Ecco OnePlus 8T in mostra da tutti i lati e (quasi) tutte le sue specifiche appena trapelate (video e foto)

Ormai sono praticamente passati cinque mesi dal lancio di OnePlus 8. Ciò significa che l’azienda cinese è pronta a presentare il suo nuovo modello: OnePlus 8T. Mentre l’annuncio ufficiale è atteso per la fine del mese o per l’inizio di ottobre, il telefono è stato da poco certificato dall’ente indiano BIS, segno che il suo arrivo è davvero imminente. A confermare tutto ciò è appena piovuta in Rete una serie di leak in cui lo smartphone viene mostrato da tutti i lati insieme a molte delle sue specifiche tecniche.

Le immagini che potete ammirare a fine articolo sono però basate su schemi interni e non sui soliti progetti CAD 3D, per cui non è possibile conoscere le dimensioni esatte del dispositivo. Mentre arriva una nuova conferma dell’assenza di un possibile OnePlus 8T Pro, l’unico modello si prepara a sfoggiare diverse novità, che a livello hardware lo metteranno alla pari se non al di sopra anche di OnePlus 8 Pro.

LEGGI ANCHE: La nostra prova di OxygenOS 11 su OnePlus 8

Lo schermo infatti ha una diagonale di 6,55″ in risoluzione HD+ e refresh rate a 120 Hz, il vetro sarà piatto con un piccolo foro nell’angolo in alto a sinistra per la fotocamera frontale da 32 MP (raddoppiata rispetto al passato). Il comparto fotografico sul retro sarà contenuto in una “toppa” (che non appare esattamente piccola), in cui i quattro sensori sono disposti a C con il flash LED. La lente principale sarà da 48 MP + un grandangolare da 16 MP + un macro da 5 MP + un sensore di profondità da 2 MP.

Contrariamente alle aspettative e ai primi benchmark emersi, sembra che OnePlus 8T possa essere equipaggiato con Snapdragon 865 ed essere lanciato in due tagli di memoria: 8/128 GB e 12/256 GB. La Batteria arriverà a 4.500 mAh, ma per la prima volta ci sarà il supporto alla ricarica a 65 W (era fermo a 30W da qualche anno ormai). Completano il quadro OxygenOS 11 con Android 11, connettore USB-C e microfono a cancellazione del rumore sul lato superiore. E il prezzo? Purtroppo ancora nessuna notizia.

L’articolo Ecco OnePlus 8T in mostra da tutti i lati e (quasi) tutte le sue specifiche appena trapelate (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Volete ottenere i permessi di root su OnePlus Nord? Ecco le guide di cui avete bisogno

OnePlus è una di quelle aziende molto apprezzate dagli smanettoni perché è molto aperta alla comunità di modder. Per questo, ottenere i permessi di root sugli smartphone OnePlus è relativamente semplice, e OnePlus Nord non è un’eccezione.

Se avete appena acquistato il nuovo medio gamma dell’azienda e non vedete l’ora di moddarlo, potete ingannare l’attesa preparando tutto il necessario: un Senior Member di XDA, Some_Random_Username, ha creato una guida che fa al caso vostro. In questo caso non sono ancora presenti gli zip della TWRP o di Magisk, quindi bisogna ottenere i permessi di root passando per la via più lunga.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi 10 Ultra: è questo il nome del nuovo top di gamma da urlo che sarà svelato tra pochi giorni

Avrete bisogno solamente del vostro smartphone e di un PC con ADB installato. Ovviamente il tutto eliminerà i vostri dati all’interno dello smartphone, quindi dovete essere sicuri di avere tutto al sicuro. Non vi resta quindi che saltare su questa pagina e studiarvi la guida completa. Anche l’articolo di XDA Developers è molto esplicativo, dateci un’occhiata!

L’articolo Volete ottenere i permessi di root su OnePlus Nord? Ecco le guide di cui avete bisogno sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

OnePlus lancia Nord e dà l’assalto agli smartphone di fascia media

Il mercato degli smartphone sa essere bizzarro. È dominato da variabili controllabili – basti pensare all’impatto che il bando all’uso dei servizi di Google ha avuto sulle vendite di Huawei e a come questo stia portando alla creazione di un terzo ecosistema accanto a quello di Apple e Android – e da fattori psicologici totalmente imprevedibili. O forse immaginabili nella mente di qualche visionario del marketing, come quello che ormai sette anni fa si inventò un sistema per il quale migliaia di persone facevano quasi a botte per aggiudicarsi un telefono di cui non si sapeva praticamente niente.

Il mercato degli smartphone sa mitizzare un marchio come OnePlus – per l’appunto quelli che riuscivano a vendere a scatola chiusa telefoni di cui non si sapeva nulla – e poi accantonarli, renderli obsoleti, poco divertenti, o, per usare parole che vanno di moda in certi ambienti, proni all’omologazione mondialista.

Che cosa sta succedendo a OnePlus

OnePlus aveva smesso di stupire. Dal modello 6T del suo smartphone aveva continuato a produrre ottime macchine – fatte utilizzando il meglio della tecnologia disponibile, proponendola a prezzi ragionevoli e con un design accattivante – ma ormai erano in tanti a competere su quello stesso campo. Persino all’interno della Bbk, la casa madre cui fanno capo nuovi protagonisti del mercato come Oppo e realme, un tempo confinati nella fascia medio-bassa e ora lanciati all’assalto delle ammiraglie di marchi come Huawei e Samsung come nemmeno nella battaglia delle Midway.

OnePlus continua ad assicurare che le sue vendite vanno alla grande, ma il ridimensionamento degli uffici in Europa e lo spostamento del quartier generale a Helsinki ci raccontano un’altra storia. Può essere colpa della contrazione del mercato dei cosiddetti flagship, può essere colpa dall’epidemia, fatto sta che – al netto del curioso caso della fotocamera che riprende attraverso la plastica – il marchio di Pete Lau aveva smesso di stupire.

E quando non si hanno più nuove idee – perché la tecnologia quella è e non ha senso spingere ancora oltre – l’unica soluzione è lanciarsi alla conquista di nuovi territori. Quegli stessi che magari, fino a poco tempo prima, si sono un po’ snobisticamente disdegnati, perché l’ambizione era quella di essere e restare il marchio più cool sul mercato Android. E OnePlus è sempre stata assente da una fascia molto popolosa anche se non ricca quanto quella dei flagship: quella dell’acquirente medio, fatta di ragazzini, curiosi di tech ma non troppo, giovani donne e gente che non vuole complicarsi la vita con telefoni che fanno cose che non si utilizzeranno mai.

Come è fatto OnePlus Nord

Così Pete Lau ha messo i suoi al lavoro e, con un battage di marketing che ricorda tanto i tempi d’oro dell’esordio, OnePlus ha sfornato Nord, il primo prodotto della sua nuova linea di fascia media. Tradotto in soldoni: ottimi telefoni che costano meno di 500 euro. In un caso – a condizione di rinunciare a un po’ di memoria, anche meno di 400. E OnePlus torna a sparigliare le carte, come ai bei vecchi tempi.

Nord è pensato per l’uso quotidiano: un sistema di fotocamere diversificato, una user experience fluida e la qualità OnePlus, che non si mette in discussione. Alimentato dal processore Qualcomm Snapdragon 765G, è innanzitutto uno smartphone 5G, anche se la rete di ultima generazione in Italia è a carissimo amico e con questi chiari di luna non si sa quando sarà realmente utile.

Presentando il telefono è stato lo stesso Pete Lau a evidenziarne i punti di forza: Display a 90 Hz, interfaccia OxygenOS e la rticarica Warp Charge 30T.

Il Nord è dotato dello stesso sensore Sony IMX586 da 48 MP di OnePlus 8, una fotocamera ultra grandangolare da 8 MP, una fotocamera macro e un sensore di profondità per offrire un’esperienza fotografica versatile e diversificata. La modalità Nightscape, disponibile sia sull’obiettivo principale posteriore che sull’ultra-grandangolare, scatta fino a nove immagini diverse a diverse esposizioni, intrecciandole insieme in pochi secondi per produrre foto più nitide, luminose e intense in condizioni di scarsa illuminazione.

È anche il primo smartphone OnePlus a essere dotato di una doppia fotocamera frontale: una principale da 32 MP e una ultra-grandangolare da 8 MP che offre un campo visivo da 105 gradi, per i selfie di gruppo.

Il display è un Amoled da 6.44″ con un refresh rate a 90 Hz per garantire fluidità con 1.048 livelli di luminosità automatica per un aggiustamento automatico.

OxygenOS 10.5, il software di OnePlus, offre la modalità Dark Mode, la Zen Mode, e un set completo di opzioni di personalizzazione che permettono agli utenti di modificare tutto, dalle forme delle icone alle animazioni delle impronte digitali.

La ricarica veloce è assicurata dal Warp Charge 30T di OnePlus, per portare la batteria da 4.115 mAh da scarica al 70% in mezz’ora anche mentre si sta sui social o si gioca. Utilizzando il machine learning, cambiain modo intelligente il modo in cui il telefono si ricarica durante la notte per ridurre la quantità di tempo che trascorre al 100%, migliorando così la salute della batteria.

Il Nord viene venduto in due configurazioni: nella versione 8GB+128GB nei colori Blue Marble e Gray Onyx al prezzo di 399 euro e nella versione 12GB+256GB nei colori Blue Marble e Gray Onyx al prezzo di 499 euro.

Oltre al, OnePlus ha anche lanciato i suoi primi auricolari true-wireless, OnePlus Buds che grazie alla tecnologia Warp Charge, con una ricarica di 10 minuti offrono 10 ore di autonomia. Costano 89 euro.

 

 

 

 

Agi

OnePlus 8 / 8 Pro si aggiornano: arrivano il supporto alle Buds, le patch di luglio e qualche novità grafica (foto)

OnePlus ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento software per i suoi attuali top di gamma, OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro. Si tratta della versione stabile della OxygenOS, precisamente della versione 10.5.9 per OnePlus 8 e della 10.5.11 per OnePlus 8 Pro. Andiamo a vedere insieme il changelog completo.

Sistema

  • Supporto alle OnePlus Buds che verranno presentate il 21 luglio.
  • Diversi nuovi stili per l’orologio nell’app di sistema.
  • Ottimizzazione dell’esperienza con il touchscreen.
  • Fix dei problemi saltuari con la ricarica wireless.
  • Fix dei problemi con ARCore.
  • Patch di sicurezza Android aggiornate a luglio 2020.
  • Google Mobile Services aggiornati a maggio 2020.
  • Ottimizzazione generale della stabilità di sistema.

Rete

  • Miglioramenti della stabilità.
  • Ottimizzazione della funzionalità Wi-Fi Transfer.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8 Pro, la recensione

La distribuzione dell’aggiornamento è attualmente in corso via OTA. Il rollout è attualmente in corso anche per le versioni europee dei due smartphone OnePlus.

L’articolo OnePlus 8 / 8 Pro si aggiornano: arrivano il supporto alle Buds, le patch di luglio e qualche novità grafica (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

La fotocamera “magica” di OnePlus 8 Pro è ancora accessibile, vi serve solo ADB (foto)

Poco dopo il lancio di OnePlus 8 Pro si è scoperto che il sensore color filter incluso nel top di gamma dell’azienda è in grado di vedere attraverso alcune parti di plastica (come quelle che coprono i sensori ad infrarossi dei telecomandi. Tale funzione è stata poi rimossa (in parte), introducendo un algoritmo che confronta anche i dati in arrivo dal sensore principale.

Ovviamente, però, il sensore è ancora lì, quindi teoricamente dovrebbe essere possibile accedervi comunque, giusto? La risposta è “Sì”, ed è anche più semplice di quanto pensiate: come scoperto da un utente di XDA, vi basta un comando ADB.

In pratica la situazione è questa: il sensore è accessibile tramite l’app Factory Mode, ma questa va lanciata tramite un comando ADB (che trovate appena più sotto). Dopo aver attivato l’app tramite ADB, potete “bloccare” l’applicazione in modo che rimanga in memoria, e quindi senza dover per forza richiamare il comando ogni volta. Il comando di ADB è:

adb shell am start -n com.oneplus.factorymode/.camera.manualtest.CameraManualTest

Dopo aver avviato il comando, partirà l’applicazione citata. Tramite il pulsante in basso potete accedere a tutte le fotocamere. Quella relativa al color filter è la numero 4.

LEGGI ANCHE: Google lavora per uniformare il design di Assistant su tutti gli smartphone Android

La cosa interessante è che tutto questo è possibile senza dover sbloccare il bootloader o richiedere i permessi di root, ampliando enormemente il bacino di utenti che ne possono usufruire.

L’articolo La fotocamera “magica” di OnePlus 8 Pro è ancora accessibile, vi serve solo ADB (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

C’è un easter egg nella modalità Fnatic di OnePlus, che sblocca degli sfondi segreti! (aggiornato: nuovi sfondi)

La modalità Fnatic è un add-on della modalità di gioco di OnePlus 7 Pro, con lo scopo di massimizzare l’esperienza di gioco, anche a scapito di alcune funzionalità base del telefono. Dopo il debutto su OP7 Pro, tramite aggiornamenti software è poi arrivata su tutta la gamma, fino a OnePlus 5 / 5T, ma a quanto pare al suo interno si nascondeva anche un simpatico easter egg.

  • Andate in Impostazioni -> Utilità -> Gaming Mode -> Fnatic Mode
  • Premete 5 volte sul logo Fnatic
  • Apparirà una casella di testo, nella quale dovrete scrivere “alwaysfnatic” (senza virgolette)
  • Godetevi 3 wallpaper esclusivi

La procedura funziona su tutti gli OnePlus con la modalità Fnatic, ma se non ne aveste uno o se qualcosa non andasse, vi lasciamo qui sotto gli screenshot a grandezza originale da scaricare.

Aggiornamento13/07/2020

Ehi guarda, ci sono 3 nuovi sfondi Fnatic da scaricare! (e chi ci pensava più, dopo quasi un anno…) Li trovate nella galleria qui sotto (sono gli ultimi 3).

 

L’articolo C’è un easter egg nella modalità Fnatic di OnePlus, che sblocca degli sfondi segreti! (aggiornato: nuovi sfondi) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

OnePlus cambia strategia e sforna Nord, uno smartphone economico

AGI – La svolta, per un marchio come OnePlus, non è da poco: abbandonare la totale dedizione ai cosiddetti ‘flagship killer’ per includere nella propria offerta anche telefoni economici. Un po’ un ritorno alle origini, perché il marchio cinese era nato con l’idea di mettere a disposizione il meglio dell tecnologia disponibile a un prezzo competitivo rispetto ai marchi più blasonati. Come? Azzerando i costi di distribuzione nelle grandi catene, innanzitutto, e coinvolgendo a una community di entusiasti smanettoni nelle fasi di miglioramento del prodotto.  

Il gioco, però – in una realtà complessa e affollata come quella degli smartphone di fascia alta, dove a fare concorrenza agli OnePlus ci si sono messi pure gli altri marchi della famiglia Bbk come Oppo e realme – non poteva durare a lungo e così OnePlus ha dovuto rivedere le proprie stategie e ampliare il portfolio smartphone con una nuova linea di prodotti: OnePlus Nord. Un modo per rispondere anche al feedback della community di utenti, che ha espresso un forte desiderio per uno smartphone più accessibile che incorpori gli elevati standard di prodotto e di esperienza utente tipica dei flagship.

Pete Lau, fondatore e CEO di OnePlus, non parla di crisi del mercato né di vendite sotto le aspettative degli ultimi modelli, quanto piuttosto di “un nuovo entusiasmante capitolo”. “Si tratta anche di sfidare noi stessi e di andare oltre la nostra zona di comfort. Siamo immensamente orgogliosi dei nostri flagship e continueremo a crearne per i nostri utenti. Ora siamo entusiasti di condividere l’esperienza OnePlus con un numero ancora maggiore di utenti in tutto il mondo attraverso questa nuova linea di prodotti” dice. 

Il primo dispositivo della linea OnePlus Nord sarà disponibile in Europa e in India. Un numero selezionato di utenti in Nord America avrà la possibilità di sperimentare il nuovo dispositivo attraverso un programma beta molto limitato dopo il lancio

Disponibilità e prezzi saranno resi not in seguito, al culmine di una campagna molto intensa – anche questa ricorda i primi passi dell’azienda – condotta sull’account Instagram ufficiale di OnePlus Nord (@oneplus.nord).

Agi

OnePlus 8 Pro suona bene: il suo comparto audio tra i grandi di DxOMark (foto)

DxOMark è diventata ormai un’autorevole voce nel testing del comparto fotografico di dispositivi mobili e ultimamente si è dedicata anche al test dei comparti audio. In questo senso, OnePlus 8 Pro è stato testato dall’azienda francese e ha ricevuto una valutazione complessiva di 67 punti: niente male, considerando che alla vetta della classifica c’è Xiaomi Mi 10 Pro con 76 punti.

Il comparto audio di OnePlus 8 Pro in fase di riproduzione ha ricevuto una valutazione parziale pari a 68 punti. Tra gli aspetti positivi sono stati elencati il controllo degli artefatti, le performance spaziali, quelle dinamiche e il livello dei volumi. Tra gli aspetti negativi sono stati invece annoverati la non perfetta accuratezza dei bassi, il volume minimo troppo basso e la mancanza di estensione degli alti.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8 Pro, la recensione

Il comparto audio di OnePlus 8 Pro in fase di registrazione ha ricevuto una valutazione parziale di 63 punti. Tra le note positive troviamo l’ampiezza dei toni, la localizzabilità delle sorgenti e il controllo degli artefatti temporali. Peccato per le imprecisioni nella registrazione dei bassi, il background registrato innaturale e la troppo evidente cancellazione del rumore.

Per ulteriori informazioni sui test condotti vi suggeriamo di leggere il report completo disponibile sul sito ufficiale di DxOMark, dove troverete anche diversi esempi e confronti. Qui sotto invece trovate un riepilogo grafico dei test effettuati su OnePlus 8 Pro.

L’articolo OnePlus 8 Pro suona bene: il suo comparto audio tra i grandi di DxOMark (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

La magia di OnePlus 8 Pro rimossa in India, il filtro che “vede” attraverso gli oggetti resiste in Europa (foto) (aggiornato: ritirato)

Una delle principali curiosità del nuovo OnePlus 8 Pro, il prodotto di punta dell’azienda cinese al momento, è stato il filtro denominato color filter che permette di “vedere” attraverso gli oggetti costituiti da particolari materiali come plastiche e metalli.

Dopo la scoperta e primi stupori da parte di tutto il mondo tech, OnePlus aveva fatto sapere che avrebbe rimosso la funzionalità con un prossimo aggiornamento software. Successivamente era emerso che la rimozione avrebbe interessato solo la versione cinese del software OnePlus, la HydrogenOS. La vicenda si è conclusa, almeno provvisoriamente, con un’ulteriore sorpresa: il color filter è stato rimosso anche per la versione indiana della OxygenOS per OnePlus 8 Pro.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8 Pro, la recensione

OnePlus ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento software per gli utenti indiani, il quale fa riferimento alla build 10.5.9.IN11DA: come vedete dallo screenshot presente nella galleria in basso, il changelog indica chiaramente che il filtro è stato rimosso temporaneamente per dar tempo al team di sviluppo di implementare degli aggiustamenti. Nessuna indicazione è stata fornita relativamente a quale tipologia di aggiustamenti si riferisca OnePlus. Il suo ritorno sarebbe comunque previsto per giugno.

Ribadiamo che l’aggiornamento è in fase di distribuzione esclusivamente per gli utenti indiani. Dunque, almeno per il momento, la rimozione del color filter non interessa gli utenti europei e di conseguenza quelli italiani.

Aggiornamento30/05/2020 ore 00:10

Emergono subito nuovi sviluppi sull’aggiornamento che avrebbe disabilitato il color filter su OnePlus 8 Pro: l’azienda cinese ha fatto sapere che la rimozione della funzionalità è stata rilasciata per errore nell’aggiornamento software. OnePlus ha comunicato che l’aggiornamento per gli utenti indiani non era destinato a essere distribuito pubblicamente.

Stando a quanto comunicato da OnePlus l’aggiornamento distribuito per errore ha raggiunto un numero limitato di utenti e che rilascerà un prossimo aggiornamento software che abiliterà nuovamente l’ormai famosissimo filtro.

Aggiornamento31/05/2020 ore 16:05

Come era lecito aspettarsi dopo i precedenti sviluppi, OnePlus ha ritirato l’aggiornamento software che implicava la rimozione del color filter di OnePlus 8 Pro. La conferma è arrivata dagli sviluppatori di Oxygen Updater.

L’articolo La magia di OnePlus 8 Pro rimossa in India, il filtro che “vede” attraverso gli oggetti resiste in Europa (foto) (aggiornato: ritirato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

OnePlus 8 Pro ha il display tendente al verde: a lavoro su fix software (aggiornato: sostituzione su richiesta)

Dopo il top di gamma Samsung, il Galaxy S20 Ultra che ha accusato problemi al display tendente al verde in determinate condizioni, anche per OnePlus 8 Pro sono emersi intoppi simili.

Diversi utenti che hanno acquistato il nuovo top di gamma OnePlus hanno riscontrato una tendenza al verde del display: l’immagine che vedete nella galleria in basso vi fornirà un’idea del problema. Alcuni utenti hanno segnalato che attivando la funzionalità DC Dimming, presente nella sezione OnePlus Laboratory delle impostazioni di sistema, il viraggio al verde si risolve ma causa altri artefatti visivi alle immagini particolarmente scure.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8 Pro, la recensione

Insomma c’è bisogno di un fix software da parte di OnePlus: il produttore cinese ha fatto sapere di essere a conoscenza del problema e di essere a lavoro attivamente per trovare una soluzione e distribuirla attraverso un aggiornamento software il prima possibile.

Chiaramente rimane un’incognita l’ipotetica data di rilascio del fix. Fateci sapere se anche voi siete tra coloro che hanno riscontrato il problema e in quali condizioni l’avete notato.

Aggiornamento28/04/2020 ore 15:20

Sembra che l’ultimo aggiornamento rilasciato per OnePlus 8 Pro, quello che ha introdotto la OxygenOS 10.5.5, abbia risolto parzialmente il problema del viraggio sul verde per il display. Come segnalato da alcuni utenti sul forum ufficiale OnePlus, il viraggio sul verde non si verificherebbe più a valle dell’aggiornamento, anche se permarrebbe un problema di non uniformità dei colori quando la modalità Notte è attiva.

Non possiamo confermare che l’aggiornamento citato risolve effettivamente il viraggio sul verde, soprattutto perché OnePlus non vi fa riferimento nel changelog. Fateci sapere la vostra esperienza.

Aggiornamento12/05/2020

Un nostro lettore ci fa sapere di avere il problema in oggetto e che OnePlus, da lui contattata, si è offerta di sostituirgli gratuitamente lo smartphone, pur sottolineando che si tratta di una cosa “normale”.

Comprendiamo che vorrebbe sostituire il suo dispositivo a causa del display, quando la luminosità va al minimo ad un certo punto il display cambia colore e dal nero\grigio diventa giallo oliva\verde.

In merito alla sua risposta, vorremmo informarla che in circostanze specifiche di estrema scarsa luminosità, un leggero display scolorimento potrebbe verificarsi a causa della proprietà del display Amoled. Questo non è un problema di qualità e non influenzerà l’utilizzo quotidiano o la durata dello schermo.

Se vorrebbe sostituire il dispositivo si prega di confermarci con lo stesso. Anche le preghiamo di confermarci l’indirizzo email e il numero di telefono per creare la richiesta di sostituzione.

Ad onor del vero, è davvero normale che in condizioni di bassa luminosità gli schermi OLED possano virare al verde, soprattutto in pannelli con elevato refresh come quello di OnePlus 8. I pixel verdi sono infatti i più presenti nella sottomatrice che compone il display, e quando il nero non è un nero pece (ovvero con Pixel spenti) è possibile che si noti questa sorta di alone. I fix software consistono infatti nell’evitare certe tonalità di grigio/nero che sono più problematiche, ma non è che facciano nient’altro.

Lo stesso problema potrebbe quindi presentarsi anche nelle unità sostitutive, pertanto, se gli aggiornamenti dovessero averlo risolto (almeno in buona parte), vi invitiamo a pensarci due volte prima di farvi sostituire il telefono, perché potreste fare uno sforzo inutile.

Ringraziamo Ivan per la segnalazione.

 

L’articolo OnePlus 8 Pro ha il display tendente al verde: a lavoro su fix software (aggiornato: sostituzione su richiesta) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Problemi hardware ai display di OnePlus 8 Pro: l’azienda offre riparazione, rimborso o sostituzione (foto)

In rete emergono nuove tegole per OnePlus e riguardano nuovamente il display di OnePlus 8 Pro. Dopo i rari viraggi sul verde, che sembravano un problema di natura software, sono emersi problemi di uniformità cromatica, soprattutto su sfondo nero.

Un utente di Reddit ha pubblicato la sua esperienza con un OnePlus 8 Pro affetto dall’uniformità del display che si verificava soprattutto nella barra di stato. Ha contattato l’assistenza OnePlus, la quale ha riconosciuto il problema hardware e gli ha proposto tre soluzioni:

  • Inviare il dispositivo in riparazione presso l’assistenza tecnica OnePlus.
  • Restituire il dispositivo e ricevere un rimborso completo.
  • Richiedere la sostituzione immediata con un nuovo dispositivo.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8 Pro, la recensione

Al momento non è noto se OnePlus ha riconosciuto lo specifico problema di visualizzazione non uniforme oppure se l’assistenza ha proposto queste tre soluzioni per far fronte ad un problema hardware non chiaramente identificato. Fateci sapere se anche voi avete avuto lo stesso problema e se state pensando di contattare OnePlus.

L’articolo Problemi hardware ai display di OnePlus 8 Pro: l’azienda offre riparazione, rimborso o sostituzione (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

L’agognato OnePlus Z di fascia media debutterà a luglio?

La nuova serie di smartphone OnePlus 8 è stata accolta calorosamente da pubblico e critica, merito di un design più gradevole rispetto alla concorrenza e dell’eccellente connubio fra hardware di altissimo livello e software cucito su misura. L’asticella del prezzo però si è alzata vertiginosamente, rendendo il marchio cinese ormai fuori portata per una parte dell’utenza. Ma se rimpiangete i vecchi tempi dei Flagship killer, non tutto è perduto.

Da mesi infatti si rincorrono le voci di un altro modello della famiglia 2020 di OnePlus, basata su una piattaforma hardware di fascia media, senza tuttavia eccessivi compromessi. A lungo ci si è riferito a questo fantomatico smartphone con il nome di OnePlus 8 Lite, mentre recentemente è spuntato il nome di OnePlus Z. E quest’ultima ipotesi è ulteriormente corroborata dal leakster MaxJmb, che potrebbe averne svelato anche il periodo di uscita sul mercato.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8 vs 8 Pro: quale comprare?

Ha infatti pubblicato su Twitter quella che ha tutta l’aria di essere un’immagine teaser del prossimo smartphone di OnePlus, in cui campeggiano la scritta July 2020 (luglio 2020) e la sagoma di un dispositivo dotato di un ampio display con foro al centro e bordi piatti. Il lancio di OnePlus Z dista dunque soltanto un paio di mesi? È ancora presto per dirlo, ma l’ipotesi è sul tavolo.

L’articolo L’agognato OnePlus Z di fascia media debutterà a luglio? sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

OnePlus Camera si aggiorna su OnePlus 8, con leggere modifiche ad interfaccia e comandi rapidi (foto & APK)

In occasione dell’esordio sul mercato, anche grazie al tasso 0 di Amazon, di OnePlus 8 e 8 Pro, la società ha voluto rilasciare una nuova versione dell’APK per la fotocamera (v4.0.213) con alcune piccole novità, soprattutto di origine estetica.

Non ci sono infatti stravolgimenti funzionali rispetto all’edizione passata, come potrete vedere grazie alle foto del prima/dopo disponibili qui sotto: anzitutto viene dato più risalto ad alcuni comandi rapidi, come quelli per Google Lens e per lo switch tra fotocamera a 12 e 48 MP.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8 vs 8 Pro – quale comprare?

In secondo luogo, vengono riorganizzate le impostazioni (ora accessibili con un pulsante in prima battuta in alto a destra) con nuovi raggruppamenti per le varie voci. L’APK è già stato reso disponibile da APK Mirror, ma non precipitatevi ad installarlo sul vostro OnePlus. Ci sono molte segnalazioni in rete che lasciano intendere che le versioni precedenti alla serie 8 siano attualmente incompatibili.

L’articolo OnePlus Camera si aggiorna su OnePlus 8, con leggere modifiche ad interfaccia e comandi rapidi (foto & APK) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Ecco cosa vi salverà dal brick di OnePlus 8 Pro

I nuovi top di gamma OnePlus, i OnePlus 8 e 8 Pro, stanno per approdare ufficialmente nel nostro mercato e anche il mondo del modding vuole farsi trovare pronto.

Nelle ultime ore infatti è stato reso disponibile il tool per ripristinare OnePlus 8 Pro anche in situazioni estreme, ovvero quelle alle quali si giunge nel caso di problemi riscontrati con le operazioni di modding. Tra queste sicuramente troviamo il brick, quella situazione in cui apparentemente il dispositivo non è ripristinabile in alcun modo, ovvero nel caso in cui lo smartphone rischia di diventare una “mattonella”.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8, la recensione

Il tool servirà anche per ripristinare la recovery stock dello smartphone. Il suo avvio è molto semplice: basterà accedere alla modalità EDL tramite la pressione prolungata e congiunta del tasto volume giù e volume su, per poi collegarlo al PC dove è installato il tool. A quel punto partirà il ripristino automaticamente, con conseguente reset completo del dispositivo. Questo è possibile grazie a OnePlus che non impedisce l’accesso alla modalità EDL sui suoi dispositivi, come invece fanno altri produttori di dispositivi Android.

Per maggiori informazioni sull’utilizzo del tool vi suggeriamo di consultare il thread dedicato sul forum ufficiale di XDA.

L’articolo Ecco cosa vi salverà dal brick di OnePlus 8 Pro sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld