Recensione OnePlus Nord 2: è (di nuovo) lui quello da comprare (foto e video)

Lo scorso anno avevamo celebrato OnePlus Nord come uno degli smartphone più interessanti del momento e indubbiamente uno dei migliori (se non il migliore) da comprare nella sua fascia di prezzo. Quest’anno OnePlus Nord 2 vuole ripartire dal successo dello scorso anno, ma facendo una scelta coraggiosa sul processore, permettendo a tutto lo smartphone di crescere rapidamente. Ma non al suo prezzo.

LEGGI ANCHE: Recensioni OnePlus

8.0

Confezione

All’interno della confezione di questo Nord 2 troviamo un cavo USB/USB-C, una cover in silicone semi trasparente con una grafica stilizzata di una bussola e un alimentatore da ben 65W.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

OnePlus Nord 2 è realizzato in vetro nella parte posteriore e in plastica invece sul suo profilo (i tasti però sono ancora una volta in metallo). In mano è tutto sommato relativamente compatto (considerando gli standard attuali) e si utilizza agilmente anche grazie a delle forme ben bilanciate. Non è poi troppo pesante con i suoi 189 grammi di peso. Il tasto di accensione è posizionato a destra e subito sopra troviamo il classico switch fisico per la suoneria. Il bilanciere per regolare il volume è invece posizionato a sinistra.

9.0

Hardware

Come abbiamo detto nell’introduzione OnePlus Nord 2 implementa all’interno un processore diverso dai “soliti” Snapdragon di fascia intermedia, ovvero il recente Mediatek Dimensity 1200-AI octa core da 3 GHz a 6nm e con processore grafico Mali G77 MC9. A lungo Mediatek ha vissuto un periodo in cui il suo nome era associato a scarsa qualità e scarse prestazioni. Quel periodo però sembra essere finito. Abbiamo già apprezzato vari smartphone con Mediatek Dimensity, ma questo è il primo con il top della gamma, ovvero il Dimensity 1200. Gli amanti dei benchmark apprezzeranno risultati Antutu non troppo sotto ad uno Snapdragon 888 (quasi 600.000 punti), ma quello che di più l’utente finale potrà apprezzare alla fine in uno smartphone di fascia media è il risparmio che l’azienda avrà probabilmente avuto e che ha potuto far sì che altri componenti fossero aggiornati (ovvero: la fotocamera).

Abbiamo poi ben 8 GB di RAM LPDDR4X e 128 GB di memoria interna UFS 3.1. Sarà commercializzata anche una versione 12/256 (che è quella che noi stiamo provando). Sempre con memoria non espandibile. La connettività è ovviamente 5G, abbiamo il chip NFC, il Wi-Fi ax dual band, il Bluetooth 5.2 e il lettore di impronte digitali ottico dentro al display: veloce e preciso. Connettività da top di gamma in sostanza. Non manca ovviamente lo switch fisico della suoneria ed è invece assente il jack audio per le cuffie (all’opposto di Nord CE). L’audio è stereo ed è in media con la categoria.

SCHEDA: OnePlus Nord 2

8.5

Fotocamera

OnePlus Nord 2 ribalta un po’ il concetto che uno smartphone di fascia media non possa avere una fotocamera al top (ma magari solo un display o un’autonomia). L’azienda ha infatti incluso in questo Nord 2 la fotocamera IMX766 di Sony da 50 megapixel che abbiamo anche su OnePlus 9 Pro e OPPO Find X3 Pro, quest’ultimo un vero camera phone. Questo non rende questo smartphone immediatamente un top camera phone, ma possiamo anticiparvi che lo rende indubbiamente uno dei migliori smartphone da scegliere se le foto sono una priorità e non si vuole spendere più di quanto chiesto per questo smartphone. Le foto con buona luce dal sensore principale, che gode anche di stabilizzazione ottica dell’immagine, sono veramente buone e al pari dei già citati top di gamma. Le foto rimangono molto buone anche al calare della luce ed è qui che si vede la grande differenza con gli altri top di gamma. La modalità notturna lavora molto bene e permette di realizzare scatti che gli altri smartphone si sognano. È però anche qui che troviamo differenze con i top di gamma. Il software forse può infatti essere affinato, visto che alcune foto in modalità notturna sono venute leggermente mosse.

Le altre due fotocamere faticano invece a sorprendere: 8 megapixel grandangolare (simpatica, ma non molto definita) e una 2 megapixel monocromatica per migliorare gli scatti in generale. Buona invece la 32 megapixel ƒ/2.45 che dimostra un rinnovato interesse (da parte di varie aziende) nell’offrire un minimo di attenzione anche nel campo dei selfie. Peccato per i video frontali sono in Full HD. Molto buoni i video in 4K dalla videocamera principale (anche se solo a 30fps). Il mix di stabilizzazione ottica e digitale svolge un ottimo lavoro, i colori sono definiti e i dettagli sono presenti in grande quantità. Deludente invece la grandangolare in FullHD@60: per qualche ragione incredibilmente tremolante (quando di solito è il sensore più stabile, avendo più campo su cui lavorare con la stabilizzazione elettronica).

9.0

Display

OnePlus Nord 2 è dotato di un ampio display da 6,43 pollici di diagonale, probabilmente lo stesso dello scorso anno. È ancora un Fluid AMOLED da 90 Hz con risoluzione FullHD+ (1080 x 2400 pixel). Ottima quindi la fluidità percepita e buona anche la luminosità e la resa complessiva. Il foro della fotocamera è adesso singolo e va quindi a rubare meno spazio alle notifiche.

9.0

Software

OnePlus Nord 2 è il primo ad arrivare sul mercato con OxygenOS 11.3, ovvero la prima versione del software OnePlus nata dallo sforzo congiunto con il nuovo team unico di sviluppo di OPPO. Non ci sono novità particolari, ma da un occhio attento si può notare come alcuni menù siano per esempio stati ridisegnati allo stesso modo, contenendo comunque le stesse opzioni di prima, dimostrazione del fatto che il codice di OxygenOS e ColorOS era comunque già molto simile anche in passato.

La OxygenOS si presenta comunque con tutte le sue caratteristiche vincenti: Zen Mode per disintossicarsi da un utilizzo troppo massiccio dello smartphone, tasto di accensione personalizzabile per Google Assistant, il menù raccoglitore Shelf, la sezione di app nascoste, le app parallele, il game space e vari miglioramenti per la riproduzione video. Il software è molto fluido (come sempre) e godrà di 3 anni di aggiornamenti di sicurezza e 2 nuovi aggiornamenti di Android (quindi fino ad Android 13).

8.0

Autonomia

Buon lavoro di OnePlus sulla parte dell’autonomia. La batteria cresce di circa un 10% e arriva a 4.500 mAh. Questo gli permette di garantire un’autonomia un po’ più solida nell’utilizzo medio-intenso e arrivare a fine giornata con maggiore tranquillità. Inaspettato il salto in avanti sulla velocità di ricarica che ora è al pari dei migliori smartphone premium. Parliamo di 65W che garantiscono una ricarica completa in 30 minuti.

8.0

Prezzo

OnePlus Nord 2 verrà venduto, nella sua configurazione base da 8/128, al prezzo di 399€, lo stesso dello scorso anno. Un ottimo prezzo per uno smartphone che offre vari spunti da top di gamma. In un mercato ricco di alternative approviamo la scelta di aver fatto di tutto per non alzare il prezzo di lancio.

Foto

L’articolo Recensione OnePlus Nord 2: è (di nuovo) lui quello da comprare (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Recensione OnePlus Nord 2: è (di nuovo) lui quello da comprare (foto e video)

L’impatto dei cinghiali sul clima pesa più di quello delle automobili

AGI – I cinghiali possono rilasciare circa 4,9 milioni di tonnellate di anidride carbonica ogni anno a livello globale, l’equivalente di inquinante prodotto da 1,1 milioni di automobili. A calcolarlo sono stati gli scienziati dell’Università del Queensland e dell’Università di Canterbury, che hanno pubblicato i risultati del loro lavoro sulla rivista Global Change Biology.

Il team, guidato da Christopher O’Bryan dell’Università di Canterbury, ha utilizzato modelli predittivi della popolazione e tecniche di mappatura avanzate per valutare i danni climatici associati alla presenza dei cinghiali. Il gruppo di ricerca ha elaborato 10mila mappe della potenziale densità globale di suini selvatici, valutando i relativi danni provocati dalla specie e le conseguenti emissioni di carbonio. 

“La continua espansione della popolazione di questi animali – afferma l’autore – potrebbe rappresentare una minaccia per il clima. I maiali selvatici possono essere paragonati a trattori che arano i campi, rivoltando il terreno alla ricerca di cibo”. Il suolo, spiegano gli esperti, contiene circa il triplo del carbonio presente in atmosfera, per cui anche una piccola frazione può accelerare il cambiamento climatico.

“I nostri modelli – riporta il ricercatore – mostrano che i maiali selvatici stanno sradicando un’enorme quantità di terra, minacciando anche la biodiversità e la sicurezza alimentare, due elementi cruciali per lo sviluppo sostenibile”.

“Speriamo che questo lavoro possa contribuire a far sì che vengano adottate misure mirate per mitigare il cambiamento climatico – sostiene Nicholas Patton, dottorando presso l’Università di Canterbury – le specie invasive sono un problema causato dall’uomo, dobbiamo riconoscere e assumerci le responsabilità delle conseguenze ambientali ed ecologiche”.

Il controllo dei suini selvatici, sottolineano gli esperti, richiederà cooperazione e collaborazione. “Abbiamo molto lavoro da fare – concludono gli scienziati – ma nel frattempo dobbiamo continuare a proteggere e monitorare gli ecosistemi suscettibili alla presenza di specie invasive”. 


L’impatto dei cinghiali sul clima pesa più di quello delle automobili

Applausi per Vivo X51: il suo display può competere con quello dei grandi secondo DxOMark (foto)

DxOMark ha appena testato il display di Vivo X51, uno dei più interessanti dispositivi con i quali l’azienda cinese si è presentata ufficialmente nel mercato italiano. Il risultato finale è di tutto rispetto per Vivo X51, il quale ha ottenuto un punteggio di 87 punti, al pari di Galaxy Note 20 Ultra e attestandosi al quarto posto della classifica generale di DxOMark.

Tra gli aspetti positivi emersi durante i test del team francese troviamo il buon rendering dei colori, l’ottima gestione del motion-blur, l’efficacio del filtro per la luce blu e le ottime performance nella gestione della luminosità, le quali rendono il display leggibile in qualsiasi condizione d’illuminazione. Tra quelli negativi sono stati menzionati le basse performance in riproduzione video, in particolare con lo standard HDR10, un’accuratezza del touch non impeccabile e una sensibilità dello stesso touchscreen non adeguata nelle sessioni di gaming.

LEGGI ANCHE: Vivo X51, la recensione

Per maggiori dettagli sui test effettuati sul display di Vivo X51 vi suggeriamo di leggere il post completo pubblicato da DxOMark, dove troverete diversi esempi e confronti con altri smartphone. Nella galleria qui sotto trovate invece un riepilogo grafico dei test effettuati.

L’articolo Applausi per Vivo X51: il suo display può competere con quello dei grandi secondo DxOMark (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Applausi per Vivo X51: il suo display può competere con quello dei grandi secondo DxOMark (foto)

Tutto quello che dovete sapere su Galaxy S20 Fan Edition: il video che lo mostra all’opera (video)

Galaxy S20 Fan Edition sarà il nuovo smartphone che Samsung ufficializzerà il prossimo 23 settembre, durante un evento in cui riceveremo le conferme a tutti i rumor che sono trapelati nei giorni scorsi. A completare il quadro è appena arrivato un lungo video che lo mostra all’opera.

Il video che vedete in fondo a questo articolo arriva da Jimmy is Promo, lo stesso che condivise le immagini dello smartphone qualche giorno fa. Il video mostra Galaxy S20 FE all’opera durante le classiche attività, come la navigazione nell’interfaccia utente, tra le impostazioni di sistema della One UI 2.5 e nell’interfaccia dell’app Fotocamera.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 20, la recensione

Il video non mostra particolari novità software rispetto a quanto visto sulla One UI dei Galaxy S20 ed S20+, che vediamo nel video al fianco di Galaxy S20 FE. In questo articolo potete dare uno sguardo approfondito alla scheda tecnica ufficiosa di Galaxy S20 FE.

Vi ricordiamo che al momento rimane solo da conoscere il prezzo e la disponibilità del nuovo dispositivo di Samsung, staremo a vedere quale variante (LTE o 5G) arriverà ufficialmente in Italia.

L’articolo Tutto quello che dovete sapere su Galaxy S20 Fan Edition: il video che lo mostra all’opera (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Un nuovo video hands-on mostra (quasi) tutto quello che c’è da sapere sulla fotocamera di Galaxy Note 20 Ultra (video)

Tra un paio di settimane finalmente Samsung svelerà in tutto e per tutto i suoi nuovi Galaxy Note 20 e Galaxy Note 20 Ultra. Con l’avvicinarsi della data si stanno intensificando le rivelazioni provenienti da leak che forniscono un quadro ancora incompleto, ma sempre più ricco su cosa aspettarsi dai due modelli. Molti dei contributi più solidi in questo senso stanno arrivando dal canale YouTube “Jimmy Is Promo” che evidentemente è riuscito a mettere le mani sugli smartphone e li sta sviscerando pezzetto dopo pezzetto.

Stavolta scopriamo quasi tutto quello che c’è da sapere sulla fotocamera di Galaxy Note 20 Ultra. In particolare sembra che diversi punti deboli di Galaxy S20 Ultra siano stati rivisti e sistemati a partire dallo zoom che sul prossimo top di gamma Samsung sarà limitato a 50x, con ingrandimenti ottici fino a 5x e poi scatti in digitale a 10x e 20x. Gli amanti della fotografia poi possono osservare alcune funzioni della modalità Pro compreso l’istogramma dei toni.

LEGGI ANCHE: Ecco gli sfondi di Vivo X50

Il filmato mostra anche le varie risoluzioni in cui sarà possibile registrare video compresa la risoluzione 8K in formato ultra-wide 21:9 e il sistema di controllo dei microfoni. A quanto si vede infatti si potrà scegliere da quale fonte catturare l’audio: microfono frontale, posteriore, entrambi o uno esterno connesso via USB o Bluetooth.

Bixby Vision è stato potenziato con la funzione di descrizione vocale della scena, utile per chi ha difficoltà con la vista. Infine tra i dettagli di sistema si scorge la presenza di ONE UI 2.5 e di Nearby Share (anche noto come AirDrop di Google).

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Un nuovo video hands-on mostra (quasi) tutto quello che c’è da sapere sulla fotocamera di Galaxy Note 20 Ultra (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld