Il nuovo sistema operativo di Xiaomi privilegia privacy e risparmio della batteria

Xiaomi ha lanciato l’ultima versione del proprio sistema operativo basato su Android: MIUI 12. Ottimizzato sulla user experience e sulla protezione della privacy, MIUI 12 introduce una serie di funzionalità avanzate relative alla sicurezza.

Privacy e sicurezza

L’utente è informato sull’attività di ogni singola app e ha maggiore controllo sulle autorizzazioni. Può accedere in ogni momento alle informazioni su come le singole applicazioni utilizzano i permessi relativi alla posizione, ai contatti, alla cronologia delle chiamate, al microfono e alla memorizzazione. Con un solo clic sullo stato dei permessi, tutte le attività delle app saranno presentate chiaramente all’utente. Inoltre, durante il controllo del registro delle attività delle applicazioni, l’utente potrà  modificare le impostazioni dei permessi per ogni singola applicazione nel caso in cui rilevasse un’attività anomala o indesiderata. Nella barra di stato appariranno notifiche lampeggianti quando le applicazioni sensibili, tra cui la telecamera, la posizione e il microfono, sono in esecuzione in background. Cliccando sulla notifica, l’utente potrà modificare le impostazioni di autorizzazione e bloccare qualsiasi comportamento sospetto in qualsiasi momento. Durante la condivisione delle foto le informazioni sulla posizione e i metadati possono essere rimossi prima dell’invio degli elementi.

Design e animazioni

MIUI 12 dà vita all’esperienza del sistema operativo con un design dell’interfaccia utente rinnovato secondo un approccio bottom-up, e con animazioni di sistema sfumate. A livello di sistema, le animazioni della scena centrale sono state completamente aggiornate con innovazioni tecniche a livello di kernel.

Il movimento delle icone simula una curva 3D. Gli elementi visualizzati riconoscono la presenza dell’utente e ne riflettono il movimento nelle animazioni, il che rende ogni sguardo sullo schermo unico e personale. Il nuovo “Super Wallpaper” è basate sulle immagini ufficiali della NASA. I super sfondi combinano display Always-on, Home screen e Lock screen .

Nuove funzionalità

Multitasking

MIUI 12 introduce soluzioni multitasking sotto forma di finestre fluttuanti. Quando l’utente naviga nel sistema utilizzando i gesti a schermo intero, le finestre possono facilitare il multitasking e risolvere il problema di passare costantemente da un’app all’altra. Possono essere spostate, chiuse e ridimensionate con semplici gesti applicati alla barra delle azioni. Ad esempio, quando arriva un messaggio di testo durante la riproduzione di un video, l’utente può rispondere direttamente nella finestra fluttuante senza mettere in pausa la riproduzione, consentendo così un multitasking senza soluzione di continuità.

Trasmissione dello schermo

L’utente può iniziare a trasmettere documenti, app, video e giochi con un solo tocco. Le finestre che vengono proiettate possono essere ridotte al minimo in qualsiasi momento. L’opzione per trasmettere elementi con lo schermo spento riduce il consumo di energia e, nascondendo gli oggetti privati, non permette la visualizzazione di notifiche e chiamate in arrivo su monitor esterni.

Ultra risparmio della batteria

MIUI 12 supporta la modalità di Ultra risparmio della batteria. Con questa funzione attiva, le funzioni che consumano più energia saranno limitate per prolungare il tempo di standby del telefono e ridurre così il consumo energetico quando la batteria dello smartphone sta per esaurirsi. Chiamate, messaggi e connettività di rete rimarranno invece completamente funzionanti.

Dark Mode

Con una tavolozza di colori più scuri per sfondi e applicazioni di sistema, oltre che per le applicazioni di terze parti, la Dark Mode offre un’esperienza visiva migliorata in ambienti poco illuminati. Quando è attiva, l’utente può scegliere di regolare automaticamente il contrasto dello schermo, assicurandosi così che questo rifletta la condizione di luce dell’ambiente circostante quando la luminosità dello schermo è ridotta. Questa visualizzazione riduce anche il consumo energetico e aiuta a ridurre l’affaticamento degli occhi.

Il primo rilascio sarà nelle prossime settimane per Mi 9/ Mi 9T/ Mi 9T Pro/ Redmi K20/ Redmi K20 Pro. Poi anche per i modelli Redmi Note 7/ Redmi Note 7 Pro/ Redmi Note 8 Pro/ Redmi Note 8/ Redmi Note 8T/Redmi Note 9/ Redmi Note 9s/ Redmi Note 9 Pro/ Redmi Note 9 Pro Max/POCOPHONE F1/ POCO F1/ Mi 10 Pro/ Mi 10/ POCO F2 Pro/ POCO X2/ Mi 10 Lite/ Mi Note 10/ Mi Note 10 Lite/ Mi 8/ Mi 8 Pro/ Mi MIX 3/ Mi MIX 2S/ Mi 9 SE/ Mi 9 Lite/Redmi Note 7S /Mi Note 3/ Mi MIX 2/ Mi MAX 3/ Mi 8 Lite/ Redmi Y2/ Redmi S2/ Redmi Note 5/ Redmi Note 5 Pro / Redmi 6A/ Redmi 6/ Redmi 6 Pro/ Redmi Note 6 Pro/ Redmi Y3/ Redmi 7/ Redmi 7A/ Redmi 8/ Redmi 8A/ Redmi 8A Dual.

 

Agi

DuckDuckGo sempre dalla parte della privacy: pubblicato il database di aziende e domini che tracciano gli utenti

DuckDuckGo è uno dei più noti browser web centrati sul rispetto della privacy dei suoi utenti e ha appena compiuto un altro passo nella direzione della salvaguardia dei dati personali.

L’azienda che fa capo a DuckDuckGo ha appena pubblicato Tracker Radar, un database che attualmente contiene i dettagli su 5.326 domini e 1.727 aziende che usano dei tracker integrati nei loro siti web per profilare gli utenti, secondo le informazioni personali ad essi associati. La pubblicazione ha lo scopo di rendere fruibile anche agli altri gestori di browser web la possibilità di bloccare questo tipo di tracking. Tra questi Vivaldi ha già riferito di avvalersi del database.

LEGGI ANCHE: come ottenere il tema scuro su WhatsApp

La pubblicazione del database va chiaramente contro gli interessi personali di DuckDuckGo, ma il suo CEO – Gabriel Weinberg – ha affermato che la sua azienda punta alla promozione della protezione del privacy, limitando le attività di tracking basate sulle informazioni personali degli utenti.

Attualmente DuckDuckGo sta registrando un notevole successo, con un tasso di 100.000 download giornalieri della sua estensione per browser web. L’azienda monetizza con gli annunci ma proponendo soltanto quelli basati sui termini di ricerca e non sulle attività online degli utenti stessi.

È importante sottolineare che gli sforzi di DuckDuckGo sono diretti anche a rendere utilizzabili e accessibili i contenuti web bloccando i tracker: infatti alcuni siti web potrebbero non funzionare correttamente o parzialmente al momento del blocco dei tracker. DuckDuckGo si occupa anche della scrittura di codici e algoritmi che assicurino il corretto funzionamento dei siti a tracker bloccati.

L’articolo DuckDuckGo sempre dalla parte della privacy: pubblicato il database di aziende e domini che tracciano gli utenti sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld