Ecco i 5 smartphone in arrivo nel 2021 con Snapdragon 875 e ricarica rapida da 100 W

Il 2020 è prossimo all’epilogo, e le case produttrici di smartphone stanno preparando il terreno per le loro prossime generazioni di dispositivi che piomberanno sul mercato nel 2021. In virtù del complicato anno vissuto, la maggior parte delle aziende per il prossimo punterà tutto sul chipset di Qualcomm, il SoC Snapdragon 875, che porterà prestazioni stellari grazie a un core Cortex-X1 e all’architettura a 5 nm, fornendo così un’efficienza energetica aggiuntiva. Ma questo non è l’unico elemento in cantiere, dal momento che l’occhio delle società si è rivolto anche verso la ricarica rapida e il 100 W potrebbe divenire uno standard e dalla Cina arrivano le conferme circa il numero di smartphone che sarà caratterizzato da questi due elementi chiave.

Saranno in tutto i dispositivi in programma per il primo trimestre dell’anno prossimo a poter contare su un chipset Snapdragon 875 e sulla tecnologia di ricarica rapida da 100 W. Secondo i rapporti, OnePlus 9, Samsung Galaxy S21+ e Xiaomi Mi 11 saranno tra questi, di cui di per certo è noto che quest’ultimo arriverà con una tecnologia di ricarica rapida all’avanguardia, mentre OnePlus avendo recentemente rivelato lo standard di ricarica rapida da 65 W con OnePlus 8T, non fa ben sperare verso il salto ai 100 W. Per quanto riguarda Samsung invece, ci si aspetta un maggiore impegno in questo campo nel 2021.

LEGGI ANCHE: Google Telefono avrà un nuovo nome e nuovo logo?

Gli altri due dispositivi con entrambe le tecnologie potrebbero provenire da Oppo, Vivo e persino Realme. Per avere ulteriori dettagli dovremo aspettare il corso delle prossime settimane.

L’articolo Ecco i 5 smartphone in arrivo nel 2021 con Snapdragon 875 e ricarica rapida da 100 W sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Xiaomi Mi 11 scalda i motori con il suo Snapdragon 875 (foto)

Xiaomi è uno dei produttori di smartphone attualmente più attivi nel panorama globale e continua a dimostrarlo attivamente nelle diverse fasce di mercato. Nelle ultime ore sono emersi i primi dettagli sul suo presunto prossimo top di gamma.

Su Geekbench è emerso un primo test sul dispositivo Xiaomi identificato dal codice M2012K11C: questo dispositivo è stato testato con Android 11 a bordo, 6 GB di RAM e un processore Snapdragon non ancora lanciato sul mercato, il quale si affiderebbe alla GPU Adreno 660. È lecito aspettarsi che questo SoC sia proprio lo Snapdragon 875, il nuovo top di gamma di casa Qualcomm.

LEGGI ANCHE: rimanete aggiornati sul Black Friday 2020

Se la caratura del processore dovesse essere confermata, e considerando anche il codice identificativo trapelato, immaginiamo che il dispositivo testato possa essere quello che arriverà in futuro come Xiaomi Mi 11. Vi terremo aggiornati sui prossimi sviluppi.

L’articolo Xiaomi Mi 11 scalda i motori con il suo Snapdragon 875 (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

HTC ricomincia da due : ufficiali i nuovi HTC U20 5G con Snapragon 765G e Desire 20 Pro con Snapdragon 665 (video)

HTC sembra essere davvero tornata, forse non con dei dispositivi top di gamma assoluti ma con due smartphone dotati di una scheda tecnica equilibrata, la quale potrebbe implicare un prezzo di lancio competitivo e maggior appeal sul mercato. Andiamo a vedere insieme i nuovi HTC U20 5G e HTC Desire 20 Pro, al momento ufficializzati esclusivamente a Taiwan.

HTC U20 5G: Caratteristiche Tecniche

  • Schermo: 6,8″ full HD+ (2.400 x 1.080 pixel), 20:9
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 765G
  • GPU: Qualcomm Adreno 620
  • RAM:  8 GB
  • Memoria interna: 256 GB (espandibile tramite microSD)
  • Fotocamere posteriori:
    • Principale: 48 megapixel ƒ/1.8
    • Ultra grandangolare: 8 megapixel FOV 118°, ƒ/2.2
    • Macro: 2 megapixel, ƒ/2.4
    • Profondità: 2 megapixel, ƒ/2.4
  • Fotocamera frontale: 32 megapixel, ƒ/2.0
  • Connettività: 5G, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac (2.4GHz, 5GHz), NFC, Bluetooth 5.0, GPS
  • Batteria: 5.000 mAh con ricarica rapida Quick Charge 4.0 a 18W
  • Dimensioni: 171,2 x 78,12 x 9,4 mm
  • Peso: 215,5 grammi
  • Colorazioni: Grey, Black, Green
  • SO: Android 10

HTC Desire 20 Pro: Caratteristiche Tecniche

  • Schermo: 6,5″
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 665
  • GPU: Qualcomm Adreno 610
  • RAM:  6 GB
  • Memoria interna: 128 GB (espandibile tramite microSD)
  • Fotocamere posteriori:
    • Principale: 48 megapixel ƒ/1.8
    • Ultra grandangolare: 8 megapixel FOV 118°, ƒ/2.2
    • Macro: 2 megapixel, ƒ/2.4
    • Profondità: 2 megapixel, ƒ/2.4
  • Fotocamera frontale: 32 megapixel, ƒ/2.0
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac (2.4GHz, 5GHz), NFC, Bluetooth 5.0, GPS, jack per le cuffie
  • Batteria: 5.000 mAh con ricarica rapida Quick Charge 3.0
  • Dimensioni: 162 x 77 x 9,4 mm
  • Peso: 201 grammi
  • Colorazioni: Light Blue, Black
  • SO: Android 10

Uscita e Prezzo

Al momento HTC non ha specificato i prezzi di lancio dei nuovi smartphone nel mercato taiwanese. L’azienda non ha nemmeno specificato se intende commercializzarli a livello internazionale. Vi terremo aggiornati sui prossimi sviluppi.

HTC U20 5G – Video

HTC Desire 20 Pro – Video

L’articolo HTC ricomincia da due : ufficiali i nuovi HTC U20 5G con Snapragon 765G e Desire 20 Pro con Snapdragon 665 (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

I fan di Samsung sono stufi dei chip Exynos: scatta la petizione online per invocare gli Snapdragon

L’annosa questione è riesplosa a seguito del lancio della gamma Galaxy S20. Perché in Europa (e in altre parti del mondo) Samsung vende i suoi smartphone equipaggiati con chip Exynos, quando le controparti con Snapdragon di Qualcomm offrono prestazioni migliori e un’autonomia maggiore?

Un recente casus belli lo abbiamo registrato in occasione del lancio europeo di Galaxy S10 Lite, animato dallo Snapdragon 855 e, a detta anche degli addetti ai lavori, visibilmente più rapido e scattante rispetto ai più blasonati fratelli della serie Galaxy S10, sul mercato da quasi un anno, con la controparte Exynos. Infine, a seguito dell’arrivo sul mercato dei Galaxy S20, i fan del produttore coreano hanno deciso di far sentire la propria voce.

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung Galaxy Note 10 Lite

Tramite una petizione sulla piattaforma change.org, migliaia di utenti stanno chiedendo a gran voce che Samsung adotti i chip Snapdragon per tutti i suoi dispositivi Android, senza più distinzioni fra aree geografiche. Negli Stati Uniti infatti, i Galaxy S20 (e i loro predecessori) montano SoC Qualcomm e la differenza in termini di prestazioni e autonomia è tangibile.

Difficilmente una petizione potrà influire in modo concreto sulle strategie di un mega colosso come Samsung, però non è escluso che questa sollevazione popolare non spinga i vertici del produttore coreano a riflettere sull’ipotesi. Oppure, che la prendano come un pungolo per migliorare i propri chip, tentando di colmare la distanza con Qualcomm.

L’articolo I fan di Samsung sono stufi dei chip Exynos: scatta la petizione online per invocare gli Snapdragon sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld