Nuovo Amazon Fire 7 disponibile da oggi: più potenza, più autonomia, USB-C, e solito prezzaccio

Amazon lancia oggi il nuovo tablet Fire 7 2022, che migliora sotto diversi aspetti, senza dimenticarsi di quello più importante: il prezzo (a questo proposito, date un’occhiata alla nostra guida sui migliori tablet). Ecco le sue caratteristiche salienti.

  • Schermo IPS da 7” touch 1.024 x 600 pixel (171 ppi)
  • Prestazioni aumentate del 30%, grazie al nuovo processore MediaTek MT8168V/B quad-core a 2 GHz e memoria RAM raddoppiata (ora sono 2 GB).
  • 16/32 GB di archiviazione espandibile con microSD
  • Autonomia aumentata del 40%: fino a 10 ore di lettura, navigazione, video e altro.
  • Ricarica (finalmente!) tramite USB-C (l’alimentatore incluso è da soli 5W).
  • Secondo i drop test di Amazon, il tablet è il doppio più robusto di iPad Mini (2021).
  • Supporto per i principali servizi di streaming (Disney+, Netflix, Prime Video ecc.) e per le più popolari app (TikTok, Zoom, Facebook, Instagram ecc.).
  • Kindle Content: milioni di ebook disponibili dal Kindle Store e 3 mesi di prova di Kindle Unlimited.
  • Fotocamera frontale e posteriore da 2 MP, con cattura video a 720p.
  • Dimensioni: 180,68 x 117,59 x 9,67 mm
  • Peso: 282 grammi

Al di là dei proclami di Amazon però, chiariamo che il Fire 7 rimane un tablet molto basilare: ok per navigare un po’, vedere film, leggere libri, o per entrare nell’ecosistema Amazon (Alexa), ma proprio il già citato iPad è un’altra cosa, anche nella sua forma più basilare.

C’è un occhio di riguardo anche all’ambiente: il tablet presenta la certificazione “Reducing CO2” di Carbon Trust. Il 35% delle sue plastiche sono riciclate post-consumo, e il 95% dell’imbasllaggio è realizzato con fibra di legno proveniente da foreste gestite in modo sostenibile o da fonti riciclabili.

Amazon Fire 7 2022 è disponibile da oggi 29 giugno su Amazon Italia a 79,99€ nella versione da 16 GB con pubblicità e 94,99€ per quella senza pubblicità. Passando a 32 GB i prezzi salgono ad 89,99 e 104,99 euro rispettivamente. La sola colorazione disponibile è nera. In compenso potete abbinare le custodie nelle colorazioni blu, rosso e viola vendute a 29,99€.

L’articolo Nuovo Amazon Fire 7 disponibile da oggi: più potenza, più autonomia, USB-C, e solito prezzaccio sembra essere il primo su Androidworld.


Nuovo Amazon Fire 7 disponibile da oggi: più potenza, più autonomia, USB-C, e solito prezzaccio

Le app essenziali da avere su un nuovo smartphone Android

Il mondo degli smartphone Android è altamente variegato perché il robottino verde è presente su migliaia di modelli diversi prodotti da aziende diverse. Dal punto di vista delle app disponibili la scelta è ancora più ampia con il Play Store, il noto app store ufficiale di Google per Android, che contiene milioni di contenuti. Oltre a questo, bisogna anche considerare tutte quelle app sviluppate dai singoli produttori e che troviamo preinstallate su specifici modelli, basti pensare alle app di Samsung che troviamo sul Galaxy Store.

Da qui è abbastanza semplice arrivare a chiedersi quali siano le app davvero importanti, che assolutamente non dobbiamo perderci su un nuovo smartphone Android. La risposta non è semplice perché le app che si installano dipendono fortemente dalla tipologia di utente e di utilizzo che si fa dello smartphone.

La risposta che proviamo a dare noi è rivolta quindi ad un pubblico più eterogeneo possibile e include le app che davvero dovreste installare al primo utilizzo di un nuovo smartphone Android.

