Nuovo aggiornamento per Google Play System: interessanti novità in arrivo

Negli ultimi anni abbiamo visto Google introdurre una nuova forma di supporto software per i dispositivi Android corrispondente agli aggiornamenti Play System. Questi apportano novità a livello funzionale e sono indipendenti dai meno frequenti aggiornamenti di sistema Android.

Canale Telegram Offerte

Con il mese di dicembre appena iniziato Google si prepara a rilasciare un nuovo update dei Play System. Questo aggiornamento introduce alcune novità interessanti e ne lascia intendere altre che arriveranno in futuro.

Con il nuovo aggiornamento apprendiamo che Google sta preparando il lancio della funzionalità per archiviare la patente di guida con Google Wallet. Questa funzionalità arriverà in beta. Attualmente è già disponibile per gli utenti residenti negli Stati Uniti e speriamo che con la nuova beta sarà disponibile anche in Italia.

Oltre a questo, il nuovo aggiornamento Play System include riferimento al Pixel Tablet che Google sta preparando per il lancio. Nello specifico, si parla della possibilità di trasmettere contenuti multimediali sul tablet con Google Cast, esattamente come già è possibile fare con dispositivi Chromecast o Nest Hub.

L’aggiornamento per i Play System di dicembre è attualmente in fase di distribuzione automatica via server a livello globale. La funzionalità relativa all’archiviazione della patente non è ancora disponibile. Torneremo ad aggiornarvi non appena ci saranno novità sul rilascio della beta.

L’articolo Nuovo aggiornamento per Google Play System: interessanti novità in arrivo sembra essere il primo su Androidworld.


Nuovo aggiornamento per Google Play System: interessanti novità in arrivo

Shazam ha un nuovo widget: riconoscere i brani è ancora più veloce

Tutti conoscono Shazam: si tratta di un’applicazione disponibile ormai da tantissimi su Play Store e App Store che riconosce i brani in riproduzione semplicemente ascoltandoli utilizzando il microfono dello smartphone. Per richiamare l’app, almeno su Android, è possibile utilizzare un widget posizionato sulla schermata home.

Offerte Amazon

Fino ad oggi, il widget di Shazam era semplicemente una scorciatoia all’app: cliccando su di esso, si apriva l’app e iniziava ad ascoltare il brano. Adesso però, gli sviluppatori di Shazam hanno rilasciato un nuovo aggiornamento (versione 13.7) che introduce un nuovissimo widget, finalmente più veloce da utilizzare e utile per davvero.

Il nuovo widget, che ha dimensione standard 5 x 1, è innanzitutto compatibile con i temi dinamici del Material You e di Android 12 e superiori: questo vuol dire che è colorato in base allo sfondo dello smartphone e dunque risulta decisamente più bello e integrato nella schermata home.

Il widget è formato da una piccola scritta (“Tap to Shazam”) e dal pulsante Shazam: cliccando su di esso, inizierà l’ascolto del brano senza aprire l’app Shazam e quindi senza lasciare la schermata home (semplicemente, la scritta diventerà “Listening for music”). Alla fine del riconoscimento, la parte sinistra del widget mostrerà copertina, titolo del brano e artista e sarà mostrata una notifica per aprire la pagina del brano sull’app Shazam.

Ovviamente, il widget può essere ridimensionato a proprio piacimento: ad esempio, il widget in dimensione 1 x 1 mostra semplicemente il logo si Shazam con i colori del tema impostato sullo smartphone, ma il funzionamento rimane lo stesso.

La versione 13.7 di Shazam è già disponibile sul Play Store e può essere raggiunta dal pulsante in basso.

Scarica da Play Store

L’articolo Shazam ha un nuovo widget: riconoscere i brani è ancora più veloce sembra essere il primo su Androidworld.


Shazam ha un nuovo widget: riconoscere i brani è ancora più veloce

Le muse di Emma Summerton nel nuovo Calendario Pirelli

AGI – Lo stile onirico di Emma Summerton segna il Calendario Pirelli 2023. Presentata a Milano nel museo di arte contemporanea Pirelli HangarBicocca “Love Letters to the Muse”, la 49esima edizione di The Cal™ è stata dedicata dalla fotografa australiana alle sue muse, cioè alle tante donne che, nella sua ricerca di ispirazione, l’hanno guidata nei percorsi e nelle scelte come artista e come persona.

Dalla prima edizione del 1964 a oggi, Emma Summerton è la quinta donna a firmare il Calendario dopo Sarah Moon nel 1972, Joyce Tenenson nel 1989, Inez Van Lamsveerde (del duo Inez and Vinoodh) nel 2007 e Annie Leibovitz nel 2000 e nel 2016. Emma Summerton ha fotografato per quasi tutte le testate di Vogue, raggiungendo il traguardo delle 50 copertine nel 2022.

Quest’anno è la stessa Emma Summerton ad aver curato anche la regia, insieme al regista Carlo Alberto Orecchia, del video di presentazione del Calendario Pirelli 2023. “Per il Calendario ho voluto tornare alla radice etimologica della parola musa. Musa originariamente rappresentava non solo la fonte di ispirazione, ma anche chi possedeva talento nella letteratura, le scienze e le arti”, ha spiegato Emma Summerton dicendosi “affascinata dalle donne che realizzano cose straordinarie e creative, donne che mi hanno ispirato lungo tutta la mia carriera e lungo tutta la mia vita, a partire da mia madre. Persone dalle quali ho imparato molto: scrittrici, fotografe, poetesse, attrici e registe. La mia idea, quindi, è stata quella di celebrare queste donne straordinarie e di creare un mondo in cui rappresentarle”.

Il Calendario Pirelli 2023 raccoglie 28 scatti di 14 modelle ritratte con lo stile onirico che distingue il lavoro di Emma Summerton. La loro scelta non è stata casuale. Ognuna di loro, infatti, presenta delle affinità con la Musa che è stata chiamata a rappresentare sui set realizzati tra Londra e New York per lo shooting avvenuto tra giugno e luglio.

“Nei miei scatti il confine tra il ruolo che le modelle interpretano e quello che realmente sono non è definito e il tutto si fonde in immagini che evocano il realismo magico”, spiega la fotografa. Così, ad esempio, troviamo Guinevere Van Seenus, che oltre a essere una top model è nella realtà anche una fotografa; Lauren Wasser, modella ma anche atleta; Ashley Graham, che nel Calendario rappresenta l’attivista, nota per il suo sostegno della body positivity; Precious Lee, la narratrice che ama scrivere sceneggiature e storie.


Le muse di Emma Summerton nel nuovo Calendario Pirelli

Il nuovo Android Auto è arrivato in beta: lo abbiamo provato!

Da diversi mesi conosciamo le novità che ha in cantiere Google per Android Auto, la sua piattaforma per connettere facilmente il proprio smartphone all’auto per un’esperienza di infotainment completa. Finalmente sembrano esserci dei risvolti importanti.

Offerte Amazon

Stiamo parlando chiaramente di Coolwalk, il gergo che indica la nuova interfaccia grafica che Google ha sviluppato per Android Auto e che dovrebbe introdurre una sorta di rivoluzione per il sistema di infotainment di Google. Finora infatti soltanto pochi fortunati sono riusciti a testare il nuovo Android Auto.

Negli ultimi sei mesi Google ha lavorato intensamente allo sviluppo e alla finalizzazione della nuova versione di Android Auto, anche grazie al feedback fornito dagli utenti che l’hanno testato. Finalmente la prima versione beta pubblica sembra pronta al lancio su scala globale.

Andiamo quindi a vedere cosa attenderci dal nuovissimo Android Auto, alla luce delle più recenti modifiche introdotte da Google:

Nuova barra delle app

Le immagini che trovate qui in basso mostrano chiaramente una delle grandi novità che ci attendono con il nuovo Android Auto. Sarà la barra delle app con layout centrale a rendere più semplice il multitasking. L’icona che troveremo sempre sarà quella di Maps, come è ovvio che sia per un sistema destinato all’utilizzo in auto, e le altre dipenderanno dalle abitudini e dall’utilizzo dell’utente. Alla destra di questa barra vediamo l’indicatore del segnale telefonico, batteria e notifiche. Sulla sinistra vediamo il collegamento diretto per l’attivazione di Google Assistant.

Interfaccia divisa

Una delle peculiarità principali del nuovo Android Auto sarà la possibilità di avere lo schermo diviso per ospitare contemporaneamente due app affiancate. La parte assegnata a Google Maps occuperà una porzione maggiore di schermo per ovvi motivi.

La seconda parte di schermo sarà dinamica, nel senso che l’utente potrà aprire l’app per i contenuti multimediali che usa più spesso e che, nel caso in cui riceva una chiamata, è pronta a ospitare l’app Telefono per gestire le chiamate.

Sempre nell’ambito della nuova interfaccia grafica di Android, arrivano delle ottimizzazioni anche per le app multimediali. L’immagine qui sotto mostra come i pulsanti per gestire la riproduzione multimediale che cambiano forma in base allo stato della riproduzione stessa.

Anche l’aspetto delle notifiche e dei messaggi non letti è stato rinnovato, e sembra più comprensibile e immediato. Nel complesso, sembra che il nuovo Android Auto voglia fornire un’esperienza utente più immediata e accessibile, più vicina a quanto proposto dal CarPlay di Apple.

Nel corso degli ultimi sei mesi abbiamo visto il nuovo Android Auto evolversi, grazie ai leak trapelati in rete con cadenza periodica, andando probabilmente a limare le criticità individuate dagli utenti che l’hanno testato in anteprima.

Quando arriva il nuovo Android Auto?

La nuova versione di Android Auto è in fase di rilascio pubblico in versione beta. È chiaro che solo coloro che sono iscritti al programma beta la riceveranno. Gli altri dovranno attendere almeno qualche altra settimana. Ad oggi purtroppo la beta di Android Auto è completa, ormai da molto tempo, e con poche speranza che venga ampliata a breve.

Per coloro che non riescono a iscriversi alla beta non tutto è perduto. È comunque possibile provare da subito installando manualmente l’ultima versione beta rilasciata da Google. Questo è l’indirizzo per scaricare l’apk e installarlo. Al momento non ci sono però conferme che questa soluzione permetta davvero di avere l’ultima versione di Android Auto, visto che sembra dipendere in buona parte da un aggiornamento lato server.

L’articolo Il nuovo Android Auto è arrivato in beta: lo abbiamo provato! sembra essere il primo su Androidworld.


Il nuovo Android Auto è arrivato in beta: lo abbiamo provato!

Il nuovo aggiornamento del Galaxy S10 migliora la stabilità della fotocamera, del Bluetooth e del sistema

Qualche tempo fa, il Samsung Galaxy S10 ottenne un aggiornamento comprendente le patch di sicurezza di ottobre 2022. L’azienda sudcoreana, però, non si è fermata qui, confermandosi ancora una volta come una delle realtà che cura maggiormente gli update per i propri smartphone anche non più recenti. Difatti, Galaxy S10e, Galaxy S10 e Galaxy S10+, in tutta Europa, stanno ricevendo un aggiornamento con firmware G97xFXXUGHVJ5. L’update, tra l’altro, è disponibile anche per il Galaxy S10 5G in Svizzera, con il numero di firmware G977BXXUDHVJ5.

Per quanto riguarda le novità apportate da questo aggiornamento, il registro delle modifiche menziona miglioramenti alla stabilità dell’app “Fotocamera” nonché ottimizzazioni varie per la stabilità del Bluetooth e per il sistema operativo. Infine, non potevano mancare le patch di sicurezza di ottobre 2022. Il rilascio, così come accennato in precedenza, dovrebbe arrivare in queste settimane per tutti gli utenti europei, che potranno scaricarlo sia manualmente che tramite telefono, cliccando su “Impostazioni” e poi su “Aggiornamento Software”, infine su “Scarica ed Installa”.

E a proposito di aggiornamenti, ad eccezione del modello S10 Lite, la gamma di Galaxy S10 non riceverà l’aggiornamento alla One UI 5.0 basata su Android 13. Al di là di questa notizia non propriamente positiva, però, Samsung sta dimostrando di non voler scordare alcun suo dispositivo. Difatti, come dimostrato da questo update, non si perde alcuna occasione per provare a migliorare l’esperienza utente su molti smartphone.

L’articolo Il nuovo aggiornamento del Galaxy S10 migliora la stabilità della fotocamera, del Bluetooth e del sistema sembra essere il primo su Androidworld.


Il nuovo aggiornamento del Galaxy S10 migliora la stabilità della fotocamera, del Bluetooth e del sistema

Apple ha presentato il nuovo iPad Pro con il chip M2

AGI – Un nuovo iPad riprogettato e una versione Pro con chip M2. Dopo i rumors delle scorse settimane e un tweet di poche ore fa di Tim Cook (The possibilities are endless. #TakeNote, aveva postato) Apple ha lanciato oggi la nuova linea dei suoi tablet.

Il nuovo iPad Pro si presenta con fotocamere pro, Face ID, Thunderbolt, un sistema audio a quattro altoparlanti. Tra le novità anche la nuova esperienza d’uso della Apple Pencil, hover, che permette di trasformare lo strumento in una sorta di mouse. In evidenza, adatte ai flussi di lavoro professionali, le nuove funzioni di iPadOS 16, tra cui Stage Manager, e il supporto per monitor esterni.

Tecnicamente il chip M2 ha una CPU 8-core fino al 15% più veloce rispetto a quella del chip M1 e introduce miglioramenti sia nei performance core che negli efficiency core. Inoltre, la GPU 10-core offre prestazioni grafiche fino al 35% più scattanti. Insieme a CPU e GPU, il Neural Engine 16-core può elaborare 15.800 miliardi di operazioni al secondo, oltre il 40% in più rispetto a M1, rendendo iPad Pro ancora più potente quando impegnato in operazioni di machine learning.

Il chip M2 offre inoltre 100 GBps di banda di memoria unificata, il 50% in più rispetto al chip M1, e supporta fino a 16GB di veloce memoria unificata, per lavorare in modo ancora più fluido con più app alla volta e con file pesanti.

Poi, la funzione hover di Apple Pencil di seconda generazione permette agli utenti di avere una modalità d’interazione nuova. Apple Pencil viene rilevata già quando si trova a 12 mm dal display, permettendo di vedere un’anteprima del tratto prima ancora che venga tracciato.

Questo permette all’utente di fare sketch o illustrazioni con una precisione maggiore. Per esempio, con la funzione “Scrivi a mano” i campi di testo si ingrandiscono in automatico quando si avvicina Apple Pencil allo schermo e la conversione della scrittura a mano in testo digitato è ancora più veloce. Anche le app di terze parti possono sfruttare questa nuova funzione, aprendo la strada a modi completamente nuovi di annotare e disegnare.

“La nuova generazione di iPad Pro ridefinisce i confini di ciò che è possibile fare con iPad, rendendo ancora più versatile, potente e portatile la migliore esperienza iPad – ha spiegato Greg Joswiak, Senior Vice President of Worldwide Marketing di Apple – grazie alla potenza del chip Apple M2, il nuovo iPad Pro offre prestazioni incredibili e le tecnologie più avanzate di sempre, fra cui un’esperienza hover di livello superiore per Apple Pencil, registrazione video ProRes, connettività wireless ultraveloce e potenti funzioni di iPadOS 16”.

Il nuovo iPad Pro è disponibile nelle versioni da 11 pollici e 12,9 pollici, in argento e grigio siderale con 128, 256, 512 gb, 1 o 2 terabyte di spazio di archiviazione. Si parte da 1.069 euro per l’11 pollici in solo Wi-Fi per arrivare ai 3.044 euro per il 12,9 pollici con 2 terabyte di memoria e supporto alla rete cellulare. 

Cupertino ha aggiornato anche iPad. La nuova versione del tablet si presenta con un display Liquid Retina da 10,9″. Grazie al chip A14 Bionic, il nuovo iPad è accreditato di prestazioni più veloci, “garantendo – fa sapere la compagnia – sempre un giorno intero in termini di durata della batteria”.

Il sistema di fotocamere aggiornato comprende una fotocamera frontale da 12MP con ultra-grandangolo posizionata sul lato più lungo di iPad e una fotocamera posteriore da 12MP per foto e video 4K. Il tablet ha una porta USB-C e il Wi-Fi 6. I modelli con connettività cellulare supportano le reti 5G ultraveloci.  “Siamo davvero entusiasti di introdurre l’iPad completamente riprogettato nella nostra linea iPad più avanzata di sempre – ha precisato sempre Greg Joswiak – Con un ampio display Liquid Retina da 10,9″, il potente chip A14 Bionic, la prima fotocamera frontale sul lato orizzontale, connettività wireless veloce, USB-C e supporto per accessori incredibili come la nuova Magic Keyboard Folio, il nuovo iPad offre ancora più benefici, maggiore versatilità ed è semplicemente più divertente”.


Apple ha presentato il nuovo iPad Pro con il chip M2

Realme C33 ufficiale in italia: scheda tecnica e prezzo del nuovo entry level

Realme ha lanciato oggi un nuovo smartphone entry-level in Italia: stiamo parlando di Realme C33, dispositivo di fascia bassa che non rinuncia comunque ad una fotocamera da ben 50 MP e ad un design premium con finiture in metallo.

Offerte Amazon

Realme ha puntato davvero molto sul design e sulla costruzione dello smartphone: Realme C33 è rivestito con un composito di sabbia scintillante e luminosa per imitare la texture della luce che si riflette sull’acqua e sulla sabbia e l’effetto visivo dinamico della scocca posteriore è realizzato grazie alla litografia laser, che crea un motivo che cambia se osservato da diverse angolazioni.

Per quanto riguarda l’hardware, Realme si è affidata al processore Unisoc T612, unito a 4 GB di memoria RAM. La memoria interna invece è da 64 GB o 128 GB, in base alla variante scelta, e con tecnologia UFS 2.2. Il display è da 6,5 pollici e la batteria è da 5000 mAh.

La fotocamera principale è da 50 MP e supporta Modalità Notte, Modalità HDR, Timelapse e Modalità vista panoramica. Inoltre, supporta la registrazione video fino a 1080p/30fps. Realme ha parlato anche di un algoritmo Couple HDR (CHDR) per migliorare la qualità delle immagini e della tecnologia Improved Highlight Suppression, che permette di catturare più dettagli nelle aree luminose.

Disponibilità e prezzi

Realme C33 è disponibile da oggi in Italia nei colori Sandy Gold e Night Sea a partire da € 179,99 per la variante da 4 + 64GB e da € 199,99 per la variante da 4 + 128GB.

Realme C33 è disponibile, per un tempo limitato, al prezzo promozionale di lancio di € 159,99 anzichè € 179,99 nella versione 4 + 64 GB e al prezzo promozionale di € 179,99 anzichè € 199,99 nella versione 4 + 128 GB sul sito ufficiale Realme e presso i più importanti rivenditori quali Unieuro, MediaWorld, Trony e Euronics. La promozione è valida fino al 31 ottobre.

L’articolo Realme C33 ufficiale in italia: scheda tecnica e prezzo del nuovo entry level sembra essere il primo su Androidworld.


Realme C33 ufficiale in italia: scheda tecnica e prezzo del nuovo entry level

C’è un nuovo colore per le Pixel Buds A

Con l’ultimo evento ufficiale Google ha confermato la sua volontà di essere presente anche nel mercato hardware, con i nuovi smartphone top di gamma, i Pixel 7, il suo primo smartwatch e le nuove cuffie.

Offerte Amazon

Proprio a proposito di cuffie true wireless arrivano ulteriori interessanti novità da parte di Google. Queste riguardano nello specifico le Pixel Buds A, le true wireless di gamma media che Google ha lanciato lo scorso anno.

Le immagini in galleria infatti mostrano la novità: si tratta della nuova colorazione Grigio antracite che a a far compagnia alle già disponibili Bianco e Verde oliva. Si tratta dunque della terza colorazione per le Pixel Buds A di Google.

La nuova colorazione appena introdotta per le Pixel Buds A è molto coerente a quella introdotta con i Pixel 7 di casa Google. Inoltre, l’introduzione di questa nuova colorazione conferma che Google punta ancora molto sulle Pixel Buds A e che quindi possiamo aspettarci di vederle ancora per molto sul mercato.

La nuova colorazione Grigio antracite delle Pixel Buds A è disponibile anche in Italia. La trovate sul Google Store al prezzo di 99€. Attualmente è disponibile soltanto in preordine. Non sappiamo ancora quando partiranno le spedizioni.

L’articolo C’è un nuovo colore per le Pixel Buds A sembra essere il primo su Androidworld.


C’è un nuovo colore per le Pixel Buds A

Nuovo aggiornamento per Google Play System: tanti bug corretti e ottimizzazioni per lo store

A pochissimi giorni di distanza dal rilascio delle patch di sicurezza di ottobre per i suoi smartphone Pixel, Google ha deciso di concentrarsi su tutto l’ecosistema Google Play (vale a dire lo store e i Play Services per tutti i dispositivi con sistema operativo Android): ecco dunque che l’aggiornamento di ottobre del Play System è ora disponibile.

Offerte Amazon

Come detto, questo aggiornamento non riguarda esclusivamente l’app Play Store che troviamo su tutti gli smartphone Android, ma anche i Google Play Services, ovvero quella serie di servizi che permettono alle app di integrarsi con l’ecosistema di Google e, soprattutto nel caso di questo update, i dispositivi con Android TV e Google TV.

L’aggiornamento di Google Play System di ottobre 2022 porta con sé correzioni di bug relativi alla piattaforma Android TV, tantissime ottimizzazioni per quanto riguarda il download e l’installazione delle app tramite Play Store e infine un promemoria per gli aggiornamenti di sistema non ancora installati su Android TV.

Questo è il changelog completo dell’aggiornamento:

  • Correzioni critiche
    • [TV] Correzioni di bug per la gestione del sistema e i servizi relativi alla diagnostica.
  • Google Play Store
    • Nuove funzionalità per aiutarti a scoprire le app e i giochi che ami.
    • Ottimizzazioni che consentono download e installazione più rapidi e affidabili.
    • Miglioramenti continui a Play Protect per proteggere il tuo dispositivo.
    • Varie ottimizzazioni delle prestazioni, correzioni di bug e miglioramenti a sicurezza, stabilità e accessibilità.
  • Gestione del sistema
    • Aggiornamenti ai servizi di gestione del sistema che migliorano le prestazioni del dispositivo e l’utilizzo della rete.
    • [TV] È stata aggiunta una finestra di promemoria per gli aggiornamenti di sistema in sospeso.

Tutte le modifiche per Android TV saranno implementate a partire dalla versione 40.22 dei Google Play Services, mentre i miglioramenti e le ottimizzazioni del Play Store verranno implementati con Google Play Store 32.5. Per forzare manualmente l’installazione dell’aggiornamento, basta recarsi in Impostazioni > Google > Altro > Aggiornamenti di sistema.

L’articolo Nuovo aggiornamento per Google Play System: tanti bug corretti e ottimizzazioni per lo store sembra essere il primo su Androidworld.


Nuovo aggiornamento per Google Play System: tanti bug corretti e ottimizzazioni per lo store