I nuovi Matebook di Huawei

Huawei continua a lavorare per creare un ecosistema in cui far collaborrae gli smartphone con i portatili, gli indossabili con i servizi. Per questo ha presentato tre i nuovi portatili della famiglia Matebook disponibili sul mercato italiano: X Pro 2019, e D 14” e D 15” e il nuovo indossabile Band 4 Pro.

I Matebook

I nuovi MateBook favoriscono una connessione intelligente tra smartphone e pc, rivoluzionando il modo in cui i device possono interagire e collegarsi tra loro, facilitando tutte le attività quotidiane e, allo stesso tempo, esaltandone le performance.

HUAWEI MateBook D 14” e 15” AMD

Montano il nuovo  processore AMD Ryzen 5 3500U,  display FullView, collaborazione Multi-Schermo, accesso e avvio rapido tramite impronta digitale e connettività ad alta velocità, pesano rispettivamente 1.38 e 1.53 kg e sono pensati per tutti quegli utenti in movimento. Presentano una camera a scomparsa e uno schermo 16:9, con cornici laterali e superiori che misurano rispettivamente 4.8mm e 5.3mm. I display FullView trovano spazio in pc dalle dimensioni compatte, con un rapporto screen-to-body rispettivamente dell’84% e 87%. La memoria a doppio canale da 512GB è dotata di due dispositivi di archiviazione composti da un disco a stato solido e un disco rigido mentre la tecnologia G-Sensor protegge il disco rigido da urti e cadute accidentali.​

Gli smartphone Huawei si collegano rapidamente, grazie alla funzione Huawei Share OneHop. Dopo aver avvicinato il device alla zona NFC del pc, i due dispositivi saranno collegati. Una volta stabilita la connessione, il display dello smartphone sarà visualizzabile sul desktop del pc per trasferire i propri file da un dispositivo a un altro, accedere ai messaggi o e-mail presenti sul telefono, aprire le proprie app Android preferite e finalizzare un lavoro iniziato sul telefono direttamente sul computer.

Supportano la ricarica rapida: con 30 minuti di ricarica raggiunge fino al 46% di autonomia. La batteria da 56 Wh promette un’autonomia fino a 10 ore di lavoro in ufficio, 9.5 ore di riproduzione video e 9.4 ore di navigazione web (con una ricarica completa).

l caricabatterie di MateBood D supporta anche la tecnologia SuperCharge, consentendo al pc di ricaricarsi fino al 54% in soli 30 minuti e permettendo – con carica completa – di lavorare per  7.2 ore in ufficio, sostenere 9.2 ore di riproduzione video e 8.8 ore di navigazione web. Il caricabatteria di entrambi i Matebook possiede ben due porte Type-C e può essere utilizzato anche come cavo per il trasferimento dati: due funzioni essenziali proposte da una soluzione compatta e leggera.

D 14”, nella configurazione R5-3500/8GB/512G SSD, sarà disponibile a 699 euro, nella colorazione Gray.​ D 15”, nella configurazione R5-3500/8GB/256G SSD,  costerà 649 euro, nella colorazione Silver.

HUAWEI MateBook X Pro 2019

MateBook X Pro 2019 si distingue per il display Ultra FullView da 13,9 pollici ed un rapporto screen-to-body del 90%. Lo schermo 3:2 supporta una risoluzione 3K (3000×2000) e la totalità della gamma di colori RGB. Misura 14,6 mm di spessore e pesa 1,33 kg. Il processore è Intel Core i7-8565U di ottava generazione e una memoria interna da 512GB. Si collega ad altri dispositivi Huawei grazie a Share 3.0 OneHop.  È possibile trasferire 500 foto in 1 minuto o 1 video da 1GB in 35 secondi. Un’altra novità dell’ultima versione di Share 3.0 è la possibilità di condividere la registrazione dello schermo del PC con uno smartphone. L’utente può scuotere leggermente il suo telefono, toccare l’icona  Share sul notebook, far partire la registrazione e avviare il trasferimento. Tutti i dispositivi con EMUI 10 possono inoltre dialogare con MateBook X Pro 2019. Il sistema operativo EMUI ha reso possibile l’interconnessione tra dispositivi, nonché tra device e applicazioni, e continua a migliorare ulteriormente l’esperienza dell’utente su ogni piattaforma e in ogni condizione d’uso. Costerà 1.699 euro, nella colorazione Gray.

Gli indossabili

HUAWEI Band 4 Pro

Band 4 Pro è la nuova smartband capace di calcolare il livello di ossigeno nel sangue e monitorare il battito cardiaco e il sonno, grazie alle tecnologie proprietarie Huawei TruSeen 3.5, Heart Rate Monitoring e TruSleepTM 2.0 Scientific Sleep.

Sono 11 le modalità di allenamento monitorate, sia per attività outdoor che indoor. Grazie al Gps integrato è possibile registrare e tenere traccia delle attività outdoor, come corsa e nuoto, anche senza collegarsi ad uno smartphone.

La durata della batteria del nuovo HUAWEI Band 4 Pro, garantisce un utilizzo continuativo e intensivo del dispositivo, fino a 7 ore con GPS attivo. Band 4 Pro ha uno schermo AMOLED da 0,95 pollici a colori con risoluzione da 240 x 120 pixel, racchiuso in una cornice metallica; il cinturino è in silicone ed il peso complessivo è di 25 grammi. Può essere utilizzato con smartphone Android (4.4 e versioni successive) e iOS (9.0 e successive). Costa 80 euro.

Agi

Due nuovi Camp in Namibia per Il Diamante Tour Operator di Quality Group.

Due progetti di Glamping (Glamorous Camping) per rivoluzionare l’idea di Safari.

"La Namibia è una delle destinazioni di punta della programmazione de Il Diamante cheda sempre rappresenta per noi un interessante laboratorio dove introdurre e testareelementi di innovazione e personalizzazione di prodotto utili allo sviluppo anche di altredestinazioni del Quality Group. Questo paese che continua ad essere un prodottoesclusivo e riservato a piccoli gruppi, anche nel 2018 ha segnato un interessante trend dicrescita che crediamo si riconfermi anche nei mesi a venire”. – Commenta Marco Peci,Direttore Commerciale Quality Group.

 

Oltre il 10% dei viaggiatori italiani che scelgono la Namibia viaggia con Il Diamante che possiede uffici locali e mezzi di trasporto propri; utilizza guide certificate AFGE (African Field Guides Association) e riconosciute AIEA (Associazione Italiana Esperti d’Africa).

 

“Lavoriamo da sempre per raggiungere appieno la soddisfazione del cliente, puntando sulla qualità del prodotto e del servizio offerto. Abbiamo introdotto nella nostraprogrammazione, da qualche anno ormai, veicoli di proprietà che abbiamo studiato e modificato accuratamente per trasportare i nostri clienti nel deserto Namibiano,consentendo loro di avere il massimo confort e curando anche piccoli dettagli quali adesempio lo scorrimento dei finestrini per agevolarli nel semplice gesto di uno scattofotografico. Formiamo direttamente le nostre guide-ranger locali per essere pronte ad accompagnare i clienti ed oggi presentiamo al mercato un prodotto in nostra esclusivache punta a trasformare totalmente l’idea di safari”. – Dichiara Massimo D’Eredità,General Manager Il Diamante.

 

Davide Bomben Africa Area Manager Il Diamante: “Ci siamo ispirati alconcetto di massima esclusività per i nostri ospiti, creando qualcosa che desse un’idea completamente diversa del safari". 

 

i due campi prevedono 10 tende ciascuno- collaborazione totale con la popolazione locale- ubicazione in posti remoti, lontani da insediamenti e infrastrutture.

 

Damaraland Glamping Camp sorge nella regione del Damaraland, territorio che il governo namibiano ha assegnato didiritto alle comunità locali; infatti tutto il personale, eccezion fatta per il lodge manager, vive nel vicino villaggio di Malanrus.

 

Desert Hill Glamping Camp sorge invece nel deserto del Namib, il più antico al mondo nonché quello con le dune più alte. In questa zona lontana da tutto, è stato necessario scavare fino a 280 metri per trovarel’acqua necessaria ad approvvigionare il camp. 

Master Viaggi News – Da visitare, vacanze e tour (Ultime 10 News Inserite)

ciavatta hotel Saturnia

L’Oman continua ad attirare nuovi investimenti.

Mandarin Oriental annuncia la gestione di un nuovo resort e residence a Muscat, l’apertura è prevista nel 2021.

Mandarin Oriental, Muscat avrà 150 camere e suite, cinque ristoranti e bar, una Spa at Mandarin Oriental e una piscina all’aperto. Diversi spazi verranno inoltre riservati per eventi e riunioni per privati e aziende.

 

 

Il Gruppo gestirà anche 155 Residences at Mandarin Oriental, che ospiteranno alcuni degli appartamenti privati ​​più lussuosi della capitale, da 75 a 260 metri quadrati.

 

La proprietà si troverà sulla spiaggia, in una posizione privilegiata della città da cui godere del panorama sul Mar Arabico.

 

L’azienda costruttrice è Eagle Hills Muscat, una società privata di investimenti e sviluppo immobiliare.

 

 

 

"Muscat è una destinazione estasiante, dal grande fascino e ricca di attrazioni per i visitatori. Siamo lieti di avere l’opportunità di espandere la nostra presenza nella penisola arabica con questo entusiasmante progetto in collaborazione con Eagle Hills. Non vediamo l’ora di portare i leggendari standard di servizio del Mandarin Oriental a Muscat ", ha dichiarato James Riley, Chief Executive di Mandarin Oriental.

 

 

"Siamo orgogliosi di entrare nel mercato dell’Oman con il nostro primo progetto nel paese e siamo davvero entusiasti di lavorare in collaborazione con Mandarin Oriental Hotel Group, uno dei nomi più prestigiosi dell’ospitalità. Siamo fiduciosi che, insieme, stabiliremo nuovi punti di riferimento per il turismo e la vita residenziale a Muscat", ha affermato Low Ping, CEO di Eagle Hills.

 

 

Muscat, la capitale dell’Oman, è conosciuta per la sua dedizione alla conservazione dell’ambiente naturale oltrechè per i costumi e le tradizioni della regione. Il nuovo Hotel di Muscat si troverà a 20 minuti di auto dall’aeroporto, in un quartiere centrale ricco di negozi e strutture ricreative, tra cui la vicina Royal Opera House, la Grande Moschea e Muttrah, il souk tradizionale della città.

Master Viaggi News – Hotel e catene alberghiere (Ultime 10 News Inserite)