Tra le app che sicuramente dovreste installare immediatamente su un nuovo smartphone Android troviamo quelle di messaggistica istantanea. È bene notare che tutte le più popolari app di messaggistica offrono ormai servizi di videochiamata. Andiamo a vedere quelle più diffuse e interessanti:

WhatsApp

WhatsApp è una delle app di messaggistica istantanea più usate al mondo. I suoi miliardi di utenti la rendono quasi obbligatoria da installare al primo utilizzo.

Scarica da Play Store

Telegram

Telegram è l’alternativa più popolare e, probabilmente, più personalizzabile di WhatsApp. Anche Telegram può contare su un consistente numero di utenti. Sempre su Telegram trovate anche il nostro canale dedicato alle offerte, qui sotto trovate il pulsante per l’iscrizione.

Canale Telegram Offerte

Scarica da Play Store

Signal

Signal è una piattaforma di messaggistica creata e sviluppata dal creatore di WhatsApp e si è gudagnata una bella fetta di popolarità per essere molto focalizzata sulla privacy degli utenti.

Scarica da Play Store

Google Duo

Duo è una delle app che arriva preinstallata su diversi dispositivi Android, soprattutto sui Pixel di Google. Duo è stata concepita per effettuare videochiamate, le quali offrono diversi strumenti di personalizzazione. L’app Chat, sempre da Google, permette invece di gestire la messaggistica istantanea.

Scarica da Play Store

Uno degli aspetti più usati e sviluppati degli smartphone al giorno d’oggi è quello fotografico, con fotocamere sempre più potenti e funzionalità software dedicate alla fotografia sempre più avanzate. E allora è ovvio che tra le app da avere assolutamente su uno smartphone troviamo quelle per sfruttare al massimo il comparto fotografico sul proprio smartphone.

Google Camera

La Google Camera è una delle app che meglio sfrutta i comparti fotografici degli smartphone Android. Nativamente la Google Camera si trova sui Pixel di Google. Da diversi anni però sono disponibili diversi porting di terze parti, i quali rendono la Google Camera, e le sue funzioni native come l’HDR+, le ottimizzazioni di Google e le feature come la Gomma Magica, compatibili anche con altri modelli Android.

Installare un porting compatibile della Google Camera sul proprio smartphone non Pixel non è possibile tramite il Play Store. L’installazione deve avvenire manualmente, scaricando l’apk adatto al proprio modello e procedendo all’installazione. Trovate maggiori dettagli sul sito dove sono raccolte tutte le versioni del porting.

Open Camera

Open Camera è una delle più apprezzate app di terze parti per scattare foto su smartphone Android. L’app è ricca di funzionalità di scatto, compresa quella manuale che permette di regolare numerosi parametri di scatto. La trovate sul Play Store.

Scarica da Play Store

Snapseed

Snapseed è un’app di ufficiale di Google dedicata al fotoritocco. Nel corso degli anni non è stata aggiornata spesso ma propone tantissime alternative per modificare le immagini. La trovate disponibile al download gratuito sul Play Store.

Scarica da Play Store

Tra le app da consigliare non possono mancare i social network. Questi ovviamente non hanno bisogno di presentazioni e, in questo caso, quelle che trovate in elenco sono presenti prettamente per meriti di diffusione:

Iscriviti al Gruppo Facebook

Tra quelle più popolari ci sentiamo di segnalarvi anche BeReal, una piattaforma social che si distingue dalle più note per essere più attenta alla qualità delle interazioni tra utenti e alla qualità dei contenuti condivisi.

Scarica da Play Store

Gli smartphone li usiamo quotidianamente e pertanto sono anche uno dei nostri mezzi di informazione. Allora tra le app che ci sentiamo di consigliarvi ci sono quelle dedicate alle news. Andiamo a vedere le più interessanti:

Inoreader

Si tratta di una delle più longeve app per la gestione e consultazione delle news. Recentemente ha ricevuto un corposo aggiornamento della sua interfaccia grafica. Rimane uno dei feed che ci sentiamo di consigliarvi di più. La trovate gratis sul Play Store.

Scarica da Play Store

Feedly

Feedly è uno dei principali rivali di Inoreader tra i feed RSS. Anche quest’app ha ricevuto un rilevante aggiornamento dell’interfaccia grafica recentemente. La trovate sul Play Store.

Scarica da Play Store

Flipboard

Flipboard è un’altra app per la gestione delle news molto apprezzata. Flipboard ha guadagnato molti consensi nel tempo su piattaforma Android, al punto da essere integrata come app preinstallata in diversi dispositivi Samsung.

Scarica da Play Store

Gli smartphone vengono usati ovviamente anche in mobilità, e allora possono tornare molto utili delle app per la consultazione degli orari e delle alternative del trasporto pubblico. Chiariamo che le alternative che state per leggere hanno molti punti in comune con Google Maps, l’app che arriva preinstallata da Google, che ormai copre molte funzioni per i trasporti pubblici che prima non erano presenti.

Moovit

Moovit è una delle app più longeve e aggiornate nel mondo Android. L’app permette di consulare gli orari e la disponibilità dei mezzi di trasporto pubblico in tantissime città del mondo. La trovate gratuitamente sul Play Store.

Scarica da Play Store

Citymapper

Citymapper somiglia molto a Google Maps, al punto che è in grado di calcolare percorsi e itinerari. L’app è principalmente focalizzata sui trasporti pubblici e funziona benissimo nelle principali città italiane ed europee. La trovate gratis sul Play Store.

Scarica da Play Store

Orario Treni

Se siete dei pendolari sui treni allora potrebbe tornarvi molto utile Orario Treni. L’app propone informazioni molto dettagliate sugli orari dei treni e sul loro stato in tempo reale su tutto il territorio nazionale. La trovate disponibile al download gratuito sul Play Store.

Scarica da Play Store

Infine, andiamo a vedere le app che potrebbero rivelarsi utili in diverse situazioni, quelle app che dovreste avere sempre a portata di mano, sia che vi troviate in contesti lavorativi che domestici.

Adobe Scan

Tantissime volte ci ritroviamo nella situazione in cui ci viene richiesto di digitalizzare un documento. Adobe Scan è una delle soluzioni migliori. Offre lo scan dei documenti, anche in modalità automatica, per poi poterli personalizzare secondo diverse modalità. L’app è totalmente gratuita.

Scarica da Play Store

Coltellino Svizzero

Per chiudere vi lasciamo un jolly che può tornare sempre utile, soprattutto in situazioni pratiche, come ad esempio quando ci si ritrova a fare qualche lavoretto in casa.

Scarica da Play Store

L’articolo Le app essenziali da avere su un nuovo smartphone Android sembra essere il primo su Androidworld.


Le app essenziali da avere su un nuovo smartphone Android

Nuovo prototipo di Pixel 7 Pro in circolazione: ecco le novità

Continuano a circolare indiscrezioni sul nuovo Google Pixel 7 Pro, nonostante l’incessante lavoro dell’azienda finalizzato a bloccare ogni anticipazione sulla scheda tecnica dei nuovi dispositivi. In particolare, il possessore di uno dei prototipi in circolazione ha contattato il gruppo Telegram “Google News” per fornire loro le poche informazioni ricavate sul device.

In particolare modo, sembrerebbe che il processore con cui sarà equipaggiato lo smartphone – un chip Tensor di seconda generazione (GS201)- utilizzerà un design “4+2+2”, ovvero quattro core per le attività più leggere, due per quelle di media intensità e due per quelle più pesanti.

Inoltre, il nuovo dispositivo Google dovrebbe contare anche su un chip Cirrus Logic CS40L26 per le funzionalità legate al touch: si tratta di una generazione successiva a quella che si trova nei Pixel 6 Pro. Tra l’altro, per la connettività UWB, sul nuovo Pixel 7 Pro verrà installato un componente inedito rispetto alla precedente generazione.

Anche sul display ci sarebbero delle novità. Nella fattispecie, il device utilizzerebbe un display Samsung (S6E3HC4), una generazione successiva a quella impiegata sui Pixel 6. A riguardo, secondo Mishaal Rahman, lo schermo dovrebbe assicurare una luminosità massima superiore rispetto ai precedenti modelli, arrivando a 1.000 nit (Pixel 6 Pro si fermava a 800 nit).

Non è la prima volta che emergono indiscrezioni sui nuovi Pixel. Ad esempio, qualche settimana fa emerse la notizia secondo cui un utente avrebbe utilizzato un prototipo del 7 Pro per circa 3 settimane (successivamente Google lo avrebbe reso inutilizzabile). Il dispositivo in questione, come raccontato stesso dal possessore, sarebbe stato acquistato semplicemente su Facebook. Su Ebay, invece, sarebbe apparso il Pixel 7, che dovrebbe avere uno schermo tra 6,22″ e 6,4″.

L’articolo Nuovo prototipo di Pixel 7 Pro in circolazione: ecco le novità sembra essere il primo su Androidworld.


Nuovo prototipo di Pixel 7 Pro in circolazione: ecco le novità

Samsung Isocell HP3 è il nuovo super-sensore da 200 MP che tutti vorranno

Samsung non è soltanto il leader del mercato smartphone a livello globale ma la sua grande aziende include anche divisioni dedicate alla produzione di componenti hardware. Oltre a quelle che producono processori e display, troviamo anche la divisione che sviluppa sensori fotografici.

Offerte Amazon

Proprio in questo contesto il gigante sudcoreano ha presentato ufficialmente il nuovo Samsung ISOCELL HP3. Si tratta di un sensore fotografico in grado di scattare alla risoluzione di ben 200 megapixel. La superficie  corrisponde a 1/1,4 pollici, mentre la dimensione dei pixel nativi corrisponde a 0,56 μm. Rispetto alla generazione precedente, il ISOCELL HP1, sono state ridotte le dimensioni del globali del 20%, mentre quelle dei pixel sono state ridotte del 12%.

Questo significa che il nuovo Samsung ISOCELL HP3 potrà adattarsi meglio a dimensioni dei dispositivi più contenute. Inoltre, il nuovo sensore di Samsung sarà in grado di acquisire immagini a 14 bit con un supporto fino a 4 trilioni di colori.

Il nuovo componente presentato da Samsung sfoggia anche il nuovo meccanismo di messa a fuoco automatico definito Super QPD. Questo utilizza una singola lente su quattro pixel adiacenti per rilevare le differenze di fase in entrambe le direzioni orizzontale e verticale. Il tutto dovrebbe tradursi in una messa a fuoco più accurata e più rapida rispetto alla generazione precedente.

Il supporto della risoluzione video arriva fino a 4K a 120fps e 8K a 30fps. Anche in questo sensore troviamo l’adozione della tecnica del pixel binning: si potranno acquisire immagini da 50 megapixel (2×2 binning) con pixel da 1,12 μm o immagini da 12,5 megapixel (4 × 4 binning) con una dimensione dei pixel di 2,24 μm.

Tra le altre novità, troviamo la tecnologia Smart ISO Pro, la quale dovrebbe garantire una migliore gamma dinamica, incrementando la qualità dell’HDR applicato.

Ci aspettiamo dunque che il nuovo ISOCELL HP3 da 200 megapixel di Samsung sarà l’oggetto del desiderio di molti produttori di smartphone Android, soprattutto per i loro top di gamma. La produzione del sensore dovrebbe iniziare alla fine del 2022, e possiamo ipotizzare di vedere il suo debutto sui prossimi Galaxy S23.

L’articolo Samsung Isocell HP3 è il nuovo super-sensore da 200 MP che tutti vorranno sembra essere il primo su Androidworld.


Samsung Isocell HP3 è il nuovo super-sensore da 200 MP che tutti vorranno

Nuovo spot Apple con protagonista Harry Styles mette in evidenza l’audio spaziale su AirPods

Nuovo spot di Apple mette in evidenza la tecnologia Audio Spaziale.

Link all’articolo originale: Nuovo spot Apple con protagonista Harry Styles mette in evidenza l’audio spaziale su AirPods


Nuovo spot Apple con protagonista Harry Styles mette in evidenza l’audio spaziale su AirPods

Il nuovo Google Pixel 7 è già apparso su eBay?

Nonostante il loro debutto sia stato fissato nell’autunno 2022, il nuovo Google Pixel 7 sarebbe già apparso su eBay. Un venditore, infatti, ha affermato di essere in possesso di un prototipo di Pixel 7 e, inoltre, sembrerebbe che a scattare le foto del dispositivo sia stato addirittura un Pixel 7 Pro. L’annuncio, però, è stato rimosso.

Al momento, dunque, non si sa come una persona abbia potuto mettere le mani su un eventuale prototipo del nuovo dispositivo di Google, tuttavia recentemente lo stesso fatto è accaduto anche al Pixel Watch. Lo smartwatch, insieme alla sua confezione, sarebbe stata vista da qualcuno in un ristorante.

In ogni caso, in attesa del lancio ufficiale, è certo che i nuovi smartphone saranno dotati di chip Tensor, mentre il display sarà tra 6,22″ e 6,4″ per il Pixel 7 e 6,7″ o 6,8″ per il Pro. Per quanto riguarda le colorazioni, Pixel 7 sarà disponibile nelle colorazioni Obsidian, Snow e Lemongrass. Pixel 7 Pro, invece, in Obsidian, Snow e Hazel.

L’articolo Il nuovo Google Pixel 7 è già apparso su eBay? sembra essere il primo su Androidworld.


Il nuovo Google Pixel 7 è già apparso su eBay?

Il grande assente in casa Google è stato rimandato di nuovo

Allo scorso Google I/O abbiamo visto BigG presentare diverse novità sia per il settore smartphone che per gli smartwatch. Non possiamo tralasciare il grande assente: il Pixel pieghevole che ancora non si vede.

Iscriviti al Gruppo Facebook

Negli ultimi mesi si è parlato in diverse occasioni del Pixel Fold, un dispositivo che ancora manca tra le opzioni hardware che offre Google. Il suo lancio sembrava imminente ma stando a quanto appena riferito dal The Elec Google potrebbe averlo rimandato. Le ultime informazioni indicano un posticipo della sua commercializzazione al 2023.

Secondo le nuove tempistiche Google potrebbe dunque presentare il dispositivo alla fine del 2022, verso dicembre, per poi commercializzarlo ad anno nuovo, magari insieme al Pixel Tablet.

Le ragioni dietro questo rinvio risiederebbero nel fatto che il Pixel Fold non era ancora come Google avrebbe voluto. Chiaramente sono tante le problematiche che possono emergere in merito allo sviluppo industriale di uno smartphone pieghevole, un settore ancora relativamente giovane.

L’articolo Il grande assente in casa Google è stato rimandato di nuovo sembra essere il primo su Androidworld.


Il grande assente in casa Google è stato rimandato di nuovo

OSOM annuncia che l’OV1 sarà alimentato dal nuovo Snapdragon 8+ Gen 1

Il team dietro ad Essential Phone, alla fine del 2021, ha creato un nuovo marchio di smartphone noto come OSOM (Out of Sight, Out of Mind). Il dispositivo, nel dettaglio, si chiama OSOM OV1 ed è incentrato sulla privacy. Difatti, insieme al dispositivo, verrà spedito il “Secure Data Cable”, che impedirà la raccolta di dati personali quando il telefono verrà collegato ad una porta di ricarica pubblica.

Per quanto riguarda il processore di cui verrà dotato lo smartphone, invece, è emersa una novità. Difatti, se prima si ipotizzava l’utilizzo del chip Snapdragon 888, adesso è ufficiale l’adozione dell’ultimo Snapdragon 8+ Gen 1. Le fotocamere posteriori saranno da 48 MP e 12 MP, mentre quella da frontale sarà da 16 MP. Inoltre, non mancheranno alcune app preinstallate dedicate alla privacy. Tra queste, Brave Browser, Proton Mail e l’app di messaggistica Signal.

Lato design, il corpo dello smartphone sarà in acciaio inossidabile con alcuni accenni in titanio. Il retro, in ceramica, e le prime opzioni di colore saranno in bianco e nero opaco. Il prezzo dovrebbe essere inferiore a $ 1.000. 

Infine, sono stati annunciati altri due smartphone che utilizzeranno il processore Qualcomm appena presentato: si tratta di Asus Rog Phone 6 e di Realme GT 2 Master Explorer Edition.

L’articolo OSOM annuncia che l’OV1 sarà alimentato dal nuovo Snapdragon 8+ Gen 1 sembra essere il primo su Androidworld.


OSOM annuncia che l’OV1 sarà alimentato dal nuovo Snapdragon 8+ Gen 1