OnePlus 8T, il miraggio dello smartphone che non si scarica mai

AGI – OnePlus 8T è il nuovo flagship di OnePlus. Dopo la serie 8 presentata all’inizio di quest’anno, la casa cinese ha ulteriormente concentrato gli sforzi sulla autonomia dei suoi smartphone associata a display ad alte prestazioni come il Fluid AMOLED a 120Hz.

L’8T non è altro che una versione aggiornata meno di sei mesi dopo l’uscita del modello precedente: da anni una tappa obbligata nella strategia dell’azienda, che serve a mettere a punto tutte quelle migliorie sollecitate dalla community, ma soprattutto a presidiare il mercato con un prodotto nuovo in una stagione in cui le presentazioni di smartphone si susseguono senza soluzione di continuità.

Un display che divora energia e per questo ha bisogno di batterie capienti, ma, soprattutto, di ricariche veloci.. per questo l’8T sfrutta il Warp Charge 65, che offre la carica di un’intera giornata in 15 minuti. Dotato di una tecnologia a doppia batteria per ricaricare rapidamente i 4500 mAh totali, OnePlus 8T impiega 39 minuti per completare una carica in condizioni di utilizzo normale. È dotato di 12 sensori di temperatura che insieme a un chip di sicurezza aggiuntivo nell’adattatore e nel cavo mantiene la temperatura ottimale anche quando ricarica al picco di 65W di potenza.

Il display a 120Hz permette di avere immagini fluide, perfette per i giochi più impegnativi o scrollare nei feed dei social media senza ‘scatti’. Il display flessibile FHD+ 2.5D offre una luminosità massima fino a 1.100 nit, garantendo immagini più nitide anche sotto alla luce diretta del sole con 8.192 livelli di luminosità.

Il chip è un must per i top di gamma: il Qualcomm Snapdragon 865 5G con un sistema Modem-RF Snapdragon X55 5G, per la connessione di quinta generazione.

Il comparto fotografico è composto da quattro fotocamere con quella principale da 48 MP con stabilizzazione ottica dell’immagine, un obiettivo ultra-grandangolare da 16 MP da 123 gradi e obiettivi macro e monochrome dedicati

Il sistema operativo è quello proprietario di OnePlus, OxygenOS 11,con una serie di animazioni e gesti ottimizzati, oltre alle solite personalizzazioni come le 11 nuove opzioni dell’orologio sull’Always On Display, l’ottimizzazione per l’utilizzo con una mano sola e la Modalità Zen 2.0.

OnePlus 8T è disponibile nella versione 8GB+128GB a 599 euro e ella versione 12GB+256GB a 699 euro.

La qualità costruttiva è, come sempre per OnePlus, al massimo livello. Le prestazioni del display sono indiscutibili sia per fluidità che per resa dei colori e la carica Warp da 65W permette di far fronte a qualsiasi ‘emergenza’. Ancora una volta, però, il comparto fotografico, soprattutto per quanto riguarda il sensore adottato, ha qualche punto debole. Il prezzo, per quello che questo smartphone offre, è ottimo e sembra richiamarsi all’idea primordiale della casa fondata da Carl Pei (che proprio di recente ha dato il suo addio all’azienda): il miglior hardware al miglior prezzo. Una filosofia vincente che potrebbe essere pericoloso abbandonare..

Agi

OnePlus 8T riceve già il suo primo aggiornamento: ecco la nuova modalità per l’Ambient Display (foto)

OnePlus ha già rilasciato il primo aggiornamento software per il suo OnePlus 8T, il nuovo top di gamma presentato ufficialmente la scorsa settimana. L’aggiornamento introduce la versione 11.0.1.2 della OxygenOS, andiamo a vedere insieme il changelog.

Ambient Display

  • Introduzione della modalità Canvas, questa consiste in un profilo abbozzato su sfondo scuro basato sullo sfondo dello smartphone. Avete un esempio nella galleria in basso.

Fotocamera

  • Miglioramenti per la registrazione video in modalità Nightscape.
  • Miglioramenti per l’accuratezza nel bilanciamento del bianco.
  • Miglioramenti per la stabilità dell’app.

Sistema

  • Ottimizzazione dei consumi.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8T, la recensione

L’aggiornamento per OnePlus 8T è attualmente in fase di distribuzione automatica via OTA a livello globale.

L’articolo OnePlus 8T riceve già il suo primo aggiornamento: ecco la nuova modalità per l’Ambient Display (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

La nuova ZenMode di OnePlus vi permette di rilassarvi in compagnia: ecco tutte le novità (foto e download)

OnePlus ha recentemente rilasciato le prime versioni beta della sua OxygenOS 11, basata su Android 11, per la famiglia di dispositivi OnePlus 8. La nuova release OxygenOS include anche una ZenMode tutta nuova.

La ZenMode 2.0 che OnePlus sta attualmente testando in beta include diverse novità a livello grafico e a livello funzionale: come vedete dagli screenshot presenti nella galleria in basso, la nuova versione dell’app offre cinque temi diversi con un design rinnovato e più in linea con la nuova OxygenOS 11. I temi sono denominati Ocean, Space, Grassland, Sunrise e Meditation.

LEGGI ANCHE: OnePlus Nord, la recensione

A livello funzionale troviamo la possibilità di creare delle Room, all’interno delle quali invitare altri utenti per condividere l’esperienza ZenMode. Gli utenti con i quali condividere l’esperienza possono essere anche possessori di dispositivi non OnePlus. Inoltre, ora gli utenti possono impostare a priori la durata di attivazione della ZenMode, a partire da 1 minuto fino ad arrivare a 120 minuti.

La nuova ZenMode 2.0 è attualmente in versione beta per le serie OnePlus 7 / 7T / 8 e OnePlus Nord. Il produttore cinese ha promesso di distribuire nell’immediato l’aggiornamento alla versione stabile. Intanto potete provare le novità appena descritte scaricando e installando manualmente la più recente beta, il link lo trovate qui sotto.

Zen Mode 2.0.0.0.200624103431.9e72675 | Download APKMirror

L’articolo La nuova ZenMode di OnePlus vi permette di rilassarvi in compagnia: ecco tutte le novità (foto e download) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

I OnePlus 8T non saranno soli: il 14 ottobre arriveranno le nuove OnePlus Buds (foto)

Il prossimo 14 ottobre sarà sicuramente il gran giorno dei nuovi OnePlus 8T, gli smartphone top di gamma del produttore cinese che ormai conosciamo quasi completamente. A detta della stessa OnePlus non sarà l’unico nuovo prodotto che verrà presentato.

Come confermato dal tweet del produttore cinese che vedete in fondo a questo articolo, il prossimo 14 ottobre verranno ufficializzati dei nuovi auricolari true wireless: si tratterà di nuove OnePlus Buds che offriranno la certificazione IP55, la quale assicura la protezione contro polveri o sabbie e contro schizzi d’acqua. Secondo Gizmochina potrebbero arrivare sul mercato come OnePlus Buds Z.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Watch 3, la recensione

Ci si aspetta che le nuove Buds siano più economiche della prima generazione lanciata da OnePlus diverse settimane fa. Continuate a seguirci per rimanere aggiornati sui prossimi sviluppi.

 

L’articolo I OnePlus 8T non saranno soli: il 14 ottobre arriveranno le nuove OnePlus Buds (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Seri problemi per OnePlus Nord: casi di reset e perdite di dati improvvise (aggiornato: risposta di OnePlus)

Quelle che sono arrivate nelle ultime ore non sono delle notizie confortanti per OnePlus e per gli utenti possessori di OnePlus Nord, il nuovo dispositivo medio-gamma che l’azienda cinese ha lanciato la scorsa estate.

Attraverso il forum ufficiale di OnePlus diversi utenti si sono lamentati di seri problemi verificatisi su OnePlus Nord: le criticità consisterebbero in reset completi o parziali dei dispositivi improvvisi, all’insaputa dell’utente. I reset includerebbero tutti i dati personali degli utenti e di quelli associati agli account personali. Il dettaglio ancor meno confortante consiste nel fatto che le segnalazioni arrivano da diverse regioni geografiche, da dispositivi con diverse versioni software della OxygenOS.

LEGGI ANCHE: OnePlus Nord, la recensione

OnePlus ha preso atto delle segnalazioni dei suoi utenti e ha riferito di essere già a lavoro su un fix software, pur non avendo indicato una data approssimativa di rilascio dell’aggiornamento.

Nel frattempo, se foste possessori di un OnePlus Nord, vi consigliamo caldamente di effettuare un backup dei dati che non vorreste perdere accidentalmente. Fateci sapere se invece il problema ha colpito anche il vostro dispositivo.

Aggiornamento25/09/2020 ore 18:30

OnePlus conferma di essere a conoscenza dei rilevanti problemi che affliggono OnePlus Nord, relativi ai reset improvvisi. Il produttore cinese ha riferito di essere attivamente a lavoro per rilasciare un fix software al più presto e nel frattempo consiglia gli utenti afflitti dal bug di tener premuto il pulsante Power + Vol su per almeno 10 secondi in modo da riavviare il dispositivo e scongiurare la perdita dei propri dati. OnePlus non ha comunicato delle tempistiche di rilascio del fix.

L’articolo Seri problemi per OnePlus Nord: casi di reset e perdite di dati improvvise (aggiornato: risposta di OnePlus) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

OnePlus mostra il teaser della nuova Warp Charge a 65W e la Dual Battery di OnePlus 8T (foto e video)

OnePlus ha sempre posto particolare attenzione all’aspetto della ricarica dei suoi smartphone. La Warp Charge, ormai marchio di fabbrica dei dispositivi OP è una delle funzioni più apprezzate e indubbiamente più utili. Per la prossima generazione di telefoni, a partire proprio dall’OnePlus 8T, l’azienda avrebbe addirittura l’intenzione di premere ulteriormente sull’acceleratore.

OnePlus ha infatti pubblicato un video teaser su Youtube chiamato Never Slow Down, in cui per l’appunto si fa riferimento alla velocità della ricarica tramite cavo, che potrebbe essere di ben 65W. Ad ulteriore conferma di ciò è apparsa una nuova immagine sulla pagina dell’evento di lancio che mostra la struttura interna dello smartphone. Ciò che salta subito all’occhio è il fatto che la batteria sarà divisa in due, esattamente come su Oppo Find X2 e X2 Pro. Questa soluzione permetterebbe infatti di supportare la ricarica a 65W senza rischi per la batteria stessa.

LEGGI ANCHE: L’ultima indiscrezione sul prezzo di OnePlus 8T probabilmente non vi piacerà (aggiornato: o forse sì?)

OnePlus sta certamente calcando la mano sul fronte teaser per alzare l’hype dei consumatori, molti dei quali già in trepidante attesa per l’evento di lancio ufficiale.

L’articolo OnePlus mostra il teaser della nuova Warp Charge a 65W e la Dual Battery di OnePlus 8T (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Seri problemi per OnePlus Nord: casi di reset e perdite di dati improvvise

Quelle che sono arrivate nelle ultime ore non sono delle notizie confortanti per OnePlus e per gli utenti possessori di OnePlus Nord, il nuovo dispositivo medio-gamma che l’azienda cinese ha lanciato la scorsa estate.

Attraverso il forum ufficiale di OnePlus diversi utenti si sono lamentati di seri problemi verificatisi su OnePlus Nord: le criticità consisterebbero in reset completi o parziali dei dispositivi improvvisi, all’insaputa dell’utente. I reset includerebbero tutti i dati personali degli utenti e di quelli associati agli account personali. Il dettaglio ancor meno confortante consiste nel fatto che le segnalazioni arrivano da diverse regioni geografiche, da dispositivi con diverse versioni software della OxygenOS.

LEGGI ANCHE: OnePlus Nord, la recensione

OnePlus ha preso atto delle segnalazioni dei suoi utenti e ha riferito di essere già a lavoro su un fix software, pur non avendo indicato una data approssimativa di rilascio dell’aggiornamento.

Nel frattempo, se foste possessori di un OnePlus Nord, vi consigliamo caldamente di effettuare un backup dei dati che non vorreste perdere accidentalmente. Fateci sapere se invece il problema ha colpito anche il vostro dispositivo.

L’articolo Seri problemi per OnePlus Nord: casi di reset e perdite di dati improvvise sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Ecco OnePlus 8T in mostra da tutti i lati e (quasi) tutte le sue specifiche appena trapelate (video e foto)

Ormai sono praticamente passati cinque mesi dal lancio di OnePlus 8. Ciò significa che l’azienda cinese è pronta a presentare il suo nuovo modello: OnePlus 8T. Mentre l’annuncio ufficiale è atteso per la fine del mese o per l’inizio di ottobre, il telefono è stato da poco certificato dall’ente indiano BIS, segno che il suo arrivo è davvero imminente. A confermare tutto ciò è appena piovuta in Rete una serie di leak in cui lo smartphone viene mostrato da tutti i lati insieme a molte delle sue specifiche tecniche.

Le immagini che potete ammirare a fine articolo sono però basate su schemi interni e non sui soliti progetti CAD 3D, per cui non è possibile conoscere le dimensioni esatte del dispositivo. Mentre arriva una nuova conferma dell’assenza di un possibile OnePlus 8T Pro, l’unico modello si prepara a sfoggiare diverse novità, che a livello hardware lo metteranno alla pari se non al di sopra anche di OnePlus 8 Pro.

LEGGI ANCHE: La nostra prova di OxygenOS 11 su OnePlus 8

Lo schermo infatti ha una diagonale di 6,55″ in risoluzione HD+ e refresh rate a 120 Hz, il vetro sarà piatto con un piccolo foro nell’angolo in alto a sinistra per la fotocamera frontale da 32 MP (raddoppiata rispetto al passato). Il comparto fotografico sul retro sarà contenuto in una “toppa” (che non appare esattamente piccola), in cui i quattro sensori sono disposti a C con il flash LED. La lente principale sarà da 48 MP + un grandangolare da 16 MP + un macro da 5 MP + un sensore di profondità da 2 MP.

Contrariamente alle aspettative e ai primi benchmark emersi, sembra che OnePlus 8T possa essere equipaggiato con Snapdragon 865 ed essere lanciato in due tagli di memoria: 8/128 GB e 12/256 GB. La Batteria arriverà a 4.500 mAh, ma per la prima volta ci sarà il supporto alla ricarica a 65 W (era fermo a 30W da qualche anno ormai). Completano il quadro OxygenOS 11 con Android 11, connettore USB-C e microfono a cancellazione del rumore sul lato superiore. E il prezzo? Purtroppo ancora nessuna notizia.

L’articolo Ecco OnePlus 8T in mostra da tutti i lati e (quasi) tutte le sue specifiche appena trapelate (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Volete ottenere i permessi di root su OnePlus Nord? Ecco le guide di cui avete bisogno

OnePlus è una di quelle aziende molto apprezzate dagli smanettoni perché è molto aperta alla comunità di modder. Per questo, ottenere i permessi di root sugli smartphone OnePlus è relativamente semplice, e OnePlus Nord non è un’eccezione.

Se avete appena acquistato il nuovo medio gamma dell’azienda e non vedete l’ora di moddarlo, potete ingannare l’attesa preparando tutto il necessario: un Senior Member di XDA, Some_Random_Username, ha creato una guida che fa al caso vostro. In questo caso non sono ancora presenti gli zip della TWRP o di Magisk, quindi bisogna ottenere i permessi di root passando per la via più lunga.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi 10 Ultra: è questo il nome del nuovo top di gamma da urlo che sarà svelato tra pochi giorni

Avrete bisogno solamente del vostro smartphone e di un PC con ADB installato. Ovviamente il tutto eliminerà i vostri dati all’interno dello smartphone, quindi dovete essere sicuri di avere tutto al sicuro. Non vi resta quindi che saltare su questa pagina e studiarvi la guida completa. Anche l’articolo di XDA Developers è molto esplicativo, dateci un’occhiata!

L’articolo Volete ottenere i permessi di root su OnePlus Nord? Ecco le guide di cui avete bisogno sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

OnePlus lancia Nord e dà l’assalto agli smartphone di fascia media

Il mercato degli smartphone sa essere bizzarro. È dominato da variabili controllabili – basti pensare all’impatto che il bando all’uso dei servizi di Google ha avuto sulle vendite di Huawei e a come questo stia portando alla creazione di un terzo ecosistema accanto a quello di Apple e Android – e da fattori psicologici totalmente imprevedibili. O forse immaginabili nella mente di qualche visionario del marketing, come quello che ormai sette anni fa si inventò un sistema per il quale migliaia di persone facevano quasi a botte per aggiudicarsi un telefono di cui non si sapeva praticamente niente.

Il mercato degli smartphone sa mitizzare un marchio come OnePlus – per l’appunto quelli che riuscivano a vendere a scatola chiusa telefoni di cui non si sapeva nulla – e poi accantonarli, renderli obsoleti, poco divertenti, o, per usare parole che vanno di moda in certi ambienti, proni all’omologazione mondialista.

Che cosa sta succedendo a OnePlus

OnePlus aveva smesso di stupire. Dal modello 6T del suo smartphone aveva continuato a produrre ottime macchine – fatte utilizzando il meglio della tecnologia disponibile, proponendola a prezzi ragionevoli e con un design accattivante – ma ormai erano in tanti a competere su quello stesso campo. Persino all’interno della Bbk, la casa madre cui fanno capo nuovi protagonisti del mercato come Oppo e realme, un tempo confinati nella fascia medio-bassa e ora lanciati all’assalto delle ammiraglie di marchi come Huawei e Samsung come nemmeno nella battaglia delle Midway.

OnePlus continua ad assicurare che le sue vendite vanno alla grande, ma il ridimensionamento degli uffici in Europa e lo spostamento del quartier generale a Helsinki ci raccontano un’altra storia. Può essere colpa della contrazione del mercato dei cosiddetti flagship, può essere colpa dall’epidemia, fatto sta che – al netto del curioso caso della fotocamera che riprende attraverso la plastica – il marchio di Pete Lau aveva smesso di stupire.

E quando non si hanno più nuove idee – perché la tecnologia quella è e non ha senso spingere ancora oltre – l’unica soluzione è lanciarsi alla conquista di nuovi territori. Quegli stessi che magari, fino a poco tempo prima, si sono un po’ snobisticamente disdegnati, perché l’ambizione era quella di essere e restare il marchio più cool sul mercato Android. E OnePlus è sempre stata assente da una fascia molto popolosa anche se non ricca quanto quella dei flagship: quella dell’acquirente medio, fatta di ragazzini, curiosi di tech ma non troppo, giovani donne e gente che non vuole complicarsi la vita con telefoni che fanno cose che non si utilizzeranno mai.

Come è fatto OnePlus Nord

Così Pete Lau ha messo i suoi al lavoro e, con un battage di marketing che ricorda tanto i tempi d’oro dell’esordio, OnePlus ha sfornato Nord, il primo prodotto della sua nuova linea di fascia media. Tradotto in soldoni: ottimi telefoni che costano meno di 500 euro. In un caso – a condizione di rinunciare a un po’ di memoria, anche meno di 400. E OnePlus torna a sparigliare le carte, come ai bei vecchi tempi.

Nord è pensato per l’uso quotidiano: un sistema di fotocamere diversificato, una user experience fluida e la qualità OnePlus, che non si mette in discussione. Alimentato dal processore Qualcomm Snapdragon 765G, è innanzitutto uno smartphone 5G, anche se la rete di ultima generazione in Italia è a carissimo amico e con questi chiari di luna non si sa quando sarà realmente utile.

Presentando il telefono è stato lo stesso Pete Lau a evidenziarne i punti di forza: Display a 90 Hz, interfaccia OxygenOS e la rticarica Warp Charge 30T.

Il Nord è dotato dello stesso sensore Sony IMX586 da 48 MP di OnePlus 8, una fotocamera ultra grandangolare da 8 MP, una fotocamera macro e un sensore di profondità per offrire un’esperienza fotografica versatile e diversificata. La modalità Nightscape, disponibile sia sull’obiettivo principale posteriore che sull’ultra-grandangolare, scatta fino a nove immagini diverse a diverse esposizioni, intrecciandole insieme in pochi secondi per produrre foto più nitide, luminose e intense in condizioni di scarsa illuminazione.

È anche il primo smartphone OnePlus a essere dotato di una doppia fotocamera frontale: una principale da 32 MP e una ultra-grandangolare da 8 MP che offre un campo visivo da 105 gradi, per i selfie di gruppo.

Il display è un Amoled da 6.44″ con un refresh rate a 90 Hz per garantire fluidità con 1.048 livelli di luminosità automatica per un aggiustamento automatico.

OxygenOS 10.5, il software di OnePlus, offre la modalità Dark Mode, la Zen Mode, e un set completo di opzioni di personalizzazione che permettono agli utenti di modificare tutto, dalle forme delle icone alle animazioni delle impronte digitali.

La ricarica veloce è assicurata dal Warp Charge 30T di OnePlus, per portare la batteria da 4.115 mAh da scarica al 70% in mezz’ora anche mentre si sta sui social o si gioca. Utilizzando il machine learning, cambiain modo intelligente il modo in cui il telefono si ricarica durante la notte per ridurre la quantità di tempo che trascorre al 100%, migliorando così la salute della batteria.

Il Nord viene venduto in due configurazioni: nella versione 8GB+128GB nei colori Blue Marble e Gray Onyx al prezzo di 399 euro e nella versione 12GB+256GB nei colori Blue Marble e Gray Onyx al prezzo di 499 euro.

Oltre al, OnePlus ha anche lanciato i suoi primi auricolari true-wireless, OnePlus Buds che grazie alla tecnologia Warp Charge, con una ricarica di 10 minuti offrono 10 ore di autonomia. Costano 89 euro.

 

 

 

 

Agi

OnePlus 8 / 8 Pro si aggiornano: arrivano il supporto alle Buds, le patch di luglio e qualche novità grafica (foto)

OnePlus ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento software per i suoi attuali top di gamma, OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro. Si tratta della versione stabile della OxygenOS, precisamente della versione 10.5.9 per OnePlus 8 e della 10.5.11 per OnePlus 8 Pro. Andiamo a vedere insieme il changelog completo.

Sistema

  • Supporto alle OnePlus Buds che verranno presentate il 21 luglio.
  • Diversi nuovi stili per l’orologio nell’app di sistema.
  • Ottimizzazione dell’esperienza con il touchscreen.
  • Fix dei problemi saltuari con la ricarica wireless.
  • Fix dei problemi con ARCore.
  • Patch di sicurezza Android aggiornate a luglio 2020.
  • Google Mobile Services aggiornati a maggio 2020.
  • Ottimizzazione generale della stabilità di sistema.

Rete

  • Miglioramenti della stabilità.
  • Ottimizzazione della funzionalità Wi-Fi Transfer.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8 Pro, la recensione

La distribuzione dell’aggiornamento è attualmente in corso via OTA. Il rollout è attualmente in corso anche per le versioni europee dei due smartphone OnePlus.

L’articolo OnePlus 8 / 8 Pro si aggiornano: arrivano il supporto alle Buds, le patch di luglio e qualche novità grafica (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

La fotocamera “magica” di OnePlus 8 Pro è ancora accessibile, vi serve solo ADB (foto)

Poco dopo il lancio di OnePlus 8 Pro si è scoperto che il sensore color filter incluso nel top di gamma dell’azienda è in grado di vedere attraverso alcune parti di plastica (come quelle che coprono i sensori ad infrarossi dei telecomandi. Tale funzione è stata poi rimossa (in parte), introducendo un algoritmo che confronta anche i dati in arrivo dal sensore principale.

Ovviamente, però, il sensore è ancora lì, quindi teoricamente dovrebbe essere possibile accedervi comunque, giusto? La risposta è “Sì”, ed è anche più semplice di quanto pensiate: come scoperto da un utente di XDA, vi basta un comando ADB.

In pratica la situazione è questa: il sensore è accessibile tramite l’app Factory Mode, ma questa va lanciata tramite un comando ADB (che trovate appena più sotto). Dopo aver attivato l’app tramite ADB, potete “bloccare” l’applicazione in modo che rimanga in memoria, e quindi senza dover per forza richiamare il comando ogni volta. Il comando di ADB è:

adb shell am start -n com.oneplus.factorymode/.camera.manualtest.CameraManualTest

Dopo aver avviato il comando, partirà l’applicazione citata. Tramite il pulsante in basso potete accedere a tutte le fotocamere. Quella relativa al color filter è la numero 4.

LEGGI ANCHE: Google lavora per uniformare il design di Assistant su tutti gli smartphone Android

La cosa interessante è che tutto questo è possibile senza dover sbloccare il bootloader o richiedere i permessi di root, ampliando enormemente il bacino di utenti che ne possono usufruire.

L’articolo La fotocamera “magica” di OnePlus 8 Pro è ancora accessibile, vi serve solo ADB (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

C’è un easter egg nella modalità Fnatic di OnePlus, che sblocca degli sfondi segreti! (aggiornato: nuovi sfondi)

La modalità Fnatic è un add-on della modalità di gioco di OnePlus 7 Pro, con lo scopo di massimizzare l’esperienza di gioco, anche a scapito di alcune funzionalità base del telefono. Dopo il debutto su OP7 Pro, tramite aggiornamenti software è poi arrivata su tutta la gamma, fino a OnePlus 5 / 5T, ma a quanto pare al suo interno si nascondeva anche un simpatico easter egg.

  • Andate in Impostazioni -> Utilità -> Gaming Mode -> Fnatic Mode
  • Premete 5 volte sul logo Fnatic
  • Apparirà una casella di testo, nella quale dovrete scrivere “alwaysfnatic” (senza virgolette)
  • Godetevi 3 wallpaper esclusivi

La procedura funziona su tutti gli OnePlus con la modalità Fnatic, ma se non ne aveste uno o se qualcosa non andasse, vi lasciamo qui sotto gli screenshot a grandezza originale da scaricare.

Aggiornamento13/07/2020

Ehi guarda, ci sono 3 nuovi sfondi Fnatic da scaricare! (e chi ci pensava più, dopo quasi un anno…) Li trovate nella galleria qui sotto (sono gli ultimi 3).

 

L’articolo C’è un easter egg nella modalità Fnatic di OnePlus, che sblocca degli sfondi segreti! (aggiornato: nuovi sfondi) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

OnePlus cambia strategia e sforna Nord, uno smartphone economico

AGI – La svolta, per un marchio come OnePlus, non è da poco: abbandonare la totale dedizione ai cosiddetti ‘flagship killer’ per includere nella propria offerta anche telefoni economici. Un po’ un ritorno alle origini, perché il marchio cinese era nato con l’idea di mettere a disposizione il meglio dell tecnologia disponibile a un prezzo competitivo rispetto ai marchi più blasonati. Come? Azzerando i costi di distribuzione nelle grandi catene, innanzitutto, e coinvolgendo a una community di entusiasti smanettoni nelle fasi di miglioramento del prodotto.  

Il gioco, però – in una realtà complessa e affollata come quella degli smartphone di fascia alta, dove a fare concorrenza agli OnePlus ci si sono messi pure gli altri marchi della famiglia Bbk come Oppo e realme – non poteva durare a lungo e così OnePlus ha dovuto rivedere le proprie stategie e ampliare il portfolio smartphone con una nuova linea di prodotti: OnePlus Nord. Un modo per rispondere anche al feedback della community di utenti, che ha espresso un forte desiderio per uno smartphone più accessibile che incorpori gli elevati standard di prodotto e di esperienza utente tipica dei flagship.

Pete Lau, fondatore e CEO di OnePlus, non parla di crisi del mercato né di vendite sotto le aspettative degli ultimi modelli, quanto piuttosto di “un nuovo entusiasmante capitolo”. “Si tratta anche di sfidare noi stessi e di andare oltre la nostra zona di comfort. Siamo immensamente orgogliosi dei nostri flagship e continueremo a crearne per i nostri utenti. Ora siamo entusiasti di condividere l’esperienza OnePlus con un numero ancora maggiore di utenti in tutto il mondo attraverso questa nuova linea di prodotti” dice. 

Il primo dispositivo della linea OnePlus Nord sarà disponibile in Europa e in India. Un numero selezionato di utenti in Nord America avrà la possibilità di sperimentare il nuovo dispositivo attraverso un programma beta molto limitato dopo il lancio

Disponibilità e prezzi saranno resi not in seguito, al culmine di una campagna molto intensa – anche questa ricorda i primi passi dell’azienda – condotta sull’account Instagram ufficiale di OnePlus Nord (@oneplus.nord).

Agi