CoopVoce Black Friday: alcune offerte EVO regalano SIM e primo mese anticipato

CoopVoce ha riservato ai nuovi clienti in occasione del Black Friday una promozione associata all’attivazione online di un’offerta Evo 100, Evo 30 o Evo Voce&SMS con o senza contestuale richiesta di portabilità del proprio numero mobile.

Nello specifico, l’operatore virtuale regala il primo mese anticipato dell’offerta scelta, compreso il costo di attivazione, il costo di spedizione e costo della SIM.

Vediamo ora i bundle previsti con le offerte sopra citate.

CoopVoce Evo 100

  • Minuti illimitati verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali
  • 1000 sms verso tutti i numeri nazionali
  • 100 Giga di traffico Internet in 4G su rete TIM
  • Costo: 8,90€ al mese

CoopVoce Evo 30

  • Minuti illimitati verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali
  • 1000 sms verso tutti i numeri nazionali
  • 30 Giga di traffico Internet in 4G su rete TIM 
  • Costo: 6,90€ al mese

CoopVoce Evo Voce & SMS

  • Minuti illimitati verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali
  • 1000 sms verso tutti i numeri nazionali
  • 100 Mega di traffico Internet in 4G su rete TIM
  • Costo: 4,50€ al mese

Piccola nota per quanto riguarda la promozione. Il primo mese gratis è previsto solo nel caso in cui il cliente faccia richiesta di spedizione della nuova SIM ricaricabile a domicilio. In caso contrario la promo non avrà validità e il costo iniziale da corrispondere sarà pari a 10€ di cui 5€ di traffico incluso.

L’operatore FULL MVNO utilizza al momento la rete TIM con velocità di connessione 4G fino a 100 Mbps in download e 50 Mbps in upload

BLACK FRIDAY AMAZON

L’articolo CoopVoce Black Friday: alcune offerte EVO regalano SIM e primo mese anticipato sembra essere il primo su Mobileworld.


CoopVoce Black Friday: alcune offerte EVO regalano SIM e primo mese anticipato

Il primo computer compie 60 anni

Più di 3000 valvole, 2000 transistor, 12000 diodi al germanio, grande come un’intera stanza, ma risolveva in pochi minuti un sistema di 100 equazioni lineari di 100 incognite.

Parliamo della Calcolatrice Elettronica Pisana costruita grazie all’accordo tra Università di Pisa e Olivetti e per la quale il 13 novembre ricorre il più importante anniversario per la storia dell’informatica italiana: i 60 anni del primo computer italiano a scopo scientifico. L’evento fu considerato così importante che per la CEP (Calcolatrice Elettronica Pisana), ci fu anche la visita dell’allora Presidente della Repubblica, Giovanni b. 

Nato grazie anche all’interessamento di Enrico Fermi e di Adriano Olivetti, che nella città toscana avrebbe aperto un laboratorio di ricerche avanzate nel campo dell’elettronica, il progetto pisano della CEP vide fra i suoi primi collaboratori l’ingegnere italo-cinese Mario Tchou. Nell’ambito delle celebrazioni, in programma il 13 novembre al Polo Congressuale Le Benedettine infatti, si ricorderà anche questo illustre scienziato, scomparso in un incidente pochi giorni prima dell’inaugurazione della CEP.

Tchou, guida carismatica del gruppo di giovani scienziati lavorò anche alla realizzazione dell’ELEA 9003, primo “cervello elettronico” a transistor messo in commercio dalla Olivetti alla metà del secolo scorso. 

Il convegno è organizzato nell’ambito dell’Internet Festival 2021 dall’Università di Pisa in collaborazione con l’Istituto di Informatica e Telematica (CNR-IIT), l’Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione “A. Faedo” (CNR-ISTI) e l’Istituto per le Applicazioni del Calcolo “M. Picone” (CNR-IAC) del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Il programma della giornata prevede, tra gli altri, l’intervento da remoto di Walter Veltroni, la presentazione della graphic novel di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte “La macchina zero” e l’anteprima di “Pionieri dell’informatica. Uomini e donne all’alba della rivoluzione digitale”.

Nell’occasione l”archeologo informatico” Maurizio Gazzarri presenterà la  ricostruzione storica di quegli anni, basata su fonti archivistiche e testimonianze dirette, che videro la nascita dei primi computer italiani e dei protagonisti di questa sfida avveniristica. Storie raccolte nel  romanzo “I ragazzi che scalarono il futuro”  e nel recentissimo saggio storico “ELEA 9003. Storia del primo calcolatore elettronico italiano”.  

“Celebrare i 60 anni della Calcolatrice Elettronica Pisana non è solo il modo di ricordare una bella storia di scienza e tecnologia, ma anche l’occasione per imparare dal passato – spiega Gazzarri -. Un progetto realizzato grazie al contributo degli enti locali della costa toscana come Pisa, Livorno e Lucca che investirono 120milioni di lire, l’equivalente di 2 milioni di euro, e grazie alla lungimiranza dell’Università di Pisa, alla collaborazione con la società di Adriano Olivetti e al lavoro di giovani capaci. Un’unità di intenti e un esempio di intelligenza collettiva, utili anche per l’oggi, in questa fase di ripartenza.” 

“Elea 9003 – prosegue –  fu il primo computer messo in commercio dalla Olivetti. Fondamentale anche la figura di Mario Tchou, l’ingegnere italo-cinese che ha coordinato il progetto della società di Ivrea e del quale si commemorano i 60 anni dalla morte. Elea 9003 ha interpretato quella che Adriano Olivetti chiamava ‘ansia di progresso’ declinata come speranza e sviluppo e non come paura e resistenza al cambiamento”.


Il primo computer compie 60 anni

Il mercato Smart Home ha ancora due padroni incontrastati che si contendono il primo posto

Secondo una ricerca dell‘International Data Corporation (IDC), il secondo trimestre del 2021 ha visto il mercato della smart home in Europa crescere del 23,8% rispetto allo stesso periodo del 2020. Il mercato degli oggetti domotici ha superato i 24 milioni di unità spedite solamente tra i mesi di aprile e giugno.

“Questo è stato il secondo trimestre di fila in cui il mercato della smart home in Europa è cresciuto più del 20%, il che è un segno della ripresa dalla peggiore performance nella prima metà del 2020. Amazon e Google hanno riconquistato i primi due posti del mercato grazie alle buone performance dei prodotti smart speaker e digital media adapter.”

Antonio Arantes – Analista senior in Europa occidentale

“Nel secondo trimestre del 2021, il mercato totale dei dispositivi smart home è cresciuto del 29,1% in Europa centrale e orientale. La categoria dei prodotti di illuminazione ha registrato la maggiore crescita nel trimestre, e ci sono stati buoni risultati per la categoria di monitoraggio e sicurezza della casa. Ma l’intrattenimento video è ancora al primo posto in termini di unità nella CEE.”

Jan Prenosil – Senior research analystin Europa centrale e orientale (CEE)

Le previsioni vedono il mercato della smart home raggiungere e superare i 203 milioni di unità vendute entro il 2025 in Europa. Questo rappresenterebbe un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 13,5% tra il 2021 e il 2025.

Scendendo più nel dettaglio, i dispositivi di intrattenimento video hanno reggiunto quota 11,9 milioni di unità spedite in Europa nel secondo trimestre del 2021, con una quota di mercato del 49,2%. Le Smart TV hanno avuto un altro trimestre stellare, crescendo del 18,7% anno su anno e raggiungendo il 70,4% della categoria di intrattenimento video.

Gli altoparlanti intelligenti sono cresciuti del 22,8% su base annua, raggiungendo più di 5,6 milioni di unità, ma i display intelligenti continuano a vedere una crescita più forte rispetto agli altoparlanti intelligenti standard. Il monitoraggio/sicurezza della casa, l’illuminazione e i termostati sono cresciuti del 39,5% rispetto all’anno precedente. Le tre categorie combinate dovrebbero rappresentare 65 milioni di spedizioni nel 2025.

L’articolo Il mercato Smart Home ha ancora due padroni incontrastati che si contendono il primo posto sembra essere il primo su Smartworld.


Il mercato Smart Home ha ancora due padroni incontrastati che si contendono il primo posto

Su Destiny 2 è arrivata la Volta di Vetro, la storica incursione del primo titolo (video e foto)

I più datati giocatori di Destiny saranno felici di sapere che su Destiny 2 hanno la possibilità di rivivere la prima incursione del primo capitolo: la Volta di Vetro, l’attività che vede i guardiani ritornare nelle profondità di Venere per attraversare le fratture spazio-temporali ed eliminare Atheon, Confluenza Temporale, prima che diventi una minaccia irrefrenabile.

Rispetto alla classica versione delle incursioni sono stati apportati dei cambiamenti: le sfide metteranno a dura prova anche le squadre più datate, le quali faranno del loro meglio per riuscire a far proprio il titolo e la cintura del primato mondiale.

LEGGI ANCHE: Amazon compra MGM per 8,45 miliardi

L’incursione è stata lanciata sia in modalità Contesa che come gara al primato mondiale. Per vincere, i guardiani con almeno 1300 di Potere dovranno completare una serie di trionfi impegnativi. Una volta completata la Volta di Vetro in questa modalità i giocatori possono accedere alla Sfida dal navigatore e al trionfo Ai confini della tempistica.

Per maggiori informazioni vi lasciamo a questo indirizzo la pagina ufficiale da consultare per saperne di più sull’incursione “Volta di Vetro”.

Video

Immagini

L’articolo Su Destiny 2 è arrivata la Volta di Vetro, la storica incursione del primo titolo (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Su Destiny 2 è arrivata la Volta di Vetro, la storica incursione del primo titolo (video e foto)

Sarà Galaxy M42 il primo smartphone 5G della serie Galaxy M di Samsung?

Secondo le voci circolanti, Samsung sarebbe in procinto di lanciare il Galaxy M42 sul mercato indiano. Di questo smartphone, che dovrebbe arrivare già durante il mese di aprile, si conoscono alcune delle presunte caratteristiche che possiederà.

LEGGI ANCHE: Google conferma l’esistenza di Pixel 5a, ma non per l’Italia

Secondo l’utente Twitter Mukul Sharma, il Samsung Galaxy M42 sarà il primo smartphone della serie Galaxy M dotato di supporto alla rete 5G. Si era già detto in precedenza che il dispositivo sarebbe stato dotato di un SoC Qualcomm Snapdragon 750G per la connettività 5G. In vista del lancio, è inoltre emerso online un video teaser che afferma che il Galaxy M42 5G sarà lo smartphone più veloce nella sua fascia di prezzo.

Lo smartphone era precedentemente stato avvistato su Geekbench, nascosto dietro al numero di modello SM-M426B. Oltre al già citato Snapdragon 750G SoC, saranno presenti anche una GPU Adreno 619 e 4GB di RAM. Ad alimentare il tutto troviamo una batteria da 6000mAh, mentre il sistema operativo preinstallato sarà ovviamente Android 11 con l’interfaccia utente One UI 3.0.

L’articolo Sarà Galaxy M42 il primo smartphone 5G della serie Galaxy M di Samsung? sembra essere il primo su AndroidWorld.


Sarà Galaxy M42 il primo smartphone 5G della serie Galaxy M di Samsung?

Galaxy A52 riceve il suo primo aggiornamento: arrivano le patch di aprile

Nemmeno il tempo di lanciarlo ufficialmente sul mercato che Samsung ha già rilasciato un nuovo aggiornamento software per Galaxy A52, uno dei nuovi medio-gamma lanciati in questa prima parte del 2021.

L’aggiornamento è identificato dalla build A525FXXU1AUC5 e sarebbe momentaneamente riservata per la variante LTE di Galaxy A52, ma presumiamo che nei prossimi giorni arriverà anche per quella 5G. Il changelog include l’aggiornamento delle patch di sicurezza ad aprile 2021.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy A52, la recensione

L’aggiornamento appena descritto è attualmente in fase di distribuzione via OTA anche per gli utenti italiani. Supponiamo che entro i prossimi giorni il rollout potrà dirsi completo.

L’articolo Galaxy A52 riceve il suo primo aggiornamento: arrivano le patch di aprile sembra essere il primo su AndroidWorld.


Galaxy A52 riceve il suo primo aggiornamento: arrivano le patch di aprile