Prolife Smart Puppy Pollo e Riso Umido Cane Medium Large 400 Gr


Fornitore: PROLIFE
Tipo: UMIDO CANE DIETE
Prezzo: 3.04

Prolife Smart Puppy Pollo e Riso Umido Cane Medium Large 400 Gr

Alimento completo ricco in pollo fresco con riso per cuccioli di taglia media e grande.

Composizione:
Pollo fresco 68%, Riso 4%, Alltech® Nutrigenomic System 1,2%, Sostanze minerali, Olio di semi di lino 0,1%, Fruttoligosaccaridi (FOS) 0,1%, Olio di semi di girasole, Glucosamina 0,09%, Solfato di condroitina 0,03%.

Componenti analitici:
Proteina 9,8%, Tenore in materia grassa 4,8%, Materia inorganica 2,4%, Fibre grezze 0,5%, Umidità 80%, Calcio 0,3%, Fosforo 0,28%, Omega 3 0,2%, Omega 6 0,7%.

Additivi:
Additivi nutrizionali: 
Vitamina D3 (3a671) 200 UI, Vitamina E (3a700) 20 mg, Vitamina B1 (3a821) 10 mg, Vitamina B2 6 mg, Vitamina B6 (3a831) 2 mg, Vitamina B12 75 mcg, Niacinamide (3a315) 15 mg, Calcio D-pantotenato (3a841) 9 mg, Acido folico (3a316) 0,35 mg, Biotina (3a880) 300 mcg, Colina cloruro (3a890) 1.200 mg, Zinco 25 mg (Solfato di zinco monoidrato (3b605) 68,6 mg), Manganese 1,4 mg (Solfato manganoso monoidrato (3b503) 4,31 mg), Iodio 0,75 mg (Iodato di calcio anidro (3b202) 2,3 mg), Rame 1 mg (Solfato rameico pentaidrato (3b405) 3,9 mg), L-carnitina (3a910) 200 mg.

Energia metabolizzabile 890 kcal/kg Rapporto calcio/fosforo 1,1.


Prolife Smart Puppy Pollo e Riso Umido Cane Medium Large 400 Gr

Prolife Smart Adult Trota e Riso Secco Cane Mini 7 Kg


Fornitore: PROLIFE
Tipo: SECCO CANI
Prezzo: 30.77

Prolife Smart Adult Trota e Riso Secco Cane Mini 7 Kg

Alimento completo ricco in trota fresca diliscata e riso.

Trota Salmonata Fresca diliscata e Riso per il cane adulto di taglia piccola.

Composizione:
Trota salmonata fresca diliscata* 30%, Riso* 21%, Sorgo bianco*, Maiale disidratato, Pollo disidratato, Polpa di barbabietola, Grasso di pollo, Proteine animali idrolizzate, Alltech® Nutrigenomic System Adult Dog 1,2%, Sostanze minerali, Inulina di cicoria – fonte di FOS – 0,1%.
* in origine destinati al consumo umano: materie prime della stessa qualità utilizzata per alimenti per il consumo umano ma non a esso destinate per motivi commerciali.

Componenti analitici:
Proteina 26%, Tenore in materia grassa 15%, Fibre grezze 2,1%, Materia inorganica 8,2%, Omega 3 1,4%, Omega 6 2,4%, Calcio 1,1%, Fosforo 0,7%, Sodio 0,17%, Potassio 0,53%, Magnesio 0,12%.

Additivi:
Additivi nutrizionali per kg: Vitamina A (3a672a) 21.000 UI, Vitamina D3 (3a671) 1.500 UI, Vitamina E (3a700) 400 mg, Vitamina B1 (3a821) 12 mg, Vitamina B2 14 mg, Vitamina B6 (3a831) 12 mg, Vitamina B12 0,15 mg, Vitamina K3 (3a711) 1 mg, Vitamina C (3a312) 50 mg, Acido folico (3a316) 1 mg, Calcio D-pantotenato (3a841) 20 mg, Biotina (3a880) 0,5 mg, Niacina (3a314) 25 mg, Colina cloruro (3a890) 1.687 mg, L-carnitina (3a910) 50 mg, Taurina (3a370) 500 mg, Vitamina C (3a300) 1,38 mg, Iodio 2,01 mg (Iodato di calcio anidro in granuli rivestiti (3b203) 3,095 mg), Rame 2,54 mg (Chelato di rame (II) di idrolizzati proteici (3b407) 25,4 mg), Manganese 2,04 mg (Chelato di manganese di idrolizzati proteici (3b505) 20,4 mg), Zinco 25,4 mg (Chelato di zinco di proteine idrolizzate (3b612) 581,7 mg), Selenio 0,04 mg (Forma organica di selenio prodotto da Saccharomyces Cerevisiae CNCM I-3060 (3b8.10) 18,2 mg), DL-Metionina (3c301) 2.170 mg, Triptofano (3c440) 240 mg.

Energia metabolizzabile 3.830 kcal/kg.

Rapporto calcio/fosforo 1,6.

Proteine di origine animale = 78,9%.


Prolife Smart Adult Trota e Riso Secco Cane Mini 7 Kg

Prolife Smart Puppy Large Pollo e Riso Secco Cane 10 Kg


Fornitore: PROLIFE DOG DRY
Tipo: SECCO CANI
Prezzo: 48.79

Prolife Smart Puppy Large Pollo e Riso Secco Cane 10 Kg

Alimento completo per cuccioli di cane di taglia grade da 1 a 16 mesi ricco in pollo fresco disossato e riso.

Formulato rispettando le particolari esigenze nutrizionali del cucciolo di taglia grande: in questa delicata fase, che può durare fino a 16 mesi, lo sviluppo scheletrico deve avvenire in maniera armonica e proporzionata per essere in grado di supportare la grande massa corporea che si andrà a formare.

Il sistema digestivo, ancora molto sensibile, e le difese immunitarie, deboli e tutte da costruire, richiedono un adeguato e controllato apporto dei vari nutrienti.

I croccantini Prolife Puppy sono realizzati con pollo fresco, carne in grado di apportare proteine ad alto valore biologico e ridotto contenuto di grassi. 

Prolife Puppy Large è arricchito con riso, prevalentemente di tipo Arborio, coltivato in Italia e altamente digeribile, che aiuta a regolare la flora intestinale.

Completano la formulazione sorgo bianco, facilmente digeribile e privo di glutine, ideale anche per soggetti sensibili, polpa di barbabietola, dotata di un notevole contenuto energetico, e carruba, ricca di sali minerali e oligoelementi che, grazie all’alto tenore di fibre, svolge una funzione regolatrice della mobilità intestinale.

Composizione:
Pollo 44% (di cui Pollo fresco disossato* 32%, Pollo disidratato 12%), Riso* 15%, Sorgo bianco*, Farina di riso integrale, Polpa di barbabietola, Proteine animali idrolizzate, Grasso di pollo, Polvere di carruba, Alltech® Nutrigenomic System Puppy 1,6%, Maiale disidratato, Uova, Sostanze minerali, Olio di salmone, Inulina di cicoria – fonte di FOS – 0,1%, Glucosamina 0,03%, Solfato di condroitina 0,02%.
* in origine destinati al consumo umano: materie prime della stessa qualità utilizzata per alimenti per il consumo umano ma non a esso destinate per motivi commerciali.

Componenti analitici:
Proteina 26%, Tenore in materia grassa 15%, Fibre grezze 2,8%, Materia inorganica 7,3%, Omega 3 0,34%, Omega 6 2,9%, Calcio 1,3%, Fosforo 0,9%, Sodio 0,22%, Potassio 0,46%, Magnesio 0,11%.

Additivi:
Vitamina A (3a672a) 25.000 UI, Vitamina D3 (3a671) 1.500 UI, Vitamina E (3a700) 500 mg, Vitamina B1 (3a821) 12 mg, Vitamina B2 14 mg, Vitamina B6 (3a831) 12 mg, Vitamina B12 0,15 mg, Vitamina K3 (3a711) 1 mg, Vitamina C (3a312) 50 mg, Acido folico (3a316) 1 mg, Calcio D-pantotenato (3a841) 20 mg, Biotina (3a880) 0,5 mg, Niacina (3a314) 25 mg, Colina cloruro (3a890) 2.100 mg, L-carnitina (3a910) 50 mg, Vitamina C (3a300) 2,88 mg, Iodio 2,01 mg (Iodato di calcio anidro in granuli rivestiti (3b203) 3,095 mg), Rame 3,84 mg (Chelato di rame (II) di idrolizzati proteici (3b407) 38,4 mg), Manganese 2,16 mg (Chelato di manganese di idrolizzati proteici (3b505) 21,6 mg), Zinco 28,8 mg (Chelato di zinco di proteine idrolizzate (3b612) 659,5 mg), Selenio 0,09 mg (Forma organica di selenio prodotto da Saccharomyces Cerevisiae CNCM I-3060 (3b8.10) 40,95 mg), Triptofano (3c440) 600 mg.

Energia metabolizzabile 3.620 kcal/kg.

Rapporto calcio/fosforo 1,4.

Proteine di origine animale = 78%.


Prolife Smart Puppy Large Pollo e Riso Secco Cane 10 Kg

Prolife Smart Puppy Mini Pollo e Riso Secco Cuccioli Cane 7 Kg


Fornitore: PROLIFE DOG DRY
Tipo: SECCO CANI
Prezzo: 39.02

Prolife Smart Puppy Mini Pollo e Riso Secco Cuccioli Cane 7 Kg

Prolife Smart Puppy Pollo e Riso Mini è un alimento secco completo appositamente studiato per le esigenze nutrizionali del cane cucciolo di taglia piccola da 1 a 10 mesi.

La sua formula ricca in pollo fresco disossato fornisce al cucciolo tutti i nutrienti necessari ad una crescita armoniosa e al rafforzamento del sistema immunitario.

Oltre ad essere molto appetibile, infatti, il pollo fresco apporta un elevato tenore di proteine ad alto valore biologico, più digeribili, immediatamente biodisponibili e ricche di aminoacidi essenziali: offre quindi un sostegno prezioso alla formazione di un tessuto muscolare elastico e resistente, promuovendo allo stesso tempo il corretto sviluppo degli organi e il funzionamento ottimale di tutti i processi vitali.

Nelle crocchette Prolife per cani cuccioli di taglia mini, questa carne è presente in una percentuale consistente (45%, di cui il 30% in forma fresca), con la sola inclusione della polpa magra, senza ossa e altre parti che potrebbero risultare indigeste.

L’intensa azione nutritiva di questa eccellente fonte proteica è stata associata alle virtù energetiche del riso e del sorgo, cereali noti per il loro contributo calorico equilibrato e per la loro elevata tollerabilità.

In più, il sorgo offre un buon contributo di fibre per la salute gastrointestinale e la regolarizzazione del transito. 

L’aggiunta dell’olio di salmone integra una preziosa quota di acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6, svolgendo una benefica attività protettiva ed anti-infiammatoria su tutti i tessuti e conferendo al pelo una straordinaria lucentezza.

Le uova, ricche di proteine e aminoacidi, rafforzano il potere nutritivo del pollo fresco; in più, con il loro contenuto di vitamina B12, supportano lo sviluppo cognitivo e il benessere del sistema nervoso, potenziando al massimo le difese immunitarie.

I fruttoligosaccaridi (FOS) da inulina di cicoria stimolano la replicazione della microflora intestinale migliorando l’assorbimento dei nutrienti e rinforzando il colon contro i batteri patogeni.

Composizione:
Pollo 45% (di cui Pollo fresco disossato* 30%, Pollo disidratato 15%), Riso* 23,5%, Sorgo bianco*, Polpa di barbabietola, Grasso di pollo, Proteine animali idrolizzate, Polvere di carruba, Alltech® Nutrigenomic System Puppy 1,6%, Uova, Olio di salmone, Sostanze minerali, Inulina di cicoria – fonte di FOS – 0,1%.* in origine destinati al consumo umano: materie prime della stessa qualità utilizzata per alimenti per il consumo umano ma non a esso destinate per motivi commerciali.

Componenti analitici:
Proteina 28%, Tenore in materia grassa 16%, Fibre grezze 2,5%, Materia inorganica 5,1%, Omega 3 0,27%, Omega 6 3,2%, Calcio 1,5%, Fosforo 1%, Sodio 0,31%, Potassio 0,48%, Magnesio 0,14%.

Additivi:
Additivi per kg:
Vitamina A (3a672a) 25.000 UI, Vitamina D3 (3a671) 1.500 UI, Vitamina E (3a700) 500 mg, Vitamina B1 (3a821) 12 mg, Vitamina B2 14 mg, Vitamina B6 (3a831) 12 mg, Vitamina B12 0,15 mg, Vitamina K3 (3a711) 1 mg, Vitamina C (3a312) 50 mg, Acido folico (3a316) 1 mg, Calcio D-pantotenato (3a841) 20 mg, Biotina (3a880) 0,5 mg, Niacina (3a314) 25 mg, Colina cloruro (3a890) 1.895 mg, L-carnitina (3a910) 50 mg, Vitamina C (3a300) 2,88 mg, Iodio 2,01 mg (Iodato di calcio anidro in granuli rivestiti (3b203) 3,095 mg), Rame 3,84 mg (Chelato di rame (II) di idrolizzati proteici (3b407) 38,4 mg), Manganese 2,16 mg (Chelato di manganese di idrolizzati proteici (3b505) 21,6 mg), Zinco 28,8 mg (Chelato di zinco di proteine idrolizzate (3b612) 659,5 mg), Selenio 0,09 mg (Forma organica di selenio prodotto da Saccharomyces Cerevisiae CNCM I-3060 (3b8.10) 40,95 mg), Triptofano (3c440) 150 mg.

Energia metabolizzabile 3.755 kcal/kg.

Rapporto calcio/fosforo 1,5.

Proteine di origine animale = 82%.


Prolife Smart Puppy Mini Pollo e Riso Secco Cuccioli Cane 7 Kg

Prolife Smart Adult Manzo e Riso Secco Cane Mini 7 Kg


Fornitore: PROLIFE DOG DRY
Tipo: SECCO CANI
Prezzo: 31.88

Prolife Smart Adult Manzo e Riso Secco Cane Mini 7 Kg

Prolife Adult Manzo e Riso è un alimento completo ricco di manzo fresco disossato e riso per il cane adulto a partire da 12 mesi formulato per le specifiche esigenze nutrizionali del cane adulto con un normale livello di attività.

La carne fresca di manzo apporta proteine a elevato valore biologico, utili per mantenere la massa muscolare mentre il riso è una ricca fonte di carboidrati, altamente digeribile.

La completa e corretta integrazione di vitamine e minerali favorisce il mantenimento del benessere del cane.

Integrato secondo la scienza della Nutrigenomica:

Alltech® Nutrigenomic System Adult Dog:

  • Bioplex®: essenziale per la pelle, il pelo e le ossa oltre a supportare la formazione della cartilagine;
  • Economase®: supporta il normale funzionamento del sistema immunitario nei cani adulti;
  • NUPRO®: rafforza le difese immunitarie dell’intestino contro le infezioni;
  • Bio-Mos®: rinforza la funzione del sistema digestivo, Actigen®, contribuisce a una buona condizione intestinale.

Composizione:
Manzo 36% (di cui Manzo fresco disossato* 30%, Manzo disidratato 6%), Riso* 16%, Sorgo bianco*, Maiale disidratato, Grasso di pollo, Polpa di barbabietola, Pollo disidratato, Proteine animali idrolizzate, Alltech® Nutrigenomic System Adult Dog 1,2%, Sostanze minerali, Inulina di cicoria- fonte di FOS – 0,1%
* in origine destinati al consumo umano: materie prime della stessa qualità utilizzata per alimenti per il consumo umano ma non a esso destinate per motivi commerciali.

Componenti analitici:
Proteina 26%, Tenore in materia grassa 16%, Fibre grezze 2,3%, Materia inorganica 8,2%, Omega 3 0,18%, Omega 6 2,4%, Calcio 1,5%, Fosforo 0,9%, Sodio 0,17%, Potassio 0,5%, Magnesio 0,11%.

Additivi:
Additivi per kg: 
Vitamina A (3a672a) 21.000 UI, Vitamina D3 (3a671) 1.500 UI, Vitamina E (3a700) 400 mg, Vitamina B1 (3a821) 12 mg, Vitamina B2 14 mg, Vitamina B6 (3a831) 12 mg, Vitamina B12 0,15 mg, Vitamina K3 (3a711) 1 mg, Vitamina C (3a312) 50 mg, Acido folico (3a316) 1 mg, Calcio D-pantotenato (3a841) 20 mg, Biotina (3a880) 0,5 mg, Niacina (3a314) 25 mg, Colina cloruro (3a890) 1.876 mg, L-carnitina (3a910) 50 mg, Taurina (3a370) 500 mg, Vitamina C (3a300) 1,38 mg, Iodio 2,01 mg (Iodato di calcio anidro in granuli rivestiti (3b203) 3,095 mg), Rame 2,54 mg (Chelato di rame (II) di idrolizzati proteici (3b407) 25,4 mg), Manganese 2,04 mg (Chelato di manganese di idrolizzati proteici (3b505) 20,4 mg), Zinco 25,4 mg (Chelato di zinco di proteine idrolizzate (3b612) 581,7 mg), Selenio 0,04 mg (Forma organica di selenio prodotto da Saccharomyces Cerevisiae CNCM I-3060 (3b8.10) 18,2 mg), DL-metionina (3c301) 990 mg, Triptofano (3c440) 350 mg.

Energia metabolizzabile 3.860  kcal/kg.

Rapporto calcio/fosforo 1,8.

Proteine di origine animale = 81,6%.


Prolife Smart Adult Manzo e Riso Secco Cane Mini 7 Kg

Le modalità desktop e smart speaker sono 2 delle tante funzioni nascoste di Android 13

Nella settimana che si sta concludendo, Google ha introdotto sui suoi Pixel le patch di sicurezza di dicembre 2022 e soprattutto Android 13 QPR1 grazie all’ultimo Pixel Feature Drop dell’anno. In particolare, Android 13 QPR1 – ovvero il primo aggiornamento trimestrale dell’ultima versione del S.O. – nasconde molte funzionalità su cui gli utenti metteranno le mani più avanti. A scoprire quali siano le novità ci ha pensato, come al solito, Mishaal Rahman, il quale ha analizzato il codice sorgente di Android, scovando le novità che potrebbero arrivare nei prossimi mesi e che non saranno un’esclusiva dei Pixel.

La modalità Desktop

La modalità “desktop”, fino ad ora, è stata completamente assente sugli smartphone Pixel, mentre sui dispositivi di altri marchi – come Samsung – è disponibile una modalità che consente di trasformare il cellulare in un dispositivo all-in-one. Tuttavia, le modalità desktop offerte dai produttori di terze parti presentavano una criticità: questi lavori, non essendo supportati direttamente da Google, hanno provocato una diffusa frammentazione che non ha consentito agli sviluppatori di app di offrire supporto a questi progetti.

Per ovviare a questa criticità, il codice sorgente di Android 13 QPR1 contiene nuove parti di codice che “certificano” la volontà di Google di rendere la modalità desktop – aggiunta silenziosamente già in Android 10 – maggiormente utilizzabile da parte di tutti gli utenti. In particolare, l’azienda si sta concentrando sui miglioramenti alle finestre ed alla barra delle applicazioni. Per avviare la funzionalità, invece, occorre attivare un paio di flag che aggiungeranno alle “Opzioni sviluppatori” un inedito “Riquadro sviluppatore per impostazioni rapide” che, infine, consentirà di aggiungere un apposito nuovo toggle nel centro di controllo. Ulteriori miglioramenti a riguardo, infine, potrebbero arrivare con Android 13 QPR2.

La Taskbar di Android 12L sugli smartphone

Con Android 12L fu introdotta una nuova barra delle applicazioni utilizzabile esclusivamente sui dispositivi con schermi che presentano una densità di pixel maggiore o uguale a 600 dpi. Tuttavia, questo criterio è modificabile utilizzando le opzioni sviluppatori e quindi è possibile abilitare la barra su tutti i telefoni. Ovviamente l’interfaccia risulta scomoda da utilizzare e per ovviare a tale criticità sembrerebbe che Google si sia messa a lavoro. Difatti, in Android 13 QPR1 c’è un flag che permette di nascondere la barra di navigazione e far apparire quella delle applicazioni.

Il salvaschermo di Android 13 che “converte” il Pixel Tablet in un Nest Hub

In vista del lancio del nuovo Pixel Tablet, Google sta rinnovando il salvaschermo di Android per aggiungere complicazioni e widget. Android 13 QPR1, infatti, aggiunge: “Smartspace” (è il nome in codice di “At a glance”, “Media entry” (sarebbe il controller multimediale) e “Home controls” (consente di controllare i dispositivi della smart home).

In definitiva, tramite Pixel Tablet si potrà avviare uno screensaver che mostrerà molte informazioni, al punto da poterlo definire un nuovo “Nest Hub”.

Orologi personalizzati per la schermata di blocco

Si pensava che questa opzione in grado di personalizzare lo stile dell’orologio nella schermata di blocco dovesse essere lanciata con Android 12 ed invece nulla. Ora, invece, Android 13 QPR1, grazie ad una modifica che introduce la sezione “Orologio personalizzato” nell’app “ThemePicker”, fa ipotizzare che Google abbia ripreso le attività per concretizzare questa funzionalità.

Condivisione parziale dello schermo

Con Android 13 QPR1 viene aggiunto il supporto alla possibilità di registrare una sola porzione di schermo. Questa opzione si potrà selezionare direttamente dalla finestra di dialogo per la registrazione dello schermo. Ad oggi, però, la funzione è attivabile esclusivamente tramite un flag di funzionalità.

Avviare Google Keep da ogni schermata

In Android QPR1 Google ha introdotto una speciale di finestra mobile delle attività diversa da quelle a forma libera. Quando viene abilitata, la barra delle applicazioni riceve un pulsante con l’icona di una penna che permette di avviare Google Keep in modalità di scrittura.

VPN Avanzata

Un’altra novità contenuta nel codice sorgente di Android 13 QPR1 fa ipotizzare dei possibili lavori circa una nuova funzionalità di VPN avanzata che apparirà nelle impostazioni apposite di Android. A riguardo, però, mancano ulteriori informazioni.

Supporto allo split-screen Android TV

Android TV 13 introduce una modalità picture-in-picture estesa che consiste nell’affiancamento di due finestre (simile a quanto avviene già sugli smartphone o tablet Android). Tra l’altro, viene aggiunto un inedito menu “Schermo diviso TV” che consente all’utente di passare da un’app all’altra oppure di uscire dalla modalità chiudendo una delle due applicazioni.

Le ultime due novità – oltre a quelle più piccole – riguardano il supporto alla modalità immersiva in Android Automotive OS, che consiste nella possibilità di aumentare l’area di visualizzazione a tutto schermo grazie ad un toggle nella barra del titolo, e la modifica riguardante l’opzione “Tocca rapido”. Sembrerebbe, infatti, che il rilevamento dei gesti di “Tocco rapido” verrà gestito dall’app Android System Intelligence. Tale scelta potrebbe essere motivata dalla presunta ricerca di maggiore privacy.

L’articolo Le modalità desktop e smart speaker sono 2 delle tante funzioni nascoste di Android 13 sembra essere il primo su Androidworld.


Le modalità desktop e smart speaker sono 2 delle tante funzioni nascoste di Android 13

Sogni un Frigorifero Smart? Amazon lo consegna, lo installa e si porta via il vecchio!

Elettrodomestici smart: funzionalità e convenienza con consegna gratuita e ritiro dell’usato.

Link all’articolo originale: Sogni un Frigorifero Smart? Amazon lo consegna, lo installa e si porta via il vecchio!


Sogni un Frigorifero Smart? Amazon lo consegna, lo installa e si porta via il vecchio!

Prolife Smart Adult Mini Pollo & Riso 200gr


Fornitore: PROLIFE
Tipo: UMIDO CANE
Prezzo: 2.45

Alimento completo ricco in pollo fresco con riso per il cane adulto di taglia piccola.

Composizione
Pollo fresco 68%, Riso 4%, Alltech® Nutrigenomic System 1,2%, Sostanze minerali, Olio di semi di girasole, Olio di semi di lino 0,1%, Fruttoligosaccaridi (FOS) 0,1%.

Componenti analitici
Proteina 10,2%, Tenore in materia grassa 5,1%, Materia inorganica 2,4%, Fibre grezze 0,5%, Umidità 80%, Calcio 0,2%, Fosforo 0,18%, Omega 3 0,2%, Omega 6 0,7%.

Additivi (kg): Additivi nutrizionali
Vitamina D3 (3a671) 200 UI, Vitamina E (3a700) 20 mg, Vitamina B1 (3a821) 10 mg, Vitamina B2 6 mg, Vitamina B6 (3a831) 2 mg, Vitamina B12 75 mcg, Niacinamide (3a315) 15 mg, Calcio D-pantotenato (3a841) 9 mg, Acido folico (3a316) 0,35 mg, Biotina (3a880) 300 mcg, Colina cloruro (3a890) 1200 mg, Zinco 25 mg (Solfato di zinco monoidrato (3b605) 68,6 mg), Manganese 1,4 mg (Solfato manganoso monoidrato (3b503) 4,31 mg), Iodio 0,75 mg (Iodato di calcio anidro (3b202) 2,3 mg), Rame 1 mg (Solfato rameico pentaidrato (3b405) 3,9 mg), L-carnitina (3a910) 200 mg.

Energia metabolizzabile 906 kcal/kg
Rapporto calcio/fosforo 1,1

Peso del cane Razione giornaliera
da 1 a 2 kg da 120 g a 205 g
da 3 a 4 kg da 275 g a 345 g
da 5 a 6 kg da 405 g a 465 g
da 7 a 8 kg da 520 g a 575 g
da 9 a 10 kg da 630 g a 685 g


Prolife Smart Adult Mini Pollo & Riso 200gr

Gli italiani vogliono sempre più dispositivi smart per la loro casa

AGi – Otto italiani su 10 (77%) si dicono propensi all’acquisto di un dispositivo intelligente per casa entro i prossimi due anni. Mentre 2 su 3 (67%) hanno dichiarato di essere interessati a comprare almeno un oggetto smart personale nello stesso arco temporale. I lavoratori in smart working sono quelli che hanno mostrato una propensione maggiore all’acquisto di prodotti smart per la casa e personali.

Quali prodotti si vendono di più?

L’aumento dei costi dell’energia e la situazione di incertezza economica hanno spinto in alto l’acquisto di dispositivi smart per il controllo dei consumi e l’efficientamento energetico, mentre lo smart working ha accelerato l’acquisto di prodotti per l’entertainment e la gestione della casa.

È quanto emerge da “Smart home e dispositivi personali smart: il punto di vista dei consumatori italiani”, ricerca condotta da BVA Doxa per UL Solutions, società che si occupa di certificazioni di sicurezza dei prodotti. L’indagine è stata condotta nel secondo semestre del 2022 su un campione composto da 1.000 persone (50% uomini e 50% donne) tra i 18-64 anni, rappresentativo dell’universo di riferimento per le principali variabili socio-demografiche. 

L’indagine ha analizzato in particolare le tendenze, la propensione e le ragioni d’acquisto nei settori smart home e smart personal device, la facilità di installazione dei dispositivi e le aree di miglioramento attese dai consumatori. Tra i criteri di scelta dei prodotti smart, gli intervistati hanno indicato ai primi posti come “molto importante”: una comunicazione chiara e trasparente sui possibili rischi per la privacy o la salute (48%), una app di gestione del dispositivo con ottime recensioni (45%), la certificazione del prodotto da parte di un ente indipendente (43%).

#BVADoxa e #SmartHome: cosa cercano gli italiani nella casa connessa? A What’s Next, ciclo di incontri di @Samsung, Andrea Tozzi di BVA Doxa ha presentato i dati sul percepito della smart home tratti da #CasaDoxa 2022. Guarda il video dell’intervento https://t.co/ZQjqkRiVD6

— BVA Doxa (@doxa_research) May 31, 2022

Timori e diffidenze

A proposito dei fattori che invece frenano l’adozione emergono i timori legati alla sicurezza e ai rischi per la salute. Circa il 30% degli intervistati ha espresso una paura legata alla sicurezza degli oggetti smart. Tra quelli che si dichiarano “molto preoccupati”, 1 su 3 teme fortemente possibili attacchi informatici e conseguenti rischi per la privacy, 1 su 4 è spaventato dalla possibilità che il proprio dispositivo smart possa essere hackerato e quindi controllato da terzi, e 1 su 5 teme in modo particolare i possibili effetti nocivi sulla salute dovuti alle emissioni di onde radio derivanti dall’utilizzo quotidiano degli oggetti smart.

Oggetti ‘smart’ analizzati

Lo studio ha esaminato quattro categorie di prodotti per la smart home (gestione della casa ed entertainment, elettrodomestici, safety & security ed efficienza energetica) e quattro nell’ambito dei dispositivi personali smart (oggetti indossabili per il fitness, prodotti per il monitoraggio della salute in tempo reale, sistemi di monitoraggio dei bambini e device per l’assistenza e il controllo delle persone fragili).

Per quanto riguarda i prodotti per la casa intelligente, dallo studio è emerso che i lavoratori in smart working, in particolare quelli che hanno iniziato tra il 2020 e il 2021 sull’onda dell’emergenza pandemica, hanno mostrato una propensione all’acquisto di prodotti smart maggiore rispetto al totale degli intervistati.

Sono più frequentemente uomini (+8%), tendenzialmente più giovani, con una concentrazione (+7%) nella fascia di età media (35-54enni). Analizzando le tendenze d’acquisto, gli smart worker hanno comprato più dispositivi per la casa rispetto al totale del campione (+7%), in particolare più sistemi smart per l’efficientamento energetico (+ 9%), device per la domotica e l’entertainment (+8%), elettrodomestici (+8%). 

La tendenza ad acquistare più prodotti smart da parte di chi lavora in remoto rispetto al totale dei partecipanti al sondaggio è ancora più evidente se si analizza il possesso di smart device personali (+12% nel complesso), in particolare i prodotti per l’health monitor (+9% negli ultimi due anni) e gli oggetti smart indossabili (+7%). Positiva, ma meno evidente, la differenza rilevabile per i prodotti per il monitoraggio e l’assistenza alle persone fragili (+3%).

Secondo i risultati della ricerca, negli ultimi due anni gli acquisti di dispositivi per la smart home hanno riguardato principalmente (60%) la gestione della casa e l’entertainment. Elettrodomestici e dispositivi smart per la sicurezza rappresentano ciascuno una quota del 39% degli acquisti dichiarati dagli intervistati, seguono a ruota con il 34% i dispositivi per l’efficientamento energetico. 

Le principali ragioni d’acquisto

Riguardano principalmente la comodità, la capacità di gestire apparecchi ed elettrodomestici a distanza tramite app e, naturalmente, la possibilità di rendere più sicura la propria casa. Ma la propensione agli acquisti futuri vede in cima alla classifica dei device per la casa intelligente i dispositivi per il controllo dei consumi e il risparmio energetico. 

L’aumento dei costi dell’energia, che nell’attuale contesto economico rappresenta un grave problema per famiglie e aziende, sta infatti diventando il principale driver di adozione. Secondo l’indagine di UL Solutions, al primo posto tra i prodotti smart home da acquistare nei prossimi due anni figurano: termostati, climatizzatori, sistemi di controllo della temperatura e dei consumi elettrici, prese e lampadine. Il trend, già in corso da qualche tempo, è destinato a crescere nel breve e medio termine.      

Tra le categorie di dispositivi smart personali, gli oggetti indossabili connessi per il fitness e il tempo libero (smartwatch, braccialetti, anelli, collane, borse, occhiali, cappelli e indumenti) risultano essere i più acquistati negli ultimi 2-3 anni (31%).

Seguono i dispositivi di health monitoring scelti nel 20% dei casi, probabilmente anche a seguito delle esigenze emerse durante la situazione sanitaria post Covid. Solo l’8% di coloro che hanno comprato oggetti smart personali ha acquistato sistemi di monitoraggio dei bambini (es. bracciali connessi, baby monitor WiFi) o per l’assistenza delle persone fragili. 

Le preferenze d’acquisto rilevate dall’indagine si riflettono anche sulla propensione per il futuro. I device per il benessere e quelli per il controllo della salute attraggono entrambi il 35% degli intervistati, mentre le intenzioni d’acquisto di sistemi per l’assistenza alle persone fragili (19%) e dispositivi per il monitoraggio dei bambini (11%) risultano più marginali. 

Tra i motivi d’acquisto più citati spicca il tema trasversale del controllo in ogni sua declinazione: controllo della salute, del benessere, della sicurezza delle persone fragili e dei bambini. Una necessità che può trovare risposta solo nell’impegno e nella capacità dei produttori di garantire l’affidabilità e la sicurezza di tutti questi oggetti, la protezione della privacy, la conformità agli standard e alle norme che ne regolano il corretto funzionamento. Per questo, in particolare nel caso degli apparecchi di monitoraggio dei bambini, la certificazione del prodotto da parte di un ente indipendente è considerata un fattore importante per la scelta.

A #WeChangeIT di @datamanager_it la CEO di #BVADoxa ha parlato di propensione ai consumi, atteggiamento verso il futuro, percezione della sicurezza e reazioni di consumatori e imprese. Il pubblico in sala ha partecipato a un instant poll: ecco i risultati https://t.co/EOsuWWI4i3 pic.twitter.com/bmQ8QbLjZ3

— BVA Doxa (@doxa_research) October 14, 2022

Per tutte e quattro le tipologie dei prodotti oggetto dell’indagine, si evidenzia una richiesta di miglioramento delle funzionalità e una maggiore chiarezza nel comunicare i vantaggi offerti dall’utilizzo di questi prodotti rispetto a sistemi più tradizionali. Colpisce la necessità di maggiore protezione della privacy espressa da coloro che hanno acquistato dispositivi per il fitness (35% del campione, la quota più elevata), indice di timori per la sicurezza e la riservatezza dei propri dati. 

Il giudizio in merito alla facilità di installazione e configurazione varia a seconda della tipologia di prodotto. Circa 8 utenti su 10 si sono occupati personalmente dell’installazione dei dispositivi acquistati. Nel caso dei device per il fitness, 7 utenti su 10 considerano facile la configurazione. Per le altre categorie, la procedura di installazione appare più complicata, forse perché meno intuitiva per prodotti entrati da poco nell’uso quotidiano.

Per quanto riguarda le app di gestione degli smart device personali, si osserva un buon livello di soddisfazione soprattutto per i dispositivi di fitness, ma emergono ampi spazi di miglioramento per le altre categorie di prodotto analizzate. Lo sviluppo di interfacce semplici e user friendly, un aggiornamento costante e funzionalità utili per il monitoraggio dell’attività sportiva, della salute personale e delle persone fragili sono molto apprezzate dai consumatori.


Gli italiani vogliono sempre più dispositivi smart per la loro casa

In smart working chi si fa carico dell’aumento dei costi energetici?

AGI – Smart working sì, smart working no oppure mai più? Siamo di fronte al dilemma. Il Dl Aiuti bis ha prorogato a metà settembre lo smart working nel settore privato fino al prossimo 31 dicembre, almeno per i soggetti fragili e i genitori con figli piccoli. Ma le pressioni per rimettere mano al lavoro da casa sono già in corso. Da un lato la maggior parte dei dipendenti preme per prolungarlo e renderlo, per comodità, il più possibile stabile, dall’altra imprenditori e aziende private e non solo tali, sollecitano il rientro negli uffici quanto prima. Come andrà a finire non è ancor detto.

Al momento è in corso un braccio di ferro sotterraneo: lo smart working rischia però d’essere vanificato da un dato di fatto, perché quello che dal 1969 a oggi è stato ribattezzato come “autunno caldo”, di lotte e di contrattazioni, quest’anno per via della guerra, la crisi energetica, l’aumento delle bollette di luce e gas, può passare alla storia come il primo “autunno freddo”, anzi freddissimo, quasi gelido. Ciò che rischia di sconvolgere tutte le posizioni, i principi e le leggi e le teorie costruite in questo ultimi uno o due anni sul lavoro agile.

Il motivo è semplice: nessuna delle parti in causa, imprenditori come dipendenti, vuole rimetterci del proprio, in termini energetici, di bolletta, di spesa in luce e gas, complessivamente in aumenti del costo della vita. Potremmo trovarci presto dinanzi a un bivio: da un lato le aziende che, per risparmiare in termini di luce elettrica e di riscaldamento a gas negli uffici, tendono a sospingere i lavoratori a rimanere a lavorare da casa mentre i secondi, per non doversi accollare personalmente le spese delle bollette salite alle stelle, chiedono invece di rientrare in ufficio, con un improvviso e complessivo cambio di fronte nelle posizioni.

Il caro energia spegne le città e riporta i dipendenti pubblici in smart working”, titolavano alcune pagine di giornale ancora nelle settimane scorse. Ma che vada così non è affatto scontato, perché nessuno dei soggetti in causa – datori di lavoro e lavoratori – vuole assumersi in proprio l’onere dei costi energetici cresciuti a dismisura negli ultimi mesi. Del resto, già nella fase della prima turbolenta e un po’ improvvisata sequenza del lavoro da casa molti dipendenti avevano lamentato la mancanza di organizzazione e di essere costretti ad usare, per esempio, il proprio computer, il proprio wi-fi, denunciando anche in alcuni casi la sospensione dei buoni pasto, ma oggi la questione rischia di diventare esplosiva considerato il grande balzo all’insù dei costi energetici.

Ridurre le spese energetiche, la soluzione coworking

Se per esempio un ente come la Regione Lazio si sta attrezzando a varare un piano di risparmio energetico da attuare nelle sedi di Roma e del Lazio, tra cui sono previste anche la riduzione dell’illuminazione negli uffici, con forse la chiusura anticipata di alcune strutture o degli uffici che non hanno contatti con il pubblico e che non forniscono servizi essenziali e la diminuzione della temperatura del riscaldamento come già fissato dal Governo per l’arrivo della stagione invernale, ci sono aziende che invece programmano turni di notte per poter meglio risparmiare.

La crisi energetica e il caro bollette mordono. Così imprese, aziende pubbliche e private, società, uffici sono di fronte ad un condizionamento inedito dovuto ai costi che oggi devono affrontare con un inevitabile riposizionamento sui criteri dello smart working in modo di poter intervenire a ridurre le spese energetiche dovute al riscaldamento, l’illuminazione e costi vivi vari. Un tema sicuramente nuovo, se non inedito finora. Ciò che si prefigura come una forma di “esternalizzazione dei costi” che si sposta inevitabilmente dalle aziende ai dipendenti. C’è dunque nei fatti un riposizionamento dello smart working, rispetto alla precedente esperienza dovuta alla pandemia, perché consentirebbe alle aziende di ridurre le spese di riscaldamento, illuminazione e costi che però a questo punto ricadrebbero direttamente sui lavoratori a casa. Ma sono disposti o accetteranno, quest’ultimi, di farsene carico?

È di sicuro un tema nuovo, che si configura come una sorta di ribaltamento dei rapporti e al tempo stesso prefigura la necessità di affrontare la materia attraverso una “compartecipazione da parte dell’impresa”, che forse dovrebbe in qualche misura contribuire a concorrere alle spese del lavoro da casa, perché comunque per le imprese si tratta di un notevole risparmio in sede. E ciò dovrebbe riguardare e coinvolgere anche il settore pubblico, della pubblica amministrazione, degli enti locali, come i Comuni, Provincie e Regioni.

In alternativa, si dovrebbe provvedere varando iniziative che puntino ad allargare l’area dei coworking, che al momento copre meno del 10% dei lavoratori contro l’esperienza dei paesi del Nord Europa: il lavoro da remoto si svolge al 50% nei coworking. Soluzione quest’ultima che potrebbe favorire in particolare i liberi professionisti, i quali se non riescono a sopportare in proprio i costi dovuti agli aumenti energetici possono sempre optare per la soluzione coworking, stabile o anche solo temporanea. Questi spazi sono comunque sempre una soluzione opportuna per poter suddividere e parcellizzare tra i più le spese.

Per tutti, inevitabilmente, oggi la parola d’ordine urgente è “tagliare”, ridurre. Risparmiare sui costi vivi. Per non soccombere, ciascuno nel proprio campo e settore. Una cosa è certa, il caro bolletta è una sfida allo smart working.

 


In smart working chi si fa carico dell’aumento dei costi energetici?

AQPET Riscaldatore Venus Smart 300 WATT


Fornitore: AQPET
Tipo: ACQUARIOLOGIA GENERICA
Prezzo: 47.87

VENUS SMART è un termoriscaldatore sommergibile, corredato di un display digitale intelligente con controllo esterno della temperatura, utilizzabile solo per il riscaldamento dell’acqua in acquari di acqua dolce, marina e tartarughiere.
Grazie al suo design innovativo a doppia tenuta si evitano dispersioni elettriche e può essere posizionato anche in vasche con un basso livello d’acqua. Progettato con un sistema a doppio sensore, garantisce misurazioni accurate della temperatura con precisione a ±0.2°C . Realizzato con un vetro al quarzo antideflagrante di alta qualità e spessore, possiede sistemi di sicurezza innovativi per evitare problemi dovuti sia alla mancanza d’acqua che alle sovra-temperature.


AQPET Riscaldatore Venus Smart 300 WATT