Trapelano tutti i dettagli di Pixel 4a 5G e Pixel 5, le differenze sono davvero poche!

Se stavate pensando di acquistare uno dei prossimi Pixel, ma non avevate ancora scelto quale, la notizia appena trapelata potrebbe avere tutto quello che serve per aiutarvi a prendere una decisione. Il sito tedesco WinFuture infatti è riuscito ad ottenere tutte le specifiche dei due modelli che Google lancerà a breve: Pixel 4a 5G e Pixel 5.

Scopriamo così che i due condividono davvero tantissimi aspetti a livello hardware e che le differenze sono minime, anche se non trascurabili. Prima di tutto Pixel 4a 5G ha uno schermo leggermente più grande, 6,2″ contro i 6″ di Pixel 5. La risoluzione è la stessa (2.340 x 1.080), ma ovviamente cambia la densità dei pixel. Più importante invece la frequenza di aggiornamento che sul modello più caro arriva a 90 Hz mentre su Pixel 4a 5G si ferma ai 60 Hz standard.

LEGGI ANCHE: Android compie 12 anni!

Anche il vetro a protezione del display è diverso: Gorilla Glass 6 per Pixel 5 e solo Gorilla Glass 3 per Pixel 4a 5G. Questi dettagli fanno sì che Pixel 4a 5G sia quindi un poco più grande e pesante (17 g in più), nonostante la scocca in plastica al posto dell’alluminio (riciclato al 100%) usato per Pixel 5. Da notare anche l’assenza della certificazione IP68 su Pixel 4a 5G, che però può vantare in esclusiva il jack da 3,5 mm. Infine Pixel 5 ha una batteria leggermente più capiente (4.000 mAh) e il supporto alla ricarica wireless e inversa.

Per il resto i due sono identici: stesso processore e GPU, fotocamere posteriori e frontale, assortimento di sensori, connettività e memoria. Diversa solo la RAM: 8 GB su Pixel 5, due in più di Pixel 4a 5G. Ad ogni modo per facilitarvi il confronto abbiamo riportato tutti i dati nella seguente tabella.

Pixel 5Pixel 4a 5G
OSAndroid 11
Display6”, OLED, 2.340 x 1.080 pixel, 432 ppi, Always-on Display, HDR, Corning Gorilla Glass 6, 90 Hz6,2”, OLED, 2.340 x 1.080 pixels, 413 ppi, Always-on Display, HDR, Corning Gorilla Glass 3
Memoria8 GB LPDDR4 RAM, 128 GB archiviazione6 GB LPDDR4 RAM, 128 GB archiviazione
CPUQualcomm Snapdragon 765G, chip di sicurezza Titan M
GraficaAdreno 620
Fotocamera posteriore12,2 MP dual pixel, f/1.7, 1,4 μm, autofocus a due fasi, OIS, EIS, 77°; grandangolare da 16 MP, f/2.2, 1,0 μm, 107°
Fotocamera frontale8 MP, f/2.0, 1,12 μm, 83°
Video fotocamera posteriore1080p @30 fps, 60 fps, 120 fps, 240 fps; 4K @30 fps, 60 fps
Video fotocamera frontale1080p @30 fps
SensoriProssimità / luce ambientale, accelerometro / giroscopio, magnetometro, lettore di impronte, barometro, spectral and flicker sensor
Connettività2G, 3G, 4G, 5G, USB-C 3.1 (1st gen), Wi-Fi 802.11 ac, Bluetooth 5.0 + LE, A2DP, NFC, Google Cast
SIMNano SIM, eSIM
GeolocalizzazioneGPS, GLONASS, Galileo, QZSS, BeiDou
AudioSpeaker stereo, 3 microfoni, USB-C, cancellazione del rumoreSpeaker stereo, 2 microfoni, jack da 3,5 mm jack, cancellazione del rumore
Materiali100% alluminio riciclato, IP68Policarbonato
Batteria4.000 mAh (4.080 mAh), ricarica rapida a 18 W, ricarica wireless e ricarica inversa3.800 mAh (3.885 mAh), ricarica rapida a 18 W
Dimensioni144,7 x 70,4 x 8,0 mm153,9 x 74,0 x 8,2 mm
Peso151 g168 g

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Trapelano tutti i dettagli di Pixel 4a 5G e Pixel 5, le differenze sono davvero poche! sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Disney+ si tinge di arancione: ecco tutti i nuovi arrivi in occasione dell’autunno

In fondo noi tutti sappiamo cosa significa quando le giornate iniziano a tingersi di giallo e di arancione e le temperature iniziano a farci venire la pelle d’oca: l’autunno (questa volta non l’inverno) sta arrivando! È tempo quindi di aprire gli armadi per riprendere le care coperte e spolverare la tazza in cui versare qualche calda bevanda, preparandoci ad una nuova stagione di film e serie TV fatta di tante nuove aggiunte, tra cui quelle annunciate da Disney+.

Il servizio streaming di Topolino arricchirà il suo catalogo con nuovi film originaliserie TVfilm di successo e documentari, tra questi ultimi due nuove docuserie: Vita da scimpanzé, di National Geographic, sul rifugio di scimpanzé di oltre 80 ettari in Louisiana, Chimp Haven, e Marvel 616, la docuserie antologica che esplora l’impatto dell’Universo Marvel.

LEGGI ANCHE: Alexa e A2A insieme per aiutare a differenziare i rifiuti

Di seguito vi riportiamo le novità in programma per i prossimi mesi:

Settembre

18 settembre

  • Becoming (Disney+ Original Series) – Racconta le storie delle origini di artisti e atleti attraverso le loro parole. Ogni personaggio fa un viaggio nei ricordi e offre uno sguardo intimo sulle lotte e i successi che li hanno portati dove sono oggi. I loro cari condividono storie inedite che mostrano il viaggio formativo che li ha portati a diventare una star.
  • La leggenda di un amore – Cinderella – Una giovane donna si innamora di un principe fingendo di essere una principessa Deve quindi lottare per nascondere la sua vera identità anche se una delle sue sorellastre si prepara per sposare il principe. Nel cast Drew Barrymore e Anjelica Huston.
  • Big – In questa commedia sincera interpretata da Tom Hanks, un ragazzino scopre che l’età adulta non è come se l’aspettava quando il suo desiderio di essere un adulto diventa magicamente realtà.

25 settembre 

  • La Società Segreta dei Principi Minori (Disney+ Original Film) – Conosciamo Sam, una principessa secondogenita. Non è la tipica figura reale e non si sente adatta a questo mondo. Dopo essere stata mandata in un collegio estivo dalla madre, la Regina, Sam scopre che è uno stratagemma; lei e gli altri studenti apprendono di avere dei superpoteri e che si trovano lì per riuscire a diventare parte della Società Segreta dei Principi Minori. Riusciranno a imparare a usare i loro poteri per salvare i loro regni?
  • Gli Eroi del Disney’s Animal Kingdom (Disney+ Original Series) – Gli Eroi del Disney’s Animal Kingdom, con la voce narrante di Josh Gad nella versione originale, offre agli spettatori un accesso esclusivo alla magia di due delle attrazioni con gli animali più amate di tutto il mondo, il parco a tema Disney’s Animal Kingdom e The Seas with Nemo & Friends a EPCOT. Gli spettatori avranno un accesso senza precedenti agli animali dei Parchi e incontreranno gli esperti nella cura degli animali che hanno stretto dei legami straordinari con loro.

Ottobre

9 ottobre

  • Talenti Spaziali (Disney+ Original Series) – L’incredibile storia dei primi astronauti americani basata sull’iconico bestseller di Tom Wolfe. All’apice della Guerra Fredda, la neo costituita NASA seleziona sette dei migliori piloti collaudatori militari per diventare astronauti. In competizione per essere i primi nello spazio, questi uomini raggiungono questo traguardo straordinario, ispirando il mondo a guardare verso un nuovo orizzonte di ambizione e speranza.

16 ottobre

  • Nuvole (Disney+ Original Film) – In una storia vera d’ispirazione, il giovane musicista Zach Sobiech scopre che il suo cancro si è diffuso, lasciandogli solo pochi mesi di vita. In poco tempo, Zach segue il suo sogno e realizza un album, ignaro del fatto che presto diventerà un fenomeno musicale virale. Alla fine, la musica dà un nuovo significato alla vita di Zach e lo aiuta a trovare il modo perfetto per dire addio… con una canzone che verrà ascoltata in tutto il mondo.
  • Vita da scimpanzé (Disney+ Original Series) – Vita da scimpanzé conduce gli spettatori nella vita segreta di una delle riserve naturali più grandi e uniche al mondo – Chimp Haven – un rifugio di oltre 80 ettari nascosto nel cuore boschivo della Louisiana, che ospita oltre 300 scimpanzé. Questa serie composta da sei episodi targata National Geographic, tiene traccia degli alti e bassi di questo straordinario gruppo di scimpanzé a cui viene data una seconda possibilità di vita da uno staff la cui dedizione, compassione e impegno non conoscono limiti.

23 ottobre

  • La Storia di Olaf (Disney+ Original Short) – Le inedite origini di Olaf, il pupazzo di neve amante dell’estate che ha fatto sciogliere i cuori nel film di animazione premio Oscar del 2013 Frozen – Il Regno di Ghiaccio e nel suo acclamato sequel del 2019, vengono rivelate nel nuovissimo cortometraggio dei Walt Disney Animation Studios, La Storia di Olaf. Il corto segue i primi passi di vita di Olaf, alla ricerca della sua identità sulle montagne innevate nei pressi di Arendelle.
  • La grande bugia (Disney+ Original Series) – Il primo game show originale di Disney+, La grande bugia, torna per altri 15 episodi. Presentato da Yvette Nicole Brown e con Rhys Darby nel ruolo del suo assistente robot, C.L.I.V.E., ogni episodio mette i bambini in competizione mentre interrogano gli adulti per trovare il vero bugiardo.

30 ottobre

  • The Mandalorian Stagione 2 (Disney+ Original Series) – Il Mandaloriano e il Bambino continuano il loro viaggio, affrontando nemici e radunando alleati mentre si fanno strada attraverso una galassia pericolosa nell’era tumultuosa dopo il crollo dell’Impero Galattico.

Novembre

  • LEGO Star Wars Holiday Special (Disney+ Original Special) – The LEGO Star Wars Holiday Special riunisce Rey, Finn, Poe, Chewbacca, Rose e i droidi per una gioiosa festa nel giorno del Life Day, una festività introdotta per la prima volta nello “Star Wars Holiday Special” del 1978. Il nuovo speciale LEGO è il primo a fare il suo debutto su Disney+ e darà seguito alla grande storia di collaborazione tra Lucasfilm e LEGO, con giocose avventure raccontate nel modo accattivante e irriverente che caratterizza i contenuti targati LEGO Star Wars.
  • Il meraviglioso mondo di Topolino (Disney+ Original Series) – Non c’è altro che divertimento ed entusiasmo per Topolino e i suoi migliori amici che intraprendono le più grandi avventure vissute finora, destreggiandosi tra gli imprevisti di un mondo selvaggio e bizzarro in cui la magia Disney rende possibile l’impossibile.
  • Marvel 616 esplora come la ricca eredità Marvel di storie, personaggi e creatori viva anche nel mondo esterno. Ogni documentario, diretto da uno straordinario regista, approfondisce gli intrecci tra narrazione, cultura pop e fandom nell’Universo Marvel. Gli episodi di questa serie antologica affronteranno argomenti che includono tutti gli artisti Marvel di fama mondiale e le donne pioneristiche di Marvel Comics, alla scoperta dei personaggi Marvel “dimenticati” e molto altro.

Questa serie di nuove aggiunte va ad unirsi alla sempre più ricca libreria di Disney+, che da poco ha iniziato a contare titolo come The Greatest Showman Wolverine – L’immortale.

L’articolo Disney+ si tinge di arancione: ecco tutti i nuovi arrivi in occasione dell’autunno sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Ecco OnePlus 8T in mostra da tutti i lati e (quasi) tutte le sue specifiche appena trapelate (video e foto)

Ormai sono praticamente passati cinque mesi dal lancio di OnePlus 8. Ciò significa che l’azienda cinese è pronta a presentare il suo nuovo modello: OnePlus 8T. Mentre l’annuncio ufficiale è atteso per la fine del mese o per l’inizio di ottobre, il telefono è stato da poco certificato dall’ente indiano BIS, segno che il suo arrivo è davvero imminente. A confermare tutto ciò è appena piovuta in Rete una serie di leak in cui lo smartphone viene mostrato da tutti i lati insieme a molte delle sue specifiche tecniche.

Le immagini che potete ammirare a fine articolo sono però basate su schemi interni e non sui soliti progetti CAD 3D, per cui non è possibile conoscere le dimensioni esatte del dispositivo. Mentre arriva una nuova conferma dell’assenza di un possibile OnePlus 8T Pro, l’unico modello si prepara a sfoggiare diverse novità, che a livello hardware lo metteranno alla pari se non al di sopra anche di OnePlus 8 Pro.

LEGGI ANCHE: La nostra prova di OxygenOS 11 su OnePlus 8

Lo schermo infatti ha una diagonale di 6,55″ in risoluzione HD+ e refresh rate a 120 Hz, il vetro sarà piatto con un piccolo foro nell’angolo in alto a sinistra per la fotocamera frontale da 32 MP (raddoppiata rispetto al passato). Il comparto fotografico sul retro sarà contenuto in una “toppa” (che non appare esattamente piccola), in cui i quattro sensori sono disposti a C con il flash LED. La lente principale sarà da 48 MP + un grandangolare da 16 MP + un macro da 5 MP + un sensore di profondità da 2 MP.

Contrariamente alle aspettative e ai primi benchmark emersi, sembra che OnePlus 8T possa essere equipaggiato con Snapdragon 865 ed essere lanciato in due tagli di memoria: 8/128 GB e 12/256 GB. La Batteria arriverà a 4.500 mAh, ma per la prima volta ci sarà il supporto alla ricarica a 65 W (era fermo a 30W da qualche anno ormai). Completano il quadro OxygenOS 11 con Android 11, connettore USB-C e microfono a cancellazione del rumore sul lato superiore. E il prezzo? Purtroppo ancora nessuna notizia.

L’articolo Ecco OnePlus 8T in mostra da tutti i lati e (quasi) tutte le sue specifiche appena trapelate (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Curiosi di vedere i nuovi Samsung? Ecco un video unboxing di tutti (ma proprio tutti) i dispositivi annunciati

Durante l’ultimo Galaxy Unpacked Event Samsung ha presentato i nuovi dispositivi che verranno lanciati nelle prossime settimane. Non si tratta soltanto di smartphone – che pure probabilmente rappresentano la maggiore attrattiva per la platea – ma anche del tablet Galaxy Tab S7, dello smartwatch Galaxy Watch 3 e dei nuovi auricolari true wireless Galaxy Buds Live.

Tuttavia, come dicevamo, l’attenzione generale era focalizzata sui nuovi Galaxy Note 20 e Galaxy Z Fold 2 (non tralasciando la versione 5G di Galaxy Z Flip). L’operatore telefonico T-Mobile ha avuto modo di mettere le mani in anteprima non solo sugli smartphone, ma proprio su tutti i dispositivi quelli presentati.

LEGGI ANCHE: La nostra prova degli smartphone più potenti del momento

Ne è scaturito un lunghissimo video unboxing di 26 minuti che li mostra dal vivo permettendo di farsi un’idea più precisa di come possano essere, in attesa di vederli dal vivo in qualche store. Ma bando alle ciance, vi lasciamo subito al filmato.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Curiosi di vedere i nuovi Samsung? Ecco un video unboxing di tutti (ma proprio tutti) i dispositivi annunciati sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Xbox Game Showcase: ecco tutti i giochi per Xbox Series X e xCloud mostrati da Microsoft

Finalmente ci siamo: anche Xbox Series X ha svelato una parte delle sue carte, anche se Microsoft stessa ci ha tenuto a sottolineare come questo sia solo un minuscolo assaggio di ciò che vedremo in futuro sulla sua nuova console. Andiamo quindi ad analizzare tutti i nuovi titoli appena svelati, così da farci un’idea più chiara a riguardo.

As Dusk Falls

Un drama interattivo sviluppato da INTERIOR/NIGHT, un nuovo studio composto da vari veterani dell’industria videoludica. Davvero particolare il trailer, dategli un’occhiata.

CrossfireX

Nota perlopiù in oriente, questa saga di sparatutto in prima persona si prepara a fare breccia nel cuore dei giocatori di tutto il mondo con un nuovo capitolo, CrossfireX, che avrà sia una campagna, sia una robusta modalità multigiocatore. Durante l’evento Xbox, è stato ufficializzato il lancio entro la fine del 2020 su Xbox One e Xbox Series X. Curioso il modello di monetizzazione: l’online sarà gratuito, mentre la campagna dovrà essere acquistata separatamente.

State of Decay 3

Un terzo capitolo di State of Decay! Non ce lo aspettavamo, anche se purtroppo il trailer mostrato da Microsoft in realtà non svela né la data di uscita né tanto meno quello che proporrà il gioco. Però ci fa molto piacere sapere che gli Xbox Game Studios puntano ancora sulla serie!

Everwild

Titolo interessante quello di Rare, peccato non si conosca nulla a riguardo, nonostante sia passato quasi un anno dal suo annuncio. Il nuovo filmato sottolinea più che altro l’argomento, cioè quello di un mondo magico dove, nelle vesti di un Eterno, bisognerà stabilire del legami con la natura. Uscirà prossimamente su Xbox Series X, PC Windows 10 e Xbox Game Pass.

The Gunk

Dai creatori del franchise di SteamWorld, una nuova serie di azione che ci proietta in un mondo esotico e sconosciuto. Affronteremo “terribili nemici” e puzzle ambientali.

Grounded

Obsidian si prende in giro da sola per questo suo titolo “piccolo” sia nelle ambizioni che nel concept: si tratta di un simpatico videogioco cooperativo nel quale è necessario resistere ad un invasione di insetti nei panni di un gruppo di ragazzi inspiegabilmente minuscoli: bisognerà infatti trovare un modo per tornare alla grandezza naturale. L’uscita è vicina, 28 luglio su PC e Xbox One, in versione accesso anticipato.

The Medium

Sarà lanciata a Natale 2020 la nuova fatica dai creatori di Layers of Fear, maestri dell’orrore. Anche The Medium sembra parecchio interessante, poiché fa impersonare ai giocatori una ragazza che dovrà esplorare due realtà contemporaneamente.

The Outer Worlds: Peril on Gorgon

Il 9 settembre verrà pubblicata l’espansione di The Outer Worlds, cioè Peril on Gorgon. Ci sarà infatti una avventura inedita ad aspettarvi, densa di nuove armi, armature abilità e tanto altro.

Phantasy Star Online 2: New Genesis

La celebre serie SEGA poco conosciuta in occidente, ma comunque molto apprezzata, arriverà nel 2021 sulla famiglia di console Xbox. Il trailer promette davvero bene! Dovreste tenerlo d’occhio se vi piacciono le esperienze online.

Tell Me Why

Agosto sarà il mese di Tell Me Why, il nuovo gioco narrativo dagli autori di Life is Strange. Il titolo esplorerà l’infanzia travagliata di due gemelli e vedrà come protagonisti Tyler e Alyson Ronan, profondamente provati da una serie di eventi che non riescono a ricordare alla perfezione: in più, Tyler si distinguerà per essere il primo personaggio principale transgender in un videogioco. Il primo dei tre episodi sarà appunto pubblicato il 27 agosto, mentre i successivi dovrebbero essere lanciati poco dopo.

Destiny 2: Oltre La Luce

Il 10 novembre 2020 arriverà sul mercato la nuova espansione di Destiny 2, intitolata Oltre La Luce. La bella notizia è che tutte le espansioni saranno incluse in Xbox Game Pass a partire da settembre, con l’aggiunta di Oltre La Luce non appena sarà disponibile. Inoltre, Destiny 2 sarà ottimizzato per Xbox Series X e sarà capace di raggiungere il traguardo dei 60 fps/4K.

S.T.A.L.K.E.R. 2

A sorpresa emerge anche un trailer di S.T.A.L.K.E.R. 2 che farà il suo debutto su Xbox Series X. Le atmosfere post-apocalittiche di Chernobyl ci paiono particolarmente azzeccate per la next-gen. Ancora però non sappiamo quando uscirà.

Tetris Effect: Connected

Tetris​ Effect: Connected è una versione speciale del meraviglioso puzzle game Tetris Effect che potrà contare su una nuova modalità cooperativa e sul multiplayer competitivo in locale o online. Arriverà a Natale, probabilmente con l’uscita di Xbox Series X.

Psychonauts 2

Si mostra ancora una volta Psychonauts 2, bellissimo nel saper proporre un gioco di piattaforme diverso da qualunque altra cosa lì fuori. Peccato non si conosca la data di uscita precisa, sulla quale Double Fine continua a sorvolare. C’è però una buona notizia: ci sarà Jack Black!

Warhammer 40,000: Darktide

Avete giocato a Vermintide 2 (o al primo)? Siete nel posto giusto. Fatshark torna con un capitolo dedicato all’ambientazione futuristica Warhammer 40.000. Si tratta sempre di un cooperativo online per 4 giocatori e arriverà nel 2021.

Giochi Xbox One ottimizzati per Series X

Sul blog ufficiale Xbox è stata diramata anche una lista di giochi che saranno ottimizzati per Xbox Series X:

  • Forza Horizon 4
  • Gears 5
  • Gears Tactics
  • Ori and the Will of the Wisps
  • Sea of Thieves

Ci saranno anche vari titoli di terze parti che, per l’occasione, risulteranno ottimizzati:

  • Assassin’s Creed Valhalla
  • Bright Memory Infinite
  • Call of the Sea
  • Chorus
  • DiRT 5
  • Madden NFL 21
  • Scarlet Nexus
  • Scorn
  • Second Extinction
  • The Ascent
  • Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2
  • Watch Dogs: Legion
  • Yakuza: Like a Dragon

Che ve ne pare? Siete soddisfatti degli annunci o vi aspettavate di più? Prima di chiudere, vi ricordiamo che a questa pagina potete conoscere maggiori dettagli sulla nuova, potente console Microsoft.

L’articolo Xbox Game Showcase: ecco tutti i giochi per Xbox Series X e xCloud mostrati da Microsoft sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Galaxy Note 20 senza veli: pochi compromessi ma più alla portata di tutti, trapela la scheda tecnica (foto)

Manca sempre meno al Samsung Unpacked che si terrà il prossimo 5 agosto, evento durante il quale il produttore sudcoreano ufficializzerà la nuova serie top di gamma Galaxy Note 20 e non solo. Nelle ultime ore sono trapelate importanti informazioni sulla variante più piccola dei nuovi top di gamma Samsung.

La variante classica di Galaxy Note 20 sarà caratterizzata da un prezzo più abbordabile rispetto alle altre, pur non dovendo rinunciare alle principali feature che vedremo sulle varianti più grandi e più costose. Per cominciare, il display sarà un Super AMOLED da 6,7″ con refresh rate a 60 Hz e risoluzione 2.400 x 1.080 pixel. Sotto il cofano troveremo un Exynos 990, accoppiato a 8 GB di RAM e 256 GB di storage interno.

LEGGI ANCHE: OnePlus Buds, la recensione

Il comparto fotografico posteriore presenterà un sensore principale da 12 megapixel con pixel di superficie ampia, pari a 1,8 µm, e autofocus automatico Dual Pixel. A questo verrà affiancato un grandangolare da 12 megapixel, f/2,2, con pixel ampi 1,4 µm, un sensore da 64 megapixel per lo zoom ottico 3x, f/2.0 e pixel ampi 1,0 µm. I tre sensori offriranno anche lo zoom digitale 30x e la registrazione video 8K. La fotocamera frontale avrà un sensore da 10 megapixel, f/2.2 con autofocus Dual Pixel.

Il Galaxy Note 20 avrà il supporto 5G opzionale, modulo Bluetooth 5, supporto al Wi-Fi 6, NFC, USB Type-C 3.2. Anche per la variante classica troveremo la S Pen a bassa latenza e le ottimizzazioni per Xbox e Project xCloud.

Per avere il quadro completo andiamo a vedere le caratteristiche trapelate finora su Note 20 a confronto con quelle emerse sul conto della variante Ultra:

Galaxy Note 20 Ultra 5GGalaxy Note 20 (5G)
Sistema operativoAndroid 10 con Samsung One UI
ProcessoreCPU octa-core di Exynos 990 a 2,7 GHz
DisplayDisplay AMOLED Infinity dinamico da 6,9″, 120 Hz, 19.3:9, Gorilla Glass 7Super AMOLED da 6,7″, 60 Hz
RisoluzioneWQHD / 3.200 x 1.440 pixel, 508 ppiFHD / 2.400 x 1.080 pixel, 393 ppi
Memoria12 GB di RAM, 256/512 GB (ulteriori varianti di storage possibili), microSD8 GB di RAM, 256 GB
Fotocamera posterioreTripla fotocamera, 108 MP f/1.8, 12 MP ultra wide angle f/2.2, 12 MP 5x zoom ottico f/3.0, laser autofocus, 50x zoomTripla fotocamera, 12 MP f/1.8, 12 MP ultra wide angle f/2.2, 64 MP Tele 3x zoom ottico f/2.0, zoom 30x
Fotocamera anteriore10 MP (f/2.2, messa a fuoco automatica)
Risoluzione videoRegistrazione fino a 8K (fotocamera principale)
Reti2G, 3G, 4G/LTE, 5G-Ready
ConnettivitàDoppia SIM – eSIM, Bluetooth 5.0, USB Type-C (Gen 3.2), NFC, WiFi 6, Wireless DeX
SicurezzaRiconoscimento facciale, Lettore di impronte digitali nel display, Samsung Pay, Samsung Knox, IP68
S-PenLatenza 9 msLatenza 26 ms
Batteria4.500 mAh, carica rapida, carica a induzione4.300 mAh, carica rapida, carica a induzione
ColorazioniMystic Black, Mystic BronzeMystic Black, Mystic Bronze, Mystic Green
Dimensioni164,8 x 77,2 x 8,1 mm161,6 x 75,2 x 8,3 mm

L’articolo Galaxy Note 20 senza veli: pochi compromessi ma più alla portata di tutti, trapela la scheda tecnica (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Un unico alimentatore per tutti i dispositivi, eco-sostenibile e tutto italiano? Lo trovate su Indiegogo a 65€ (foto)

In ogni casa, che sia più o meno smart, ci sono ormai tantissimi dispositivi elettronici che a loro volta implicano la presenza di diversi alimentatori. Sappiamo bene che una delle discriminanti importanti tra i diversi modelli è la potenza di input / output.

La startup italiana El3mentz ha avuto un’idea interessante consistente nella realizzazione di un alimentatore universale ed eco-sostenibile. Si chiama Edge e ha un look con poliedrico (lo vedete nella galleria in basso), mentre di seguito elenchiamo le principali caratteristiche:

  • Riconosce automaticamente il dispositivo al quale viene collegato, erogando una potenza di output compatibile.
  • È interamente realizzato in plastica riciclata.
  • I cavi collegati sono progettati per durare a lungo e per essere facilmente sostituiti.
  • Diverse colorazioni disponibili.
  • Modularità sviluppata al massimo per evitare sprechi e ingombri inutili.
  • Compatibile con tantissime tipologie di cavo per alimentatori.

LEGGI ANCHE: le migliori novità di Netflix di luglio 2020

L’alimentatore Edge è attualmente protagonista di una campagna di crowdfunding su Indiegogo, dove potete finanziarlo versando un contributo a partire da 65€. La campagna si chiuderà il prossimo 29 luglio, realizzazione è prevista durante l’estate e le prime consegne del prodotto dovrebbero completarsi entro dicembre 2020. Vi lasciamo il link alla pagina dedicata su Indiegogo per maggiori dettagli.

 

L’articolo Un unico alimentatore per tutti i dispositivi, eco-sostenibile e tutto italiano? Lo trovate su Indiegogo a 65€ (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Google, i dati saranno eliminati in automatico (ma non per tutti)

AGI – Dicembre 2018: Sundar Pichai si presenta davanti al Congresso, che (in modo non sempre competente) interroga il ceo di Google su privacy e censura.Pichai se la cava bene (salvo qualche balbettio sul progetto Dragonfly, il motore di ricerca a misura di Cina). Ma da quella tornata di audizioni, ha riservato maggiore attenzione alle impostazioni sulla privacy, rinnovandole a folate. Adesso ne è arrivata un’altra. Mountain View rende per la prima volta automatica la cancellazione dei dati, semplifica la navigazione in incognito e inserisce il controllo dell’account direttamente tra i risultati di ricerca (con l’obiettivo di renderlo più accessibile). Ecco quali sono le novità, annunciata dal ceo in un lungo post.

L’eliminazione programmata

Lo scorso anno, Google ha introdotto la possibilità di impostare l’eliminazione programmata di dati come la cronologia delle posizioni o le ricerche. Opzioni disponibili: 3 o 18 mesi. L’utente però doveva prendersi la briga di entrare nella gestione attività e spuntare manualmente la propria scelta. Adesso questa stessa funzione diventa predefinita. Quando si attiverà per la prima volta la Cronologia della posizioni (che di default è disattivata) l’eliminazione viene fissata a 18 mesi. Lo stesso vale per le Attività web e app (cioè le informazioni raccolte da posizione, ricerche, navigazione). Per YouTube, invece, i tempi si allungano: 36 mesi di base (che con un intervento manuale possono diventare 3 o 18). 

Attenzione: queste novità valgono solo per i nuovi account o per chi non avesse mai attivato la Cronologia delle posizioni (quindi comunque account molto recenti). In tutti gli altri casi non ci sarà alcun cambiamento e, a meno di un intervento dell’utente, i dati continueranno a essere nelle mani di Google fin quando vorrà Google. La società, però, invierà notifiche e mail per ricordare che è possibile impostare la cancellazione automatica. Mountain View lo dice da tempo e lo ripete: “Le vostre informazioni dovrebbero essere conservate in un prodotto solo per il tempo necessario a renderlo utile per voi”. Ma quanto tempo serva perché sia “utile per noi” lo decide ancora – in buona parte – Google.

Il controllo della privacy nel motore di ricerca

L’altro mantra di Google è “a voi il controllo”. Non è un controllo integrale, certo. Ma negli ultimi mesi la società ha reso gli strumenti per la gestione della privacy più accessibili. Niente più caccia al tesoro per trovare la sezione giusta: l’area riservata alla gestione dell’account è stata resa più essenziale e pulita, ma non sempre risulta facilmente rintracciabile per chi non ha idea di dove mettere le mani. Cosa si fa quando si vuole ottenere un’informazione? La si cerca su Google. Ecco, appunto: Pichai porta il controllo dell’account direttamente sul motore di ricerca. Quando si cercheranno chiavi come “Account Google” o risposte alla domanda “Il mio Account Google è sicuro?”, comparirà un riquadro che contiene le impostazioni di privacy e sicurezza.

Navigazione in incognito più intuitiva

Viene semplificata la navigazione in incognito. Adesso è necessario cliccare sui tre puntini che compaiono accanto alla barra degli indirizzi, far aprire una tendina e scegliere “nuova scheda in incognito” per navigare e fare ricerche in (relativa) ombra. Già adesso sull’app di Google per iOS e “a breve su Android e altre app”, basterà una pressione prolungata sull’immagine profilo per attivare la modalità incognito. Prossimamente, dovrebbe essere possibile mantenerla saltando da un’applicazione all’altra di Google (ad esempio da Maps a Youtube). Ma a questo la società sta ancora lavorando. Risponde all’esigenza di semplificare anche la modifica della sezione Controllo privacy. Avrà “raccomandazioni proattive, inclusa una serie di consigli per guidarvi attraverso le impostazioni”.

Controllo password con meno click

La sezione Controllo sicurezza è stata lanciata cinque anni fa. È uno strumento che, in modo immediato, permette di visualizzare eventuali rischi legati a visite indesiderate: indica infatti quali dispositivi hanno accesso all’account, quali sono le app di terze parti autorizzate, se è prevista una mail di ripristino. “Nelle prossime settimane”, scrive Pichai, il Controllo password (lo strumento che controlla quali sono quelle salvate nell’account e se sono state compromesse) diventerà “parte integrante del Controllo sicurezza”. Già oggi le due sezioni sono collegate. Ma con l’integrazione si risparmiano un paio di click e si offre una visibilità più immediata di eventuali rischi.  

Agi

L’app Mi Calendar di Xiaomi approda sul Play Store, ma non tutti potranno scaricarla

Xiaomi è uno di quei produttori che sviluppano diverse app proprietarie per i propri dispositivi Android. Tra queste troviamo il suo file manager e l’app Calendario.

Seguendo l’esempio di OnePlus, Xiaomi ha iniziato a distribuire questa tipologia di app proprietarie attraverso il Play Store: la strategia sicuramente semplifica il processo di aggiornamento delle app, il quale non è subordinato a un aggiornamento del sistema. Nelle ultime ore Xiaomi ha pubblicato l’app Mi Calendar sul Play Store, la versione più aggiornata si riferisce alla build 12.0.0.3.

LEGGI ANCHE: Huawei P40 Pro+, la recensione

L’app Mi Calendar di Xiaomi però sarà accessibile esclusivamente per gli smartphone del produttore cinese. Qui sotto trovate il badge per raggiungere la pagina dedicata sul Play Store.

L’articolo L’app Mi Calendar di Xiaomi approda sul Play Store, ma non tutti potranno scaricarla sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Tutti i prezzi dei nuovi dispositivi Xiaomi per l’Italia svelati oggi: Mi TV, Redmi, Mi Note 10, Mi 10 Lite

Oggi, in occasione dello Xiaomi Live Show, il celebre marchio cinese ha svelato i dettagli di commercializzazione dei suoi prodotti più recenti lanciati sul mercato. Il produttore ha approfittato dell’occasione per snocciolare anche alcuni dei suoi numeri. Il brand compie 2 anni qui in Italia, pochi sì, ma sufficienti per raggiungere il terzo posto del podio tra i principali venditori di smartphone sul territorio nazionale.

Pensate che Xiaomi nel Bel Paese ha guadagnato una quota di mercato pari al 16%, con una crescita su base annua del +306%. Ma torniamo ai protagonisti dello show, tutti i nuovi dispositivi dell’ecosistema Xiaomi in arrivo in Italia. E soprattutto, parliamo di prezzi! Ma prima facciamo un po’ di chiarezza su quello che sta succedendo lato smartphone:

Redmi Note 9 e Note 9 Pro

I due smartphone saranno disponibili già da oggi in più varianti. Redmi Note 9 da 3/64 GB e Redmi Note 9 Pro nella versione da 6/64 GB saranno disponibili su mi.com, Mi Store e Amazon, mentre Redmi Note 9 da 4GB+128GB e Redmi Note 9 Pro da 6GB+128GB saranno acquistabili presso i Mi Store, tutte le principali catene di distribuzione e i principali operatori telefonici.

  • Redmi Note 9
    • 3/64 GB – 199,90€
    • 4/128 GB – 229,90€
  • Redmi Note 9 Pro
    • 6/64 GB – 269,90€
    • 6/128 GB – 299,90€

Inoltre, solo per le prime 24 ore, sarà possibile acquistare su mi.com e su Amazon Redmi Note 9 nella variante da 3GB+64GB e Redmi Note 9 Pro da 6GB+64GB a un prezzo Early Bird rispettivamente pari a 179,90€ e 249,90€. Il Redmi Note 9 Pro su Amazon lo trovate seguendo questo link. Il  Redmi Note 9  invece lo trovate qui.

Mi TV

Alcuni modelli dei televisori Xiaomi con Android TV erano già acquistabili in Italia. Comunque il marchio ha fatto chiarezza oggi comunicando anche i prezzi dei modelli più grandi:

  • Mi TV 4S 65″ – Sarà in vendita da luglio al prezzo di 699€
  • Mi TV 4S 32″ – In vendita da oggi a 199€ presso i Mi Store Autorizzati e su Amazon
  • Mi TV 4S 43″ – In vendita da oggi a 399€ presso i Mi Store Autorizzati e su Amazon
  • Mi TV 4S 55″ – In vendita da oggi a 499€ presso i Mi Store Autorizzati e su Amazon

Inoltre solo per le prime 24 ore, sarà possibile acquistare Mi TV 4S da 43” e Mi TV 4S da 55” su Amazon al prezzo Early Bird rispettivamente di 299€ e 399€.

Mi Note 10 Lite

In verità lo Xiaomi Mi Note 10 Lite è già in vendita in tre colorazioni, Glacier White, Midnight Black e Nebula Purple, nella versione 6/64 GB su mi.com e presso i Mi Store al prezzo di 369,90€. La versione 6/128 GB invece è in esclusiva con Vodafone al prezzo di 399,90€.

Mi 10 Lite 5G

Finalmente possiamo dirvi anche il prezzo e la data di commercializzazione del Mi 10 Lite 5G, dotato di Snapdragon 765 5G con modem X52. Mi 10 Lite 5G sarà in vendita a partire da inizio giugno su mi.com, Mi Store autorizzati, Amazon, presso le principali catene di distribuzione e i principali operatori telefonici nelle versioni 6/64 GB e 6/128 GB, rispettivamente al prezzo di 369,90€ e 399,90€ e nelle colorazioni Cosmic Grey, Dream White e Aurora Blue.

L’articolo Tutti i prezzi dei nuovi dispositivi Xiaomi per l’Italia svelati oggi: Mi TV, Redmi, Mi Note 10, Mi 10 Lite sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

C’è ancora tempo per le offerte ho. Mobile: prorogate ho. 8,99 e ho. 100 Giga, ecco tutti i dettagli

Sono appena emerse importanti novità per coloro che stanno pensando di attivare una delle offerte di ho. Mobile, l’operatore virtuale che è attivo in Italia sotto rete Vodafone. Due delle sue offerte più note sono state prorogate, le riassumiamo di seguito.

ho. 8,99

  • Minuti illimitati verso tutti i numeri nazionali.
  • SMS illimitati verso tutti i numeri nazionali.
  • 50 GB di traffico dati fino alla velocità del 4G (30Mbps in download e 30 Mbps in upload).
  • Attivazione + nuova SIM: 9,99€ una tantum.
  • L’offerta sarà accessibile fino al prossimo 24 maggio, ecco il link per l’attivazione.
  • Offerta accessibile per chi attiva un nuovo numero o per chi proviene da Kena MobileDaily Telecom.

ho. 100 Giga

  • 100 GB di traffico dati fino alla velocità del 4G (fino a 30 Mbps in download e upload).
  • Al costo di 12,99€ al mese.
  • Attivazione + nuova SIM: 9,99€ una tantum.
  • L’offerta sarà accessibile fino al prossimo 15 giugno, ecco il link per l’attivazione.

LEGGI ANCHE: le offerte ho. Mobile – maggio 2020

Vi ricordiamo che l’offerta ho. 100 Giga non prevede la portabilità del numero e dunque è disponibile per coloro che attivano un nuovo numero. Inoltre, l’offerta è compatibile con l’opzione Riparti, quella che consente di rinnovare le soglie mensili nel caso si raggiungesse il limite di traffico dati senza dover attendere il rinnovo automatico dell’offerta.

L’articolo C’è ancora tempo per le offerte ho. Mobile: prorogate ho. 8,99 e ho. 100 Giga, ecco tutti i dettagli sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld