Le app di terze parti potranno sfruttare la modalità Ritratto e gli effetti audio di iOS 15

I nuovi effetti di FaceTime introdotti con iOS 15 potranno essere utilizzati anche dalle applicazioni di terze parti con un aggiornamento.

Link all’articolo originale: Le app di terze parti potranno sfruttare la modalità Ritratto e gli effetti audio di iOS 15


Le app di terze parti potranno sfruttare la modalità Ritratto e gli effetti audio di iOS 15

Su Google Podcasts presto si potranno personalizzare gli show consigliati (foto)

L’ultimo aggiornamento nel canale beta di Google Podcasts porta una serie di novità incentrate sul miglioramento degli show consigliati dall’app in base alle preferenze degli utenti.

LEGGI ANCHE: Android 12 DP3 è qui

Nella pagina di riproduzione di un episodio sarà ora presente un pulsante a forma di cuore: una volta cliccato, apparirà il messaggio “Fatto. Vedrai più episodi come questo nei tuoi consigli.”, abbastanza esplicativo riguardo questa nuova funzione. Inoltre sarà possibile personalizzare i consigli cliccando sul pulsante con i tre pallini accanto ad un podcast: da qui, si potranno scegliere diverse opzioni, ovvero “Mostra di più come questo”, “Mostra meno” e “Blocca programma dai consigli”. Tutte le scelte dell’utente saranno modificabili attraverso la pagina specifica nel proprio account Google, accessibile dalle impostazioni dell’app.

Come già detto, queste nuove funzionalità sono disponibili solo nella versione beta dell’app, in particolare nella versione 12.15, ma speriamo che possano presto arrivare anche sul canale stabile, dato che renderebbero molto più utili i consigli dell’app, che in precedenza erano basati solo sugli show già ascoltati.

L’articolo Su Google Podcasts presto si potranno personalizzare gli show consigliati (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Su Google Podcasts presto si potranno personalizzare gli show consigliati (foto)

L’app Mi Calendar di Xiaomi approda sul Play Store, ma non tutti potranno scaricarla

Xiaomi è uno di quei produttori che sviluppano diverse app proprietarie per i propri dispositivi Android. Tra queste troviamo il suo file manager e l’app Calendario.

Seguendo l’esempio di OnePlus, Xiaomi ha iniziato a distribuire questa tipologia di app proprietarie attraverso il Play Store: la strategia sicuramente semplifica il processo di aggiornamento delle app, il quale non è subordinato a un aggiornamento del sistema. Nelle ultime ore Xiaomi ha pubblicato l’app Mi Calendar sul Play Store, la versione più aggiornata si riferisce alla build 12.0.0.3.

LEGGI ANCHE: Huawei P40 Pro+, la recensione

L’app Mi Calendar di Xiaomi però sarà accessibile esclusivamente per gli smartphone del produttore cinese. Qui sotto trovate il badge per raggiungere la pagina dedicata sul Play Store.

L’articolo L’app Mi Calendar di Xiaomi approda sul Play Store, ma non tutti potranno scaricarla sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld