Ecco quali app hanno guadagnato di più dal blackout di Facebook & co.

Il più lungo down della storia di Facebook, WhatsApp, Messenger e Instagram ha significato per molti un brusco cambiamento della routine online. Per alcuni è stata una serata di panico, per altri l’occasione di riprendere le attività lontano dallo schermo, mentre altri ancora hanno semplicemente cercato un alternativa per sfogare i loro bisogni sociali. Questi ultimi sono stati probabilmente la maggioranza visti i numeri fatti registrare dai rivali di Facebook & c. Stando ai dati riportati da Sensor Tower infatti, chi ha guadagnato di più dal blackout del 4 ottobre è stato Snapchat, che ha visto i propri utenti crescere del 23% rispetto alla settimana precedente.

Tra gli altri social gli utenti hanno aumentato il tempo passato su Twitter dell’11%, mentre su TikTok solo del 2%. Sorte analoga è capitata ad applicazioni di pura messaggistica come Telegram (+18%) e Signal (+15%). D’altro canto il rovescio della medaglia sono i numeri ovviamente negativi fatti registrare da Instagram (-38% di utenti connessi), WhatsApp (-25%), Facebook (-24%) e Messenger (-20%). Non bisogna pensare però che ciò sia il segnale di una cambiamento definitivo anzi, già in passato queste app hanno dimostrato di essere flessibili e di riuscire a recuperare rapidamente il terreno perduto.

Se invece che ragionare per tempo speso si analizza lo scenario per utenti attivi, le cifre si spostano, ma le posizioni rimangono sostanzialmente le stesse. Quindi, come potete osservare dal grafico qui sotto, le applicazioni rivali hanno tutte guadagnato terreno, ad eccezione di TikTok, che curiosamente cala dell’1% rispetto alla settimana precedente.

L’assenza dei social si è fatta sentire, ma come dicevamo potrebbe non avere conseguenze durature. Discorso diverso invece per le app di messaggistica che proprio lo scorso 4 ottobre hanno visto aumentare esponenzialmente i nuovi iscritti. Qui i dati preliminari di Sensor Tower mostrano un aumento improvviso con i nuovi utenti che su Signal si sono moltiplicati per 12 (da 74.000 il 3 ottobre a 881.000 il giorno dopo. Incrementi meno forti, ma sempre molto consistente sono stati registrati anche da Telegram (+530% equivalenti a 6,3 milioni di nuovi account) e Viber (+630%, passando da 137.000 installazioni a circa 1 milione in 24 ore).

I numeri della base rimangono comunque profondamente distanti: nonostante tutto WhatsApp raccoglie circa 6 miliardi di utenti in tutto il mondo, mentre Telegram e Signal rispettivamente sono arrivati solo a 1 miliardo e 113 milioni. L’analisi si conclude con una nota sul fatto che l’interesse innescato dal down potrebbe avere conseguenze inattese nelle prossime settimane/mesi, conseguenze che andranno analizzate nel tempo, ma che ancora non sono evidenti.

Iscriviti al Gruppo Facebook

Canale Telegram Offerte

L’articolo Ecco quali app hanno guadagnato di più dal blackout di Facebook & co. sembra essere il primo su Mobileworld.


Ecco quali app hanno guadagnato di più dal blackout di Facebook & co.

Deirdre O’Brien e Lisa Jackson di Apple tra le “donne più potenti” secondo Fortune

Fortune ha nuovamente inserito Deirdre O’Brien e Lisa Jackson di Apple tra le “donne più potenti” al mondo.

Link all’articolo originale: Deirdre O’Brien e Lisa Jackson di Apple tra le “donne più potenti” secondo Fortune


Deirdre O’Brien e Lisa Jackson di Apple tra le “donne più potenti” secondo Fortune

Instagram e Facebook convergono sempre più: ora gli utenti possono unirsi alle chat di gruppo su Messenger

L’integrazione tra i vari servizi di messaggistica di Facebook continua a vele spiegate. Dopo aver semplificato il passaggio di chat tra Instagram e Messenger (con WhatsApp che aspetta nell’ombra), oggi è stato annunciato l’arrivo della possibilità di iniziare conversazioni di gruppo in entrambe le app aggiungendo contatti da tutte e tue. Le chat cross-app saranno potenziate dai sondaggi in stile Messenger.

Con la funzione che approda anche sui DM di Instagram, il social arancio-viola riceve “Watch Together”, un’opzione che consente di guardare lo stesso video sull’app con altri amici. Per attivarla basta iniziare una videochat, andare su un post che si vuole condividere e cliccare sul pulsante Condividi > Watch Together.

Con l’aggiornamento in corso di rilascio da oggi, vengono introdotte anche alcuni dettagli come gli le scritte che indicano quando qualcuno sta scrivendo che entrano in azione sia quando si usa Messengere sia con Instagram. Inoltre Facebook ha aggiunto alcuni nuovi temi per le chat tra cui “Cottagecore”, un tema dedicato al cantante colombiano J Balvin e la suite Astrologia con effetti in Realtà Aumentata e sticker.

Iscriviti al Gruppo Facebook

L’articolo Instagram e Facebook convergono sempre più: ora gli utenti possono unirsi alle chat di gruppo su Messenger sembra essere il primo su Mobileworld.


Instagram e Facebook convergono sempre più: ora gli utenti possono unirsi alle chat di gruppo su Messenger

Gli Afro influencer che rendono Tik Tok più inclusivo

AGI – “Io faccio un sacco di cose”. Mustapha Thiam ha solo 22 anni e molta consapevolezza. Analista informatico, organizzatore di eventi, social media manager per diverse aziende, comico conosciuto come Musty TV sul web (“mi ispiro allo statunitense Kevin Hart”), durante il fermo del lockdown ha pensato a come darsi un altro impegno e ha fondato Afroinfluencer, la prima agenzia in tutta Europa a rappresentare gli influencer afrodiscendenti.

Del resto lui stesso, nato e cresciuto a Seriate prima di trasferirsi a Milano per lavoro, viene da una famiglia di origine senegalese e come lui tanti talenti della crew con genitori migranti in questa zona della Lombardia.

“Mi sono accorto che c’erano tanti e tante influencer bravissimi ma senza struttura. Adesso, con l’agenzia, ognuno di loro può mettere il suo per dare un po’ più voce alla comunità di ragazzi afrodiscendenti e ai progetti collettivi”. Il momento, con l’esplosione delle proteste di Black Lives Matter e il consolidamento del movimento dei diritti dei neri, è stato propizio: la crew ha festeggiato il primo anno con un evento in Piazza del Duomo a Milano e stanno fioccando le richieste come testimonial da parte di brand importanti che hanno capito che i consumatori richiedono una comunicazione più inclusiva. “Siamo consapevoli sia solo marketing ma ci aiuta a veicolare i nostri messaggi”.

E poi specifica: “sia chiaro che la mia gemella, che mi aiuta nelle questioni amministrative, e io non abbiamo intenzione di lucro o di guadagnare ma di farci sentire e dare una possibilità in più a questi ragazzi. Molti, me compreso, vogliono fare gli attori o lavorare in tv ma è vero che in Italia queste sono ancora carriere precluse per le persone nere”.

Per questo Afroinfluencer si è dotata anche di un academy gratuita, «vogliamo dare ai ragazzi del team la possibilità di fare qualcosa di professionale nel mondo dell’intrattenimento”, spiega Mustapha che sarà domenica 3 ottobre a Internazionale a Ferrara, il festival di giornalismo della rivista diretta da Giovanni De Mauro, e, nel corso del dibattito TikTok, fateci entrare!, porterà la sua esperienza assieme ad altri giovani afroitaliani e militanti antirazzisti che usano podcast e social per raccontarsi e fare attivismo. “Abbiamo haters, è normale, fa parte del gioco, ma cerchiamo sempre di rispondere con ironia. Il nostro obiettivo è il messaggio finale”.

Gli influencer dell’agenzia sono tutti di seconda generazione, “ma non escludiamo di aprirci anche  a chi è si è stabilito in Italia in tempi più recenti se ha qualcosa da dire e se condivide il nostro sogno di poter un giorno fare qualcosa di interessante per questo paese”. “So che ho molto ancora da imparare ma sono cresciuto in una famiglia umile, siamo abituati a lavorare per guadagnarci il pane, sono consapevole di saper fare molte cose e mi sento pronto per affrontare le sfide”.

Di certo può contare sull’effetto simpatia, “mi sento il tipo simpatico della comitiva ma quello sveglio però” e sul suo gruppo, “insieme si è più forti: è il mio mantra”. Intanto si preparano alla prossima battaglia sullo Ius soli, quando tornerà all’ordine del giorno, “non me ne intendo di politica ma se possiamo contribuire all’approvazione con il nostro seguito social, ci faremo sentire”.


Gli Afro influencer che rendono Tik Tok più inclusivo

Chi sono le imprenditrici più innovative d’Italia

AGI – Dal pastificio più antico del mondo all’azienda leader nel settore della decontaminazione particellare, dalle soluzioni avanzate per l’irrigazione di precisione alla startup biotech che ha brevettato la tecnologia per ricreare “un organo vivente in laboratorio”, passando per la prima azienda socialmente responsabile nell’ortofrutta fino alla conceria metal-free e biodegradabile: ecco di che cosa si occupano le 6 finaliste della 13esima edizione del Premio GammaDonna che dal 2004 valorizza l’iniziativa imprenditoriale femminile. Settori diversi, con un unico comune denominatore: l’innovazione, nel business e nella gestione d’impresa.

Saranno Milena Baroni – Mycroclean Italia (Gorgonzola-MI), Amelia Cuomo – Pasta Cuomo (Gragnano-NA),Giulia Giuffrè – Irritec (Capo d’Orlando-ME), Marianna Palella – Citrus (Cesena), Sara Santori – Conceria Nuvolari (Monte Urano-FM) e Silvia Scaglione – React4life (Genova) a contendersi, dagli studi televisivi di QVC Italia, il Premio GammaDonna domenica 21 novembre, alle ore 21.00.

Si tratta del primo format TV italiano che mette in luce e premia l’imprenditoria femminile innovativa, con l’obiettivo di contribuire a ridurre il gender gap in campo socio-economico attraverso esempi d’impresa virtuosi. 

Ad arricchire l’edizione 2021, la proclamazione delle vincitrici del Giuliana Bertin Communication Award, riconoscimento di Valentina Communication per l’imprenditrice che si è distinta nel campo della comunicazione on e offline, e del Women Startup Award powered by Intesa Sanpaolo Innovation Center per la startupper più innovativa in ambito Smart city, Smart mobility, Life Science, Healthcare & Medical Devices, Bioeconomy, Media, Entertainment & Gamification, Fashion, Agri-food tech, Cleantech, Energy.

E la Menzione Speciale per lo Sviluppo Sostenibile che la Commissione europea, partner istituzionale di GammaDonna, conferirà alla biologa marina Mariasole Bianco, fondatrice e Presidente Worldrise, Onlus che dal 2013 agisce per la salvaguardia dell’ambiente marino attraverso progetti creativi di sensibilizzazione e conservazione. “Con questo riconoscimento, assegnato nell’ambito del Premio GammaDonna, abbiamo inteso premiare il grande impegno di Mariasole Bianco, come imprenditrice e divulgatrice scientifica in prima fila sui temi della sostenibilità e del suo impatto economico e sociale legato agli ecosistemi marini – ha commentato Massimo Gaudina, Capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea – Il suo lavoro si inserisce perfettamente nel quadro delle azioni di sostenibilità ambientale e di sviluppo che la Commissione europea porta avanti grazie al Green Deal Europeo e al piano straordinario Next Generation EU”. Mariasole Bianco è infatti ormai punto di riferimento su scala nazionale e internazionale per le politiche legate alla tutela degli oceani e allo sviluppo sostenibile.


Chi sono le imprenditrici più innovative d’Italia

SmartWorld si rinnova: più veloce, più chiaro e più semplice

Era il 2015 quando lanciavamo sul web SmartWorld (e il satellite MobileWorld), come nuovo brand e come nuova identità, partendo da tutta l’esperienza maturata negli anni con AndroidWorld.

Oggi siamo finalmente orgogliosi di poter annunciare ufficialmente la nuova versione del network di SmartWorld, che i lettori più affezionati avranno già notato negli ultimi giorni. Si tratta ovviamente di un rinnovamento estetico, ma questo cambio di abito nasconde qualcosa di più. Abbiamo completamente cambiato il “motore” del nostro network e questo ha avuto un impatto impressionante sulle prestazioni del sito.

Quello che intendiamo è che adesso navigare su SmartWorld è un’esperienza al passo con i tempi. E anche oltre. Non solo la velocità di caricamento del sito e delle pagine è drasticamente aumentata, ma abbiamo anche ascoltato i vostri feedback e completamente ripensato il posizionamento degli spazi pubblicitari, che ovviamente ci permettono di sopravvivere, ma che non devono impattare in modo considerevole l’esperienza di navigazione.

Abbiamo rinnovato (finalmente, lo so) le nostre gallerie, le guide all’acquisto, e presto anche la sezione dei commenti. Abbiamo scelto di abbandonare il caricamento infinito degli articoli (che poteva anche causare qualche noia su alcuni dispositivi) e passare a un sistema di contenuti consigliati proposti grazie ad un nuovo algoritmo semantico proprietario.

Abbiamo dato più spazio in home anche ai video di YouTube e creato una nuova sezione apposita per le offerte (il riquadro giallo in alto a destra), in modo che chi voglia trovare il migliore sconto possa farlo senza dover cercare in mezzo a tante news, e viceversa chi voglia solo aggiornarsi non debba destreggiarsi tra molteplici contenuti di offerte e promozioni.

E poi dovete provare la nuova ricerca unificata su tutto il network: è così veloce che non crederete ai vostri occhi! (E compatibile con la ricerca rapida su Chrome e Firefox.)

Infine abbiamo messo in evidenza le nostre guide all’acquisto, che nei prossimi mesi verranno anche arricchite da video tematici, con una nuova pagina.

Vi ringraziamo per la pazienza avuta fino ad oggi: è stato un processo lungo, che ha richiesto moltissimo lavoro dietro le quinte, ma che ci ha permesso di svincolarci da un sistema complesso da tenere aggiornato e che ci impediva miglioramenti e fix tempestivi ai nostri siti. Cogliamo l’occasione anche per ringraziare tutto il fantastico team che ha lavorato affinché questo fosse possibile.

La trasformazione non è ancora completata al 100% (i nuovi commenti sono solo una delle cose che sono rimaste fuori da questa prima versione), ma siamo sicuri che apprezzerete quanto già disponibile.

L’articolo SmartWorld si rinnova: più veloce, più chiaro e più semplice sembra essere il primo su Smartworld.


SmartWorld si rinnova: più veloce, più chiaro e più semplice

Vivo dà più RAM a tutti i suoi smartphone (del 2021)

Negli ultimi mesi abbiamo visto diversi produttori di smartphone sposare l’utile funzionalità per incrementare il quantitativo di RAM a disposizione sui loro modelli in maniera virtuale. Questo è accaduto per Realme, Xiaomi e Samsung. Anche Vivo si aggiunge alla festa.

L’azienda cinese ha appena annunciato l’arrivo ufficiale della funzionalità denominata Extended RAM 2.0 per alcuni dei suoi modelli commercializzati in Italia. Si tratta di Vivo X60 Pro, Vivo V21 e Vivo Y72.

Vi ricordiamo che la funzionalità per incrementare la RAM in maniera virtuale prevede l’allocazione di un certo quantitativo dello storage interno, a scelta dell’utente, per funzionare esclusivamente da RAM. Incrementando la RAM in questo modo le performance, soprattutto quelle in multitasking, del dispositivo ne risentiranno in maniera positiva.

Vivo ha riferito che la funzionalità Extended RAM 2.0 sui modelli citati arriverà a partire da settembre. Per Vivo X60 Pro e Vivo V21 si tratterà di un incremento del quantitativo di RAM virtuale da aggiungere a quella esistente: si passerà da 3 GB a 4 GB ulteriori da aggiungere.

L’articolo Vivo dà più RAM a tutti i suoi smartphone (del 2021) sembra essere il primo su Androidworld.


Vivo dà più RAM a tutti i suoi smartphone (del 2021)

Ecco quali sono i giochi da mobile più di tendenza di questa estate (foto)

Lo studio di analisi Sensor Tower ha pubblicato i dati la classifica dei giochi più redditizi per dispositivi mobili nel mese di agosto. In vetta non ci sono sorprese: al comando c’è sempre la doppietta di Tencent formata da PUBG e Honor of Kings. Entrambi i titoli beneficiano soprattutto del supporto da parte degli utenti cinesi che rappresentano rispettivamente il 61,4% e il 95% del totale degli incassi dei due giochi.

È comunque interessante notare che PUBG nonostante macini primati da mesi, è cresciuto del 4,7% rispetto a agosto 2020 arrivando in questo mese a 270 milioni di dollari. Honor of Kings invece ha visto le sue entrate aumentare meno, con un +3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e 256,2 milioni di dollari racimolati nel mese appena terminato. Il resto della top 5 è composta da Genshin Impact di miHoYo, Fate/Grand Order di Aniplex (ritornato ai fasti per il suo sesto compleanno) e infine il sempre glorioso Pokémon GO di Niantic.

LEGGI ANCHE: Iniziamo a parlare di iPhone 14

A livello globale gli Stati Uniti rimangono il mercato più grande con 2,1 miliardi di dollari spesi dai suoi cittadini ad agosto, una cifra che corrisponde a quasi un terzo (28%) del mercato mondiale. Al secondo posto nella classifica per nazioni troviamo il Giappone con il 20,8% e poi la Cina (dove tra l’altro il Play Store di Google non esiste nemmeno) con il 17,5%. Qui sotto potete osservare la graduatoria completa divisa per piattaforma.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Ecco quali sono i giochi da mobile più di tendenza di questa estate (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Ecco quali sono i giochi da mobile più di tendenza di questa estate (foto)

Più sicurezza sulle app installate, questo è il nuovo obiettivo della MIUI di Xiaomi

Xiaomi, il colosso cinese diventato leader mondiale degli smartphone, nell’ultimo periodo ha lavorato duramente per apportare modifiche alla sua UI personalizzata MIUI. Le principali novità sono rivolte all’aumento delle funzionalità e alla semplificazione dell’utilizzo per l’utente. L’azienda ha recentemente introdotto due nuovi aggiornamenti, MIUI 12.5 Enhanced Edition e MIUI 12.5, con diverse funzionalità aggiuntive, il cui rollout è iniziato per alcuni dispositivi situati nella regione cinese il 13 agosto.

LEGGI ANCHE: Il vostro incubo più grande potrebbe essere il bug di Google Orologio

Una particolare aggiunta che ha attirato l’attenzione di molti utenti è la MIUI Pure Mode, caratteristica che aiuterà gli utenti a proteggersi da applicazioni dannose e maligne. Al fine di affrontare questo problema, Xiaomi sta lanciando la funzione MIUI Pure Mode, che se abilitata impedisce agli utenti l’installazione di applicazioni tramite fonti esterne e blocca qualsiasi tipo di installazione che viene fatta senza il consenso dell’utente come processo in background.

Non si sa ancora quando questa funzione si farà strada nelle build stabili e se lo farà a livello internazionale, dal momento che attualmente è in fase di test per i soli utenti cinesi. Ad ogni modo, l’azienda è pronta a rilasciare la MIUI 12.5 Enhanced per i seguenti dispositivi durante l’ultimo trimestre di quest’anno:

  • Xiaomi Mi 11, Mi 11 Ultra, Mi 11i
  • Xiaomi Mi 11X Pro, Xiaomi Mi 11X, Xiaomi Mi 10T Pro 5G
  • Mi 10T 5G, Xiaomi Mi 10 Pro 5G, Xiaomi Mi 10 5G

L’articolo Più sicurezza sulle app installate, questo è il nuovo obiettivo della MIUI di Xiaomi sembra essere il primo su AndroidWorld.


Più sicurezza sulle app installate, questo è il nuovo obiettivo della MIUI di Xiaomi

Ecco come Samsung è riuscita a rendere Galaxy Z Fold 3 & Z Flip 3 più solidi e davvero impermeabili (video)

Quest’anno Samsung ha lanciato la terza generazione dei suoi due modelli di smartphone pieghevoli: Galaxy Z Fold 3 e Galaxy Z Flip 3. Dispositivi sicuramente affascinanti, ma che hanno mostrato da subito di avere alcune debolezze strutturali proprio per via della loro speciale natura flessibile. Non a casa al lancio il colosso coreano ha affermato di essere riuscita a risolvere molti dei problemi tanto da ottenere la certificazione di impermeabilità IPx8. I tipi di iFixit ovviamente non potevano non mettere mano ai due telefoni per capire in prima persona come (e se davvero) l’azienda sia riuscita nell’impresa.

Come potete vedere nel gradevole e non troppo lungo filmato a fine articolo, dopo un bagnetto di qualche minuto nell’acquario i due modelli sono stati attentamente smontati, evidenziando le difficoltà dell’operazione (non provateci a casa!): evidentemente Samsung non si è preoccupata tanto della riparabilità quanto della solidità. Se nelle prime fasi non si vedono differenze evidenti con la generazione precedente, al momento della rimozione dello schermo gli sforzi fatti dall’azienda emergono chiaramente.

LEGGI ANCHE: Top 10 offerte su Amazon a settembre

La scelta di Samsung infatti non è stata tanto quella di evitare all’acqua di entrare nei telefoni, quanto piuttosto di limitarne l’accesso alle zone in cui è senza conseguenze. Per farlo ha usato quindi una striscia di colla per impedire il contatto con le parti elettroniche. Per quanto riguarda invece il componente più complesso e delicato, il cardine, in entrambi è stata inserita una sostanza gommosa simile al silicone (ma più gelatinosa). Inoltre Samsung ha dichiarato di aver usato del lubrificante, anche se non se ne vede evidenza, segno che probabilmente è contenuto all’interno del meccanismo che permette la piega.

In sintesi quindi i cambiamenti rispetto allo scorso anno non sono molti né particolarmente grandi, ma il design generale è stato affinato con piccole modifiche intelligenti e particolarmente efficaci. Il risultato appare quindi all’altezza delle dichiarazioni altisonanti del lancio, pur tralasciando completamente la riparabilità.

L’articolo Ecco come Samsung è riuscita a rendere Galaxy Z Fold 3 & Z Flip 3 più solidi e davvero impermeabili (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Ecco come Samsung è riuscita a rendere Galaxy Z Fold 3 & Z Flip 3 più solidi e davvero impermeabili (video)

Gboard sempre più vicina al Material You di Android 12: arrivano i popup circolari (foto)

Nell’attesa che Google rilasci Android 12 al pubblico in versione stabile, Gboard è stata l’applicazione che più di tutte ha già mostrato alcuni elementi del Material You: con l’aggiornamento in beta di qualche giorno fa, la UI è stata resa più affine al nuovo stile grafico, ma gli sviluppatori vogliono aggiungere ancora qualcosa.

LEGGI ANCHE: Instagram sta per chiedervi quanti anni avete

Per i dispositivi con a bordo Android 12, i popup dei tasti saranno circolari e il tasto sarà colorato con una variante più tenue del colore principale del tema. Anche i popup che appaiono per i caratteri speciali (ad esempio, quelli per digitare dei segni di punteggiatura o per aprire direttamente le impostazioni) avranno bordi arrotondati e in generale più coerenti con l’intera grafica dell’applicazione.

Questi nuovi elementi grafici sono disponibili a partire dalla versione 10.9 della Gboard, attualmente in beta: a questo punto, il redesign della tastiera è praticamente completato e dunque ipotizziamo che arriverà sul canale stabile subito dopo il rilascio di Android 12.

L’articolo Gboard sempre più vicina al Material You di Android 12: arrivano i popup circolari (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Gboard sempre più vicina al Material You di Android 12: arrivano i popup circolari (foto)

Telegram beta 8.0.0 per Android strizza l’occhio ai canali offrendo strumenti più completi (foto)

La versione 8.0.0 dell’app Telegram beta per Android è emersa online, e le novità che questa introdurrà sembrano essere molte e piuttosto interessanti. Per chi ancora non la conoscesse, Telegram è una delle più popolari piattaforme di messaggistica istantanea al mondo.

Canali

Sarà facile accedere a questo “feed infinito” che mostrerà tutte le notifiche ricevute dai vari canali, perché basterà scorrere il dito dal fondo del canale che avete appena letto verso l’alto. Verrà mostrata un’icona del prossimo canale non letto che si aprirà in modo da poter decidere se si vuole andare a quel canale oppure no.

LEGGI ANCHE: Da laptop a smartphone in un attimo: Samsung mostra il display che si piega due volte

Chat vocali

La nuova versione ha ottenuto il tanto atteso supporto per i flussi video in diretta nei canali. In precedenza questa funzione era disponibile solo nei gruppi. Si potrà anche condividere il proprio schermo. Un altro cambiamento in questa sezione è legato alla funzione di registrazione delle chat vocali. Sarà infatti possibile selezionare se si desidera registrare solo la voce, il ritratto oppure un video orizzontale.

Temi

I colori sfumati e alcune animazioni potranno essere applicate alle bolle contenenti il testo della chat.

Messaggi

Si potrà rimuovere i dati del mittente dal messaggio che si vuole inoltrare. Per farlo sarà necessario cliccare sul pulsante a forma di croce per vedere un popup con 3 diverse opzioni. In realtà, questa funzione non è ancora completamente funzionante e il nome del mittente per il momento resta presente nel messaggio. Altri miglioramenti minori si possono trovare anche nella sezione degli adesivi.

Impostazioni

Un piccolo cambiamento può essere notato nella schermata delle impostazioni, dove è possibile individuare una piccola sezione Debug che consente di condividere i log di debug con Telegram più facilmente. C’è la possibilità che questa sezione rimanga solo sulla versione beta in futuro.

L’articolo Telegram beta 8.0.0 per Android strizza l’occhio ai canali offrendo strumenti più completi (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Telegram beta 8.0.0 per Android strizza l’occhio ai canali offrendo strumenti più completi (foto)