Il traffico dati mobile ha toccato un nuovo record in Italia: il merito è anche delle tariffe degli operatori (foto)

A partire ormai dallo scorso anno tante abitudini sono cambiate, a partire da quelle lavorative, a causa della pandemia di COVID-19. Tra i tanti aspetti che hanno subito dei cambiamenti troviamo sicuramente il traffico dati generato dagli utenti italiani.

Stando ai numeri raccolti ed elaborati dal AGCOM, il Garante italiano per le Telecomunicazioni, il mese di gennaio 2021 è stato quello in cui è stato generato più traffico dati da rete mobile di sempre in Italia. Si parla di un incremento di addirittura del 60% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Come vedete dal grafico presente in galleria, in cui viene rappresentato l’andamento del traffico dati da rete mobile e il traffico vocale, l’andamento ha visto dei picchi in corrispondenza dei periodi di maggiori restrizioni imposte in Italia.

LEGGI ANCHE: CarDongle, la recensione

Mentre il grafico mostra qualcosa di assolutamente prevedibile, non ci si aspettava che ad incrementare maggiormente fosse il traffico dati da rete mobile, visto che gli utenti si sono spostati meno nel periodo in esame rispetto allo scorso anno. Tale incremento potrebbe essersi verificato in risposta alla saturazione delle reti casalinghe, soprattutto nelle zone geografiche poco servite dalle infrastrutture di rete.

Altro fattore che potrebbe aver contribuito a tale record consiste nella concorrenza sempre agguerrite nel mercato degli operatori mobili, la quale permette l’accesso a ricchi bundle di traffico dati, ormai anche in 5G, a prezzi molto spesso inferiori ai 10€ al mese.

L’articolo Il traffico dati mobile ha toccato un nuovo record in Italia: il merito è anche delle tariffe degli operatori (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Il traffico dati mobile ha toccato un nuovo record in Italia: il merito è anche delle tariffe degli operatori (foto)

Il nuovo sensore fotografico OmniVision vuole rivaleggiare (e forse persino battere) Samsung ISOCell (foto)

Il produttore cinese di sensori fotografici Omnivision, ha presentato un nuovo sensore per dispositivi mobili chiamato OV50A. Si tratta di una soluzione a 50 MP pensata principalmente per fotocamere grandangolari e, stando alle affermazioni dell’azienda, sarebbe in grado di offrire performance superiori per l’autofocus e la resa in condizioni di scarsa luminosità.

Scendendo un po’ più nei dettagli tecnici OmniVision OV50A è composto da pixel di 1,0 micron mentre il sensore stesso misura 1/1,5 di pollice, misure in grado di rivaleggiare con quanto offerto da Samsung sul suo ISOCell GN 1, che ha pixel da 1,2 micron e misura 1/1,35″. Un altro aspetto che lo renderebbe superiore è la tecnologia Quad phase-detection (QPD) che consente il rilevamento dell’autofocus PDAF su tutta la superficie del sensore. Qualcosa del genere a quanto fatto da Sony con la tecnologia 2 x 2 OCL (On-Chip Lens). Se il concetto vi risulta ostico, potete dare un’occhiata all’immagine qui sotto, siamo sicuri che renderà tutto immediatamente più chiaro.

LEGGI ANCHE: Android 12 Developer Preview è disponibile da oggi

Nella pratica tutto ciò dovrebbe consentire al sensore di poter rilevare le distanze tra gli oggetti, e quindi tarare automaticamente il fuoco, anche con poca luce a disposizione. OmniVision OV50A è comunque implementato sulla classica matrice PureCel Plus-S e integra il filtro colore QPD e performance HDR migliorate.

OmniVision OV50A supporta il pixel-binning e produce immagini statiche da 12,5 MP, mentre a livello video consente riprese in 8K @30 fps e 4K @60 fps, con lo slow motion a 1.080p @240 fps o 720p e @480 fps. Il sensore sarà implementato sui primi dispositivi di fascia alta prima dell’estate, anche se al momento non è chiaro quale modello o quale produttore potrà sfoggiarlo per primo.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Il nuovo sensore fotografico OmniVision vuole rivaleggiare (e forse persino battere) Samsung ISOCell (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Il nuovo sensore fotografico OmniVision vuole rivaleggiare (e forse persino battere) Samsung ISOCell (foto)

Nuovo aggiornamento per WhatsApp Beta: poche novità, ma un grosso spoiler (foto)

L’applicazione di messaggistica WhatsApp, finita di recente nell’occhio del ciclone per la vicenda riguardante le modifiche ai termini di servizio, ha rilasciato un nuovo aggiornamento della sua app per Android in versione Beta. L’update non porta apparentemente alcuna novità, ma fornisce qualche indizio su possibili miglioramenti in arrivo con le prossime release.

LEGGI ANCHE: Google misurerà la vostra frequenza cardiaca e ritmo respiratorio con una fotocamera

La funzione a cui WhatsApp sta lavorando in questa versione 2.21.3.13 sarebbe il Mention Badge, che in sostanza farà apparire il badge con la chiocciola sulla riga corrispondente nella schermata con tutte le vostre chat quando riceverete una menzione in un gruppo. Questa funzione è in fase di sviluppo e sarà disponibile in qualche aggiornamento futuro. Oltre a questo spoiler c’è poco altro di nuovo, se non il pacchetto di adesivi animati recentemente rilasciato Taters n tots, che fa leva sui sempre vincenti gattini e cagnolini, ed è disponibile anche per le versioni precedenti.

L’articolo Nuovo aggiornamento per WhatsApp Beta: poche novità, ma un grosso spoiler (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Nuovo aggiornamento per WhatsApp Beta: poche novità, ma un grosso spoiler (foto)

iOS 14.5 beta 1 anticipa l’arrivo di un nuovo strumento di gestione delle finanze

iOS 14.5 beta 1 nasconde al suo interno tracce di un nuovo possibile strumento di gestione delle finanze integrato con Wallet

Link all’articolo originale: iOS 14.5 beta 1 anticipa l’arrivo di un nuovo strumento di gestione delle finanze


iOS 14.5 beta 1 anticipa l’arrivo di un nuovo strumento di gestione delle finanze

Gli Stati di WhatsApp: il nuovo modo del servizio per comunicare le sue novità (foto)

Nelle ultime ore tutti coloro che sono soliti controllare gli stati WhatsApp dei propri amici o parenti avranno senza dubbio notato una novità: la presenza in quella lista di una nuova icona, proprio quella del servizio di messaggistica.

Parliamo in tutto e per tutto di una serie di storie pubblicate dal team dall’applicazione, e questo spazio sarà utilizzato per comunicare a tutti gli utenti (sia Android che iOS) tutte le novità e gli aggiornamenti che in futuro saranno introdotti. Ma non solo. Con i primi post condivisi WhatsApp si premura di sottolineanre la sua attenzione verso la crittografia e il rispetto della privacy. Inoltre, a differenza di quanto è possibile fare con i comunissimi utenti, questo non può essere silenziato.

LEGGI ANCHE: Il confronto tra Samsung Galaxy S21 Ultra e iPhone 12 Pro Max

Memori di quanto successo nelle scorse settimane in riferimento alla controversia legata all’ultimo aggiornamento della politica sulla privacy di WhatsApp, che ha generato non poche critiche tanto che l’entrata in vigore dei cambiamenti è stata posticipata a maggio 2021, non appare casuale che il servizio abbia deciso di improntare i primi avvisi proprio su questo delicato argomaneto. L’obiettivo sarebbe anche quello di riottenere la fiducia da parte degli utenti, dal momento che gli ultimi accadimenti hanno spinto molto ad abbandonare l’app di messaggistica verde per migrare verso altre concorrenti, come Telegram e Signal.

Immagini

L’articolo Gli Stati di WhatsApp: il nuovo modo del servizio per comunicare le sue novità (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Gli Stati di WhatsApp: il nuovo modo del servizio per comunicare le sue novità (foto)

Un nuovo leak aggiunge altri dettagli su OnePlus 9 e OnePlus 9 Pro

Emergono nuovi dettagli sulle caratteristiche dei prossimi smartphone di OnePlus. Dopo i rendering e le immagini trapelate nelle scorse settimane, OnePlus 9 e OnePlus 9 Pro sono ora al centro del leak pubblicato dall’affidabile informatore Digital Chat Station.

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung Galaxy S21 Ultra: più di una riscossa

Secondo quanto si dice, entrambi gli smartphone avranno una fotocamera frontale integrata in un foro nel display dal diametro di 3,8 mm. Lo schermo della variante Pro dovrebbe essere un QHD+ 120Hz da 6,78″ curvo, mentre arrivano conferme sulle precedenti informazioni riguardanti il pannello piatto di OnePlus 9, che sarà un FullHD+ 120Hz da 6,55″.

Lo spessore di OnePlus 9 e 9 Pro dovrebbe essere rispettivamente di 8mm e 8,5mm, ma nessuno dei due peserà più di 200 grammi. Entrambi gli smartphone saranno equipaggiati con il SoC Snapdragon 888, e alimentati con batterie da 4.500 mAh con supporto alla ricarica rapida da 65W. La variante Pro, inoltre, potrebbe avere anche la ricarica wireless a 45W.

L’articolo Un nuovo leak aggiunge altri dettagli su OnePlus 9 e OnePlus 9 Pro sembra essere il primo su AndroidWorld.


Un nuovo leak aggiunge altri dettagli su OnePlus 9 e OnePlus 9 Pro

Ho. Mobile stronca le gambe al SIM swapping: nuovo seriale per tutti i clienti coinvolti (aggiornato: FAQ)

Con una mossa a sorpresa, ho. Mobile mette al riparo in un colpo solo tutti i clienti coinvolti nella fuga di dati dal rischio di SIM swapping. L’operatore ha infatti rigenerato il seriale (ICCID) di tutte le SIM interessate, e provvederà a breve a notificare agli utenti via SMS l’avvenuto cambio.

Come si legge sul comunicato ufficiale infatti, “abbiamo rigenerato il codice seriale della SIM a tutti i clienti coinvolti, che verranno informati via SMS nella giornata di oggi e potranno ricevere in qualsiasi momento il nuovo codice seriale da utilizzare  in caso di cambio operatore. Questo nuovo codice sostituisce quello stampato sulla SIM, oggetto dell’attività illecita, che dunque non avrà più alcun valore“.

Questo significa in pratica che se anche qualcuno mettesse le mani sul codice ICCID oggetto della fuga di dati di qualche giorno fa, non lo potrà più utilizzare, perché quel codice non è più valido. Il che significa anche che non c’è più bisogno di correre a cambiare la SIM, dato che anche restando con la vecchia scheda avrete un seriale nuovo.

Si tratta di un’operazione completamente trasparente per l’utente, che non dovrà fare nulla per completare il cambio di ICCID. Riceverete soltanto un SMS da parte di ho. Mobile a modifica avvenuta, il che dovrebbe succedere nel corso della giornata odierna. Chiariamo inoltre che il codice ICCID sarà modificato solo ai clienti coinvolti nella fuga di dati, e non a tutti gli utenti ho. Mobile in generale, e sarà effettivo solo una volta ricevuto l’SMS di notifica.

Nel caso in cui, in futuro, voleste cambiare operatore, avrete però bisogno di questo nuovo codice seriale, perché quello stampato sulla SIM non sarà più valido. Per richiedere il nuovo codice basterà inviare un SMS con scritto “seriale” al numero 3424072211, ma è una cosa che appunto dovrete fare solo nel caso voleste cambiare la vostra SIM/operatore.

Si tratta senz’altro di un’ottima mossa da parte di ho. Mobile, che in questo modo stronca del tutto le gambe ad uno dei rischi più temuti riguardo il furto di dati, ovvero il fatto che qualcuno potesse impossessarsi di un numero di telefono altrui; e per di più, avviene tutto senza bisogno di alcun intervento dei clienti.

Aggiornamento11/01/2020

ho. Mobile ha ampliato le FAQ presenti sul sito ufficiale, per rispondere ad alcuni dubbi sollevati dagli utenti in questi giorni, in particolare in tema di portabilità e tempistiche dell’intervento. Vi lasciamo qui sotto le nuova domande; potete leggere anche tutte le altre sul sito ho. Mobile.

  • Sono un cliente coinvolto e ho richiesto il passaggio a un altro operatore in questi giorni. Avete cambiato anche a me il codice seriale della SIM?

    Abbiamo escluso dalla rigenerazione del seriale i clienti che hanno richiesto un cambio di operatore nei giorni precedenti, quindi non ci saranno rallentamenti nella portabilità dovuti a questa modifica.

  • Perché non l’avete fatto prima?

    Si tratta di una soluzione innovativa e tecnicamente complessa che ha impatto soltanto sui clienti coinvolti. Abbiamo lavorato giorno e notte per renderla disponibile nel più breve tempo possibile..

  • Perché non avete aspettato questa soluzione prima di informare i clienti coinvolti?

    Abbiamo ritenuto opportuno informarli e in parallelo abbiamo accelerato lo sviluppo di questa soluzione.

  • Per rigenerare il nuovo seriale devo mandare subito l’SMS?

    No, il tuo nuovo codice seriale è già stato rigenerato. L’SMS da inviare serve solo per conoscerne il numero, ma non c’è fretta, potrai farlo quando ne hai bisogno.

L’articolo Ho. Mobile stronca le gambe al SIM swapping: nuovo seriale per tutti i clienti coinvolti (aggiornato: FAQ) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Ho. Mobile stronca le gambe al SIM swapping: nuovo seriale per tutti i clienti coinvolti (aggiornato: FAQ)

SmartWorld Live 2021: un’ora insieme per inaugurare il nuovo anno

Il 2021 è iniziato e noi siamo più carichi che mai per tutte le novità che questo anno ci riserverà, soprattutto (ovviamente) dal punto di vista tecnologico. E così abbiamo deciso di prenderci un’ora di tempo per parlare con voi di cosa è stato il 2020, di cosa sarà il 2021, ma anche per parlare del più e del meno, senza impegno, approfittando di questi ultimi giorni di “quiete” prima della (sicura) tempesta di news.

E per farlo saremo online il prossimo lunedì 4 gennaio 2021 su YouTube (dove festeggeremo anche un grande traguardo), su Twitch e su Facebook. Rimarremo insieme per un’ora dalle 17:00 e avrete l’occasione di interagire con noi tramite i commenti su queste piattaforme. Vi lasciamo qui sotto i box di YouTube e Twitch dove andremo in diretta.

new Twitch.Embed(“twitch-embed”, {
width: 854,
height: 480,
channel: “smartworldit”,
// only needed if your site is also embedded on embed.example.com and othersite.example.com
parent: [“embed.example.com”, “othersite.example.com”] });

L’articolo SmartWorld Live 2021: un’ora insieme per inaugurare il nuovo anno sembra essere il primo su AndroidWorld.


SmartWorld Live 2021: un’ora insieme per inaugurare il nuovo anno