Samsung vuole fare la storia: Galaxy Z Fold 3 avrà la fotocamera sotto il display (foto)

Arrivano novità davvero importanti sul fronte del settore smartphone e che riguardano da vicino Samsung. Il produttore sudcoreano sta preparando il suo primo pieghevole con fotocamera integrata sotto il display.

Parliamo chiaramente di Galaxy Z Fold 3, il prossimo pieghevole di punta che Samsung lancerà entro la prossima estate. Come vedete dalle immagini presenti in galleria, tratte molto probabilmente da materiale che Samsung userà per marketing del suo nuovo dispositivo, Galaxy Z Fold 3 sarà il primo smartphone pieghevole nella storia ad avere una fotocamera integrata sotto il display. Pertanto il display non necessiterà di tagli o fori.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy A52 5G, la recensione

La seconda immagine mostra la seconda importante novità: Galaxy Z Fold 3 godrà del supporto della S Pen, la quale, secondo gli ultimi rumor trapelati in rete, sarà definita Hybrid S Pen. La terza immagine in galleria mostra invece la probabile configurazione a tre sensori della fotocamera principale del pieghevole, della quale abbiamo già sentito parlare.

Al momento rimane incerto il resto della scheda tecnica di Galaxy Z Fold 3. È certo che dopo queste rivelazioni quasi ufficiali, il nuovo pieghevole di Samsung genererà attese ancora rilevanti in tutto il mondo tech.

L’articolo Samsung vuole fare la storia: Galaxy Z Fold 3 avrà la fotocamera sotto il display (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Samsung vuole fare la storia: Galaxy Z Fold 3 avrà la fotocamera sotto il display (foto)

Il prosciutto che vuole salvare il fiume

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua 2021 il Consorzio del Prosciutto di San Daniele omaggia il fiume Tagliamento, uno degli ultimi corsi d’acqua europei a conservare le condizioni idrologiche naturali e la morfologia originaria, a canali intrecciati, che cambia a seconda delle condizioni meteorologiche e del volume d’acqua trasportato.

Definito il “re dei fiumi alpini”, il Tagliamento scorre per 170 chilometri, attraversando il Friuli- Venezia Giulia dal Passo della Mauria fino al Mare Adriatico e costeggiando la città di San Daniele. Risalendo il corso del fiume, le brezze salmastre adriatiche incontrano quelle fredde provenienti dalle Alpi Carniche, generando condizioni ambientali uniche. Sono proprio questi fattori a influire sul livello di umidità e sulla naturale regolazione della temperatura, conferendo unicità al peculiare microclima delle colline di San Daniele.

Insieme all’accurata selezione della materia prima e a una tecnica di lavorazione millenaria, l’irripetibile microclima del territorio concorre a creare il gusto inimitabile del San Daniele DOP. Il Disciplinare di produzione del Prosciutto di San Daniele e il dispositivo normativo alla base della DOP, infatti, riconoscono al fiume Tagliamento un ruolo essenziale nella stagionatura del Prosciutto di San Daniele e nel conferimento dei tratti aromatici che lo caratterizzano. Alla luce dell’indispensabile contributo apportato, il Consorzio del Prosciutto di San Daniele è da sempre schierato a favore della tutela del fiume friulano.

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua 2021 il Consorzio ha deciso di tenere vivo il tema della tutela delle fonti idriche e contrastare interventi invasivi ad opera dell’uomo all’interno del Tagliamento. È proprio grazie alla natura incontaminata del fiume che, su proposta del Wwf European Alpine Programme, si sta discutendo della possibilità di candidare il Tagliamento a patrimonio mondiale dell’Unesco, massimo riconoscimento di tutela del patrimonio culturale e naturale di tutto il mondo.

Il Consorzio ha attuato numerose attività nell’ambito del controllo dello spreco e la tutela delle acque, tra cui il servizio di smaltimento delle acque reflue. Anche attraverso un attento uso di tecniche per la depurazione delle acque si registra un continuo miglioramento dei reflui. Vengono trattati circa 300.000 metri cubi l’anno e, grazie alla tecnologia impiegata, è possibile monitorare costantemente la qualità dell’acqua e l’impatto sull’ambiente.

“Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele si prodiga da sempre per la tutela del fiume Tagliamento e la salvaguardia di tutto l’ecosistema del territorio – dichiara Mario Emilio Cichetti, Direttore Generale del Consorzio – impegnandosi verso una gestione sempre più sostenibile della filiera del Prosciutto, con l’obiettivo di tutelare le risorse naturali, l’ambiente e l’unicità che distingue il nostro prodotto in tutto il mondo”.


Il prosciutto che vuole salvare il fiume

Samsung vuole attaccare il mercato tablet con il Galaxy Tab S7 Lite: sarà presentato a giugno?

Samsung sembra essere l’unico produttore a rilasciare valide alternative Android in un mercato dei tablet dominato da Apple. Qualche tempo fa vi avevamo già preannunciato come il marchio sudcoreano fosse intenzionato a muoversi per coprire diverse fasce di prezzo in questo mercato, grazie alla possibile introduzione di una variante economica del Galaxy Tab S7. Le voci a riguardo si fanno sempre più insistenti, tanto che l’account Twitter “WalkingCat” ha pubblicato una presunta slide relativa al marketing del Galaxy Tab S7 Lite.

LEGGI ANCHE: WhatsApp si aggiorna in beta

Questa versione economica del tablet rilasciato da Samsung nel 2020 avrà un display da 12,4 pollici di diagonale, il supporto alla connettività 5G e supporterà anche la funzione Galaxy Continuity, che consente agli utenti di visualizzare anche le chiamate e i messaggi ricevuti da uno smartphone Galaxy compatibile. L’immagine a disposizione non ci fornisce molti altri spunti, ma possiamo aspettarci delle specifiche di livello inferiore rispetto a quelle del Samsung Galaxy Tab S7.

Il lancio sembra essere programmato per giugno 2021, ma non si sa ancora quale sarà il prezzo di vendita di questo Galaxy Tab S7 Lite. Una seconda immagine condivisa dallo stesso utente su Twitter, fornisce altri dettagli riguardo al Galaxy Tab A7 Lite, anch’esso in uscita a giugno. Si dice che avrà un display da 8,7 pollici di diagonale e un design sottile in metallo.

L’articolo Samsung vuole attaccare il mercato tablet con il Galaxy Tab S7 Lite: sarà presentato a giugno? sembra essere il primo su AndroidWorld.


Samsung vuole attaccare il mercato tablet con il Galaxy Tab S7 Lite: sarà presentato a giugno?

Il nuovo sensore fotografico OmniVision vuole rivaleggiare (e forse persino battere) Samsung ISOCell (foto)

Il produttore cinese di sensori fotografici Omnivision, ha presentato un nuovo sensore per dispositivi mobili chiamato OV50A. Si tratta di una soluzione a 50 MP pensata principalmente per fotocamere grandangolari e, stando alle affermazioni dell’azienda, sarebbe in grado di offrire performance superiori per l’autofocus e la resa in condizioni di scarsa luminosità.

Scendendo un po’ più nei dettagli tecnici OmniVision OV50A è composto da pixel di 1,0 micron mentre il sensore stesso misura 1/1,5 di pollice, misure in grado di rivaleggiare con quanto offerto da Samsung sul suo ISOCell GN 1, che ha pixel da 1,2 micron e misura 1/1,35″. Un altro aspetto che lo renderebbe superiore è la tecnologia Quad phase-detection (QPD) che consente il rilevamento dell’autofocus PDAF su tutta la superficie del sensore. Qualcosa del genere a quanto fatto da Sony con la tecnologia 2 x 2 OCL (On-Chip Lens). Se il concetto vi risulta ostico, potete dare un’occhiata all’immagine qui sotto, siamo sicuri che renderà tutto immediatamente più chiaro.

LEGGI ANCHE: Android 12 Developer Preview è disponibile da oggi

Nella pratica tutto ciò dovrebbe consentire al sensore di poter rilevare le distanze tra gli oggetti, e quindi tarare automaticamente il fuoco, anche con poca luce a disposizione. OmniVision OV50A è comunque implementato sulla classica matrice PureCel Plus-S e integra il filtro colore QPD e performance HDR migliorate.

OmniVision OV50A supporta il pixel-binning e produce immagini statiche da 12,5 MP, mentre a livello video consente riprese in 8K @30 fps e 4K @60 fps, con lo slow motion a 1.080p @240 fps o 720p e @480 fps. Il sensore sarà implementato sui primi dispositivi di fascia alta prima dell’estate, anche se al momento non è chiaro quale modello o quale produttore potrà sfoggiarlo per primo.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Il nuovo sensore fotografico OmniVision vuole rivaleggiare (e forse persino battere) Samsung ISOCell (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Il nuovo sensore fotografico OmniVision vuole rivaleggiare (e forse persino battere) Samsung ISOCell (foto)

Google vuole che i suoi Pixel diventino dei perfetti cellulari aziendali

Google ha deciso di lanciare il sito “Pixel for Business” per attirare clienti appartenenti a contesti aziendali. Con Android Enterprise, Google negli ultimi anni ha lavorato per ottenere dispositivi che eseguono il suo sistema operativo in ambienti più aziendali e ora sta pubblicizzando i telefoni Pixel come “costruiti per il business“.

LEGGI ANCHE: I veri problemi di Android Auto sono fuori da Android Auto, e questo è un problema

Big G fa leva sulla sicurezza offerta dai suoi dispositivi grazie ai chip Titan M personalizzati, al riconoscimento biometrico, ai 3 anni di aggiornamenti del sistema operativo, alla presenza di Google Play Protect per la scansione delle app e alle certificazioni di sicurezza governative. Sarà inoltre semplice sia per le aziende che per gli utenti finali configurare questi smartphone per l’utilizzo, tenendo separate le informazioni personali da quelle lavorative grazie al profilo Work.

Tutte le applicazioni di Google sono ovviamente perfettamente integrate e funzionanti all’interno di questi dispositivi, e vi permetteranno di aumentare la produttività. L’azienda di Mountain View sottolinea anche la funzione di Adaptive Battery dei Pixel ma stranamente non elogia le performance delle fotocamere. La scheda “Google Phones” è focalizzata sui dispositivi offerti. Pixel 4a, Pixel 4a 5G, e Pixel 5 hanno ognuno la loro brochure in PDF, all’interno delle quali vengono descritti dettagliatamente.

Alla domanda sul motivo per il quale le aziende dovrebbero comprare dispositivi Pixel, la risposta di Google è la seguente:

Pixel è progettato con tutti gli strumenti e la tecnologia per supportare le vostre esigenze aziendali attraverso l’hardware, il software e l’IA integrata. Offre funzioni di sicurezza avanzate, insieme agli aggiornamenti del sistema operativo per almeno tre anni. Viene anche fornito con il software per aiutare voi e i vostri dipendenti a lavorare in modo più efficiente. E può essere facilmente integrato e gestito da voi per garantire che il flusso di lavoro sia sempre all’altezza dei vostri standard. Inoltre, Pixel fa parte del programma Android Enterprise Recommended, il che significa che è stato verificato da Google per soddisfare i requisiti di livello enterprise per quanto riguarda le prestazioni, la coerenza e gli aggiornamenti di sicurezza.

Google

L’articolo Google vuole che i suoi Pixel diventino dei perfetti cellulari aziendali sembra essere il primo su AndroidWorld.


Google vuole che i suoi Pixel diventino dei perfetti cellulari aziendali

MediaTek vuole sfidare Qualcomm con un modem 5G che supporta le mmWave

Il produttore di semiconduttori MediaTek ha da qualche giorno rilasciato un nuovo modem 5G: stiamo parlando di M80, il primo dell’azienda che supporta le mmWave e che andrà a sfidare Qualcomm, con i suoi X60 e il recentissimo X65.

LEGGI ANCHE: Cos’è Clubhouse, il nuovo social solo audio

Rispetto al precedente modello, Helio M70, che non offriva il supporto alle mmWave, il nuovo M80 combina questa tecnologia a sub-6GHz. Inoltre sarà un modem integrato, ovvero verrà integrato in un SoC, insieme a CPU e GPU. Le specifiche tecniche riportano velocità di picco di 7,67Gbps in download e 3,67Gbps in upload, superiori a quelle di Snapdragon X60 (7,5Gbps in download e 3Gbps in upload) e di Samsung Exynos 2100 (7,35Gbps in download e 3,67Gbps in upload).

Si contano poi altre funzionalità come il supporto alle reti sia Standalone che non Standalone, dual SIM 5G, dual SIM 5G NSA, oltre che la tecnologia dual Voice over New Radio (VoNR). Grande importanza rivolta all’aspetto energetico: M80 riuscirà a regolare il suo consumo e la sua frequenza di clock in base alle condizioni della rete, per cercare di evitare il più possibile sprechi di batteria.

Il chip sarà inviato a produttori selezionati per dei test durante il 2021 ma è del tutto improbabile che vedremo smartphone con questo a bordo nel breve periodo: dovremo attendere ancora un po’ per conoscere il SoC con cui debutterà M80.

L’articolo MediaTek vuole sfidare Qualcomm con un modem 5G che supporta le mmWave sembra essere il primo su AndroidWorld.


MediaTek vuole sfidare Qualcomm con un modem 5G che supporta le mmWave

Craig Federighi vuole che tutti copino Apple con le etichette della privacy

Le etichette della privacy sono una delle novità di iOS 14.3 e Crai Federighi vuole che altre aziende prendano esempio da Apple.

Link all’articolo originale: Craig Federighi vuole che tutti copino Apple con le etichette della privacy


Craig Federighi vuole che tutti copino Apple con le etichette della privacy

Xiaomi vuole rivoluzionare la fotografia su smartphone con un nuovo sensore telescopico retrattile (video e foto)

Proprio oggi hanno preso il via i lavori all’ultima Mi Developers Conference organizzata da Xiaomi. Tra le novità svelate finora è risaltata l’innovativa tecnologia sviluppata per la fotocamera su smartphone. La lente presentata, grazie a un meccanismo periscopico retrattile, sarebbe in grado di allungarsi al di fuori della scocca del telefono. Inoltre sfruttando una maggiore apertura otterrebbe un aumento della quantità di luce del 300% e un miglioramento della nitidezza del 20%.

Per quanto il filmato e le gif estrapolate, che potete ammirare qui sotto, possano stupire ci sono ancora molti dettagli che mancano all’appello. Xiaomi avrebbe dichiarato che la maggiore nitidezza sarebbe raggiunta attraverso una nuova tecnologia di stabilizzazione, ma non ha specificato quale sarebbe l’esatto valore dell’apertura della lente né quale sia il livello dello zoom.

LEGGI ANCHE: Black Friday 2020

Non si sa nemmeno quale potrebbe essere il primo smartphone a potersi fregiare della novità, ma di sicuro il meccanismo – che ricorda molto le compatte punta & scatta – avrà bisogno di essere messo a punto prima di poterlo vedere dal vivo. Forse anche per questo motivo non è stata svelata una possibile data per la commercializzazione del sensore.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Xiaomi vuole rivoluzionare la fotografia su smartphone con un nuovo sensore telescopico retrattile (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Google Assistant vuole essere indipendente: prove generali per uno slider volume dedicato

Gli assistenti vocali intelligenti sono ormai diventati un punto fermo nel mondo degli smartphone e non solo. Tra quelli più diffusi troviamo sicuramente Google Assistant, per il quale potrebbe arrivare presto un’interessante novità.

Nel nuovo codice AOSP di Android 11, riferito alla versione stabile lanciata ieri, sono stati scovati alcuni riferimenti che suggerirebbero un canale audio dedicato agli assistenti vocali in Android: i riferimenti puntano in particolare su Google Assistant e Bixby, per i quali potrebbe arrivare uno slider del volume dedicato nel classico pannello dei volumi audio di Android.

LEGGI ANCHE: Google rilascia Android 11 stabile

La funzionalità avrebbe il chiaro scopo di permettere agli utenti di gestire il volume audio degli assistenti vocali in modo indipendente dal volume degli altri contenuti multimediali provenienti dallo smartphone. A voi piacerebbe avere questa funzionalità?

L’articolo Google Assistant vuole essere indipendente: prove generali per uno slider volume dedicato sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

POCO non vuole l’ansia da batteria scarica: in arrivo un nuovo medio gamma con batteria da 5.000 mAh

Dopo averci sorpreso in positivo con il suo POCO X3, l’azienda cinese controllata da Xiaomi ha in cantiere un nuovo dispositivo che punta gran parte delle sue carte sull’autonomia.

Si chiamerà POCO M2 e sarà un nuovo medio gamma che verrà ufficializzato tra pochi giorni: POCO infatti ha twittato sull’imminente lancio di POCO M2, il quale dovrebbe arrivare affiancato a una variante Pro, il quale avrà luogo il prossimo 12 settembre per il mercato indiano. Uno dei suoi punti di forza dovrebbe essere la batteria con capacità da 5.000 mAh.

LEGGI ANCHE: POCO X3, la recensione

Al momento i dettagli relativi alla scheda tecnica di POCO M2 rimangono molto sfumati, così come quelli sulla sua disponibilità al di fuori dei confini indiani. Torneremo ad aggiornarvi immediatamente a valle della presentazione ufficiale.

L’articolo POCO non vuole l’ansia da batteria scarica: in arrivo un nuovo medio gamma con batteria da 5.000 mAh sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld