Vetline Umido Cane Salute Lattina 400 Gr


Fornitore: VETLINE
Tipo: UMIDO CANE DIET
Prezzo: 3.30

Vetline Umido Cane Salute Lattina 400 Gr
Anche negli umidi la formula Salute rappresenta il prodotto più versatile capace di sopperire alle più diverse esigenze, sia che si tratti di anziani, obesi, intolleranti o semplicemente soggetti intossicati da alimentazioni scorrette.

Disponibile nelle sue diverse formulazioni pesce, pollo o tacchino da preferire a secondo dei gusti o specifiche esigenze di diete ad esclusione. L’utilizzo delle patate rende questo prodotto indicato per i soggetti diabetici, in quanto i loro amidi destrinizzati (cotti) si trasformano in energia immediatamente disponibile che non residua. L’integrazione di erbe officinali è analoga a quella utilizzata nella formulazione Salute secco, mantenendo le stesse benefiche caratteristiche per un perfetto abbinamento dei due prodotti.

Composizione
Bufalo 80% (100% delle carni), patate, olio di semi, sostanze minerali, erbe officinali (Lino, Ortica folia, Acerola, Tarassaco, Uncaria Tomentosa, Santoreggia, Timo, Fucus, Aglio) 0,05%, vitamine.

Componenti analitici
Umidità 78%, proteine grezze 7%, olii e grassi grezzi 5%, fibra grezza 1%, ceneri grezze 2,5%, calcio 0,4%, Fosforo 0,34%.

Additivi nutrizionali (per kg di prodotto)
Vitamina A 2670 U.I., Vitamina D3 290,50 U.I., Zinco 15,63mg, Ferro 6,50mg, Rame 1,64mg, Iodio 0,38mg, Manganese 1,13mg, Selenio 0,08mg. Additivi tecnologici: Gomma Cassia 1062,50mg.

Modalità d’uso
Il prodotto è pronto all’uso e va servito a temperatura ambiente. Lasciare sempre a disposizione acqua fresca.
Il prodotto può essere utilizzato tal quale oppure in aggiunta alla razione minima consigliata di un alimento secco adeguato al mantenimento del cane adulto con intolleranze alimentari.


Vetline Umido Cane Salute Lattina 400 Gr

Così Amazon vuole occuparsi anche della nostra salute mentale

AGI – C’è anche la salute mentale nelle mire di Amazon. Dopo l’accordo per acquistare iRobot, il robot aspirapolvere Roomba, che pulisce casa e genera mappe delle planimetrie delle abitazioni, la multinazionale di Jeff Bezos, secondo quanto riportato da Business Insider (la società non ha fatto alcuna comunicazione in merito), ha stretto una partnership con Ginger, servizio che offre consulenze online in questo settore.

La società progetta di aggiungere il supporto alla salute mentale ad Amazon Care, il suo programma di assistenza sanitaria da remoto, dedicato alla cura della persona, che vuole offrire interventi a distanza di professionisti, tra cui medici, e ora grazie all’accordo con Ginger, anche psicologi e psichiatri. Il servizio dovrebbe essere lanciato l’anno prossimo. 

Amazon Care è stato lanciato per la prima volta nel 2019 come servizio di assistenza da remoto e non per i dipendenti Amazon a Seattle. Ora è disponibile per le aziende statunitensi dei 50 stati che desiderano offrire il servizio ai propri dipendenti. La partnership con Ginger è solo l’ultimo passo di Amazon nel settore dell’assistenza sanitaria.

La Big Tech ha lanciato la propria farmacia nel 2020 e dispone di programmi che integrano Alexa negli ospedali. Nel luglio di quest’anno, Amazon poi ha annunciato l’acquisizione della società di cure primarie One Medical per 3,9 miliardi di dollari.

Ginger è una piattaforma digitale per la salute mentale che offre alle persone l’accesso 24 ore su 24, 7 giorni su 7 a coach e terapisti e in pratica sarà una sorta di componente aggiuntivo opzionale per le aziende che utilizzano Amazon Care. “Le informazioni sulla salute sono condivise tra Amazon Care e Ginger”, si legge sulla pagina dedicata sul sito di Amazon Care.

I fornitori di cure primarie sulla piattaforma possono rispondere ad alcuni problemi di poco conto, come una lieve ansia. Per problemi più gravi, si fa sapere, i pazienti sono indirizzati a fornitori esterni ad Amazon Care. 


Così Amazon vuole occuparsi anche della nostra salute mentale

Il VP of Health di Apple parla dell’importanza dei dispositivi hardware per la salute

Apple Watch è sempre più importante per la salute degli utenti, ma il potenziale per migliorare è enorme.

Link all’articolo originale: Il VP of Health di Apple parla dell’importanza dei dispositivi hardware per la salute


Il VP of Health di Apple parla dell’importanza dei dispositivi hardware per la salute

Health Connect è l’app universale di Google per la salute

Durante lo scorso Google I/O abbiamo visto diverse novità per il settore smartphone e indossabili, con Pixel 6aPixel 7 e Pixel Watch. Oltre a questo Google ha anche lanciato delle novità software, proprio come Health Connect.

Health Connect è un app interessante quanto ambiziosa, perché ha l’obiettivo di unificare la gestione dei dati relativi alla salute e alle attiviò fisiche svolte tramite i vari servizi per indossabili disponibili su Android. L’app è ufficialmente compatibile con Samsung Health, Leap Fitness, MyFitnessPal e Withings.

Health Connect è quindi in grado di sincronizzare in un unico posto i dati relativi a salute e attività fisiche svolte raccolti da dispositivi che si affidano a piattaforme non Google. Nello specifico, Health Connect offrirà la possibilità di monitorare:

  • Attività come correre, fare esercizio o dormire
  • Misurazioni sul corpo come peso e tasso metabolico
  • Monitoraggio del ciclo per cicli mestruali e test di ovulazione
  • Informazioni nutrizionali come l’assunzione di acqua e i dati sugli alimenti (calorie, zucchero, ecc.)
  • Dettagli sul sonno inclusi lunghezza e tipologia
  • Vitali come glicemia, temperatura corporea e livelli di ossigeno nel sangue

Con Health Connect, che da noi si chiama Connessione salute, come è possibile vedere anche dagli screenshot in galleria, Google pone da subito l’accento all’aspetto della privacy, visto che alcuni dei dati gestiti possono essere intesi come medici.

La nuova Health Connect è attualmente disponibile sul Play Store in versione di anteprima, che potrebbe includere qualche bug. L’abbiamo provata e al momento non sembrano esserci app compatibili con il suo servizio. Per questo potrebbe volerci del tempo. Nel frattempo potete provarla anche voi accedendo alla pagina dedicata sul Play Store, qui sotto trovate il collegamento diretto.

Scarica da Play Store

L’articolo Health Connect è l’app universale di Google per la salute sembra essere il primo su Androidworld.


Health Connect è l’app universale di Google per la salute

Apple vende le nuove borracce smart HidrateSpark STEEL che si integrano con l’app Salute

La borraccia smart smart HidrateSpark STEEL è ora disponibile anche nei punti vendita Apple.

Link all’articolo originale: Apple vende le nuove borracce smart HidrateSpark STEEL che si integrano con l’app Salute


Apple vende le nuove borracce smart HidrateSpark STEEL che si integrano con l’app Salute

Google vuole usare le fotocamere degli smartphone per proteggere la nostra salute

Da sempre Google è stata in prima fila nel campo tecnologico anche per i suoi progetti innovativi, che spesso riguardano anche il settore della salute e della medicina.

Proprio in questo senso arrivano le ultime novità da parte della divisione Heatlh di Google, presentate durante l’evento The Check Up. Tra le novità presentate da Google troviamo il monitoraggio e la diagnosi precoce di malattie come il diabete tramite l’analisi delle immagini degli occhi degli utenti. Alcuni tipi di diabete infatti causano retinopatie, le quali possono portare alla cecità se non curate tempestivamente.

Sempre nello stesso contesto, Google ha presentato un ulteriore progetto che prevede l’utilizzo dei microfoni integrati negli smartphone per svolgere auscultazioni di cuore e polmoni. Questa pratica, relativamente semplice, può svolgere un ruolo fondamentale nella diagnosi di malattie cardiovascolari o respiratorie.

Infine, Google ha mostrato come, in collaborazione con la Northwestern Medicine, stia impiegando la sua intelligenza artificiale per la realizzazione di indagini a ultrasuoni usando soltanto i comuni dispositivi mobili nelle aree in cui macchinari medici per le indagini a ultrasuoni, come il classico ecografo, non sono disponibili o non sono accessibili.

Insomma, è chiaro che l’intento della divisione Google Health sia quello di rendere maggiormente accessibile la pratica medica anche nelle aree in cui le risorse scarseggiano. Tutto passa dall’utilizzo degli smartphone e dei dispositivi mobili, i quali integrano sensori che accoppiati al progresso software attuale posssono fare la differenza anche nel settore della salute.

Per maggiori dettagli sull’evento presentato da Google Health vi suggeriamo di approfondire con il video completo che trovate qui sotto.

L’articolo Google vuole usare le fotocamere degli smartphone per proteggere la nostra salute sembra essere il primo su Androidworld.


Google vuole usare le fotocamere degli smartphone per proteggere la nostra salute

Sospeso il progetto di una versione di Instagram per ragazzini, in nome della loro salute mentale

AGI – Facebook sospende il progetto di una versione di Instagram per i minori di 13 anni, e lo fa in nome della salute mentale dei ragazzini: è la risposta, annunciata da Adam Mosseri, capo di Instagram, alle numerose critiche piovute sul progetto ancora prima del suo lancio.
Il gruppo di Mark Zuckerberg ha spiegato nel suo blog di voler prendersi altro tempo “per lavorare con genitori, esperti e responsabili politici per dimostrare il valore e la necessità di questo prodotto”. Ma per ora lo sospende. 


Sospeso il progetto di una versione di Instagram per ragazzini, in nome della loro salute mentale

La maggior parte degli italiani non crede che il 5G sia nocivo per la salute

Il Censis ha realizzato, in collaborazione con WindTre, il rapporto denominato “Il valore della connettività nell’Italia del dopo Covid-19“, il quale ha messo in evidenza alcuni numeri interessanti in merito all’accesso alla rete e dei servizi che offre agli utenti italiani.

Guarda il quadro generale, il rapporto ha messo in evidenza come la quasi totalità degli utenti interpellati creda che l’accesso a internet debba essere garantito a tutti. Per garantire tale accesso la maggior parte degli intervistati ritiene che le spese di accesso e gestione, per chi non può permettersele, debbano essere sostenute dalla fiscalità pubblica. Interessanti anche i numeri emersi in merito al 5G: l’80% degli italiani intervistati ritiene il 5G sicuro, ovvero non nocivo per la salute.

LEGGI ANCHE: tutte le novità di iOS 15 Beta

La metà degli intervistati ha invece paura delle truffe sul web e un italiano su cinque si dice spaventato da presunti hater online. In merito alla qualità della rete il 90% degli intervistati si è detto soddisfatto anche durante la pandemia e i periodi di lockdown associati, a conferma che gli operatori hanno gestito bene il sovraffollamento di internet rispetto ai soliti standard.

Il rapporto ha anche preso in considerazione come gli italiani scelgono il proprio operatore: oltre al prezzo, la maggior parte degli intervistati si dice attendo alla qualità della rete e alla percentuale di guasti e malfunzionamenti.

L’articolo La maggior parte degli italiani non crede che il 5G sia nocivo per la salute sembra essere il primo su AndroidWorld.


La maggior parte degli italiani non crede che il 5G sia nocivo per la salute

Google Chrome per Android e iOS si aggiorna con il controllo salute delle vostre password

Google compie un altro passo importante sulla strada del dominio nel settore dei browser web, rilasciando per Chrome, il suo browser disponibile anche per Android e iOS, un’interessante funzionalità di sicurezza già vista su desktop.

La novità consiste nel Password Checkup, la funzionalità che offre il controllo automatico della salute della password salvate e sincronizzate con il browser: la feature controllerà automaticamente se ognuna delle password salvate e sincronizzate con Chrome risulta compromessa secondo il ricco database di Google. La novità è stata già vista sulla versione desktop di Chrome e su altri browser, oltre che password manager come 1Password. Chiaramente la novità sarà accessibile esclusivamente per coloro che abiliteranno il salvataggio delle password su Chrome.

LEGGI ANCHE: come seguire l’Amazon Prime Day 2020

La nuova funzionalità è in arrivo con la versione 86 di Chrome per Android e iOS. Per la versione iOS del browser arriva anche la funzionalità per abilitare il touch-to-fill al momento del login previo accesso tramite autenticazione biometrica. L’aggiornamento di Chrome per Android e iOS dovrebbe essere in fase di distribuzione automatica in queste ore.

L’articolo Google Chrome per Android e iOS si aggiorna con il controllo salute delle vostre password sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld