Samsung ha iniziato la produzione dei suoi nuovi chip: RAM LPDDR5 e storage UFS 3.1 nello stesso componente

La produzione di massa del primo pacchetto multichip basato su UFS (uMCP) al mondo è iniziata, e il produttore di questa innovazione tecnologica è Samsung. La soluzione dell’azienda sudcoreana combina lo storage UFS 3.1 e la più veloce RAM LPDDR5 in un singolo chipset. I miglioramenti ottenuti nelle prestazioni DRAM sono stati enormi, con velocità fino a 25GB/s e anche le prestazioni NAND sono raddoppiate rispetto alle UFS 2.2 basate su LPDDR4X, arrivando fino a 3GB/s.

LEGGI ANCHE: Peggio di noi solo la Polonia: l’Italia non brilla per le velocità del 5G

Le dimensioni ridotte di questo chip combinato, che misura 11,5 x 13 mm, permetteranno così di liberare ulteriore spazio a beneficio degli altri componenti dello smartphone su cui sarà utilizzato. Anche i benefici in termini di velocità saranno importanti, dato che lo storage e la RAM rappresentano spesso i colli di bottiglia nei sistemi sottopotenziati quando si cerca di caricare applicazioni di grandi dimensioni. Una soluzione all-in-one potrebbe anche essere più economica da produrre, rendendo così anche più probabile che gli smartphone di fascia media abbiano un hardware di punta.

“La nuova LPDDR5 uMCP di Samsung è costruita sulla nostra ricca eredità di progressi di memoria e know-how di imballaggio, consentendo ai consumatori di godere di esperienze di streaming, gioco e realtà mista senza interruzioni anche nei dispositivi di livello inferiore. Man mano che i dispositivi compatibili con il 5G diventano più diffusi, prevediamo che la nostra ultima innovazione del pacchetto multichip accelererà la transizione del mercato verso il 5G e oltre, e contribuirà a portare il metaverso nella nostra vita quotidiana molto più velocemente.”

Young-soo Sohn – Memory Product Planning Team di Samsung Electronics

Le capacità disponibili andranno da 6GB a 12GB di RAM, mentre le opzioni di archiviazione disponibili saranno da 128 a 512GB. Samsung, che ha già completato dei test con diversi produttori globali, si aspetta che i primi chip uMCP arrivino sul mercato già a partire da questo mese.

L’articolo Samsung ha iniziato la produzione dei suoi nuovi chip: RAM LPDDR5 e storage UFS 3.1 nello stesso componente sembra essere il primo su AndroidWorld.


Samsung ha iniziato la produzione dei suoi nuovi chip: RAM LPDDR5 e storage UFS 3.1 nello stesso componente

Sono stati venduti 500.000 wearable nello scorso anno (foto)

La curva di vendita dei dispositivi indossabili ha cominciato un’impennata che non sembra intenzionata a fermarsi. Ve ne abbiamo parlato in quest’articolo, ma quello che ancora non era stato comunicato era il numero esatto di unità vendute: per la prima volta dalla loro nascita, sono stati venduti ben 500.000 wearable nel corso del 2020.

La crescita è stata trainata da Apple e Xiaomi e i dispositivi da polso, smart band e watch, assieme alle cuffie auricolari TWS Bluetooth hanno conseguito il 98% delle vendite totali e sono in continuo aumento. Seguendo questo andamento, si prevede che prima della fine dell’attuale decade siano venduti ben 2 miliardi di dispositivi, superando numericamente gli smartphone.

LEGGI ANCHE: Le innovazioni dei wearable di TCL presentate al CES 2121

D’altra parte i wearable possono essere indossati su qualsiasi parte del corpo: pensiamo agli occhiali smart per la realtà aumentata, agli anelli dotati di biosensori, o alle scarpe che diventano controller o che siano capaci di rilevare il livello d’inquinamento e chissà quanto altro vedremo nel prossimo futuro.

L’articolo Sono stati venduti 500.000 wearable nello scorso anno (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Sono stati venduti 500.000 wearable nello scorso anno (foto)