa del colore, nitidezza e resa delle luci. Al calare della luce naturale però si iniziano a vedere rapidamente le differenza rispetto agli altri concorrenti di quest’anno. Non che lo smartphone Motorola si comporti affatto male, ma altri nella concorrenza hanno alzato l’asticella. Con poca luce la modalità notturna si rende necessaria, ma la differenza non è comunque così netta. Discreta la fotocamera frontale da 16 megapixel che è supportata anche da una 8 megapixel grandangolare: una bella aggiunta che apprezziamo per uno smartphone di questa fascia. I video si possono registrare in 4K dalla fotocamera principale e sono nella media, esattamente come per quanto riguarda il comparto foto.

 

8.0

Display

L’azienda ha scelto per questo Moto G 5G Plus un display in tecnologia IPS. Lo schermo ha una risoluzione di 1080 x 2520 pixel (Full HD+) ed ha una diagonale importante: 6,7 pollici. La luminosità è buona e ci sono tre modalità di taratura dello schermo. Supporta anche l’HDR10 e il Moto Display che mostra le notifiche (solo all’arrivo e al sollevamento dello smartphone) anche a schermo bloccato. Il grande display è interrotto da due fori in alto a sinistra, con un leggerissimo alone scuro dovuto alla tecnologia IPS utilizzata. Uno schermo AMOLED sarebbe risultato sicuramente più adatto, ma per la fascia di prezzo possiamo assolutamente accettarla come una soluzione adeguata. In più questo schermo supporta la velocità di aggiornamento a 90Hz, anche automatica, che si occupa quindi di scegliere in autonomia se usare i 90 Hz o i 60 Hz in base all’utilizzo che stiamo facendo dello smartphone.

8.5

Software

Motorola come sempre utilizza per i suoi smartphone una versione del software molto semplice e vicina alla versione stock di Android. Qui abbiamo Android 10 aggiornato con le patch di maggio 2020 al momento della recensione. Il software è pulito e fluido in ogni occasione, anche grazie all’aumento di “scorrevolezza” dato dal display a 90 Hz. Abbiamo come sempre le Moto Actions per abilitare alcune funzioni con delle gesture e movimento sul telefono, le navigazione tramite scorrimento, il Gametime per minimizzare le distrazioni durante il gioco, i temi leggermente personalizzabili e la possibilità di accedere ad un menù di scorciatoie con un doppio tap sul lettore di impronte digitali sul fianco.

9.0

Autonomia

La batteria è una corposa 5.000 mAh ed è anche per questo che lo smartphone ha delle dimensioni così importanti ed un peso così rilevante. Abbiamo provato vari smartphone con batterie di questo calibro, ma questo Moto G 5G Plus è quello che si è dimostrato più performante di tutti. In modalità automatica si riesce ad arrivare ai due giorni lavorativi quasi senza impegno, cosa comunque possibile anche a 90 Hz fissi seppur con un po’ di accortezza. Ad oggi è lo smartphone più impressionante in termini di batteria che abbiamo provato nel 2020. Una sequenza di eccellenti risultati per Motorola su questo fronte.

7.0

Prezzo

Motorola Moto G 5G Plus viene venduto in Italia a 399€, un prezzo corretto anche se non stracciato. Se per questa versione fosse stata disponibile la variante 6/128 sarebbe stato sicuramente meglio. Considerate comunque l’acquisto di questo smartphone, soprattutto se doveste riuscire a trovare qualche offerta a prezzo scontato. Lo smartphone al momento è disponibile sullo store ufficiale Motorola.

Foto

L’articolo Recensione Motorola Moto G 5G Plus (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

TWRP continua ad espandersi e aggiunge il supporto a Motorola One Vision, Huawei P9 Lite, LG V20 e altri

Immancabile come quasi tutti i mesi, anche per agosto arriva la notizia di nuovi smartphone che ricevono il supporto a TWRP. I dispositivi interessati da questa ultima tornata sono Motorola One Vision, Huawei P9 Lite (hi6250), LG V20, Realme C2, Lenovo Smart Tab M10 e Ergo Force F500. Andiamo a vedere in dettaglio le novità per i principali telefoni.

Motorola One Vision

Già era in circolazione il supporto non ufficiale, ma grazie a kaneawk, noto membro della comunità XDA dedito alla manutenzione di diversi modelli Motorola, oggi arriva anche in versione ufficiale.

Huawei P9 Lite

Anche in questo caso lo smartphone era supportato non ufficialmente dal 2017. La build in questione gira anche su altri dispositivi Huawei/Honor equipaggiati con processore HiSilicon Kirin 650 ed aggiornati almeno a EMUI 5 con Android 7.0 Nougat.

LEGGI ANCHE: La nostra prova degli smartphone Android più potenti del momento

LG V20

Sono disponibili build sia per la versione sbloccata che per quella Global, oltre che quei modelli legati a operatori telefonici USA (AT&T, T-Mobile, Sprint e Verizon).

Realme C2

L’ultimo Realme a ricevere il supporto TWRP purtroppo non ha a disposizione nessuna custom ROM ancora, ma c’è da sperare che la notizia inspiri qualche sviluppatore volenteroso.

Potete scaricare la build TWRP per ogni dispositivo cliccando sul link del nome di ogni modello elencato. Per maggiori dettagli vi rimandiamo alla pagina sul sito XDA.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo TWRP continua ad espandersi e aggiunge il supporto a Motorola One Vision, Huawei P9 Lite, LG V20 e altri sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Brava Motorola, Edge+ scatta meglio di Pixel 4 secondo DxOMark (video e foto)

DxOMark è l’azienda francese che da diverso tempo testa i comparti fotografici, e non solo, dei principali smartphone Android e iOS in commercio fornendo dei giudizi spesso presi come riferimento dai produttori di dispositivi e dagli utenti. Anche per l’attuale top di gamma Motorola, l’Edge+, è giunto il momento di passare sotto la lente d’ingrandimento di DxOMark e il risultato è sicuramente soddisfacente: Edge+ ha conseguito una valutazione finale pari a 113 punti, leggermente sopra il punteggio conferito al Pixel 4 di Google ma comunque abbastanza lontano dalla vetta della classifica dominata da P40 Pro+.

Il comparto fotografico di Motorola Edge+ ha ricevuto una valutazione parziale pari a 119 punti. Tra gli aspetti positivi sono stati elencati il livello di dettaglio, il controllo del rumore, l’accuratezza nella gestione dell’esposizione e nel bilanciamento del bianco e le ottime performance del sensore grandangolare. Tra quelli negativi sono stati annotati le non ottime performance in fase di zoom, la non perfetta stima della profondità e il range dinamico che potrebbe essere più ampio.

LEGGI ANCHE: Motorola Edge, la recensione

Il comparto video di Motorola Edge+ ha ricevuto una valutazione parziale di 101 punti. Note positive sono state spese per l’accuratezza dell’esposizione, l’alto livello di dettaglio in tutte le condizioni di registrazione, il controllo del rumore e per l’efficacia dell’autofocus sui soggetti in movimento. Peccato per alcuni artefatti visivi in condizioni di registrazione al chiuso e per l’inefficacia della stabilizzazione durante la camminata.

Per ulteriori informazioni sui test condotti vi suggeriamo di leggere il report completo disponibile sul sito ufficiale di DxOMark, dove troverete anche diversi esempi e confronti condotti su iPhone 11 Pro Max, Xiaomi Mi 10 Pro e Galaxy Note 10+. Qui sotto invece trovate un riepilogo grafico dei test effettuati su Motorola Edge+.

L’articolo Brava Motorola, Edge+ scatta meglio di Pixel 4 secondo DxOMark (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

È l’anno dei grandi ritorni nella fascia top del mercato: dopo Motorola, a luglio toccherà ad un altro marchio storico

Motorola Edge+ è il primo tentativo della storica casa alata di tornare a fare breccia nella fascia top del mercato smartphone, dopo anni di silenzio e una lunghissima sequela di modelli di fascia media. A breve atterrerà sul mercato e il tempo ci dirà se l’azienda sarà riuscita o meno a scaldare i cuori degli appassionati. In questo 2020 però, Motorola non sarà l’unica a firmare un ritorno in grande stile.

Secondo le ultime indiscrezioni, HTC starebbe pensando di provare ad uscire dalle sabbie mobile in cui si è andata a cacciare dopo anni di pessima gestione della divisione smartphone, con il lancio del suo primo modello top di gamma dai tempi del poco fortunato U12+. E si tratterebbe anche dell’ingresso del produttore taiwanese nell’era 5G, come d’altronde già promesso ad inizio anno.

LEGGI ANCHE: Sta arrivando anche HTC Desire 20 Pro

Lo smartphone, di cui al momento si conosce poco o nulla, vanterebbe infatti il chip Snapdragon 865 e sarebbe atteso per il debutto nel corso del mese di luglio, ovvero tra poche settimane. Nell’augurio che ci sia davvero un progetto simile in cantiere in seno ad HTC, aspettiamo con ansia buone nuove su questo fantomatico top di gamma del rilancio.

L’articolo È l’anno dei grandi ritorni nella fascia top del mercato: dopo Motorola, a luglio toccherà ad un altro marchio storico sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Motorola Edge, un display che più curvo non si può

Dopo essersi lanciata nel campo degli smartphone pieghevoli rievocando una vecchia gloria come il Razr, Motorola ha deciso di spingersi oltre nel trend del momento: la curvatura dei display. L’ultimo nato della casa, il Motorola edge+, ha i bordo così curvi che quasi arrivano alla parte posteriore della scocca. È il primo smartphone 5G di Motorola e non costa poco: i due modelli della serie viaggiano tra i 700 e i 1.200 euro.

Il prezzo è giustificato da hardware importanti, come il processore Snapdragon 865 di Qualcomm – già a bordo di praticamente tutti i top di gamma, da Oppo a OnePlus – una ram da 12 GB e una larghezza di banda massima aumentata del 30% che si accompagna a un minore consumo della batteria

Ma quello che più conta è quello che si vede e il motorola edge+ senza dubbio spicca per la curvatura del display Endless Edge, con un’angolazione di quasi 90 gradi su entrambi i lati del dispositivo e che si estende per 6,7 pollici con un rapporto 21:9, un miliardo di sfumature di colori e una frequenza di aggiornamento di 90Hz.

Lo schermo curvo e la larghezza contenuta sono pensati per l’utilizzo con una sola mano. L’Edge Touch, che fa parte della nuova suite di funzionalità software MY UX, consente di personalizzare il proprio modo di interagire con il dispositivo. Scorrendo sui bordi verso l’alto o verso il basso, è possibile consultare il pannello delle notifiche o passare da un’applicazione all’altra.

I bordi del display servono anche come avviso quando non si utilizza il telefono: si illuminano mostrando lo stato di carica della batteria, le chiamate in arrivo, le sveglie e le notifiche. Con la modalità di gioco Moto Game, i giocatori possono ruotare il telefono lateralmente e utilizzare due pulsanti aggiuntivi personalizzabili sul bordo superiore dello schermo per un gameplay a quattro tocchi contemporanei simile a quello di una console.

A fronte della considerazione che l’intrattenimento mobile è in crescita e la fruizione di video è aumentata del 100% rispetto allo scorso anno,  edge+ è equipaggiato con altoparlanti stereo Waves.

Il sistema di tre fotocamere presenta una principale con sensore da 108 MP con tecnologia Quad Pixel per una elevata sensibilità alla luce; zoom ottico ad alta risoluzione sul teleobiettivo da 8MP e obiettivo ultra-grandangolare da 16MP.

Tutte queste caratteristiche sono delle idrovore di energia e per questo  edge+ è equipaggiato con una batteria da 5000 mAh con tecnologia TurboPower con ricarica via cavo e senza fili.

Il software MY UX permette agli utenti di personalizzare la propria esperienza d’utilizzo  attraverso l’app Moto integrata: dall’accensione della torcia con un movimento a martello all’utilizzo della fotocamera con la rotazione del polso.

Anche Motorola edge, fratello minore dell’edge+, è 5G, è dotato dello stesso display Endless Edge da 6,7 pollici ma monta un processore Snapdragon 765, una batteria da 4500 mAh, tre fotocamere con un obiettivo principale da 64 MP, un sensore ultra-grandangolare da 16MP con Macro Vision e un teleobiettivo da 8MP.

Motorola edge+ sarà disponibile in Italia da maggio a partire da 1.200 euro, mentre edge sarà disponibile a partire da 700 euro. 

Agi