Come uccidere il marito e farla franca: Overboard arriva sul Play Store (foto e video)

Overboard è un simpatico gioco per amanti del mistero, dove, per una volta, non vestirete i panni del detective, ma quelli del killer. Già apprezzato su Nintendo Switch, Steam, ed iPhone/iPad, Overboard arriva ora anche per gli utenti Android.

È il 1935, e voi vestirete i panni di Veronica Villensey, attrice in viaggio navale dall’Inghilterra all’America assieme al facoltoso marito, che ci lascerà prima ancora che l’avventura abbia inizio, spinto fuori bordo da voi stessi. E da lì iniziano i problemi, perché mancano ancora 8 ore all’arrivo, voi avete perso un orecchino che potrebbe legarvi alla scena del crimine, e la nave è piena di “curiosoni”. Dovrete insomma cercare di farla franca, e non sarà facile.

I dialoghi sono tutti in inglese, ma se avete un minimo di dimestichezza con la lingua non ci saranno problemi. Per ogni azione avrete varie opzioni, ma ricordatevi di tenere sempre d’occhio il tempo che scorre in alto, perché se da una parte vorrete che quelle 8 ore passino in fretta, dall’altra dovrete anche assicurarvi di aver incolpato qualcun altro o almeno di aver coperto le vostre tracce, o alla fine verrete incolpati.

LEGGI ANCHE: Lucifer di Netflix sta per finire

Da notare che, una volta arrestati/morti, al giro successivo le risposte date nel round precedente saranno evidenziate, in modo che possiate scegliere più facilmente una strada diversa. E nonostante questo non sarà facile cavarsela.

Il gioco è infatti meno banale di quanto sembri, e vi capiterà facilmente di arrivare in fondo alle 8 ore pensando di averla fatta franca, per poi invece essere smascherati. Ci sono però due difetti: la rigiocabilità diventa scarsa una volta capito come uscirne (ci sono ovviamente più soluzioni), ed il prezzo di 6,99€ non è contenuto, soprattutto per un gioco che ha la “data di scadenza” appiccicata sopra. Allo stesso tempo però l’esperienza di gioco è originale, immediata, ed anche relativamente veloce, tanto che potrete cimentarvici facilmente anche nei ritagli di tempo. Se il genere vi piacesse a veste 7 euro che vi avanzano, non ve ne pentirete.

L’articolo Come uccidere il marito e farla franca: Overboard arriva sul Play Store (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Come uccidere il marito e farla franca: Overboard arriva sul Play Store (foto e video)

La Farnesina lancia il gioco “Italy. Land of Wonders” su App Store

Da un progetto voluto dal governo italiano, arriva su App Store il gioco “Italy. Land of Wonders”  pensato per promuovere le bellezze italiane in tutto il mondo.Dal design molto simile a Monument Valley, “Italy. Land of Wonders” mira a far conoscere il patrimonio culturale e i posti più belli dell’Italia, per un gioco pensato sia […]

Link all’articolo originale: La Farnesina lancia il gioco “Italy. Land of Wonders” su App Store


La Farnesina lancia il gioco “Italy. Land of Wonders” su App Store

Qualcuno ha già ricevuto il nuovo Play Store per Wear OS 3.0 (foto)

Sappiamo bene che Google sta preparando un rilevante rinnovamento di Wear OS, la sua piattaforma software per dispositivi indossabili, il quale è stato ufficializzato durante lo scorso Google I/O.

Mentre Google ancora non ha indicato esattamente le tempistiche di rilascio del nuovo Wear OS, nelle ultime ore sembra esserci stata una svolta in questo senso. Un utente avrebbe infatti già ricevuto il nuovo Play Store che arriverà con Wear OS 3.0 sul suo Suunto 7. Gli screenshot che vedete nella galleria in basso provengono proprio da tale utente e mostrano il nuovo look del Play Store: sono stati rinnovati gli elementi grafici, sono state implementate più informazioni relative alle app e sono state aggiornate le tonalità.

LEGGI ANCHE: Vivo X60 Pro, la recensione

Al momento non sappiamo se si tratta di un caso isolato oppure se Google ha già avviato il rollout della nuova versione del Play Store per Wear OS. Se così fosse suonerebbe strano vederlo prima dell’arrivo ufficiale di Wear OS 3.0. Fateci sapere se è successo anche a voi.

L’articolo Qualcuno ha già ricevuto il nuovo Play Store per Wear OS 3.0 (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Qualcuno ha già ricevuto il nuovo Play Store per Wear OS 3.0 (foto)

Queste app erano sul Play Store e rubavano le vostre password di Facebook

Sappiamo bene che l’universo del Play Store è costellato di tantissime app di ogni tipo, e a volte capita che tra queste ci sia qualche mela marcia. È proprio questo quanto scoperto recentemente da Dr. Web.

L’analisi di sicurezza effettuata su diverse app ha infatti rivelato la presenza di codici Trojan all’interno degli apk delle app ospitate sul Play Store. Ecco quali sono:

  • Processing Photo
  • App Lock Keep
  • Rubbish Cleaner
  • Hororscope Daily
  • Horoscope Pi
  • App Lock Manager
  • Lockit Master
  • Inwell Fitness
  • PiP Photo

LEGGI ANCHE: come provare la beta di macOS Monterey

Lo scopo di tali app era quello di rubare dati personali e molto sensibili, in particolare le password di Facebook. Questo è stato realizzato tramite la richiesta di accesso all’account personale degli utenti e l’implementazione di un’interfaccia di login al social fittizia. In questo modo i malware permettevano a coloro che li sfruttavano di prelevare senza consenso le credenziali personali di Facebook.

Le particolarità di questi malware consisteva nel fatto che, essendo presenti sul Play Store anche con buone recensioni in alcuni casi, sembravano affidabili e pertanto sono state installate da più di 5 milioni di utenti nel complesso.

In casi come questi gli utenti devono fare attenzione non solo alla provenienza dell’app e al numero di download ma anche alle richieste che l’app propone. Questo per evitare di “collaborare” con il malware e lasciare che questo rubi dati personali e sensibili. Le app incriminate sono state ora rimosse dal Play Store da parte di Google

L’articolo Queste app erano sul Play Store e rubavano le vostre password di Facebook sembra essere il primo su AndroidWorld.


Queste app erano sul Play Store e rubavano le vostre password di Facebook

Xiaomi fa cifra tonda e festeggia con i suoi fan: raggiunti i mille Mi Store a livello globale

Con molto orgoglio, Xiaomi durante la giornata odierna ha annunciato tramite il suo blog il raggiungimento dei mille Mi Store aperti a livello globale (oltre alla Cina), e per l’occasione ha deciso di festeggiare insieme ai suoi fan di tutto il mondo. Il traguardo dei mille punti vendita rappresenta una milestone importante per l‘espansione dell’azienda cinese, che ha deciso di premiare i suoi clienti con delle promozioni sia online che in store.

LEGGI ANCHE: Recensione Canon EOS M50 II

Questa significativa impresa è stata raggiunta nonostante le difficili circostanze che i negozi fisici stanno affrontando in tutto il mondo. Il successo degli Mi Store che sfidano questa tendenza testimonia la forza del marchio Xiaomi tra i consumatori e l’enorme potenziale che il suo business ha ancora sui mercati globali. Il primo Mi Store globale ha aperto le porte ai fan del marchio cinese nel 2016 a Singapore, e da allora il numero di negozi si è espanso rapidamente in tutto il mondo.

Per celebrare questa importante occasione, Xiaomi sta lanciando alcune iniziative. Le celebrazioni prenderanno il via con un evento promozionale online e nella maggior parte dei negozi Xiaomi offline. I regali esclusivi dell’evento saranno dotati di un logo Xiaomi appositamente progettato, composto dalla frase “Grazie” in decine di lingue diverse.

L’articolo Xiaomi fa cifra tonda e festeggia con i suoi fan: raggiunti i mille Mi Store a livello globale sembra essere il primo su AndroidWorld.


Xiaomi fa cifra tonda e festeggia con i suoi fan: raggiunti i mille Mi Store a livello globale

Le regole del Play Store diventano più stringenti per gli sviluppatori (foto)

Con un post suo blog dedicato agli sviluppatori, Google ha annunciato delle nuove linee guida per il Play Store. Queste regole hanno lo scopo di rendere meno confusionari i nomi delle applicazioni o degli sviluppatori stessi.

LEGGI ANCHE: Le novità Netflix di maggio

Per prima cosa, il limite di caratteri per il nome di un’app è ora di 30 e sono vietate parole che fanno riferimento alle performance del software, come ad esempio “top” o “best app”, o all’espetto economico, quindi sono vietate anche parole come “gratis”, “no ads” o “in sconto”. Sono inoltre vietati diversi elementi grafici sull’icona dell’app, come ad esempio un badge che informa gli utenti che l’app è in sconto.

Per quanto riguarda i nomi, sono vietate emoticon ed emoji e il testo non dev’essere tutto in maiuscolo, a meno che non si tratti del nome dell’app o dello sviluppatore. Le app che non rispetteranno queste regole non potranno essere accettate sul Play Store. Nella gallery in basso trovate alcuni esempio di cose da fare e da non fare, mentre maggior informazioni circa queste nuove linee guida sono disponibili su questa pagina.

L’articolo Le regole del Play Store diventano più stringenti per gli sviluppatori (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Le regole del Play Store diventano più stringenti per gli sviluppatori (foto)

Apple rifiuta di testimoniare all’udienza del Senato USA sugli app store

Dopo il rifiuto di partecipare ad un’udienza del Senato USA, arriva per Apple la richiesta ufficiale indirizzata direttamente a Tim Cook.

Link all’articolo originale: Apple rifiuta di testimoniare all’udienza del Senato USA sugli app store


Apple rifiuta di testimoniare all’udienza del Senato USA sugli app store