Assistenza clienti: che rabbia! – Podcast

Nella puntata di oggi de Il Tech Delle Cinque ci togliamo un po’ di sassolini dalla scarpa e parliamo di assistenza clienti.
Esperienza frustranti ed esempi da seguire nella più difficile delle esperienze clienti: l’assistenza post vendita.

Potete ascoltare l’episodio dal player qui sotto ma non dimenticate di iscrivervi su Spotify, Apple podcast, Google Podcast o dovunque ci vogliate seguire.

Ascolta “Assistenza clienti: che rabbia!” su Spreaker.

L’articolo Assistenza clienti: che rabbia! – Podcast sembra essere il primo su AndroidWorld.


Assistenza clienti: che rabbia! – Podcast

Addio HomePod: caso isolato o spia di problemi più grossi? – iPhoneItalia Podcast S10E25

L’addio di HomePod rappresenta un flop per Apple: in questo podcast cerchiamo di capirne i motivi e se ci sono altre nubi all’orizzonte per la mela

Link all’articolo originale: Addio HomePod: caso isolato o spia di problemi più grossi? – iPhoneItalia Podcast S10E25


Addio HomePod: caso isolato o spia di problemi più grossi? – iPhoneItalia Podcast S10E25

Di videogiochi online e frustrazione – Podcast

Chiunque abbia mai giocato ad un gioco online conosce bene quella sensazione di frustrazione che nasce da una pesante sconfitta. La conosciamo bene anche noi del team, che giochiamo spesso ad Overwatch, un gioco che sa essere tanto divertente quanto mortificante.

Ma qual è il limite tra divertimento e frustrazione? E perché i giochi online tirano fuori il bullo che c’è in noi?

Ne parliamo oggi con Nicola in questo episodio de Il Tech delle Cinque: potete ascoltare la puntata dal player qui sotto ma non dimenticate di iscrivervi su Spotify, Apple podcast, Google Podcast o dovunque ci vogliate ascoltare.

Ascolta “Di videogiochi online e frustrazione” su Spreaker.

L’articolo Di videogiochi online e frustrazione – Podcast sembra essere il primo su AndroidWorld.


Di videogiochi online e frustrazione – Podcast

Apple Car, ormai è chiaro: l’automobile della mela si farà – iPhoneItalia Podcast S10E20

Ormai è chiaro: Apple sta preparando la costruzione di un’auto a guida automona. Tutti i dettagli sull’automobile della mela morsicata e dei piani che Apple sta approntando per entrare in questo settore.

Link all’articolo originale: Apple Car, ormai è chiaro: l’automobile della mela si farà – iPhoneItalia Podcast S10E20


Apple Car, ormai è chiaro: l’automobile della mela si farà – iPhoneItalia Podcast S10E20

Le tre sfide per rendere i podcast redditizi

I podcast hanno vissuto una doppia infanzia. La prima dopo nascita: nel 2005, pochi mesi dopo essere comparsa per la prima volta in un articolo del Guardian, “podcast” viene nominata parola dell’anno dal New Oxford American Dictionary. La seconda è di questi tempi: il podcast cresce, ma la maturità pare ancora lontana.

Chi (e quanto) ascolta podcast in Italia

Secondo un sondaggio Ipsos, il 30% degli italiani ascolta podcast almeno una volta al mese, il 4% in più rispetto al 2019. In numeri assoluti, vuol dire 8,5 milioni di persone. Occhio però alla composizione di questa platea: più di un utente su due ha meno di 35 anni; il 22% è laureato e il 10% riveste posizioni professionali elevate; il 61% ha acquistato contenuti online, mentre l’intero comparto del digital audio si ferma al 45%. Altri due dati: il 77% ascolta il podcast mentre fa altro (era l’83% nel 2019) e il 61% segue l’intero episodio. Un utente su due, dopo aver ascoltato un messaggio pubblicitario, compie un’azione (dalla ricerca di informazioni sul marchio all’acquisto). In sintesi: i podcast hanno un pubblico giovane, con profili socio-culturali qualificati, una propensione alla spesa elevata, sempre più attento e partecipe. Tutti elementi estremamente appetibili per gli inserzionisti.

Tanto ascolto, pochi incassi

Nonostante ci siano tutti gli elementi per monetizzare, un’analisi di LoupVentures sottolinea quanto poco incassino i podcast rispetto alle loro potenzialità. Secondo l’Interactive Advertising Bureau, nel 2020 hanno fatturato 810 milioni negli Stati Uniti. Un bel balzo rispetto ai 480 milioni del 2018. Si tratta però del 5% rispetto agli introiti della radio e circa l’1,5% della pubblicità in televisione. Eppure, già oggi, il tempo speso ad ascoltare podcast è il 10% di quello della radio e il 5% di quello passato davanti alla tv. In altre parole: la quota di incassi è minore rispetto all’interesse degli utenti. È tempo di accelerare. Secondo un report di Grand View Research, il mercato globale dei podcast valeva 9,28 miliardi di dollari nel 2019. Tra il 2020 e il 2027 potrebbe crescere a un ritmo medio annuo del 27,5%.

Sfida uno: pubblicità più mirata

Senza aumentare gli utenti non si va da nessuna parte. Ma, a giudicare dai dati, questo non sembra essere un problema: i tassi di crescita sono elevati e il punto di saturazione ancora lontano. Le sfide, secondo LoopVentures, sono altre: massimizzare gli incassi pubblicitari, agevolare suggerimenti e ricerche. Per raggiungere il primo obiettivo sarebbe necessario migliorare la targettizzazione. Cioè creare inserzioni più personalizzate, esattamente come fanno Google e Facebook. Va in questa direzione l’ultima acquisizione di Spotify: lo scorso novembre, la società svedese ha messo le mani su Megaphone, una piattaforma che si occupa proprio di migliore l’efficacia degli annunci nei podcast. Spotify ha spiegato che l’operazione fornirà agli editori “strumenti innovativi per guadagnare di più dal loro lavoro”. Un po’ quello che succede con gli youtuber.

Sfida due: suggerimenti centrati

La seconda sfida riguarda una maggiore efficacia della navigazione. Netflix, Youtube, Spotify, Amazon: tutti suggeriscono contenuti e prodotti che si suppongono affini a quelli già visti, ascoltati, comprati. Nei podcast è una funzione ancora da perfezionare. Eppure indicare i contenuti giusti sarebbe fondamentale, ancor più che per un brano musicale. La ragione è banale: se una canzone non incontra il nostro gusto, può essere saltata dopo pochi secondi. I podcast, invece, durano molto di più. E capire se sono di nostro gradimento richiedono più tempo. Ecco perché avere raccomandazioni efficaci diventa decisivo. Un po’ come fa Spotify creato playlist personalizzate o come fanno migliaia di stazioni radio definendo un proprio stile musicale. Si spiega così la mossa di Apple, che lo scorso settembre ha acquisito Scout FM, una startup che punta a gestire i podcast per “canali radio”, omogenei e personalizzati.

Sfida tre: ricerca più efficace

La terza sfida è spiegata da un dato della ricerca Ipsos: il 37% degli ascoltatori ha trovato un podcast cercando su Internet un argomento di proprio interesse. Una quota (decisamente) superiore a quella degli utenti che inciampano in un podcast perché lo hanno visto sui social (il 22%). È quindi ancora preminente un’azione di ricerca autonoma e attiva. Intercettarla e, in parte, guidarla sarà importante in un ambiente sempre più affollato. Sarà quindi necessario migliorare i sistemi di ricerca, rendendoli più complessi e dettagliati: ad esempio non solo per temi e generi ma anche per autori e ospiti.

L’impegno delle grandi piattaforme

Nel 2008 Amazon ha acquisito Audible. Nel 2017 Google ha assorbito l’app di podcast 60db. Già un paio d’anni fa, Spotify ha dichiarato che il proprio futuro sarebbe stato “audio”, cioè non solo musica. Nel 2021, prevede LoopVentures, Apple potrebbe aggiungere alla sua scuderia un servizio dedicato ai podcast, simile a quelli già attivi per video, videogiochi, musica e informazione.

Certo, gli investimenti delle grandi compagnie non sono garanzia di successo, ma sono (quantomeno) un buon indizio. Per due motivi. Primo: ci vedono lungo e basano i propri investimenti (anche) su dati che (spesso) i concorrenti non hanno. Ma soprattutto perché sono piattaforme in grado di spingere i contenuti sui quali puntano. Una previsione fatta (sotto forma di investimento) da Apple, Spotify, Google o Amazon è già di per sé più attendibile perché Apple, Spotify, Google o Amazon si impegneranno per realizzarla. 


Le tre sfide per rendere i podcast redditizi

Un acquirente di AirPods Max in diretta | Prime impressioni – iPhoneItalia Podcast LIVE NOW

AirPods Max: scopriamole insieme grazie alle vostre domande e alle prime impressioni di un acquirente speciale.

Link all’articolo originale: Un acquirente di AirPods Max in diretta | Prime impressioni – iPhoneItalia Podcast LIVE NOW


Un acquirente di AirPods Max in diretta | Prime impressioni – iPhoneItalia Podcast LIVE NOW

Il Tech delle Cinque, il nuovo podcast di SmartWorld

Da oggi SmartWorld ha un nuovo podcast: si chiama Il Tech delle Cinque, ed è “erede” del vecchio SmartWorld News. L’idea di fondo rimane la stessa: raccontare il mondo della tecnologia, giorno per giorno. Ma abbiamo deciso che la veste di presentatori da TG incravattati non ci piaceva molto: piuttosto che dare fredde notizie, preferiamo fare due chiacchiere davanti ad una tazza di the. Puntuali alle cinque, ovviamente.

Il Tech delle Cinque è un podcast chiacchierato, un podcast sbottonato, un po’ più lungo, ma non troppo. Troverete le ultime notizie, troverete tutto il team di SmartWorld, troverete qualche commento in più che non oseremmo scrivere sul sito. Che lo sappiamo tutti, che davanti a qualche biscottino si chiacchiera più liberamente.

Se eravate già iscritti a SmartWorld News, non dovete fare nulla: il feed è sempre lo stesso. Se non eravate iscritti, invece, dovreste vergognarvi un po’ iscrivervi subito a Il Tech delle Cinque, su Spotify, Apple podcast, Google Podcast o dovunque ci vogliate ascoltare, che tanto ci trovate su tutte le app. Di seguito la puntata di oggi.

Ascolta “09/11 – OnePlus Nord N10 5G e Bonus PC” su Spreaker.

Gli argomenti di oggi:

L’articolo Il Tech delle Cinque, il nuovo podcast di SmartWorld sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

SmartWorld News Podcast – Messaggi effimeri su WhatsApp, Huawei HiCar e One UI 3.0

Ecco anche oggi la nuova puntata di SmartWorld News, il nostro podcast che ogni giorno vi racconta le notizie più importanti della giornata, quelle che non potete perdervi. Qui in basso trovate il player per ascoltare l’ultimo episodio, ma non dimenticate che potete ascoltarlo anche su Apple Podcast, Google Podcast, Spreaker e Spotify.

Ascolta “02/11 – Messaggi effimeri su WhatsApp, Huawei HiCar e One UI 3.0” su Spreaker.

Gli argomenti del giorno:

L’articolo SmartWorld News Podcast – Messaggi effimeri su WhatsApp, Huawei HiCar e One UI 3.0 sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

SmartWorld News Podcast – iPhone 12 in Italia, Ubuntu 20.10 e grave falla di Chrome

Anche questa settimana si chiude con SmartWorld News, il nostro podcast che ogni giorno vi racconta le notizie più importanti della giornata, quelle che non potete perdervi. La nuova puntata è online: qui sotto trovate il player per ascoltare l’ultimo episodio, ma non dimenticate che potete ascoltarlo anche su Apple Podcast, Google Podcast, Spreaker e Spotify.

Ascolta “23/10 – iPhone 12 in Italia, Ubuntu 20.10 e grave falla di Chrome” su Spreaker.

Gli argomenti del giorno:

L’articolo SmartWorld News Podcast – iPhone 12 in Italia, Ubuntu 20.10 e grave falla di Chrome sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

SmartWorld News Podcast – Vivo in Italia, tanti siti irragiungibili e TV LG arrotolabile

Ecco anche oggi la nuova puntata di SmartWorld News, il nostro podcast che ogni giorno vi racconta le notizie più importanti della giornata, quelle che non potete perdervi. Qui in basso trovate il player per ascoltare l’ultimo episodio, ma non dimenticate che potete ascoltarlo anche su Apple Podcast, Google Podcast, Spreaker e Spotify.

Ascolta “20/10 – Vivo in Italia, tanti siti irragiungibili e TV LG arrotolabile” su Spreaker.

Gli argomenti del giorno:

L’articolo SmartWorld News Podcast – Vivo in Italia, tanti siti irragiungibili e TV LG arrotolabile sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld